Nota:

il supporto per ColdFusion è stato rimosso in Dreamweaver CC e versioni successive.

Informazioni sui componenti ColdFusion

I file dei componenti ColdFusion (CFC) consentono di incorporare la logica aziendale e quella dell'applicazione in unità autonome e riutilizzabili, nonché di creare servizi Web in modo semplice e rapido.

Un componente CFC è un'unità software riutilizzabile scritta in linguaggio CFML (ColdFusion Markup Language), che facilita il riutilizzo e la gestione del codice.

Dreamweaver supporta l'uso dei componenti CFC. Per informazioni sui tag e sulla sintassi CFC, consultate la documentazione di ColdFusion disponibile in Dreamweaver (Aiuto > Uso di ColdFusion).

Nota:

i CFC possono essere usati solo in ColdFusion MX o versioni successive e non sono supportati in ColdFusion 5.

I CFC forniscono agli sviluppatori un metodo semplice ma potente per incorporare gli elementi dei siti Web. Generalmente, i componenti vengono utilizzati per la logica aziendale o quella dell'applicazione, mentre i tag personalizzati per elementi di presentazione come saluti personalizzati, menu dinamici e così via.

Come nel caso di molti altri tipi di elementi, nei siti dinamici è spesso possibile fare uso di parti intercambiabili. Ad esempio, è possibile che un sito dinamico esegua ripetutamente la stessa query o ricalcoli il prezzo totale delle pagine del carrello della spesa ogni volta che viene aggiunto un articolo. Queste operazioni possono essere gestite dai componenti. Potete correggere, migliorare, estendere e perfino sostituire un componente con ripercussioni minime sul resto dell'applicazione.

Supponete che un negozio Web calcoli i costi di spedizione in base al prezzo degli ordini. Per ordini inferiori a $20, il costo di spedizione ammonta a $4; per ordini compresi tra $20 e $40, il costo di spedizione ammonta a $6 e così via. Potete inserire la logica per il calcolo dei costi di spedizione sia nella pagina del carrello della spesa che in quella del pagamento, ma in questo caso il codice di presentazione HTML e quello della logica CFML verrebbero mischiati, rendendo probabilmente il codice difficile da gestire e riutilizzare.

Decidete quindi di creare un componente CFC denominato Prezzo che dispone, tra le altre, di una funzione chiamata CostoSpedizione. La funzione considera un prezzo come un argomento e restituisce un costo di spedizione. Ad esempio, se il valore dell'argomento è 32.80, la funzione restituisce 6.

Nella pagina del carrello della spesa e in quella del pagamento inserite un tag speciale per richiamare la funzione CostoSpedizione. Quando la pagina viene richiesta, la funzione viene richiamata e alla pagina viene restituito un costo di spedizione.

Successivamente, il negozio annuncia una promozione speciale: spedizione gratuita per tutti gli ordini superiori a $100. Modificando le aliquote in un solo punto (la funzione CostoSpedizione del componente Prezzo), in tutte le pagine che utilizzano la funzione si otterranno automaticamente costi di spedizione accurati.

Panoramica sul pannello Componenti (ColdFusion)

Utilizzate il pannello Componenti CF (Finestra > Componenti) per visualizzare e modificare i componenti ColdFusion e per aggiungere alla pagina codice che richiama la funzione quando viene richiesta la pagina CFM.

Nota:

il pannello Componenti è disponibile solo durante la visualizzazione di una pagina ColdFusion in Dreamweaver.

Creare o eliminare un CFC in Dreamweaver

Dreamweaver consente di definire visivamente un CFC e le relative funzioni. Dreamweaver crea un file .cfc e inserisce automaticamente i tag CFML necessari.

Nota:

a seconda del componente, potrebbe essere necessario completare il codice manualmente.

