Guida completa sugli effetti video e sulle transizioni disponibili in Adobe Premiere Pro e su come utilizzarli nei progetti.

Per gli effetti e le transizioni audio, vedete Effetti e transizioni audio.

Effetti di regolazione

Colore automatico, Contrasto automatico e Livelli automatici, effetti

Usate gli effetti Colore automatico, Contrasto automatico e Livelli automatici per regolare velocemente una clip in modo globale. Colore automatico consente di regolare il contrasto e il colore neutralizzando i mezzitoni e tagliando i pixel bianchi e neri. Contrasto automatico permette di regolare il contrasto generale e il mix di colori senza introdurre né rimuovere dominanti di colore. Con Livelli automatici è possibile correggere automaticamente luci e ombre. Poiché regola ogni canale di colore individualmente, l’effetto Livelli automatici può rimuovere o introdurre dominanti di colore.

Ogni effetto è dotato di una o più delle seguenti impostazioni:

Arrotondamento temporale

Intervallo di fotogrammi adiacenti, in secondi, analizzati allo scopo di stabilire l’entità della correzione da apportare a ciascun fotogramma, in relazione ai fotogrammi circostanti. Se Arrotondamento temporale è pari a 0, ogni fotogramma viene analizzato in modo indipendente, senza analizzare i fotogrammi circostanti. Con l’opzione Arrotondamento temporale potete apportare correzioni più uniformi nel tempo.

Ricerca scena

Se questa opzione è selezionata, i fotogrammi posizionati oltre un cambio di scena vengono ignorati quando i fotogrammi circostanti sono analizzati dall’effetto per l’arrotondamento temporale.

Regola mezzitoni neutri (disponibile solo per Colore automatico)

Identifica un colore quasi neutro medio nel fotogramma, quindi regola i valori gamma per rendere neutro il colore.

Ritaglia nero, Ritaglia bianco

Entità del ritaglio di ombre e le luci in base ai nuovi colori di ombra pura e di luce pura nell’immagine. Prestare attenzione a non impostare valori di ritaglio troppo alti, perché in tal modo si riduce il dettaglio di ombra o luce. Si consiglia un valore compreso tra lo 0,0% e l’1%. Per impostazione predefinita, i pixel delle ombre e delle luci vengono ritagliati dello 0,1%, ovvero il primo 0,1% di entrambi gli estremi viene ignorato quando sono identificati i pixel più chiari e più scuri dell’immagine, che vengono quindi mappati al nero di output e al bianco di output. In tal modo, i valori bianchi e neri di input sono basati su valori di pixel rappresentativi, invece che estremi.

Fondi con originale

Determina la trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Maggiore è il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se impostate questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sulla clip. Se impostate questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Effetto Convoluzione

L’effetto Convoluzione cambia i valori di luminosità di ogni pixel della clip secondo una funzione matematica preimpostata, detta convoluzione. Una convoluzione sovrappone una matrice di numeri a una matrice di pixel, moltiplica ogni pixel sottostante per il valore del numero corrispondente e sostituisce il valore del pixel centrale con la somma di tutti questi prodotti. Questo viene eseguito per ogni pixel dell’immagine.

Le impostazioni di convoluzione comprendono una serie di controlli che rappresentano le celle in una griglia 3x3 di moltiplicatori della luminosità dei pixel. Le etichette sui controlli che iniziano con la lettera “M” ne indicano la posizione nella matrice. Il controllo M11, ad esempio, agisce sulla cella nella prima riga della prima colonna della griglia, l’M32 sulla cella nella terza riga della seconda colonna. Il pixel valutato si trova al centro della griglia, nella posizione M22. Utilizzate questo effetto per ottenere un controllo preciso sulle proprietà dei vari effetti di rilievo, sfocatura e contrasto. Per un determinato effetto, è più semplice applicare una delle impostazioni predefinite dell’effetto convoluzione e modificarla, piuttosto che creare da zero l’effetto utilizzando lo stesso effetto convoluzione.

Griglia di pixel Convoluzione
Griglia di pixel Convoluzione che mostra la posizione di ciascun controllo nella matrice

Effetto Estrai

L’effetto Estrai rimuove i colori da una clip video, creando un’immagine in scala di grigio. I pixel con valori di luminanza inferiori al livello di input nero o maggiori del livello di input bianco sono resi in nero. I pixel compresi tra questi punti saranno in grigio o in bianco.

Nota:

i controlli per questo effetto sono simili a quelli dell’effetto Estrai in Adobe After Effects, ma lo scopo e i risultati sono diversi.

Effetto Livelli

L’effetto Livelli regola la luminosità e il contrasto di una clip. Combina le funzioni degli effetti Bilanciamento colore, Correzione gamma, Luminosità e contrasto e Inversione. Questo effetto funziona in modo molto simile all’effetto Livelli di After Effects.

Nella finestra di dialogo Impostazioni dei livelli è visualizzato un istogramma del fotogramma corrente (solo Windows).

Effetti di luce

L’effetto Effetti di luce consente di applicare l’illuminazione a una clip fino a un massimo di cinque luci. Gli Effetti di luce consentono di gestire le proprietà dell’illuminazione, come tipo, direzione, intensità, colore, centro ed estensione della luce. È inoltre disponibile il controllo Livello rilievo che permette di utilizzare texture o pattern di altri metraggi per creare effetti di luce speciali, come una superficie con effetto 3D.

Effetto ProcAmp

L’effetto ProcAmp rappresenta l’emulazione software dell’amplificatore di processo disponibile sui dispositivi di montaggio video tradizionali. Questo effetto consente di regolare luminosità, contrasto, tonalità, saturazione e percentuale divisa delle immagini delle clip.

Effetto Ombra/Luce

Consente di schiarire i soggetti in ombra o di attenuare le luci di un’immagine. Questo effetto non schiarisce o scurisce un’intera immagine. Regola luci e ombre in modo indipendente sulla base dei pixel circostanti. Potete anche correggere il contrasto complessivo di un’immagine. Le impostazioni predefinite servono per correggere le immagini con problemi di retroilluminazione.

Quantità automatica

Se questa opzione è selezionata, i valori di Quantità ombra e di Quantità luce vengono ignorati e vengono utilizzate quantità determinate automaticamente come appropriate per l’illuminazione e il ripristino del dettaglio nelle ombre. Selezionando questa opzione viene attivato anche il controllo Arrotondamento temporale.

Quantità ombra

Quantità per schiarire le ombre nell’immagine. Questa opzione è attiva solo se deselezionate Quantità automatica.

Quantità luce

Quantità per scurire le luci nell’immagine. Questa opzione è attiva solo se deselezionate Quantità automatica.

Arrotondamento temporale

Intervallo di fotogrammi adiacenti, in secondi, analizzati allo scopo di stabilire l’entità della correzione da apportare a ciascun fotogramma, in relazione ai fotogrammi circostanti. Se Arrotondamento temporale è pari a 0, ogni fotogramma viene analizzato in modo indipendente, senza analizzare i fotogrammi circostanti. Con l’opzione Arrotondamento temporale potete apportare correzioni più uniformi nel tempo.

Ricerca scena

Se questa opzione è selezionata, i fotogrammi posizionati oltre un cambio di scena vengono ignorati quando i fotogrammi circostanti sono analizzati per l’arrotondamento temporale.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Maggiore è il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se impostate questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sulla clip. Se impostate questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Espandete la categoria Altre opzioni per visualizzare i seguenti comandi:

Ampiezza tonale ombra e Ampiezza tonale luce

Intervallo di tonalità regolabili nelle ombre e nelle luci. I valori più bassi limitano rispettivamente l’intervallo regolabile alle sole zone più scure e più chiare. I valori più alti ampliano l’intervallo regolabile. Queste opzioni risultano utili per isolare le zone da regolare. Ad esempio, per schiarire una zona scura senza toccare i mezzitoni, impostate un valore basso per Ampiezza tonale ombra, in modo tale da agire solo sulle zone più scure dell’immagine con l’opzione Quantità ombra. Specificando un valore troppo grande per una determinata immagine potrebbero venire generati degli aloni attorno ai bordi scuri o chiari. Le impostazioni predefinite tentano di ridurre questi elementi indesiderati. È possibile ridurli ulteriormente diminuendo tali valori.

Raggio ombra e Raggio luce

Raggio (in pixel) dell’area attorno a un pixel usata dall’effetto per determinare se il pixel si trova in una zona di ombra o di luce. In genere, questo valore dovrebbe essere pressoché uguale alle dimensioni del soggetto principale in un’immagine.

Correzione colore

Quantità di correzione del colore che l’effetto applica a ombre e luci regolate. Ad esempio, se aumentate il valore Quantità ombra, mettete in risalto i colori che erano scuri nell’immagine originale. Potrebbe essere opportuno che questi colori siano più vivi. Maggiore è il valore di Correzione colore, più saturi risulteranno questi colori. Più marcata è la regolazione apportata a ombre e luci, maggiore sarà l’intervallo disponibile di correzione del colore.

Nota: se volete modificare il colore di un’intera immagine, usate l’effetto Tonalità/Saturazione dopo avere applicato l’effetto Ombra/Luce.

Contrasto mezzitoni

Grado di contrasto applicato dall’effetto ai mezzitoni. I valori elevati determinano un aumento del contrasto dei soli mezzitoni e contemporaneamente ombre più scure e luci più chiare. Un valore negativo riduce il contrasto.

Ritaglia nero, Ritaglia bianco

Entità del ritaglio di ombre e le luci in base ai nuovi colori di ombra pura e di luce pura nell’immagine. Prestare attenzione a non impostare valori di ritaglio troppo alti, perché in tal modo si riduce il dettaglio di ombra o luce. Si consiglia un valore compreso tra lo 0,0% e l’1%. Per impostazione predefinita, i pixel delle ombre e delle luci vengono ritagliati dello 0,1%, ovvero il primo 0,1% di entrambi gli estremi viene ignorato quando sono identificati i pixel più chiari e più scuri dell’immagine. Questi vengono quindi mappati al nero di output e al bianco di output, assicurando che in tal modo, i valori bianchi e neri di input sono basati su valori di pixel rappresentativi, invece che estremi.

Effetti Sfocatura e Nitidezza

Effetto Sfocatura videocamera (solo Windows)

L’effetto Sfocatura videocamera simula un’immagine che si allontana dall’intervallo focale della telecamera, rendendo sfocata la clip. Impostando i fotogrammi chiave della sfocatura, potete ad esempio simulare un soggetto che viene prima messo a fuoco e quindi sfocato, oppure un movimento improvviso della videocamera. Trascinate il cursore per specificare l’entità della sfocatura per il fotogramma chiave selezionato; più alto è il valore, maggiore sarà la sfocatura.

Effetto Sfocatura canale

L’effetto Sfocatura canale sfoca separatamente il rosso, il verde, il blu o i canali alfa di una clip. Potete specificare se la sfocatura deve avvenire in orizzontale, in verticale o in entrambe le direzioni.

Ripeti pixel del bordo sfoca i pixel oltre il bordo della clip come se avessero gli stessi valori dei pixel del bordo. Questo effetto consente di mantenere i bordi nitidi e di evitare che i bordi diventino più scuri e trasparenti (come accadrebbe da una loro media con diversi zero). Deselezionate questa opzione per far operare l’algoritmo di sfocatura come se i valori dei pixel oltre il bordo del livello della clip fossero pari a zero.

Effetto Sfocatura composta

L’effetto Sfocatura composta sfoca i pixel in base ai valori di luminanza di una clip di controllo, noto anche come livello di sfocatura o mappa di sfocatura. Per impostazione predefinita, i valori più chiari nel livello blu corrispondono a una maggiore sfocatura della clip con l’effetto. I valori più scuri corrispondono a una minore sfocatura. Selezionate Inverti sfocatura se desiderate che i valori più chiari corrispondano invece a una minore sfocatura.

Questo effetto è utile per simulare macchie e impronte digitali. Consente inoltre di simulare modifiche a livello di visibilità causate da fumo o calore, in particolare se utilizzato con livelli animati blu.

Effetto Sfocatura composta
Originale (a sinistra), livello di sfocatura (al centro) e risultato (a destra)

Sfocatura massima

Specifica in pixel la quantità massima di sfocatura da applicare a tutte le parti della clip interessata.

Allunga e adatta mappa

Allunga la clip di controllo fino alle dimensioni della clip alla quale viene applicato; in caso contrario la clip di controllo viene centrata sulla clip dell’effetto.

Effetto Sfocatura direzione

L’effetto Sfocatura direzione dà a una clip l’illusione del movimento.

Effetto Sfocatura direzione
Originale (a sinistra) e con l’applicazione dell’effetto (a destra)

Direzione

Direzione della sfocatura. La sfocatura viene applicata in modo uniforme su entrambi i lati del centro del pixel. Impostando un valore di 180° o 0° si ottiene quindi lo stesso risultato.

Effetto Sfocatura veloce

L’effetto Sfocatura veloce è molto simile all’effetto Controllo sfocatura, ma consente di sfocare aree di grandi dimensioni in modo più rapido.

Effetto Sfocatura veloce
Originale (a sinistra) e con l’applicazione dell’effetto (a destra)

Effetto Controllo sfocatura

L’effetto Controllo sfocatura mette a fuoco e fuori fuoco un’immagine e ne elimina i disturbi. Potete specificare se la sfocatura deve avvenire in orizzontale, in verticale o in entrambe le direzioni.

Effetto Contrasta

L’effetto Contrasta aumenta il contrasto nei punti in cui avviene una variazione di colore.

Effetto Maschera di contrasto

L’effetto Maschera di contrasto aumenta il contrasto tra colori che definiscono un bordo.

Effetto Maschera di contrasto
Originale (a sinistra) e con l’applicazione dell’effetto (a destra)

Raggio

Distanza dal bordo alla quale vengono regolati i pixel per il contrasto. Se specificate un valore basso, vengono regolati solo i pixel vicini al bordo.

Soglia

La differenza maggiore tra pixel adiacenti per cui non viene regolato il contrasto. Un valore inferiore genera un risultato maggiore. Se si imposta un valore troppo basso, si ottiene invece una regolazione del contrasto nell’intera immagine. Un valore basso può inoltre generare del disturbo o produrre risultati indesiderati.

Effetti di canale

Effetto Aritmetica

L’effetto Aritmetica esegue varie e semplici operazioni matematiche sui canali rosso, verde e blu di un’immagine.

Operatore

Operazione da eseguire tra il valore specificato dei singoli canali e il valore esistente di tale canale per ogni pixel dell’immagine:

And, Or e Xor

Applicano operazioni logiche bit per bit.

Aggiungi, Sottrai, Moltiplica e Differenza

Applicano le funzioni matematiche di base.

Max

Imposta il valore del canale del pixel su quello superiore del valore specificato e del valore originale del pixel.

Min

Imposta il valore del canale del pixel su quello inferiore del valore specificato e del valore originale del pixel.

Blocca sopra

Imposta il valore del canale del pixel su zero se il valore originale del pixel è superiore al valore specificato. In caso contrario, lascia il valore originale.

Blocca sotto

Imposta il valore del canale del pixel su zero se il valore originale del pixel è inferiore al valore specificato. In caso contrario, lascia il valore originale.

