Nota:

Questa è la guida di Photoshop Lightroom Classic CC (in precedenza Lightroom CC).
Se non è la versione che vi interessa, visualizzate la guida del nuovo Photoshop Lightroom CC.

Applicare un profilo alla vostra immagine

Funzione aggiornata in Lightroom Classic CC 7.5 (agosto 2018)

I profili permettono di controllare la resa dei colori e della tonalità nelle foto. I profili disponibili nell’area Profilo del pannello Base rappresentano punti di partenza o basi per sviluppare modifiche delle immagini.

L’applicazione di un profilo a una foto non cambia né sovrascrive il valore degli altri cursori di controllo delle modifiche. Potete infatti modificare le vostre foto come desiderate e scegliere successivamente di applicare un profilo alla vostra immagine modificata.

Sfogliare e applicare i profili

  1. Nel pannello Base del modulo Sviluppo, posizionare l’area Profilo (sotto all’area Trattamento) in alto.

  2. Usate il menu a comparsa Profilo per accedere rapidamente ai profili Adobe e a quelli che avete etichettato come Preferiti. (Spiegazione successiva al passaggio 3).

    Per sfogliare e applicare altri profili creativi nel browser profili:

    • Scegliete Sfoglia dal menu a comparsa Profilo.
    • Fate clic sull’icona del browser profili sulla destra.
    Area Profilo nel pannello Base
    Area Profilo nel pannello Base
    Browser profili
    Browser profili

    Nota:

    Quando importate le foto, i profili Adobe Color e Adobe Monochrome vengono applicati in maniera predefinita alle foto rispettivamente a colori e in bianco e nero.

  3. Nel Browser profili, espandete una delle categorie di profilo per visualizzare i profili disponibili in quella categoria.

    Per espandere tutti i gruppi di profili in Browser profili, fate clic con il pulsante destro del mouse (Win)/premete Ctrl+clic (Mac) su qualsiasi gruppo di profili e scegliete Espandi tutto dal menu.

    Per comprimere tutti i gruppi di profili in Browser profili, fate clic con il pulsante destro del mouse (Win)/premete Ctrl+clic (Mac) su un gruppo di profili e scegliete Comprimi tutto dal menu.

    Nota:

    Nel Browser profili, usate il menu a comparsa sopra la categoria di profili Preferiti per visualizzare il profilo come un Elenco, miniature in Griglia o miniature Grandi. Potete anche filtrare i profili affinché vengano mostrati per “tipo” (Colore o B&N).

    Preferiti: mostra profili etichettati come preferiti. Consultate Aggiungere un profilo ai Preferiti.

    Profili Adobe Raw
    Profili Adobe Raw

    Profili per foto grezze

    Le categorie di profili seguenti compaiono quando modificate una foto grezza.

    Adobe Raw: i profili Adobe Raw migliorano notevolmente la resa del colore e rappresentano un buon punto di partenza per modificare le immagini grezze. Il profilo Adobe Color, pensato per un buon bilanciamento colore/tono per tutte le immagini, si applica in modo predefinito alle foto grezze importate in Lightroom Classic.

    Camera Matching: mostra profili basati sulla marca e sul modello della fotocamera della vostra foto grezza. Usate i profili Camera Matching se preferite che la resa del colore nei file grezzi corrisponda a ciò che vedete sul display della fotocamera.

    Legacy: mostra i profili Legacy che erano già stati forniti nelle versioni precedenti dell’app Lightroom.


    Profili creativi per foto grezze e non

    I profili creativi funzionano su qualunque tipo di file, compresi i JPEG, i TIFF e le foto grezze. Questi profili sono pensati per creare uno stile o effetto specifico per la vostra foto.

    Creativo: usate questi profili se desiderate che la resa del colore nella foto sia più vivace, con variazioni di colore più intense.

    B&N: usate questi profili per ottenere variazioni tonali ottimali necessarie nei lavori in bianco e nero.

    Moderno: usate questi profili per creare effetti unici che si addicono agli stili fotografici moderni.

    Vintage: usate questi profili per riprodurre gli effetti delle foto vintage.

    Profili creativi
    Profili creativi

    Nota:

    Quando applicate uno dei profili Creativo, B&N, Moderno e Vintage, Lightroom Classic fornisce un cursore Fattore aggiuntivo che permette di controllare l’intensità del profilo. Per altri profili, il cursore Fattore è offuscato/inattivo.

  4. Spostate il cursore su uno dei profili per avere un’anteprima dell’effetto sulla foto. Fate clic sul profilo per applicarlo alla foto.

