Ottimizzazione di documenti Animate

All'aumento delle dimensioni del documento corrisponde l'aumento della quantità di tempo necessaria per completare lo scaricamento e la riproduzione. Potete eseguire diverse operazioni per preparare il documento per una riproduzione ottimale. Come parte del processo di pubblicazione, Animate esegue automaticamente l'ottimizzazione dei documenti. Prima di esportare un documento, potete ottimizzarlo ricorrendo a diverse tecniche che consentono di ridurne le dimensioni. Un file SWF può essere compresso anche durante la pubblicazione. Quando apportate modifiche al documento, provate a eseguire il documento modificato su diversi computer, sistemi operativi e connessioni Internet.

Ottimizzare i documenti

  • Usate simboli, animati o di altro tipo, per ogni elemento che appare più di una volta.

  • Durante la creazione di sequenze di animazione, utilizzate quando possibile animazioni interpolate, che occupano meno spazio rispetto a una serie di fotogrammi chiave.

  • Per le sequenze di animazione, utilizzate clip filmato invece di simboli grafici.

  • Limitate l'area di cambiamento in ogni fotogramma chiave; riducete il più possibile l'area in cui ha luogo l'azione.

  • Evitate animazioni con elementi bitmap; usate le immagini bitmap solo come sfondo o elementi statici.

  • Se possibile, per l'audio utilizzate mp3, il formato audio con dimensioni più ridotte.

Ottimizzare elementi e linee

  • Raggruppate gli elementi.

  • Utilizzate i livelli per separare gli elementi che cambiano nel corso dell'animazione da quelli che rimangono inalterati.

  • Selezionate Elabora > Curve > Ottimizza per ridurre al minimo il numero di linee separate usate per descrivere le forme.

  • Limitate il numero di tipi di linee speciali, quali quelle tratteggiate, punteggiate, irregolari e così via. Le linee piene richiedono meno memoria. Le linee create con lo strumento Matita richiedono meno memoria dei tratti a pennello.

Ottimizzare testo e caratteri

  • Limitate il numero dei caratteri e degli stili dei caratteri. Utilizzate i caratteri incorporati con moderazione, in quanto aumentano le dimensioni del file.

  • L'opzione Incorpora caratteri permette di selezionare solo i caratteri necessari invece di includere l'intero font.

Ottimizzare i colori

  • Utilizzate il menu Colore nella finestra di ispezione Proprietà del simbolo per creare istanze di diversi colori di uno stesso simbolo.

  • Utilizzate il pannello Colore (Finestra > Colore) per far corrispondere la tavolozza dei colori del documento a quella specifica del browser.

  • Utilizzate i gradienti con moderazione. Il riempimento di un'area con un gradiente colorato richiede circa 50 byte in più del riempimento con un colore uniforme.

  • Utilizzate la trasparenza alfa moderatamente, in quanto può rallentare la riproduzione.

Accelerare la visualizzazione del documento

Per accelerare la visualizzazione del documento, usate i comandi del menu Visualizza per disattivare le funzioni relative alla qualità del rendering che richiedono una ulteriore elaborazione e rallentano la visualizzazione.

Nessuno di questi comandi incide sulla modalità con cui Animate esporta un documento. Per specificare la qualità di visualizzazione dei documenti Animate in un browser Web, utilizzate i parametri object ed embed. Il comando Pubblica automatizza la procedura.

  1. Selezionate Visualizza > Modalità anteprima, quindi selezionate una delle seguenti opzioni:

    Contorno

    Mostra solo i contorni delle forme della scena e tutte le linee vengono visualizzate come linee sottili. Questa procedura facilita la rimodellazione degli elementi grafici e accelera la visualizzazione di scene complesse.

    Rapida

    Disattiva l'antialiasing e visualizza tutti i colori e gli stili delle linee del disegno.

    Antialiasing

    Attivate l'antialiasing per linee, forme e bitmap, in modo da visualizzare forme e linee sullo schermo con i bordi più smussati. La visualizzazione risulta più lenta rispetto all'opzione Rapido. L'opzione Antialiasing è consigliabile solo se la scheda video supporta migliaia (16 bit) o milioni (24 bit) di colori. In modalità a 16 o a 256 colori, le linee nere vengono smussate, ma quelle a colori risultano migliori in modalità Rapido.

    Testo con antialiasing

    Smussa i bordi del testo. Produce risultati migliori con caratteri di grandi dimensioni e può risultare lento se è presente molto testo. È la modalità di lavoro più comune.

    Completa

    Esegue il rendering completo di tutto il contenuto dello stage. Potrebbe rallentare la visualizzazione.

