Leggete questo articolo per scoprire come utilizzare Git per gestire i file e il codice di origine in Dreamweaver CC.

Dreamweaver CC supporta Git, un sistema open source distribuito per il controllo delle versioni per gestire il codice di origine. Grazie all’integrazione di Git in Dreamweaver, potete lavorare indipendentemente sul codice ovunque vi troviate e unire in un secondo momento le modifiche effettuate in un repository centrale. Git tiene traccia di ogni modifica in un file e consente anche di ripristinare le versioni precedenti.

I repository Git sono utili anche quando collaborate all’interno di un team, dato che Git consente di creare e gestire con facilità le diramazioni. Considerate l’esempio in siete un progettista e volete effettuare una modifica di progettazione al sito, mentre un altro iscritto al team implementa le modifiche richieste per lo stesso sito; grazie a Git potete entrambi lavorare indipendentemente. In questo caso, potete entrambi creare indipendentemente una diramazione e apportare le modifiche nel rispettivo repository locale. Il repository locale contiene la cronologia completa di tutte le modifiche che avete effettuato al codice di origine. In qualsiasi momento potete interrompere il vostro lavoro e unire le modifiche nel repository centrale. L’unione consente di avere la certezza che il repository centrale conterrà sempre il codice più recente con le modifiche di entrambi.

Continuate a leggere per iniziare a utilizzare Git in Dreamweaver.

Guida introduttiva a Git in Dreamweaver

Se siete un nuovo utente di Git, dovrete prima scaricare un client Git e creare un account Git. Un client Git è fondamentale prima di poter utilizzare Git da Dreamweaver.

Se disponete già di un account Git, accedete al vostro account. Assicuratevi di aver scaricato il client Git nel sistema. 

Per iniziare con Git in Dreamweaver, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Scaricate il client Git per il sistema operativo in uso.

  2. Create un account per il client Git.

    Se avete già un account Git, inserite le credenziali di accesso per accedere al client Git.

È consigliabile installare il client Git con le impostazioni di configurazione predefinite. Successivamente, Dreamweaver seleziona automaticamente il percorso dell’eseguibile.

Ora potete avviare Dreamweaver e associare il sito con un repository Git.

Pannello Git

Dreamweaver supporta le operazioni Git tramite il pannello Git (Finestra > Git). In qualità di utente di Dreamweaver, potete utilizzare questo pannello per eseguire le operazioni Git comuni quali commit, push, pull, fetch e così via.

Nota:

Questo pannello può essere visualizzato in Dreamweaver solo dopo aver scaricato il client Git nel computer.

Pannello Git in Dreamweaver CC
Pannello Git in Dreamweaver

A. Commit B. Recupera tutti i remoti e aggiorna i contatori C. Git Pull D. Git Push E. Mostra cronologia repository F. Mostra cronologia file G. Crea tag H. Apri console bash/terminal I. Altre azioni J. Cerca K. Diff L. Ripristina file 

Associazione del sito a Git

Per iniziare a utilizzare Git in Dreamweaver, dovrete prima associare il sito Dreamweaver con un repository Git. Il repository Git è simile a una cartella che create per tenere traccia delle modifiche apportate ai file. Nel computer potete avere un numero qualsiasi di repository Git. Ciascun repository nel computer è indipendente. Questo significa che le modifiche salvate in un repository Git non influiscono su un altro.

Potete associare il sito Web a un repository creando un nuovo repository o clonandone uno esistente. Quando inizializzate o create un nuovo repository, nella directory di lavoro corrente è creato un repository Git vuoto nella cui cartella è inserito un file .gitignore.

Tuttavia, quando clonate un repository Git esistente, tutti i file del repository principale sono clonati nel sistema locale.

Continuate a leggere per scoprire come inizializzare un repository Git o clonare un repository.

Inizializzazione di un repository Git

Quando iniziate a lavorare con Git in Dreamweaver, è prima necessario creare un nuovo repository. Inizializzando un repository Git per il sito, create un nuovo repository Git in cui potete aggiungere i file associati al sito Dreamweaver.

