Guida utente Annulla

Modificare la durata e velocità delle clip

  1. Guida utente di Adobe Premiere Pro
  2. Versioni beta
    1. Panoramica del programma beta
    2. Pagina home di Premiere Pro Beta
  3. Guida introduttiva
    1. Guida introduttiva di Adobe Premiere Pro
    2. Novità di Premiere Pro
    3. Note sulla versione | Premiere Pro
    4. Scelte rapide da tastiera in Premiere Pro
    5. Accessibilità in Premiere Pro
    6. Guida al flusso di lavoro continuativo ed occasionale
  4. Requisiti di hardware e sistema operativo
    1. Consigli sull’hardware
    2. Requisiti di sistema
    3. Requisiti del driver GPU e GPU
    4. Rendering con accelerazione GPU e codifica/decodifica hardware
  5. Creazione di progetti
    1. Crea nuovo progetto
    2. Apertura di progetti
    3. Spostare ed eliminare i progetti
    4. Operazioni con più progetti aperti
    5. Utilizzo dei collegamenti ai progetti
    6. Compatibilità dei progetti Premiere Pro con versioni precedenti
    7. Aprire e modificare i progetti Premiere Rush in Premiere Pro
    8. Best practice: creare i modelli di progetto personalizzati
  6. Spazi di lavoro e flussi di lavoro
    1. Spazi di lavoro
    2. Domande frequenti | Importazione ed esportazione in Premiere Pro
    3. Utilizzo dei pannelli
    4. Controlli touch e gesti di Windows
    5. Usare Premiere Pro in una configurazione con due monitor
  7. Acquisizione e importazione
    1. Acquisizione
      1. Acquisizione e digitalizzazione del metraggio
      2. Acquisizione di video HD, DV o HDV
      3. Acquisizione in batch e riacquisizione
      4. Configurazione del sistema per l’acquisizione HD, DV o HDV
    2. Importazione
      1. Trasferire i file
      2. Importazione di immagini fisse
      3. Importazione di audio digitale
    3. Importazione da Avid o Final Cut
      1. Importazione di file di progetto AAF da Avid Media Composer
      2. Importazione di file di progetto XML da Final Cut Pro 7 e Final Cut Pro X
    4. Formati di file supportati
    5. Digitalizzazione di un video analogico
    6. Utilizzo del codice di tempo
  8. Montaggio
    1. Sequenze
      1. Creare e modificare le sequenze
      2. Aggiungere clip alle sequenze
      3. Ridisporre le clip in una sequenza
      4. Trovare, selezionare e raggruppare le clip in una sequenza
      5. Montaggio di sequenze caricate nel monitor Sorgente
      6. Semplificare le sequenze
      7. Rendering e anteprima delle sequenze
      8. Lavorare con i marcatori
      9. Patching sorgente e definizione delle tracce di destinazione
      10. Rilevamento modifiche scena
    2. Video
      1. Creazione e riproduzione delle clip
      2. Taglio delle clip
      3. Sincronizzazione di audio e video con Unisci clip
      4. Eseguire il rendering e sostituire i file multimediali
      5. Annulla, cronologia ed eventi
      6. Fermare e bloccare i fotogrammi
      7. Operazioni con le proporzioni
    3. Audio
      1. Panoramica dell’audio in Premiere Pro
      2. Mixer tracce audio
      3. Regolazione dei livelli del volume
      4. Modificare, riparare e migliorare l’audio mediante il pannello Audio essenziale
      5. Attenuazione automatica dell’audio
      6. Remix audio
      7. Controllare il volume e il panning della clip con Mixer clip audio
      8. Bilanciamento e panning audio
      9. Audio avanzato: submix, downmix e indirizzamento
      10. Effetti e transizioni audio