  1. Aprite una pagina ColdFusion in Dreamweaver.

  2. Nel pannello Componenti (Finestra > Componenti), selezionate Componenti CF dal menu a comparsa.

  3. Fate clic sul pulsante più (+) e compilate la finestra di dialogo Crea componente, quindi fate clic su OK.

    a. Nella sezione Componenti, inserite i dettagli relativi al componente. Di seguito è riportato un elenco parziale:

    Nome  Specifica il nome file del componente. Il nome può contenere solo caratteri alfanumerici e trattini di sottolineatura (_). Quando inserite il nome del file, non specificate l'estensione .cfc.

    Directory componente  Specifica dove viene salvato il componente. Selezionate la cartella principale dell'applicazione Web, ad esempio \Inetpub\wwwroot\applicaz\ o una delle relative sottocartelle.  

    b. Per definire una o più funzioni per il componente, selezionate Funzioni dall'elenco Sezione, fate clic sul pulsante più (+) e inserite i dettagli relativi alla nuova funzione.

    Nella casella Tipo restituito, specificate il tipo di valore che deve essere restituito dalla funzione.

    Nota:

    Se selezionate Remoto dal menu Accesso, la funzione diventa disponibile come servizio Web.

    c. Per definire uno o più argomenti per una funzione, scegliete Argomenti dall'elenco Sezione, selezionate la funzione desiderata dal menu a comparsa, fate clic sul pulsante più (+) e inserite i dettagli relativi al nuovo argomento a destra.

  4. Se utilizzate un server di sviluppo remoto, caricate sul server remoto il file CFC e tutti i relativi file dipendenti (ad esempio quelli usati per implementare una funzione o includere i file).

    Il caricamento dei file fa sì che le funzioni di Dreamweaver come la vista Dal vivo e il comando Visualizza anteprima nel browser funzionino correttamente.

    Dreamweaver crea un file CFC e lo salva nella cartella specificata. Quando fate clic su Aggiorna, il nuovo componente viene visualizzato anche nel pannello Componenti.

  5. Se utilizzate un server di sviluppo remoto, caricate sul server remoto il file CFC e tutti i relativi file dipendenti (ad esempio quelli usati per implementare una funzione o includere i file).

Visualizzare i CFC in Dreamweaver

Dreamweaver consente di esaminare visivamente i componenti ColdFusion (CFC) che si trovano nella cartella del sito o sul server. Dreamweaver legge i file CFC e visualizza le relative informazioni in una vista ad albero di facile navigazione nel pannello Componenti.

Dreamweaver cerca i componenti sul server di prova (vedete Connessione al database in Dreamweaver). Se create nuovi CFC o modificate CFC esistenti, ricordatevi di caricare i file CFC corrispondenti sul server di prova, in modo che siano correttamente visualizzati nel pannello Componenti.

Per visualizzare componenti presenti su un altro server, modificate le impostazioni del server di prova.

Potete visualizzare le informazioni seguenti sui componenti CF:

  • Elencate tutti i componenti ColdFusion definiti sul server.

  • Se utilizzate ColdFusion MX 7 o successivo, filtrate l'elenco in modo da visualizzare solo i CFC che si trovano nella cartella del sito.

  • Esplorate le funzioni e gli argomenti di ciascun componente.

  • Analizzate le proprietà delle funzioni che fungono da servizi Web.

Nota:

Per utilizzare Dreamweaver per analizzare i CFC che si trovano nella cartella principale del server e allo stesso tempo gestire i file del sito nella cartella principale di un sito Web diverso, potete definire due siti Dreamweaver distinti. Impostate il primo sito in modo che faccia riferimento alla cartella principale del server e il secondo in modo che faccia riferimento alla cartella principale del sito Web. Utilizzate il menu a comparsa del sito nel pannello File per passare rapidamente da un sito all'altro.

Per visualizzare i CFC in Dreamweaver, procedete nel modo seguente:

  1. Aprite una pagina ColdFusion in Dreamweaver.
  2. Nel pannello Componenti (Finestra > Componenti), selezionate Componenti CF dal menu a comparsa.
  3. Fate clic sul pulsante Aggiorna nel pannello per visualizzare i componenti.

    Il pacchetto di componenti viene visualizzato sul server. Un pacchetto di componenti è una cartella che contiene file CFC.