Ottimizzazione della grafica e delle animazioni

Prima di creare animazioni e immagini ottimizzate, definite e pianificate il progetto. Stabilite un obiettivo in termini di dimensioni di file e lunghezza dell'animazione ed eseguite prove durante tutto il processo di sviluppo.

Osservate le seguenti indicazioni per ottimizzare la grafica e le animazioni:

  • Non utilizzate i gradienti perché richiedono molti colori e calcoli per essere elaborati e pertanto il rendering risulta più difficile per il processore del computer.

  • Per lo stesso motivo, riducete al minimo gli effetti alfa, o trasparenza, utilizzati nel file SWF.

    L'animazione di oggetti che comprendono la trasparenza richiede molte risorse del processore e dovrebbe pertanto essere ridotta al minimo. L'animazione di grafica trasparente tramite bitmap, in particolare, richiede una quantità elevata di risorse del processore e deve essere ridotta al minimo, se non evitata.

    Nota: il formato bitmap suggerito per l'importazione in Animate è PNG, vale a dire il formato di file nativo di Macromedia Fireworks di Adobe. I file PNG contengono informazioni alfa e RGB per ogni pixel. Se si importa un file PNG di Fireworks in Animate, sarà quindi possibile modificare gli oggetti grafici nel file FLA.

  • Ottimizzare le bitmap senza comprimerle eccessivamente. Una risoluzione di 72 dpi è ottimale per il Web. La compressione di un'immagine bitmap consente di ridurre le dimensioni del file, tuttavia, se eccessiva, potrebbe deteriorare la qualità della grafica. Verificate le impostazioni della qualità JPEG nella finestra di dialogo Impostazioni pubblicazione per evitare una compressione eccessiva. Se l'immagine può essere rappresentata come grafica vettoriale, prediligete questo formato. L'utilizzo dei vettori consente infatti di ridurre le dimensioni del file perché le immagini vengono generate in base a calcoli e non tramite uso di molti pixel. Riducete il numero di colori dell'immagine garantendo allo stesso tempo una buona qualità.

    Nota: non ridimensionate le bitmap per renderle più grandi rispetto alle dimensioni originali perché la qualità dell'immagine risulterebbe inferiore. Questa operazione richiede inoltre molte risorse del processore.

  • Non modificate il livello _alpha su 0 o 1 in un file SWF, ma impostate la proprietà _visible su false . Il calcolo del livello _alpha sullo stage, ad esempio, richiede molte risorse del processore. Se disattivate la visibilità dell'istanza, saranno necessari meno cicli della CPU e una quantità inferiore di memoria e le animazioni dei file SWF risulteranno pertanto più fluide. Anziché scaricare e ricaricare risorse, impostate la proprietà _visible su false per utilizzare meno risorse del processore.

  • Riducete il numero di linee e punti utilizzati in un file SWF. Usate la finestra di dialogo Ottimizza curve (Elabora > Forma > Ottimizza) per ridurre il numero di vettori in un disegno. Selezionate l'opzione Usa più passaggi per migliorare l'ottimizzazione. Sebbene l'ottimizzazione della grafica consenta di ridurre le dimensioni del file, una compressione eccessiva potrebbe comprometterne la qualità. L'ottimizzazione delle curve invece consente di ridurre le dimensioni del file e migliorare le prestazioni del file SWF. Per eseguire l'ottimizzazione di curve e punti sono disponibili opzioni di terze parti che assicurano risultati diversi.

 

Per ottenere risultati ottimali, producete un contenuto animato in modi diversi e provate ogni singola opzione.

Una frequenza di fotogrammi superiore (misurata in fotogrammi al secondo, f/s) garantisce animazioni fluide in un file SWF ma può richiedere molte risorse del processore, in particolare su computer non recenti. Provate le animazioni con frequenze di fotogrammi diverse per determinare la frequenza più bassa possibile.

Per un esempio di animazione con script, consultate la pagina degli esempi di Animate all'indirizzo www.adobe.com/go/learn_fl_samples_it. Scaricate e decomprimete il file zip Samples e selezionate la cartella ActionScript 2.0/Animation per accedere all'esempio.

Frequenza di fotogrammi dell'animazione e prestazioni

Quando aggiungete animazione a un'applicazione, scegliete attentamente la frequenza di fotogrammi impostata per il file FLA, poiché può influire sulle prestazioni del file SWF e del computer che lo riproduce. L'impostazione di una frequenza fotogrammi troppo alta può causare problemi al processore, soprattutto quando di utilizzano molte risorse o ActionScript per creare animazioni.