  1. In qualità di utente di Dreamweaver, potete iniziare con un nuovo sito o associare a un repository Git un sito già esistente. In ogni caso, la procedura seguente illustra come inizializzare un repository Git.

    • Per associare un nuovo sito Dreamweaver, fate clic su Sito > Nuovo sito.
    • Per associare un sito Dreamweaver esistente, fate clic su Sito > Gestisci siti. Nella finestra di dialogo Gestisci siti, fate doppio clic sul sito da associare a un repository Git.
  2. Se state creando un nuovo sito, specificatene il nome.

    Se i file relativi al sito sono in una cartella, selezionatela nel campo Cartella sito locale.

    Specificate il nome e il percorso della cartella del nuovo sito Dreamweaver.
    Specificate il nome e il percorso della cartella del nuovo sito Dreamweaver.

    Se desiderate associare un nuovo sito a un repository Git esistente, verificate che la Cartella sito locale indichi il repository Git appropriato.

  3. Selezionate la casella di controllo Associa un repository Git a questo sito. Selezionate infine l’opzione Inizializza come repository Git.

    Inizializzazione di un repository Git in Dreamweaver
    Inizializzate il repository Git per il nuovo sito Dreamweaver
  4. Fate clic su Salva.

    Notate che i file della cartella locale sono visibili nel pannello File (vista Git). I file sono in uno stato non monitorato. Questo significa che per i file non è ancora stato eseguito il commit nel repository Git.

    Potete continuare a lavorare sui file ed eseguirne il commit in un secondo momento oppure potete aprire il pannello Git (Finestre > Git) ed eseguire il commit dei file nel repository. Per informazioni su come eseguire il commit dei file in Git, consultate Monitoraggio e commit delle modifiche.

Clonazione di un repository esistente

Se state già lavorando con un repository Git esistente ospitato in Github o Bitbucket o altri servizi di hosting diffusi, potete utilizzare la procedura seguente per clonare il repository da Dreamweaver. Quando clonate un repository esistente, state creando una copia del repository selezionato nel sistema locale.

  1. Fate clic su Sito > Nuovo sito.

  2. Nella finestra di dialogo Configurazione sito, selezionate la casella di controllo Associa un repository Git a questo sito. Selezionate quindi Clona repository Git esistente con URL.

  3. Immettete l’URL del repository da clonare.

    Assicuratevi che l’URL https immesso per il repository di destinazione sia valido. Per verificare se l’URL è valido, fate clic sul pulsante Prova in questa finestra di dialogo. L’immissione di URL non validi sono causa di errori durante la clonazione e durante l’esecuzione di operazioni Git quali Fetch o Pull.

    Clonazione di un repository Git da Dreamweaver
    Clonazione di un repository Git da Dreamweaver

    Nota:

    La clonazione di un URL utilizzando una chiave SSH con passphrase non è attualmente supportata in Dreamweaver. I campi Nome utente e Password sono disabilitati.

  4. Per salvare le credenziali immesse, selezionate la casella di controllo Salva credenziali. Questa operazione consente di evitare l’immissione delle credenziali ogni volta che eseguite le azioni remote come Git Push o Pull.

  5. Fate clic su Salva.

    Dopo aver clonato il repository, viene creata una copia del repository di origine. Potete visualizzare e modificare i file locali da Dreamweaver.

    L’istantanea clonata del repository originale è visualizzata nell’angolo superiore destro del pannello Git > Origine.

    Notate il repository di origine nel pannello Git
    Notate il repository di origine nel pannello Git

Utilizzo di Git per il controllo delle versioni

Dopo aver associato il sito Dreamweaver con un repository Git, potrete visualizzare i file presenti in Git nel pannello File (vista Git). Git classifica i file presenti nel repository locale come:

  • File non monitorati: file per i quali non è mai stato eseguito il commit nel repository Git. Dopo aver inizializzato un repository Git, i file non sono monitorati fino a quando non eseguite il commit.
  • File non modificati: file che non sono stati modificati.
  • File modificati: file che sono stati modificati.
  • File sullo stage: file modificati e sui quali siete pronti a eseguire il commit.