Sezione

Imposta il valore del canale del pixel su 1,0 se il valore originale del pixel è sopra il valore specificato. In caso contrario, imposta il valore su zero. In entrambi i casi, i valori degli altri canali colore vengono impostati su 1,0.

Scolora

Applica un retino.

Taglia valori risultato

Impedisce a qualsiasi funzione di creare valori di colore al di fuori dell’intervallo valido. Se questa opzione non è selezionata, alcuni valori di colore possono tornare a zero.

Effetto Fusione

L’effetto Fusione fonde due clip usando uno dei cinque metodi disponibili. Dopo aver effettuato la fusione di clip mediante questo effetto, disattivate la clip selezionata dal menu Fondi con livello. Selezionate la clip e scegliete Clip > Abilita.

Fondi con livello

Clip con cui eseguire la fusione (livello secondario o di controllo).

Modalità

Metodo fusione:

  • Dissolvenza incrociata dissolve in uscita l’immagine originale mentre l’immagine secondaria si dissolve in entrata.
  • Solo colore applica una colorazione a ciascun pixel dell’immagine originale in base al colore di ciascun pixel corrispondente presente nell’immagine secondaria.
  • Solo tinta è simile a Solo colore, ma tinge i pixel dell’immagine originale solo se questi sono già colorati.
  • Scurisci solo scurisce ogni pixel dell’immagine originale che risulti più chiaro del pixel corrispondente presente nell’immagine secondaria.
  • Schiarisci solo schiarisce ogni pixel dell’immagine originale che risulti più scuro del pixel corrispondente presente nell’immagine secondaria.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Maggiore è il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se impostate questo valore su 100%, l’effetto non produce risultati visibili sulla clip. Se impostate questo valore su 0%, l’immagine originale non traspare.

Se le dimensioni del livello sono diverse

Specifica come posizionare il livello di controllo.

Effetto Calcoli

L’effetto Calcoli combina i canali di una clip con quelli di un’altra.

Effetto Calcoli
Immagini originali (a sinistra e al centro) e con l’effetto applicato (a destra)

Canale input

Il canale da estrarre e usare come input per l’operazione di fusione. RGBA visualizza tutti i canali normalmente. Il grigio converte tutti i valori dei canali colore per un pixel nel valore di luminanza del pixel originale. Il rosso, il verde o il blu converte tutti i valori dei canali colore per un pixel nel valore del canale colore selezionato per il pixel originale. Alfa converte tutti i canali nel valore del canale alfa per il pixel originale.

Inverti input

Inverte la clip prima che l’effetto estragga le informazioni del canale specificato.

Secondo livello

La traccia video con cui Calcoli fonde la clip originale.

Canale secondo livello

Canale da fondere con i canali di input.

Opacità secondo livello

Opacità della seconda traccia video. Impostate su 0% la seconda traccia video perché non influisca sull’output.

Inverti secondo livello

Inverte la seconda traccia video prima che l’effetto estragga le informazioni del canale specificato.

Allunga e adatta secondo livello

Prima di procedere alla fusione, allunga la seconda traccia video in base alle dimensioni della clip dell’originale. Deselezionare questa opzione per centrare la seconda traccia video sulla clip originale.

Mantieni trasparenza

Assicura che il canale alfa del livello dell’originale non sia modificato.

Effetto Aritmetica composta

L’effetto Aritmetica composta combina matematicamente la clip alla quale viene applicato con un livello di controllo. e serve solo ad assicurare la compatibilità con progetti creati con versioni precedenti di After Effects che utilizzano l’effetto Aritmetica composta.

Livello seconda sorgente

Specifica la traccia video da usare con il livello corrente in una determinata operazione.

Operatore

Specifica l’operazione da eseguire tra le due clip.

Opera sui canali

Specifica i canali ai quali viene applicato l’effetto.

Comportamento overflow

Specifica come vengono gestiti i valori pixel che superano l’intervallo consentito:

Clip

Indica che i valori sono limitati all’intervallo consentito.

Reimposta

Indica che i valori oltre l’intervallo consentito vengono reimpostati da completamente attivato a completamente disattivato e viceversa.

Scala

Indica che vengono calcolati i valori massimo e minimo e che i risultati sono ridotti dalla gamma massima a quella dei valori ammissibili.

Allunga e adatta seconda sorgente

Ridimensiona la seconda clip in modo che corrisponda alla dimensioni (larghezza e altezza) della clip corrente. Se questa opzione è deselezionata, la seconda clip viene allineata alle dimensioni correnti dell’origine con l’angolo superiore sinistro della clip sorgente.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Maggiore è il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se impostate questo valore su 100%, l’effetto non produce risultati visibili sulla clip. Se impostate questo valore su 0%, l’immagine originale non traspare.

Effetto Inverti (video)

Questo effetto video inverte le informazioni sui colori di un’immagine.

Canale

Canale o canali da invertire. Ogni gruppo di elementi opera in uno spazio cromatico specifico. Viene invertita l’intera immagine nello spazio cromatico o un singolo canale.

RGB/Rosso/Verde/Blu

RGB inverte tutti e tre i canali di colori additivi. Il rosso, il verde e il blu invertono ciascuno un singolo canale colore.

HLS/Tonalità/Luminosità/Saturazione

HLS inverte tutti e tre i canali di colori calcolati. Tonalità, Luminosità e Saturazione invertono ciascuno un singolo canale colore.

YIQ/Luminanza/Crominanza fase ingresso/Crominanza quadratura

YIQ inverte tutti e tre i canali di luminanza e crominanza NTSC. Y (luminanza), I (crominanza fase ingresso) e Q (crominanza quadratura) invertono ciascuno un singolo canale.

Alfa

Inverte il canale alfa dell’immagine. Il canale alfa non è un canale colore. Specifica la trasparenza.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Maggiore è il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se impostate questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sulla clip. Se impostate questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Effetto Imposta mascherino

L’effetto Imposta mascherino sostituisce il canale alfa (mascherino) di una clip con un canale di una clip di un’altra traccia video. Si ottengono mascherini mobili come risultati.

Nota:

l’effetto Imposta mascherino è stato sviluppato in origine per After Effects ed è incluso in Premiere Pro solo per garantire la compatibilità con i progetti creati con versioni precedenti di After Effects che utilizzano l’effetto Imposta mascherino.

Effetto Imposta mascherino
Immagini originali (a sinistra e al centro) e con l’effetto applicato (a destra)

Per creare un mascherino mobile con l’effetto Imposta mascherino, configurate una sequenza con due clip sovrapposte su tracce video diverse. Applicate l’effetto Imposta mascherino a una delle clip e specificate la clip dalla quale proviene il mascherino sostitutivo. Anche se Imposta mascherino può essere usato per creare mascherini mobili, il metodo più semplice e rapido per farlo è mediante l’effetto Trasparenza mascherino traccia.

Prendi mascherino da livello

La traccia video da utilizzare come mascherino sostitutivo. Nella sequenza potete specificare qualsiasi traccia video.

Usa per mascherino

Il canale da utilizzare per il mascherino.

Inverti mascherino

Inverte i valori di trasparenza del mascherino.

Allunga e adatta mascherino

Ridimensiona la clip selezionata per adattarla alle dimensioni della clip corrente. Se questa opzione è deselezionata, la clip definita come mascherino viene centrata nella prima clip.

Mascherino composito con originale

Compone il nuovo mascherino con la clip corrente, invece di sostituirla. Il mascherino risultante consente la visualizzazione dell’immagine solo dove nel mascherino corrente e in quello nuovo è presente opacità.

Livello mascherino premoltiplicato

Premoltiplica il nuovo mascherino con la clip corrente.

Effetto Composito tinta unita

Questo effetto offre un modo veloce per creare un composito in tinta unita dietro la clip sorgente originale. Potete controllare l’opacità della clip sorgente e della tinta unita e applicare modalità di fusione utilizzando sempre i controlli dell’effetto.

Opacità sorgente

Opacità della clip sorgente.

Colore

Colore del solido.

Opacità

Opacità del solido.

Metodo fusione

Metodo di fusione usato per combinare la clip e il colore in tinta unita.

Effetti per correzione colore

Effetto Luminosità e contrasto

Modifica la luminosità e il contrasto dell’intera clip. Il valore predefinito 0,0 indica che non è stata apportata alcuna modifica. L’uso di questo effetto rappresenta il modo più semplice per eseguire piccole regolazioni della gamma tonale dell’immagine. Tutti i valori dei pixel nell’immagine vengono corretti contemporaneamente: luci, ombre e mezzitoni.

Effetto Luminosità e contrasto
Originale (a sinistra) e con l’applicazione dell’effetto Luminosità e contrasto (a destra)

Effetto Cambia colore

L’effetto Cambia colore regola la tonalità, la luminosità e la saturazione di un intervallo di colori.

Visualizza

Livello corretto mostra i risultati dell’effetto Cambia colore. Maschera di correzione colore mostra le aree del livello sottoposte all’effetto. Le aree bianche della maschera di correzione colore vengono modificate in misura maggiore, mentre le aree scure vengono modificate in misura minore.

Trasformazione tonalità

Quantità necessaria, in gradi, per regolare la tonalità.

Trasformazione luminosità

I valori positivi ravvivano i pixel corrispondenti, mentre i valori negativi li scuriscono.

Trasformazione saturazione

I valori positivi aumentano la saturazione dei pixel corrispondenti (spostandoli verso il colore puro). I valori negativi riducono la saturazione dei pixel corrispondenti (spostandoli verso il grigio).

Colore da modificare

Colore centrale nella gamma da modificare.

Tolleranza corrispondenza

Misura in cui i colori possono differire da Colore di corrispondenza pur restando corrispondenti.

Morbidezza corrispondenza

Misura in cui i pixel non corrispondenti sono interessati dall’effetto, in proporzione alla similarità con Colore di corrispondenza.

Corrispondenza colori

Determina lo spazio cromatico in cui confrontare i colori per determinare la similarità. RGB confronta i colori in uno spazio cromatico RGB. Tonalità confronta le tonalità di colori, ignorando saturazione e luminosità. Pertanto il rosso vivace e il rosa chiaro, ad esempio, corrispondono. Crominanza utilizza i due componenti di crominanza per determinare la somiglianza, ignorando la luminanza (luminosità).

Inverti maschera di correzione colore

Inverte la maschera che definisce i colori soggetti all’effetto.

Effetto Modifica in colore

L’effetto Modifica in colore cambia un colore selezionato in un’immagine in un altro colore mediante i valori di tonalità, luminosità e saturazione (HLS), lasciando immutati gli altri colori.

Modifica in colore offre la flessibilità e le opzioni disponibili nell’effetto Cambia colore. Queste opzioni includono i cursori della tolleranza per tonalità, luminosità e saturazione, i quali consentono una precisa combinazione dei colori, oltre alla possibilità di selezionare i valori RGB esatti del colore di destinazione.

Effetto Modifica in colore
Immagine originale (a sinistra), con la saturazione rimossa nel pianeta (al centro) e con il verde chiaro cambiato in giallo nel pianeta (a destra)

Da

Centro della gamma di colori da modificare.

A

Colore in cui modificare i pixel corrispondenti.

 Suggerimento: per animare una modifica del colore, impostate i fotogrammi o le espressioni per il colore A.

Cambia

Canali interessati.

Cambia mediante

Modalità di modifica dei colori. Impostazione in colore modifica direttamente i pixel interessati nel colore di destinazione. Trasformazione in colore trasforma i valori dei pixel interessati verso il colore di destinazione, utilizzando l’interpolazione HLS. L’entità della modifica per ogni pixel dipende da quanto simile è il colore del pixel al colore Da.

Tolleranza

Misura in cui i colori possono differire dal colore Da pur restando corrispondenti. Espandete questo controllo per evidenziare cursori separati per i valori di Tonalità, Luminosità e Saturazione.

Nota: usate l’opzione Visualizza mascherino di correzione per identificare meglio quali pixel sono corrispondenti e interessati.

Morbidezza

Quantità di sfumatura da usare per i bordi del mascherino di correzione. I valori più alti creano transizioni più graduali tra le aree interessate dalla modifica del colore e quelle invariate.

Visualizza mascherino di correzione

Mostra un mascherino in scala di grigi indicante l’entità della modifica a ogni pixel apportata dall’effetto. Le aree bianche subiscono le modifiche maggiori e quelle scure le modifiche minori.

Effetto Mixer canali

L’effetto Mixer canali modifica un canale di colore tramite una combinazione dei canali dei colori correnti. Usate questo effetto apportare regolazioni creative dei colori altrimenti non facilmente ottenibili con altri strumenti di correzione dei colori. Potete creare immagini in scala di grigi di alta qualità scegliendo il contributo percentuale di ogni canale di colore, realizzare immagini di alta qualità in tonalità seppia o con altre tinte e scambiare o duplicare i canali.

canale di output]-[canale di input

Percentuale del valore del canale di input da aggiungere al valore del canale di output. Ad esempio, un’impostazione Rosso-Verde pari a 10 aumenta il valore del canale rosso per ogni pixel del 10% del valore del canale verde per tale pixel. Un’impostazione Blu-Verde pari a 100 e un’impostazione Blu-Blu pari a 0 sostituiscono i valori del canale blu con i valori del canale verde.

canale di output]-Costante

Valore costante (come percentuale) da aggiungere al valore del canale di output. Ad esempio, un’impostazione Rosso-Costante pari a 100 satura il canale rosso per ogni pixel aggiungendo il 100% di rosso.

Monocromatico

Usa il valore del canale di output rosso per i canali di output rosso, verde e blu, creando un’immagine in scala di grigi.

Rimozione di tutto l’input rosso dal canale Rosso
Rimuovendo tutto l’input rosso dal canale rosso e aggiungendo il 50% del canale verde e il 50% del canale blu al canale rosso

Effetto Bilanciamento colore

L’effetto Bilanciamento colore cambia la quantità di rosso, verde e blu presente nelle ombre, nei mezzitoni e nelle luci di un’immagine.

Mantieni luminosità

Mantiene la luminosità media dell’immagine modificando al tempo stesso il colore. Questo controllo conserva il bilanciamento tonale dell’immagine.

Effetto Bilanciamento colore (HLS)

Questo effetto altera i livelli di tonalità, luminanza e saturazione di un’immagine.

Tonalità

Specifica la combinazione di colori dell’immagine.

Luminosità

Specifica la luminosità dell’immagine.

Saturazione

Corregge la saturazione dei colori dell’immagine. Il valore predefinito è 0 e non modifica i colori. I valori negativi riducono la saturazione: il valore -100 converte la clip in scala di grigi. I valori superiori a 0 generano colori con maggiore saturazione.

Nota: se il controllo Saturazione di Bilanciamento colore non produce i risultati desiderati, provate a usare il controllo Saturazione dell’effetto Correttore rapido colori.

 

Effetto Equalizza

L’effetto Equalizza modifica i valori dei pixel di un’immagine per creare una distribuzione di luminosità o colore più uniforme. L’effetto ha un funzionamento simile al comando Equalizza di Adobe Photoshop. I pixel con valori alfa pari a 0 (completamente trasparenti) non sono considerati.