    Per tornare al pannello Base, fate clic su Chiudi nell’angolo in alto a destra del pannello Browser profili.

Importare i profili

  1. Nel pannello Base del modulo Sviluppo, individuate l’area Profilo (sotto all’area Trattamento) in alto.

  2. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Scegliete Sfoglia dal menu a comparsa Profilo.
    • Fate clic sull’icona del browser profili sulla destra.
  3. Nel Browser profili, fate clic sull’icona più (+) in alto a sinistra e scegliete Importa profili dal menu.

    Opzione Importa profili nel Browser profili
    Opzione Importa profili nel Browser profili
  4. Nella finestra di importazione che viene visualizzata, selezionate i profili da importare. È inoltre possibile importare un file .zip contenente i profili.

    Nota:

    Potete importare predefiniti e profili XMP nonché profili DCP e LCP come parte di un file zip. Tuttavia, i predefiniti .lrtemplate non possono essere importati come parte di un file zip.

  5. Fate clic su OK.

Nota:

Per installare o copiare manualmente i profili, consultate Installare manualmente i profili.

Aggiungere un profilo ai Preferiti

Per aggiungere un profilo al gruppo di profili Preferiti:

  • Quando sfogliate i profili nella vista Griglia o Grande, passate con il mouse sopra alla miniatura del profilo e fate clic sull’icona a stella che appare nell’angolo in alto a destra della miniatura.
  • Quando sfogliate i profili nella vista Elenco, passate il mouse sul profilo e fate clic sull’icona a stella vicino al nome del profilo.

Potete anche accedere ai vostri profili preferiti dal menu a comparsa Profili

Gestisci profili

Opzione introdotta in Lightroom Classic CC 7.4 (versione giugno 2018)

Tramite l’opzione Gestisci profili, potete mostrare o nascondere i vari gruppi di profili che sono visualizzati nel browser profili, Base, Adobe Raw, Camera Matching, Legacy, Creativo, B&N, Moderno, Vintage, o tutti gli altri profili importati.

Per mostrare/nascondere i gruppi di profili, seguite i passaggi riportati di seguito:

  1. In Browser profili, fate clic con il pulsante destro del mouse (Win)/premete Ctrl+clic (Mac) su un gruppo di profili e scegliete Gestisci profili dal menu.

  2. Nella finestra di dialogo Gestisci profili, selezionate i gruppi di profili da visualizzare in Browser profili. Deselezionate i gruppi di profili che si desidera nascondere da Browser profili.

    Gestisci profili
    Gestisci profili
  3. Fate clic su Salva.

    Browser profili ora visualizza solo i gruppi di profili selezionati utilizzando la finestra di dialogo Gestisci profili.

    Per nascondere tutti i gruppi di profili nascosti, potete fare clic con il pulsante destro del mouse (Win)/premere Ctrl+clic (Mac) su un gruppo di profili in Browser profili e scegliere Reimposta profili nascosti dal menu.

Impostare il bilanciamento del bianco

Potete regolare il bilanciamento del bianco di una foto per riflettere le condizioni di luce in cui è stata scattata: luce diurna, tungsteno, flash e così via.

Potete scegliere un predefinito di bilanciamento del bianco oppure fare clic su un’area della foto che desiderate specificare come colore neutro. Viene regolata l’impostazione del bilanciamento del bianco, e potete regolarla ulteriormente mediante gli appositi cursori.

Nota:

Le opzioni dei predefiniti per il bilanciamento del bianco sono disponibili solo per le foto in formato raw e DNG. È possibile modificare il bilanciamento del bianco per tutte le foto mediante gli appositi cursori.

Scegliere un’opzione per il bilanciamento del bianco

Nel pannello Base del modulo Sviluppo, scegliete un’opzione dal menu a comparsa BB. Con l’opzione Come scattato vengono usate le impostazioni del bilanciamento del bianco della fotocamera, se disponibili. Con l’opzione Automatico il bilanciamento del bianco viene calcolato automaticamente in base ai dati dell’immagine.

L’impostazione del bilanciamento del bianco viene applicata all’immagine e i cursori Temperatura e Tinta nel pannello di Base vengono regolari di conseguenza. Se necessario, usate i cursori per regolare ulteriormente il bilanciamento dei colori. Consultate Regolare il bilanciamento del bianco con i comandi Temperatura e Tinta.

Nota:

Se le impostazioni del bilanciamento del bianco della fotocamera non sono disponibili, l’opzione Automatico viene impostata come scelta predefinita.