Dovete scegliere con attenzione la frequenza di fotogrammi anche perché influisce sulla corretta esecuzione dell'animazione. Ad esempio, un'animazione impostata su 12 fotogrammi al secondo (f/s) nella finestra di ispezione Proprietà esegue 12 fotogrammi ogni secondo. Se la frequenza fotogrammi del documento viene impostata su 24 f/s, l'animazione viene visualizzata in maniera più fluida rispetto alla frequenza di 12 f/s. Tuttavia, l'animazione a 24 f/s viene eseguita in modo più rapido rispetto a 12 f/s, quindi la durata complessiva (in secondi) è più breve. Pertanto, per creare un'animazione di 5 secondi con una frequenza fotogrammi più elevata, dovete aggiungere ulteriori fotogrammi per riempire i 5 secondi (in questo modo, aumenta la dimensione totale del file dell'animazione). In genere, la dimensione del file di un'animazione di 5 secondi a 24 f/s è più grande di quella di un'animazione di 5 secondi a 12 f/s.

Nota:

quando utilizzate un gestore di eventi onEnterFrame per creare animazioni con script, l'animazione viene eseguita alla frequenza fotogrammi del documento, in modo simile alla creazione di un'interpolazione di movimento su una linea temporale. Un'alternativa al gestore di eventi onEnterFrame è setInterval (consultate la Guida di riferimento di ActionScript 2.0). Invece di basarsi sulla frequenza fotogrammi, le funzioni vengono chiamate a un intervallo specificato. Come con onEnterFrame, più utilizzate setInterval per chiamare una funzione, più l'animazione richiede risorse del processore.

Utilizzate la frequenza fotogrammi più bassa possibile in modo da visualizzare l'animazione in modo corretto in fase di runtime. In questo modo, si riduce il carico sul processore dell'utente finale. Frequenze di fotogrammi elevate (da 30 a 40 f/s) mettono a dura prova i processori e non cambiano minimamente l'aspetto dell'animazione in fase di runtime.

Selezionate quanto prima una frequenza di fotogrammi durante il processo di sviluppo. Quando provate il file SWF, verificate la durata e la dimensione del file SWF dell'animazione. La frequenza fotogrammi influisce notevolmente sulla velocità dell'animazione.

Filtri e prestazioni dei file SWF

Se applicate troppi filtri a un'applicazione, utilizzate una grande quantità di memoria, provocando così problemi alle prestazioni di Flash Player. Poiché un clip filmato con filtri associati dispone di due bitmap entrambe di 32 bit, l'utilizzo di molti filtri potrebbe richiedere una grande quantità di memoria per l'applicazione. Il sistema operativo del computer potrebbe generare un errore di esaurimento della memoria. Errori simili non dovrebbero verificarsi con i computer più recenti, a meno che non utilizziate molti effetti di filtro in un'applicazione (ad esempio se sono presenti migliaia di bitmap sullo stage).

Tuttavia, se incontrate un errore legato all'esaurimento della memoria, si verificano gli eventi seguenti:

  • L'array dei filtri viene ignorato.

  • Il clip filmato viene disegnato con il normale renderer di vettori.

  • I bitmap del clip filmato non vengono memorizzati nella cache.

    Quando si verifica un errore legato all'esaurimento della memoria, un clip filmato tenta di utilizzare un array di filtri o una cache delle bitmap. Un altro fattore che influisce sulle prestazioni dell'applicazione è il valore associato al parametro Qualità di ogni filtro applicato. Valori più elevati richiedono una maggiore quantità di CPU e memoria per l'effetto di rendering, mentre se impostate il parametro Qualità su un valore più basso, sono richieste minori risorse del computer. Evitate di utilizzare un numero eccessivo di filtri e, quando possibile, utilizzate un'impostazione di qualità più bassa.

    Nota: se un oggetto di 100 x 100 pixel viene ingrandito una volta, la memoria viene utilizzata quattro volte, in quanto le dimensioni del contenuto, in questo caso, diventano 200 x 200 pixel. Se ingrandite altre due volte, la forma dell'oggetto passa a 800 x 800, utilizzando 64 volte in più la memoria rispetto all'oggetto originale di 100 x 100 pixel. Quando usate i filtri in un file SWF, disattivate le opzioni relative al menu di riduzione/ingrandimento nel menu di scelta rapida del file SWF.

    In caso di parametri non validi, è possibile che si verifichino errori. Alcuni parametri del filtro hanno anche un intervallo valido particolare. Se impostate un valore al di fuori dell'intervallo valido, esso viene cambiato con un valore valido compreso nell'intervallo. Ad esempio, la qualità dovrebbe essere compreso tra 1 e 3 in una comune operazione e può essere impostato soltanto su un valore compreso tra 0 e 15. Tutti i valori superiori a 15 vengono impostati su 15.

