Configurare il server di aggiornamento interno

  1. Guida all'amministrazione di Adobe Enterprise & Teams
  2. Pianificare la distribuzione
    1. Concetti di base
      1. Licenze
      2. Identità
      3. Gestione degli utenti
      4. Distribuzione app
      5. Ruoli amministratore
    2. Guide alla distribuzione
      1. Guida alla distribuzione delle licenze nominative
      2. Guida alla distribuzione SDL
    3. Distribuzione di Creative Cloud for education
      1. Guida alla distribuzione
      2. Integrazione con Canvas LMS
      3. Integrazione con Blackboard Learn
      4. Configurazione dell'accesso unico (SSO) per portali del distretto e Sistemi di gestione dell'apprendimento (LMS)
      5. Domande frequenti su Kivuto
      6. Linee guida sui requisiti di idoneità per gli istituti di istruzione primaria e secondaria
  3. Configurazione dell'organizzazione
    1. Configurazione dell'identità
      1. Tipi di identità | Panoramica
      2. Configurazione dell'organizzazione con Enterprise ID
      3. Configurazione dell'organizzazione con Federated ID
        1. Panoramica di SSO
        2. Configurazione e sincronizzazione del connettore di Azure
          1. Configurazione di SSO con Microsoft tramite Azure OIDC
          2. Aggiunta di Azure Sync alla tua directory
          3. Domande frequenti sul connettore di Azure
        3. Configurazione e sincronizzazione della federazione Google
          1. Configurazione di SSO con la federazione Google
          2. Aggiunta di Google Sync alla directory
          3. Domande frequenti sulla federazione Google
        4. SAML generico
          1. Configurazione di SSO con altri provider SAML
          2. Configurazione di SSO con Microsoft ADFS
          3. Domande frequenti su SSO
          4. Risoluzione dei problemi SSO
        5. SSO per l'Istruzione
          1. Configurazione dell'accesso unico (SSO) per portali del distretto e Sistemi di gestione dell'apprendimento (LMS)
          2. Domande frequenti
          3. Dovetail
      4. Verificare la proprietà di un dominio
      5. Aggiungere e gestire i domini
      6. Collegamento di domini alle directory
      7. Usare l'attendibilità della directory per aggiungere domini già richiesti
      8. Migrazione a un nuovo provider di autenticazione
    2. Impostazioni risorse
    3. Impostazioni di autenticazione
    4. Contatti per la sicurezza e la privacy
    5. Impostazioni console
    6. Gestione della crittografia
  4. Gestione dei prodotti e delle autorizzazioni
    1. Gestione degli utenti
      1. Panoramica
      2. Ruoli amministrativi
      3. Tecniche User Management
        1. Gestione individuale degli utenti   
        2. Gestione di più utenti (CSV in blocco)
        3. Strumento User Sync (UST)
        4. User Management API (UMAPI)
        5. Microsoft Azure Sync
        6. Sincronizzazione della federazione Google
      4. Cambio del tipo di identità dell'utente
      5. Gestione dei gruppi di utenti
      6. Gestione degli utenti della directory
      7. Gestione degli sviluppatori
      8. Migrare gli utenti esistenti in Adobe Admin Console
      9. Migrare la gestione degli utenti in Adobe Admin Console
    2. Gestione di prodotti e profili di prodotto
      1. Gestione dei prodotti
      2. Gestione di profili di prodotto per utenti Enterprise
      3. Gestione delle policy autonome
      4. Gestione delle integrazioni delle app
      5. Gestione delle autorizzazioni del prodotto in Admin Console  
      6. Attivare/disattivare i servizi per un profilo di prodotto
      7. App singola | Creative Cloud for enterprise
      8. Servizi facoltativi
    3. Gestione di licenze per dispositivo condiviso
      1. Novità
      2. Guida alla distribuzione
      3. Creazione di pacchetti
      4. Recupero delle licenze
      5. Migrazione da licenza per dispositivo
      6. Gestione dei profili
      7. Licensing toolkit
      8. Domande frequenti sulle licenze per dispositivo condiviso
  5. Gestione archiviazione e risorse
    1. Archiviazione
      1. Gestione dell'archiviazione Enterprise
      2. Adobe Creative Cloud: aggiornamento dello spazio di archiviazione
      3. Gestione dello spazio di archiviazione Adobe
    2. Migrazione delle risorse
      1. Migrazione automatica delle risorse
      2. Domande frequenti sulla migrazione automatica delle risorse  
      3. Gestione delle risorse trasferite
    3. Recupero delle risorse da un utente
    4. Migrazione delle risorse degli studenti | Solo Istruzione