Specificare un’area neutra nella foto

  1. Nel pannello Base del modulo Sviluppo, fate clic sullo strumento selettore bilanciamento bianco  per selezionarlo oppure premete il tasto W.
  2. Portate il selettore bilanciamento bianco sull’area della foto che dovrebbe contenere un grigio chiaro neutro. Evitate luci di riflesso o aree con bianco al 100%.
  3. Impostate le opzioni nella barra degli strumenti secondo le necessità.

    Eliminazione automatica

    Quando questa opzione è selezionata, lo strumento selettore bilanciamento bianco viene disattivato automaticamente dopo un solo clic sulla foto.

    Mostra Lentino

    Visualizza un ingrandimento e i valori RGB di un campione di pixel sotto il selettore del bilanciamento del bianco.

    Cursore Scala

    Questo cursore consente di ingrandire la vista nel Lentino.

    Chiudi

    Lo strumento selettore bilanciamento bianco viene disattivato e, per impostazione predefinita, il puntatore diventa lo strumento mano o zoom.

    Nota:

    Mentre spostate il selettore bilanciamento bianco su diversi pixel, nel Navigatore viene visualizzata un’anteprima del bilanciamento del colore.

  4. Quando trovate un’area appropriata, fate clic su di essa.

    I cursori Temperatura e Tinta nel pannello Base consentono di regolare i colori selezionati per renderli neutri, se possibile.

Regolare il bilanciamento del bianco con i comandi Temperatura e Tinta

Nel pannello Base del modulo Sviluppo, regolate i cursori Temperatura e Tinta.

Temperatura

Consente di regolare il bilanciamento del bianco usando la scala di temperatura cromatica Kelvin. Spostate il cursore verso sinistra per rendere i colori della foto più freddi e verso destra per renderli più caldi.

Potete inoltre impostare un valore Kelvin specifico nella casella di testo Temperatura corrispondente al colore della luce ambiente. Fate clic sul valore corrente per selezionare la casella di testo e inserire un nuovo valore. Ad esempio, le luci fotografiche al tungsteno sono spesso bilanciate a una temperatura di 3200 Kelvin. Se scattate le foto con luci al tungsteno e impostate la temperatura dell’immagine su 3200, le foto risultano bilanciate in termini di colore.

Uno dei vantaggi dell’uso di file nel formato raw della fotocamera è che potete regolare la temperatura dei colori come se modificaste le impostazioni della fotocamera stessa durante lo scatto, sfruttando una vasta gamma di impostazioni. Quando usate i file JPEG, TIFF e PSD, lavorate invece in una scala compresa tra -100 e 100, anziché sulla scala Kelvin. Per i file non raw, come JPEG o TIFF, le impostazioni di temperatura sono incluse nel file stesso e la scala di temperatura è pertanto più limitata.

Tinta

Regola il bilanciamento del bianco per compensare eventuali tinte verdi o magenta nelle foto. Spostate il cursore verso sinistra (valori negativi) per aggiungere verde alla foto, spostatelo verso destra (valori positivi) per aggiungere magenta. 

Suggerimento: se viene visualizzata una dominante cromatica verde o magenta nelle aree di ombra dopo la regolazione della temperatura e della tinta, rimuovetela regolando il cursore Tinta per Ombre, nel pannello Calibrazione fotocamera.

Regolare la gamma tonale complessiva dell’immagine

Potete regolare la gamma tonale generale dell’immagine usando i comandi relativi ai toni nel pannello Base. Mentre lavorate, controllate le estremità dell’istogramma o usate le anteprime di ombre e luci ritagliate.

  1. (Facoltativo) Nell’area Tono del pannello Base, fate clic su Automatico per impostare la gamma tonale generale. I cursori vengono impostati in modo da ampliare al massimo la gamma tonale e ridurre al minimo il ritaglio nelle aree di ombre e luci.
  2. Regolate i comandi del tono:

    Nota:

    I comandi tonali disponibili dipendono dalla versione di elaborazione in uso (2012, 2010 o 2003).

    Nota:

    Per aumentare i valori del cursore, potete selezionare il valore e usare i tasti freccia Su e Giù. Per ripristinare il valore zero, fate doppio clic sull’indicatore del cursore.

    Esposizione

    (Tutto) Imposta la luminosità complessiva dell’immagine. Regolate il cursore fino a ottenere la luminosità desiderata.

    I valori di esposizione sono espressi in incrementi pari ai valori di apertura (f-stop) della fotocamera. Una regolazione di +1,00 è simile all’aumento dell’apertura in misura pari a un valore di stop. Allo stesso modo, una regolazione di –1,00 corrisponde alla riduzione dell’apertura in misura pari a un valore di stop.