    Se i pacchetti di componenti esistenti non vengono visualizzati, fate clic sul pulsante Aggiorna nella barra degli strumenti del pannello.

  4. Per visualizzare solo i CFC che si trovano nella cartella del sito, fate clic sul pulsante Mostra solo i CFC del sito corrente nella barra degli strumenti del pannello Componenti.

    Nota:

    questa funzione è disponibile solo se è stato definito come server di prova per Dreamweaver un computer sul quale sia in esecuzione ColdFusion MX 6 o successivo.

    Nota:

    se il sito corrente è elencato in una cartella virtuale sul server remoto, l'operazione di filtraggio non funziona.

  5. Fate clic sull'icona più (+) accanto al nome del pacchetto per visualizzare i componenti in esso memorizzati.
    • Per elencare le funzioni di un componente, fate clic sul pulsante più (+) accanto al nome del componente.

    • Per visualizzare gli argomenti di una funzione, il tipo e la condizione (ovvero se sono necessari o opzionali), aprite il ramo della funzione nella vista ad albero.

      Accanto alle funzioni che non richiedono alcun argomento il pulsante più (+) non è visualizzato.

    • Per visualizzare rapidamente i dettagli di un argomento, una funzione, un componente o un pacchetto, selezionate l'elemento nella vista ad albero, quindi fate clic sul pulsante Ottieni dettagli nella barra degli strumenti del pannello.

      Potete anche fare clic sull'elemento con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Macintosh) e selezionate Ottieni dettagli dal menu a comparsa.

      I dettagli relativi all'elemento vengono visualizzati in una finestra di messaggio.

Modificare i CFC in Dreamweaver

Dreamweaver consente di modificare facilmente il codice dei componenti ColdFusion definiti per il sito. Ad esempio, potete aggiungere, modificare o eliminare qualsiasi funzione di un componente senza uscire da Dreamweaver.

Per utilizzare questa funzione, è necessario che l'ambiente di sviluppo sia impostato nel modo seguente:

  • ColdFusion deve essere eseguito localmente.

  • Nella scheda Avanzate della finestra di dialogo Definizione del sito di Dreamweaver, il tipo di accesso specificato nella categoria Server di prova deve essere Locale/rete.

  • Nella scheda Avanzate della finestra di dialogo Definizione del sito, il percorso della cartella principale locale deve essere lo stesso della cartella del server di prova (ad esempio, c:\Inetpub\wwwroot\progetti_cf\nuovaApplicaz\). Potete esaminare e modificare questi percorsi selezionando Sito > Modifica siti.

  • Il componente deve essere memorizzato nella cartella del sito locale o in una delle sue sottocartelle sul disco rigido.

Aprite una pagina di ColdFusion in Dreamweaver e visualizzate i componenti nel pannello Componenti. Per visualizzare i componenti, aprite il pannello Componenti (Finestra > Componenti), selezionate Componenti CF dal menu a comparsa del pannello e fate clic sul pulsante Aggiorna.

Poiché ColdFusion viene eseguito localmente, Dreamweaver visualizza i pacchetti di componenti presenti sul disco rigido.

Utilizzate la procedura seguente per modificare un componente.

  1. Aprite una pagina di ColdFusion in Dreamweaver e visualizzate i componenti nel pannello Componenti (Finestra > Componenti).
  2. Selezionate Componenti CF dal menu a comparsa del pannello e fate clic sul pulsante Aggiorna nel pannello.

    Poiché ColdFusion viene eseguito localmente, Dreamweaver visualizza i pacchetti di componenti presenti sul disco rigido.

    Nota:

    per modificare visivamente il recordset del CFC, fate doppio clic su di esso nel pannello Associazioni.

  3. Per apportare delle modifiche generali a un file di componente, aprite il pacchetto e fate doppio clic sul nome del componente nella vista ad albero.

    Il file del componente viene aperto nella vista Codice.

