In Adobe Premiere Elements potete usare un livello di regolazione per applicare lo stesso effetto a più clip nella timeline. Gli effetti applicati a un livello di regolazione modificano i livelli sottostanti nell’ordine di sovrapposizione del livello.

Potete usare combinazioni di effetti su un singolo livello di regolazione. Potete anche usare i diversi livelli di regolazione per controllare più effetti.

Creare un livello di regolazione

Potete creare un livello di regolazione sia nella vista Rapida che nella vista Esperti, utilizzando procedure leggermente diverse.

Creare un livello di regolazione nella vista Rapida

Per creare un livello di regolazione nella vista Rapida, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Fate clic su Effetti nella barra delle azioni.

  2. Fate clic per selezionare un effetto. Esistono diversi effetti con cui è possibile migliorare le clip video. Fate clic sull’elenco a discesa per scegliere gli effetti disponibili in Effetti video o Aspetti film.

  3. Per creare un livello di regolazione per l’effetto scelto, trascinatelo sul monitor Sorgente. Fate clic su Sì per applicarlo all’intero filmato (ossia a tutte le clip video presenti sulla timeline). Fate clic su No per applicarlo alla clip video attualmente selezionata.

  4. È possibile modificare ulteriormente o perfezionare il livello di regolazione dal pannello Regolazioni/Effetti applicati.

  5. Fate clic su Regolazioni nel pannello Regolazioni. Nel pannello Regolazioni, fate clic su Tutto il filmato per modificare i livelli di regolazione applicati all’intera clip.

    • Correzione automatica: fate clic su Correzione automatica per correggere automaticamente le riprese video. Correzione automatica analizza e ottimizza le riprese video.
    • Tono avanzato automatico: fate clic su Tutto il filmato. Fate clic su Applica per correggere automaticamente la clip tramite Tono avanzato automatico.
    • Colore/Illuminazione/Altri effetti: potete regolare questi attributi del livello di regolazione. Ad esempio, fate clic su Colore per regolare i valori di Tonalità, Luminosità, Saturazione e Vividezza. Fate clic su un effetto in Colore > Tonalità per provare i diversi tipi di tonalità disponibili.

    Fate clic su Altro per regolare i cursori e aumentare o diminuire l’intensità di un attributo.

  6. Fate clic su Effetti applicati, nel pannello Regolazioni, per visualizzare gli effetti che sono stati applicati. Fate clic su un effetto per visualizzarne e modificarne le proprietà.

    Ad esempio, fate clic sul triangolino accanto a Movimento oppure fate clic su Movimento per espandere tale effetto. Potete spostare i cursori per regolare il ridimensionamento, la rotazione e così via.

Creare un livello di regolazione nella vista Esperti

Per applicare una combinazione di effetti potete usare vari livelli di regolazione nella vista Esperti. Per creare un livello di regolazione nella vista Esperti, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Fate clic su Effetti nella barra delle azioni.

  2. Fate clic per selezionare un effetto. Esistono diversi effetti con cui è possibile migliorare le clip video. Fate clic sull’elenco a discesa per scegliere gli effetti disponibili nelle varie categorie.

  3. Per creare un livello di regolazione per l’effetto scelto, trascinatelo sul monitor Sorgente. Fate clic su Sì per applicarlo all’intero filmato (ossia a tutte le clip video presenti sulla timeline). Fate clic su No per applicarlo alla clip video attualmente selezionata.

    Il livello di regolazione è visibile sulla timeline come un livello.

  4. È possibile modificare ulteriormente l’impostazione dell’effetto dal pannello Regolazioni/Effetti applicati.

  5. Fate clic su Regolazioni nel pannello Regolazioni. Nel pannello Regolazioni, fate clic su Tutto il filmato per modificare il livello di regolazione applicato all’intera clip.

    • Correzione automatica: fate clic su Correzione automatica per correggere automaticamente le riprese video. Correzione automatica analizza e ottimizza le riprese video.
    • Colore/Illuminazione/Altri effetti: potete regolare questi attributi del livello di regolazione. Ad esempio, fate clic su Colore per regolare i valori di Tonalità, Luminosità, Saturazione e Vividezza. Fate clic su un effetto in Colore > Tonalità per provare i diversi tipi di tonalità disponibili.

