Creazione di file PostScript o EPS

In alternativa alla stampa di un documento su stampante, potete salvare una descrizione PostScript del documento come file .PS stampabile su stampanti remote, ad esempio da un service di prestampa. Un service di stampa può inviare un file .PS direttamente alla fotounità. Le dimensioni di un file PostScript superano in genere quelle del documento InDesign, in quanto i font e la grafica sono incorporati.

Potete inoltre esportare pagine singole o affiancate in un file EPS (Encapsulated PostScript) da inserire in altre applicazioni.

Scelta del metodo di creazione del file PostScript

Potete salvare il documento o il libro InDesign come file PostScript indipendente dalla periferica, dipendente dalla periferica o dipendente dalla periferica e dal driver.

Le tabelle seguenti elencano i driver di stampa e i metodi di output consigliati per ottenere risultati ottimali con InDesign e le applicazioni di post-elaborazione. Se prima di essere stampato da un RIP il documento verrà elaborato da un server OPI o da un’applicazione di imposizione, abbondanza o altra applicazione di prestampa, scegliete File PostScript® dal menu Stampante della finestra Stampa di InDesign. In tal modo InDesign controllerà integralmente l’output DSC. Per la stampa desktop, usate qualsiasi driver di stampa PostScript supportato.

Le tabelle indicano con asterischi la relativa idoneità di ogni metodo per le operazioni di prestampa:

***

Il file PostScript è completamente conforme con DSC e perfettamente idoneo all’uso con una vasta gamma di applicazioni di post-elaborazione, RIP e flussi di lavoro. Questo metodo rappresenta la scelta migliore sotto tutti gli aspetti per le applicazioni basate su DSC.

**

Il file PostScript è in gran parte conforme con DSC e generalmente adatto all’uso con una vasta gamma di applicazioni di post-elaborazione, RIP e flussi di lavoro. Potrebbero esistere problemi di compatibilità per determinati tipi di applicazioni basate su DSC.

Selezione stampante: File PostScript®

Sistema operativo

PPD

Idoneità per prestampa

Tutte le piattaforme

Indipendente dalla periferica

***

Dipendente dalla periferica

***

Quando la stampante selezionata è “File PostScript®” non viene usato un driver di stampa.

Selezione stampante:

Sistema operativo

Driver di stampa

Idoneità per prestampa

Mac OS 10.2

Driver PS incorporato per Mac OS X

**

Windows 2000/XP

Pscript 5

**

Il PPD usato dalla stampante selezionata compare nella casella PPD nella parte superiore della finestra di dialogo Stampa.

I file PostScript dipendenti dalla periferica e dal driver

Selezionate una stampante e un driver supportato nel menu Stampante. Un file PostScript dipendente dalla periferica e dal driver ha le seguenti caratteristiche:

  • È dipendente dal driver. Il file PostScript conterrà codice generato sia da InDesign che dal driver. Il codice InDesign gestisce il contenuto della pagina, incluso lo scaricamento dei font e le informazioni di base sulla periferica, quali dimensioni del supporto, risoluzione e retinatura. Il driver imposta funzioni speciali, quali le filigrane, e gestisce o controlla le funzioni della periferica. Poiché InDesign non controlla completamente la creazione del file PostScript, il livello di conformità con DSC è inferiore a quello fornito dai file PostScript indipendenti dal driver. Il livello di conformità con DSC (e quindi se il file PostScript è adatto o meno a operazioni di prestampa) dipende dal driver di periferica utilizzato.

  • È dipendente dalla periferica. Contiene il codice per l’attivazione e il controllo di funzioni specifiche della periferica di destinazione, per cui è meno compatibile con altre periferiche.

  • Può essere composito o in selezione colori (dispone di tutti i metodi di output colore supportati da InDesign).

  • L’abbondanza può essere applicata in InDesign (con Incorporato nell’applicazione o In-RIP Adobe).

  • Può essere stampato direttamente sulla periferica o su file.

Questo tipo di file è il più adatto per la produzione di prove colore (da parte del grafico) con stampanti PostScript desktop e può essere utilizzato da service di stampa che non prevedono attività di prestampa esterne a InDesign o al sistema RIP. In altri termini, se l’abbondanza viene eseguita, ha luogo in InDesign o nel RIP.

Creare un file PostScript indipendente dalla periferica

Nel menu Stampante scegliete File PostScript, quindi scegliete Indipendente dalla periferica nel menu PPD. Un file PostScript indipendente dalla periferica ha le seguenti caratteristiche:

  • È conforme con DSC al 100% e quindi ideale per post-elaborazioni quali l’applicazione dell’abbondanza e l’imposizione.

  • Non è dipendente da alcun driver o periferica, per cui è stampabile con la maggior parte delle periferiche. Alcune funzioni speciali dei file PPD quali l’esposizione immagine, le dimensioni supporto e le frequenze di retino ottimizzate, non sono disponibili per l’output indipendente da periferica.

