Guida utente Annulla

Gestione delle risorse con Adobe Asset Link

  1. Guida all'amministrazione di Adobe Enterprise & Teams
  2. Pianificare la distribuzione
    1. Concetti di base
      1. Licenze
      2. Identità
      3. Gestione degli utenti
      4. Distribuzione app
      5. Ruoli amministratore
    2. Guide alla distribuzione
      1. Guida alla distribuzione delle licenze nominative
      2. Guida alla distribuzione SDL
    3. Distribuzione di Creative Cloud for education
      1. Guida alla distribuzione
      2. Integrazione con Canvas LMS
      3. Integrazione con Blackboard Learn
      4. Configurazione dell'accesso unico (SSO) per portali del distretto e Sistemi di gestione dell'apprendimento (LMS)
      5. Domande frequenti su Kivuto
      6. Linee guida sui requisiti di idoneità per gli istituti di istruzione primaria e secondaria
  3. Configurazione dell'organizzazione
    1. Configurazione dell'identità
      1. Tipi di identità | Panoramica
      2. Configurazione dell'organizzazione con Enterprise ID
      3. Configurazione dell'organizzazione con Federated ID
        1. Panoramica di SSO
        2. Configurazione e sincronizzazione del connettore di Azure
          1. Configurazione di SSO con Microsoft tramite Azure OIDC
          2. Aggiunta di Azure Sync alla tua directory
          3. Domande frequenti sul connettore di Azure
        3. Configurazione e sincronizzazione della federazione Google
          1. Configurazione di SSO con la federazione Google
          2. Aggiunta di Google Sync alla directory
          3. Domande frequenti sulla federazione Google
        4. SAML generico
          1. Configurazione di SSO con altri provider SAML
          2. Configurazione di SSO con Microsoft ADFS
          3. Domande frequenti su SSO
          4. Risoluzione dei problemi SSO
        5. SSO per l'Istruzione
          1. Configurazione dell'accesso unico (SSO) per portali del distretto e Sistemi di gestione dell'apprendimento (LMS)
          2. Domande frequenti
          3. Dovetail
      4. Verificare la proprietà di un dominio
      5. Aggiungere e gestire i domini
      6. Collegamento di domini alle directory
      7. Usare l'attendibilità della directory per aggiungere domini già richiesti
      8. Migrazione a un nuovo provider di autenticazione
    2. Impostazioni risorse
    3. Impostazioni di autenticazione
    4. Contatti per la sicurezza e la privacy
    5. Impostazioni console
    6. Gestione della crittografia
  4. Gestione dei prodotti e delle autorizzazioni
    1. Gestione degli utenti
      1. Panoramica
      2. Ruoli amministrativi
      3. Tecniche User Management
        1. Gestione individuale degli utenti   
        2. Gestione di più utenti (CSV in blocco)
        3. Strumento User Sync (UST)
        4. User Management API (UMAPI)
        5. Microsoft Azure Sync
        6. Sincronizzazione della federazione Google
      4. Cambio del tipo di identità dell'utente
      5. Gestione dei gruppi di utenti
      6. Gestione degli utenti della directory
      7. Gestione degli sviluppatori
      8. Migrare gli utenti esistenti in Adobe Admin Console
      9. Migrare la gestione degli utenti in Adobe Admin Console
    2. Gestione di prodotti e profili di prodotto
      1. Gestione dei prodotti
      2. Gestione di profili di prodotto per utenti Enterprise
      3. Gestione delle policy autonome
      4. Gestione delle integrazioni delle app
      5. Gestione delle autorizzazioni del prodotto in Admin Console  
      6. Attivare/disattivare i servizi per un profilo di prodotto
      7. App singola | Creative Cloud for enterprise
      8. Servizi facoltativi
    3. Gestione di licenze per dispositivo condiviso
      1. Novità
      2. Guida alla distribuzione
      3. Creazione di pacchetti
      4. Recupero delle licenze
      5. Migrazione da licenza per dispositivo
      6. Gestione dei profili
      7. Licensing toolkit
      8. Domande frequenti sulle licenze per dispositivo condiviso
  5. Gestione archiviazione e risorse
    1. Archiviazione
      1. Gestione dell'archiviazione Enterprise
      2. Adobe Creative Cloud: aggiornamento dello spazio di archiviazione
      3. Gestione dello spazio di archiviazione Adobe
    2. Migrazione delle risorse
      1. Migrazione automatica delle risorse
      2. Domande frequenti sulla migrazione automatica delle risorse  
      3. Gestione delle risorse trasferite
    3. Recupero delle risorse da un utente
    4. Migrazione delle risorse degli studenti | Solo Istruzione
      1. Migrazione automatica delle risorse degli studenti
      2. Migrazione delle risorse
  6. Gestire i servizi
    1. Adobe Stock
      1. Pacchetti di crediti Adobe Stock per team
      2. Adobe Stock for enterprise
      3. Utilizzo di Adobe Stock for enterprise
      4. Approvazione delle licenze di Adobe Stock
    2. Font personalizzati
    3. Adobe Asset Link
      1. Panoramica
      2. Creazione di un gruppo di utenti
      3. Configurazione di Adobe Experience Manager 6.x Assets
      4. Configurazione e installazione di Adobe Asset Link
      5. Gestione delle risorse
      6. Adobe Asset Link for XD
    4. Adobe Sign
      1. Configurazione di Adobe Sign for enterprise o Teams
      2. Adobe Sign - Amministratore delle funzioni del gruppo
      3. Gestione di Adobe Sign da Admin Console
    5. Creative Cloud for enterprise - iscrizione gratuita
      1. Panoramica
      2. Guida introduttiva
  7. Distribuzione di app e aggiornamenti
    1. Panoramica
      1. Distribuzione e installazione di app e aggiornamenti
      2. Pianificazione della distribuzione
      3. Preparazione alla distribuzione
    2. Creazione di pacchetti
      1. Pacchetti di app con Admin Console
      2. Creazione di pacchetti con licenze nominative
      3. Modelli Adobe per i pacchetti
      4. Gestione di pacchetti
      5. Gestione delle licenze per dispositivo
      6. Assegnazione di licenze con numero di serie
    3. Personalizzazione dei pacchetti
      1. Personalizzazione dell’app desktop Creative Cloud
      2. Includere le estensioni nel pacchetto
    4. Distribuire i pacchetti 
      1. Distribuire i pacchetti
      2. Distribuire i pacchetti Adobe con SCCM
      3. Distribuire i pacchetti Adobe con ARD
      4. Installazione dei prodotti nella cartella Exceptions
      5. Disinstallazione dei prodotti Creative Cloud
      6. Utilizzo di Adobe Provisioning Toolkit Enterprise Edition
      7. Identificatori delle licenze di Adobe Creative Cloud
    5. Gestione degli aggiornamenti
      1. Gestione dei cambiamenti per i clienti Adobe Enterprise e Teams
      2. Distribuzione degli aggiornamenti
    6. Adobe Update Server Setup Tool (AUSST)
      1. Panoramica di AUSST
      2. Configurare il server di aggiornamento interno
      3. Gestire il server di aggiornamento interno
      4. Casi d'uso comuni di AUSST   
      5. Risoluzione dei problemi del server di aggiornamento interno
    7. Adobe Remote Update Manager (RUM)
      1. Utilizzo di Adobe Remote Update Manager
      2. ID canale per l’utilizzo con Adobe Remote Update Manager
      3. Risoluzione degli errori RUM
    8. Risoluzione dei problemi
      1. Risoluzione dei problemi relativi agli errori di installazione e disinstallazione delle app Creative Cloud
      2. Esecuzione di query ai computer client per verificare se un pacchetto è distribuito
      3. Messaggio di errore “Installazione non riuscita” di Creative Cloud Packager
    9. Creazione di pacchetti con Creative Cloud Packager (CC 2018 o app precedenti)
      1. Informazioni su Creative Cloud Packager
      2. Note sulla versione di Creative Cloud Packager
      3. Creazione del pacchetto per le applicazioni
      4. Creazione di pacchetti utilizzando Creative Cloud Packager
      5. Creazione di pacchetti con licenze nominative
      6. Creazione di pacchetti con licenze per dispositivo
      7. Creazione di un pacchetto di licenza
      8. Creazione di pacchetti con licenze con numero di serie
      9. Automazione di Packager
      10. Creazione di pacchetti di prodotti non Creative Cloud
      11. Modifica e salvataggio delle configurazioni
      12. Impostazione della lingua a livello di sistema
  8. Gestione account
    1. Gestione dell'account Teams
      1. Panoramica
      2. Aggiornamento dei dati di pagamento
      3. Gestione delle fatture
      4. Modifica del proprietario del contratto
    2. Assegnazione delle licenze a un utente Teams
    3. Aggiunta di prodotti e licenze
    4. Rinnovi
      1. Iscrizione Teams: rinnovi
      2. Azienda che partecipa al programma VIP: rinnovi e conformità
    5. Conformità della richiesta di acquisto
    6. Piano VIP (Value Incentive Plan) in Cina
    7. Aiuto per VIP Select
  9. Report e registri
    1. Registro di controllo
    2. Report di assegnazione
    3. Registri contenuto
  10. Aiuto
    1. Contatta l'Assistenza clienti Adobe
    2. Opzioni di supporto per gli account teams
    3. Opzioni di supporto per gli account enterprise
    4. Opzioni di supporto per Experience Cloud

