Usando il pannello Variabili in Illustrator, potete creare senza difficoltà più variazioni del vostro disegno unendo un file sorgente dati (file CSV o XML) a un documento Illustrator. Ad esempio, invece di modificare manualmente gli oggetti in un modello, potete usare la funzione che consente di unire i dati per produrre rapidamente e con precisione migliaia di variazioni del modello per superfici di output differenti. Analogamente, potete modificare i nomi dei partecipanti sui badge per eventi oppure cambiare le immagini sui banner Web e sulle cartoline senza dover ripristinare il vostro disegno. È sufficiente creare un progetto e poi produrre rapidamente le variazioni importando i nomi o le immagini da una sorgente dati.

variable-panel
Create variazioni personalizzate del modello di progettazione per progetti diversi, quali poster da stampare, banner Web e badge per eventi, utilizzando il pannello Variabili.

Prerequisiti

Tutto ciò di cui avete bisogno per unire i dati è una sorgente dati e un documento di destinazione. 

  • Il file sorgente dati contiene le informazioni che variano in ogni istanza del documento di destinazione, quali i nomi, le fotografie e gli indirizzi dei destinatari di una lettera modulare. Una sorgente dati può avere il formato .csv (delimitato da virgole) o .xml (Extensible Markup Language).
  • Il documento di destinazione è un documento Illustrator che contiene il disegno di base da utilizzare come modello. Questo documento può contenere il segnaposto dei campi dati e gli elementi che rimangono uguali in ogni istanza del documento unito.

Accedere alla funzione che consente di unire i dati

L’unione dei dati è accessibile dal pannello Variabili in Illustrator (Finestra > Variabili). Il tipo e il nome di ogni variabile nel documento sono elencati nel pannello. Se la variabile è associata a un oggetto, la colonna Oggetti visualizza il nome dell’oggetto associato così come appare nel pannello Livelli. Potete ordinare le righe facendo clic sulle voci nella barra dell’intestazione: in base al nome della variabile, al nome dell’oggetto o al tipo di variabile.

Pannello Variabili
Pannello Variabili

A. Set di dati B. Menu del pannello C. Passare da un set di dati all’altro D. Nome dell’oggetto associato E. Nome della variabile F. Tipo di variabile G. Bloccare le variabili H. Creare un oggetto dinamico I. Creare una visibilità dinamica J. Togliere l’associazione alle variabili K. Creare le variabili L. Eliminare le variabili 

Procedura rapida per l’unione dei dati

  1. Create un documento Illustrator da utilizzare come modello.

  2. Impostate il file sorgente dati in formato CSV o XML. Per ulteriori informazioni, consultate Preparare un file sorgente dati.

  3. Importate una sorgente dati in Illustrator utilizzando il pannello Variabili. Per ulteriori informazioni, consultate Importare un file sorgente dati.

  4. Associate una variabile a un oggetto nel modello. Per ulteriori informazioni, consultate Associare le variabili agli oggetti.

  5. Visualizzate un’anteprima del documento con ciascun set di dati prima di esportare tutti i file. Per ulteriori informazioni, consultate Visualizzare l’anteprima del documento con ciascun set di dati.

  6. Esportate un batch di file dai dati utilizzando il pannello Azioni in Illustrator. Per ulteriori informazioni, consultate Esportare i file utilizzando il pannello Azioni.

Preparare un file sorgente dati

I file sorgente dati devono essere salvati in formato .csv (delimitato da virgole) o .xml (Extensible Markup Language).

Impostare i file sorgente CSV

In un file .csv (delimitato da virgole), i record sono separati da segni di paragrafo e i campi da virgole o tabulazioni. Il file sorgente dati può anche includere testo o percorsi che fanno riferimento a immagini presenti sul disco. Prima di importare un file CSV, effettuate le seguenti operazioni per consentire a Illustrator di identificare il tipo di variabile.

  1. Aprite il foglio di calcolo.

  2. Specificate il nome del campo dati nella prima riga del foglio di calcolo. In seguito, effettuate le seguenti operazioni:

    • Prima del nome del campo dati digitate un simbolo chiocciola (@) per inserire il testo o il percorso nei file immagine. Il simbolo @ è necessario solo nella prima riga; quelle successive devono contenere i percorsi delle immagini.
    • Analogamente, all’inizio del nome del campo dati digitate un simbolo “percentuale” (%) per i grafici e un simbolo “cancelletto” (#) per la visibilità.