    Contrasto

    (Tutte) Aumenta o diminuisce il contrasto dell’immagine, agendo principalmente sui mezzitoni. Se aumentate il contrasto, le aree semiscure dell’immagine diventano più scure, mentre le aree semichiare diventano più chiare. Se riducete il contrasto, si ottiene invece un effetto opposto.

    Luci

    (Versione elaborazione 2012) Regola le aree più luminose dell’immagine. Trascinate verso sinistra per scurire le luci e recuperare i dettagli nelle aree troppo chiare. Trascinate verso destra per schiarire le luci riducendo al minimo il rischio di ritaglio dei valori.

    Ombre

    (Versione elaborazione 2012) Regola le aree più scure dell’immagine. Trascinate verso sinistra per scurire le ombre riducendo al minimo il rischio di ritaglio dei valori. Trascinate verso destra per schiarire le ombre e recuperare i dettagli nelle aree troppo scure.

    Bianchi

    (Versione elaborazione 2012) Regola il ritaglio del bianco. Trascinate verso sinistra per ridurre il ritaglio dei valori nelle aree più chiare. Trascinate verso destra per aumentare il ritaglio dei valori più chiari. Un aumento del ritaglio può essere utile ad esempio nelle luci speculari, come nel caso di superfici metallizzate.

    Neri

    (Versione elaborazione 2012) Regola il ritaglio del nero. Trascinate verso sinistra per aumentare il ritaglio del nero, in modo da mappare sul nero puro una maggior quantità dei valori più scuri. Trascinate verso destra per ridurre il ritaglio dei valori più scuri.

    Neri

    (Versione elaborazione 2010 e 2003) Specifica quali valori dell’immagine mappare sul nero. Spostando il cursore a destra potete aumentare le aree da trasformare in nero, a volte creando l’impressione di un contrasto maggiore. L’effetto maggiore viene applicato alle ombre, con minori cambiamenti nei mezzitoni e nelle luci.

    Recupero

    (Versione elaborazione 2010 e 2003) Riduce i toni delle luci eccessive e tenta di recuperare i particolari che sono andati persi nelle aree di luce a causa della sovraesposizione della fotocamera. Con Lightroom Classic CC è possibile recuperare i particolari nei file di immagini raw se si verifica il ritaglio in uno o due canali.

    Luce di schiarita

    (Versione elaborazione 2010 e 2003) Illumina le ombre per rivelare più particolari, mantenendo comunque i neri. Tenete presente che un’applicazione eccessiva di questa impostazione potrebbe introdurre del disturbo nell’immagine.

    Luminosità

    (Versione elaborazione 2010 e 2003) Regola la luminosità dell’immagine, agendo in particolare sui mezzitoni. Regolate la luminosità dopo l’impostazione dei cursori Esposizione, Recupero e Neri. Regolazioni di grande entità del valore Luminosità possono influire su luci e ombre con ritaglio; è quindi consigliabile regolare di nuovo i cursori Esposizione, Recupero o Neri dopo aver regolato il controllo Luminosità.

Regolare la gamma tonale mediante l’istogramma

Gli istogrammi

Un istogramma è una rappresentazione del numero di pixel presenti in una foto per ogni percentuale di luminanza. Se l’istogramma occupa tutto lo spazio, dall’estremità sinistra all’estremità destra del pannello, la foto utilizza l’intera gamma tonale. Se invece l’istogramma non utilizza tutta la gamma tonale, l’immagine può risultare piatta, senza contrasto. Un istogramma con picchi a una delle estremità rappresenta una foto in cui si verifica il ritaglio di ombre o luci, con conseguente possibile perdita di particolari nell’immagine.

Gamma tonale usando l’istogramma in Lightroom Classic CC
La parte sinistra dell’istogramma rappresenta i pixel con 0% di luminanza, mentre la parte destra quelli con il 100% di luminanza.

Un istogramma è composto da tre livelli di colore che rappresentano i canali Rosso, Verde e Blu. La sovrapposizione di tutti e tre i livelli dà luogo al grigio; la sovrapposizione di due dei canali RGB dà invece luogo al giallo, al magenta o al cyan (giallo = canali Rosso + Verde, magenta = canali Rosso + Blu, cyan = canali Verde + Blu).

Regolare le immagini mediante l’istogramma

Nel modulo Sviluppo, specifiche aree del pannello Istogramma sono correlate ai cursori dei toni nel pannello Base. Potete effettuare le regolazioni mediante trascinamento nell’istogramma stesso. Le regolazioni vengono rispecchiate nei cursori del pannello Base.