      11. Operazioni con transizioni audio
      12. Applicare effetti all’audio
      13. Misurazione dell’audio con l’effetto Radar volume
      14. Registrazione di mix audio
      15. Montaggio dell’audio nella timeline
      16. Mappatura dei canali audio in Premiere Pro
      17. Usare l’audio Adobe Stock in Premiere Pro
    4. Montaggio avanzato
      1. Flusso di lavoro per montaggio multicamera
      2. Configurare e utilizzare il visore HMD (Head Mounted Display) per i video immersivi in Premiere Pro
      3. Montaggio di file VR
    5. Best practice
      1. Best practice: mixare più velocemente l’audio
      2. Best practice: montaggio efficiente
      3. Flussi di lavoro per il montaggio di lungometraggi
  9. Effetti video e Transizioni
    1. Panoramica effetti video e transizioni
    2. Effetti
      1. Tipi di effetti in Premiere Pro
      2. Applicare e rimuovere effetti
      3. Predefiniti degli effetti
      4. Applicare il reframe automatico ai video per adattarli a diversi canali di social media
      5. Effetti per correzione colore
      6. Modificare la durata e velocità delle clip
      7. Livelli di regolazione
      8. Stabilizzare le riprese
    3. Transizioni
      1. Applicazione delle transizioni in Premiere Pro
      2. Modifica e personalizzazione delle transizioni
      3. Taglio morphing
  10. Grafica, titoli e animazione
    1. Grafica e titoli
      1. Panoramica del pannello grafica essenziale
      2. Creare un titolo
      3. Creare una forma
      4. Allineare e distribuire testo e forme
      5. Controllo ortografia e Trova e Sostituisci
      6. Applicare sfumature a testo e forme
      7. Aggiungere funzionalità di grafica reattiva agli elementi grafici
      8. Usare modelli di grafica animata per i titoli
      9. Sostituire immagini o video nei modelli di grafica animata
      10. Usare i modelli di grafica animata basati su dati
      11. Best practice: flussi di lavoro grafici più veloci
      12. Utilizzo dei sottotitoli
      13. Discorso in testo
      14. Funzione “Discorso in testo” in Premiere Pro | Domande frequenti
      15. Rimozione della precedente funzione Titolazione di Premiere Pro | Domande frequenti
      16. Convertire i titoli precedenti in Grafica sorgente
    2. Animazione e fotogrammi chiave
      1. Aggiunta, navigazione e impostazione di fotogrammi chiave
      2. Effetti di animazione
      3. Usare l’effetto Movimento per modificare e animare le clip
      4. Ottimizzare l’automazione dei fotogrammi chiave
      5. Spostamento e copia dei fotogrammi chiave
      6. Visualizzazione e regolazione di effetti e fotogrammi chiave
  11. Composizione
    1. Composizione, canali alfa, e regolazione dell’opacità delle clip
    2. Mascheratura e tracciamento
    3. Metodi di fusione
  12. Correzione e gradazione del colore
    1. Panoramica: flussi di lavoro del colore in Premiere Pro
    2. Colore automatico
    3. Usare il colore in modo creativo con i look Lumetri
    4. Regolare il colore utilizzando le Curve RGB e le Curve saturazione tinta
    5. Correggere e abbinare i colori tra le riprese
    6. Utilizzo dei controlli secondari HSL nel pannello Colore Lumetri
    7. Creare un effetto vignettatura
    8. Looks e LUT
    9. Oscilloscopi Lumetri
    10. Gestione del colore per visualizzazione
    11. HDR per le emittenti
    12. Abilitare il supporto per DirectX HDR