Per creare progetti e prototipi ad alta fedeltà in Adobe XD, utilizza Adobe Asset Link for XD. Incorpora le risorse digitali da Experience Manager Assets nell'area di lavoro XD. Adobe Asset Link for XD consente la collaborazione tra designer ed esperti di marketing durante l'intero processo di progettazione. Ulteriori informazioni.

Utilizza Adobe Asset Link per migliorare la collaborazione tra creativi ed esperti di marketing come parte del processo di creazione dei contenuti.

Collegati con Adobe Experience Manager Assets mediante il pannello Adobe Asset Link nelle app desktop Creative Cloud: Adobe InDesign, Photoshop, Illustrator e XD. Accedi al contenuto salvato in Experience Manager Assets senza uscire dall'app Creative Cloud. Puoi sfogliare, cercare, estrarre e archiviare facilmente le risorse utilizzando il pannello Adobe Asset Link.

Per utilizzare Adobe Asset Link, è richiesto un abbonamento a Creative Cloud for enterprise valido. Per maggiori dettagli, consulta Prerequisiti.

Informazioni sul pannello Adobe Asset Link

Adobe Asset Link è installato come un'estensione nelle app Creative Cloud. È possibile aprirlo dal menu Estensioni in InDesign e Illustrator (WindowEstensioni Adobe Asset Link).

Per aprire il pannello Adobe Asset Link in Photoshop, scegli Finestra > Estensioni (legacy) > Adobe Asset Link.

In Adobe XD, è possibile aprire Adobe Asset Link dal menu Plug-in. Per ulteriori informazioni, consulta Adobe Asset Link per XD.