    Nota:

    • I nomi dei campi dati nel foglio di calcolo non devono contenere spazi vuoti. Ad esempio, potete specificare il campo dati con il nome Nome_azienda invece di Nome azienda.
    • Analogamente, i percorsi che fanno riferimento ai file del grafico non devono contenere spazi vuoti. Ad esempio, il percorso di un file di immagine deve essere C:\Foto\BillTucker e non C:\Foto\Bill Tucker.
    • Tutti i file del grafico collegati dal file sorgente dati devono essere salvati in formato .csv (delimitato da virgole).
    • Se viene visualizzato un messaggio di errore quando digitate il simbolo @ all’inizio del campo, digitate un apostrofo (’) prima del simbolo @ (ad esempio, ’@Foto) per convalidare la funzione. In alcune applicazioni, quale Microsoft Excel, il simbolo @ è riservato alle funzioni.

    (Windows) Esempio di riferimenti a immagini e grafici nel file sorgente dati

    Nome Età @Foto %Grafici
    Bill Tucker 36 C:\Foto\BillTucker.jpg C:\Foto\BillTucker.csv
    Dat Nguyen 53 C:\MyDocuments\dat.jpg C:\MyDocuments\dat.csv
    Maria Ruiz 26 C:\Foto\Ruiz.jpg C:\Foto\Ruiz.csv

    (macOS) Esempio di riferimenti a immagini e grafici nel file sorgente dati

    Nome Età @Foto %Grafici
    Bill Tucker 36 /Users/photos/BillTucker.jpg
    /Users/photos/BillTucker.csv
    Dat Nguyen 53 /Users/family/photos/dat.jpg
    /Users/family/photos/dat.csv
    Maria Ruiz 26 /Users/alpha/photos/Ruiz.jpg /Users/alpha/photos/Ruiz.csv
  3. Inserite i vostri dati nel foglio di calcolo.

  4. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Salvate i fogli di calcolo creati utilizzando la versione più recente di Microsoft Excel (versione 2016) nei seguenti formati file:
      • CSV (delimitato da virgole) (*.csv)
      • CSV (MS-DOS) (*.csv)
    • Salvate i fogli di calcolo creati utilizzando Apple Numbers nel formato CSV con codifica Unicode (UTF-8).

    Nota:

    Attualmente, i file CSV esportati nei formati sopra menzionati sono supportati in Illustrator. Altri formati file CSV come .csv Macintosh non sono supportati per l’unione dei dati.

Preparare un file XML

  1. Definite una variabile nel documento. Per i dettagli, consultate Associare le variabili agli oggetti.

  2. Fate clic sul pulsante Cattura set di dati () nel pannello Variabili. In alternativa, scegliete Cattura set di dati dal menu del pannello Variabili.

  3. Dopo aver creato il numero desiderato di set di dati, scegliete Salva biblioteca variabili dal menu del pannello Variabili per salvare i set di dati come file XML. Specificate un nome file e una posizione, quindi fate clic su Salva.

    save-variable-as-xml-file
    Esportare le variabili create in Illustrator come file XML
  4. A questo punto, modificate il file XML in un’applicazione per modificare il testo come Notepad++ (Windows) o TextWrangler (macOS) per includere i set di dati in questo file.

    example-XML-file
    Esempio: modifica di un file XML usando una qualsiasi applicazione per modificare il testo

    A. Sostituire il percorso dell’immagine B. Sostituire la stringa di testo 
  5. Per importare il file XML in Illustrator, scegliete Carica biblioteca variabili dal menu del pannello Variabili. Selezionate il file XML e fate clic su Apri.

    load-variable-to-data-set
    Importare le variabili in Illustrator

Importare un file sorgente dati

Per associare le variabili ai dati desiderati, importate una sorgente dati nel pannello Variabili. Potete selezionare una sola sorgente dati per documento.

  1. Scegliete Finestra > Variabili.

  2. Nel pannello Variabili, fate clic su Importa.

    import-data-set_1
    Importare un file sorgente dati utilizzando il pannello Variabili
  3. Nella finestra di dialogo Carica biblioteca variabili, selezionate un file sorgente dati in formato CSV o XML e fate clic su Apri.

    select-a-data-source-file_1
    Selezionare un file sorgente dati XML o CSV
  4. (Facoltativo) Potete modificare, rinominare o eliminare il set di dati in un secondo momento scegliendolo dal menu a discesaSet di datie modificando le relative opzioni.

    • Per passare da un set di dati all’altro, selezionate un set di dati dall’elencoSet di datinel pannello Variabili. Oppure, fate clic sul pulsante Set di dati precedente () o Set di dati successivo ().
    • Per applicare i dati sulla tavola da disegno al set di dati corrente, scegliete AggiornaSet di dati dal menu del pannello Variabili.
    • Per rinominare un set di dati, modificate il testo direttamente nella casella di testoSet di dati. In alternativa, fate doppio clic sulle parole Set di dati (a sinistra della casella di testoSet di dati),immettete un nuovonomee fate clic su OK.
    • Per eliminare un set di dati, fate clic sull’icona Elimina. In alternativa, scegliete Elimina set di dati dal menu del pannello Variabili.