    Alcune funzioni di costruzione sono soggette a limitazioni per la lunghezza degli array utilizzati come parametri di input. Se realizzate un filtro di convoluzione o un filtro matrice colore con un array non valido (dimensione non corretta), la funzione di costruzione non viene eseguita e il filtro non viene creato in modo corretto. Se l'oggetto filtro viene utilizzato come voce di un array dei filtri di un clip filmato, esso viene ignorato.

    Suggerimento: quando utilizzate un filtro di sfocatura, l'uso di valori per blurX e blurY che sono proprietà alla potenza di 2 (come 2, 4, 8, 16 e 32) consente un'elaborazione più rapida e migliora le prestazioni del 20-30%.

Caching bitmap e prestazioni dei file SWF

La memorizzazione delle bitmap nella cache (caching) consente di ottimizzare le prestazioni dei clip filmato non variabili nelle applicazioni. Quando impostate la proprietà MovieClip.cacheAsBitmap o Button.cacheAsBitmap su true, Flash Player memorizza nella cache una rappresentazione bitmap interna del clip filmato o dell'istanza del pulsante. In questo modo, potete migliorare le prestazioni per i clip filmato con contenuto vettoriale complesso. Tutti i dati vettoriali di un clip filmato che ha una bitmap memorizzata nella cache vengono disegnati sulla bitmap anziché sullo stage principale.

Nota:

la bitmap viene copiata sullo stage principale sotto forma di pixel non allungati né ruotati, agganciati ai limiti di pixel più vicini. I pixel vengono mappati 1 a 1 con l'oggetto principale. Se i limiti della bitmap cambiano, questa viene ricreata anziché essere allungata.

Per informazioni dettagliate sulla memorizzazione in cache di istanze di pulsanti o clip filmato, consultate i seguenti argomenti:

  • Informazioni sulla memorizzazione nella cache e sullo scorrimento dei clip filmato in ActionScript in Apprendimento di ActionScript 2.0

  • Memorizzazione nella cache di un clip filmato in Apprendimento di ActionScript 2.0

    Utilizzate la proprietà cacheAsBitmap con i clip filmato che includono soprattutto contenuto statico e non vengono modificati in scala o ruotati frequentemente. Con questo tipo di clip filmato, la proprietà cacheAsBitmap può consentire miglioramenti delle prestazioni in caso di conversione di un clip filmato (quando viene modificata la posizione di x e y).

    L'attivazione della funzione di memorizzazione nella cache di un clip filmato consente di creare una superficie, il che presenta diversi vantaggi, fra cui quello di consentire il rendering più rapido delle animazioni vettoriali complesse. Vi sono tuttavia situazioni in cui questa funzione non solo non migliora le prestazioni, ma può anzi peggiorarle.

    Le prestazioni generali dei dati memorizzati nella cache dipendono dalla complessità dei dati vettoriali delle istanze, dalla quantità di dati modificati e dal fatto che sia stata impostata o meno la proprietà opaqueBackground. Se modificate delle aree piccole, la differenza tra l'uso di una superficie e l'uso dei dati vettoriali potrebbe essere trascurabile. Prima di distribuire l'applicazione, provate ad applicare entrambi gli scenari al vostro lavoro.

Quando utilizzare la memorizzazione delle bitmap nella cache

Di seguito sono descritti alcuni scenari tipici in cui l'attivazione della memorizzazione delle bitmap nella cache può comportare notevoli vantaggi grazie all'ottimizzazione della grafica vettoriale.

Immagine di sfondo complessa

Un'applicazione contenente un'immagine di sfondo complessa e dettagliata composta da dati vettoriali. Per migliorare le prestazioni, selezionate il contenuto, memorizzatelo in un clip filmato e impostate la proprietà opaqueBackground su true. Viene eseguito il rendering dello sfondo come bitmap, così che possa essere ridisegnato velocemente; in questo modo l'animazione viene riprodotta più rapidamente.

Campo di testo a scorrimento

Un'applicazione che visualizza una grande quantità di testo in un campo di testo a scorrimento. Inserite il campo di testo in un clip filmato impostato come scorrevole con contorni a scorrimento (la proprietà scrollRect). In questo modo si attiva lo scorrimento veloce dei pixel per l'istanza specificata. Quando un utente esegue lo scorrimento dell'istanza di clip filmato, i pixel già visualizzati vengono spostati verso l'alto e generano l'area che viene mostrata invece di rigenerare l'intero campo di testo.