    Fate clic su Altro per regolare i cursori e aumentare o diminuire l’intensità di un attributo.

  6. Fate clic su Effetti applicati, nel pannello Regolazioni, per visualizzare gli effetti che sono stati applicati. Fate clic su un effetto per visualizzarne e modificarne le proporzioni.

    Ad esempio, fate clic sul triangolino accanto a Movimento oppure fate clic su Movimento per espandere l’effetto. Potete spostare i cursori per regolare il ridimensionamento, la rotazione e così via.

    Nota:

    per rimuovere un effetto specifico in un livello di regolazione, fate clic su Effetti applicati e sull’icona cestino per rimuovere l’effetto in questione.

Ridimensionare un livello di regolazione

Potete ridimensionare la durata di un livello di regolazione. Per ridimensionare un livello di regolazione:

  1. Fate clic sul livello di regolazione nell’area di visualizzazione Timeline.

  2. Trascinate il punto di ancoraggio al centro della schermata per riposizionare il livello di regolazione e trascinate il bordo della clip per ridimensionarlo.

Utilizzo dei metodi di fusione

Potete selezionare il modo in cui una clip di una traccia in una timeline si fonde (o si sovrappone) con le clip delle tracce sottostanti.

  • In una timeline, inserite una clip in una traccia superiore rispetto alla traccia di un’altra clip. Premiere Elements sovrappone o fonde la clip superiore con quella della traccia sottostante.

  • Selezionate la clip della traccia superiore e selezionate il pannello Effetti applicati.

  • Nel pannello Effetti applicati, fate clic sul triangolino accanto a Opacità per espanderne le impostazioni.

  • Trascinate il valore Opacità verso sinistra per impostare un valore inferiore a 100%.

  • Fate clic sul triangolo del menu Metodo fusione.

  • Selezionate uno dei metodi di fusione elencati.

    Metodo fusione

    Sezione di riferimento sui metodi di fusione

    Per informazioni approfondite sui concetti e gli algoritmi alla base di questi metodi di fusione, implementati in numerose applicazioni Adobe, consultate il materiale di riferimento PDF nel sito Web di Adobe.

    Il menu Metodo di fusione è suddiviso in sei categorie basate su somiglianze tra i risultati dei metodi di fusione. I nomi delle categorie non appaiono nell’interfaccia; le categorie vengono separate semplicemente dividendo le linee nel menu.

    Categoria Normale

    Normale, Dissolvi. Il colore del risultato di un pixel non viene influenzato dal colore del pixel sottostante, a meno che il valore Opacità non sia inferiore al 100% per il livello sorgente. I metodi di fusione Dissolvi rendono trasparenti alcuni dei pixel del livello sorgente.

    Categoria Sottrattivo

    Scurisci, Moltiplica, Colore brucia, Brucia lineare, Colore più scuro. Questi metodi di fusione tendono a scurire i colori, alcuni mescolando i colori in modo molto simile a quello che si ottiene mescolando i pigmenti colorati nella pittura.

    Categoria Additivo

    Schiarisci, Scolora, Colore scherma, Scherma lineare (Aggiungi), Colore più chiaro. Questi metodi di fusione tendono a schiarire i colori, alcuni mescolandoli in modo molto simile a ciò che si ottiene mescolando la luce proiettata.

    Categoria Complesso

    Sovrapponi, Luce soffusa, Luce intensa, Luce vivida, Luce lineare, Luce puntiforme, Miscela dura. Questi metodi di fusione eseguono operazioni diverse sui colori sorgente e sottostanti, a seconda che uno dei colori sia più chiaro del 50% di grigio.

    Categoria Differenza

    Differenza, Esclusione, Sottrai, Dividi. Questi metodi di fusione creano colori in base alle differenze tra i valori del colore sorgente e il colore sottostante.

    Categoria HSL

    Tonalità, Saturazione, Colore, Luminosità. Questi metodi di fusione trasferiscono uno o più dei componenti della rappresentazione di colore HSL (tonalità, saturazione e luminosità) dal colore sottostante al colore finale.

    Descrizioni dei metodi di fusione

    Nelle descrizioni che seguono, vengono usate le espressioni seguenti:

    • Il colore di origine è il colore del livello al quale viene applicato il metodo di fusione.