Utilizzando Git, potete monitorare le modifiche dei file. Quando modificate i file nel sistema locale, questi sono visualizzati nel pannello File con un colore diverso. Facendo doppio clic su un file per aprirlo nella vista Codice, potete anche notare l’indicatore a margine sulle righe che sono state modificate. Per sincronizzare le modifiche, potete procedere ed eseguire il commit dei file modificati in Git.

Quando eseguite il commit dei file, Git consente di immettere dei messaggi di registro per ciascun commit e di verificare le modifiche utilizzando la funzione diff. Potete inoltre visualizzare la cronologia delle versioni per ciascun file e per l’intero repository.

Continuate a leggere per scoprire come monitorare le modifiche in Dreamweaver ed eseguire il commit delle modifiche in Git.

Monitoraggio delle modifiche in Git

Osservate l’icona Git nel pannello File in Dreamweaver che consente di passare tra le viste FTP e Git. Fate clic sull’icona Git per passare alla vista Git.

Se avete inizializzato un repository Git ma non avete ancora eseguito il commit dei file, questi sono ancora nello stato non monitorato. Se invece avete eseguito il commit dei file dopo aver inizializzato il repository, i file sono riconosciuti da Git.

Visualizzate i file non monitorati nel pannello File
Visualizzate i file non monitorati nel pannello File
File dopo aver eseguito il commit nel repository Git
Visualizzate i file riconosciuti da Git sui quali è stato eseguito il commit

Se avete clonato tutti i file da un altro repository, i file sono sempre riconosciuti da Git.

Quando modificate un file e fate clic su Salva, il file modificato è visualizzato nel pannello File in un colore diverso. Fate doppio clic sul file modificato per visualizzare con precisione le modifiche nella vista Codice.

Notate l’indicatore a margine nella vista Codice
Notate l’indicatore a margine nella vista Codice

Un indicatore a margine segnala quelle righe che sono state modificate. Gli indicatori a margine di colore verde indicano che è stato aggiunto nuovo codice. Gli indicatori a margine di colore giallo indicano il codice modificato, mentre quelli in rosso indicano una riga di codice eliminata.

Visualizzate l’indicatore a margine per visualizzare le modifiche nel codice in Dreamweaver
Visualizzate l’indicatore a margine per visualizzare le modifiche nel codice

Facendo clic sull’indicatore a margine di colore giallo, l’applicazione visualizza la riga di codice eliminata in rosso e il codice aggiunto in verde.

Notate il simbolo R nell’angolo sinistro della riga di codice eliminata. Fate clic su questo simbolo R per aggiungere nuovamente il codice eliminato nel file.

Fate clic sul simbolo R per aggiungere il codice eliminato in Git di Dreamweaver
Fate clic sul simbolo R per aggiungere il codice eliminato

Prima di eseguire il commit delle modifiche nel repository Git, utilizzate gli indicatori a margine per visualizzare le differenze ed esaminare le modifiche.

Visualizzazione delle differenze nei file modificati

Quando aprite il pannello Git, potete vedere un elenco dei file modificati. Potete fare clic su un file nell’elenco e visualizzarne le modifiche apportate dal precedente commit (diff). Per visualizzare le differenze in un file, effettuate una delle seguenti operazioni nel pannello Git:

  • Per visualizzare le modifiche, fate clic su ciascun file. Le evidenziazioni in rosso indicano la versione precedente, mentre quelle in verde indicano la modifica appena effettuata.
  • Selezionate il file per il quale volete visualizzare le differenze. Fate clic su  (icona Diff). Nella finestra di dialogo Git Diff visualizzata sono evidenziate le modifiche in rosso e in verde.
Visualizzazione delle differenze nei file modificati
Visualizzazione delle differenze nei file modificati

Commit delle modifiche

Per registrare tutte le modifiche in un repository locale, dovete eseguire il commit delle modifiche apportate ai file. Per eseguire il commit delle modifiche in Git:
  1. Nel pannello Git, selezionate il file o i file sui quali eseguire il commit.

    Commit delle modifiche nel repository Git locale
    Commit delle modifiche nel repository Git locale
  2. Fate clic su  (icona Commit).

