Nota:

l'interfaccia utente di Dreamweaver CC e versioni successive è stata semplificata. Di conseguenza, potreste non trovare alcune delle opzioni descritte in questo articolo in Dreamweaver CC e versioni successive. Per ulteriori informazioni, consultate questo articolo.

Aggiunta di contenuto dinamico

Dopo aver definito una o più origini di contenuto dinamico, potete utilizzarle per aggiungere contenuto dinamico alla pagina. Le origini del contenuto possono includere una colonna di un recordset, un valore inviato da un modulo HTML, il valore contenuto in un oggetto server o altri dati.

In Dreamweaver, potete collocare il contenuto dinamico praticamente in qualunque punto di una pagina Web o del relativo codice di origine HTML. Potete posizionarlo in corrispondenza del punto di inserimento, sostituirlo a una stringa di testo o inserirlo come attributo HTML. Ad esempio, il contenuto dinamico può definire l'attributo src di un'immagine o l'attributo value di un campo di modulo.

Potete aggiungere il contenuto dinamico a una pagina selezionando una delle origini del contenuto disponibili nel pannello Associazioni. Dreamweaver inserisce uno script server-side nel codice della pagina, il quale comunica al server di trasferire i dati dall'origine del contenuto selezionata al codice HTML della pagina quando questa viene richiesta da un browser.

In diversi casi, esistono più metodi per rendere dinamico un determinato elemento di pagina. Ad esempio, per rendere dinamica un'immagine potete utilizzare il pannello Associazioni, la finestra di ispezione Proprietà o il comando Immagine del menu Inserisci.

Per impostazione predefinita, una pagina HTML è in grado di visualizzare un solo record per volta. Per visualizzare gli altri record del recordset, potete aggiungere un collegamento per spostarvi di un record alla volta oppure creare un'area ripetuta che visualizzi più di un record su una sola pagina.

Informazioni sul testo dinamico

Il testo dinamico eredita tutti gli eventuali attributi di formattazione applicati al testo esistente o al punto di inserimento. Ad esempio, se al testo selezionato è applicato uno stile CSS (Cascading Style Sheet), lo stile CSS viene applicato anche al contenuto dinamico che lo sostituisce. Potete aggiungere o modificare il formato del testo del contenuto dinamico utilizzando uno qualunque degli strumenti di formattazione del testo di Dreamweaver.

Al testo dinamico è anche possibile applicare un formato dati. Ad esempio, se i dati sono composti da date, potete specificare un formato di data particolare (ad esempio, 04/17/00 per i visitatori residenti negli Stati Uniti o 17/04/00 per i visitatori residenti in Canada).

Rendere dinamico il testo

Potete sostituire il testo esistente con il testo dinamico oppure collocare un testo dinamico in una pagina in corrispondenza del punto di inserimento.

Aggiungere testo dinamico

  1. Nella vista Progettazione, selezionate il testo nella pagina oppure fate clic nel punto in cui desiderate aggiungere il testo dinamico.
  2. Nel pannello Associazioni (Finestra > Associazioni), selezionate un'origine di contenuto dall'elenco. Se selezionate un recordset, specificate la colonna del recordset desiderata.

    L'origine del contenuto deve includere testo semplice, ovvero testo ASCII. (HTML è un formato di testo semplice). Se l'elenco non contiene delle origini del contenuto o se le origini del contenuto disponibili non soddisfano le proprie esigenze, fate clic sul pulsante più (+) per definire una nuova origine del contenuto.

  3. (Opzionale) Selezionate un formato per il testo.
  4. Fate clic su Inserisci o trascinate l'origine del contenuto nella pagina.

    Viene visualizzato un segnaposto per contenuto dinamico. (Se nella pagina avete selezionato del testo, esso viene sostituito dal segnaposto.) Il segnaposto per un contenuto costituito da un recordset utilizza la sintassi {RecordsetName.ColumnName}, doveRecordset è il nome del recordset e ColumnName è il nome della colonna del recordset selezionata.

    A volte, la lunghezza dei segnaposto per il testo dinamico influenza il layout della pagina nella finestra del documento. Il problema può essere risolto utilizzando parentesi graffe vuote come segnaposti, come descritto nell'argomento che segue.

Visualizzare segnaposto per il testo dinamico

  1. Selezionate Modifica > Preferenze > Elementi invisibili (Windows) oppure Dreamweaver > Preferenze > Elementi invisibili (Macintosh).
  2. Nel menu a comparsa Mostra testo dinamico come, selezionate {}, quindi fate clic su OK.

Rendere dinamiche le immagini

Potete rendere dinamiche le immagini presenti in una pagina. Ad esempio, supponete di voler progettare una pagina che visualizzi gli articoli in vendita a un'asta di beneficenza. Ogni pagina conterrebbe un testo descrittivo e una foto di ogni articolo e avrebbe lo stesso layout per tutti gli articoli (solo il testo e la foto sarebbero diversi da pagina a pagina).

  1. Con la pagina aperta nella vista Progettazione (Visualizza > Progettazione), posizionate il cursore nel punto della pagina in cui desiderate visualizzare l'immagine.
  2. Selezionate Inserisci > Immagine.

    Viene visualizzata la finestra di dialogo Seleziona file di origine immagine.

  3. Fate clic sull'opzione Origini dati (Windows) o sul pulsante Origini dati (Macintosh).

    Viene visualizzato un elenco di origini del contenuto.