Associare le variabili agli oggetti

Usate le variabili per definire gli elementi in un modello da modificare. Potete definire quattro tipi di variabili: Visibilità, Stringa di testo, File collegato e Dati grafico. Il tipo di variabile indica quali attributi dell’oggetto sono modificabili (dinamici). Il tipo e il nome di ogni variabile nel documento sono elencati nel pannello. Se la variabile è associata a un oggetto, la colonna Oggetti visualizza il nome dell’oggetto associato così come appare nel pannello Livelli.

Tipo di variabile Icona che indica il tipo di variabile
Definizione
Variabili Visibilità Mostrare o nascondere un disegno.
Variabili Stringa di testo Sostituire una stringa di testo.
Variabili File collegato Sostituire l’oggetto nella tavola da disegno con un oggetto da un altro file.
Variabili Dati grafico Sostituire i valori in un grafico.
Variabile di tipo nessuno (non associato) Non associata ad alcun oggetto.

Per definire le variabili in Illustrator, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Selezionate un oggetto.

  2. Nel pannello Variabili (Finestra > Variabili), selezionate la variabile alla quale associarlo.

  3.  Per associare l’oggetto alla variabile, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Fate clic sul pulsante Crea oggetto dinamico ().
    • Scegliete Crea oggetto dinamico dal menu del pannello.

Per creare una variabile senza associarvi un oggetto, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Fate clic sul pulsante Nuova variabile () nel pannello Variabili o scegliete Nuova variabile dal menu del pannello.

  2. Per associare un oggetto alla variabile in un secondo momento, selezionate l’oggetto e la variabile e fate clic sul pulsante Crea visibilità dinamica () o sul pulsante Crea oggetto dinamico (). In alternativa, scegliete una di queste opzioni dal menu del pannello.

Utilizzare le variabili

Potete modificare il nome di una variabile o di un tipo, togliere l’associazione a una variabile e bloccare una variabile mediante il pannello Variabili.

Togliendo l’associazione a una variabile potete eliminare il collegamento tra la variabile e l’oggetto associato. Quando le variabili sono bloccate non potete creare o eliminare delle variabili, né modificarne le opzioni. Tuttavia, potete associare o meno gli oggetti alle variabili bloccate.

Modificare il nome e il tipo di una variabile

  1. Fate doppio clic sulla variabile nel pannello Variabili. In alternativa, selezionate la variabile nel pannello Variabili e scegliete Opzioni variabile dal menu del pannello Variabili.

Togliere l’associazione a una variabile

  1. Fate clic sul pulsante Togli associazione della variabile () nel pannello Variabili o scegliete Togli associazione della variabile dal menu del pannello Variabili.

Bloccare e sbloccare tutte le variabili di un documento

  1. Fate clic sul pulsante Blocca/Sblocca variabili o su nel pannello Variabili.

Eliminare le variabili

Quando si elimina una variabile, questa viene rimossa dal pannello Variabili. Se eliminate una variabile associata a un oggetto, l’oggetto diventa statico (se non è associato anche a una variabile di tipo diverso).

  1. Selezionate la variabile da eliminare.

  2. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Fate clic sull’icona Elimina variabile () nel pannello Variabili o scegliete Elimina variabile dal menu del pannello Variabili.

    • Per eliminare la variabile senza conferma, trascinatela sul pulsante Elimina variabile ().

Modificare gli oggetti dinamici

Potete modificare i dati associati a una variabile modificando l’oggetto a cui è associata. Ad esempio, se state lavorando con una variabile Visibilità, modificate lo stato di visibilità dell’oggetto nel pannello Livelli. La modifica degli oggetti dinamici°permette°di creare più set di dati da usare nel modello.

  1. Selezionate un oggetto dinamico sulla tavola da disegno oppure effettuate una delle seguenti operazioni per selezionare automaticamente un oggetto dinamico.

    • Tenete premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) e fate clic su una variabile nel pannello Variabili.

    • Selezionate una variabile nel pannello Variabili e scegliete Seleziona oggetti associati dal menu del pannello Variabili.

    • Per selezionare tutti gli oggetti dinamici, scegliete Seleziona tutti gli oggetti associati, nel menu del pannello Variabili.

  2. Modificate i dati associati all’oggetto come segue:

    • Per il testo, modificate la stringa di testo sulla tavola disegno.

    • Per i file collegati, sostituite l’immagine tramite il pannello Collegamenti o il comando File > Inserisci.

    • Per i grafici, modificate i dati nella finestra di dialogo Dati grafico.