    Dopo aver fatto clic su Commit, viene visualizzata la finestra di dialogo Git Commit. Nella finestra di dialogo sono visualizzati i file che contengono modifiche.

    Prima di eseguire il commit dei file, potete fare clic su ogni file per visualizzarne le modifiche.

  3. Per eseguire il commit dei file, immettete il messaggio di commit nella casella del messaggio, quindi fate clic su OK.

    I file, dopo averne eseguito il commit, sono rimossi dal pannello Git.

    Commit delle modifiche in Git
    Commit delle modifiche in Git

Ripristino delle modifiche

Se avete già eseguito il commit delle modifiche e desiderate ripristinare la versione precedente di un file, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Nel pannello Git, selezionate il file o i file che desiderate ripristinare.

  2. Fate clic sull’icona con tre linee orizzontali nel pannello Git e selezionate Ripristina tutte le modifiche dall’ultimo commit.

    La versione precedente dei file è ripristinata nel repository locale. I file ripristinati saranno visualizzati nel pannello File.

    Ripristinate le modifiche dopo aver eseguito il commit dei file
    Ripristinate le modifiche dopo aver eseguito il commit dei file

    Nota:

    Se desiderate ripristinare un file dopo aver eseguito il commit, dovrete aver eseguito il commit del file almeno due volte.

  3. Per ripristinare le modifiche prima del commit, effettuate le seguenti operazioni:

    Se desiderate mantenere l’ultima versione di commit del file prima di eseguirne il commit:

    1. Aprite il pannello Git.
    2. Selezionate il file che desiderate conservare e fate clic sull’icona Aggiorna.
    3. Fate clic su OK nella finestra di dialogo di conferma.

    Il file selezionato è rimosso dall’elenco dei file modificati e la sua versione precedente è ripristinata.

    Ripristinate il file prima di eseguire il commit delle modifiche in Git
    Ripristinate il file prima di eseguire il commit delle modifiche

Creazione di tag

I tag possono essere creati ogni volta che eseguite il commit delle modifiche in Git. I tag possono essere utilizzati per contrassegnare commit importanti. Ad esempio, il check-in di una modifica importante richiesta dal vostro cliente. I tag sono utilizzati come puntatori a un determinato commit.

  1. Per creare un tag, fate clic su  (icona Crea tag) nel pannello Git.

  2. Dalla finestra di dialogo Crea tag, immettete il nome del tag. Fate clic su OK.

    Create un tag per il commit
    Create un tag per il commit

    Il tag creato è associato al commit.

    Il tag, se creato dopo il commit, è associato automaticamente al commit più recente.

Visualizzazione della cronologia del file

Ogni volta che eseguite il commit di un file in Git, potete visualizzarne la cronologia unitamente ai dettagli del commit. Questa funzionalità semplifica l’identificazione di commit importanti e dei tag associati ai commit.

  1. Nel pannello Git, effettuate una delle operazioni seguenti:
  • Selezionate il file richiesto, quindi fate clic su  (icona Mostra cronologia file).
  • Fate clic con il pulsante destro del mouse sul file nel pannello File e selezionate Cronologia file.

Il sistema visualizza la Cronologia file Git del file selezionato. Nella stessa finestra di dialogo potete visualizzare i dettagli del commit per questo file.

Visualizzate la cronologia del file in Git
Visualizzate la cronologia del file in Git

Visualizzazione della cronologia del repository

Oltre a visualizzare la cronologia di un file in Git, potete anche visualizzare le modifiche effettuate a livello di repository. Potete visualizzare tutte le modifiche e tutti i commit effettuati a livello di repository. Per visualizzare la cronologia del repository, effettuate le operazioni seguenti:

  1. Nel pannello Git, fate clic sull’icona Mostra cronologia repository. Il sistema visualizza la cronologia del repository Git con i dettagli di tutti i commit.

  2. Potete visualizzare il messaggio di commit, la data e l’ora in cui è stato eseguito il commit dei file, i tag associati al commit e i dettagli dell’utente che ha eseguito il commit.

  3. La cronologia del repository specifica generalmente l’elenco dei file per i quali è stato eseguito il commit a livello di repository. Potete fare clic su ogni file per visualizzare la cronologia delle modifiche a livello di file.