  4. Selezionate un'origine di contenuto dall'elenco e fate clic su OK.

    L'origine di contenuto deve essere un recordset che contiene i percorsi ai file di immagine. A seconda della struttura dei file del sito, i percorsi possono essere assoluti, relativi al documento o relativi alla cartella principale.

    Nota:

    attualmente Dreamweaver non supporta le immagini binarie archiviate in un database.

    Se l'elenco non contiene dei recordset o se i recordset disponibili non rispondono ai requisiti, definirne uno nuovo.

Attributi HTML dinamici

Potete modificare in modo dinamico l'aspetto di una pagina associando gli attributi HTML ai dati. Ad esempio, potete cambiare l'immagine di sfondo di una tabella associando l'attributo background della tabella a un campo del recordset.

Gli attributi HTML possono essere associati mediante il pannello Associazioni o la finestra di ispezione Proprietà.

Rendere dinamici gli attributi HTML mediante il pannello Associazioni

  1. Aprite il pannello Associazioni scegliendo Finestra > Associazioni.
  2. Verificate che il pannello Associazioni visualizzi l'origine dati che desiderate utilizzare.

    L'origine del contenuto deve includere dei dati appropriati per l'attributo HTML che desiderate associare. Se l'elenco non contiene delle origini del contenuto o se le origini del contenuto disponibili non soddisfano le proprie esigenze, fate clic sul pulsante più (+) per definire una nuova origine dati.

  3. Nella vista Progettazione, selezionate un oggetto HTML.

    Ad esempio, per selezionare una tabella HTML, fate clic all'interno della tabella e quindi sul tag <table> nel selettore di tag situato nell'angolo inferiore sinistro della finestra del documento.

  4. Nel pannello Associazioni, selezionate un'origine del contenuto dall'elenco.
  5. Nella casella Associa a, selezionate un attributo HTML dal menu a comparsa.
  6. Fate clic su Associa.

    Alla successiva esecuzione della pagina sul server applicazioni, il valore dell'origine dati verrà assegnato all'attributo HTML.

Rendere dinamici gli attributi HTML mediante la finestra di ispezione Proprietà

  1. Nella vista Progettazione, selezionate un oggetto HTML e aprite la finestra di ispezione Proprietà (Finestra > Proprietà).

    Ad esempio, per selezionare una tabella HTML, fate clic all'interno della tabella e quindi sul tag <table> nel selettore di tag situato nell'angolo inferiore sinistro della finestra del documento.

  2. L'associazione tra l'origine del contenuto dinamico e l'attributo HTML dipende dalla posizione dell'origine.
    • Se l'attributo che volete associare è affiancato da un'icona della cartella nella finestra di ispezione Proprietà, fate clic sull'icona della cartella per aprire una finestra di dialogo di selezione di file; quindi fate clic sull'opzione Origine dati per visualizzare un elenco delle origini dati disponibili.

    • Se l'attributo da associare non prevede un'icona cartella, fate clic sulla scheda Elenco ovvero quella visualizzata più in basso, sul lato sinistro della finestra di ispezione.

      Viene visualizzata la vista Elenco della finestra di ispezione Proprietà.

    • Se l'attributo che desiderate associare non è presente nella vista Elenco, fate clic sul pulsante più (+), quindi inserite il nome dell'attributo o fate clic sul piccolo pulsante freccia e selezionate l'attributo dal menu a comparsa.

  3. Per rendere dinamico il valore dell'attributo, fate clic sull'attributo, quindi sull'icona del fulmine o sull'icona della cartella presente alla fine della riga dell'attributo.

    Se avete fatto clic sull'icona del fulmine, viene visualizzato un elenco di origini dati.

    Se avete fatto clic sull'icona della cartella, viene visualizzata una finestra di selezione dei file. Selezionate l'opzione Origini dati per visualizzare un elenco di origini del contenuto.

  4. Selezionate un'origine del contenuto dall'elenco e fate clic su OK.

    L'origine del contenuto deve includere dei dati appropriati per l'attributo HTML che desiderate associare. Se l'elenco non contiene delle origini del contenuto o se le origini del contenuto disponibili non soddisfano le vostre esigenze, definite una nuova origine del contenuto.

    Alla successiva esecuzione della pagina sul server applicazioni, il valore dell'origine dati verrà assegnato all'attributo HTML.

Parametri dinamici degli oggetti ActiveX, Flash e di altro tipo

Potete rendere dinamici i parametri dei plugin e delle applet Java, nonché degli oggetti ActiveX, Flash, Shockwave, Director e Generator.

Prima di iniziare, verificate che i campi del recordset contengano i dati appropriati per i parametri degli oggetti che desiderate associare.

  1. Nella vista Progettazione, selezionate un oggetto nella pagina e aprite la finestra di ispezione Proprietà (Finestra > Proprietà).
  2. Fate clic sul pulsante Parametri.
  3. Se il parametro desiderato non compare nell'elenco, fate clic sul pulsante più (+) e inserite un nome di parametro nella colonna Parametro.
  4. Fate clic sulla colonna Valore del parametro, quindi fate clic sull'icona del fulmine per specificare un valore dinamico.

    Viene visualizzato un elenco di origini dati.

  5. Selezionate un'origine dati dall'elenco e fate clic su OK.

    L'origine dati deve includere dei dati appropriati per il parametro dell'oggetto che desiderate associare. Se l'elenco non contiene delle origini dati o se le origini dati disponibili non soddisfano le vostre esigenze, definite una nuova origine dati.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online