È anche possibile configurare la tua area di lavoro in modo che includa il pannello Adobe Asset Link. Consulta Gestione di finestre e pannelli.

Pannello Adobe Asset Link

Posizione attuale

(A) Visualizza la posizione del file. Puoi fare clic sulla freccia a discesa per tornare a una cartella principale.

Elenco di ordinamento

(B) Consente di ordinare alfabeticamente le risorse o i risultati della ricerca, per dimensione e data di ultima modifica.

Campo di ricerca

(C) Consente di cercare le risorse; immetti una parola chiave nel campo di ricerca e premi Invio.

Posizione di ricerca

(D) Consente di indirizzare la ricerca in una determinata posizione, ad esempio una cartella, una raccolta o l’intero archivio Experience Manager.

Menu del pannello

(E) Visualizza le azioni che puoi eseguire nel pannello, ad esempio la configurazione della posizione di ritiro delle risorse e la gestione degli ambienti Experience Manager.

Opzioni del filtro

(F) Consente di filtrare i risultati della ricerca in Experience Manager, Creative Cloud e in specifiche cartelle e raccolte per tipo di file e data di modifica delle risorse.

Visualizzazione a elenco/griglia/galleria

(G) Consente di passare tra le visualizzazioni a elenco, a griglia e galleria.

Risorse ritirate

(H) Visualizza tutte le risorse che ritirate da Experience Manager Assets.

Stato del ritiro

(I) Visualizzata sulla miniatura di una risorsa se è stata ritirata. Indica che la risorsa è bloccata e può essere modificata solo dalla persona che l’ha ritirata.

Menu di scelta rapida

(J) Visualizza le azioni che puoi eseguire sulla risorsa. A seconda dello stato della risorsa, le azioni includono Check-out/Check In (Ritira/Deposita), Cancel Check-out (Annulla ritiro), Download, Place (Posiziona), Find Similar (Trova simile) e File Details (Dettagli file). Per ogni risorsa è disponibile un menu di scelta rapida.

Pulsante Refresh (Aggiorna)

(K) Ricarica le risorse o i risultati della ricerca nel pannello. Questa operazione può essere utile quando carichi una nuova risorsa o quando più utenti lavorano contemporaneamente nella stessa cartella. Se il pannello visualizza un messaggio di errore e lo risolvi, fai clic sul pulsante per chiudere il messaggio e visualizzare il contesto pertinente. Non è necessario riavviare il pannello.

Utilizzo di Adobe Asset Link

Adobe Asset Link ti consente di utilizzare e modificare le risorse archiviate nel sistema di gestione delle risorse digitali della tua organizzazione, Adobe Experience Manager Assets. Con il pannello in app, non è necessario utilizzare un browser per scaricare o caricare le risorse. Il pannello Adobe Asset Link visualizza le risorse digitali dall'ambiente Experience Manager Assets. Non è necessario accedere a Experience Manager Assets. Accedendo all'app Creative Cloud, verrà effettuata automaticamente l'autenticazione in background a Experience Manager tramite il sistema Identity Management di Adobe (IMS).

Utilizza il pannello di Adobe Asset Link per sfogliare o cercare le risorse. Per modificare la risorsa, ritirala dalla tua app Creative Cloud. Dopo averla modificata, puoi depositarla dall’app che stai utilizzando. Puoi anche utilizzare Adobe Asset Link per sfogliare le risorse di sola lettura in Experience Manager Assets, compresi logo, progettazioni standard o modelli. Puoi scaricare e includere tali risorse nei tuoi manufatti creativi. Le risorse non sono tuttavia modificabili.

Adobe Asset Link previene anche i conflitti indicando se una risorsa è già stata ritirata; questo impedisce ad altri utenti di sovrascrivere le risorse.

Le organizzazioni possono archiviare risorse digitali in più distribuzioni di Experience Manager (incluso Experience Manager Assets come servizio cloud, Experience Manager Assets Essentials o in distribuzioni non cloud). Ad esempio, una struttura di archiviazione eterogenea può obbligare un’organizzazione ad archiviare le proprie risorse in diverse distribuzioni. A ogni singola distribuzione viene fatto riferimento come a un ambiente Experience Manager all'interno di Adobe Asset Link.

Un'organizzazione che dispone di numerose risorse digitali può anche separare le risorse in base alle dimensioni o al tipo MIME e archiviarle in ambienti diversi per una gestione efficiente.

Se l’organizzazione archivia le risorse in ambienti Experience Manager distribuiti, utilizzare il pannello Adobe Asset Link per accedere all'ambiente in cui risiedono le proprie risorse.

Quando si lancia Adobe Asset Link, l'utente viene automaticamente connesso all'ambiente Experience Manager a cui ha diritto di accedere. Se hai diritto a più ambienti, Adobe Asset Link elenca tutti i ambienti autorizzati nella vista Manage environments (Gestione ambienti).

Nota:

Se stai eseguendo AMS o Experience Manager in locale, l'amministratore IT deve configurare manualmente un ambiente prima di poterti connettere ad esso.

A seconda di dove sono archiviate le risorse, puoi passare da un ambiente all'altro. È possibile modificare le proprietà dell'ambiente attivo. Da Adobe Asset Link è anche possibile aggiungere più ambienti o rimuovere un ambiente Experience Manager.

Apertura della vista Manage environments (Gestione ambienti)

Per visualizzare la vista Gestione ambienti, seleziona Manage environments (Gestione ambienti) dal menu del pannello Adobe Asset Link.

