Adobe Remote Update Manager offre un’interfaccia della riga di comando che puoi utilizzare per richiamare Adobe Update Manager in remoto e installare aggiornamenti con privilegi amministrativi. Pertanto, non devi accedere a ogni computer client per installare gli aggiornamenti.

Nota:

Remote Update Manager deve essere avviato con privilegi elevati.

La versione più recente di Remote Update Manager verrà scaricata e inserita nel pacchetto durante il processo di creazione del pacchetto.

Quando create un pacchetto con Creative Cloud Packager, nella schermata di configurazione è presente un’opzione per attivare l’utilizzo di Remote Update Manager. Se questa opzione è selezionata (si tratta dell’impostazione predefinita), Remote Update Manager è incluso nel pacchetto. Quando il pacchetto viene distribuito, Remote Update Manager viene copiato nei seguenti percorsi nel computer client:

Windows:
C:\Program Files (x86)\Common Files\Adobe\OOBE_Enterprise\RemoteUpdateManager

Mac OS:
/usr/local/bin

Remote Update Manager può quindi essere eseguito dai computer client.

Panoramica

Dopo aver distribuito le applicazioni Adobe sui computer client, in genere si desidera disporre degli aggiornamenti successivi per i pacchetti sui computer client. È possibile creare un pacchetto di aggiornamento e distribuirlo manualmente sui computer client.
Invece di distribuire gli aggiornamenti manualmente, potete utilizzare Remote Update Manager, che esegue il polling di Adobe Update Server o di Adobe Update Server locale, se configurato con Adobe Update Server Setup Tool (AUSST), e distribuisce gli aggiornamenti più recenti disponibili sul server di aggiornamento a ogni computer client in cui viene eseguito. Pertanto, non è necessario inviare manualmente gli aggiornamenti ai computer client.
L’impostazione predefinita per la creazione di un pacchetto di installazione con Creative Cloud Packager prevede la disattivazione degli aggiornamenti Adobe, in quanto agli utenti finali nella maggior parte degli ambienti aziendali non sono concessi i diritti di amministratore. Avendo gli aggiornamenti disattivati, gli utenti finali non possono vedere la disponibilità degli aggiornamenti, né possono installarli se scaricati. Remote Update Manager può essere utilizzato per applicare questi aggiornamenti in remoto, anche se gli aggiornamenti sono stati disattivati tramite le opzioni di configurazione di Creative Cloud Packager.
Una volta installato Remote Update Manager su ogni computer client, puoi eseguirlo in remoto tramite la riga di comando o da strumenti di gestione remoti.

Nota:

Remote Update Manager è destinato solo a un sottoinsieme dei prodotti Adobe per desktop. Non può essere utilizzato per alcune applicazioni di installazione native, quali Adobe Edge Code, Edge Reflow e Gaming SDK. Non sono inoltre supportati i plug-in del browser quali Flash Player e gli aggiornamenti di applicazioni Adobe AIR.

Nota:

Per configurare un server di aggiornamento locale (AUSST) nell’ambiente aziendale, consulta il capitolo “Adobe Update Server Setup Tool”.

Esecuzione di Remote Update Manager senza AUSST

Se nell’ambiente aziendale non è presente un server AUSST, quando si esegue Remote Update Manager ogni computer client esegue direttamente il polling di Adobe Update Server per ottenere gli aggiornamenti.

Remote Update Manager

Esecuzione di Remote Update Manager con AUSST

Se è stato configurato un server AUSST, gli aggiornamenti sono scaricati da Adobe Update Server nel server di aggiornamento locale. Quando si esegue Remote Update Manager, ogni computer client esegue il polling dal server di aggiornamento locale per ottenere gli aggiornamenti.

Remote Update Manager con AUSST

Utilizzo di Remote Update Manager per mantenere automaticamente gli aggiornamenti attuali

In questa sezione:

Configurazione dell’ambiente prima di utilizzare Remote Update Manager

Se non desideri che i prodotti/componenti sui computer client scarichino direttamente gli aggiornamenti senza l’intervento dell’amministratore, disattiva gli aggiornamenti manuali durante la creazione del pacchetto. Per ulteriori informazioni su questa procedura, consulta la descrizione della schermata di configurazione del pacchetto nell’articolo “Creazione di pacchetti di distribuzione”.

Nota:

Remote Update Manager funziona anche se gli aggiornamenti manuali sui computer client sono stati disattivati.

Se desiderate che tutti gli aggiornamenti siano memorizzati localmente su un server a cui accederanno i computer client quando si esegue Remote Update Manager, utilizzate Adobe Update Server Setup Tool (AUSST). Consulta Esecuzione di Remote Update Manager con AUSST. Per ulteriori informazioni sulla configurazione di AUSST, consulta Utilizzo di Adobe Update Server Setup Tool.

Nota:

Quando si esegue Remote Update Manager, le applicazioni Adobe per le quali devono essere installati gli aggiornamenti non devono essere in esecuzione.