  13. Esportazione di file multimediali
    1. Esporta video
    2. Gestione dei predefiniti di esportazione
    3. Flusso di lavoro e panoramica dell’esportazione
    4. Esportazione rapida
    5. Esportazione per il web e per dispositivi mobili
    6. Esportare un’immagine fissa
    7. Esportazione di progetti per altre applicazioni
    8. Esportazione di file OMF per Pro Tools
    9. Esportare in formato Panasonic P2
    10. Impostazioni di esportazione
      1. Riferimento delle impostazioni di esportazione
      2. Impostazioni video di base
      3. Impostazioni di codifica
    11. Procedure consigliate: esportare più velocemente
  14. Collaborazione: Frame.io, produzioni e Team Projects
    1. Collaborazione in Premiere Pro
    2. Frame.io
      1. Installare e attivare Frame.io
      2. Utilizzare Frame.io con Premiere Pro e After Effects
      3. Domande frequenti
    3. Produzioni
      1. Utilizzo delle Produzioni
      2. Funzionamento delle clip tra progetti in una Produzione
      3. Best practice: lavorare con le produzioni
    4. Team Projects
      1. Novità di Team Projects
      2. Introduzione a Team Projects
      3. Creare nuovo progetto team
      4. Aggiungere e gestire i file multimediali in Team Projects
      5. Collaborazione con Team Projects
      6. Condivisione e gestione delle modifiche con i collaboratori del Team Projects
      7. Archiviare, ripristinare o eliminare i progetti team
  15. Utilizzo di altre applicazioni Adobe
    1. After Effects e Photoshop
    2. Dynamic Link
    3. Audition
    4. Prelude
  16. Organizzazione e gestione delle risorse
    1. Utilizzo del pannello Progetto
    2. Organizzare le risorse nel pannello Progetto
    3. Riproduzione delle risorse
    4. Cercare le risorse
    5. Creative Cloud Libraries
    6. Sincronizzare le impostazioni in Premiere Pro
    7. Consolidare, transcodificare e archiviare i progetti
    8. Gestione dei metadati
    9. Procedure consigliate
      1. Best practice: imparare dalla produzione broadcast
      2. Best practice: utilizzo dei formati nativi
  17. Miglioramento delle prestazioni e risoluzione dei problemi
    1. Impostare le preferenze
    2. Reimpostare le preferenze
    3. Utilizzo dei proxy
      1. Panoramica sui proxy
      2. Assimilazione e flusso di lavoro dei proxy
    4. Verifica se il sistema è compatibile con Premiere Pro
    5. Premiere Pro per Apple silicon
    6. Eliminare lo sfarfallio
    7. Interlacciamento e ordine dei campi
    8. Rendering avanzato
    9. Supporto delle superfici di controllo
    10. Best practice: utilizzo dei formati nativi
    11. Knowledge base
      1. Problemi noti
      2. Problemi risolti
      3. Correggere i problemi di arresto anomalo in Premiere Pro
      4. Video verde e rosa in Premiere Pro o Premiere Rush
      5. Come si gestisce la cache multimediale in Premiere Pro?
      6. Correzione degli errori durante il rendering o l’esportazione
      7. Risoluzione dei problemi relativi alla riproduzione e alle prestazioni di Premiere Pro
  18. Monitoraggio delle risorse e dei supporti offline
    1. Monitoraggio delle risorse
      1. Utilizzo dei monitor Sorgente e Programma
      2. Utilizzo del monitor di riferimento
    2. File multimediali offline
      1. Operazioni con clip non in linea
      2. Creazione di clip per il montaggio non in linea
      3. Ricollegare oggetti multimediali non in linea