Equalizza

RGB equalizza l’immagine in base ai componenti rosso, verde e blu. La luminosità equalizza l’immagine in base alla luminosità di ciascun pixel. Stile Photoshop esegue l’equalizzazione ridistribuendo i valori di luminosità dei pixel in un’immagine in modo tale che questi rappresentino in modo più uniforme l’intera gamma dei livelli di luminosità.

Quantità da equalizzare

Modo in cui ridistribuire i valori di luminosità. Al 100%, i valori dei pixel vengono distribuiti nel modo più uniforme possibile, percentuali più basse ridistribuiscono valori di pixel inferiori.

Effetto Correttore rapido colore

L’effetto Correttore rapido colori regola il colore di una clip usando le impostazioni di tonalità e saturazione. Sono inoltre disponibili impostazioni per regolare i livelli di intensità delle ombre, dei mezzitoni e delle luci dell’immagine. Questo effetto è consigliato per apportare correzioni di colore semplici da visualizzare rapidamente in anteprima nel monitor Programma.

Output

Consente di visualizzare le regolazioni nel monitor Programma come risultati finali (Composito) o regolazioni dei valori tonali (Luma).

Mostra visualizzazione divisa

Mostra la parte sinistra o superiore dell’immagine con i colori corretti e la parte destra o inferiore con i colori originali.

Layout

Consente di specificare se mostrare le parti dell’immagine suddivisa una accanto all’altra (Orizzontale) o una sopra l’altra (Verticale).

Percentuale visualizzazione divisa

Consente di regolare le dimensioni dell’immagine corretta. Il valore predefinito è 50%.

Bilanciamento bianco

Assegna un bilanciamento del bianco a un’immagine utilizzando lo strumento contagocce per campionare un colore di destinazione nell’immagine o un punto qualsiasi del desktop. Potete inoltre fare clic sul campione di colore per aprire il Selettore colore di Adobe e selezionare un colore da usare per definire il bilanciamento del bianco.

Angolo e bilanciamento tonalità

Consente di regolare il bilanciamento e l’angolo della tonalità mediante una ruota dei colori. Il piccolo cerchio si sposta al centro della ruota dei colori e controlla la conversione della tonalità (UV), modificando l’ampiezza e l’angolo del bilanciamento. La piccola linea perpendicolare imposta la precisione relativa del controllo e il guadagno del bilanciamento.

 Suggerimento: nel vettorscopio è possibile visualizzare le regolazioni dell’angolo e del bilanciamento tonalità.

Angolo tonalità

Controlla la rotazione delle tonalità. Il valore predefinito è 0. I valori negativi fanno ruotare il selettore colore a sinistra, mentre i valori positivi a destra.

Intensità bilanciamento

Controlla la quantità di correzione del bilanciamento colore definito con l’angolo di bilanciamento.

Guadagno bilanciamento

Corregge i valori di luminosità moltiplicandoli in modo da alterare i pixel chiari più dei pixel scuri.

Angolo bilanciamento

Controlla la selezione del valore di tonalità desiderato.

Saturazione

Corregge la saturazione dei colori dell’immagine. Il valore predefinito è 100 e non modifica i colori. I valori inferiori a 100 riducono la saturazione e il valore 0 elimina qualsiasi colore. I valori superiori a 100 generano colori con maggiore saturazione.

Livello di nero automatico

Alza i livelli di nero di una clip portando i livelli più scuri oltre 7,5 IRE (NTSC) o 0,3 v (PAL). Una porzione delle ombre viene ritagliata e i valori intermedi dei pixel vengono redistribuiti in modo proporzionale. Conseguentemente, l’utilizzo dell’effetto Livello di nero automatico schiarisce le ombre di un’immagine.

Contrasto automatico

Applica contemporaneamente gli effetti Livello di nero automatico e Livello di bianco automatico. Con Contrasto automatico le luci appaiono più scure e le ombre più chiare.

Livello di bianco automatico

Riduce i livelli di bianco di una clip portando i livelli più chiari non oltre 100 IRE (NTSC) o 1,0 v (PAL). Una porzione delle luci viene ritagliata e i valori intermedi dei pixel vengono redistribuiti in modo proporzionale. Conseguentemente, l’utilizzo dell’effetto Livello di bianco automatico scurisce le luci di un’immagine.

Livello di nero, Livello di grigio, Livello di bianco

Imposta i livelli per ombre più scure, mezzitoni di grigio e luci più chiare utilizzando strumenti Contagocce diversi per campionare un colore di destinazione nell’immagine o un punto qualsiasi del desktop. Potete inoltre fare clic sul campione di colore per aprire il Selettore colore di Adobe e selezionare un colore da usare per definire il nero, il grigio dei mezzitoni e il bianco.

Livelli di input

I due cursori esterni dei livelli in input mappano il punto nero e il punto bianco sulle impostazioni dei cursori di output. Il cursore di input centrale regola la gamma nell’immagine e consente di spostare i mezzitoni e di modificare i valori di intensità della gamma centrale di toni di grigio senza alterare eccessivamente luci e ombre.

Livelli di output

Mappa i cursori dei livelli in input per il punto nero e il punto bianco su determinati valori. L’impostazione predefinita dei cursori di output è 0 con le ombre completamente nere e 255 con le luci completamente bianche. In questo modo, nella posizione predefinite dei cursori di output, spostando il cursore di input del nero si mappa il valore di ombra a livello 0 e spostando il cursore del punto bianco si mappa il valore di luce a livello 255. I livelli restanti vengono ridistribuiti tra 0 e 255. Questa ridistribuzione riduce la gamma tonale dell’immagine, riducendo di fatto il contrasto complessivo dell’immagine.

Livello di nero di input, Livello di grigio di input, Livello di bianco di input

Regolate i livelli di input del punto nero, dei mezzitoni e del punto bianco per le luci, i mezzitoni o le ombre.

Livello di nero di output, Livello di bianco di output

Regolate i livelli di output associati per i livelli di input nero e bianco per le luci, i mezzitoni o le ombre.

Effetto Mantieni colore

L’effetto Mantieni colore rimuove tutti i colori da una clip, ad eccezione di quelli simili al colore mantenuto. Ad esempio, potete attenuare i colori del filmato di una partita di pallacanestro, ad eccezione dell’arancione della palla.

Quantità da scolorare

Quanto colore rimuovere. Il 100% fa in modo che le aree dell’immagine diverse dal colore selezionato appaiano come tonalità di grigio.

Colore mantenuto

Utilizzate il contagocce o il Selettore colore per determinare il colore da mantenere.

Tolleranza

Flessibilità dell’operazione di corrispondenza colore. Lo 0% scolora tutti i pixel a eccezione di quelli esattamente corrispondenti al colore mantenuto. Il 100% non determina alcun cambiamento di colore.

Morbidezza bordi

Morbidezze dei contorni dei colori. I valori elevati smussano la transizione dal colore al grigio.

Corrispondenza colori

Determina se vengono confrontati i valori RGB o i valori di tonalità dei colori. Scegliete Tramite RGB per ottenere una corrispondenza più precisa, che di solito scolora una parte maggiore dell’immagine. Ad esempio, per mantenere il blu scuro, il blu chiaro e il blu medio, scegliete Tramite tonalità e scegliete qualsiasi tonalità di blu come Colore mantenuto.

Effetto Correttore luma

L’effetto Correttore luma consente di regolare la luminosità e il contrasto nelle luci, nei mezzitoni e nelle ombre di una clip. Potete anche specificare la gamma cromatica da correggere usando le impostazioni di Correzione colore secondaria.

Output

Consente di visualizzare le regolazioni nel monitor Programma come risultati finali (Composito) o regolazioni dei valori tonali (Luma), oppure una rappresentazione a tre tonalità del punto in cui si trovano le ombre, i mezzitoni e le luci (Gamma tonale).

Mostra visualizzazione divisa

Mostra la parte sinistra o superiore dell’immagine con i colori corretti e la parte destra o inferiore con i colori originali.

Layout

Consente di specificare se mostrare le parti dell’immagine suddivisa una accanto all’altra (Orizzontale) o una sopra l’altra (Verticale).

Percentuale visualizzazione divisa

Consente di regolare le dimensioni dell’immagine corretta. Il valore predefinito è 50%.

Definizione gamma tonale

Definisce la gamma tonale delle ombre e delle luci usando le impostazioni della soglia e della soglia con attenuazione (morbidezza). Fate clic sul triangolo per visualizzare i controlli Definizione gamma tonale. Trascinate un cursore quadrato per regolare i valori di soglia. Trascinate un cursore triangolare per regolare il valore di morbidezza (creazione di sfumature).

 Nota: scegliete Gamma tonale dal menù Output per visualizzare le diverse gamme tonali mentre regolate i cursori Definizione gamma tonale.

Gamma tonale

Specifica se applicare le regolazioni di luminanza all’intera immagine (Master), solo alle luci, solo ai mezzitoni o solo alle ombre.

Luminosità

Regola il livello di nero in una clip. Usate questo controllo per visualizzare in nero il contenuto nero dell’immagine nella clip.

Contrasto

Incide sul contrasto dell’immagine regolando il guadagno in base al valore di contrasto originale della clip.

Livello di contrasto

Imposta il valore di contrasto originale della clip.

Gamma

Regola i valori dei mezzitoni dell’immagine senza incidere sui livelli di bianco e nero. Questo controllo produce modifiche nel contrasto, in modo simile alla modifica della forma della curva nell’effetto Curva luma. Usate questo controllo per regolare le immagini che sono troppo scure o troppo chiare senza distorcere ombre o luci.

Piedistallo

Corregge un’immagine aggiungendo ai valori dei pixel dell’immagine un valore di offset specifico. Usate questo controllo insieme al controllo Guadagno per aumentare la luminosità generale dell’immagine.

Guadagno

Incide sul rapporto di contrasto complessivo di un’immagine regolando i valori di luminosità mediante la moltiplicazione. I pixel più chiari sono modificati più dei pixel più scuri.

Correzione colore secondaria

Specifica la gamma di colori che deve essere corretta dall’effetto. Potete definire tonalità, saturazione e luminanza del colore. Fate clic sul triangolo per accedere ai controlli.

Centro

Definisce il colore centrale nella gamma specificata. Selezionate lo strumento contagocce e fate clic su un punto qualsiasi dello schermo per specificare un colore, che viene visualizzato nel campione di colore. Usate lo strumento contagocce + per estendere la gamma cromatica e lo strumento contagocce - per ridurla. Potete inoltre fare clic sul campione di colore per aprire il Selettore colore di Adobe e selezionare un colore centrale.

Tonalità, saturazione e luma

Specificate la gamma di colori che deve essere corretta usando tonalità, saturazione e luminanza. Fate clic sul triangolo accanto all’opzione per accedere ai controlli di soglia e morbidezza (sfumatura) e poter definire l’intervallo di tonalità, saturazione e luminai.

Più morbido

Rende più diffusi i contorni dell’area specificata, fondendo più uniformemente la correzione con l’immagine originale. Valori alti aumentano la morbidezza dei contorni.

Assottigliamento bordo

Rende l’area specificata più definita. La correzione risulta più evidente. Valori alti incrementano la definizione dei bordi dell’area specificata.

Inverti colore limite

Corregge tutti i colori, fatta eccezione per la gamma di colori specificata nelle impostazioni Correzione colore secondaria.

Effetto Curva luma

L’effetto Curva luma regola la luminosità e il contrasto di una clip usando una regolazione a curva. Potete anche specificare la gamma cromatica da correggere usando le impostazioni di Correzione colore secondaria.

Output

Consente di visualizzare le regolazioni nel monitor Programma come risultati finali (Composito) o regolazioni dei valori tonali (Luma)

Mostra visualizzazione divisa

Mostra la parte sinistra o superiore dell’immagine con i colori corretti e la parte destra o inferiore con i colori originali.

Layout

Consente di specificare se mostrare le parti dell’immagine suddivisa una accanto all’altra (Orizzontale) o una sopra l’altra (Verticale).

Percentuale visualizzazione divisa

Consente di regolare le dimensioni dell’immagine corretta. Il valore predefinito è 50%.

Oscilloscopio luminanza

La modifica della forma della curva provoca un’alterazione nella luminosità e nel contrasto della clip. Piegando la curva verso l’alto la clip viene schiarita, piegandola verso il basso la clip viene scurita. Le porzioni più ripide della curva rappresentano parti dell’immagine aventi un contrasto più accentuato. Fate clic per aggiungere un punto alla curva e trascinate per modificarne la forma. Potete regolare un massimo di 16 punti sulla curva. Per rimuovere un punto, trascinatelo fuori dal grafico.

Correzione colore secondaria

Specifica la gamma di colori che deve essere corretta dall’effetto. Potete definire tonalità, saturazione e luminanza del colore. Fate clic sul triangolo per accedere ai controlli.

Centro

Definisce il colore centrale nella gamma specificata. Selezionate lo strumento contagocce e fate clic su un punto qualsiasi dello schermo per specificare un colore, che viene visualizzato nel campione di colore. Usate lo strumento contagocce + per estendere la gamma cromatica e lo strumento contagocce - per ridurla. Potete inoltre fare clic sul campione di colore per aprire il Selettore colore di Adobe e selezionare un colore centrale.

Tonalità, saturazione e luma

Specificate la gamma di colori che deve essere corretta usando tonalità, saturazione e luminanza. Fate clic sul triangolo accanto all’opzione per accedere ai controlli di soglia e morbidezza (sfumatura) e poter definire l’intervallo di tonalità, saturazione e luminai.

Più morbido

Rende più diffusi i contorni dell’area specificata, fondendo più uniformemente la correzione con l’immagine originale. Valori alti aumentano la morbidezza dei contorni.

Assottigliamento bordo

Rende l’area specificata più definita. La correzione risulta più evidente. Valori alti incrementano la definizione dei bordi dell’area specificata.

Inverti colore limite

Corregge tutti i colori, fatta eccezione per la gamma di colori specificata nelle impostazioni Correzione colore secondaria.

Inverti maschera

Applica le impostazioni specificate per Correzione colore secondaria alle aree senza maschera.

Effetto Correttore colori RGB

L’effetto Correttore colore RGB regola il colore in una clip applicando regolazioni alle gamme tonali definite per luci, mezzitoni e ombre. L’effetto consente di apportare regolazioni tonali singolarmente a ogni canale cromatico. Potete anche specificare la gamma cromatica da correggere usando le impostazioni di Correzione colore secondaria.

Output

Consente di visualizzare le regolazioni nel monitor Programma come risultati finali (Composito), regolazioni dei valori tonali (Luma), oppure una rappresentazione a tre tonalità del punto in cui si trovano le ombre, i mezzitoni e le luci (Gamma tonale).

Mostra visualizzazione divisa

Mostra la parte sinistra o superiore dell’immagine con i colori corretti e la parte destra o inferiore con i colori originali.

Layout

Consente di specificare se mostrare le parti dell’immagine suddivisa una accanto all’altra (Orizzontale) o una sopra l’altra (Verticale).

Percentuale visualizzazione divisa

Consente di regolare le dimensioni dell’immagine corretta. Il valore predefinito è 50%.