Sistema a finestre

Un'applicazione con un complesso sistema di finestre che si sovrappongono. Ciascuna finestra può essere aperta o chiusa (per esempio, le finestre dei browser Web). Se contrassegnate ciascuna finestra come superficie (impostate la proprietà cacheAsBitmap su true), ogni finestra viene isolata e memorizzata nella cache. Gli utenti possono trascinare le finestre in modo che si sovrappongano e che non sia necessario rigenerare il contenuto vettoriale di ciascuna finestra.

Quando evitare di utilizzare la memorizzazione delle bitmap nella cache

L'uso scorretto di questa funzione può incidere in modo negativo sul file SWF. Quando sviluppate un file FLA che usa le superfici, ricordate queste linee guida:

  • Non usate in modo eccessivo le superfici (clip filmato con memorizzazione nella cache abilitata). Ogni superficie usa più memoria di un normale clip filmato; pertanto, abilitate le superfici solo quando desiderate migliorare le prestazioni del rendering.

  • Una bitmap memorizzata nella cache può utilizzare molta più memoria di una normale istanza di clip filmato. Per esempio, se il clip filmato sullo stage misura 250 pixel per 250 pixel, utilizza 250 KB quando è memorizzato nella cache oppure 1 KB se è un'istanza di clip filmato normale (non memorizzata nella cache).

  • Evitate di ingrandire le superfici memorizzate nella cache. Se abusate della funzione di memorizzazione delle bitmap nella cache, consumerete una grande quantità di memoria (vedete il punto precedente), soprattutto se ingrandite il contenuto.

  • Usate le superfici per le istanze di clip filmato che sono prevalentemente statiche (prive di animazione). Potete trascinare o spostare l'istanza, ma il contenuto della stessa non dovrebbe animarsi né risultare molto modificato. Per esempio, se ruotate o trasformate un'istanza, questa passa da superficie a dati vettoriali, cosa che rende difficile l'elaborazione e influisce negativamente sul file SWF.

  • L'uso combinato di superfici e dati vettoriali aumenta la quantità di elaborazione che Flash Player e, talvolta, il computer, devono eseguire. Raggruppate insieme le superfici; per esempio, quando create applicazioni a finestre.

Operazioni con i componenti in Flash Player

La struttura dei componenti consente di aggiungervi funzionalità, ma può causare un notevole aumento delle dimensioni dei file di un'applicazione. I componenti ereditano le proprietà gli uni dagli altri. L'aggiunta di un componente causa un aumento delle dimensioni del documento Animate, ma la successiva aggiunta di altri componenti potrebbe non incrementarle ulteriormente. Le dimensioni del file aumentano parallelamente all'aggiunta di componenti allo stage, tuttavia a un certo punto l'aumento di dimensioni potrebbe cessare o essere estremamente ridotto, perché i componenti condividono le classi e non ne caricano quindi nuove copie.

Se utilizzate più componenti che non condividono la stessa struttura, le dimensioni del file SWF potrebbero aumentare in modo considerevole. Aggiungendo il componente XMLConnector, ad esempio, le dimensioni del file SWF aumentano di 17 KB, mentre ogni componente TextInput aggiunge 24 KB al documento. Se aggiungete il componente ComboBox, le dimensioni del documento aumenteranno di 28 KB, perché questo componente non fa parte di alcuna delle strutture di componenti precedenti. Il componente XMLConnector utilizza l'associazione dei dati e pertanto con le classi vengono aggiunti 6 KB al file SWF. Le dimensioni di un documento in cui vengono inseriti tutti questi componenti aumenteranno di 77 KB. Prima di aggiungere un nuovo componente al documento, analizzate attentamente il file SWF.

I componenti devono essere presenti nella libreria del file SWF principale. Un'applicazione, ad esempio, deve disporre di una copia dei componenti utilizzati nella propria libreria, anche se tali componenti sono richiesti solo da file SWF secondari caricati in fase di runtime. Questo requisito causa un leggero aumento del tempo di scaricamento del file SWF principale ma, se non viene rispettato, i componenti potrebbero non funzionare correttamente. La libreria principale, tuttavia, non viene ereditata o condivisa nei file SWF caricati nel file principale. Ogni file SWF secondario deve essere scaricato nell'applicazione con la propria copia degli stessi componenti.

Per pubblicare un file SWF che sia compatibile con le versioni precedenti del programma, dovete conoscere i componenti utilizzabili. Nella seguente tabella vengono fornite informazioni sulla disponibilità dei componenti nelle diverse versioni di Flash Player:

Componenti

Flash Player 6 (6.0.65.0) e versioni precedenti

Flash Player 6 (6.0.65.0)

Flash Player 7 e 8

Flash Player 9

ActionScript 3.0

Non supportati

Non supportati

Non supportati

Supportati

ActionScript 2.0

Supportati

Supportati

Supportati

Supportati

Componenti UI V2

Non supportati

Supportati

Supportati

Supportati

Componenti Media

Non supportati

Non supportati

Supportati

Supportati

Componenti per dati

Non supportati

Non supportati

Supportati

Supportati

Affinché i componenti UI V2 funzionino correttamente, deselezionate l'opzione Ottimizza per Flash Player 6 r65 in Impostazioni pubblicazione.