Potete modificare la velocità e la durata di una o più clip contemporaneamente. Premiere Pro offre diversi metodi per modificare la velocità e la durata delle clip.

La velocità di una clip corrisponde alla velocità di riproduzione rispetto alla velocità alla quale è stata registrata. La durata di una clip è costituita dalla quantità di tempo necessario per la riproduzione dal punto di attacco al punto di stacco. Potete impostare una durata per le clip video o audio, facendo sì che la loro velocità aumenti o diminuisca a seconda delle necessità, per la durata prevista.

Per modificare la velocità o la durata di una clip, utilizzate una delle seguenti opzioni:

Nota:

La funzione Flusso ottico può essere applicata solo dalla timeline o dalla finestra di dialogo Impostazioni di esportazione e non dal pannello Progetto. La funzione di ricerca nella Timeline offre opzioni di ricerca avanzate che consentono di individuare e gestire le clip nelle timeline complesse. Per ulteriori informazioni, consultate Trovare le risorse.

Usare il comando Velocità/durata

  1. Nel pannello Timeline o Progetto, selezionate una o più clip. Per selezionare un gruppo di clip non contigue nel pannello Progetto, tenete premuto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) e fate clic sulle clip desiderate.  

  2. Scegliete Clip > Velocità/durata oppure fate clic con il pulsante destro del mouse su una clip selezionata e scegliete Velocità/durata.

    Velocità e durata

    Nota:

    Potete applicare le modifiche di Velocità/durata a livello di Progetto o Sequenza per la clip. Le modifiche applicate a livello di progetto vengono rispettate quando vengono aggiunte nuove istanze in una sequenza. Tuttavia, questo differisce dagli effetti clip master: le modifiche di velocità/durata non vengono infatti applicate alle istanze esistenti di quella clip nella sequenza.

    Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per modificare la durata senza modificare la velocità, o viceversa, delle clip selezionate, o viceversa, fate clic sul pulsante di associazione in modo tale che esso mostri un collegamento interrotto. La stessa operazione consente inoltre di modificare la velocità ma non la durata.
    • Per riprodurre le clip all’indietro, selezionate Velocità indietro.
    • Per mantenere lo stesso tono audio mentre la velocità o la durata cambia, selezionate Mantieni tono audio.
    • Per spostare di conseguenza anche le clip vicine, fate clic su Montaggio con scarto, Spostamento clip finali.
    • Selezionate un’opzione Interpolazione tempo per le modifiche di velocità: Campionamento fotogrammi, Fusione fotogrammi o Flusso ottico. Per ulteriori informazioni, consultate le sezioni riportate più avanti intitolate Interpolazione del tempo con Flusso otticoFusione fotogrammi.
    Nota:

    Se lo strumento Montaggio con scarto smette di funzionare, assicuratevi che l’opzione Anteprima composita durante il taglio sia deselezionata dall’icona chiave inglese nella timeline.

  3. Fate clic su OK.

Le clip con velocità modificata sono indicate sotto forma di percentuale della velocità originale.

Utilizzare lo strumento dilata frequenza

Lo strumento dilata frequenza permette di cambiare rapidamente la durata di una clip nella timeline, modificando allo stesso tempo la velocità della clip in base alla durata.

Ad esempio, la sequenza contiene uno spazio vuoto di una certa durata che desiderate colmare con contenuti multimediali alterandone la velocità. In questo caso, la velocità del video non riveste molta importanza, mentre sarà importante ottenere la durata giusta. Lo strumento dilata frequenza consente di comprimere o dilatare la velocità secondo in base alla percentuale richiesta.

Per adattare una clip a una specifica durata, potete cambiarne la velocità con lo strumento dilata frequenza di Premiere Pro. Selezionate lo strumento dilata frequenza e trascinate uno dei due bordi di una clip in un pannello Timeline.  

Strumento dilata frequenza
Strumento dilata frequenza

Usare la funzione Modifica tempo

Potete variare la velocità di una porzione video di un’intera clip. Usate Modifica tempo per creare in una stessa clip effetti al rallentatore o accelerati.

  1. Fate clic con il pulsante destro sulla clip e selezionate Mostra fotogrammi chiave clip > Modifica tempo > Velocità

    La clip diventa colorata di blu. Attraverso il centro della clip, viene visualizzata una banda elastica orizzontale per controllare la velocità della clip. Nella parte superiore della clip viene visualizzata una traccia bianca del controllo velocità, proprio sotto la barra del titolo della clip. Se risulta difficile visualizzare la clip, effettuate uno zoom per avere spazio sufficiente.

  2. Trascinate la banda elastica verso l’alto o il basso per aumentare o diminuire la velocità della clip. Viene visualizzata una descrizione che mostra la modifica della velocità sotto forma di percentuale della velocità originale.