  4. Per modificare una determinata funzione, argomento o proprietà, fate doppio clic sull'elemento nella vista ad albero.
  5. Apportate manualmente le modifiche nella vista Codice.
  6. Salvate il file (File > Salva).
  7. Per visualizzare una nuova funzione nel pannello Componenti, aggiornate la vista facendo clic sul pulsante Aggiorna nella barra degli strumenti del pannello.

Creare pagine Web che utilizzano i CFC

Un metodo per utilizzare una funzione di un componente in una pagina Web consiste nello scrivere del codice che richiami la funzione quando la pagina viene richiesta. Dreamweaver facilita la scrittura di tale codice.

Nota:

per informazioni sulle altre modalità di utilizzo dei componenti, consultate la documentazione di ColdFusion disponibile in Dreamweaver (Aiuto > Uso di ColdFusion).

  1. In Dreamweaver, aprite la pagina di ColdFusion che utilizzerà la funzione del componente.
  2. Passate alla vista Codice (Visualizza > Codice).
  3. Aprite il pannello Componenti (Finestra > Componenti), quindi selezionate Componenti CF dal menu a comparsa.
  4. Individuate il componente desiderato e inseritelo mediante una delle tecniche seguenti:
    • Trascinate una funzione dalla vista ad albero alla pagina. Nella pagina viene inserito il codice necessario per richiamare la funzione.

    • Selezionate la funzione nel pannello e fate clic sul pulsante Inserisci, il secondo a destra, nella barra degli strumenti del pannello. Dreamweaver inserisce il codice nella pagina in corrispondenza del punto di inserimento.

  5. Se inserite una funzione che contiene degli argomenti, completate manualmente il codice degli argomenti.

    Per ulteriori informazioni, consultate la documentazione di ColdFusion disponibile in Dreamweaver (Aiuto > Uso di ColdFusion).

  6. Salvate la pagina (File > Salva).

Definire un recordset in un CFC

Dreamweaver può essere utilizzato per definire un recordset (noto anche come “query ColdFusion”) in un componente ColdFusion (CFC). Se definite un recordset in un CFC, non dovete definirlo su ogni pagina che lo utilizza, bensì è sufficiente definirlo una volta nel CFC e utilizzare il CFC su più pagine.

Nota:

questa funzione è disponibile solo se avete accesso a un computer su cui è installato ColdFusion MX 7 o successivo. Per ulteriori informazioni, consultate Attivare le funzioni specifiche per ColdFusion.

 

  1. Create o aprite un file CFC in Dreamweaver.
  2. Nel pannello Associazioni (Finestra > Associazioni), fate clic sul pulsante più (+) e selezionate Recordset (interrogazione) dal menu a comparsa.

    Viene visualizzata la finestra di dialogo Recordset. Potete lavorare nella finestra di dialogo Recordset semplice o avanzata.

  3. Per utilizzare una funzione esistente del CFC, selezionatela dal menu a comparsa Funzione e passate al punto 5.

    Il recordset è definito nella funzione.

  4. Per definire invece una nuova funzione, fate clic sul pulsante Nuova funzione, inserite un nome per la funzione nella finestra di dialogo che viene visualizzata e fate clic su OK.

    Il nome può contenere solo caratteri alfanumerici e trattini di sottolineatura (_).

  5. Per definire un recordset per la funzione, compilate la finestra di dialogo Recordset.

    La nuova funzione viene inserita nel CFC che definisce il recordset.

Uso di un recordset CFC come origine di contenuto dinamico

Potete utilizzare un componente ColdFusion (CFC) come origine di contenuto dinamico per le pagine, se il componente contiene una funzione che definisce un recordset.

Nota:

questa funzione è disponibile solo se avete accesso a un computer su cui è installato ColdFusion MX 7 o successivo. Per ulteriori informazioni, vedete Attivare le funzioni specifiche per ColdFusion.

  1. Aprite una pagina ColdFusion in Dreamweaver.
  2. Nel pannello Associazioni (Finestra > Associazioni), fate clic sul pulsante più (+) e selezionate Recordset (interrogazione) dal menu a comparsa.

