Configurazione di Adobe Experience Manager Assets come Cloud Service per Adobe Asset Link

Scopri come configurare Adobe Experience Manage Assets come Cloud Service per utilizzare l’estensione Adobe Asset Link per le applicazioni Creative Cloud.

Adobe Asset Link semplifica la collaborazione tra i creativi e gli addetti al marketing durante la creazione del contenuto. L’estensione collega Adobe Experience Manager Assets (AEM) Assets alle app desktop Creative Cloud Adobe InDesign, Adobe Photoshop e Adobe Illustrator. Il pannello Adobe Asset Link consente ai creativi di accedere e modificare il contenuto memorizzato in AEM Assets direttamente dalle app creative che utilizzano con maggior frequenza.

Adobe Experience Manager Assets come Cloud Service funziona con Adobe Asset Link v2.0. Questa integrazione ottimizzata offre una configurazione predefinita e un’automazione semplice per automatizzare l’elaborazione selettiva delle risorse in base alle esigenze dell’organizzazione.

Nota:

Se utilizzi una versione precedente di Experience Manager Assets, consulta Configurazione di Experience Manager 6.4 o 6.5.

Per consentire il funzionamento di Experience Manager come Cloud Service con Asset Link, implementa le seguenti attività. Configura utilizzando l’account amministratore di Experience Manager.

  1. Concedi l’acceso a Experience Manager agli utenti dell’organizzazione che hanno accesso a Creative Cloud for enterprise. Per fornire l’accesso, aggiungi gli utenti di Asset Link al profilo di prodotto dell’ambiente AEM utilizzando Admin Console.

  2. Assicurati che gli utenti di Asset Link che dispongono dell’accesso all’ambiente AEM, dispongano anche delle autorizzazioni appropriate per il contenuto di Assets. A tale scopo, assicurati che i gruppi di utenti a cui sono assegnati in AEM dispongano delle autorizzazioni necessarie in AEM Security Console.

  3. Per utilizzare funzionalità specifiche, configurale in Experience Manager. Ad esempio, crea un flusso di lavoro post-elaborazione, configura le interpretazioni FPO per InDesign, integra Adobe Stock e così via.

Gestione di utenti e accesso

Gli utenti di Adobe Asset Link possono connettersi con facilità con Experience Manager dopo aver effettuato l’accesso alla loro applicazione Creative Cloud. L’infrastruttura cloud comune per la gestione e l’autenticazione degli utenti in Experience Manager come Cloud Service e Adobe Creative Cloud consente di ottimizzare amministrazione e governance dei servizi, degli utenti e delle autorizzazioni.

Gli amministratori dell’organizzazione utilizzano le funzionalità di Admin Console per gestire utenti e gruppi di utenti e gli amministratori di AEM le utilizzano per aggiungere utenti di Asset Link al profilo di prodotto dell’ambiente AEM. Al termine, gli utenti di Asset Link ricevono una notifica tramite e-mail che comunica la disponibilità dell’accesso all’ambiente specifico e la possibilità di accedere ad AEM tramite Adobe Asset Link.

Gli amministratori di Experience Manager possono concedere autorizzazioni per risorse o cartelle specifiche in Experience Manager Assets agli utenti di Asset Link aggiunti all’ambiente AEM nei passaggi precedenti. Gli utenti di Asset Link in Admin Console e i gruppi a cui sono assegnati, sono disponibili in AEM come profili. In qualità di amministratore, assicurati che i gruppi a cui sono assegnati i profili utente di Asset Link abbiano l’accesso necessario al contenuto di AEM Assets (nel percorso /content/dam del repository). In genere, puoi aggiungere il gruppo di utenti al gruppo di utenti DAM Users standard di Experience Manager con autorizzazioni predefinite per gli utenti di AEM Assets. Gli amministratori possono configurare autorizzazioni più specifiche configurate in AEM in base alle esigenze dell’azienda.

Con le autorizzazioni appropriate, gli utenti di Creative Cloud possono accedere a posizioni e risorse in Experience Manager.

Generazione delle interpretazioni FPO (for placement only, solo per posizionamento) per Adobe InDesign

Quando un professionista creativo inserisce risorse di grandi dimensioni da AEM nei documenti Adobe InDesign, deve attendere diverso tempo dopo aver inserito una risorsa. Nel frattempo, l’utente è bloccato e non può utilizzare InDesign. Questo interrompe il flusso creativo e influisce negativamente sull’esperienza utente. Per iniziare, Adobe consente di inserire temporaneamente delle interpretazioni di piccole dimensioni nei documenti InDesign. Quando è necessario produrre l’output finale, ad esempio per i flussi di lavoro di stampa e pubblicazione, le risorse originali ad alta risoluzione sostituiscono l’interpretazione temporanea in background. Questo aggiornamento asincrono in background accelera il processo di progettazione per migliorare la produttività e non ostacola il processo creativo.