Definizione gamma tonale

Definisce la gamma tonale delle ombre e delle luci usando le impostazioni di soglia e soglia con attenuazione:

Nota: scegliete Gamma tonale dal menu Output per visualizzare le luci, i mezzitoni e le ombre mentre regolate i controlli Definizione gamma tonale.

Soglia ombra

Determina la gamma tonale dell’ombra.

Morbidezza ombra

Determina la gamma tonale dell’ombra con attenuazione.

Soglia luce

Determina la gamma tonale della luce.

Morbidezza luce

Determina la gamma tonale della luce con attenuazione.

Gamma tonale

Specifica se applicare le regolazioni colore all’intera immagine (Master), solo alle luci, solo ai mezzitoni o solo alle ombre.

Gamma

Regola i valori dei mezzitoni dell’immagine senza incidere sui livelli di bianco e nero. Usate questo controllo per regolare le immagini che sono troppo scure o troppo chiare senza distorcere ombre o luci.

Piedistallo

Corregge un’immagine aggiungendo ai valori dei pixel dell’immagine un valore di offset specifico. Usate questo controllo insieme al controllo Guadagno per aumentare la luminosità generale dell’immagine.

Guadagno

Incide sul rapporto di contrasto complessivo di un’immagine regolando i valori di luminosità mediante la moltiplicazione. I pixel più chiari sono modificati più dei pixel più scuri.

RGB

Consente di regolare i valori dei mezzitoni, il contrasto e la luminosità per ciascun canale colore. Fate clic sul triangolo per espandere le opzioni per impostare gamma, piedistallo e guadagno di ogni canale.

Gamma rosso, Gamma verde e Gamma blu

Regolano i valori dei mezzitoni del canale rosso, verde o blu senza incidere sui livelli di bianco e nero.

Piedistallo rosso, Piedistallo verde e Piedistallo blu

Regola i valori tonali nel canale rosso, verde o blu aggiungendo uno scostamento fisso ai valori pixel del canale. Usate questo controllo insieme al controllo Guadagno per aumentare la luminosità complessiva del canale.

Guadagno rosso, Guadagno verde e Guadagno blu

Corregge i valori di luminosità del canale rosso, verde o blu moltiplicandoli in modo da alterare i pixel chiari più dei pixel scuri.

Correzione colore secondaria

Specifica la gamma di colori che deve essere corretta dall’effetto. Potete definire tonalità, saturazione e luminanza del colore. Fate clic sul triangolo per accedere ai controlli.

Nota: scegliete Maschera dal menu Output per visualizzare le aree dell’immagine selezionate mentre definite la gamma tonale.

Centro

Definisce il colore centrale nella gamma specificata. Selezionate lo strumento contagocce e fate clic su un punto qualsiasi dello schermo per specificare un colore, che viene visualizzato nel campione di colore. Usate lo strumento contagocce + per estendere la gamma cromatica e lo strumento contagocce - per ridurla. Potete inoltre fare clic sul campione di colore per aprire il Selettore colore di Adobe e selezionare un colore centrale.

Tonalità, saturazione e luma

Specificate la gamma di colori che deve essere corretta usando tonalità, saturazione e luminanza. Fate clic sul triangolo accanto all’opzione per accedere ai controlli di soglia e morbidezza (sfumatura) e poter definire l’intervallo di tonalità, saturazione e luminai.

Più morbido

Rende più diffusi i contorni dell’area specificata, fondendo più uniformemente la correzione con l’immagine originale. Valori alti aumentano la morbidezza dei contorni.

Assottigliamento bordo

Rende l’area specificata più definita. La correzione risulta più evidente. Valori alti incrementano la definizione dei bordi dell’area specificata.

Inverti colore limite

Corregge tutti i colori, fatta eccezione per la gamma di colori specificata nelle impostazioni Correzione colore secondaria.

Effetto Curve RGB

L’effetto Curve RGB regola il colore di una clip usando curve per ogni canale colore. Ciascuna curva consente di regolare fino a 16 punti diversi nell’intera gamma tonale di un’immagine. Potete anche specificare la gamma cromatica da correggere usando le impostazioni di Correzione colore secondaria.

Output

Consente di visualizzare le regolazioni nel monitor Programma come risultati finali (Composito) o regolazioni dei valori tonali (Luma).

Mostra visualizzazione divisa

Mostra una parte dell’immagine con le correzioni applicate e l’altra parte senza correzioni.

Layout

Consente di specificare se mostrare le parti dell’immagine suddivisa una accanto all’altra (Orizzontale) o una sopra l’altra (Verticale).

Percentuale visualizzazione divisa

Consente di regolare le dimensioni dell’immagine corretta. Il valore predefinito è 50%.

Principale

La modifica della forma della curva provoca un’alterazione nella luminosità e nel contrasto di tutti i canali. Piegando la curva verso l’alto la clip viene schiarita, piegandola verso il basso la clip viene scurita. Le porzioni più ripide della curva rappresentano parti dell’immagine aventi un contrasto più accentuato. Fate clic per aggiungere un punto alla curva e trascinate per modificarne la forma. Potete aggiungere alla curva un massimo di 16 punti. Per rimuovere un punto, trascinatelo fuori dal grafico.

Rosso, Verde e Blu

La modifica della forma della curva provoca un’alterazione nella luminosità e nel contrasto del canale rosso, verde e blu. Se la curva viene sollevata verso l’alto, il canale si schiarisce, se viene arcuata verso il basso, si scurisce. Le sezioni della curva con la maggiore inclinazione rappresentano parti del canale con il contrasto più elevato. Fate clic per aggiungere un punto alla curva e trascinate per modificarne la forma. Potete regolare un massimo di 16 punti sulla curva. Per rimuovere un punto, trascinatelo fuori dal grafico.

Correzione colore secondaria

Specifica la gamma di colori che deve essere corretta dall’effetto. Potete definire tonalità, saturazione e luminanza del colore. Fate clic sul triangolo per accedere ai controlli.

Nota: scegliete Maschera dal menu Output per visualizzare le aree dell’immagine selezionate mentre definite la gamma tonale.

Centro

Definisce il colore centrale nella gamma specificata. Selezionate lo strumento contagocce e fate clic su un punto qualsiasi dello schermo per specificare un colore, che viene visualizzato nel campione di colore. Usate lo strumento contagocce + per estendere la gamma cromatica e lo strumento contagocce - per ridurla. Potete inoltre fare clic sul campione di colore per aprire il Selettore colore di Adobe e selezionare un colore centrale.

Tonalità, saturazione e luma

Specificate la gamma di colori che deve essere corretta usando tonalità, saturazione e luminanza. Fate clic sul triangolo accanto all’opzione per accedere ai controlli di soglia e morbidezza (sfumatura) e poter definire l’intervallo di tonalità, saturazione e luminai.

Morbidezza finale

Rende più diffusi i contorni dell’area specificata, fondendo più uniformemente la correzione con l’immagine originale. Valori alti aumentano la morbidezza dei contorni.

Assottigliamento bordo

Rende l’area specificata più definita. La correzione risulta più evidente. Valori alti incrementano la definizione dei bordi dell’area specificata.

Inverti colore limite

Corregge tutti i colori, fatta eccezione per la gamma di colori specificata nelle impostazioni Correzione colore secondaria.

Effetto Correttore colori a tre vie

L’effetto Correttore colori a tre vie consente di eseguire delicate correzioni regolando la tonalità, la saturazione e la luminosità di una clip per creare ombre, mezzitoni e luci. Potete ulteriormente perfezionare le regolazioni indicando l’intervallo di colore da correggere mediante i controlli Correzione colore secondaria.

Output

Consente di visualizzare le regolazioni nel monitor Programma come risultati finali (Composito), regolazioni dei valori tonali (Luma), oppure una rappresentazione a tre tonalità delle ombre, dei mezzitoni e delle luci (Gamma tonale).

Mostra visualizzazione divisa

Mostra una parte dell’immagine con le correzioni applicate e l’altra parte senza correzioni.

Layout

Consente di specificare se mostrare le parti dell’immagine suddivisa una accanto all’altra (Orizzontale) o una sopra l’altra (Verticale).

Percentuale visualizzazione divisa

Consente di regolare le dimensioni dell’immagine corretta. Il valore predefinito è 50%.

Bilanciamento del nero, Bilanciamento del grigio, Bilanciamento del bianco

Assegna alla clip un bilanciamento del bianco, del grigio o del nero. Utilizzate i diversi strumenti Contagocce per campionare un colore di destinazione nell’immagine o scegliete un colore dal Selettore colore di Adobe.

Definizione gamma tonale

Definisce la gamma tonale di ombre, mezzitoni e luci di una clip. Trascinate i cursori quadrati per regolare i valori di soglia. Trascinate i cursori triangolari per regolare la quantità di morbidezza (sfumatura).

Nota: scegliete Gamma tonale dal menu Output per visualizzare le luci, i mezzitoni e le ombre mentre regolate i controlli Definizione gamma tonale.

Soglia ombra, Morbidezza ombra, Soglia luce, Morbidezza luce

Definiscono la soglia e la morbidezza di ombre, mezzitoni e luci di una clip. Immettete dei valori o fate clic sul triangolo accanto all’opzione, quindi trascinate il cursore.

Gamma tonale

Sceglie la gamma tonale regolata mediante i controlli Angolo tonalità, Intensità bilanciamento, Guadagno bilanciamento, Angolo bilanciamento e Livelli. Il valore predefinito è Luci. Le altre opzioni del menu sono Principale, Ombre e Mezzitoni.

Nota: potete ancora regolare le tre gamme tonali utilizzando i tre selettori di colore anche dopo aver eseguito una selezione dal menu Gamma tonale.

Angolo e bilanciamento tonalità a tre vie

Controlla le regolazioni di tonalità e saturazione mediante tre selettori colori per le ombre (selettore sinistro), i mezzitoni (selettore centrale) e le luci (selettore destro). Viene visualizzato un selettore master se si sceglie Principale dal menu Gamma tonale. Una casella circolare si sposta al centro del selettore per il controllo della conversione della tonalità (UV). Una maniglia perpendicolare alla casella controlla l’intensità del bilanciamento, che modifica il grado di finezza relativa del controllo. La parte esterna del selettore controlla la rotazione della tonalità.

Angolo tonalità luci/mezzitoni/ombre

Controlla la rotazione della tonalità per luci, mezzitoni e ombre. Il valore predefinito è 0. I valori negativi fanno ruotare il selettore colore a sinistra, mentre i valori positivi a destra.

Intensità bilanciamento luci/mezzitoni/ombre

Controlla la quantità di correzione del bilanciamento colore definito con l’angolo di bilanciamento. La regolazione può essere applicata a luci, mezzitoni e ombre.

Guadagno bilanciamento luci/mezzitoni/ombre

Corregge i valori di luminosità moltiplicandoli in modo da alterare i pixel chiari più dei pixel scuri. La regolazione può essere applicata a luci, mezzitoni e ombre.

Angolo bilanciamento luci/mezzitoni/ombre

Controlla la traduzione della tonalità per luci, mezzitoni e ombre.

Saturazione luci/mezzitoni/ombre

Corregge la saturazione del colore per luci, mezzitoni e ombre. Il valore predefinito è 100 e non modifica i colori. I valori inferiori a 100 riducono la saturazione e il valore 0 elimina qualsiasi colore. I valori superiori a 100 generano colori con maggiore saturazione.

Livello di nero automatico

Alza i livelli di nero di una clip portando i livelli più scuri oltre 7,5 IRE. Una porzione delle ombre viene ritagliata e i valori intermedi dei pixel vengono redistribuiti in modo proporzionale. Conseguentemente, l’utilizzo dell’effetto Livello di nero automatico schiarisce le ombre di un’immagine.

Contrasto automatico

Applica contemporaneamente gli effetti Livello di nero automatico e Livello di bianco automatico. In questo modo, le luci appaiono più scure e le ombre più chiare.

Livello di bianco automatico

Riduce i livelli di bianco di una clip portando i livelli più chiari non oltre 100 IRE. Una porzione delle luci viene ritagliata e i valori intermedi dei pixel vengono redistribuiti in modo proporzionale. Conseguentemente, l’utilizzo dell’effetto Livello di bianco automatico scurisce le luci di un’immagine.

Livello di nero, Livello di grigio, Livello di bianco

Imposta i livelli per ombre più scure, mezzitoni di grigio e luci più chiare utilizzando strumenti Contagocce diversi per campionare un colore di destinazione nell’immagine o un punto qualsiasi del desktop. Potete inoltre fare clic sul campione di colore per aprire il Selettore colore di Adobe e selezionare un colore da usare per definire il nero, il grigio dei mezzitoni e il bianco.

Livelli di input

I due cursori esterni dei livelli in input mappano il punto nero e il punto bianco sulle impostazioni dei cursori di output. Il cursore di input centrale regola la gamma nell’immagine e consente di spostare i mezzitoni e di modificare i valori di intensità della gamma centrale di toni di grigio senza alterare eccessivamente luci e ombre.

Livelli di output

Mappa i cursori dei livelli in input per il punto nero e il punto bianco su determinati valori. L’impostazione predefinita dei cursori di output è 0 con le ombre completamente nere e 255 con le luci completamente bianche. In questo modo, nella posizione predefinite dei cursori di output, spostando il cursore di input del nero si mappa il valore di ombra a livello 0 e spostando il cursore del punto bianco si mappa il valore di luce a livello 255. I livelli restanti vengono ridistribuiti tra 0 e 255. Questa ridistribuzione aumenta la gamma tonale dell’immagine, incrementando di fatto il contrasto complessivo dell’immagine.

Livello di nero di input, Livello di grigio di input, Livello di bianco di input

Regolate i livelli di input del punto nero, dei mezzitoni e del punto bianco per le luci, i mezzitoni o le ombre.

Livello di nero di output, Livello di bianco di output

Regolate i livelli di output associati per i livelli di input nero e bianco per le luci, i mezzitoni o le ombre.

Correzione colore secondaria

Specifica la gamma di colori che deve essere corretta dall’effetto. Potete definire tonalità, saturazione e luminanza del colore. Fate clic sul triangolo per accedere ai controlli.

Nota: scegliete Maschera dal menu Output per visualizzare le aree dell’immagine selezionate mentre definite la gamma tonale.

Centro

Definisce il colore centrale nella gamma specificata. Selezionate lo strumento contagocce e fate clic su un punto qualsiasi dello schermo per specificare un colore, che viene visualizzato nel campione di colore. Usate lo strumento contagocce + per estendere la gamma cromatica e lo strumento contagocce - per ridurla. Potete inoltre fare clic sul campione di colore per aprire il Selettore colore di Adobe e selezionare un colore centrale.

Tonalità, saturazione e luma

Specificate la gamma di colori che deve essere corretta usando tonalità, saturazione e luminanza. Fate clic sul triangolo accanto all’opzione per accedere ai controlli di soglia e morbidezza (sfumatura) e poter definire l’intervallo di tonalità, saturazione e luminai.

Più morbido

Rende più diffusi i contorni dell’area specificata, fondendo più uniformemente la correzione con l’immagine originale. Valori alti aumentano la morbidezza dei contorni.

Assottigliamento bordo

Rende l’area specificata più definita. La correzione risulta più evidente. Valori alti incrementano la definizione dei bordi dell’area specificata.