Opzione di menu Manage environments (Gestione ambienti)

La vista Manage environments (Gestione ambienti) elenca gli ambienti Experience Manager aggiunti ad Adobe Asset Link con l'indicazione se si è autorizzati o meno ad accedervi. Accanto all'ambiente nel quale hai effettuato l'accesso è visualizzato un segno di spunta.

Vista Manage environments (Gestione ambienti)

Passaggio a un altro ambiente

Per passare a un ambiente Experience Manager diverso, apri il menu di scelta rapida dell'ambiente di destinazione e seleziona Switch Environment (Cambia ambiente).

Passaggio a un altro ambiente

Fai clic su Switch (Cambia) per confermare. Accanto al nuovo ambiente è visualizzato un segno di spunta a indicare che si tratta ora dell’ambiente attivo.

Nota:

Se passi a un ambiente Experience Manager diverso durante un'operazione di download, caricamento, deposito o ritiro, viene visualizzato un messaggio per indicare che c'è già un'azione in corso.

Modifica di un ambiente

Puoi modificare il nome e l’URL di qualsiasi ambiente Experience Manager aggiunto ad Adobe Asset Link. Apri il menu di scelta rapida dell'ambiente di destinazione e seleziona Modify (Modifica).

Opzione di menu Modify environment (Modifica ambiente)

Modifica il nome e l'URL dell'ambiente, quindi fai clic su Save (Salva).

Dettagli della modifica dell'ambiente

La modifica è riportata nella vista Manage environments (Gestione ambienti).

Aggiunta di un ambiente

È possibile aggiungere un ambiente che l'amministratore configura per l'utente nel file delle impostazioni di Adobe Asset Link durante l’installazione del pannello Adobe Asset Link. 

Per aggiungere un nuovo ambiente, fai clic su + nella vista Manage environments (Gestione ambienti).

Nella finestra di dialogo Add Environment (Aggiungi ambiente), specifica il nome e l’URL dell'ambiente Experience Manager. Quindi, fai clic su Save (Salva).

Aggiunta di un ambiente

Nota:

Per poter aggiungere un determinato ambiente Experience Manager, devi disporre delle autorizzazioni di accesso necessarie per l’ambiente.

Il nuovo ambiente è elencato nella vista Manage environments (Gestione ambienti).

Rimozione di un ambiente

Se non è più necessario, puoi rimuovere un ambiente Experience Manager. Apri il menu di scelta rapida dell'ambiente da eliminare e seleziona Remove (Rimuovi).

Rimozione di un ambiente

Nella finestra di dialogo, fai clic su Remove (Rimuovi) per confermare. L’ambiente è rimosso dalla vista Manage environments (Gestione ambienti).

Nota:

Adobe Asset Link non consente di rimuovere l’ambiente Experience Manager a cui stai accedendo. L'opzione Remove (Rimuovi) non è visualizzata nel menu di scelta rapida dell'ambiente correntemente attivo.

Quando aperto, il pannello Asset Link, visualizza tutti i file e tutte le cartelle per i quali disponi delle autorizzazioni di lettura. Puoi cercare e sfogliare le risorse digitali archiviate in Experience Manager Assets. Puoi inoltre cercare risorse archiviate nel tuo account Creative Cloud.

  • Per cercare risorse, cartelle o raccolte, immetti una parola chiave nel campo di ricerca e premi Invio. Per impostazione predefinita, l'ambito della ricerca è impostato su Tutto, ovvero su una ricerca globale. Sono visualizzate tutte le risorse, le cartelle e le raccolte pertinenti in Experience Manager Assets e non solo le entità nella posizione corrente. Le risorse nel tuo account Creative Cloud Assets sono restituite in una sezione separata di seguito.
  • Per ottenere risultati più rapidi e mirati, puoi cercare direttamente all’interno di una cartella o una raccolta. Seleziona prima la cartella o la raccolta nella posizione gerarchica più bassa nella quale è presente la risorsa che stai cercando. Cambia quindi l'opzione nell'elenco a discesa a sinistra del campo di ricerca su In cartella o In raccolta. A seconda della posizione, le opzioni nell’elenco a discesa cambiano in modo dinamico.
Nota:
  1. L’opzione selezionata nell’elenco a discesa della ricerca si reimposta automaticamente su Tutto con la chiusura dei risultati della ricerca o quando passi a una nuova cartella o una nuova raccolta.
  2. Quando cerchi in una cartella, sono restituite tutte le risorse e le cartelle secondarie corrispondenti disponibili nella cartella corrente. Quando cerchi in una raccolta, vengono visualizzate solo le risorse e le cartelle corrispondenti e le altre raccolte che appartengono direttamente alla raccolta.
  3. Se cerchi le raccolte dal livello superiore, nei risultati della ricerca sono restituite solo le singole raccolte. Le risorse o le cartelle nelle raccolte sono escluse. In tutti gli altri casi (ad esempio, all’interno di una singola raccolta o in una gerarchia di cartelle), sono restituite tutte le risorse, le cartelle e le raccolte pertinenti.
  • Per chiudere i risultati della ricerca, fai clic su  nel campo di ricerca; verrai riportato nella posizione in cui ti trovavi prima della ricerca. Puoi anche eliminare manualmente il testo e premere Invio.
  • Per tornare nelle sezioni al livello superiore della gerarchia del contenuto, utilizza il collegamento di navigazione accanto a Interno. Dal pannello Asset Link, puoi attivare l’elenco a discesa utilizzando il tasto di scelta rapida Maiusc + B e navigare usando i tasti freccia. Per selezionare una posizione, premi Invio.
Nota:

Dal pannello Asset Link, puoi utilizzare il tasto Tab per attivare il menu di scelta rapida. Per aprire il menu di scelta rapida di una risorsa, premi Invio. Usa i tasti freccia per navigare nel menu di scelta rapida. Per selezionare un’azione, premi Invio.