Download e installazione di aggiornamenti in istanze separate

Utilizzando Remote Update Manager potete anche scaricare e installare in remoto gli aggiornamenti nei computer client. Durante il passaggio del comando per l’aggiornamento remoto, potete scegliere di scaricare e installare gli aggiornamenti nella stessa esecuzione o in più esecuzioni di RUM. Questo consente di scaricare gli aggiornamenti applicabili e quindi installarli in seguito. Per ulteriori informazioni sul download e sull’installazione degli aggiornamenti, consulta l’opzione della riga di comando --action in Sintassi e descrizione di Remote Update Manager.

Nota:

L’opzione della riga di comando --action non supporta attualmente il download di Acrobat e Reader.

Installare gli aggiornamenti per Acrobat e Reader

Remote Update Manager supporta Acrobat e Reader. Prima di eseguire Update Manager, si consiglia tuttavia di controllare le seguenti informazioni sul computer client:

In Mac OS, la versione del programma di aggiornamento di Acrobat deve essere 1.0.14 o successiva.

  1. Per controllare la versione del programma di aggiornamento, esegui il comando seguente da Terminal:

    defaults read "/Library/Application Support/Adobe/ARMDC/Application/Acrobat Update Helper.app/Contents/Info" CFBundleVersion

  2. Se la versione del programma di aggiornamento è antecedente a 1.0.14, scarica la versione più recente dall’indirizzo:
    https://armmf.adobe.com/arm-updates/mac/ARMDC/ARM_update/ARMDC Agent Installer.pkg

  3. Installa il pacchetto del programma di aggiornamento scaricato con il comando seguente:

    sudo installer -pkg <percorso al file .pkg scaricato> -target /

In Windows, le versioni dell’applicazione devono essere le seguenti:

  • Modalità classica: 15.006.30279 o versione successiva
  • Modalità continua: 15.023.20053 o versione successiva

Per dettagli sugli ultimi aggiornamenti per Acrobat/Reader, consulta https://helpx.adobe.com/it/acrobat/release-note/release-notes-acrobat-reader.html.

Sintassi e descrizione di Remote Update Manager

Per eseguire la distribuzione degli aggiornamenti in remoto su ciascun computer client, eseguite Remote Update Manager su ogni computer client. A tale scopo puoi utilizzare uno strumento di distribuzione aziendale quale SCCM, ARD o JAMF Casper Suite, oppure utilizzare un file batch che esegue Remote Update Manager su ogni computer client.
La sintassi di Remote Update Manager è:

RemoteUpdateManager --proxyUserName= --proxyPassword= --channelIds= --productVersions= --action= --help 

Parametro
Descrizione
--proxyUserName
Nome utente del server proxy, se applicabile
--proxyPassword
Password del server proxy, se applicabile
--channelIds

Per i prodotti elencati in questa pagina, utilizza il parametro
--productVersion parameter invece di --channelIds.

Specifica l’ID del prodotto per il quale sono distribuiti in remoto gli aggiornamenti. Potete specificare uno o più prodotti, indicando gli ID dei canali in un elenco separato da virgole (assicuratevi che non siano presenti spazi tra la virgola e l’ID canale successivo). Per un elenco di prodotti e gli ID di canale corrispondenti, consulta ID di canale per l’utilizzo con Adobe Remote Update Manager.
Default: se non si specifica questo parametro, sono distribuiti tutti gli aggiornamenti disponibili.

--productVersions

Questo parametro è facoltativo ed è applicabile alle app elencate in questa pagina.

Specifica una combinazione di codice SAP del prodotto e la versione di base del prodotto per il quale deve essere distribuito l’aggiornamento. 

Ad esempio, --productVersions=SPRK#0.5.0 distribuisce l’aggiornamento di Adobe Experience Design (Preview) 0.5.0. 

Se non specifichi una versione (ma solo un ID prodotto), sono distribuiti gli aggiornamenti per tutte le versioni del prodotto installato nel computer client. Se non specifichi questa opzione, sono distribuiti gli aggiornamenti per tutti i prodotti installati nel computer client.

Le voci separate da virgole in --productVersions aggiornano/distribuiscono:

  • --productVersions=SPRK#0.5.0: distribuisce l’aggiornamento di Adobe Experience Design (Preview) 0.5.0
  • --productVersions=PHSP: distribuisce gli aggiornamenti di tutte le versioni (app con programma di installazione completo) di Photoshop, dato che la versione del prodotto non è specificata. 
  • --productVersions=ACR#12.0.0: distribuisce gli aggiornamenti di Adobe Camera Raw 12.0
  • --productVersions=APRO#15.0: distribuisce gli aggiornamenti di Adobe Acrobat DC in Win32, Win64 e OSX10-64
  • --productVersions=RDR#15.0: distribuisce gli aggiornamenti di Adobe Acrobat Reader DC in Win32, Win64 e OSX10-64

I prodotti sono tuttavia aggiornati da RUM solo se sono installati nel sistema di destinazione.  