    • Il colore sottostante è il colore dei livelli composti sotto il livello sorgente nel pannello Timeline.

    • Il colore risultante è l’output dell’operazione di fusione, il colore del composto.

    Normale

    Il colore risultante è il colore di origine. Questo metodo ignora il colore sottostante. Normale è il metodo predefinito.

    Dissolvenza

    Il colore risultante per ciascun pixel è il colore di origine o il colore sottostante. La probabilità che il colore risultante sia il colore di origine dipende dall’opacità dell’origine. Se l’opacità dell’origine è pari a 100%, il colore risultante è il colore di origine. Se l’opacità dell’origine è pari a 0%, il colore risultante è il colore sottostante.

    Scurisci

    Ciascun valore del canale del colore risultante è il più basso (più scuro) tra il valore del canale del colore di origine e il valore del canale del colore sottostante corrispondente.

    Moltiplica

    Per ciascun canale di colore, moltiplica il valore del canale del colore di origine con il valore del canale del colore sottostante e divide per il valore massimo per pixel a 8 bpc, 16 bpc, o 32 bpc, a seconda della profondità del colore del progetto. Il colore risultante non è mai più chiaro del colore originale. Se uno dei colori di input è nero, il colore risultante è nero. Se uno dei colori di input è bianco, il colore risultante è l’altro colore di input. Questo metodo di fusione simula il disegno con più evidenziatori sulla carta, oppure il collocamento di più gel davanti a una sorgente luminosa. Durante la fusione con un colore diverso dal nero o dal bianco, ciascun livello o tratto pennello con questo metodo di fusione determina un colore più scuro.

    Colore brucia

    Il colore risultante è un inscurimento del colore di origine per riflettere il colore del livello sottostante aumentando il contrasto. Il colore bianco puro del livello originale non modifica il colore sottostante.

    Brucia lineare

    Il colore risultante è un inscurimento del colore di origine per riflettere il colore sottostante. Il colore bianco puro non determina modifiche.

    Colore più scuro

    Ciascun pixel risultante è il colore più scuro tra il valore del colore di origine e il valore del colore sottostante corrispondente. Colore più scuro è simile a Scurisci, ma Colore più scuro non agisce sui singoli canali di colori.

    Scherma lineare (Aggiungi)

    Ciascun valore del canale del colore risultante è la somma dei valori dei canali dei colori corrispondenti del colore di origine e del colore sottostante. Il colore risultante non è mai più scuro di uno dei colori di input.

    Schiarisci

    Ciascun valore del canale del colore risultante è il più elevato (più chiaro) tra il valore del canale del colore di origine e il valore del canale del colore sottostante corrispondente.

    Scolora

    Moltiplica i complementi dei valori dei canali e quindi prende il complemento del risultato. Il colore risultante non è mai più scuro di uno dei colori di input. L’uso della modalità Scolora equivale quasi a proiettare simultaneamente più diapositive fotografiche su un unico schermo.

    Colore scherma

    Il colore risultante è uno schiarimento del colore di origine per riflettere il colore del livello sottostante diminuendo il contrasto. Se il colore di origine è nero puro, il colore risultante è il colore sottostante.

    Scherma lineare (Aggiungi)

    Il colore risultante è uno schiarimento del colore di origine per riflettere il colore del livello sottostante aumentando la luminosità. Se il colore di origine è nero puro, il colore risultante è il colore sottostante.

    Colore più chiaro

    Ciascun pixel risultante è il colore più chiaro tra il valore del colore di origine e il valore del colore sottostante corrispondente. Colore più chiaro è simile a Schiarisci, ma Colore più chiaro non agisce sui singoli canali di colori.

    Sovrapponi

    Moltiplica o scherma i valori del canale del colore di input, a seconda che il colore sottostante sia più chiaro del 50% di grigio. Il risultato mantiene le luci e le ombre nel livello sottostante.

    Luce soffusa

    Scurisce o schiarisce i valori dei canali dei colori del livello sottostante, a seconda del colore di origine. Il risultato è simile a quello del bagliore di un faretto a luce diffusa nel livello sottostante. Per ciascun valore del canale del colore, se il colore di origine è più chiaro del grigio al 50%, il colore risultante è più chiaro del colore sottostante, come se fosse schermato. Se il colore di origine è più scuro del grigio al 50%, il colore risultante è più scuro del colore sottostante, come se fosse bruciato. Un livello dotato di colore nero o bianco puro diventa notevolmente più scuro o più chiaro, ma non diventa nero o bianco puro.