      1. Migrazione automatica delle risorse degli studenti
      2. Migrazione delle risorse
  6. Gestire i servizi
    1. Adobe Stock
      1. Pacchetti di crediti Adobe Stock per team
      2. Adobe Stock for enterprise
      3. Utilizzo di Adobe Stock for enterprise
      4. Approvazione delle licenze di Adobe Stock
    2. Font personalizzati
    3. Adobe Asset Link
      1. Panoramica
      2. Creazione di un gruppo di utenti
      3. Configurazione di Adobe Experience Manager 6.x Assets
      4. Configurazione e installazione di Adobe Asset Link
      5. Gestione delle risorse
      6. Adobe Asset Link for XD
    4. Adobe Sign
      1. Configurazione di Adobe Sign for enterprise o Teams
      2. Adobe Sign - Amministratore delle funzioni del gruppo
      3. Gestione di Adobe Sign da Admin Console
    5. Creative Cloud for enterprise - iscrizione gratuita
      1. Panoramica
      2. Guida introduttiva
  7. Distribuzione di app e aggiornamenti
    1. Panoramica
      1. Distribuzione e installazione di app e aggiornamenti
      2. Pianificazione della distribuzione
      3. Preparazione alla distribuzione
    2. Creazione di pacchetti
      1. Pacchetti di app con Admin Console
      2. Creazione di pacchetti con licenze nominative
      3. Modelli Adobe per i pacchetti
      4. Gestione di pacchetti
      5. Gestione delle licenze per dispositivo
      6. Assegnazione di licenze con numero di serie
    3. Personalizzazione dei pacchetti
      1. Personalizzazione dell’app desktop Creative Cloud
      2. Includere le estensioni nel pacchetto
    4. Distribuire i pacchetti 
      1. Distribuire i pacchetti
      2. Distribuire i pacchetti Adobe con SCCM
      3. Distribuire i pacchetti Adobe con ARD
      4. Installazione dei prodotti nella cartella Exceptions
      5. Disinstallazione dei prodotti Creative Cloud
      6. Utilizzo di Adobe Provisioning Toolkit Enterprise Edition
      7. Identificatori delle licenze di Adobe Creative Cloud
    5. Gestione degli aggiornamenti
      1. Gestione dei cambiamenti per i clienti Adobe Enterprise e Teams
      2. Distribuzione degli aggiornamenti
    6. Adobe Update Server Setup Tool (AUSST)
      1. Panoramica di AUSST
      2. Configurare il server di aggiornamento interno
      3. Gestire il server di aggiornamento interno
      4. Casi d'uso comuni di AUSST   
      5. Risoluzione dei problemi del server di aggiornamento interno
    7. Adobe Remote Update Manager (RUM)
      1. Utilizzo di Adobe Remote Update Manager
      2. ID canale per l’utilizzo con Adobe Remote Update Manager
      3. Risoluzione degli errori RUM
    8. Risoluzione dei problemi
      1. Risoluzione dei problemi relativi agli errori di installazione e disinstallazione delle app Creative Cloud
      2. Esecuzione di query ai computer client per verificare se un pacchetto è distribuito
      3. Messaggio di errore “Installazione non riuscita” di Creative Cloud Packager
    9. Creazione di pacchetti con Creative Cloud Packager (CC 2018 o app precedenti)
      1. Informazioni su Creative Cloud Packager
      2. Note sulla versione di Creative Cloud Packager
      3. Creazione del pacchetto per le applicazioni
      4. Creazione di pacchetti utilizzando Creative Cloud Packager
      5. Creazione di pacchetti con licenze nominative
      6. Creazione di pacchetti con licenze per dispositivo
      7. Creazione di un pacchetto di licenza
      8. Creazione di pacchetti con licenze con numero di serie
      9. Automazione di Packager
      10. Creazione di pacchetti di prodotti non Creative Cloud
      11. Modifica e salvataggio delle configurazioni
      12. Impostazione della lingua a livello di sistema
  8. Gestione account
    1. Gestione dell'account Teams
      1. Panoramica
      2. Aggiornamento dei dati di pagamento
      3. Gestione delle fatture
      4. Modifica del proprietario del contratto
    2. Assegnazione delle licenze a un utente Teams
    3. Aggiunta di prodotti e licenze
    4. Rinnovi
      1. Iscrizione Teams: rinnovi
      2. Azienda che partecipa al programma VIP: rinnovi e conformità
    5. Conformità della richiesta di acquisto
    6. Piano VIP (Value Incentive Plan) in Cina
    7. Aiuto per VIP Select
  9. Report e registri
    1. Registro di controllo
    2. Report di assegnazione
    3. Registri contenuto
  10. Aiuto
    1. Contatta l'Assistenza clienti Adobe
    2. Opzioni di supporto per gli account teams
    3. Opzioni di supporto per gli account enterprise
    4. Opzioni di supporto per Experience Cloud