La velocità di riproduzione della porzione di video della clip cambia e la sua durata si espande o si contrae rispettivamente in base all’aumento o alla riduzione della velocità. La porzione audio della clip non viene alterata da Modifica tempo, ma rimane collegata alla porzione video.

Modificare il tempo
Modificare il tempo

Nota:

Se aumentate la lunghezza di una clip in una sequenza rallentandone la velocità, la clip non sovrascrive un’eventuale clip adiacente. Si espande invece fino a toccare il bordo della clip adiacente. I fotogrammi rimanenti vengono spinti nella parte di coda della clip allungata. Per recuperare questi fotogrammi, create uno spazio vuoto dopo la clip e tagliate il suo bordo destro per rivelarli.

Variare le modifiche in base alla velocità o alla direzione con Modifica tempo

Potete accelerare, rallentare, riprodurre all’indietro oppure eseguire fermi immagine di porzioni video di una clip usando l’effetto Modifica tempo. Consideriamo ad esempio la clip di una persona che cammina. Potete farla avanzare rapidamente, rallentare all’improvviso, bloccarla a metà passo o addirittura farla camminare all’indietro per poi farle riprendere la marcia in avanti.

La modifica del tempo è applicabile solo a istanze di clip in un pannello Timeline, non a clip master. Quando modificate la velocità di una clip con audio e video collegati, l’audio resta collegato al video ma mantiene una velocità del 100%, indipendentemente dalle modifiche alla velocità video. L’audio non resta pertanto sincronizzato con il video.

Di solito il metraggio viene visualizzato a velocità costante in un’unica direzione.

La modifica del tempo altera il tempo per intervalli di fotogrammi all’interno di una clip.

I fotogrammi chiave di velocità possono essere applicati nel pannello Controllo effetti oppure in una clip nel pannello Timeline. Un fotogramma chiave di velocità può essere suddiviso per creare una transizione tra due diverse velocità di riproduzione.

Alla prima applicazione a un elemento della traccia, viene immediatamente applicata su uno dei lati del fotogramma chiave di velocità una variazione della velocità di riproduzione. Quando il fotogramma chiave di velocità viene trascinato via ed esteso oltre un fotogramma, le metà formano una transizione di modifica di velocità. A questo punto potete applicare curve lineari o uniformi per variare con gradualità in ingresso o in uscita la velocità di riproduzione. 

Nota:

È meglio applicare i controlli per la modifica del tempo a una clip nella propria traccia video. Se si rallenta una porzione della clip se ne aumenta la durata. Se una seconda clip segue la clip allungata nella traccia video, tale clip verrà automaticamente tagliata nel punto in cui inizia la seconda clip. Per recuperare i fotogrammi tagliati, fate clic sullo Strumento seleziona traccia. Tenendo premuto il tasto Maiusc, trascinate la seconda clip verso destra. Vengono così spostate verso destra tutte le clip che si trovano a destra. Fate clic sullo strumento selezione, quindi trascinate verso destra il bordo destro della clip allungata, mettendone in evidenza i fotogrammi tagliati.

Variare la modifica alla velocità di una clip

  1. Fate clic con il pulsante destro del mouse sulla clip e selezionate Mostra fotogrammi chiave clip > Modifica tempo > Velocità.

    La clip diventa colorata di blu. Attraverso il centro della clip, viene visualizzata una banda elastica orizzontale per controllare la velocità della clip. Nella parte superiore della clip viene visualizzata una traccia bianca del controllo velocità, sotto la barra del titolo della clip.

  2. Per impostare un fotogramma chiave, tenete premuto Ctrl (Windows) o Comando (macOS) e fate clic su almeno un punto della banda elastica. I fotogrammi chiave di velocità vengono visualizzati nella parte superiore della clip, sopra la banda elastica nella traccia bianca del controllo velocità. Questi fotogrammi possono essere divisi a metà e funzionare come se fossero due fotogrammi chiave per contrassegnare l’inizio e la fine di una transizione di modifica della velocità. Le maniglie di regolazione compaiono anche sulla banda elastica, a metà della transizione di modifica della velocità.