 Per poter utilizzare i tasti di scelta rapida, devi prima necessario selezionare il pannello Asset Link. In caso contrario, le azioni della tastiera sono controllate dalle scorciatoie del rispettivo prodotto, ad esempio, Illustrator.

Nota:

La funzionalità di ricerca in Experience Manager analizza i metadati e il nome della risorsa e il percorso di risorse, cartelle e raccolte. Per un utilizzo ottimale della funzionalità di ricerca di Experience Manager, esamina le linee guida seguenti:

  • Caratteri speciali (punti, trattini bassi e trattini) usati nel nome della risorsa dividono la ricerca in singoli termini. Ogni termine è incluso nell’indice di ricerca. Ad esempio, una risorsa denominata blue-running-shoe-12.jpg conterrà blue, running, shoe, 12 e jpg nel suo indice di ricerca.
  • Qualsiasi frase inserita nel campo di ricerca con caratteri speciali suddivide la ricerca in elementi diversi. Ogni elemento è utilizzato nella ricerca.
  • Utilizza le virgolette per convertire la ricerca in una frase specifica, piuttosto che cercare i singoli elementi. Ad esempio, la ricerca per “blue running shoe” richiede che i risultati restituiscano la frase completa. La frase di ricerca “shoe 12” restituisce risultati che includono shoe seguito da 12, separati da uno spazio o da un carattere speciale.
    • La funzionalità di ricerca analizza i campi dei metadati. Pertanto, la ricerca generica per numeri, ad esempio la ricerca di 12, può restituire molti risultati. Per ottenere risultati migliori, racchiudi la frase di ricerca tra virgolette o assicurati che il numero sia contiguo a una parola senza un carattere speciale (ad esempio, shoe12).
  • Per ampliare la ricerca, utilizza un asterisco prima o dopo la parola da ricercare. Per singole parole sono restituite corrispondenze esatte. Ad esempio, cercando run senza un asterisco non viene restituita nessun’altra variazione della parola (a meno che la parola run non sia utilizzata nei metadati della risorsa). Esamina gli esempi seguenti:
    • Run* restituisce running.
    • *run restituisce outrun.
    • *run* restituirà tutte le combinazioni possibili.
  • Per escludere una parola dalla ricerca, inserisci un trattino prima di essa. Ad esempio, running -shoe restituisce risultati che contengono running, ma non shoe.
  • Utilizza il segno più per rimuovere i tag delle risorse dai parametri della ricerca e limitare le corrispondenze a nome file/titolo e metadati delle risorse. Ad esempio, +shoe restituisce solo risorse che includono la parola shoe nei metadati. Le risorse con tag shoe sono escluse.

Come per le risorse proprietarie, le immagini Adobe Stock presenti in Experience Manager Assets, sono visualizzate durante la ricerca e la navigazione, a prescindere dallo stato della licenza. Le immagini Adobe Stock sono visualizzate nello stesso percorso della cartella in cui sono archiviate, unitamente a qualsiasi risorsa proprietaria pertinente.

Le immagini Adobe Stock senza licenza visualizzate nel pannello mantengono la filigrana ufficiale di Adobe Stock, che invece è rimossa dalle immagini Adobe Stock con licenza. Nel nome file di tutte le immagini Adobe Stock è incluso un riferimento ad Adobe Stock ed è presente un’icona Adobe Stock raffigurata come “St.”.

Nota:

Per lavorare con le risorse Adobe Stock in Experience Manager Assets, devi avere un piano Adobe Stock for enterprise e Experience Manager 6.5 o Experience Manager 6.4 in cui sia stato almeno distribuito il Service Pack 2. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo delle risorse Adobe Stock in Experience Manager Assets.

Trova simile

Adobe Asset Link ti consente inoltre di utilizzare una risorsa per cercare risultati visivamente simili in Experience Manager Assets. Grazie alla tecnologia di apprendimento automatico Adobe Sensei, la ricerca visiva mostra risultati con caratteristiche estetiche legate all'immagine utilizzata come esempio.

Per trovare immagini simili a una risorsa, apri il menu di scelta rapida della risorsa e seleziona Find Similar (Trova simile). L’etichetta del campo Search (Ricerca) cambia in Similar (Simile) e il campo conterrà la miniatura della risorsa e il suo titolo/nome. Le risorse simili verranno visualizzate nei risultati del pannello.

Nota:

Per utilizzare la funzione Find Similar (Trova simile), devi avere il servizio Smart Content attivato per l'organizzazione ed Experience Manager 6.5. Per ulteriori informazioni, consulta Enhanced Smart Tags.

Trova risorse simili
Trova simile

Per chiuderei i risultati, fai clic su  nel campo Similar (Simile).

Nota:

Quando trovi risorse simili, i risultati sono già in ordine di attinenza. Adobe Asset Link non offre nessun’altra opzione di ordinamento.

Puoi accedere rapidamente e facilmente alle raccolte di Experience Manager Assets dal pannello Asset Link. Il pannello visualizza raccolte, statiche e avanzate, in base alle autorizzazioni che ti sono state assegnate. Per accedere alle raccolte, effettua le operazioni riportate di seguito:

  1. Nel pannello Asset Link, seleziona Experience Manager Assets Collections.

  2. Per visualizzare le cartelle e i file contenuti in una raccolta, selezionala.

Il pannello Asset Link ti consente di aggiungere nuove risorse ad Experience Manager Assets dalla tua app creativa. Puoi creare risorse usando le app Creative Cloud con cui hai familiarità (Photoshop, Illustrator o InDesign) e caricarle in Experience Manager Assets.