Configurare il server di aggiornamento interno e i client per l’utilizzo del server.

Adobe Update Server Setup Tool (AUSST) consente di centralizzare il download di app e aggiornamenti Adobe in un unico server. 

Strumento AUSST

Gestire il server

server di configurazione

2. Configurare il server di aggiornamento interno 

Casi d’uso comuni

Puoi configurare un server di aggiornamento interno con AUSST. Prima di configurare un server di aggiornamento interno, è necessario un server HTTP già configurato ed in esecuzione (ad esempio, Apache o IIS). Un server HTTP può ospitare e gestire il contenuto dei file statici.  

Puoi scaricare le app e gli aggiornamenti Adobe dal server Adobe Update al tuo server di aggiornamento interno. Devi configurare i tuoi client o i computer degli utenti finali per ottenere le app e gli aggiornamenti dal tuo server di aggiornamento interno.

Per verificare i requisiti di sistema, vedere Requisiti di sistema del server Web di AUSST.

Configurazione di un server HTTP da utilizzare con AUSST

In questa sezione è descritta la configurazione di un server HTTP. Nella prima procedura è descritta la configurazione di un server Apache per Mac. Nella seconda procedura è descritta la configurazione di un server IIS (Internet Information Services) per Windows da utilizzare con AUSST.

Configurazione di un server HTTP Apache

Puoi utilizzare qualsiasi server Apache. In questo esempio è utilizzato XAMPP per Mac OS.

  1. Scarica e installa un server HTTP. 

  2. Copia i file di aggiornamento e installazione sincronizzati da AUSST in una directory secondaria accessibile tramite il server Web.

    • Se non hai già scaricato i file AUSST, trasferisci il comando per copiare i file AUSST in una cartella nella cartella del server HTTP (qui htdocs). Per ulteriori informazioni, consulta Utilizza l’opzione di sincronizzazione fresh se nei computer degli utenti finali sono visibili più app o aggiornamenti.
    • Se hai già scaricato i file di AUSST, copiali in una cartella all’interno della cartella del server HTTP (qui <xamppserver>\htdocs\<crea una cartella denominata AUSSTFiles>). Per la nuova cartella creata in questo passaggio (qui AUSSTFiles), modifica le autorizzazioni da selezionare in “Applica agli elementi racchiusi”.
  3.  Avvia il server HTTP (qui Xamppserver).  

  4. Avvia il server Web HTTP. Ad esempio, nel server xampp, accedi alla scheda Gestione server e avvia il server Web Apache.

    Server Apache

  5. Genera i file .override. Per informazioni sulla procedura di generazione dei file .override, consulta Generazione dei file di configurazione client

Configurazione di IIS

Prima di iniziare: è necessaria una piattaforma come Windows Server 2008 R2 e versioni successive.

Esegui il ping al server da un altro computer per verificare che sia raggiungibile.

Ping <ip server o nome host>

Ping

Nota:

Lo strumento AUSST e il meccanismo di aggiornamento utilizzato da CCD e RUM supportano IIS 7.5 e versioni successive, quando un file di esclusione è presente sulle workstation dei client. Le schermate e le istruzioni riportate di seguito illustrano IIS 8.5; le stesse impostazioni devono essere applicate ad altre versioni di IIS.