    A. Fotogramma chiave di velocità B. Traccia bianca per il controllo della velocità C. Banda elastica 

  3. Effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Trascinate verso l’alto o il basso la banda elastica su un lato del fotogramma chiave di velocità, per aumentare o ridurre la velocità di riproduzione della porzione. (Facoltativo) Premete Maiusc mentre trascinate per limitare i valori di modifica della velocità a incrementi del 5%.

    • Tenete premuto Maiusc e trascinate il fotogramma chiave di velocità verso sinistra o verso destra per cambiare la velocità della porzione a sinistra del fotogramma chiave di velocità.

    Variano sia la velocità che la durata del segmento. Se si accelera un segmento di una clip, lo si accorcia; se lo si rallenta, lo si allunga.

  4. (Facoltativo) Per creare una transizione di velocità, trascinate verso destra la metà destra del fotogramma chiave di velocità oppure verso sinistra quella sinistra.
  5. (Facoltativo) Per modificare l’accelerazione o la decelerazione della variazione di velocità, trascinate una delle maniglie del controllo per la curva.

    La variazione di velocità viene applicata in modo graduale in ingresso o in uscita a seconda della curvatura dell’indicatore della velocità.

  6. (Facoltativo) Per annullare la modifica di velocità della transizione, selezionate la metà indesiderata del fotogramma chiave di velocità e premete Canc.
Dividere un fotogramma chiave
Dividere un fotogramma chiave

Nota:

I valori della velocità per l’effetto Modifica tempo vengono visualizzati nel pannello Controllo effetti solo per riferimento. Non potete modificarli direttamente qui.

Spostare un fotogramma chiave di velocità non diviso

In un pannello Timeline, fate clic tenendo premuto Alt (Windows) o Opzione (macOS) sul fotogramma chiave di velocità non diviso e trascinatelo nella nuova posizione.

Spostare un fotogramma chiave di velocità diviso

Nell’area di traccia di controllo bianca della clip, trascinate l’area ombreggiata in grigio della transizione di velocità nella nuova posizione.

Riprodurre una clip all’indietro e poi in avanti

  1. Fate clic con il pulsante destro del mouse sulla clip e selezionate Mostra fotogrammi chiave clip > Modifica tempo > Velocità.

    La clip diventa colorata di blu. Attraverso il centro della clip, viene visualizzata una banda elastica orizzontale per controllare la velocità della clip. Nella parte superiore della clip viene visualizzata una traccia bianca del controllo velocità, proprio sotto la barra del titolo della clip. Se risulta difficile visualizzare la clip, effettuate uno zoom per avere spazio sufficiente.

  2. Per creare un fotogramma chiave di velocità , tenete premuto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) e fate clic sulla banda elastica.

  3. Tenete premuto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) e trascinate entrambe le metà del fotogramma chiave di velocità nel punto finale del movimento all’indietro. Una descrizione dei comandi mostra la velocità sotto forma di percentuale negativa della velocità originale. Il monitor Programma visualizza due schermate contigue che mostrano il fotogramma statico dal quale avete iniziato il trascinamento e un fotogramma di aggiornamento dinamico che conclude la riproduzione all’indietro prima che riprenda la riproduzione in avanti. Al termine del trascinamento, quando rilasciate il pulsante del mouse, alla porzione di riproduzione in avanti viene aggiunto un ulteriore segmento. Il nuovo segmento ha una durata pari a quella del segmento creato. Un ulteriore fotogramma chiave di velocità viene inserito all’estremità di questo secondo segmento. Nella traccia di controllo velocità vengono visualizzate parentesi angolari rivolte a sinistra  che indicano la sezione della clip riprodotta in senso inverso.