Ottimizzazione degli stili dei componenti e delle prestazioni

Quando utilizzate ActionScript 2.0, la chiamata setStyle è una di quelle che richiedono più risorse del processore. L'esecuzione della chiamata setStyle è efficiente, ma richiede una quantità elevata di risorse del processore a causa del modo in cui viene implementata. La chiamata setStyle non è sempre necessaria in tutte le applicazioni. Se viene utilizzata, valutarne l'impatto sulle prestazioni.

Per migliorare le prestazioni, potete modificare gli stili prima che vengano caricati, calcolati e applicati agli oggetti del file SWF. Se gli stili vengono modificati prima di essere caricati e calcolati, non occorre chiamare setStyle.

Per migliorare le prestazioni quando si usano gli stili, impostate le proprietà di ogni oggetto al momento di crearne l'istanza. Quando le istanze vengono associate in modo dinamico allo stage, impostate le proprietà in initObj nella chiamata eseguita su createClassObject(), come illustrato nel codice ActionScript riportato di seguito:

createClassObject(ComponentClass, "myInstance", 0, {styleName:"myStyle", color:0x99CCFF});

Per le istanze inserite direttamente sullo stage, potete utilizzare onClipEvent() per ogni istanza oppure sottoclassi (operazione consigliata). Per informazioni sulle sottoclassi, consultate la sezione Informazioni sulla creazione di una sottoclasse in Apprendimento di ActionScript 2.0.

Se desiderate modificare lo stile dei componenti, per migliorare l'efficienza dell'applicazione utilizzate il componente Loader. Per implementare stili differenti in componenti diversi, inserite ogni componente in un file SWF distinto. Se modificate gli stili nel componente Loader e ricaricate il file SWF, i componenti nel file SWF vengono ricreati. Alla ricreazione del componente la cache degli stili viene svuotata e lo stile del componente viene reimpostato, quindi viene fatto nuovamente riferimento ad esso.

Nota:

per applicare un solo stile a tutte le istanze di un componente nel file SWF, modificate lo stile a livello globale tramite _global.styles.ComponentName.

Uso di librerie condivise in fase di runtime

In alcuni casi, per ridurre il tempo di scaricamento potete utilizzare librerie condivise in fase di runtime. Queste librerie sono in genere necessarie per applicazioni di grandi dimensioni o nel caso in cui diverse applicazioni presenti in uno stesso sito utilizzino gli stessi componenti o simboli. Se le risorse comuni dei file SWF sono esterne, le classi non vengono scaricate più volte. Il tempo di scaricamento del primo file SWF che utilizza una libreria condivisa è maggiore perché vengono scaricati sia il file SWF che la libreria. La libreria viene però memorizzata nella cache del computer dell'utente e quindi utilizzata da tutti i successivi file SWF. Questo processo può migliorare sensibilmente il tempo di scaricamento nel caso di alcune applicazioni di grandi dimensioni.

Visualizzazione di caratteri speciali

La tabella codici utilizzata dal sistema operativo di un computer dipende dal Paese, ad esempio un computer in Giappone utilizzerà una tabella codici diversa rispetto a un computer in Italia. Flash Player 5 e le versioni precedenti si basano sulla tabella codici per la visualizzazione del testo. Flash Player 6 e le versioni successive utilizzano invece Unicode, un metodo più affidabile e standard per visualizzare il testo. Si tratta infatti di un set di caratteri universale che contiene caratteri di tutte le lingue. Le applicazioni più recenti utilizzano Unicode.

Potete utilizzare le sequenze di escape Unicode per visualizzare i caratteri speciali in Flash Player 6 e versioni successive, ma non tutti i caratteri vengono visualizzati correttamente se non caricate testo con codifica UTF‑8 o UTF‑16 (Unicode) oppure se non utilizzate una sequenza di escape Unicode per visualizzare il carattere speciale. Per un set di tabelle di codici Unicode, fate riferimento al sito Web di Unicode all'indirizzo www.unicode.org. Per un elenco di sequenze di escape comuni, vedete la tabella che segue nella presente sezione.