AEM offre le interpretazioni che sono utilizzate solo per il posizionamento (FPO). La dimensione del file di queste interpretazioni FPO è ridotta ma le proporzioni rimangono inalterate. Se l’interpretazione FPO non è disponibile per una risorsa, Adobe InDesign utilizza la risorsa originale. Questo meccanismo di riserva garantisce che il flusso di lavoro creativo proceda senza interruzioni.

Experience Manager come Cloud Service offre funzionalità di elaborazione delle risorse native del cloud per generare le interpretazioni FPO. Utilizza i microservizi delle risorse per la generazione delle interpretazioni. Puoi configurare la generazione delle interpretazioni delle nuove risorse che carichi e di quelle già presenti in AEM. 

Per generare le interpretazioni FPO, effettua le seguenti operazioni:

  1. Crea un profilo di elaborazione.
  2. Configura Experience Manager in modo che utilizzi questo profilo per elaborare le nuove risorse.
  3. Utilizza i profili per elaborare le risorse esistenti.

Crea un profilo di elaborazione

Per generare le interpretazioni FPO, crei un profilo di elaborazione. Per l’elaborazione, i profili utilizzano i microservizi delle risorse nativi del cloud. Per istruzioni, consulta creazione dei profili di elaborazione per i microservizi delle risorse.

Crea un profilo di elaborazione per interpretazioni FPO e altre interpretazioni
Per generare le interpretazioni FPO, seleziona solo Create FPO Rendition. Facoltativamente, fai clic su Add New per aggiungere altre impostazioni per l’interpretazione allo stesso profilo.

Generazione delle interpretazioni come nuove risorse

Per generare interpretazioni FPO di nuove risorse, applica il profilo di elaborazione alla cartella nelle proprietà della cartella. Nella pagina Proprietà della cartella, seleziona la scheda Asset Processing e seleziona il profilo FPO come profilo di elaborazione. Salva le modifiche. Tutte le nuove risorse caricate nella cartella sono elaborate utilizzando questo profilo.

Aggiungi il profilo di interpretazione FPO nella scheda Processing Profiles nelle proprietà della cartella
Aggiungi il profilo di interpretazione FPO nella scheda Processing Profiles nelle proprietà della cartella

Generazione delle interpretazioni di risorse esistenti

Per generare interpretazioni, seleziona le risorse e attieniti alla procedura riportata di seguito.

Generazione delle interpretazioni di risorse esistenti

Visualizzazione delle interpretazioni FPO

Al termine del flusso di lavoro, puoi controllare le interpretazioni FPO generate. Nell’interfaccia utente di AEM Assets, fai clic sulla risorsa per aprire un’anteprima di grandi dimensioni. Apri il riquadro a sinistra e seleziona Renditions (Interpretazioni). In alternativa, quando l’anteprima è aperta, utilizza il tasto di scelta rapida Alt + 3.

Fai clic sull’interpretazione FPO per caricarne l’anteprima. In alternativa, puoi fare clic con il pulsante destro del mouse sull’interpretazione e salvarla localmente.

Verifica della disponibilità di interpretazioni nel riquadro a sinistra.
Verifica della disponibilità di interpretazioni nel riquadro a sinistra.

Configurazione di Adobe Stock

L’organizzazione può integrare il piano aziendale Adobe Stock con AEM Assets per assicurarsi che le risorse con licenza siano ampiamente disponibili per i progetti creativi e di marketing, grazie alle avanzate funzionalità di gestione delle risorse di AEM. Questo consente ai professionisti del marketing di rendere disponibili risorse di alta qualità, foto, vettoriali, illustrazioni, video, modelli e risorse 3D esenti da royalty, per i loro progetti creativi e di marketing. I professionisti creativi possono quindi utilizzare queste risorse utilizzando il pannello Asset Link.

Per l’integrazione con Adobe Stock, consulta Risorse di Adobe Stock in AEM Assets.

Utilizzo della ricerca visiva o per similarità

La funzione di ricerca visiva consente di cercare risorse visivamente simili nel repository di Experience Manager Assets, utilizzando il pannello Adobe Asset Link. Scopri come cercare e utilizzare risorse simili con Asset Link.

Suggerimenti e informazioni sulla risoluzione dei problemi relativi ad AEM

Segui questi suggerimenti o procedure consigliate per garantire un’esperienza migliore:

  • Per generare le interpretazioni FPO di molte risorse o dell’intero repository, pianifica l’esecuzione dei flussi di lavoro durante periodo di traffico ridotto. La generazione di interpretazioni FPO per un gran numero di risorse è un’attività che richiede molte risorse di sistema e i server AEM devono disporre di capacità di elaborazione e memoria sufficienti.

In caso di problemi durante la configurazione di Experience Manager, prova i suggerimenti riportati di seguito:

  • Se gli utenti di Creative Cloud non riescono a depositare le risorse ritirate, verifica che le autorizzazioni assegnate agli utenti o ai gruppi di utenti. Assicurati che gli utenti dispongano dell’accesso alle cartelle o alle risorse del repository di Experience Manager richieste.
  • Contatta il partner o l’integratore di sistema della tua organizzazione.
  • Per ulteriori informazioni, consulta risoluzione dei problemi relativi ad Asset Link.
Logo Adobe

Accedi al tuo account