    Il segmento verrà riprodotto all’indietro alla massima velocità dal primo fotogramma chiave al secondo. Quindi viene riprodotto in avanti alla massima velocità dal secondo al terzo fotogramma chiave. Infine torna al fotogramma dal quale è iniziato il movimento all’indietro. Questa operazione prende il nome di palindromo inverso.

    Riprodurre una clip all’indietro e poi in avanti
    Riprodurre una clip all’indietro e poi in avanti

    Nota:

    È possibile creare un segmento che venga riprodotto in senso inverso senza tornare alla riproduzione in avanti. Utilizzate lo strumento lametta o taglia per rimuovere il segmento della clip con la sezione di riproduzione in avanti.  Per maggiori informazioni, consultate Taglio delle clip.

  4. (Facoltativo) Potete creare una transizione di velocità per qualsiasi parte del cambiamento di direzione. Trascinate verso destra la metà destra del fotogramma chiave di velocità oppure verso sinistra quella sinistra.

    Tra le metà del fotogramma chiave di velocità verrà visualizzata un’area grigia che indica la lunghezza della transizione di velocità. Nell’area grigia compare un controllo blu per la curva.

    Nota:

    Se il controllo blu della curva non viene visualizzato, fate clic nell’area grigia.

    Controllo blu per la curva nell’area grigia tra le due metà di un fotogramma chiave di velocità

  5. (Facoltativo) Per modificare l’accelerazione o la decelerazione di qualunque parte della variazione di direzione, trascinate una delle maniglie del controllo per la curva.

    La variazione di velocità viene applicata in modo graduale in ingresso o in uscita a seconda della curvatura dell’indicatore della velocità.

Rimuovere l’effetto Modifica tempo

Non è possibile attivare e disattivare l’effetto Modifica tempo come si fa con altri effetti. L’attivazione e disattivazione di Modifica tempo agisce sulla durata dell’istanza della clip in un pannello Timeline Una volta che l’effetto di Modifica tempo è stato disabilitato, tutti i fotogrammi chiave vengono eliminati.

  1. Per attivare il pannello, fate clic sulla scheda Controllo effetti.

  2. Per aprire Modifica tempo, fate clic sul triangolo accanto.

  3. Per disattivarla, fate clic sul pulsante Attiva/disattiva accanto alla parola Velocità.

    Questa azione elimina qualsiasi fotogramma chiave di velocità esistente e disabilita Modifica tempo per la clip selezionata.

Nota:

Per riattivare Modifica tempo, fate clic sul pulsante Attiva/disattiva animazione per porlo in posizione attiva. Non è possibile utilizzare Modifica tempo se questo pulsante è in posizione disattivata.

Modificare la durata predefinita delle immagini fisse

  1. Scegliete Modifica > Preferenze > Timeline (Windows) oppure Premiere Pro > Preferenze > Timeline (macOS).

  2. In Durata predefinita delle immagini fisse, specificate il numero di fotogrammi da usare come durata predefinita delle immagini fisse.
    Modificare la durata predefinita delle immagini fisse
    Modificare la durata predefinita delle immagini fisse

Nota:

La modifica della durata predefinita non cambia la durata delle immagini fisse già presenti in una sequenza o che sono già state importate. Dopo la modifica della durata predefinita, reimportate le immagini per ottenere una durata diversa.

Potete anche creare un intervallo di tempo da immagini fisse. Per ulteriori informazioni, consultate Creare l’intervallo di tempo da immagini fisse.

Opzione Flusso ottico per Modifica tempo e Velocità/durata

La funzione Flusso ottico di Premiere Pro si basa sull’analisi dei fotogrammi e la stima del movimento dei pixel per creare nuovi fotogrammi video e generare modifiche di velocità, di tempo e di frequenza fotogrammi fluide.

L’opzione Flusso ottico del menu Interpolazione tempo (Clip > Opzioni video > Interpolazione tempo > Flusso ottico) consente di interpolare i fotogrammi mancanti per la modifica del tempo e generare un effetto moviola più uniforme da riprese standard.