  • Il colore di output è sempre CMYK composito, ma include anche eventuali colori tinta piatta. Di conseguenza, dovrà essere stampato in selezione dal software di post-elaborazione oppure nel RIP tramite la selezione colori in-RIP.

  • L’abbondanza dovrà essere applicata dal RIP o dal software di post-elaborazione, e non da InDesign.

  • Da InDesign può essere stampato solo su file (e non direttamente su una periferica o applicazione).

    È ideale per flussi di lavoro di prestampa compositi, dove abbondanza e selezioni vengono eseguite in fasi successive, ad esempio durante la fase di imposizione applicazione dell’abbondanza, oppure nel RIP, se la periferica di output supporta la stampa in selezione in-RIP.

  1. Scegliete File > Stampa.
  2. Nella finestra Stampa, per Stampante scegliete File PostScript.
  3. Per PPD, scegliete Indipendente dalla periferica.
  4. Visualizzate o modificate le impostazioni esistenti. InDesign crea il file PostScript con l’intervallo di pagine corrente.
  5. Fate clic su Save (Salva).
  6. Specificate nome e posizione, quindi fate clic su Salva.

Creare da InDesign un file PostScript dipendente dalla periferica

Selezionate File PostScript nel menu Stampante, quindi selezionate un PPD. Un file PostScript dipendente dalla periferica ha le seguenti caratteristiche:

  • È conforme con DSC al 100% e quindi ideale per post-elaborazioni quali l’applicazione dell’abbondanza e l’imposizione.

  • Contiene descrizioni di tutti gli elementi del documento, inclusi dati sui file collegati, retinature ottimizzate, risoluzione e dimensioni supporto adattate alla periferica di output selezionata.

  • È del tutto indipendente dai driver.

  • Può essere composito o in selezione. Dispone di tutti i metodi di output colore supportati da InDesign (la stampa in selezione In-RIP è disponibili se supportata dal PPD e dalla periferica di output).

  • L’abbondanza può essere applicata in InDesign (con Incorporato nell’applicazione o In-RIP Adobe).

  • Da InDesign può essere stampato solo su file (e non direttamente su una periferica o applicazione).

È ideale per flussi di lavoro con pre-selezione colori o con gestione dell’abbondanza, in cui l’abbondanza viene eseguita con le funzioni di InDesign per l’abbondanza automatica o In-RIP.

  1. Scegliete File > Stampa.
  2. Nella finestra Stampa, per Stampante scegliete File PostScript.
  3. Scegliete il PPD per la periferica di output finale.
  4. Visualizzate o modificate le impostazioni esistenti. InDesign crea il file PostScript con l’intervallo di pagine corrente.
  5. Fate clic su Save (Salva).
  6. Specificate nome e posizione, quindi fate clic su Salva.

Creare un file PostScript usando un driver di stampa PostScript (Windows)

  1. Scegliete File > Stampa.
  2. Nella parte inferiore della finestra Stampa di InDesign fate clic su Imposta.
  3. Nella finestra del driver di stampa, selezionate Stampa su file.
  4. Fate clic sulla scheda Layout, quindi sul pulsante Avanzate.
  5. Fate clic su Opzioni documento e su Opzioni PostScript, quindi scegliete Ottimizza per portabilità nel menu Opzioni output PostScript. Fate clic su OK.
  6. Fate clic su OK o Stampa per tornare alla finestra Stampa di InDesign.
  7. Nella finestra Stampa di InDesign fate clic su Stampa.
  8. Specificate nome e posizione, quindi fate clic su Salva.

Creare un file PostScript usando un driver di stampa PostScript (Mac OS)

  1. Scegliete File > Stampa.
  2. Nella finestra di dialogo Stampa, scegliete File PostScript nel menu Stampante e fate clic su Salva.
  3. Nella finestra di dialogo Salva file PostScript, specificate un nome e la posizione del file PostScript (.ps), quindi fate clic su Salva.

Esportare le pagine in formato EPS

Il comando Esporta consente di esportare in formato EPS le pagine di InDesign, da importare poi in un altro programma. Se esportate più pagine, ognuna verrà esportata come file distinto con il nome del file seguito da un numero. Ad esempio, se esportate le pagine 3, 6 e 12 e specificate il nome file Info.eps, verranno creati tre file: Info_3.eps, Info_6.eps e Info_12.eps.

Nota:

Per poter aprire le pagine di InDesign in Illustrator o in Photoshop, occorre esportare le pagine come file PDF o EPS.