Utilizzo di Git per la collaborazione

Una delle funzioni più notevoli di Git sono le diramazioni. A differenza della maggior parte dei sistemi di controllo delle versioni, si può pensare a una diramazione di Git come a una fila indipendente di tutti i file o di tutto il codice associato. Per impostazione predefinita, il repository contiene una diramazione denominata “principale”. La diramazione principale è quella definitiva. Potete creare altre diramazioni da quella principale e apportare modifiche in ciascuna di esse.

Potete anche creare una diramazione da un’altra diramazione, dove state creando una copia della diramazione principale. Potete lavorare indipendentemente su entrambe le diramazioni nello stesso repository Git. Potete, ad esempio, lavorare su una nuova funzione per il sito in una diramazione e apportare delle modifiche richieste in un’altra diramazione.

Git consente inoltre di unire le diramazioni per incorporare le modifiche della diramazione corrente in una diramazione di destinazione. Quando unite due diramazioni, entrambe le diramazioni continua a esistere in modo indipendente. Potete continuare a lavorare con la diramazione principale e quella di destinazione.

In Dreamweaver, quando sviluppatori e progettisti collaborano a un sito, ogni utente può creare una diramazione da quella principale e apportate le modifiche indipendentemente. Se necessario, gli utenti possono unire facilmente le modifiche con un’altra diramazione e continuare a lavorare con entrambe le diramazioni.

Per ulteriori informazioni sulla creazione e sulla gestione delle diramazioni in Git, leggete la sezione seguente:

Creazione di diramazioni in Git

  1. Nel pannello File, selezionate l’elenco a discesa nel quale sono visualizzate tutte le diramazioni.

  2. Fate clic su Gestione diramazioni.

    Create una diramazione in Git
    Create una diramazione in Git
  3. Dalla finestra di dialogo Gestione diramazioni, fate clic sul segno + in basso a sinistra.

    Fate clic sul segno più nella parte inferiore della finestra di dialogo Gestione diramazioni
    Fate clic sul segno più nella parte inferiore della finestra di dialogo Gestione diramazioni
  4. Nella finestra di dialogo Crea nuova diramazione, selezionate la diramazione di origine della quale effettuare la copia.

    Se si tratta della prima diramazione creata, la diramazione di origine è la diramazione principale.

    Selezionate la diramazione di origine
    Selezionate la diramazione di origine

  5. Nel campo Nome diramazione, specificate il nome della nuova diramazione.

  6. Fate clic su OK.

Unione delle diramazioni

  1. Nel pannello File, selezionate l’elenco a discesa nel quale sono visualizzate tutte le vostre diramazioni.

  2. Fate clic su Gestione diramazioni. Nella finestra di dialogo Gestione diramazioni, selezionate la diramazione da unire.

  3. Fate clic su  (icona Unisci diramazione) nella parte inferiore della finestra di dialogo.

  4. Nella finestra di dialogo Unisci diramazione, selezionate la diramazione di destinazione. Questa diramazione è il repository di destinazione con cui unire la diramazione.

    Specificate facoltativamente il messaggio da associare a questa operazione di unione.

  5. Fate clic su OK per unire la diramazione con la destinazione.

    Unite le diramazioni in Git
    Unite le diramazioni in Git

    Se le modifiche al file di un commit sono in conflitto con le modifiche in un’altra diramazione, la procedura di unione è messa in pausa. Il sistema visualizza un messaggio di conflitto nel quale sono riportati i file che ne sono la causa.

    Il pannello Git Visualizza anche i file che presentano conflitti. Notate l’icona che indica la presenza di un conflitto.

    Pannello Git con file che contengono un conflitto durante l'operazione di unione
    Pannello Git con file che contengono un conflitto durante l'operazione di unione

    Per procedere con l’operazione di unione, dovete risolvere il conflitto utilizzando l’opzione Rebase o continuare la procedura di unione utilizzando l’opzione no fast forward.