Lightroom Classic CC regola le immagini mediante l’istogramma
Quando si trascina nell’area Esposizione dell’istogramma, il cursore Esposizione nel pannello Base si aggiorna di conseguenza.

  1. Portate il puntatore nell’area dell’istogramma che desiderate regolare. L’area interessata viene illuminata e il comando tonale corrispondente viene visualizzato nella parte inferiore sinistra del pannello.
  2. Trascinate il puntatore verso sinistra o destra per regolare il valore del cursore corrispondente nel pannello Base.

Visualizzare i valori di colore RGB

Nell’area sotto l’istogramma nel modulo Sviluppo vengono visualizzati i valori di colore RGB per i singoli pixel che si trovano sotto allo strumento mano o zoom mentre spostate il puntatore sulla foto.

Potete usare queste informazioni per stabilire se alcune aree della foto hanno subito un ritaglio dei dati cromatici, ad esempio se un valore R, G o B è nero (0%) o bianco (100%). Se almeno un canale nell’area con ritaglio dispone di dati di colore, potrete usarlo per recuperare alcuni particolare nella foto.

Visualizzare i valori di colore RGB e LAB in Vista di riferimento

Mentre lavorate in Vista di riferimento nel modulo Sviluppo, l’area sotto all’istogramma mostra i valori di colore RGB/LAB per i singoli pixel che si trovano sotto allo strumento mano o zoom mentre lo spostate sulla foto di riferimento/attiva.

Se le dimensioni della foto di riferimento e della foto attiva/foto attiva ritagliata corrispondono, le letture vengono visualizzate nel modo seguente:

Reference/Active R [Reference value]/[Active value] G [Reference value]/[Active value] B [Reference value]/[Active value] %

Letture del valore di colore RGB in Vista di riferimento
Letture del valore di colore RGB in Vista di riferimento

 
 
  • Se le proporzioni delle foto di riferimento e attiva non corrispondono, viene visualizzato il valore di colore per l’immagine su cui avete passato il cursore del mouse. Il valore di colore per l’altra immagine viene visualizzato come ’- -’.
  • Se non è stata impostata alcuna foto di riferimento o attiva, il valore di colore viene visualizzato come ’--’.

Quando attivate la vista Prima della foto attiva, i valori di colore vengono visualizzati in modo simile per le foto Riferimento/Attiva (Prima).

Reference/Active (Before) R [Reference value]/[Active Before value] G [Reference value]/[Active Before value] B [Reference value]/[Active Before value] %

Per impostazione predefinita, vengono visualizzati i valori di colore RGB. Per visualizzare i valori di colore LAB, fate clic con il pulsante destro del mouse sull’istogramma e selezionate Mostra valori colore Lab.

Per ulteriori informazioni sulla vista Prima, consultate Visualizzare le foto Prima e Dopo.

Vedere l’anteprima di luci e ombre con ritaglio

Mentre modificate una foto, potete visualizzare l’anteprima del ritaglio tonale. Per “ritaglio” si intende la sostituzione dei valori dei pixel con il valore di luce più elevato o il valore di ombra più basso. Le aree con ritaglio diventano quindi completamente bianche o nere, con conseguente perdita di particolari visibili. Mentre regolate i cursori Tono nel pannello Base, potete visualizzare l’anteprima delle aree con ritaglio.

Nella parte superiore del pannello Istogramma nel modulo Sviluppo si trovano gli indicatori di ritaglio . L’indicatore del ritaglio nero (ombra) si trova a sinistra, quello del ritaglio bianco (luce) si trova a destra.

  • Spostate il cursore Neri e osservate l’indicatore del ritaglio nero. Spostate i cursori Recupero o Bianchi e osservate l’indicatore del ritaglio bianco. Quando si verifica il ritaglio in tutti i canali, l’indicatore corrispondente diventa bianco. Un indicatore colorato indica invece che il ritaglio si è verificato in uno o due canali.
  • Per visualizzare nella foto l’anteprima del ritaglio, portate il mouse sull’indicatore del ritaglio. Per mantenere l’anteprima attiva, fate clic sull’indicatore.

    Le aree nere con ritaglio nella foto sono evidenziate in blu, mentre le aree bianche con ritaglio sono evidenziate in rosso.

  • Per visualizzare le aree dell’immagine che vengono ritagliate per ciascun canale, premete Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) mentre spostate un cursore nel pannello Base del modulo Sviluppo.

    Per i cursori Recupero e Bianchi, l’immagine diventa nera e le aree con ritaglio sono evidenziate in bianco. Per il cursore Neri, l’immagine diventa bianca e le aree con ritaglio sono evidenziate in nero. Le aree a colori indicano che si è verificato il ritaglio in uno dei canali di colore (rosso, verde, blu) o in due canali di colore (cyan, magenta, giallo).