  1. Configura IIS 8.5 in qualsiasi piattaforma, ad esempio Windows Server 2019. Per la procedura di configurazione di IIS 8.5, consulta: http://www.iis.net/learn/install/installing-iis-85/installing-iis-85-on-windows-server-2012-r2

    •  Durante la configurazione di IIS 8.5, aggiungi manualmente due Servizi ruolo aggiuntivi: Estensioni ISAPI e Filtri ISAPI
    Ruoli

    •  Nella schermata Conferma, fai clic su Installa
    Conferma installazione

    Dopo aver installato i ruoli aggiuntivi di cui sopra, assicurati di riavviare il server. 

  2. Assicurarti che Esplorazione directory in IIS sia attivata.

    • In Server Manager, seleziona Strumenti > IIS Manager.
    • In IIS Manager, seleziona il server visualizzato nel riquadro di sinistra. 
    • Fai doppio clic su Esplorazione directory per attivare il servizio directory.
    Esplorazione directory

    •  Attiva il servizio Esplorazione directory.
    Attiva Esplorazione directory

  3. Seleziona il server visualizzato nel riquadro di sinistra. 

  4. Fai clic su Mapping gestori del sito Web richiesto. 

    Mapping gestori

    Nota:

    Le modifiche alla configurazione sono applicate a tutti i dati che fanno riferimento a questo sito Web (predefinito in questo esempio). Pertanto, è necessario creare un sito Web separato per i dati relativi agli aggiornamenti e applicare queste modifiche di configurazione solo a questo sito Web, in modo da non influenzare gli altri siti.

  5. Seleziona l’opzione Aggiungi mapping moduli

    Aggiungi mapping moduli

  6. Aggiungi mapping moduli per l’estensione .xml. Puoi usare i dettagli come illustrato nella finestra di dialogo di esempio.

    Aggiungi mapping moduli

  7. Dopo aver aggiunto l’estensione, il sistema visualizza la finestra di dialogo Aggiungi mapping moduli. Fai clic su .

    Estensione aggiunta

  8. Analogamente, aggiungi il Mapping moduli per le estensioni riportate di seguito:

    • ·crl
    • .zip
    • .dmg
    • .sig
    • .json
    • .arm 
    Mapping moduli

    Verifica di aver aggiunto il Mapping moduli per tutte le estensioni sopra elencate.

  9. Per Acrobat e Adobe Reader, dovrai aggiungere i Tipi MIME application/octet-stream per le estensioni .msp, .pkg e .arm.

    • Seleziona il server visualizzato nel riquadro di sinistra. 
    • Aggiungere il Tipo MIME.
    Aggiunta del Tipo MIME

    • Aggiungi i dettagli come illustrato nella finestra di dialogo di esempio.
    Aggiunta dei Tipi MIME

  10. Analogamente, aggiungi i Tipi MIME per le estensioni .pkge .arm.

    Tipi MIME

    Verifica di aver aggiunto il tipo MIME per tutte e tre le estensioni sopra riportate. 

  11. Verifica il funzionamento del server Web aprendo un browser Web sul server. Verifica che venga visualizzata la seguente pagina Web predefinita quando immetti l’indirizzo http://localhost. 

    Host locale

Configurazione del server di aggiornamento interno con lo strumento AUSST

I passaggi richiesti per la configurazione del server di aggiornamento interno sono illustrati nelle sezioni seguenti. Prima di procedere devi però avere un server HTTP già attivo e funzionante (ad esempio, Apache o IIS) in cui ospitare e distribuire il contenuto statico di file.

Per una guida dettagliata alla configurazione di IIS per utilizzarlo con AUSST, consulta Configurazione IIS.

Scarica AUSST

 AUSST è uno strumento con riga di comando e non richiede passaggi di installazione separati. AUSST può essere installato in un percorso qualsiasi del computer.

 In Admin Console seleziona Pacchetti > Strumenti.
 

Strumenti

 Nella scheda Adobe Update Server Setup Tool, fai clic per scaricare AUSST per il tuo sistema operativo.