Un'applicazione non Unicode utilizza la tabella codici del sistema operativo per eseguire il rendering dei caratteri in una pagina. In questo caso, i caratteri visualizzati sono specificati dalla tabella codici e quindi saranno corretti solo se la tabella codici del sistema operativo dell'utente corrisponde a quella dell'applicazione. La tabella codici utilizzata per creare il file SWF deve quindi corrispondere a quella presente sul computer dell'utente finale. L'uso di tabelle codici non è consigliato per applicazioni che potrebbero essere utilizzate da utenti di altri Paesi. In questo caso prediligete Unicode.

Se nel codice viene utilizzato System.useCodepage, il file SWF utilizzerà la tabella codici del sistema anziché Unicode.

Utilizzate questo processo solo quando caricate testo con codifica diversa da Unicode da una posizione esterna e quando il testo è codificato con la stessa tabella codici presente sul computer dell'utente. Se si verificano entrambe le condizioni, il testo viene visualizzato correttamente. Se nessuna delle due condizioni è presente, utilizzate Unicode e una sequenza di escape Unicode per formattare il testo, aggiungendo il codice ActionScript 2.0 riportato di seguito al fotogramma 1 della linea temporale:

this.createTextField("myText_txt", 99, 10, 10, 200, 25); 
myText_txt.text = "this is my text, \u00A9 2004";

Questo codice ActionScript crea un campo di testo e vi inserisce un testo che comprende il simbolo di copyright (©).

Potete impostare un file SWF affinché utilizzi la tabella codici del sistema operativo tramite la proprietà useCodepage. Quando Animate esporta un file SWF, per impostazione predefinita viene esportato testo Unicode e System.useCodepage viene impostata su false. Potrebbero verificarsi problemi di visualizzazione di testo speciale o di testo su sistemi di Paesi diversi. In questo caso l'uso della tabella codici potrebbe sembrare la soluzione corretta. L'uso di System.useCodePage dovrà invece sempre essere limitato a situazioni di effettiva necessità.

Per utilizzare la tabella codici del sistema, inserite la seguente riga di codice ActionScript 2.0 nel fotogramma 1 della linea temporale:

System.useCodepage = true;
<< need an AS3 example here as well. See
dev/qa. >>

Nota:

un carattere speciale può apparire solo se è presente nel font utilizzato sul computer dell'utente. In caso di dubbio, incorporare il carattere o il font nel file SWF.

La tabella riportata di seguito contiene alcune sequenze di escape Unicode comuni.

Descrizione carattere

Sequenza di escape Unicode

trattino lungo ()

\u2014

simbolo di marchio registrato (®)

\u00AE

simbolo di copyright (©)

\u00A9

simbolo di marchio (™)

\u2122

simbolo dell’euro ()

\u20AC

barra rovesciata (\)

\u005C

barra (/)

\u002F

parentesi graffa aperta ({)

\u007B

parentesi graffa chiusa (})

\u007D

maggiore di (<)

\u003C

minore di (>)

\u003E

asterisco (*)

\u002A

Provare le prestazioni di scaricamento di un documento

Flash Player tenta di riprodurre i fotogrammi alla velocità impostata che, tuttavia, può variare a seconda delle prestazioni del computer. Se, mentre scaricate un documento, arrivate a un fotogramma per il quale non sono ancora stati scaricati i dati, il documento si interrompe temporaneamente fino all'arrivo dei dati richiesti.

Il Profilo ampiezza banda consente di vedere una rappresentazione grafica delle prestazioni di scaricamento e indica quanti dati vengono inviati per ciascun fotogramma in base alla velocità di trasmissione impostata.

Nota: (solo per Animate CC) il Profilo ampiezza di banda è non disponibile con Animate CC. Potete scegliere di utilizzare al suo posto Adobe Scout con Animate. Per ulteriori informazioni, consultate Uso di Adobe Scout con Animate.

Nella simulazione della velocità di scaricamento, Animate si basa sulle prestazioni standard di Internet e non sulla velocità effettiva del modem. Ad esempio, per simulare la velocità di un modem da 28,8 Kbps, Animate imposta la velocità effettiva su 2,3 Kbps, adeguandosi alle prestazioni standard di Internet. Anche il profilo viene adattato per compensare il supporto di compressione aggiunto per i file SWF, che riduce le dimensioni dei file e migliora le prestazioni dello streaming.

Quando si esegue lo streaming dei file SWF esterni e dei file GIF e XML e le variabili passano al lettore tramite una chiamata ActionScript, quali loadMovie e getUrl, la velocità di trasferimento dei dati corrisponde alla velocità di streaming impostata. La velocità di streaming del file SWF principale si riduce in base alla riduzione della larghezza di banda prodotta dalle ulteriori richieste di dati. Provate il documento a tutte le velocità e su qualsiasi computer intendete supportare, in modo da evitare che il documento possa sovraccaricare computer e connessioni meno veloci.