Impostare la saturazione generale del colore

Nell’area Presenza del pannello Base, potete modificare la saturazione (vividezza o purezza del colore) di tutti i colori regolando i comandi Chiarezza, Vividezza e Saturazione. Per regolare la saturazione di una gamma specifica di colori, utilizzate invece i comandi del pannello HSL/Colore/Scala di grigio.

Chiarezza

Aggiunge profondità a un’immagine aumentando il contrasto locale. Quando si usa questa impostazione, è bene impostare lo zoom su almeno 100%. Per applicare l’effetto con entità massima, aumentate l’impostazione fino a ottenere un alone nei particolari dei bordi dell’immagine, quindi riducetela gradualmente.

Rimozione foschia

Controlla l’entità di foschia in una foto. Trascinate verso destra per ridurre la foschia o verso sinistra per accentuarla.

Nota:

Rimuovi foschia è anche disponibile come regolazione locale. Mentre usate il filtro radiale, il filtro graduato o il pennello di regolazione, potete regolare il cursore Rimuovi foschia. Per ulteriori informazioni, consultate Applicare regolazioni locali e Utilizzare lo strumento filtro radiale.

Vividezza

Regola la saturazione in modo da ridurre il ritaglio quando i colori si avvicinano alla saturazione massima, modificando quella di tutti i colori poco saturi e influendo in misura inferiore sui colori più saturi. La vividezza evita anche che i toni dell’incarnato risultino eccessivamente saturati.

Saturazione

Regola in ugual misura la saturazione di tutti i colori dell’immagine, da -100 (monocromia) a +100 (saturazione doppia).

Esercitazione video: utilizzare le funzioni Chiarezza, Vividezza e Saturazione

Regolare la gamma tonale mediante il pannello Curva di viraggio

Il grafico nel pannello Curva di viraggio del modulo Sviluppo rappresenta le modifiche apportate alla gamma tonale di una foto. L’asse orizzontale indica i valori tonali originali (valori di input), con il nero sul lato sinistro e, progressivamente, valori più chiari verso destra. L’asse verticale indica i valori tonali modificati della foto (valori di output), con il nero in basso e, progressivamente, valori più chiari fino al bianco in alto. Mediante la curva di viraggio potete rifinire le regolazioni eseguite su una foto nel pannello Base.

Pannello Curva di viraggio del modulo Sviluppo in Lightroom Classic CC
Modifica della Curva parametrica nel pannello della Curva di viraggio
Modifica della Curva per punti nel pannello della Curva di viraggio
Modifica della Curva per punti per il canale Blu nel pannello della Curva di viraggio

Quando si sposta verso l’alto un punto della curva, questo diventa di tono più chiaro; se lo si sposta verso il basso, diventa più scuro. Una riga retta a 45 gradi indica che non sono state apportate modifiche alla gamma tonale: i valori di input originali corrispondono esattamente a quelli di output. Quando visualizzate una foto non ancora regolata, è possibile che la curva di viraggio non sia dritta. La curva iniziale riflette le regolazioni predefinite applicate da Lightroom Classic CC alla foto in fase di importazione.

I cursori Colori scuri e Colori chiari agiscono principalmente sull’area centrale della gamma tonale. I cursori Luci e Ombre influiscono invece principalmente sulle estremità della gamma tonale.

Per apportare regolazioni alla curva di viraggio, effettuate una delle seguenti operazioni:

  • Fate clic sulla curva e trascinate verso l’alto o verso il basso. Mentre trascinate, l’area interessata viene evidenziata e il relativo cursore si sposta. I valori tonali originali e nuovi sono riportati nella parte superiore sinistra della curva di viraggio.

  • Trascinate uno o più dei quattro cursori verso sinistra o destra. Mentre trascinate, la curva si sposta all’interno dell’area interessata (Luci, Colori chiari, Colori scuri, Ombre). L’area viene evidenziata nel grafico della curva di viraggio. Per modificare le aree della curva, trascinate gli indicatori di divisione sul fondo del grafico della curva di viraggio.

  • Fate clic per selezionare lo strumento di regolazione mirata  nell’angolo in alto a sinistra del pannello Curva di viraggio, quindi fate clic su un’area della foto che desiderata regolare. Trascinate oppure premete i tasti Freccia su o Freccia giù per schiarire o scurire i valori di tutti i toni simili nella foto.