    Luce intensa

    Moltiplica o seleziona il valore del canale del colore di input, a seconda del colore di origine originale. Il risultato è simile a quello del bagliore di una luce intensa nel livello. Per ciascun valore del canale del colore, se il colore sottostante è più chiaro del grigio al 50%, il livello si schiarisce come se fosse schermato. Se il colore sottostante è più scuro del grigio al 50%, il livello si scurisce come se fosse moltiplicato. Questa modalità si rivela utile nella creazione di ombre in un livello.

    Luce vivida

    Brucia o scherma i colori aumentando o diminuendo il contrasto, a seconda del colore sottostante. Se il colore sottostante è più chiaro del grigio al 50%, il livello si schiarisce mediante la diminuzione del contrasto. Se il colore sottostante è più scuro del grigio al 50%, il livello si scurisce mediante l’aumento del contrasto.

    Luce lineare

    Brucia o scherma i colori diminuendo o aumentando la luminosità, a seconda del colore sottostante. Se il colore sottostante è più chiaro del grigio al 50%, il livello si schiarisce mediante l’aumento della luminosità. Se il colore sottostante è più scuro del grigio al 50%, il livello si scurisce mediante la diminuzione della luminosità.

    Luce puntiforme

    Sostituisce i colori, a seconda del colore sottostante. Se il colore sottostante è più chiaro del grigio al 50%, i pixel più scuri del colore sottostante vengono sostituiti e i pixel più chiari del colore sottostante non cambiano. Se il colore sottostante è più scuro del grigio al 50%, i pixel più chiari del colore sottostante vengono sostituiti e i pixel più scuri del colore sottostante non cambiano.

    Miscela dura

    Aumenta il contrasto del livello sottostante visibile sotto una maschera nel livello sorgente. Le dimensioni della maschera determinano l’area di contrasto; il livello sorgente invertito determina il centro dell’area di contrasto.

    Differenza

    Per ciascun canale di colore, sottrae il valore di input più scuro da quello più chiaro. Il disegno con il bianco inverte il colore di sfondo; il disegno con il nero non determina modifiche.

    Nota:

    Se disponete di due livelli con un elemento visivo identico che desiderate allineare, inserite un livello sopra l’altro e impostate il metodo di fusione del livello superiore su Differenza. Dopodiché, potete spostare un livello o l’altro fino a quando i pixel dell’elemento visivo che desiderate allineare non sono tutti neri—nel senso che le differenze tra i pixel sono pari a zero e pertanto gli elementi vengono impilati esattamente gli uni sopra gli altri.

    Esclusione

    Crea un effetto analogo a quello del metodo Differenza, ma con un contrasto minore. Se il colore di origine è bianco, il colore risultante è il complemento del colore sottostante. Se il colore di origine è nero, il colore risultante è il colore sottostante.

    Sottrai

    Sottrae il file sorgente dal colore sottostante. Se il colore di origine è nero, il colore risultante è il colore sottostante. I valori di colore risultanti possono essere inferiori a 0 in progetti da 32 bpc

    Dividi

    Divide il colore sottostante per il colore di origine. Se il colore di origine è bianco, il colore risultante è il colore sottostante. I valori di colore risultanti possono essere maggiori di 1,0 in progetti da 32 bpc.

    Tonalità

    Il colore risultante ha la luminosità e la saturazione del colore sottostante e la tonalità del colore di origine.

    Saturazione

    Il colore risultante ha la luminosità e la tonalità del colore sottostante e la saturazione del colore di origine.

    Colore

    Il colore risultante ha la luminosità del colore sottostante e la tonalità e la saturazione del colore di origine. Il metodo di fusione mantiene la scala dei grigi del colore sottostante. Questo metodo di fusione è utile per colorare le immagini in scala di grigi e per tingere le immagini a colori.

    Luminosità

    Il colore risultante ha la tinta e la saturazione del colore sottostante e la luminosità del colore di origine. Questo metodo è l’opposto del metodo Colore.

    Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

    Note legali   |   Informativa sulla privacy online