Inverti colore limite

Corregge tutti i colori, fatta eccezione per la gamma di colori specificata nelle impostazioni Correzione colore secondaria.

Effetto Tinta

L’effetto Tinta altera le informazioni sui colori dell’immagine. Per ogni pixel il valore di luminanza indica una fusione tra due colori. Le opzioni Associa nero a e Associa bianco a indicano a quali colori sono associati i pixel chiari e quelli scuri. Ai pixel intermedi sono assegnati valori intermedi. L’opzione Quantità da tingere specifica l’intensità dell’effetto.

Effetto Limitatore video

L’effetto Limitatore video consente di limitare la luminanza e il colore di una clip, facendoli rientrare nei parametri definiti dall’utente. Questi parametri sono utili per mantenere il più possibile inalterato il video, pur facendo rientrare il relativo segnale entro i limiti di trasmissione televisiva.

Mostra visualizzazione divisa

Mostra una parte dell’immagine con le correzioni applicate e l’altra parte senza correzioni.

Layout

Consente di specificare se mostrare le parti dell’immagine suddivisa una accanto all’altra (Orizzontale) o una sopra l’altra (Verticale).

Percentuale visualizzazione divisa

Consente di regolare le dimensioni dell’immagine corretta. Il valore predefinito è 50%.

Asse di riduzione

Consente di impostare i limiti definendo la gamma di luminanza (Luma), colore (Crominanza), colore e luminanza (Crominanza e luma) o il segnale video generale (Limite ottimale). I controlli Min e Max disponibili dipendono dall’opzione Asse di riduzione scelta.

Luma min

Specifica il livello più scuro di un immagine.

Luma max

Specifica il livello più chiaro di un immagine.

Crominanza min

Specifica il livello di saturazione più basso per i colori di un’immagine.

Crominanza max

Specifica il livello di saturazione più alto per i colori di un’immagine.

Segnale min

Specifica il segnale video minimo, comprese luminosità e saturazione.

Segnale max

Specifica il segnale video massimo, comprese luminosità e saturazione.

Metodo di riduzione

Consente di comprimere gamme tonali specifiche per preservare i dettagli di gamme tonali importanti (Compressione luci, Compressione mezzitoni, Compressione ombre o Compressione luci e ombre) o comprimere tutte le gamme tonali (Comprimi tutto). L’opzione predefinita è Comprimi tutto.

Definizione gamma tonale

Definisce la gamma tonale di ombre, mezzitoni e luci di una clip. Trascinate i cursori quadrati per regolare i valori di soglia. Trascinate i cursori triangolari per regolare la quantità di morbidezza (sfumatura).

Soglia ombra, Morbidezza ombra, Soglia luce, Morbidezza luce

Definiscono la soglia e la morbidezza di ombre, mezzitoni e luci di una clip. Immettete dei valori o fate clic sul triangolo accanto all’opzione, quindi trascinate il cursore.

Effetti di distorsione

Effetto Fissa angoli

Deforma un’immagine variando la posizione di ognuno dei quattro angoli. Usate questo effetto per allungare, accorciare, inclinare o distorcere un’immagine o per simulare un effetto di prospettiva o di movimento rispetto al bordo di una clip, come ad esempio una porta che si apre.

Nota:

potete manipolare direttamente le proprietà dell’effetto Fissa angoli nel monitor Programma quando fate clic sull’icona Trasformazione accanto a tale effetto in Controllo effetti. Trascinate una delle quattro maniglie per regolare le proprietà.

Effetto Fissa angoli
Immagine originale (a sinistra), angolo spostato (al centro) e immagine finale (a destra)

Effetto Distorsione lente

L’effetto Distorsione lente simula una lente deformante attraverso la quale viene vista la clip.

Curvatura

Cambia la curvatura della lente. Specificate un valore negativo per rendere concava l’immagine, positivo per renderla convessa.

Distorsione in verticale e in orizzontale

Spostate il punto focale della lente, rendendo l’immagine piegata e a macchie. Con impostazioni estreme, l’immagine si avvolge su se stessa.

Effetto prisma verticale e orizzontale

Create un risultato simile alla distorsione in verticale e in orizzontale, ma usando valori estremi l’immagine non si avvolge su se stessa.

Colore di riempimento

Indica il colore di sfondo.

Canale alfa di riempimento

Lo sfondo diventa trasparente e le tracce sottostanti visibili. Nel pannello Controlli effetti, fate clic su Imposta per accedere a questa opzione.

Effetto Ingrandisci

L’effetto Ingrandisci amplia un’immagine per intero o in parte. L’effetto prodotto è simile a quello di una lente di ingrandimento posta sopra un’area dell’immagine; in alternativa, potete utilizzarlo per ingrandire l’intera immagine oltre il 100% senza perdere la risoluzione.

Effetto Ingrandisci
Immagine originale (a sinistra) e con le variazioni dell’effetto applicato (al centro e a destra)

Forma

Forma dell’area ingrandita.

Centro

Punto centrale dell’area ingrandita.

Ingrandimento

Percentuale in base alla quale ridimensionare l’area ingrandita.

Collega

Modalità in cui le dimensioni e la sfumatura del bordo dell’area ingrandita sono interessate dall’impostazione Ingrandimento. Impostando Collega su qualsiasi valore diverso da Nessuno, l’opzione Ridimensiona livello viene disattivata.

Nessuno

Le dimensioni e la sfumatura del bordo dell’area ingrandita non dipendono dall’impostazione Ingrandimento.

Dimensioni a ingrandimento

Il raggio dell’area ingrandita è uguale al valore Ingrandimento (una percentuale) moltiplicato per il valore Dimensioni.

Dimensioni e sfumatura a ingrandimento

Il raggio dell’area ingrandita è uguale al valore Ingrandimento (una percentuale) moltiplicato per il valore Dimensioni. Lo spessore della sfumatura del bordo è uguale al valore Ingrandimento moltiplicato per il valore Sfuma.

Dimensioni

Raggio, in pixel, dell’area ingrandita.

Sfuma

Quantità di sfumatura, in pixel.

Opacità

Opacità dell’area ingrandita, come percentuale dell’opacità della clip originale.

Ridimensionamento

Tipo di ridimensionamento utilizzato per ingrandire l’immagine:

Standard

Questo metodo mantiene inalterata la nitidezza dell’immagine, ma produce un effetto pixel sui bordi se si impostano valori alti.

Tenue

Utilizza algoritmi basati su spline. Se ingrandite l’immagine oltre il 100%, l’effetto Tenue riduce l’effetto pixel del bordo e preserva la qualità dell’immagine. Risulta utile in caso di forti ingrandimenti.

Dispersione

Crea l’effetto di dispersione o rumore nell’immagine quando questa viene ingrandita.

Metodo fusione

Metodo di fusione usato per combinare l’area ingrandita con la clip originale. L’opzione Nessuno mostra pixel trasparenti intorno all’area ingrandita.

Ridimensiona livello

Se Ridimensiona livello è selezionato, l’area ingrandita può estendersi oltre i contorni della clip originale.

Effetto Specularità

Suddivide l’immagine lungo una linea e ne riflette un lato sull’altro.

Centro di riflessione

Posizione della linea intorno alla quale si verifica la riflessione.

Angolo di riflessione

Angolo della linea intorno al quale si verifica la riflessione. Un angolo di 0° riflette il lato sinistro su quello destro. Un angolo di 90° riflette la parte superiore su quella inferiore.

Nota:

potete manipolare direttamente l’effetto Specularità nel monitor Programma. Fate clic sull’icona Trasformazione e trascinate la maniglia di regolazione.

Effetto Scostamento

L’effetto Scostamento esegue il panning dell’immagine in una clip. Le informazioni visive spinte oltre un lato dell’immagine vengono visualizzate sul lato opposto.

Sposta centro in

Nuova posizione del punto centrale dell’immagine dell’originale.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Maggiore è il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se impostate questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sulla clip. Se impostate questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Effetto sfera

L’effetto Sfera distorce un livello distribuendo un’area dell’immagine su una sfera.

Effetto Trasformazione

Applica trasformazioni geometriche bidimensionali a una clip. Applicate l’effetto Trasformazione invece degli effetti fissi per eseguire il rendering delle impostazioni relative a punto di ancoraggio della clip, posizione, scala e opacità prima degli effetti standard. Le proprietà Punto di ancoraggio, Posizione, Rotazione, Scala e Opacità funzionano in modo molto simile agli effetti fissi.

Inclina

Valore di inclinazione.

Asse di inclinazione

Asse intorno al quale si verifica l’inclinazione.

Nota:

in Adobe After Effects, l’effetto Trasformazione include il controllo Angolo otturatore e l’opzione Usa angolo otturatore della composizione. Entrambi i controlli possono essere regolati solo in After Effects.

Effetto Spostamento turbolenza

L’effetto Spostamento turbolenza utilizza un disturbo frattale per creare distorsioni turbolente nell’immagine. Ad esempio, utilizzatelo per creare effetti di acqua corrente, di riflessi in una casa degli specchi e di bandiere al vento.

Effetto Spostamento turbolenza
Immagine originale (a sinistra) e con le variazioni dell’effetto applicato (al centro e a destra)

Spostamento

Tipo di turbolenza usata. Turbolenza più morbida, Rigonfiamento più morbido e Torsione più morbida eseguono le stesse operazioni delle opzioni Turbolenza, Rigonfiamento e Torsione, ma le opzioni più morbide creano deformazioni più uniformi che richiedono un tempo di rendering superiore. Spostamento verticale deforma l’immagine solo in senso verticale. Spostamento orizzontale deforma l’immagine solo in senso orizzontale. Spostamento orizzontale altera l’immagine sia in senso verticale che orizzontale.

Quantità

Valori più elevati causano una distorsione maggiore.

Dimensioni

Valori più elevati causano aree di distorsione più estese.

Scostamento (turbolenza)

Determina la parte della forma frattale usata per creare la distorsione.

Complessità

Determina il livello di dettaglio nella turbolenza. Valori più bassi causano distorsioni più uniformi.

Evoluzione

L’animazione di questa impostazione determina modifiche della turbolenza nel tempo.

Nota: sebbene il valore Evoluzione sia impostato in unità definite rivoluzioni, è importante sapere che queste rivoluzioni sono progressive. Lo stato Evoluzione continua ad avanzare all’infinito in ciascun nuovo valore. Usate l’opzione Evoluzione ciclo per ripristinare lo stato originale dell’impostazione Evoluzione per ciascuna rivoluzione.

Opzioni evoluzione

Opzioni evoluzione fornisce i controlli che consentono di eseguire il rendering per un breve ciclo e di eseguire un ciclo continuo per la durata della clip. Usate questi controlli per eseguire il pre-rendering di elementi di turbolenza in cicli e accelerare di conseguenza i tempi del rendering.

Evoluzione ciclo

Crea un ciclo che forza lo stato dell’evoluzione per riportarlo al punto di partenza.

Ciclo (nelle rivoluzioni)

Numero di rivoluzioni dell’impostazione Evoluzione che il frattale passa in rassegna prima che si ripeta. L’intervallo dei cicli di evoluzione dipende dal tempo consentito tra i fotogrammi chiave Evoluzione.

Nota: poiché il controllo Ciclo agisce soltanto sullo stato del frattale, non sulla geometria né su altri controlli, potete ottenere risultati diversi a seconda delle impostazioni di Dimensioni e di Scostamento.

Numero casuale

Specifica un valore dal quale generare il disturbo frattale. Animando questa proprietà si ottiene un lampeggiamento da un insieme di forme frattali all’altro dello stesso tipo di frattali. Per la transizione uniforme della ruvidezza, usate il controllo Evoluzione.

Nota: potete creare nuove animazioni di turbolenza riutilizzando i cicli Evoluzione creati in precedenza e modificando solo il valore Numero casuale. Usando un nuovo valore di Numero casuale, potete alterare il pattern del disturbo senza interferire con l’animazione dell’evoluzione.

Fissa

Specifica i bordi da fissare in modo che i pixel lungo tali bordi non vengano spostati.

Anti-alias per qualità alta

Specifica la quantità di anti-alias, mediante le opzioni Alto o Basso.

Effetto Spirale

L’effetto Spirale distorce un’immagine ruotando una clip attorno al suo centro. L’immagine viene distorta in modo più deciso al centro rispetto ai bordi, causando un effetto mulinello con impostazioni estreme.

Angolo

Distanza alla quale far girare a spirale l’immagine. Gli angoli positivi fanno girare a spirale l’immagine in senso orario mentre i valori negativi la fanno girare in senso antiorario. Per ottenere un effetto mulinello, animate l’angolo.

Raggio spirale

Distanza alla quale si estende la spirale, partendo dal centro. Questo valore è una percentuale della larghezza o dell’altezza della clip, a seconda di quale sia la maggiore. Ad esempio, un valore pari a 50 genera una spirale che si estende fino ai bordi della clip.

Centro spirale

Imposta la posizione del centro della spirale.

Effetto Alterazione onda

L’effetto Alterazione onda produce l’aspetto di un’onda che attraversa l’immagine. Potete creare tipi diversi di forme d’onda, ad esempio quadrate, circolari e sinusoidali. L’effetto Alterazione onda è animato automaticamente a velocità costante nell’intervallo di tempo senza fotogrammi. Per modificare la velocità, è necessario impostare i fotogrammi.

Tipo onda

Forma dell’onda.

Altezza onda

Distanza in pixel tra le creste delle onde.

Larghezza onda

Dimensioni dell’onda, in pixel.

Direzione

Direzione in cui l’onda si sposta nell’immagine. Ad esempio, un valore pari a 225° fa spostare le onde in senso diagonale dalla parte superiore destra a quella inferiore sinistra.

Velocità onda

Velocità (in cicli al secondo) alla quale si spostano le onde. Un valore negativo inverte la direzione dell’onda e un valore pari a 0 non produce alcun movimento. Per variare la velocità dell’onda nel tempo, impostate questo controllo su 0, quindi impostate i fotogrammi chiave per la proprietà Fase.

Fissa

Bordi da fissare in modo che i pixel lungo tali bordi non vengano spostati.

Fase

Punto lungo la forma d’onda in cui inizia il ciclo dell’onda. Ad esempio, 0° fa iniziare l’onda nel punto medio della pendenza verso il basso, mentre 90° la fa iniziare nel punto più basso dell’avvallamento.

Anti-alias (qualità alta)

Imposta la quantità di anti-alias o arrotondamento dei bordi da applicare all’immagine. Nella maggioranza dei casi, impostazioni basse producono risultati soddisfacenti; impostazioni alte possono far aumentare sensibilmente il tempo di rendering.

Effetti di generazione

Effetto Sfumatura a 4 colori

L’effetto Sfumatura a 4 colori genera una sfumatura a quattro colori. La sfumatura è definita da quattro punti effetto, le posizioni e i colori dei quali possono essere animati usando i controlli Posizioni e colori. La sfumatura è composta da quattro cerchi in tinta unita fusi insieme, ciascuno con un punto effetto al centro.

Fusione

Valori più elevati creano transizioni più graduali tra i colori.

Variazione

Entità della variazione (disturbo) nella sfumatura. La variazione, che riduce l’effetto a strisce, agisce solo sulle aree in cui tale effetto si potrebbe verificare.