  • Scegliete un’opzione dal menu Curva per punti: Lineare, Contrasto medio o Contrasto forte. La curva viene aggiornata di conseguenza, ma i cursori dell’area restano invariati.

    Nota: il menu Curva per punti non contiene opzioni per le foto importate con metadati e precedentemente modificate mediante la curva di viraggio di Adobe Camera Raw.

Per apportare regolazioni a singoli punti sulla curva di viraggio, scegliete un’opzione dal menu Curva per punti, fate clic sul pulsante Modifica curva per punti  ed effettuate una delle seguenti operazioni:

  • Scegliete un’opzione dal menu a comparsa Canale. Potete modificare tutti e tre i canali allo stesso tempo oppure scegliere di modificare singolarmente il canale Rosso, Verde o Blu.

  • Fate clic per aggiungere un punto.

  • Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) oppure tenendo premuto il tasto Control (Mac OS) e scegliete Elimina punto di controllo per eliminare un punto.

  • Trascinate un punto per modificarlo.

  • In qualsiasi momento potete tornare alla curva lineare: fate clic sul grafico con il pulsante destro del mouse (Windows) oppure tenendo premuto il tasto Control (Mac OS) e scegliete Appiattisci curva.

Esercitazione video: regolazioni con la curva di viraggio

Regolare i colori dell’immagine con i cursori HSL

I pannelli HSL e Colore nel modulo Sviluppo consentono di regolare le gamme di colore singole nella foto. Ad esempio, se un oggetto rosso risulta troppo vivido e appariscente, potete regolarlo usando il cursore Saturazione per il rosso. Tenete presente che tutti i rossi simili nella foto verranno modificati.

Le regolazioni eseguite nei pannelli HSL e Colore producono risultati simili; tuttavia, nei due pannelli i cursori sono organizzati in modo diverso. Per aprire un pannello, fate clic sul suo nome nell’intestazione del pannello HSL/Colori/Bianco e nero.

I cursori contenuti in questi pannelli influiscono su gamme cromatiche specifiche:

Tonalità

Cambia il colore. Ad esempio, potete cambiare il colore di un cielo blu e di tutti gli altri oggetti blu da cyan a viola.

Saturazione

Cambia la vivacità o la purezza del colore. Ad esempio, potete cambiare il colore di un cielo blu da grigio a blu molto saturo.

Luminanza

Cambia la luminosità dell’intervallo di colori.

Eseguire le regolazioni nel pannello HSL

  1. Nel pannello HSL, selezionate Tonalità, Saturazione, Luminanza o Tutto per visualizzare i cursori che desiderate usare.
    • Trascinate i cursori o inserite i valori desiderati nelle caselle di testo a destra dei cursori.

    • Fate clic sullo strumento di regolazione mirata  in alto a sinistra nel pannello, portate il puntatore sull’area che desiderate regolare nella foto, quindi fate clic. Per eseguire le regolazioni, trascinate il puntatore oppure premete i tasti Freccia su e Freccia giù.

Eseguire le regolazioni nel pannello Colore

  1. Nel pannello Colore, fate clic su un campione di colore per visualizzare la gamma dei colori che desiderate regolare.
  2. Trascinate i cursori o inserite i valori desiderati nelle caselle di testo a destra dei cursori.

Regolare la calibrazione del colore della fotocamera

Nota:

A partire da Lightroom Classic CC 7,3 (aprile 2018), l’opzione Profilo è stata spostata dal pannello Calibrazione a quello Base in alto. Per ulteriori informazioni, consultate Applica un profilo alla tua immagine.

  1. Selezionate una foto e impostate le opzioni nel pannello Calibrazione.

    Elaborazione

    La versione corrisponde a quella di Camera Raw in cui il profilo è stato visualizzato la prima volta. Per ottenere un comportamento coerente con le foto meno recenti, scegliete un profilo ACR.

    Ombre

    Corregge eventuali tinte verdi o magenta presenti nelle aree di ombra della foto.

    Rosso, Verde e Blu primario

    I cursori Tonalità e Saturazione regolano il rosso, il verde e il blu nella foto. In genere la tonalità va regolata prima della saturazione. Se spostate il cursore Tonalità verso sinistra (valore negativo), tale operazione risulta simile allo spostamento antiorario nella ruota dei colori; se lo spostate verso destra (valore positivo), corrisponde allo spostamento in senso orario. Spostando il cursore Saturazione verso sinistra (valore negativo) la saturazione del colore diminuisce; spostandolo verso destra (valore positivo) la saturazione aumenta.

  2. Salvate le regolazioni come predefinito di sviluppo. Consultate Creare e applicare i predefiniti di sviluppo.

    Potete applicare il predefinito ad altre foto scattate con la stessa fotocamera in condizioni di illuminazione simili.