Per caricare una risorsa in Experience Manager Assets, apri la risorsa nell'app creativa e procedi come segue:

  1. Nel pannello Asset Link, seleziona Experience Manager Assets > Files (File) e seleziona una cartella in cui caricare la risorsa.

    Nota:

    Nella versione corrente di Adobe Asset Link, puoi solo caricare in una cartella che specifichi e non in raccolte o una singola raccolta.

  2. Il pulsante Upload Asset (Carica risorsa) è disponibile se disponi delle autorizzazioni per aggiungere una risorsa alla cartella selezionata.

    Fai clic su Upload Asset (Carica risorsa).

    Carica risorsa
    Carica risorsa

  3. Fai clic su Carica. Viene visualizzato un messaggio che informa che la risorsa è stata caricata.

  4. Se nella cartella selezionata è già presente una risorsa con lo stesso nome, verrà visualizzata la finestra di dialogo Name Conflict (Conflitto nome).

  5. Per salvare la risorsa come nuova versione di quella esistente, fai clic su Create Version (Crea versione).

    Facendo clic su Keep Both (Conserva entrambe), la risorsa esistente non viene modificata e la nuova risorsa è caricata aggiungendo 1 alla fine del nome. Ad esempio, se il nome della risorsa esistente è summer_brochure.jpeg, il nome della nuova risorsa è brochure_estate1.jpeg.

Per visualizzare la nuova risorsa nella cartella, fai clic su Refresh (Aggiorna) o passa a un'altra cartella, quindi ritorna nella cartella della risorsa.

Le risorse nel pannello Asset Link possono essere ordinate per attinenza, ordine alfabetico, tipo, dimensione e data di ultima modifica. Per ordinare le risorse, fai clic sull’elenco a discesa Sort (Ordina) e seleziona un’opzione. Per impostazione predefinita, le risorse in Adobe Asset Link sono ordinate alfabeticamente. Tuttavia, quando cerchi risorse, Adobe Asset Link ordina i risultati della ricerca per attinenza.

Nota:

Quando cerchi risorse in cartelle o raccolte, l’opzione di ordinamento delle risorse per attinenza non è disponibile in quanto ridondante. 

Nota:

Quando visualizzi il contenuto di una cartella o di una raccolta, la funzione di ordinamento influisce solo sull’ordine delle risorse. Le cartelle e le raccolte secondarie sono visualizzate prima delle risorse e in ordine alfabetico sul nome.

Le risorse nel pannello Asset Link possono anche essere filtrate per tipo di file e data di ultima modifica. Per filtrare le risorse, fai clic sulle opzioni del filtro, seleziona un’opzione, quindi fai clic su Apply (Applica).

Puoi anche eseguire una ricerca e filtrare le risorse risultanti dalla ricerca.

Opzioni del filtro
Opzioni del filtro

Quando applichi filtri, accanto all’icona del filtro viene visualizzato un punto blu.

I filtri rimangono attivi durante la navigazione nelle cartelle e nelle raccolte, fino a quando non li cancelli manualmente. Per cancellare i filtri, fai clic sull’icona dei filtri, quindi su Clear All (Cancella tutto). Per confermare, fai clic su Apply (Applica).

Adobe Asset Link offre diverse modalità con cui puoi utilizzare le risorse nelle tue creazioni.

  • Per inserire una risorsa nel documento sul quale stai lavorando, trascinala sull’area di lavoro. Questa azione incorpora la risorsa nel documento.
  • Apri il menu di scelta rapida della risorsa e seleziona Place (Posiziona).
  • Seleziona la cornice di InDesign desiderata, quindi trascina o posiziona la risorsa utilizzando il menu di scelta rapida. Questa azione incorpora la risorsa nel documento.
  • Scarica una copia della risorsa. Apri il menu di scelta rapida della risorsa e seleziona Download. Il file è scaricato nella cartella di download predefinita.
Nota:

Entrambe le azioni (posizionamento e trascinamento) equivalgono a incorporare la risorsa. 

Nota:

Quando la trascini, la risorsa viene sottoposta a rendering nel documento sul quale stai lavorando. Per ottenere la risorsa ad alta risoluzione, devi prima scaricarla. Dato che la risorsa potrebbe essere stata modificata durante la fase di lavoro, ti verrà sempre richiesto di scaricarne la versione ad alta risoluzione.

Quando lavori con i documenti InDesign, puoi collegare direttamente le risorse in Experience Manager Assets utilizzando l'opzione Place Linked (Inserisci collegata) nel menu di scelta rapida. Se la risorsa originale è modificata in Experience Manager Assets, aggiorna il collegamento per assicurarti che il documento InDesign includa la versione più recente. Per incorporare direttamente risorse nel documento InDesign, utilizza l’opzione Place Copy (Inserisci copia).

Opzione Place Linked
Opzione Place Linked

Incorporando una risorsa (utilizzando l'opzione Place Copy (Inserisci copia)), inserisci una copia della risorsa originale nel layout di InDesign dopo aver scaricato i file binari nel computer locale. Adobe Asset Link non mantiene alcun collegamento tra la copia incorporata e la risorsa originale. Se la risorsa originale viene modificata in Experience Manager Assets, dovrai eliminare la risorsa incorporata dal file InDesign e reinserirla da Experience Manager Assets. 