Strumento AUSST

Configurare il server di aggiornamento interno

Per configurare il server di aggiornamento interno, assicurati di aver scaricato la versione più recente di  Adobe Update Server Setup Tool da Admin Console

Nota:

Per garantire che il server di aggiornamento possa funzionare senza interruzioni, verifica di aver autorizzato l’accesso agli endpoint indicati in Endpoint di rete di Adobe Creative Cloud.

I percorsi forniti in tutte le opzioni della riga di comando nella sezione seguente devono essere assoluti. AUSST non supporta percorsi relativi.

  1. All’interno della cartella Web, crea una cartella (principale) che utilizzerai per scaricare le app e gli aggiornamenti Adobe da Adobe Update Server.

    Ad esempio: C:\inetpub\wwwroot\updates

    Cartella Updates

    La cartella principale deve corrispondere a un URL HTTP valido nel tuo server Web. Per convalidare questo indirizzo, utilizza un browser e assicurarsi che la cartella principale sia accessibile da una richiesta http.

    Ad esempio: http://ausstserver.example.com/updates/

    radice server

  2. Passa alla cartella in cui è stato scaricato Adobe Update Server Setup Tool.

    • cd <percorso assoluto della cartella che contiene Adobe Update Server Setup Tool>

           Ad esempio: cd C:\AUSST 

    La cartella di aggiornamento principale (che verrà utilizzata come esempio nel corso del documento) nel tuo server Web è nella posizione del file system:

    Ad esempio:

    • macOS: /serverroot/updates/
    • Windows: C:\inetpub\wwwroot\updates

    Verifica che il percorso principale disponga delle autorizzazioni di scrittura corrette. 

  3. Immetti il comando seguente per eseguire una nuova installazione del server di aggiornamento interno:

    • Windows:
      AdobeUpdateServerSetupTool.exe --root="<percorso assoluto della cartella utilizzata nel passaggio 1 sopra riportato>" --fresh
    • macOS:
      AdobeUpdateServerSetupTool --root="<percorso assoluto della cartella utilizzata nel passaggio 1 sopra riportato>" --fresh

    Ad esempio:

    AdobeUpdateServerSetupTool --root="c:\inetpub\wwwroot\updates" --fresh

    Verifica che prima e dopo il simbolo = non siano presenti spazi. Inoltre, accertati che tutte le opzioni siano precedute da un segno --(doppio meno).

Nota:

Una nuova sincronizzazione completa richiede circa 300 GB (che possono variare a seconda delle dimensioni delle app Adobe). Per una sincronizzazione selettiva, consulta Casi d’uso comuni.

Al termine della sincronizzazione delle app e degli aggiornamenti con Adobe Update Server, lo strumento AUSST crea una struttura di directory aggiornata nel percorso della cartella principale.

La struttura di cartelle corrisponde a quella di Adobe Update Server; lo strumento esegue quindi la sincronizzazione iniziale che scarica tutte le app e tutti gli aggiornamenti disponibili da Adobe Update Server nel server di aggiornamento interno.

Verifica della configurazione del server di aggiornamento interno

  1. Verifica che il server Web funzioni correttamente, ossia che la home page del server Web possa essere visualizzata nel browser da un computer client.

    Verifica di poter sfogliare le directory facendo clic sui collegamenti delle directory.

    Host server

  2. Per verificare che il server supporti i file senza estensione, accedi a questo URL dal browser Web; verrà visualizzata una stringa di lettere:

    http://<nome server>/updates/ACC/services/ffc/icons/producticon

    Ad esempio:

    http://ausstserver.example.com/updates/ACC/services/ffc/icons/producticon

    producticon ausst

  3. Per verificare che il server supporti i file con estensioni, verifica di poter aprire il file XML seguente in un browser Web dal server:

    • Se non hai configurato gruppi di configurazioni di prodotto:

    http://<nome server>/updates/ACC/services/ffc/products/ffc.xml

    • Se hai configurato gruppi di configurazioni di prodotto:

    http://<nome server>/updates/ACC/services/ffc/products/<nome gruppo>ffc.xml   

    Nota:

    Gli URL del server devono includere il protocollo (ad esempio, http://). Se il numero di porta è diverso dal valore predefinito 80, è necessario specificarlo.

    Se l’esito della verifica del computer client non è positivo, verifica le impostazioni del firewall del server. 