    • Per tutti gli oggetti con visibilità dinamica, modificate lo stato di visibilità dell’oggetto nel pannello Livelli.

Identificazione degli oggetti dinamici tramite gli ID XML

Il pannello Variabili mostra i nomi degli oggetti dinamici così come appaiono nel pannello Livelli. Se salvate il modello in formato SVG per usarlo con altri prodotti Adobe, i nomi degli oggetti devono rispettare le convenzioni di attribuzione dei nomi XML. Ad esempio, i nomi XML devono iniziare con una lettera, un carattere di sottolineatura o i due punti e non possono contenere spazi.

Illustrator assegna automaticamente un ID XML valido a ogni oggetto dinamico che create. Per visualizzare, modificare ed esportare i nomi degli oggetti usando gli ID XML, scegliete Modifica > Preferenze > Unità (Windows) o Illustrator > Preferenze > Unità (Mac OS) e selezionate ID XML.

Visualizzare l’anteprima del documento per ciascun set di dati

Per verificare il risultato finale, potete visualizzare l’anteprima prima di esportare tutti i file. Utilizzate i tasti freccia accanto a Set di dati nel pannello Variabili per spostarvi e visualizzare l’anteprima del set di dati desiderato nel documento.

Esportare i file utilizzando il pannello Azioni

Dopo aver definito le variabili e uno o più set di dati, potete generare il disegno in modalità batch utilizzando i valori dei set di dati. Effettuate una delle seguenti operazioni:

  1. Utilizzando il pannello Azioni (Finestra > Azioni), registrate un’azione per salvare il documento nel formato desiderato. Per i dettagli, consultate Automazione con le azioni.

  2. Scegliete Batch dal menu del pannello Azioni e selezionate l’azione creata nel passaggio precedente.

  3. Per Origine, selezionate Set di dati per eseguire l’azione su ciascun set di dati nel file corrente.

  4. Per Destinazione, specificate l’operazione da eseguire con i file elaborati. Potete lasciare i file aperti senza salvare le modifiche (Nessuno), salvare e chiudere i file nella posizione corrente (Salva e chiudi) o salvare i file in un’altra posizione (Cartella).

    A seconda dell’opzione di destinazione selezionata, potete impostare opzioni aggiuntive per il salvataggio dei file. Per ulteriori informazioni, consultate Eseguire un’azione su gruppi di file.

  5. Fate clic su OK.

Salvare un modello per l’unione dei dati

Quando definite le variabili in un documento Illustrator, viene creato un modello per l’unione dei dati. Potete salvare il modello in formato SVG per usarlo con altri prodotti Adobe, come Adobe® Graphics Server. Uno sviluppatore che lavora con Adobe Graphics Server, ad esempio, può associare le variabili del file SVG direttamente a un database o a un’altra sorgente dati.

  1. Scegliete File > Salva con nome, inserite un nome file, selezionate il formato SVG e fate clic su Salva.

  2. Fate clic su Altre opzioni e selezionate Includi dati Adobe Graphics Server. Questa opzione contiene tutte le informazioni necessarie per la sostituzione delle variabili nel file SVG.

  3. Fate clic su OK.

Si verificano problemi quando importate il vostro file CSV?

Se ricevete l’errore La variabile della biblioteca non è valida durante il caricamento di un file sorgente dati CSV, verificate che:

  • Il file CSV non sia vuoto.
  • I fogli di calcolo creati utilizzando la versione più recente di Microsoft Excel vengano salvati in formato CSV (delimitati da virgola) (*.csv) o CSV (MS-DOS) (*.csv) e quelli creati utilizzando Apple Numbers in formato CSV con codifica Unicode (UTF-8). I file sorgente dati salvati in altri formati file come *.csv Macintosh non sono supportati per l’unione dei dati.
  • Tutte le colonne hanno un nome del campo dati. Ad esempio, Illustrator visualizza il messaggio di errore quando una colonna nel file sorgente dati contiene dati ma non ha un nome del campo dati.
  • Il file sorgente dati non ha una colonna vuota tra le colonne piene. Ad esempio, Illustrator visualizza il messaggio di errore quando la colonna B e D nel file sorgente dati contiene dati ma la colonna C è vuota.
Example-errors-while-importing-CSV-files
Esempio: errori durante l’impostazione di un file sorgente dati CSV per l’unione dei dati

A. Manca il nome del campo dati per una colonna B. Non esiste una colonna vuota tra le colonne piene 
  • I nomi dei campi dati nel foglio di calcolo non contengono spazi vuoti.
  • I percorsi che fanno riferimento ai file del grafico nel file sorgente dati non contengono spazi vuoti.
  • Tutti i file del grafico collegati dal file sorgente dati vengono salvati in formato .csv (delimitato da virgole).

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online