    Viene visualizzata la finestra di dialogo Recordset. Potete lavorare nella finestra di dialogo Recordset semplice o avanzata.

  3. Fate clic sul pulsante Query CFC.
  4. Impostate la finestra di dialogo Query CFC, fate clic su OK, quindi fate clic di nuovo su OK per aggiungere il recordset CFC all'elenco delle origini di contenuto disponibili nel pannello Associazioni.
  5. Utilizzate il pannello Associazioni per associare il recordset a vari elementi di pagina.

    Per ulteriori informazioni, consultate Aggiungere contenuto dinamico alle pagine.

Definire contenuto dinamico mediante un CFC

Potete definire un recordset come origine di contenuto dinamico in Dreamweaver utilizzando un CFC che contiene una definizione di recordset.

1. Nella casella Nome, inserite il nome del recordset CFC.

In genere è consigliabile aggiungere il prefisso rs ai nomi dei recordset per distinguerli dai nomi degli altri oggetti all'interno del codice, ad esempio: rsPressRelease.

I nomi di recordset possono contenere solo caratteri alfanumerici e trattini di sottolineatura (_). I nomi non possono contenere caratteri speciali o spazi.

2. Selezionate un pacchetto tra quelli già definiti sul server.

Se il pacchetto non compare nel menu a comparsa, potete aggiornare l'elenco dei pacchetti facendo clic sul pulsante Aggiorna accanto al menu.

Accertatevi di aver dapprima caricato i CFC sul server di prova. Solo i CFC che si trovano sul server di prova vengono visualizzati.

3. Selezionate un componente tra quelli definiti nel pacchetto selezionato.

Se il menu a comparsa Componente non contiene alcun componente, oppure se nessuno dei componenti creati in precedenza compare nel menu, caricate i file CFC sul server di prova.

4.(Opzionale) Per creare un componente, fate clic sul pulsante Crea nuovo componente.

a. Nella casella Nome, inserite il nome del nuovo CFC. Il nome può contenere solo caratteri alfanumerici e trattini di sottolineatura (_).

b. Nella casella Directory componente, inserite il percorso del CFC oppure fate clic su Sfoglia per individuarlo.

Nota:

la cartella deve corrispondere al percorso relativo della cartella principale del sito.

5. Nel menu a comparsa Funzione, selezionate la funzione che contiene la definizione del recordset.

Il menu a comparsa Funzione contiene solo le funzioni definite nel componente attualmente selezionato. Se nel menu non compare alcuna funzione, oppure se le ultime modifiche non risultano applicate nelle funzioni elencate, controllate che le ultime modifiche siano state correttamente salvate e caricate sul server.

Nota:

le caselle Connessione e SQL sono di sola lettura.

6. Utilizzando il pulsante Modifica, modificate ogni parametro (tipo, valore e valore predefinito) che deve essere passato come argomento di funzione.

a. Inserite un valore per il parametro corrente selezionando il tipo di valore dal menu a comparsa Valore e digitando il valore nella casella a destra. Il tipo di valore può essere un parametro URL, una variabile di modulo, un cookie, una variabile di sessione, una variabile di applicazione o un valore inserito.

b. Inserite un valore predefinito per il parametro nella casella Valore predefinito. Se non viene restituito un valore runtime, viene utilizzato il parametro predefinito.

c. Fate clic su OK.  

Non è possibile modificare la connessione di database e la query SQL per il recordset. Questi campi sono sempre disabilitati; il loro contenuto è visualizzato a solo scopo informativo.

7. Fate clic su Prova per connettervi al database e creare un'istanza del recordset.

Se l'istruzione SQL contiene parametri di pagina, verificate che la colonna Valore predefinito della casella Parametri contenga valori di prova validi prima di fare clic su Prova.

Se la query è stata eseguita correttamente, viene visualizzata una tabella con il recordset. Ciascuna riga contiene un record, mentre ciascuna colonna rappresenta un campo del record.

Fate clic su OK per cancellare la query CFC.

8. Fate clic su OK.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online