Esportare un progetto come file EDL

Potete esportare un file di dati che descrive il progetto e consente di ricrearlo con i rispettivi oggetti multimediali o utilizzando un altro sistema di montaggio.

Con Premiere Pro potete esportare il progetto come lista decisionale di montaggio (EDL, Editing Decision List) in formato CMX3600. Si tratta del formato più diffuso e affidabile tra tutti i formati EDL.

Utilizzo dei file EDL

  • Le liste EDL funzionano in modo ottimale con i progetti che contengono non più di una traccia video,due tracce audio stereo e nessuna sequenza nidificata. Le liste EDL garantiscono inoltre l’integrità di gran parte delle transizioni standard, dei fermi fotogramma e delle variazioni di velocità delle clip.

  • Acquisite e archiviate tutto il materiale sorgente con il codice di tempo corretto.

  • Il controllo del dispositivo di acquisizione (ad esempio, scheda di acquisizione o porta FireWire) deve utilizzare il codice di tempo.

  • Prima di iniziare le riprese,assicuratevi che le videocassette abbiano un numero di bobina univoco e siano state formattate con il codice tempo.

  1. Aprite o salvate il progetto da esportare come lista EDL.
  2. Controllate che un pannello Timeline sia aperto e scegliete File > Esporta > EDL.
  3. Nella finestra di dialogo Impostazioni di esportazione EDL (CMX 3600), specificate le tracce video e audio da esportare.

    Potete esportare una traccia video e fino a quattro canali audio oppure due tracce stereo.

  4. Specificate un nome e una posizione per il file EDL e fate clic su Salva.
  5. Fate clic su OK.

Nota:

le clip unite sono supportate nei file EDL standardizzati. Gli elementi di traccia della sequenza con clip unita sono interpretati allo stesso modo delle clip audio e dell’audio a parte usati insieme nella sequenza, nelle stesse posizioni temporali. Nell’applicazione di destinazione le clip non sono visualizzate come clip unite. L’audio e il video vengono visti come clip separate. Il codice di tempo sorgente viene usato sia per le porzioni video che per le porzioni audio.

Visualizzare i nomi lunghi in EDL

A causa di un limite imposto dalle specifiche EDL 8, i nomi delle clip con più di otto caratteri vengono troncati. Per visualizzare il nome completo della clip:

  1. Scegliete File > Esporta > EDL.

  2. Nella finestra di dialogo Impostazioni di esportazione EDL (CMX 3600), selezionate Nomi di 32 caratteri. Quando questa opzione è selezionata, sono supportati i nomi di cassette o clip composti di un massimo di 32 caratteri.

    Impostazioni di esportazione EDL
  3. Fate clic su OK.

Esportazione di file AAF

Da Avid Media Composer

Semplice flusso di lavoro per esportare i progetti da Avid Media Composer e importarli in Premiere Pro.


Il formato AAF (Advanced Authoring Format) è un formato di file multimediale che consente lo scambio di metadati e oggetti multimediali digitali tra piattaforme, sistemi e applicazioni di tipo diverso. Le applicazioni di authoring che supportano AAF, come Avid Media Composer, possono leggere e scrivere i dati nei file AAF nella misura in cui supportano tale formato.

Accertatevi che il progetto da esportare sia conforme alle specifiche AAF generali e compatibile con un prodotto Avid Media Composer. Considerate quanto segue:

  • I file AAF esportati da Premiere Pro sono compatibili con la famiglia di prodotti di montaggio Avid Media Composer. Tali file AAF non sono stati testati con altri moduli di importazione AAF.

  • Le transizioni sono posizionate in modo da apparire solo tra due clip e non vicino all’inizio o alla fine di una clip. La lunghezza di ogni clip deve essere almeno uguale alla lunghezza della rispettiva transizione.

  • Se una clip ha due transizioni (una sull’attacco e una sullo stacco), la lunghezza della clip deve essere almeno uguale alla somma delle lunghezze delle due transizioni.

  • Quando assegnate un nome alle clip e alle sequenze in Premiere Pro, non usate caratteri speciali, accentati o che possano in qualche modo compromettere l’analisi di un file XML. Inoltre, non usate caratteri quali /, >, <, ®, e ü.

  • Dopo l’esportazione da Premiere Pro e l’importazione in Avid Media Composer, i file AAF non vengono ricollegati automaticamente al materiale filmato originale. Per ristabilire il collegamento, usate l’opzione per l’importazione in batch disponibile in Avid Media Composer.

Nota:

le clip unite non sono supportate per l’esportazione di file AAF.

Esportare un file di progetto AAF (Advanced Authoring Format)

  1. Scegliete File > Esporta > AAF.

  2. Nella finestra di dialogo Salva progetto convertito come, individuate un percorso per il file AAF e digitate il nome file desiderato. Fate clic su Salva.

  3. Nella finestra di dialogo Impostazioni di esportazione AAF, se necessario selezionate Salva come AAF versione precedente o Incorpora audio. Fate clic su OK. Premiere Pro salva la sequenza in un file AAF nel percorso specificato. Utilizzate la finestra di dialogo Registro esportazione AAF per visualizzare eventuali problemi di esportazione.

Il plug-in AAF

Il plug-in per l’esportazione in formato AAF esegue la conversione dei progetti di Premiere Pro come riportato di seguito:

Video e audio mono/stereo “cut-only”

Il plug-in supporta pienamente questi elementi di un progetto. Il plug-in non esegue la conversione di panning, guadagno e variazioni del livello audio, né dell’audio surround 5.1. I canali audio stereo vengono scissi in due tracce nella sequenza Avid Media Composer.