  6. Se si verifica un conflitto di unione, selezionate una delle seguenti opzioni:

    • Usa rebase: quando selezionate l’opzione rebase, le modifiche correnti sovrascrivono i conflitti nella diramazione di destinazione. Dopo aver scelto rebase e fatto clic su OK, aprite il pannello Git per visualizzare i file sui quali non è ancora stato eseguito il commit. Potete quindi interrompere la funzione rebase o riavviarla. Quando interrompete l’operazione rebase, al ramo di destinazione non è applicata nessuna modifica. Quando riavviate l’operazione rebase, le modifiche che hanno generato conflitti nella diramazione di destinazione sono ignorate.
    • Crea un commit di unione anche quando l’unione si risolve come fast-forward: potete inoltre unire il commit a prescindere dai conflitti presenti tra la vostra diramazione e quella di destinazione. In questo caso, l’operazione di unione è forzata e le vostre modifiche hanno la precedenza su quelle presenti nella diramazione di destinazione.

    Per ulteriori informazioni su rebase in Git, consultate Rebase di Git.

Operazioni con i repository remoti

I repository remoti in Git rappresentano le versioni di un progetto ospitate in un’altra rete. Per accedere a un repository remoto, dovete creare una connessione ad esso. A seconda dei diritti di accesso specificati nel repository remoto, il tipo di accesso disponibile per il repository può essere di sola lettura o di scrittura.

Quando lavorate in un team, i repository remoti consentono di inviare i dati ad altri repository e a estrarli da essi. Dal pannello Git di Dreamweaver, potete creare una connessione remota, eseguire diverse operazioni Git, ad esempio Fetch, Git Push, Git Pull e Aggiorna remoto.

Leggete le procedure seguenti per scoprire come creare e gestire i repository remoti.

Aggiunta di un repository remoto

Per condividere i file e gli sviluppi del vostro lavoro o accedere ai file di progetto ospitati in un’altra rete, potete aggiungere un repository remoto. Aggiungendo un repository remoto si stabilisce una connessione remota con il repository di destinazione. Dreamweaver consente di creare repository remoti dal pannello Git.

Prima di aggiungere un repository remoto, verificate che nel repository siano abilitate le impostazioni pubbliche.

  1. Dal pannello Git, fate clic su Crea remoto.

  2. Specificate il nome del repository remoto.

  3. Immettere l’URL e le credenziali del repository remoto.

    Per verificare di aver immesso un URL valido durante l’aggiunta di un repository remoto, fate clic su Prova dopo aver immesso l’URL. Quando fate clic su Prova, la validità dell’URL viene verificata.

    Questa verifica non è applicabile alla convalida delle credenziali.

    Aggiunta di un repository remoto in Dreamweaver
    Aggiunta di un repository remoto

    Attenzione:

    Se l’URL o le credenziali non sono valide, si verificheranno errori durante l’esecuzione delle operazioni Git Pull, Git Push, Fetch e così via.

  4. Fate clic su OK.

    Quando aggiungete un repository remoto, questo sarà disponibile nell’elenco a discesa nella parte superiore del pannello Git. Saranno inoltre disponibili altre icone per eseguire le operazioni Git Push, Git Pull, Fetch remote e aggiornare i contatori.

    Aggiungete repository remoti in Git
    Aggiungete repository remoti in Git

Gestione dei repository remoti

Dopo aver aggiunto un repository remoto e creato una connessione, potete recuperare e inviare i file dal repository remoto a quello locale. Potete anche inviare i vostri file nel repository remoto. Per eseguire l’azione Git Push per la prima volta, dovete tuttavia recuperare prima i file dal repository remoto.

Ricordatevi di eseguire il commit di tutti i file nel repository locale prima di tentare di inviare i file. Se nel repository locale sono presenti file sullo stage, l’azione Git Push ha esito negativo. 

In Dreamweaver, potete eseguire le seguenti operazioni Git:

Fetch all

Fate clic su  per recuperare tutti i file da tutte le connessioni remote. Prima di eseguire un’operazione Git Push o Git Pull è consigliabile eseguire un’operazione Git Fetch. Questa operazione recupera solo i file dal remoto e non modifica il repository locale.

Pull dei file dal repository remoto

Potete estrarre le modifiche da un singolo repository o da un gruppo di essi. Quando fate clic sull’icona Git Pull, il sistema visualizza la finestra di dialogo Git Pull con diverse opzioni.