Se fai riferimento a una risorsa, Adobe Asset Link mantiene il collegamento alla risorsa originale in Experience Manager Assets. Per verificare se la risorsa originale è stata modificata in Experience Manager Assets, esamina la colonna Stato nel pannello Collegamenti in InDesign (Finestra > Links (Collegamenti)). Di seguito sono riportati diversi tipi di stato relativi a risorse per riferimento e l'azione richiesta.

Icona

Stato

Descrizione

Action

Linked (Collegata)

La risorsa corrisponde alla risorsa originale in Experience Manager Assets.

Non è necessaria alcuna azione.

Modified (Modificata)

La risorsa originale in Experience Manager Assets è stata modificata.

Per collegare la risorsa aggiornata, fai doppio clic sull’icona.

Missing (Mancante)

Il collegamento alla risorsa originale è stato perso.

Fai doppio clic sull'icona e ricollega un'altra risorsa in Experience Manager Assets.

Offline

Adobe Asset Link non può accedere alla risorsa originale.

Verificare eventuali problemi con la rete che si connette al server Experience Manager Assets. 

Nota:

InDesign Server non è ancora supportato nel flusso di lavoro della funzione deep linking.

Se il server Experience Manager è configurato per generare FPO, le interpretazioni a bassa risoluzione sono inserite nel documento InDesign quando utilizzi l'opzione Place Linked (Inserisci collegata) per fare riferimento alle risorse. 

Le interpretazioni FPO consentono di sostituire le risorse originali con elementi di dimensioni più ridotte. Tali elementi hanno le stesse proporzioni, ma sono di dimensioni inferiori rispetto alle immagini originali. InDesign supporta attualmente l’importazione di interpretazioni FPO solo per i seguenti tipi di immagine:

  • JPEG
  • GIF
  • PNG
  • TIFF
  • PSD
  • BMP.

Se un'interpretazione FPO non è disponibile per una determinata risorsa in Experience Manager Assets, il riferimento viene collegato alla risorsa originale ad alta risoluzione. Lo stato delle immagini FPO nel pannello Links (Collegamenti) di InDesign è quello FPO. 

Stato FPO
Immagine FPO

Per sostituire l'immagine FPO con quella originale in Experience Manager Assets, seleziona Scarica originale dal menu a comparsa. 

Scarica originale
Scarica originale

Dopo aver scaricato l’immagine originale, seleziona Replace FPO With Original (Sostituisci FPO con originale) o fai semplicemente doppio clic sull’icona FPO.

Sostituisci FPO con originale
Sostituzione FPO con immagine originale

Per sostituire più immagini FPO con le rispettive immagini originali, seleziona l’opzione Download all Originals (Scarica tutti gli originali). Al termine del download delle immagini originali, seleziona Replace all FPOs With Originals (Sostituisci tutte le FPO con le originali). 

Nota:

Se il documento InDesign contiene più immagini FPO per la stessa risorsa, ogni immagine viene sostituita con la risorsa originale anche se sostituisci un'immagine In altre parole, nel file InDesign non puoi avere una combinazione di immagini FPO e originali per la stessa risorsa.  

L’importazione di immagini ad alta risoluzione (300 dpi) nel layout di InDesign usando l’opzione Place Copy (Inserisci copia) o Place Linked (Inserisci collegata), può rallentare l’app. Questo perché, ogni file deve essere scaricato localmente. Se il server Experience Manager è collegato a una rete lenta, il tempo necessario per poter riprendere a lavorare potrebbe essere notevole.

Se le immagini FPO sono disponibili, puoi fare riferimento a più immagini FPO contemporaneamente in Experience Manager Assets e lavorare in modo più efficiente sulla progettazione dei layout in diversi momenti. Al termine della progettazione, puoi scaricare le risorse originali ad alta risoluzione per sostituire le risorse segnaposto. 

Puoi trascinare le immagini FPO in qualunque punto della pagina di InDesign da cui fai riferimento alla risorsa.

Immagine posizionata ovunque
FPO posizionata casualmente

Se fai riferimento dalla cornice, la risorsa FPO è posizionata all’interno della cornice.

Posizionata nella cornice
FPO posizionata nella cornice

Nota:

A seconda della configurazione di Experience Manager, quando le interpretazioni FPO sono posizionate senza cornice, la loro dimensione può essere diversa dall'originale (pur mantenendo le proporzioni). Si consiglia pertanto di inserire le risorse collegate da Experience Manager in una cornice.

Se crei un pacchetto per un documento InDesign 2020 con collegamenti interrotti, verrà visualizzato il pannello Collegamenti e immagini anziché il pannello di Adobe Asset Link (in modalità Ricollegamento). Quando provi a ricollegare dalla finestra di dialogo, viene aperta la directory locale.

Quando ritiri una risorsa, i file sono archiviati in una posizione specificata dalla configurazione di ritiro che, per impostazione predefinita, è Creative Cloud Files.

Per modificare la configurazione di ritiro, effettua le seguenti operazioni:

  1. Dal menu del pannello, seleziona Check Out Configuration (Configurazione ritiro).

  2. Dall’elenco a discesa Check Out Location (Posizione ritiro), seleziona Creative Cloud Files o Hard Drive.

    Creative Cloud Files

    Le risorse estratte sono sincronizzate nel cloud usando Creative Cloud. Verifica però che la funzione Sincronizzazione file sia attivata e non in pausa.

    Se utilizzi Adobe Asset Link da un altro dispositivo, le risorse sono disponibili anche da tale dispositivo dal quale puoi anche effettuare il ritiro.

