Per un flusso di lavoro più veloce, potete lavorare sui file proxy con rendering a bassa velocità in bit ("proxy") dei file principali ad alta velocità in bit. Questo articolo descrive come creare file proxy per le modifiche offline mantenendo sia la denominazione del file originale che il codice di tempo di origine.

  1. Spostate tutte le clip sorgente nella timeline come segue:

    1. Individuate la cartella sorgente nel desktop di SpeedGrade.
    2. Fate clic sul pulsante Agg. tutto in basso a destra nel desktop.
  2. Definite la cartella di output per i file proxy di rendering nel modo seguente:

    1. Selezionate la scheda Output.
    2. Specificate un percorso di output nel campo Cartella con il comando di navigazione.
    Percorso Output
  3. Invece di digitare il nome di file per i file proxy, specificate la seguente opzione di denominazione file:  

    1. Nel campo Nome file, fate clic sull’icona M per elenchi di tag predefiniti per metadati.
    2. Selezionate l’opzione “Src.PathElement.0”.
    Src.PathElement

    Questa opzione consente di dividere la timeline in singoli file QuickTime per il rendering. Inoltre fa coincidere il nome del file di output con il nome del file sorgente.

  4. Impostate Orig. codice tempo sull’opzione Sorgente per mantenere le informazioni sul codice di tempo del file principale.

    Origine codice tempo

    Potete anche impostare l’origine del codice di tempo su altri generatori di codice di tempo in base al flusso di lavoro.

  5. Selezionate il formato di output, la tabella di ricerca calibrazione (LUT) e le impostazioni di inquadratura come per qualsiasi lavoro di rendering.

  6. Selezionate Qualità online o Qualità offline e fate clic su Rendering.

    Rendering

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online