Opacità

Opacità della sfumatura, come frazione del valore Opacità della clip.

Metodo fusione

Metodo di fusione da usare quando si combina la sfumatura con la clip.

Effetto Pattern celle

L’effetto Pattern celle genera pattern celle basati sul disturbo delle celle. Usatelo per creare texture e pattern di sfondo fissi o in movimento. I pattern possono essere usati a loro volta come mascherini con texture, come mappe di transizione o come sorgente per le mappe di spostamento.

Effetto Pattern celle
Immagine originale (a sinistra); l’effetto Pattern celle crea una mappa di spostamento (al centro) usata per l’effetto Mappa di spostamento (a destra).

Pattern cella

Pattern celle da usare. HQ indica pattern di alta qualità che eseguono il rendering con una definizione maggiore rispetto ai corrispettivi non contrassegnati. Cristalli misti è disponibile solo come opzione di alta qualità.

Nota: l’opzione Placche statiche ha un aspetto identico a quello dell’opzione Placche. Tuttavia, quando evolvono, le placche fisse mantengono un valore di luminosità uniforme, mentre le placche spostano la luminosità del pattern celle.

Inverti

Inverte il pattern celle. Le aree nere diventano bianche e le aree bianche diventano nere.

Contrasto/Nitidezza

Specifica il contrasto del pattern celle quando usate il pattern celle Bolle, Cristalli, Cuscino, Cristalli misti o Tubolare. Il controllo specifica la luminosità per una qualsiasi delle opzioni Placche o Cristallizzazione.

Nota: il contrasto viene interessato dall’opzione scelta nel menu Overflow.

Overflow

Metodo usato dall’effetto per rimappare i valori non compresi nell’intervallo della scala di grigi 0-255. Overflow non è disponibile se si scelgono pattern celle basati sulla nitidezza.

Clip

I valori superiori a 255 vengono mappati a 255. I valori inferiori a 0 vengono mappati a 0. Il valore di Contrasto controlla in che misura l’immagine supera l’intervallo 0-255; i valori più alti determinano un’immagine prevalentemente in bianco e nero, con una quantità inferiore di grigio. Pertanto, con impostazioni di contrasto più elevate, i dettagli delle celle sono meno definiti.

Attenuazione

Riassocia i valori di scala di grigio in modo che rientrino nell’intervallo 0–255. Il contrasto appare ridotto, le celle sono principalmente grigie con poche aree di nero o bianco puro.

Valore max

I valori superiori a 255 o inferiori a 0 vengono riflessi nell’intervallo 0-255. Un valore pari a 258 (255+3), ad esempio, viene riflesso su 252 (255-3) e un valore pari a -3 viene riflesso su 3. Con questa impostazione, i valori di Contrasto superiori a 100 accrescono la complessità e il dettaglio.

Dispersione

Casualità con cui viene disegnato il pattern. I valori più bassi determinano pattern celle più uniformi o simili a una griglia.

Dimensioni

Dimensioni della cella. Le dimensioni predefinite sono pari a 60.

Scostamento

Determina la parte del pattern celle usato.

Opzioni affiancamento

Scegliete Attiva divisione in porzioni per creare un pattern costituito da porzioni ripetute. Celle orizzontali e Celle verticali determinano quante celle sia larga e quante celle sia alta ogni porzione.

Evoluzione

L’animazione di questa impostazione determina modifiche del pattern nel tempo.

Nota: sebbene il valore Evoluzione sia impostato in unità definite rivoluzioni, è importante sapere che queste rivoluzioni sono progressive. Lo stato Evoluzione continua ad avanzare all’infinito in ciascun nuovo valore. Usate l’opzione Evoluzione ciclo per ripristinare lo stato originale dell’impostazione Evoluzione per ciascuna rivoluzione.

Opzioni evoluzione

Fornisce i controlli che consentono di eseguire il rendering per un breve ciclo e di eseguire un ciclo continuo per la durata della clip. Usate questi controlli per eseguire il pre-rendering di elementi di pattern celle in cicli continui e ridurre di conseguenza il tempo necessario al rendering.

Evoluzione ciclo

Crea un ciclo che forza lo stato dell’evoluzione per riportarlo al punto di partenza.

Ciclo

Numero di rivoluzioni dell’impostazione Evoluzione che il pattern celle passa in rassegna prima che si ripeta. L’intervallo dei cicli di evoluzione dipende dal tempo consentito tra i fotogrammi chiave Evoluzione.

Nota: poiché il controllo Ciclo agisce soltanto sullo stato del pattern cella, non sulla geometria né su altri controlli, potete ottenere risultati diversi a seconda delle impostazioni di Dimensioni o di Scostamento.

Numero casuale

Specifica un valore dal quale generare il pattern celle. Animando questa proprietà otterrete un lampeggiamento da un pattern celle all’altro nello stesso tipo di pattern celle. Per la transizione uniforme del pattern celle, usate il controllo Evoluzione.

Nota: potete creare nuove animazioni di pattern cella riutilizzando i cicli Evoluzione creati in precedenza e modificando solo il valore Numero casuale. Usando un nuovo valore di Numero casuale, potete alterare il pattern celle senza interferire con l’animazione dell’evoluzione.

Effetto Scacchiera

L’effetto Scacchiera crea un pattern a scacchi di rettangoli, metà dei quali è trasparente.

Effetto Scacchiera
Il colore corrispondente genera un risultato sofisticato (al centro); utilizzando il rosso con impostazioni elevate di Larghezza e impostazioni basse di Altezza (a destra), si ottiene un risultato a strisce.

Ancoraggio

Punto di origine del pattern a scacchi. Spostando questo punto, il pattern si scosta.

Dimensioni da

Modalità di determinazione delle dimensioni dei rettangoli:

Punto d’angolo

Le dimensioni di ogni rettangolo sono quelle del rettangolo con angoli opposti definiti dai punti Ancoraggio e Angolo.

Cursore larghezza

L’altezza e la larghezza di un rettangolo sono uguali al valore Larghezza, vale a dire che i rettangoli sono quadrati.

Cursori larghezza e altezza

L’altezza di un rettangolo è uguale al valore Altezza. La larghezza di un rettangolo è uguale al valore Larghezza.

Sfuma

Spessore della sfumatura del bordo nel pattern a scacchi.

Colore

Colore dei rettangoli non trasparenti.

Opacità

Opacità dei rettangoli colorati.

Metodo fusione

Metodo di fusione da usare per comporre il pattern a scacchi sopra la clip originale. La modalità predefinita Nessuno esegue il rendering soltanto del pattern a scacchiera.

Effetto Cerchio

L’effetto Cerchio crea un cerchio o un anello in tinta unita personalizzabile.

Bordo

Nessuno crea un disco in tinta unita. Tutte le altre opzioni creano anelli. Ogni opzione corrisponde a un diverso set di proprietà che determina il trattamento della forma e del bordo dell’anello:

Raggio bordi

La differenza tra la proprietà Raggio bordo e la proprietà Raggio consiste nello spessore dell’anello.

Spessore

La proprietà Spessore imposta lo spessore dell’anello.

Spessore * raggio

Il prodotto della proprietà Spessore e della proprietà Raggio è uguale allo spessore dell’anello.

Spessore e sfumatura * raggio

Il prodotto della proprietà Spessore e della proprietà Raggio è uguale allo spessore dell’anello. Il prodotto della proprietà Sfumatura e della proprietà Raggio è uguale alla sfumatura dell’anello.

Sfuma

Spessore della sfumatura.

Inverti cerchio

Inverte il mascherino.

Metodo fusione

Metodo di fusione usato per combinare la forma e la clip originale. L’opzione predefinita Nessuno visualizza solo la forma, senza la clip originale.

Effetto Ellisse

L’effetto Ellisse disegna un’ellisse.

Effetto Ellisse
Immagine originale (a sinistra), con l’effetto applicato allo sfondo una volta (al centro) e più volte (a destra)

Effetto Riempimento contagocce

L’effetto Riempimento contagocce applica un colore campionato alla clip di origine. Questo effetto è utile per selezionare rapidamente un colore in tinta unita da un punto campione della clip originale o per selezionare un valore di colore da una clip e usare i metodi di fusione per applicare tale colore a una seconda clip.

Effetto Riempimento contagocce
Immagine originale (a sinistra) e con l’applicazione di diversi campionamenti di colore (al centro e a destra)

Punto campione

Centro dell’area campionata.

Raggio campione

Raggio dell’area campionata.

Colori pixel medi

Valori di colore che vengono campionati:

Ignora vuoti

Campiona i valori di colore RGB medi, esclusi quelli dei pixel trasparenti.

Tutti

Campiona la media di tutti valori di colore RGB, compresi quelli dei pixel trasparenti.

Tutti premoltiplicati

Campiona la media di tutti valori di colore RGB, premoltiplicati con il canale alfa.

Alfa incluso

Campiona la media di tutti i valori di colore RGB e del valore del canale alfa. Come risultato anche il colore campionato contiene la trasparenza media dei pixel campionati.

Mantieni alfa originale

Quando è selezionato, l’effetto mantiene il canale alfa della clip originale. Se scegliete Alfa incluso nel menu Colori pixel medi, il canale alfa dell’originale viene riprodotto sul colore campionato.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Maggiore è il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se impostate questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sulla clip. Se impostate questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Effetto Griglia

Usate l’effetto Griglia per creare una griglia personalizzabile. Eseguite il rendering di questa griglia in un mascherino colorato o come maschera del canale alfa della clip di origine. Questo effetto è ideale per generare elementi grafici e mascherini all’interno dei quali poter applicare altri effetti.

Effetto Griglia
Immagine originale (a sinistra) e con le variazioni dell’effetto applicato (al centro e a destra)

Ancoraggio

Punto di origine del pattern a griglia. Spostando questo punto, il pattern si scosta.

Dimensioni da

Modalità di determinazione delle dimensioni dei rettangoli:

Punto d’angolo

Le dimensioni di ogni rettangolo sono quelle del rettangolo con angoli opposti definiti dai punti Ancoraggio e Angolo.

Cursore larghezza

L’altezza e la larghezza di un rettangolo sono uguali al valore Larghezza, vale a dire che i rettangoli sono quadrati.

Cursori larghezza e altezza

L’altezza di un rettangolo è uguale al valore Altezza. La larghezza di un rettangolo è uguale al valore Larghezza.

Bordo

Spessore delle linee della griglia. Se il valore è pari a 0, la griglia scompare.

Nota: l’anti-alias dei bordi della griglia potrebbe determinare la variazione dello spessore visibile.

Sfuma

Morbidezza della griglia.

Inverti griglia

Inverte le aree trasparenti ed opache della griglia.

Colore

Colore della griglia.

Opacità

Opacità della griglia.

Metodo fusione

Metodo di fusione da usare per comporre la griglia sopra la clip originale. La modalità predefinita Nessuno esegue il rendering soltanto della griglia.

Effetto Riflesso lente

L’effetto Riflesso lente simula la rifrazione causata dal bagliore di una luce intensa sulla lente di un obiettivo.

Centro riflesso

Indica la posizione del centro del bagliore.

Luminosità riflesso

Specifica la percentuale di luminosità. I valori possono variare tra 0% e 300%.

Tipo lente

Seleziona il tipo di lente da simulare.

Fondi con originale

Specifica il grado in base al quale l’effetto viene unito alla clip sorgente.

Effetto Fulmine

L’effetto Fulmine crea lampi, effetti tipo Scala di Giacobbe e altri effetti visivi tra due punti specificati in una clip. L’effetto Fulmine viene animato automaticamente senza fotogrammi chiave sull’intero intervallo temporale della clip.

Punto iniziale, Punto finale

Dove inizia e termina l’effetto.

Segmenti

Numero di segmenti da cui è composto il corpo principale del lampo di luce. I valori più elevati generano un maggiore dettaglio, ma una minore fluidità dell’animazione.

Ampiezza

Dimensioni delle ondulazioni presenti nel fulmine come percentuale della larghezza della clip.

Livello dettaglio, Ampiezza dettaglio

Grado di dettagli da aggiungere al fulmine e alle sue diramazioni. Per Livello dettaglio, i valori sono in genere compresi tra 2 e 3. Per Ampiezza dettaglio, un valore standard usato è 0,3. I valori più alti per ciascun controllo sono ideali per le immagini fisse, ma tendono a oscurare le animazioni.

Ramificazioni

Quantità di ramificazioni da aggiungere alle estremità dei segmenti del fulmine. Il valore 0 non produce alcuna ramificazione; il valore 1,0 genera ramificazioni in ogni segmento.

Ramificazioni secondarie

Quantità di diramazioni secondarie da aggiungere ai rami. Se si impostano valori elevati, i fulmini assumono l’aspetto di alberi luminosi.

Angolo ramificazione

Angolo tra il ramo e il lampo di luce principale.

Lungh. segmenti ramificazione

Lunghezza di ciascun segmento di un ramo come frazione della lunghezza media dei segmenti del fulmine.

Segmenti ramificazione

Numero massimo di segmenti in ciascun ramo. Per produrre rami lunghi, specificate valori più elevati sia per la lunghezza dei segmenti di ramificazione che per i segmenti di ramificazione.

Larghezza ramificazione

Larghezza media di ogni ramo come frazione della larghezza del fulmine.

Velocità

Velocità di ondulazione del fulmine.

Stabilità

Vicinanza del fulmine alla linea che congiunge il punto iniziale e il punto finale. I valori bassi mantengono il fulmine vicino alla linea; i valori alti creano oscillazioni significative.

Punto finale fisso

Determina se il punto finale del fulmine deve rimanere in una posizione fissa. Se questo controllo non è selezionato, l’estremità del fulmine si ondula intorno al punto finale.

Larghezza, Variazione larghezza

Larghezza del corpo principale del fulmine ed entità di variazione della larghezza dei diversi segmenti. Le variazioni di larghezza sono casuali. Un valore pari a 0 non dà luogo ad alcuna variazione di larghezza; un valore pari a 1 dà luogo alla massima variazione di larghezza.

Larghezza di base

Larghezza del bagliore interno, sulla base di quanto specificato per l’opzione Colore interno. Questo valore è relativo alla larghezza totale del fulmine.

Colore esterno, Colore interno

I colori utilizzati per i bagliori esterni e interni del lampo. Poiché l’effetto aggiunge questi colori prima degli altri colori esistenti nella composizione, in genere si ottengono risultati migliori con i colori primari. Spesso i colori brillanti appaiono molto più chiari (o addirittura bianchi) a seconda della luminosità dei colori sottostanti.

Forza tirante, Direzione forza tirante

Intensità e direzione della forza che trascina il fulmine. Usate Forza tirante con il valore Stabilità per creare l’effetto Scala di Giacobbe.

Numero casuale

Valore di input per il generatore di disturbo casuale alla base dell’effetto Fulmine.

Nota: il movimento casuale del fulmine può interferire con un’altra immagine della clip. Provate a impostare diversi valori per Numero casuale fino a trovare quello più adatto.

 

Metodo fusione

Metodo di fusione da usare per comporre il fulmine sopra la clip originale.

