Questa pagina è un documento complementare ai requisiti di sistema per Premiere Pro e After Effects. Fornisce informazioni aggiuntive sui componenti del sistema e alcune considerazioni su come ottenere prestazioni ottimali.

 Desideri una versione scaricabile di questo documento? Fai clic qui per scaricare un PDF.

Costruzione di un sistema per la produzione video

Le quattro variabili fondamentali per un ottimo sistema di produzione video sono memoria, spazio di archiviazione, grafica e processore.

ram-purple

Memoria

I flussi di lavoro video professionali si basano sulla memoria di sistema. Una buona workstation di editing video dovrebbe avere almeno 32 GB di memoria, fino a un massimo di 128 GB.


storage-purple

Archiviazione/dischi rigidi

L’archiviazione rapida è fondamentale per la produzione di video. Utilizza l’archiviazione solid-state NVMe o SSD. A meno che non si disponga di un array RAID veloce, i dischi rotanti in genere non offrono una velocità sufficiente per la produzione di video HD e 4K.


Il modo migliore per ottenere prestazioni eccellenti (e per organizzare diversi tipi di file) è distribuire il carico tra più unità. Una configurazione ottimale ha tre unità:

  • Unità di sistema per sistema operativo e applicazioni
  • Unità per la cache multimediale
  • Unità multimediale (o memoria condivisa)

 Hai solo due unità? Utilizza un’unità esterna veloce per i media e la cache multimediale.

La cache multimediale è il punto in cui Premiere Pro archivia i file dell’acceleratore, inclusi i file di picco (.pek) e l’audio conforme (.cfa). Premiere Pro può effettuare migliaia di chiamate a questi file ogni secondo.  Per ulteriori informazioni, consulta Impostare le preferenze di anteprima del browser.

  • Le unità di memoria Flash NVMe con connettività Thunderbolt 3.0 sono eccellenti.
  • Anche le unità SSD con connettività USB 3.1 sono buone, ma hanno un limite di 4 TB.
gpu-purple

Grafica

La GPU viene utilizzata per il rendering e l’esportazione su schermo, aree prioritarie per la produzione video. Premiere Pro è progettato per sfruttare la GPU. Anche After Effects è ottimizzato per la GPU. 

  • Scheda grafica con almeno 4 GB di memoria (VRAM).
  • (Facoltativo) È possibile utilizzare più GPU, comprese le eGPU, per accelerare il rendering e l’esportazione.

I driver grafici non aggiornati sono una delle cause più comuni di problemi di prestazioni con le applicazioni video.Per prestazioni ottimali, assicurati di disporre dei driver più recenti per la tua GPU, incluse le GPU Intel integrate. Per ulteriori informazioni, vedi Requisiti di GPU e driver GPU per Premiere Pro.

processor-purple

Processore/GPU

Per le CPU, la velocità di clock è più importante per After Effects. I core multipli hanno un impatto maggiore per Premiere Pro. L’ideale per l’esecuzione di entrambe le applicazioni è una CPU veloce con 8 core.

  • Ti consigliamo vivamente di utilizzare processori Intel Core i7 o Core i9 o equivalenti AMD.
  • Velocità di clock di almeno 3,2 GHz o superiore.
  • 8 core sono l’ideale per Premiere Pro. L’applicazione può utilizzare più core, ma senza un significativo vantaggio aggiunto. A seconda dell’attività, Premiere Pro funziona con un’efficienza del 93-98% con 8 core.

H.264 e H.265 (HEVC) sono formati di acquisizione ampiamente utilizzati per DSLR, videocamere mirrorless, action cam e telefoni. H.264 è anche il formato preferito per il caricamento su YouTube e siti di social media. Questi formati compressi sono adatti per l’acquisizione e la distribuzione, ma utilizzano molte risorse del processore per la post-produzione.

Se lavori con H.264 e H.265, prendi in considerazione i processori Intel Core i7 e Core i9, che offrono l’accelerazione hardware Quick Sync, supportata in Premiere Pro e After Effects. 

I processori AMD e Intel Xeon funzionano bene per altri formati, come i formati di videocamere cinematografiche (come RED, Sony Venice, ARRI) e formati di trasmissione (come XDCam HD).

Aggiornamento del sistema

L’aggiunta di memoria è il punto di partenza più semplice e di solito più efficace se si desidera aggiornare il sistema per migliorare le prestazioni di Premiere Pro e After Effects.

Aggiornare il sistema Premiere Pro in questo ordine di priorità:

  1. Più RAM: fino a 128 GB, se la tua scheda madre li supporta.
  2. Una GPU più veloce (o GPU aggiuntive) per rendering ed esportazione più veloci
  3. Unità NVMe o SSD più veloci (o in numero superiore)
  4. CPU più veloce

Aggiorna il tuo sistema After Effects in questo ordine di priorità:

  1. Più RAM: 128 GB è un buon obiettivo per i sistemi top di gamma.
  2. Unità SSD o NVMe più veloci (o in numero superiore)
  3. GPU più veloce (o GPU aggiuntive) per rendering ed esportazione più veloci
  4. CPU più veloce

Domande frequenti

I tempi di esportazione sono influenzati sia dall’hardware grafico sia dal flusso di lavoro. Una seconda GPU (GPU della stessa classe della GPU primaria) può fornire aumenti di velocità sostanziali per l’esportazione. La creazione di anteprime durante la modifica può anche accelerare i tempi di esportazione.

Se disponi di un buon sistema, le prestazioni per i flussi di lavoro multicam dipendono più dall’impostazione del progetto che dall’hardware. Gli utenti esperti creano i propri modelli di progetto per standardizzare la propria configurazione.

Un monitor di riferimento calibrato collegato tramite hardware di trasmissione esterno è altamente raccomandato per la visualizzazione accurata di contenuti interlacciati e color critical. Un corretto monitoraggio del contenuto HDR richiede un display esterno con capacità HDR.

Questa è una questione di preferenze personali. Poiché la timeline è un elemento centrale nell’interfaccia utente di Premiere Pro, un display ultra ampio da 37” combinato con un secondo monitor di riferimento è un’opzione eccellente.

Il monitoraggio simultaneo dell’audio multicanale richiede una scheda audio multicanale. In Windows la scheda audio dovrebbe essere compatibile con ASIO.

Il flusso di lavoro e il modo in cui decidi di lavorare con i formati di file possono avere un impatto significativo sulle prestazioni complessive. La nostra guida alle migliori pratiche per lavorare con formati nativi contiene suggerimenti per la progettazione del flusso di lavoro per garantire prestazioni ottimali con l’hardware.

Consigli sull'hardware