Introduzione

La pagina Pacchetti in Admin Console offre diverse funzionalità riportate di seguito che puoi utilizzare per distribuire le applicazioni Creative Cloud e Document Cloud agli utenti finali dell’azienda:

  • Scarica i pacchetti pre-configurati utilizzando i modelli Adobe.
  • Crea pacchetti totalmente personalizzati per licenze nominative o licenze per dispositivo condiviso (per gli istituti di istruzione) con la configurazione e le applicazioni che desideri assegnare agli utenti finali.
  • Abilita le notifiche e-mail per essere avvisato sulla disponibilità di nuove versioni dei prodotti.
  • Visualizza i pacchetti creati precedentemente da te o da altri amministratori dell’organizzazione. Visualizza inoltre i dettagli di un pacchetto specifico e monitora gli aggiornamenti disponibili per le app nel pacchetto.
  • Scarica gli strumenti IT quali Remote Update Manager e Adobe Update Server Setup Tool.
  • Scarica lo strumento della riga di comando di Extension Manager per installare estensioni e plug-in dal file contenitore in formato ZXP.

Nota:

Per creare pacchetti con licenzeper dispositivo (legacy) o licenze con numero di serie (legacy), utilizza Creative Cloud Packager. Tieni comunque presente che le app della versione CC 2019 o successive non sono disponibili in Creative Cloud Packager. Questo implica che puoi creare pacchetti di licenze per dispositivo e con numero di serie solo per le versioni precedenti delle app CC.

Utilizzo della pagina Pacchetti in Admin Console

Strumenti

Scarica Creative Cloud Packager, lo strumento della linea di comando di Extension Manager, Adobe Update Server Setup Tool o Remote Update Manager.

Accedi ad Admin Console e seleziona Pacchetti > Strumenti.

Creative Cloud Packager

Adobe Creative Cloud Packager semplifica la creazione di pacchetti contenenti prodotti e aggiornamenti Adobe Creative Cloud. Questi pacchetti possono essere successivamente distribuiti ai computer client dell’organizzazione.

Per ulteriori informazioni, consulta Packager.

Nota:

Le app CC pubblicate il 15 ottobre 2018 (CC 2019) o successivamente non sono disponibili in Creative Cloud Packager. Per ulteriori informazioni, consulta questo documento.

Adobe Update Server Setup Tool

Adobe Update Server Setup Tool consente di configurare un server locale per ospitare gli aggiornamenti Creative Cloud. In questo modo, l’IT risparmia larghezza di banda e controlla quando rendere gli aggiornamenti disponibili agli utenti finali.

Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo di Adobe Update Server Setup Tool.

Remote Update Manager

Remote Update Manager consente di avviare in remoto il programma di aggiornamento su un computer client e di gestire in modo trasparente le tempistiche di installazione degli aggiornamenti nei sistemi client. Puoi specificare un determinato prodotto o aggiornare tutti i prodotti allo stesso tempo. Quando utilizzato con Adobe Update Server Setup Tool, gli aggiornamenti sono prelevati dal tuo server locale.

Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo di Adobe Remote Update Manager.

Strumento della linea di comando di Extension Manager

Lo strumento della riga di comando di ExMan consente all’amministratore di installare estensioni e plug-in dal file contenitore in formato ZXP. Quando crei un pacchetto, puoi decidere se includere le estensioni o scaricare lo strumento autonomo per Mac o Windows.

Preferenze

Imposta le preferenze globali per le notifiche, AUSST e le directory personalizzate dei pacchetti.

Accedi ad Admin Console e seleziona Pacchetti > Preferenze.

Finestra di dialogo Preferenze

Notifiche

Puoi scegliere di ricevere le notifiche e-mail per gli aggiornamenti disponibili a qualsiasi prodotto Creative Cloud.

  1. Accedi ad Admin Console e seleziona Pacchetti > Preferenze.

  2. Per attivare o disattivare le notifiche, seleziona o deseleziona la casella nella sezione Notifiche.

Server di aggiornamento interno

Per configurare un server di aggiornamento interno, scarica Adobe Update Server Setup Tool dalla sezione Strumenti, genera il file di esclusione, copia e incolla il contenuto di tale file nella casella Server di aggiornamento interno.

Inoltre, nel flusso di lavoro crea pacchetto dovrai scegliere questa opzione per reindirizzare gli aggiornamenti al server di aggiornamento interno.

Directory di installazione personalizzata

Se le applicazioni che includi nei pacchetti che crei supportano le directory di installazione personalizzate, specifica la directory in cui il pacchetto creato deve installare queste applicazioni. Per ulteriori informazioni, consulta Creazione di pacchetti.

Nota:

Il percorso specificato per la directory deve essere assoluto. Se stai creando un pacchetto da distribuire in computer Windows, il percorso specificato dovrà includere anche la lettera dell’unità. Ad esempio: C:\<percorso cartella>.

Per la creazione della cartella, non potrai inoltre utilizzare nessuno dei caratteri non supportato da Windows: \/:*?<>|

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online