  1. Nel pannello Git, fate clic su  (icona Git Pull) per estrarre i file modificati dal repository remoto e unire le modifiche con il repository locale.

  2. Dalla finestra di dialogo Git Pull, selezionate la diramazione di monitoraggio, specificate se estrarre le modifiche dalla diramazione corrente o da una diversa, quindi configurate le impostazioni di estrazione.

    Eseguite Git Pull dai repository remoti
    Eseguite Git Pull dai repository remoti

  3. Per impostazione predefinita, è selezionata l’opzione Unione predefinita. In questo caso, i file dal remoto sono estratti nel repository locale e le modifiche sono unite al repository locale.

  4. Potete anche scegliere una delle seguenti opzioni:

    • Evita l’unione manuale: selezionate questa opzione per disattivare le operazioni manuali di unione dei file.
    • Unione senza commit: selezionate questa opzione per procedere con l’operazione di unione nel repository remoto anche senza eseguire il commit dei file sullo stage.
    • Usa rebase: selezionate questa opzione per eseguire un’operazione di rebase. Quando eseguite un’operazione di rebase, le modifiche della diramazione corrente sono selezionate e applicate alla cronologia della diramazione dalla quale si stanno estraendo i file. La cronologia di commit più recente della diramazione è sovrascritta in modo che i file corrispondano alle versioni nella diramazione di destinazione da cui state estraendo i file. Sebbene l’operazione di rebase produca una cronologia Git senza conflitti, è necessario prestare attenzione durante il suo utilizzo.
    • Utilizza reimpostazione software: selezionate questa opzione per eseguire un ripristino o un rebase software. Potete selezionare l’opzione Utilizza reimpostazione software quando estraete per la prima volta i file da un repository remoto. In questo caso, il repository remoto funziona come un repository principale dal quale il repository locale riceve tutte le modifiche. Tuttavia, le modifiche nel repository locale vengono mantenute. I file che non sono presenti nel repository remoto, ma si trovano in un repository locale non sono riconosciuti da Git. Dopo l’esecuzione di una reimpostazione software, questi file sono rappresentati come file eliminati. Se decidete di conservare i file presenti nel repository locale, le modifiche remote andranno perse.

    Attenzione:

    Se continuate con la reimpostazione software, i file non riconosciuti sono eliminati.

Push dei file nel repository remoto

Dopo aver stabilito la connessione con i repository remoti, Git registra le modifiche quando modificate ed eseguite il commit dei file modificati. L’icona Git Push  nel pannello Git visualizza immediatamente il numero di file che sono stati modificati. Questi file possono ora essere inviati al repository remoto.

Quando eseguite un’operazione Git Push, i commit eseguiti nel repository locale sono inviati al repository remoto.

Per inviare i file da Dreamweaver:

  1. Nel pannello Git, fate clic sull’icona Git Push.

    Il sistema visualizza la finestra di dialogo Git Push. Potete inviare i commit alla diramazione di monitoraggio corrente o a un’altra diramazione che potete specificare.

    Inviate i commit locali in un repository Git remoto
    Inviate i commit locali in un repository Git remoto

  2. Da questa finestra di dialogo potete anche configurare le impostazioni dell’operazione Push. Per impostazione predefinita, è selezionata l’opzione Push predefinito.

  3. Potete anche selezionare le opzioni seguenti:

    • Push forzato: selezionate questa opzione per inviare forzatamente i file al repository remoto, nonostante i possibili conflitti.
    • Elimina diramazione remota: selezionate questa opzione per eliminare la diramazione remota esistente e inviare i file locali al repository remoto.
  4. Selezionate facoltativamente la casella di controllo Invia tag per inviare i tag al repository remoto.

  5. Fate clic su OK.

    Se si verificano conflitti tra i commit locali e quelli nel repository remoto, è consigliabile risolvere tutti i conflitti prima di inviare le modifiche. 

    In questo caso, dovete prima estrarre le modifiche dal repository remoto, risolvere i conflitti e infine inviare i file senza conflitti.