Potete anche personalizzare i profili di fotocamera mediante l’utilità indipendente DNG Profile Editor. È possibile scaricare il modulo gratuito DNG Profile Editor e la relativa documentazione dalla pagina DNG Profiles - Adobe Labs.

Nota:

Quando regolate i profili fotocamera con DNG Profile Editor, lasciate i cursori del pannello Calibrazione fotocamera impostati su 0.

Salvare le impostazioni predefinite per le fotocamere

Potete salvare le nuove impostazioni predefinite per le immagini raw per ogni modello di fotocamera. Modificate le opzioni di preferenza per stabilire se il numero di serie della fotocamera e le impostazioni ISO sono incluse nelle impostazioni predefinite.

  1. Aprite le preferenze Predefiniti e scegliete se includere il numero di serie e le impostazioni ISO della fotocamera nelle impostazioni predefinite.
  2. Nel modulo Sviluppo, selezionate un file raw, modificate le impostazioni e scegliete Sviluppo > Imposta impostazioni predefinite.
  3. Scegliete Aggiorna a impostazioni correnti.

Per ripristinare le impostazioni originali, nelle preferenze Predefiniti scegliete Ripristina tutte le impostazioni di sviluppo predefinite.

Lavorare in scala di grigi

Convertire una foto in scala di grigio

L’opzione Miscela bianco e nero nel pannello Bianco e nero converte le immagini a colori in immagini in scala di grigio e consente di controllare il modo in cui i singoli colori vengono convertiti in tonalità di grigio.

  1. Per convertire una foto in scala di grigio, selezionate Bianco e nero nell’area Trattamento del pannello Base o premete il tasto V.
  2. Per regolare la gamma tonale della foto, usate le impostazioni nei pannelli Base e Curva di viraggio.
  3. Nel pannello HSL/Colori/Bianco e nero, scurite o schiarite i toni di grigio che rappresentano i colori della foto originale.
    • Trascinate i singoli cursori dei colori per regolare i toni di grigio per tutti i colori simili della foto originale.

    • Fate clic su Automatico per impostare la miscela della scala di grigio che consenta di ottenere la migliore distribuzione dei toni di grigio. L’impostazione Automatico produce in genere ottimi risultati che possono essere usati come punto di partenza per rifinire i toni di grigio mediante i cursori.

    • Fate clic sullo strumento di regolazione mirata  in alto a sinistra nel pannello Bianco e nero, portate il puntatore su un’area della foto che desiderate regolare e fate clic. Trascinate lo strumento oppure premete i tasti Freccia su o giù per schiarire o scurire i grigi per tutte le aree con colori simili della foto originale.

Nota:

Per applicare la miscela della scala di grigio in modo automatico durante la conversione delle foto in scala di grigio, nell’area Predefiniti della finestra di dialogo Preferenze selezionate l’opzione Applica la miscela automatica alla prima conversione in bianco e nero.

Regolare il tono di una foto in scala di grigio

I cursori nel pannello Divisione toni consentono di colorare una foto in scala di grigio. Potete aggiungere un colore in tutta la gamma tonale, ad esempio l’effetto seppia, oppure creare un effetto di divisione dei toni in cui viene applicato un colore diverso alle ombre e alle luci. Le ombre e le luci più estreme rimangono rispettivamente nere e bianche.

Questa funzione è inoltre utile per applicare effetti speciali, ad esempio un effetto di cross-processing, a un foto a colori.

  1. Selezionate una foto in scala di grigio.
  2. Nel pannello Divisione toni del modulo Sviluppo, regolate i cursori Tonalità e Saturazione per Luci e Ombre. Tonalità imposta il colore del tono; Saturazione imposta l’intensità dell’effetto.
  3. Impostate il cursore Bilanciamento per bilanciare l’effetto tra i cursori Luci e Ombre. I valori positivi aumentano l’effetto dei cursori Luci; i valori negativi aumentano invece l’effetto dei cursori Ombre.

Elaborazione di immagini in scala di grigio a canale singolo

Le immagini in metodo Scala di grigio di Photoshop non dispongono di dati di colore, ma potete comunque eseguire una regolazione tonale in Lightroom Classic CC usando le regolazioni di tono nel pannello Base o nel pannello Curva di viraggio. Potete anche applicare effetti di tono dei colori usando il pannello Divisione toni. In Lightroom Classic CC la foto viene gestita ed esportata come immagine RGB.

Esercitazione video: Lavorare con regolazioni B&N

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online