Potete inoltre generare un rapporto per individuare i fotogrammi che rallentano la riproduzione e alleggerirli eliminando una parte del contenuto.

Per modificare le impostazioni del file SWF creato in Prova filmato e Prova scena, scegliete File > Impostazioni pubblicazione.

Provare le prestazioni di scaricamento

  1. Effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Selezionate Controllo > Prova scena oppure Controllo > Prova.

      Se provate una scena o un documento, Animate pubblica la selezione corrente come file SWF utilizzando le impostazioni nella finestra di dialogo Impostazioni pubblicazione. Il file SWF viene aperto in una nuova finestra e la riproduzione inizia immediatamente.

    • Selezionate File > Apri, quindi selezionate un file SWF.

  2. Selezionate Visualizza > Impostazioni di scaricamento, quindi selezionate una velocità di scaricamento per determinare la velocità di streaming simulata da Animate. Per immettere un'impostazione personalizzata, selezionate Personalizza.

  3. Quando visualizzate il file SWF, selezionate Visualizza > Profilo ampiezza banda per visualizzare il grafico delle prestazioni di scaricamento.

    La parte sinistra del profilo visualizza informazioni sul documento, sulle sue impostazioni, sul suo stato e sui flussi, se presenti.

    La sezione destra del profilo mostra l'intestazione e il grafico della linea temporale. Nel grafico, ogni barra rappresenta un singolo fotogramma del documento. Le dimensioni della barra corrispondono a quelle del fotogramma in byte. La linea rossa sotto l'intestazione della linea temporale indica se lo streaming di un determinato fotogramma viene eseguito in tempo reale alla velocità di trasmissione corrente impostata nel menu Controllo. Se una barra oltrepassa la linea rossa, il documento deve attendere il caricamento del fotogramma.

    Nota: (solo per Animate CC) il Profilo ampiezza di banda è non disponibile con Animate CC. Potete scegliere di utilizzare al suo posto Adobe Scout con Animate. Per ulteriori informazioni, consultate Uso di Adobe Scout con Animate.

     

  4. Selezionate Visualizza > Simula scaricamento per attivare o disattivare lo streaming.

    Disattivandolo, si avvia la riproduzione del documento senza simulare la connessione Web.

    Nota: (solo per Animate CC) l'opzione Simula scaricamento non è disponibile con Animate CC.

     

  5. Fate clic su una barra del grafico per visualizzare le impostazioni del fotogramma corrispondente nella finestra a sinistra e interrompere il documento.
  6. Se necessario, regolate la visualizzazione del grafico mediante una delle seguenti operazioni:
    • Selezionate Visualizza > Grafico in streaming per visualizzare i fotogrammi di pausa.

      Questa visualizzazione predefinita mostra blocchi in grigio chiaro e scuro alternati che rappresentano ciascun fotogramma. Il lato di ciascun blocco indica le relative dimensioni in byte. In genere il primo fotogramma memorizza il contenuto di un simbolo e per questo motivo è spesso di dimensioni maggiori rispetto ad altri fotogrammi.

    • Scegliete Visualizza > Grafico fotogramma per fotogramma per visualizzare le dimensioni di ogni fotogramma.

      Questa visualizzazione mostra i fotogrammi che causano ritardi di streaming. Quando il blocco di un fotogramma oltrepassa la linea rossa nel grafico, Flash Player interrompe la riproduzione fino a quando non viene scaricato l'intero fotogramma.

  7. Chiudete la finestra di prova per tornare all'ambiente di creazione.

    Dopo che avete impostato un ambiente di prova mediante il profilo dell'ampiezza di banda, potete aprire qualsiasi file SWF direttamente nell'ambiente di test. Il file viene aperto in una finestra di Flash Player con il profilo dell'ampiezza di banda e le altre opzioni di visualizzazione selezionate.

    Nota: (solo per Animate CC) il Profilo ampiezza di banda è non disponibile con Animate CC. Potete scegliere di utilizzare al suo posto Adobe Scout con Animate. Per ulteriori informazioni, consultate Uso di Adobe Scout con Animate.

     

Generare un rapporto finale

  1. Selezionate File > Impostazioni pubblicazione e fate clic sulla scheda Animate.

  2. Selezionate Genera rapporto dimensioni.
  3. Fate clic su Pubblica.

    Animate genera un file di testo con estensione .txt. (Se il file del documento è myMovie.fla, il file di testo si chiama myMovie Report.txt.) Il rapporto indica le dimensioni di ciascun fotogramma, la forma, il testo, l'audio, il video e lo script ActionScript per fotogramma.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online