Sincronizzazione incrementale

Per configurare il server di aggiornamento interno, utilizza l’opzione --fresh che consente di scaricare tutte le app e tutti gli aggiornamenti Adobe da Adobe Update Server. Questa operazione deve essere eseguita una sola volta durante la configurazione iniziale del tuo server di aggiornamento. Successivamente, dovrai scaricare solo le nuove versioni delle app e degli aggiornamenti.

Per scaricare un aggiornamento incrementale da Adobe Update Server, utilizza il comando seguente:

Nota:

I comandi seguenti illustrano solo le opzioni obbligatorie per configurare il tuo server.
Per informazioni dettagliate su tutte le opzioni di comando disponibili, consulta la sezione Manutenzione di AUSST. Oppure, per iniziare rapidamente, consulta i comandi di AUSST utilizzati più comunemente in Casi d’uso comuni.

Windows:

AdobeUpdateServerSetupTool.exe --root="C:\inetpub\wwwroot\updates" --incremental

macOS:

AdobeUpdateServerSetupTool --root="/Library/WebServer/Documents/ausst/" --incremental

Per eseguire questo comando a intervalli regolari, pianifica un processo ricorrente utilizzando Utilità di pianificazione per Windows o Crontab per macOS.

Nota:

Una nuova sincronizzazione completa richiede circa 300 GB (che possono variare a seconda delle dimensioni delle app Adobe). Per una sincronizzazione selettiva, consulta la sezione Casi d’uso comuni.

Configurazione dei client per utilizzare il server di aggiornamento interno

Dopo aver configurato il server di aggiornamento interno per scaricare le app e gli aggiornamenti Adobe da Adobe Update Server, dovrai configurare i computer degli utenti finali in modo che scarichino le app e gli aggiornamenti dal server di aggiornamento interno.

Ad esempio, se gli utenti finali utilizzano l’app desktop Creative Cloud per ricevere la versione più recente di un’app, questa non deve essere scaricata e installata da Adobe Update Server. L’app deve invece essere installata dal tuo server di aggiornamento interno. Se crei e distribuisci pacchetti nei computer degli utenti finali, l’installazione delle app nei pacchetti deve essere collegata al tuo server di aggiornamento interno.

Nota:

Quando esegui la migrazione da una versione di AUSST a un’altra, esegui i seguenti comandi per rigenerare i file di configurazione dei client e aggiornali nei computer client.

Generazione dei file di configurazione dei client (.override)

I file di configurazione del client (.override) sono necessari per creare gruppi di prodotti. In seguito puoi distribuire i file di configurazione del client generati (.override) ai diversi gruppi di utenti. Per generare i file di configurazione, immetti il comando seguente in una shell comandi o nel terminale (utilizzando le informazioni del tuo server):

Nota:

Puoi generare i file di configurazione dei client dopo aver configurato il server di aggiornamento interno e averlo sincronizzato con Adobe Update Server.

  1. Passa alla cartella in cui è stato scaricato Adobe Update Server Setup Tool.

  2. Immetti il comando seguente in una shell comandi o nel terminale (utilizzando le informazioni del tuo server):

    • AdobeUpdateServerSetupTool --genclientconf="/serverroot/AdobeUpdaterClient" --root="/serverroot/updates/Adobe/CC" --url="http://<nome server>"

    Ad esempio:

    AdobeUpdateServerSetupTool.exe --genclientconf="C:\inetpub\wwwroot\updates\config" --root="C:\inetpub\wwwroot\updates" --url="http://ausstserver.example.com/updates"

     

    • server root è il percorso della cartella principale
    • config è la cartella in cui lo strumento AUSST genera i file di configurazione di AdobeUpdaterClient
    • url è il percorso http valido della cartella principale

    Questo comando crea due file di configurazione client (uno per la piattaforma Windows e uno per quella macOS) nelle seguenti cartelle specifiche della piattaforma nel percorso fornito nell’opzione --genclientconf.

     

    Nota:

    Gli URL del server devono includere il protocollo (ad esempio, http://). Se il numero di porta è diverso dal valore predefinito 80, è necessario specificarlo.