Velocità delle clip

Il plug-in esegue la conversione delle variazioni di velocità delle clip video (lento, veloce, indietro) nell’unico effetto supportato in Avid Media Composer, l’effetto movimento (Motion Effect). Viene convertita anche la velocità delle clip applicata alle sequenze nidificate. In Avid Media Composer non è disponibile un’opzione equivalente all’effetto movimento (Motion Effect) per quanto riguarda l’audio. Se la modifica di velocità rende la clip audio più lunga dell’oggetto multimediale sorgente, il plug-in dilata la clip audio portandola alla stessa lunghezza del resto dell’oggetto multimediale sorgente. Il plug-in inizia in corrispondenza del tempo iniziale e riempie lo spazio vuoto. Potete intervenire su queste parti della sequenza manualmente nel sistema di montaggio di Avid.

File acquisiti in batch o ridigitalizzati

Il plug-in conserva il nome del nastro specificato nel file AAF. Potete usare la funzionalità di registrazione batch (Batch Record) disponibile in Avid Media Composer per riacquisire l’oggetto multimediale dal nastro.  

Materiale filmato di varie dimensioni

Il plug-in esporta il progetto a piena risoluzione. Con l’importazione però tutto il metraggio viene ridimensionato in base alla risoluzione specificata nel progetto Avid.

Sequenze nidificate

Il plug-in ricostruisce la composizione master a partire dalle sequenze nidificate seguendo un andamento ricorsivo, dal momento che Avid Media Composer non supporta il collegamento con le sequenze nidificate). Nel file AAF non ci sarà quindi alcun collegamento tra la composizione master e le sequenze nidificate.

Titoli

Il plug-in converte i titoli in oggetti multimediali non in linea in Avid Media Composer.

Gerarchia dei raccoglitori

Avid Media Composer colloca tutti gli elementi in un unico raccoglitore. I progetti composti da più raccoglitori vengono convertiti in un raccoglitore unico.

File di grafica

Il plug-in salva un riferimento a tutti i file originali, tuttavia in Avid Media Composer la compatibilità è limitata ai formati che supporta. Consultate la documentazione di Avid Media Composer per informazioni sui formati di file di grafica supportati.

Elementi del progetto

Il plug-in converte le clip sintetiche, come ad esempio Barre e toni, Video nero, Mascherino colore e Contatore universale, in oggetti multimediali non in linea.

Marcatori di sequenze e clip

Il plug-in converte tutti i marcatori di sequenza (eccetto i marcatori di attacco e stacco sequenza) in segnaposto sulla traccia del codice di tempo (TC1) in Avid Media Composer. I campi Capitolo, URL e Fotogramma di destinazione non sono convertiti, perché non esistono corrispondenti in Avid Media Composer. Il plug-in converte i marcatori di clip in marcatori di segmenti in Avid Media Composer.

Nota:

il plug-in per l’esportazione in formato AAF ignora i marcatori che si trovano oltre la fine della sequenza.

Posizione dell’indicatore del tempo corrente

Nel file esportato, l’indicatore del tempo corrente mantiene la posizione che aveva in origine, ma solo se tale posizione rientra nella durata della sequenza. In caso contrario, l’indicatore del tempo corrente viene collocato alla fine della sequenza Avid Media Composer.

Esportazione di un file XML per progetti Final Cut Pro

Da Final Cut Pro

Semplice flusso di lavoro XML per esportare i progetti da Final Cut Pro e importarli in Premiere Pro.


  1. Scegliete File > Esporta > XML per Final Cut Pro.

  2. Potete ora vedere la finestra di dialogo Salva progetto convertito con nome. Scegliete il percorso in cui salvare il file XML, digitate il nome da assegnare al file e fate clic su Salva. Premiere Pro salva la sequenza in un file XML nel percorso specificato. 

    Esportazione di un file XML per progetti Final Cut Pro
    Esportazione di un file XML per progetti Final Cut Pro

  3. Inoltre, Premiere Pro salva un registro di eventuali problemi di conversione in un file di testo nello stesso percorso. Il nome del registro contiene i termini FCP Translation Results (facoltativo). Se necessario, leggete nel file di registro le descrizioni di eventuali problemi di conversione.

Quando si esporta un file XML di Final Cut Pro da Premiere Pro, in Final Cut Pro le clip unite diventano sequenze nidificate.

Nota:

Quando si esporta un file XML per Final Cut Pro da Premiere Pro, le clip unite vengono convertite in sequenze nidificate di Final Cut Pro. Premiere Pro e Final Cut Pro 7 (e versioni precedenti) possono condividere i file XML di Final Cut Pro per lo scambio di dati. Per scambiare dati tra Final Cut Pro X e Premiere Pro, è inoltre possibile utilizzare lo strumento di terze parti “Xto7”. Per ulteriori informazioni sull’utilizzo di questo strumento, seguite questa esercitazione su XtoCC.

 

Apertura di progetti Premiere Pro creati con versioni più recenti di Premiere Pro

Se avete creato un progetto Premiere Pro con una versione recente di Premiere Pro, ma la versione di prova è scaduta, potete comunque aprirlo con la versione precedente. Seguite i passaggi indicati di seguito.

  1. Scegliete File > Esporta > XML per Final Cut Pro.

  2. Viene aperta la finestra di dialogo Salva progetto convertito con nome. Scegliete il percorso in cui salvare il file XML, digitate il nome da assegnare al file e fate clic su Salva. Premiere Pro salva la sequenza in un file XML nel percorso specificato. 

    Salvataggio di progetto di Premiere Pro come file .xml
    Salvataggio di progetto di Premiere Pro come file .xml

  3. Potete ora aprire questo file XML con le precedenti versioni di Premiere Pro.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online