Sono aggiornati anche tutti i componenti dipendenti/necessari delle app specificate.

Questo parametro è facoltativo. Se non passato, tutti gli aggiornamenti sono elencati, scaricati o installati come specificato nel parametro --action. 

--action

Specifica l’azione da eseguire: elencare, scaricare o installare.

  • --action=list: visualizza un elenco di aggiornamenti applicabili per i prodotti installati nel computer. 
  • --action=download: scarica gli aggiornamenti applicabili.
  • --action=install: installa gli aggiornamenti se non sono già stati scaricati. Se gli aggiornamenti non sono già stati scaricati, questo comando scarica prima gli aggiornamenti e quindi li installa.
  • Se il parametro --action non è specificato, il comando esegue l’azione predefinita, quindi scarica e installa gli aggiornamenti applicabili.

Nota: l’opzione della riga di comando --action non supporta attualmente il download degli aggiornamenti per Acrobat e Reader.

--help
Visualizza le informazioni di utilizzo dello strumento.

Esempi

  • Il seguente comando esegue Remote Update Manager sul computer client in uno scenario in cui non è presente un server proxy

RemoteUpdateManager

  • Il seguente comando esegue Remote Update Manager sul computer client che richiede il nome utente TestUser e la password _27Dtpras?! per il server proxy

RemoteUpdateManager --proxyUserName=TestUser --proxyPassword=_27Dtpras?!

  • Il seguente comando distribuisce gli aggiornamenti solo per i prodotti corrispondenti agli ID canale AdobePhotoshopCS6-13.0 e AdobeInDesignCS6-8.0. Notate che non è presente alcuno spazio tra la virgola (,) e "AdobeInDesignCS6-8.0".

RemoteUpdateManager --channelIds=AdobePhotoshopCS6-13.0,AdobeInDesignCS6-8.0

  • Il seguente comando distribuisce gli aggiornamenti più recenti solo per Illustrator 19.0.

            RemoteUpdateManager –productVersions=ILST#19.0

  • Il seguente comando distribuisce gli aggiornamenti più recenti solo per tutte le versioni di Illustrator.

            RemoteUpdateManager –productVersions=ILST

  • Il seguente comando distribuisce gli aggiornamenti più recenti per tutte le versioni di Illustrator e gli aggiornamenti pertinenti per Photoshop CS6-13.0

                RemoteUpdateManager –productVersions=ILST --                   channelIds=AdobePhotoshopCS6-13.0

 

Valori restituiti

Dopo l’esecuzione, Remote Update Manager restituisce uno dei seguenti valori:

0
 Aggiornamenti distribuiti o computer già aggiornato.
1
Errore generico, ad esempio un errore interno. Ad esempio, questo può verificarsi quando l’installazione di Adobe Application Manager è danneggiata o la rete non funziona. Generalmente, in tal caso, il download o l’installazione degli aggiornamenti non può essere avviata.
2 Uno o più aggiornamenti non sono stati installati. Ad esempio, sono stati installati correttamente solo due dei tre aggiornamenti.
Considerate l’esempio in cui devono essere installati gli aggiornamenti per Photoshop, Illustrator e Dreamweaver. Tuttavia, Photoshop è in esecuzione sul computer client, per cui gli aggiornamenti vengono installati solo per Illustrator e Dreamweaver. In questo scenario, viene restituito l’errore 2.

Informazioni dettagliate sono disponibili nel file di registro di Remote Update Manager illustrato nella sezione successiva.

Stato del download e dell’installazione degli aggiornamenti

Nella console viene visualizzato lo stato di download e installazione degli aggiornamenti delle app. 

Stato del download e dell’installazione dell’aggiornamento remoto delle app
Stato del download e dell’installazione dell’aggiornamento remoto delle app

File di registro di Remote Update Manager

Il file di registro di Remote Update Manager fornisce informazioni dettagliate sugli eventi che avvengono durante la distribuzione dei payload di eccezioni con Remote Update Manager.
Il file di registro è denominato RemoteUpdateManager.log e si trova nel percorso indicato di seguito.

  • In Windows, il file di registro si trova in %temp%.
  • In Mac OS, il file di registro si trova nella cartella ~/Library/Logs/.

Verifica degli errori

Gli errori riscontrati da Remote Update Manager sono evidenziati nel file di registro con il tag [error].

Formato dei dati del file di registro

Prima di eseguire i flussi di lavoro dei prodotti Creative Cloud, Remote Update Manager esegue il flusso di lavoro completo di Acrobat (list e nstall). Le voci di registro di Acrobat compariranno prima dei flussi di lavoro dei prodotti Creative Cloud.

Inoltre, le voci di registro di tutti i prodotti Creative Cloud saranno visualizzate nel formato seguente:

Versione base/Versione aggiornamento. Ad esempio: AdobeLightroom-6.0/6.7.

In Windows, le voci di registro per Acrobat e Reader saranno tuttavia visualizzate come:

Nome prodotto-Versione base. Ad esempio: AdobeAcrobatDC-15.0

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online