    In questo esempio, i nuovi file sono:

    • ·Windows:
      \serverroot\config\AdobeUpdaterClient\win\AdobeUpdater.Overrides
    • ·macOS:
      /serverroot/config/AdobeUpdaterClient/mac/AdobeUpdater.Overrides
    Config

Windows

<Overrides>

<Application appID="webfeed">

<Domain>http://ausstserver.example.com</Domain>

<URL>/updates/webfeed/oobe/aam10/win/</URL>

</Application>

<Application appID="updates">

<Domain>http://ausstserver.example.com</Domain>

<URL>/updates/updates/oobe/aam10/win/</URL>

</Application>

<Application appID="webfeed20">

<Domain>http://ausstserver.example.com</Domain>

<URL>/updates/webfeed/oobe/aam20/win/</URL>

</Application>

...

</Overrides>

macOS

<Overrides>

<Application appID="webfeed">

<Domain>http://ausstserver.example.com</Domain>

<URL>/updates/webfeed/oobe/aam10/mac/</URL>

</Application>

<Application appID="updates">

<Domain>http://ausstserver.example.com</Domain>

<URL>/updates/updates/oobe/aam10/mac/</URL>

</Application>

<Application appID="webfeed20">

<Domain>http://ausstserver.example.com</Domain>

<URL>/updates/webfeed/oobe/aam20/mac/</URL>

</Application>

...

</Overrides>

Distribuzione dei file di configurazione dei client

Esistono due modi per distribuire i file di configurazione client (.overrides).

1. Includendo .overrides nel pacchetto

Quando crei pacchetti per distribuire le app e gli aggiornamenti agli utenti finali, segui questi passaggi per includere i file di configurazione dei client nel pacchetto.

  1. Accedi ad Admin Console e seleziona Pacchetti > Preferenze.

  2. Apri il file AdobeUpdater.Overrides in qualsiasi editor di testo. Copia e incolla l’intero contenuto del file nella casella Server di aggiornamento interno e fai clic su Salva.

    AUSST consente il reindirizzamento di tutti i tipi di pacchetti. 

    Preferenza server di aggiornamento interno

  3. AUSST consente il reindirizzamento di tutti i tipi di pacchetti. Per includere le esclusioni nel pacchetto, attiva “Reindirizza al server di aggiornamento interno Adobe”. Esso verrà distribuito con il pacchetto.

    Pacchetto NUL gestito
    Pacchetto nominativo con lingua gestito

    Pacchetto NUL autonomo
    Pacchetto nominativo con lingua autonomo

Ora i pacchetti sono creati, con i file di configurazione dei client.

 

Quando distribuisci questi pacchetti nei computer degli utenti finali, i file sono inclusi come parte della distribuzione. I computer degli utenti finali sono successivamente reindirizzati al tuo server di aggiornamento interno per scaricare le app e gli aggiornamenti.

2. Posizionando manualmente .overrides sul percorso desiderato

Se gli utenti finali utilizzano l’app desktop Creative Cloud per installare le app e gli aggiornamenti, allora dovrai distribuire i file di configurazione dei client in ogni computer client (a seconda del sistema operativo dell’utente finale).

  • macOS (Intel) e macOS (ARM):
    /Library/Application Support/Adobe/AAMUpdater/1.0/
  • Windows 10:
    %SYSTEMDRIVE%\ProgramData\Adobe\AAMUpdater\1.0\
    %SYSTEMDRIVE%\Programmi (x86)\File comuni\Adobe\UpdaterResources
  • Windows ARM:
    %SYSTEMDRIVE%\ProgramData\Adobe\AAMUpdater\1.0\
    %SYSTEMDRIVE%\Program Files\Common Files\Adobe\UpdaterResources
  • Windows XP:
    %SYSTEMDRIVE%\Documents and Settings\All Users\Application Data\Adobe\AAMUpdater\1.0\
  • Windows 7/Vista:
    %SYSTEMDRIVE%\ProgramData\Adobe\AAMUpdater\1.0\
    %SYSTEMDRIVE%\Programmi (x86)\File comuni\Adobe\UpdaterResources

Ulteriori video per configurare il server di aggiornamento interno

Nota:

Il contenuto e la voce fuori campo per questo video sono attualmente disponibili solo in lingua inglese.

Configurare il server di aggiornamento interno su Windows

Creato da: Nikhil Gupta

Configurare il server di aggiornamento interno su Mac

Creato da: Nikhil Gupta
Logo Adobe

Accedi al tuo account