Ricerca di file nel pannello Git

La barra Ricerca nel pannello Git consente di ricercare i file utilizzando il nome file. Questa funzionalità è particolarmente utile quando il numero di file associato al sito è elevato.

Per cercare un file, è sufficiente scriverne il nome nella barra di ricerca. Il file o i file che soddisfano la query di ricerca sono visualizzati immediatamente.

Aggiunta dei file all’elenco ignore

Quando non è necessario che Git intervenga su un file, potete aggiungerlo a .gitignore. Quando eseguite una qualsiasi operazione come commit, push e pull, Git ignora i file in questa cartella. Dovete eseguire il commit del file .gitignore nel vostro repository in modo che, se clonato da altri utenti, questi siano consapevoli dei file presenti nella cartella .gitignore.

Per aggiungere i file a .gitignore, selezionate il pannello File in Dreamweaver. Selezionate e fate clic con il pulsante destro del mouse sul file da ignorare e selezionate Git > Aggiungi a .gitignore.

Aggiungete i file a .gitignore
Aggiungete i file a .gitignore

Per rimuovere i file in qualsiasi momento da .gitignore, selezionate il file nel pannello File. Fate clic con il pulsante destro del mouse e selezionate Git > Rimuovi da .gitignore.

Dopo aver modificato questo file, assicuratevi di eseguire il commit del file .gitignore nei repository locale e remoti.

Accesso a Git dalla riga di comando

Nelle sezioni precedenti di questo articolo, avete appreso come utilizzare il pannello Git (interfaccia utente) per effettuare operazioni quali associare un repository Git al sito, creare e gestire le connessioni remote, effettuare il push dei file a un repository o effettuare un pull da un repository. Utilizzando i comandi Git, potete effettuare le stesse operazioni e altre ancora.

Per effettuare qualsiasi operazione Git utilizzando il terminal, seguite la procedura descritta:

  • Selezionate Finestra > Git, quindi fate clic sull’icona Apri console Bash/Terminal.
  • Nel pannello File, passate alla vista Git. Fate clic sull’icona Apri Terminal di Git accanto all’elenco a discesa dei repository.

Per una panoramica dei comandi Git più comuni, consultate il Riferimento per Git

Nota:

Alcune operazioni quali git stash e la combinazione di commit dopo il push, sono attualmente possibili solo dalla riga di comando.

Quando eseguite determinate operazioni dalla riga di comando, ad esempio, l’inizializzazione di un repository Git, tali operazioni sono aggiornate anche nell’interfaccia di Dreamweaver.

Tuttavia, quando modificate i file utilizzando la riga di comando quando l’applicazione Dreamweaver non è aperta, alla successiva apertura di Dreamweaver viene visualizzato il messaggio seguente:

Messaggio visualizzato quando i file sono modificati dalla riga di comando
Messaggio visualizzato quando i file sono modificati dalla riga di comando

Impostazione delle preferenze di Git in Dreamweaver

Le preferenze di Git in Dreamweaver consentono di definire alcune impostazioni relative all’utilizzo di Git in Dreamweaver. Nella finestra di dialogo Preferenze potete impostare le preferenze di Git, ad esempio il percorso al terminal, le impostazioni di timeout e così via.

  1. Selezionate Modifica > Preferenze.

  2. Nella finestra di dialogo Preferenze, selezionate Git.

  3. Nella finestra di dialogo Preferenze di Git, impostate le seguenti opzioni:

    • Percorso all’eseguibile Git: il file .exe del client Git. Se il file eseguibile è salvato in un altro percorso, sfogliate la cartella in cui è stato salvato il file .exe di Git.
    • Timeout operazione Git predefinito: specificate il timeout, espresso in secondi, per le operazioni Git remote.
    • Percorso a Terminal: il percorso completo del file eseguibile per aprire e utilizzare Git Terminal.
    • Argomenti comando: se necessario, immettete gli argomenti per i comandi Git.
    Impostate le preferenze per Git in Dreamweaver
    Impostate le preferenze per Git in Dreamweaver

  4. Fate clic su Applica per salvare le impostazioni.

Nota:

Per rendere effettive le preferenze aggiornate, riavviate Dreamweaver.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online