Riesegui a ogni fotogramma

Rigenera il fulmine a ogni fotogramma. Per fare in modo che il fulmine sia generato nello stesso modo e nello stesso fotogramma ogni volta che viene eseguito, non selezionate questa opzione. Se si seleziona questa opzione, il tempo di rendering aumenta.

Effetto Secchiello

L’effetto Secchiello è uno strumento di disegno non distruttivo che riempie un’area selezionata con un colore in tinta unita. Funziona in modo molto simile allo strumento secchiello di vernice di Adobe Photoshop. Usate l’effetto Secchiello per colorare disegni con contorni tipo cartone animato o per sostituire le aree di colore in un’immagine.

In questo video lynda.com tratto dall’esercitazione Premiere Pro: Color Correction and Enhancement (Premiere Pro: correzione e miglioramento del colore), Jeff Sengstack spiega come utilizzare l’effetto Secchiello per modificare il colore di un oggetto.

Effetto Secchiello
I colori riempiono forme a spirale su tracce separate (a sinistra e al centro); effetto applicato al disco volante con il metodo di fusione Colore (a destra)

Punto riempimento

L’effetto riempie un’area contenente il punto riempimento. L’area è determinata dall’analisi dei pixel vicini al punto di riempimento e dall’espansione dell’area di riempimento tramite l’aggiunta di pixel corrispondenti. La distanza della diffusione del colore di riempimento dipende dall’impostazione Tolleranza, oltre che dall’opzione scelta dal menu Selettore riempimento.

Selettore riempimento

Valori sui quali operare:

Colore e alfa

Specifica che l’effetto riempie con il nuovo colore i canali RGB e alfa del punto di riempimento.

Colore semplice

Specifica che l’effetto riempie il canale RGB dell’area del punto di riempimento con il nuovo colore.

Trasparenza

Specifica che l’effetto riempie solo le aree trasparenti vicino al punto di riempimento. Affinché questa opzione funzioni, è necessario impostare un punto di riempimento in un’area trasparente.

Opacità

Specifica che l’effetto riempie solo le aree opache vicino al punto di riempimento. Affinché questa opzione funzioni, è necessario impostare un punto di riempimento in un’area opaca.

Canale alfa

Specifica che l’effetto riempie le aree opache o trasparenti dell’intera immagine, a seconda del valore del canale alfa nel punto in cui impostate il punto di riempimento.

Tolleranza

Distanza dai valori di colore di Punto riempimento a cui possono trovarsi i valori di colore di un pixel, pur continuando a corrispondere. Valori maggiori espandono l’intervallo di pixel riempiti dall’effetto.

Soglia di visualizzazione

Mostra i pixel corrispondenti, ovvero quelli compresi nel valore Tolleranza dei valori di colore del pixel Punto riempimento. Questa opzione risulta particolarmente utile per tracciare le perdite. Se è presente un piccolo spazio, il colore può scorrere e riempire le aree non destinate a essere riempite.

Tratto

Modo in cui l’effetto tratta i bordi dell’area riempita:

Anti-alias

Applica l’anti-alias ai bordi dell’area riempita.

Sfuma

Crea un bordo sfumato per l’area riempita. I valori di Morbidezza sfumatura creano un bordo che scompare più gradualmente.

Estensione

Espande l’area del colore di riempimento. Il valore Raggio di estensione indica il numero di pixel in base al quale il colore di riempimento si estende oltre il bordo dell’area di riempimento.

Riduci

Contrae l’area del colore di riempimento. Il valore Raggio di estensione indica il numero di pixel in base al quale il colore di riempimento si contrae dal bordo dell’area di riempimento.

Tratto

Limita il riempimento al solo bordo dell’area selezionata. Il valore Larghezza tratto indica la larghezza del tratto in pixel.

Colore

Colore di riempimento.

Opacità

Opacità dell’area riempita.

Metodo fusione

Metodo di fusione da usare per comporre il risultato dell’effetto sopra la clip originale. Usate Solo riempimento per visualizzare solo il riempimento.

Nota: se applicate più istanze di Secchiello a una clip, per usare la modalità di riempimento Solo riempimento accertatevi di non impostare più di una istanza. Se impostate più di un’istanza da usare come metodo di riempimento, viene visualizzata solo la prima applicazione dell’effetto.

Effetto Sfumatura

L’effetto Sfumatura crea una sfumatura di colore. Potete creare sfumature lineari o radiali e variare nel tempo la posizione e i colori della sfumatura. Usate le proprietà Inizio sfumatura e Fine sfumatura per specificare le posizioni iniziali e finali. Usate il controllo Dispersione sfumatura per disperdere i colori ed eliminare l’effetto a strisce.  

Nota:

spesso le sfumature non hanno una buona resa se trasmesse in televisione; si produce infatti un effetto a strisce, dovuto al fatto che il segnale di crominanza delle trasmissioni televisive ha una risoluzione insufficiente per riprodurre le sfumature in modo fluido. Il controllo Dispersione sfumatura fa tremolare i colori della sfumatura, eliminando la visibilità dell’effetto a strisce.

Effetto Scrivi sopra

L’effetto Scrivi sopra anima i tratti di una clip. Ad esempio, potete simulare l’azione di scrivere a mano firme o testo in corsivo.

Effetto Scrivi sopra
Effetto Scrivi sopra: animazione dei tratti

Posizione pennello

Posizione del pennello. Animate questa proprietà per creare un tratto.

Lunghezza tratto (sec)

Durata, in secondi, di ogni segno del pennello. Se questo valore è pari a 0, il segno del pennello ha durata illimitata. Per creare un movimento del tratto simile a quello di un serpente, usate un singolo valore costante diverso da zero. Per far espandere e contrarre il tratto, animate questo valore.

Spaziatura tratti (sec)

Intervallo di tempo, in secondi, tra i segni del pennello. I valori più piccoli generano tratti pennello più uniformi, ma il tempo di rendering è superiore.

Proprietà tempo disegno e Proprietà tempo pennello

Specifica se le proprietà disegno e le proprietà pennello vengono applicate a ogni segno del pennello o all’intero tratto. Scegliete Nessuno per applicare ogni volta i valori a tutti i segni di pennello nel tratto. Scegliete un nome di proprietà per far mantenere a ogni segno di pennello il valore per tale proprietà nel momento in cui il segno del pennello è stato disegnato. Ad esempio, se scegliete Colore, ogni segno di pennello mantiene il colore specificato dal valore Colore nel momento in cui il segno è stato disegnato.

Stile pennello

Modo in cui il tratto del pennello interagisce con l’immagine originale:

Su immagine originale

Il tratto del pennello viene visualizzato sopra l’immagine originale.

Su trasparente

Il tratto del pennello viene visualizzato sopra la trasparenza. L’immagine originale non viene visualizzata.

Rivela immagine originale

L’immagine originale è rivelata dal tratto del pennello.

Effetti Controllo immagine

Effetto Bianco e nero

L’effetto Bianco e nero converte una clip a colori in scala di grigio; ovvero, i colori diventano sfumature di grigio. Impossibile animare questo effetto con i fotogrammi chiave.

  • Se necessario, nel pannello Controllo effetti fate clic sulla casella a sinistra di Bianco e nero per attivare tale effetto. Per disattivare l’effetto, fate clic sull’icona  che compare nella casella.

Effetto Bilanciamento colore (RGB)

L’effetto Bilanciamento colore (RGB) modifica la quantità di rosso, verde e blu in una clip.

Effetto Passata colore

L’effetto Passata colore converte in scala di grigio l’intera clip, tranne un unico colore specificato. Usate l’effetto Passata colore per evidenziare una porzione particolare della clip. Nella clip di una partita di pallacanestro ad esempio potete evidenziare la palla selezionando e preservandone il colore e mostrare tutto il resto della clip in scala di grigio. Notate tuttavia che con l’effetto Passata colore, potete isolare solo i colori e non oggetti specifici in una clip.

Effetto Sostituisci colore

Sostituisce con un nuovo colore tutte le occorrenze del colore selezionato, preservando tutti i livelli di grigio. Grazie a questo effetto potete cambiare il colore di un oggetto in un’immagine selezionandolo e quindi regolando i controlli in modo da creare un colore diverso.

Effetto Correzione gamma

L’effetto Correzione gamma schiarisce o scurisce una clip senza variare realmente ombre e luci. L’operazione viene effettuata modificando i livelli di luminosità dei mezzitoni (i livelli di grigio medio) e lasciando inalterate le aree scure e chiare. L’impostazione di gamma predefinita è 10. Nella finestra di dialogo Impostazioni dell’effetto, potete regolare il valore di gamma da 1 a 28.

Effetti di tipi di trasparenza

Effetto Regolazione alfa

Usate Regolazione alfa al posto dell’effetto Opacità per cambiare l’ordine di rendering predefinito degli effetti fissi. Variate la percentuale di opacità per creare livelli di trasparenza.

Le seguenti impostazioni dell’effetto Regolazione alfa consentono di interpretare il canale alfa della clip:

Ignora alfa

Ignora il canale alfa della clip.

Inverti alfa

Inverte le aree trasparenti ed opache della clip.

Solo maschera

Applica l’effetto solo a un’area mascherata.

Cromaticità mediante l’effetto di trasparenza Ultra

L’effetto di trasparenza Ultra è un effetto con accelerazione GPU, per prestazioni di riproduzione e rendering migliorate su computer dotati di una scheda video NVIDIA.

  1. Applicate l’effetto di trasparenza Ultra a una o più clip.

  2. Nella Timeline, posizionate l’indicatore del tempo corrente su un fotogramma contenente un colore di trasparenza.

  3. Nel pannello Controllo effetti, selezionate le opzioni desiderate dai menu Output e Impostazione.

  4. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Fate clic sulla casella del selettore colore per aprirlo. Quindi selezionate un colore di trasparenza e fate clic su OK.

    • Fate clic sul contagocce e selezionate un colore di trasparenza.

    • Impostate altri parametri in base alle vostre esigenze.

Parametri dell’effetto di trasparenza Ultra

Generazione mascherino

Trasparenza

Controlla la trasparenza della sorgente quando questa viene applicata su uno sfondo. I valori vanno da 0 a 100. Il valore 100 corrisponde a completamente trasparente. Il valore 0 corrisponde a completamente opaco. L’impostazione predefinita è 45.

Luce

Aumenta l’opacità delle aree chiare nell’immagine sorgente. Potete usare Luce per estrarre dettagli quali luci speculari su oggetti trasparenti. I valori vanno da 0 a 100. L’impostazione predefinita è 10. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine.

Ombra

Aumenta l’opacità delle aree scure nell’immagine sorgente. Potete usare Ombra per correggere un elemento scuro diventato trasparente a causa di fuoriuscita di colore. I valori vanno da 0 a 100. L’impostazione predefinita è 50. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine.

Tolleranza

Consente di escludere dallo sfondo determinati colori presenti nell’immagine di primo piano. Aumenta la tolleranza per variazioni dal colore di trasparenza specificato. Potete usare Tolleranza per rimuovere artefatti causati da scostamenti cromatici. Potete inoltre usare Tolleranza per controllare la fuoriuscita di colore nelle tonalità incarnato e nelle aree scure. I valori vanno da 0 a 100. L’impostazione predefinita è 50. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine.

Piedistallo

Consente di escludere dal canale alfa il disturbo causato in genere da riprese granulose o con scarsa illuminazione. I valori vanno da 0 a 100. L’impostazione predefinita è 10. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine. Maggiore è la qualità dell’immagine sorgente, minore sarà l’impostazione necessaria per Piedistallo.

Pulitura mascherino

Riduci

Riduce la dimensione del mascherino del canale alfa. Esegue un’operazione di erosione morfologica (dimensione kernel frazionale). I valori del livello di riduzione vanno da 0 a 100. Il valore 100 rappresenta un kernel 9x9. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine. Il valore predefinito è 0.

Più morbido

Sfoca il bordo del mascherino del canale alfa. Esegue un filtro di sfocatura in rettangolo (dimensione kernel frazionale). I valori del livello di sfocatura vanno da 0 a 100. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine. Il valore predefinito è 0. Il valore 1,0 rappresenta un kernel 9x9.

Contrasto

Regola il contrasto del canale alfa. I valori vanno da 0 a 100. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine. Il valore predefinito è 0.

Punto medio

Consente di scegliere il punto di bilanciamento per il valore di contrasto. I valori vanno da 0 a 100. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine. L’impostazione predefinita è 50.

Soppressione macchie

Togli saturazione

Consente di controllare la saturazione del colore di sfondo del canale colore. I colori che sono quasi completamente trasparenti vengono desaturati. I valori vanno da 0 a 50. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine. L’impostazione predefinita è 25.

Intervallo

Controlla l’entità di fuoriuscita che viene corretta. I valori vanno da 0 a 100. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine. L’impostazione predefinita è 50.

Fuoriuscita

Regola l’entità di compensazione di fuoriuscita. I valori vanno da 0 a 100. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine. L’impostazione predefinita è 50.

Luma

Funziona in combinazione con il canale alfa per ripristinare la luminanza originale dell’elemento sorgente. I valori vanno da 0 a 100. Il valore 0 non produce alcun cambiamento nell’immagine. L’impostazione predefinita è 50.

Correzione colore

Saturazione

Consente di controllare la saturazione della sorgente di primo piano. I valori vanno da 0 a 200. Con il valore 0 viene rimossa tutta la cromaticità. L’impostazione predefinita è 100.

Tonalità

Consente di controllare la tonalità. I valori possono variare tra –180 e +180°. L’impostazione predefinita è 0°.

Luminanza

Consente di controllare la luminanza della sorgente di primo piano. I valori vanno da 0 a 200. Il valore 0 corrisponde al nero. Il valore 100 corrisponde al 4x. L’impostazione predefinita è 100.

Effetto Trasparenza colore

Questo effetto esclude dall’immagine tutti i pixel simili a un determinato colore del tipo di trasparenza. Esso modifica solo il canale alfa di una clip.

Effetto Trasparenza colore
Gli effetti schermo blu non standard (a sinistra) e di sfondo (al centro) sono combinati con l’effetto Trasparenza colore (a destra).

Quando escludete un colore in una clip, quel colore o quella gamma di colori diventa trasparente nell’intera clip. Per controllare l’intera gamma di colori trasparenti regolate il livello di tolleranza. Potete anche sfumare i bordi dell’area trasparente per creare una transizione uniforme tra le aree trasparenti e le aree opache.

Effetto Mascherino differenza

L’effetto Mascherino per differenza crea una trasparenza confrontando una clip sorgente a un’altra clip e quindi escludendo i pixel dell’immagine sorgente che corrispondono sia alla posizione che al colore dell’immagine per differenza. Questo effetto in genere viene usato per escludere uno sfondo statico dietro un oggetto in movimento, da inserire poi su uno sfondo diverso. Spesso la clip di differenza è semplicemente un fotogramma del filmato di sfondo (prima che l’oggetto in movimento entri sulla scena). Per questo motivo, l’effetto Mascherino differenza è indicato per le scene riprese con una telecamera fissa e uno sfondo immobile.