Poiché la libreria Flusso ottica non è in grado di sostenere la riproduzione in tempo reale, come accade con la funzione Fusione fotogrammi esistente, Premiere Pro usa il Flusso ottico (che richiede più tempo) soltanto per la modifica del tempo per rendering di alta qualità. Per il rendering di bozza o di bassa qualità, anche se è selezionata l’opzione Flusso ottico, viene utilizzata l’interpolazione Campionamento fotogrammi, più veloce. Per vedere l’effetto di flusso ottico, effettuate il rendering della sequenza. scegliete Rendering da attacco a stacco oppure premete il tasto Invio.

L’Interpolazione Flusso ottico è ideale per modificare la velocità di clip che contengono oggetti senza effetto movimento, che si spostano davanti a uno sfondo prevalentemente statico con forte contrasto rispetto all’oggetto in movimento.

Interpolazione tempo con Flusso ottico

  1. Fate clic con il pulsante destro del mouse sulla clip e scegliete Velocità/durata. Viene visualizzata la finestra di dialogo seguente.

    Finestra di dialogo Velocità/durata della clip
    Finestra di dialogo Velocità/durata della clip

  2. Nella campo Velocità, specificate un valore percentuale per la velocità alla quale dovrà essere riprodotta la clip.

  3. Nel menu a discesa Interpolazione tempo, selezionate Flusso ottico. Fate clic su OK per confermare.

  4. Per effettuare il rendering della clip, scegliete Sequenza > Rendering da attacco a stacco oppure Rendering selezione. Il rendering viene completato grazie all’accelerazione GPU di Premiere Pro.

    L’accelerazione GPU riduce il tempo di rendering e consente di migliorare la prestazione di riproduzione.

  5. Per visualizzare l’effetto di rallentamento creato con i nuovi fotogrammi interpolati di Flusso ottico, riproducete la clip.

Nota:

Se il video viene riprodotto in avanti velocemente, selezionate: Modifica > Preferenze > Dispositivi audio e impostate l’input predefinito su Nessuno.

Esportazione di file multimediali con interpolazione del tempo

L’impostazione Interpolazione tempo nella finestra di dialogo Impostazioni di esportazione (File > Esporta > File multimediali) consente di modificare la frequenza fotogrammi del file esportato utilizzando la funzione Flusso ottico per interpolare i fotogrammi mancanti. Ad esempio, se dovete esportare a 60 fps una ripresa da 30 fps senza ripetere ogni fotogramma, esportate il file multimediale selezionando l’opzione Flusso ottico nella casella a discesa Interpolazione tempo.

Esportazione di file multimediali con interpolazione del tempo

Fusione fotogrammi

In alcune riprese, l’utilizzo della funzione Flusso ottico per creare un movimento più uniforme non produce i risultati desiderati. In questi casi, utilizzate una delle altre opzioni di interpolazione: Campionamento fotogrammi o Fusione fotogrammi. Campionamento fotogrammi ripete o rimuove i fotogrammi fino a ottenere la velocità desiderata. Fusione fotogrammi ripete i fotogrammi e se necessario li fonde tra loro per ottenere un movimento più fluido. 

Tutti i metodi di interpolazione sono accessibili in Premiere Pro dalle seguenti opzioni:

  • Scegliete Clip > Opzioni video > Interpolazione tempo > Fusione fotogrammi | Campionamento fotogrammi.
  • Fate clic con il pulsante destro del mouse sulla clip di una sequenza e scegliete Interpolazione tempo > Fusione fotogrammi | Campionamento fotogrammi.
  • Aprite la finestra di dialogo Velocità/durata e utilizzate il menu a discesa Interpolazione tempo.
  • Aprite la finestra di dialogo Impostazioni esportazione e utilizzate il menu a discesa Interpolazione tempo (questo metodo è applicabile solo ai file multimediali esportati).
Logo Adobe

Accedi al tuo account