Utilizzare colori da grafica importata

In InDesign potete campionare e ridefinire i colori della grafica importata nel documento in diversi modi. I colori tinta piatta dei file PDF e EPS importati e i canali tinta piatta dei file Adobe Photoshop (PSD) e TIFF appaiono come colori tinta piatta nel pannello Campioni. Potete applicare questi colori agli oggetti del documento o convertirli in colori quadricromia, ma non potete ridefinire i valori del colore o eliminare i campioni importati. Se eliminate la grafica importata, i colori rimangono ma sono convertiti in colori nativi di InDesign, che potrete modificare o eliminare.

Utilizzare lo strumento contagocce per campionare i colori

Con lo strumento contagocce potete aggiungere al documento colori provenienti da grafica importata o applicarli a oggetti contenuti nel documento. Ciò è utile per usare nel layout gli stessi colori presenti nelle immagini.

Per ottenere risultati ottimali nella stampa in selezione colori, assicuratevi che i nomi, i tipi (quali tinta piatta e quadricromia) e i modelli (quali RGB e CMYK) dei colori campionati in InDesign siano compatibili con le definizioni dei colori delle immagini importate. Consultate il service di prestampa per consigli sulle impostazioni ottimali.

Utilizzare canali tinta piatta in un file Adobe Photoshop (PSD)

Quando importate un file nativo Photoshop (PSD) o TIFF in InDesign, tutti i canali tinta piatta del file appaiono nel pannello Campioni come inchiostri tinta piatta. Potete selezionare e applicare questi campioni ad altri oggetti del documento; tuttavia, per eliminarli, dovrete prima eliminare il file importato.

Per impostazione predefinita, se importate un file contenente un canale tinta piatta con lo stesso nome di una tinta piatta già presente nel documento, ma con valori diversi, verranno usati i valori del colore già presente nel documento. Tuttavia, potete sostituire i valori del colore nel vostro documento con i valori del documento importato. Operazione

  1. Aprite la finestra di dialogo Preferenze (Modifica > Preferenze > Generali).
  2. Nella sezione Generali, selezionate la seguente opzione:
    Consenti al colore tinta piatta caricato di sostituire il campione esistente con lo stesso nome
  3. Fate clic su OK.

Ora, se importate dei file con un canale tinta piatta di colore con lo stesso nome di un colore tinta piatta già presente nel documento, verrà visualizzato il seguente avvertimento:

Avvertimento

Utilizzare colori di file EPS o PDF

Quando importate un file PDF, un elemento grafico EPS o un file di Adobe Illustrator (.AI), i nomi delle tinte piatte usate nella grafica vengono aggiunti al pannello Campioni nel documento; le tinte piatte possono così essere applicate ad altri elementi del documento, mentre l’elenco delle tinte piatte importate vi ricorda che la loro presenza può fare aumentare i costi di stampa.

Se importate un file grafico contenente un colore tinta piatta con lo stesso nome di un colore tinta piatta già presente nel documento ma con valori diversi, verranno usati i valori del colore già presente nel documento.

Convertire un colore tinta piatta importato in colore quadricromia

Quando importate un elemento grafico EPS, PSD, TIFF o PDF con un colore tinta piatta (o un canale tinta piatta), il nome e la definizione del colore tinta piatta vengono aggiunti al pannello Campioni. Questo può essere poi convertito in un campione colore quadricromia. Ciò consente di adattare i colori, inclusi quelli della grafica importata, a specifiche esigenze di output.

  1. Nel pannello Campioni, fate doppio clic sul campione da modificare.
  2. Nella finestra di dialogo Opzioni campione, scegliete Quadricromia dal menu Tipo colore.

Nota:

il tipo di colore viene modificato solo nel documento InDesign. Per modificare in modo permanente il tipo dei colori di un elemento grafico, dovete aprire l’elemento grafico nel programma in cui è stato creato e modificarlo da tale programma.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online