  1. Scegliete File > Esporta.
  2. Specificate la posizione e il nome file desiderati. Ricordate di aggiungere l’estensione .EPS.
  3. In Salva come (Windows) o Formato (Mac OS), scegliete EPS e fate clic su Salva.
  4. Nella finestra Esporta EPS, sotto Pagine, effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Per esportare tutte le pagine del documento, selezionate Tutte le pagine.

    • Selezionate Intervalli e specificate un intervallo di pagine. Usate un trattino per specificare un intervallo e usate le virgole per separare intervalli e pagine tra loro.

    • Per esportare delle pagine affiancate come un unico file EPS (un set di pagine affiancate per ogni EPS), selezionate Pagine affiancate.

  5. Impostate altre opzioni
  6. Nella sezione Pagina al vivo, digitate un valore compreso tra 0p0 e 36p0 per specificare lo spazio di stampa aggiuntivo per gli elementi che smarginano oltre il bordo della pagina o l’area di rifilatura.
  7. Fate clic su Esporta.

Opzioni di esportazione EPS

Quando esportate in formato EPS, potete specificare le seguenti opzioni:

PostScript®

Specifica il livello di compatibilità con gli interpreti di periferiche di output PostScript. Level 2 spesso migliora la velocità e qualità di stampa della grafica stampata solo con periferiche di output PostScript Level 2 o superiore. Level 3 assicura la massima velocità e qualità di stampa, ma richiede una periferica PostScript 3.

Colore

Specifica le modalità di rappresentazione del colore nel file esportato. Le opzioni descritte di seguito sono simili alle impostazioni del colore nella finestra Stampa.

Non modificare

Mantiene invariato lo spazio cromatico originale di ogni immagine. Se ad esempio il documento contiene tre immagini RGB e quattro immagini CMYK, il file EPS risultante conterrà le stesse immagini RGB e CMYK.

CMYK

Crea un file pronto per la stampa in selezione, rappresentando tutti i valori di colore nella gamma di inchiostri quadricromia cyan, magenta, giallo e nero.

Grigio

Converte tutti i valori di colore in immagini in bianco e nero di alta qualità. I livelli (tonalità) di grigio degli oggetti convertiti rappresentano la luminosità degli oggetti originali.

RGB

Rappresenta tutti i valori di colore usando lo spazio cromatico rosso, verde e blu. Un file EPS con definizioni del colore RGB è più indicato per la visualizzazione su schermo.

Gestione colore PostScript®

Usa i dati cromatici del documento in una versione calibrata dello spazio colore originale.

Anteprima

Determinano le caratteristiche dell’immagine di anteprima che viene salvata nel file. L’anteprima viene visualizzata nelle applicazioni che non sono in grado di visualizzare direttamente la grafica EPS. Se non desiderate creare un’immagine di anteprima, scegliete Nessuno dal menu dei formati.

Incorpora font

Specifica le modalità di inserimento dei font usati nelle pagine esportate.

Nessuno

Include un riferimento al font nel file PostScript, che indica al RIP o al sistema di post-elaborazione dove includere il font.

Completo

Scarica tutti i font necessari per il documento all’inizio della stampa. Tutti i glifi e i caratteri dei font sono scaricati anche se non vengono visualizzati nel documento. I font che contengono più del numero massimo di glifi (caratteri) specificato nella finestra Preferenze vengono invece scaricati come sottoinsiemi (solo i caratteri effettivamente usati nel documento).

Sottoinsieme

Scarica solo i caratteri (glifi) usati nel documento.

Formato dati

Specifica la modalità di invio dei dati dal computer alla stampante: in formato ASCII o codice binario

Immagini

Specifica la quantità di dati delle immagini bitmap importate da inserire nel file esportato.

Tutti

Include nel file esportato tutti i dati delle immagini ad alta risoluzione disponibili e richiede maggior quantità di spazio su disco. Scegliete questa opzione se il file verrà stampato ad alta risoluzione.

Proxy

Include nel file esportato solo versioni a risoluzione schermo (72 dpi) delle immagini bitmap importate. Scegliete questa opzione insieme all’opzione Sostituzione immagini OPI o se il file PDF risultante verrà solo visualizzato su schermo.

Sostituzione immagini OPI

Sostituisce le immagini EPS segnaposto a bassa risoluzione con immagini ad alta risoluzione al momento dell’output.

Ometti per OPI

Omette selettivamente la grafica importata per l’invio di dati immagine a una stampante o a un file, lasciando solo i collegamenti OPI (commenti) gestibili da un server OPI.

Modulo converti trasparenza

Selezionate un predefinito di conversione trasparenza nel menu Predefinito per specificare in che modo devono essere trattati gli oggetti trasparenti nel file esportato. Questa opzione è identica all’opzione Modulo converti trasparenza che si trova nella sezione Avanzate della finestra Stampa.

Gestione inchiostri

Consente di regolare le opzioni per gli inchiostri senza modificare la struttura del documento.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online