    Hard Drive

    Le risorse sono ritirate in una cartella locale del tuo dispositivo. Se ritiri una risorsa in una cartella locale, è consigliabile depositarla dallo stesso dispositivo.

    I file ritirati sono salvati nella stessa struttura di cartelle di Experience Manager Assets. La cartella principale dipende tuttavia dalla configurazione di ritiro.

    Percorso di Experience Manager Assets

    Percorso di Creative Cloud Assets

    Percorso Hard Drive

    /content/dam/pictures/fall/blue-wall-architecture.jpg

    Creative Cloud Files\AEM Assets\pictures\fall\blue-wall-architecture.jpg

    C:\Utenti\<nome utente>\AEM Assets\pictures\fall\blue-wall-architecture.jpg

    Nota:

    I file, una volta depositati, non sono più disponibili nella posizione specificata nella configurazione di ritiro.

  3. Fai clic su Save (Salva).

Per modificare le tue risorse, puoi ritirarle direttamente dalle risorse di Experience Manager nelle app creative che utilizzi e iniziare a modificarle. Per ritirare una risorsa, procedi come segue:

  1. Fai clic sul pulsante More Options (Altre opzioni) sotto la risorsa.

  2. Fai clic su Check Out (Ritira).

    La risorsa è ritirata da Experience Manager Assets e aperta nell'app Creative Cloud. Sulla miniatura della risorsa viene visualizzata l’icona di stato ritiro.

    Dietro le quinte, i file sono archiviati nella cartella specificata dalla configurazione di ritiro fino a quando non sono depositati. Tutte le risorse ritirate sono salvate in Creative Cloud in una cartella denominata Experience Manager Assets.

    Attenzione:

    Non spostare, rinominare o eliminare una risorsa dalla cartella di ritiro. Se modifichi il percorso del file, interrompi il collegamento con Experience Manager Assets e non sarà possibile depositare la risorsa.

Puoi collaborare con altri utenti e condividere una cartella privata dal tuo account Creative Cloud con determinati utenti. Il funzionamento della collaborazione è trasparente, se la posizione di ritiro è impostata su Creative Cloud Files. Puoi accedere al file usando Creative Cloud e condividerlo.

Nota:

Quando depositi la risorsa dal pannello Adobe Asset Link, la risorsa non è più visualizzata nelle tue risorse Creative Cloud.

Per collaborare con Creative Cloud Assets, procedi come segue:

  1. Modifica e salva la risorsa ritirata.

  2. Passa alla risorsa usando il sito Web Creative Cloud Assets. In alternativa, puoi navigare alla risorsa nel tuo dispositivo utilizzando il Finder o Esplora risorse.

    • Dal sito Web, fai cli sul pulsante More Options (Altre opzioni) della cartella e seleziona Condividi.
    • Dal tuo dispositivo, seleziona un’opzione di condivisione dal menu di scelta rapida.

    Per ulteriori informazioni sulla collaborazione, consulta Collaborare su Creative Cloud Libraries e cartelle.

Quando hai terminato la modifica della risorsa nella tua app Creative Cloud, puoi depositarla con facilità in Experience Manager Assets con il controllo delle versioni e i commenti appropriati.

Per depositare una risorsa, procedi come segue:

  1. Fai clic sul pulsante More Options (Altre opzioni) della risorsa e seleziona Check In (Deposita).

    Nota:

    Prima di depositare una risorsa dopo averla modificata, assicurati di averla salvata (Ctrl+S).

  2. Aggiungi i tuoi commenti e fai clic su Check In (Deposita).

    I commenti inseriti sono visualizzati in Experience Manager Assets unitamente alla versione della risorsa.

    Nota:

    Le risorse, dopo essere state depositate, verranno spostate automaticamente dalla cartella Experience Manager Assets specificata nella configurazione di ritiro in una cartella contenente le risorse eliminate.

Per annullare le modifiche apportate a una risorsa ritirata, puoi annullare il ritiro. Annullando il ritiro, la risorsa è rilasciata e sbloccata per consentire ad altri utenti di ritirarla e modificarla. Annullando l’operazione di ritiro perderai le modifiche.

  1. Fai clic sul pulsante More Options (Altre opzioni) sotto la risorsa.

  2. Fai clic su Cancel Check Out (Annulla ritiro).

  3. Fai clic su Continue (Continua).

    La risorsa è rilasciata e rimossa dalla posizione di ritiro. Sulla miniatura della risorsa non è più visualizzata l’icona di stato ritiro.

Dal pannello puoi accedere ai dettagli del file per le risorse in Experience Manager Assets, ad esempio, miniatura, metadati di base e versioni.

Per accedere ai dettagli del file, apri il menu di scelta rapida e seleziona File Details (Dettagli del file). Per accedere ai dettagli del file, puoi anche fare clic direttamente sulla miniatura o sul nome della risorsa nel pannello. Per visualizzare tutte le versioni di una risorsa, fai clic sull’elenco Version (Versione).

Con Adobe Asset Link, i marchi possono concedere facilmente alle loro agenzie l’accesso alle risorse del progetto aggiungendole come dominio affidabile nel proprio ambiente. Per istruzioni dettagliate, consulta la sezione Domini autorizzati. Se l'affidabilità del dominio non è conforme alle politiche aziendali, l'azienda deve effettuare il provisioning di una postazione di Creative Cloud for enterprise per l'agenzia, in modo che le sue risorse appartengano all'azienda.

Logo Adobe

Accedi al tuo account