Effetto Mascherino differenza
Effetto Mascherino differenza

A. Immagine originale B. Immagine di sfondo C. Immagine sulla seconda traccia D. Immagine composita finale 

Sostituzione di uno sfondo statico con Mascherino differenza

Mascherino per differenza crea la trasparenza confrontando una data immagine fissa e una data clip ed eliminando le aree della clip che corrispondono a quelle nell’immagine. Questo tipo di trasparenza consente di creare effetti speciali. A seconda della clip è possibile usare Mascherino per differenza per escludere uno sfondo statico e sostituirlo con un’altra immagine fissa o in movimento.

Potete creare il mascherino salvando un fotogramma da una clip che mostra lo sfondo statico prima che l’oggetto mobile entri in scena. Per ottenere migliori risultati, la telecamera e tutti gli elementi dello sfondo devono restare immobili.

Le seguenti impostazioni di Mascherino per differenza vengono regolate nel pannello Controllo effetti:

Visualizza

Specifica se il monitor Programma debba visualizzare Output finale, Solo sorgente o Solo mascherino.

Livello differenza

Specifica la traccia da utilizzare come mascherino.

Se le dimensioni del livello sono diverse

Specifica se centrare l’immagine in primo piano o allungarla e adattarla.

Tolleranza corrispondenza

Specifica il grado in base al quale il mascherino deve corrispondere all’immagine in primo piano per essere reso trasparente.

Morbidezza corrispondenza

Specifica il grado di morbidezza sui bordi del mascherino.

Nota: l’uso del colore per definire la trasparenza in Differenza RGB è del tutto analogo a quello di un’immagine fissa in Mascherino per differenza.

Sfocatura prima di differenza

Specifica il grado di sfocatura aggiunto al mascherino.

  1. Trovate un fotogramma della clip in primo piano in cui sia presente solo lo sfondo statico. Utilizzerete questo fotogramma come mascherino. Salvatelo come file di immagine. Sarà visualizzato nel pannello Progetto.
  2. Trascinate il fotogramma del mascherino dal pannello Progetto su una traccia video in un pannello Timeline.
  3. Trascinate la clip che desiderate utilizzare come sfondo su una traccia in un pannello Timeline sul fotogramma del mascherino.
  4. Posizionate la clip video che desiderate utilizzare in primo piano su una traccia in un pannello Timeline sulla clip di sfondo.
  5. (Facoltativo) Se state animando il Mascherino per differenza nel tempo, assicuratevi che l’indicatore del tempo corrente si trovi nella posizione desiderata. Fate clic sulle icone Attiva/disattiva animazione  per le impostazioni da regolare.
  6. Nel pannello Effetti, espandete il raccoglitore Effetti video, quindi Tipo di trasparenza.
  7. Trascinate l’effetto Mascherino per differenza sulla clip video in primo piano.
  8. Nel pannello Controlli effetti fate clic sul triangolo di fianco a Mascherino per differenza per esporne i controlli.
  9. Nel menu a discesa Livello differenza selezionate la traccia che contiene il fotogramma del mascherino.
  10. Regolate le altre impostazioni come necessario per raggiungere l’effetto desiderato.
  11. (Facoltativo) Se state animando il Mascherino differenza, spostate l’indicatore del tempo corrente nel pannello Controllo effetti o Timeline e modificate le impostazioni di Mascherino immagine.

    Quando modificate le impostazioni, nella timeline Controllo effetti viene visualizzato un nuovo fotogramma chiave. Potete anche regolare l’interpolazione tra fotogrammi chiave modificando l’elemento grafico del fotogramma chiave. Se necessario, ripetete questo punto.

Effetto Mascherino immagine

Esclude le aree dell’immagine di una clip sulla base dei valori di luminanza di un fermo immagine che funge da mascherino. Le aree trasparenti mostrano le immagini generate dalle clip nelle tracce sottostanti. Non è necessario che la clip si trovi nella sequenza. Potete usare come mascherino un fermo immagine di qualunque clip del progetto. Per usare come mascherino un’immagine in movimento, applicate l’effetto Mascherino traccia.

Definire aree trasparenti con Mascherino immagine

Questo tipo di trasparenza determina le aree trasparenti in base al canale alfa di un’immagine mascherino oppure ai valori di luminosità. Per avere dei risultati prevedibili, scegliete un’immagine in scala di grigi come mascherino, a meno che non vogliate modificare i colori della clip. Qualsiasi colore nel mascherino rimuove lo stesso livello di colore dalla clip cui state applicando la trasparenza. Ad esempio, le aree bianche che corrispondono alle aree rosse del mascherino diventano blu-verde: il bianco in un’immagine RGB è composto da 100% rosso, 100% blu e 100% verde; quindi, se il rosso diventa trasparente nella clip, rimangono solo i colori blu e verde con i loro valori originali.

Nota: potete utilizzare la funzione di titolazione per creare forme e testo da usare come mascherini.

 

Definire aree trasparenti con Mascherino immagine
Un’immagine fissa usata come mascherino (sinistra) definisce le aree trasparenti nella clip sovrapposta (centro) rivelando la clip di sfondo (destra).

  1. Aggiungete la clip (usata come sfondo) a una traccia video in un pannello Timeline.
  2. Aggiungete la clip da sovrapporre in una traccia superiore a quella della clip di sfondo. Questa seconda clip verrà rivelata dal mascherino traccia.

    Assicuratevi che la clip sia ben sovrapposta alla clip di sfondo in un pannello Timeline.

  3. Fate clic sul triangolino nel pannello Effetti per espandere il raccoglitore Effetti video, quindi ancora sul triangolino per espandere il raccoglitore Tipo di trasparenza.
  4. Trascinate il mascherino immagine sulla clip sovrapposta in un pannello Timeline.
  5. Selezionate la clip sovrapposta in un pannello Timeline.
  6. Nel pannello Controllo effetti, fate clic sul triangolino per espandere le impostazioni di Mascherino immagine.
  7. Fate clic sul pulsante Imposta , cercate l’immagine da usare come mascherino, quindi fate clic su Apri per selezionare l’immagine.
  8. (Facoltativo) Se state animando il Mascherino immagine nel tempo, assicuratevi che l’indicatore del tempo corrente si trovi nella posizione desiderata. Fate clic sulle icone Attiva/disattiva animazione per le impostazioni da regolare.
  9. Fate clic sul menu Composito tramite e scegliete una delle opzioni seguenti:

    Alfa mascherino

    Compone le clip usando i valori del canale alfa del mascherino immagine selezionato al punto 7.

    Luma mascherino

    Compone le clip usando i valori di luminanza del mascherino immagine selezionato al punto 7.

  10. (Facoltativo) Selezionate l’opzione Inverti per scambiare aree opache e trasparenti.
  11. (Facoltativo) Se state animando il Mascherino immagine, spostate l’indicatore del tempo corrente nel pannello Controllo effetti o Timeline e cambiate le impostazioni di Mascherino immagine.

    Quando modificate le impostazioni, nella timeline Controllo effetti viene visualizzato un nuovo fotogramma chiave. Se necessario, ripetete questo punto. Potete anche regolare l’interpolazione tra fotogrammi chiave modificando l’elemento grafico del fotogramma chiave.

Effetto Luma

L’effetto Luma rende trasparenti tutte le aree di un livello con una determinata luminanza o luminosità.

Usate questo effetto se l’oggetto da cui volete creare un mascherino ha valore di luminanza molto diverso da quello dello sfondo. Se ad esempio volete creare un mascherino per le note musicali su uno sfondo bianco, potete escludere i valori più chiari. Le note musicali nere diventano le uniche aree opache.

Effetto Luma
Lo sfondo bianco dell’originale (in alto e al centro) viene rimosso mediante Trasparenza luma e composto sopra il livello sottostante (a destra).

Potete regolare le seguenti impostazioni:

Soglia

Specifica l’intervallo di valori più scuri trasparenti. Più alti sono i valori, maggiore sarà l’intervallo di trasparenza.

Limite

Imposta l’opacità delle aree non trasparenti specificate dal cursore Soglia. Più alti sono i valori, maggiore sarà la trasparenza.

 Suggerimento: l’effetto Luma consente anche di escludere le aree luminose impostando Soglia su un valore basso e Limite su uno alto.

Effetto Non rosso

Non rosso crea la trasparenza da sfondi blu o verdi. Questo tipo di trasparenza è simile a Schermo blu, ma consente anche di fondere due clip. Inoltre, la trasparenza Non rosso agevola la riduzione dei margini irregolari intorno ai bordi degli oggetti non trasparenti. Usate la trasparenza Non rosso per escludere sfondi verdi quando dovete controllare la fusione oppure quando la trasparenza Schermo blu non fornisce risultati soddisfacenti.

Le seguenti impostazioni Non rosso sono regolate nel pannello Controllo effetti:

Soglia

Imposta i livelli di blu o verde che determinano le aree trasparenti nella clip. Trascinando il cursore Soglia verso sinistra si aumenta la quantità di trasparenza. Per visualizzare le aree nere (trasparenti) mentre spostate il cursore Soglia, usate l’opzione Solo maschera.

Limite

Imposta l’opacità delle aree non trasparenti specificate dal cursore Soglia. Più alti sono i valori, maggiore sarà la trasparenza. Trascinate verso destra finché l’area opaca non raggiunge il livello desiderato.

Elimina margine

Rimuove il colore di sfondo verde o blu residuo dai bordi delle aree opache di una clip. Scegliete Nessuno per disabilitare questa opzione. Scegliete Verde o Blu per rimuovere un bordo residuo da uno sfondo verde o blu.

Arrotondamento

Specifica la quantità di anti-alias che Premiere Pro applica al limite tra aree trasparenti e opache. Scegliete Nessuno per generare bordi netti, senza anti-alias. Questa opzione è utile per mantenere la nitidezza delle linee, ad esempio nei titoli. Scegliete Basso o Alto per un arrotondamento più o meno marcato.

Solo maschera

Visualizza solo il canale alfa della clip. Il nero indica le aree trasparenti, il bianco quelle opache e il grigio quelle trasparenti solo in parte.

Effetto Rimuovi mascherino

L’effetto Rimuovi mascherino elimina le sbavature di colore dalle clip che sono state precedentemente moltiplicate per un colore. L’effetto è utile per unire i canali alfa alle texture di riempimento disponibili in file separati. Se importate un filmato con un canale alfa premoltiplicato o se create canali alfa con After Effects, può essere opportuno rimuovere gli aloni presenti nelle immagini. Gli aloni sono causati da un forte contrasto tra il colore dell’immagine e il colore dello sfondo o mascherino. Rimuovendo o cambiando il colore del mascherino, potete eliminare gli aloni.

Usate l’opzione Colore sfondo per specificare il nuovo colore di sfondo quando desiderate cambiare il colore del mascherino.

Rimuovere un mascherino nero o bianco

Se avete importato una clip che contiene un mascherino nero o bianco in tinta unita che è stato pre-moltiplicato (unito nei canali RGB anziché salvato nel canale alfa), potete rimuovere lo sfondo nero o bianco.

  1. In un pannello Timeline, selezionate la clip che contiene il mascherino da rimuovere.
  2. Fate clic sul triangolino nel pannello Effetti per espandere il raccoglitore Effetti video, quindi ancora sul triangolino per espandere il raccoglitore Tipo di trasparenza.
  3. Trascinate l’effetto Rimuovi mascherino nella clip contenente il mascherino.
  4. (Facoltativo) Se state animando l’effetto Rimuovi mascherino nel tempo, assicuratevi che l’indicatore del tempo corrente si trovi nella posizione desiderata. Fate clic sull’icona Attiva/disattiva animazione accanto all’impostazione Tipo di mascherino.
  5. Scegliete Bianco o Nero come impostazione del tipo di mascherino.
  6. (Facoltativo) Se state animando l’effetto Rimuovi mascherino, spostate l’indicatore del tempo corrente nel pannello Controllo effetti o in un pannello Timeline e modificate l’impostazione del tipo mascherino immagine nel pannello Controllo effetti.

    Quando spostate le maniglie nel monitor Programma o cambiate le impostazioni nel pannello Controllo effetti, nella timeline Controllo effetti viene visualizzato un nuovo fotogramma chiave. Potete anche regolare l’interpolazione tra fotogrammi chiave modificando l’elemento grafico del fotogramma chiave. Se necessario, ripetete questo punto.

Effetto Mascherino traccia

Spostamento o modifica dell’area trasparente con Mascherino traccia

Mascherino traccia rivela una clip (di sfondo) attraverso un’altra (sovrapposta) usando un terzo file come mascherino con cui creare aree trasparenti nella clip sovrapposta. Questo effetto richiede due clip e un mascherino, ognuno sulla propria traccia. Le aree bianche del mascherino sono opache nella clip sovrapposta e impediscono la visualizzazione delle clip sottostanti. Le aree nere del mascherino sono trasparenti, mentre quelle grigie lo sono solo parzialmente.

Un mascherino che contiene oggetti in movimento è detto mascherino fluttuante o mascherino mobile ed è formato da un metraggio in movimento, ad esempio una sagoma schermo verde, oppure da un’immagine fissa che è stata animata. Potete animare un’immagine applicando l’effetto Movimento al mascherino. Se animate un’immagine fissa, è bene che il fotogramma del mascherino sia di dimensioni maggiori rispetto al fotogramma della sequenza, affinché i bordi del mascherino non risultino visibili quando lo animate.

Effetto Mascherino traccia
Poiché potete usare una clip video come mascherino in Mascherino traccia, il mascherino può cambiare nel tempo.

Potete creare i mascherini in vari modi:

  1. Aggiungete la clip di sfondo a una traccia in un pannello Timeline.
  2. Aggiungete la clip da sovrapporre in una traccia superiore a quella della clip di sfondo. Questa seconda clip verrà rivelata dal mascherino traccia.

    (Facoltativo) Se la clip sovrapposta è un’immagine fissa, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Aggiungete all’immagine sovrapposta una trasparenza di tipo Opacità.

    • Inserite l’immagine fissa in un’altra sequenza e sovrapponete quest’ultima sulla traccia contenente la clip di sfondo.

  3. Aggiungete la clip Mascherino traccia a una terza traccia sopra le tracce con le clip di sfondo e sovrapposta.

    Nota:

    Se dovete aggiungere una nuova traccia alla sequenza, trascinate la clip Mascherino traccia sull’area vuota sopra la traccia video più alta in un pannello Timeline. Viene automaticamente creata una nuova traccia.

  4. Fate clic sul triangolino nel pannello Effetti per espandere il raccoglitore Effetti video, quindi ancora sul triangolino per espandere il raccoglitore Tipo di trasparenza.
  5. Trascinate Mascherino traccia sulla clip sovrapposta.
  6. Nel pannello Controllo effetti, fate clic sul triangolino accanto al nome del Mascherino traccia per espanderne le impostazioni.
  7. Fate clic sul menu delle impostazioni Mascherino con il triangolino rivolto verso il basso e scegliete la traccia video contenente la clip del mascherino traccia.
  8. (Facoltativo) Se state animando il Mascherino traccia nel tempo, assicuratevi che l’indicatore del tempo corrente si trovi nella posizione desiderata. Fate clic sulle icone Attiva/disattiva animazione delle impostazioni da regolare.
  9. Fate clic sul menu Composito tramite e scegliete una delle opzioni seguenti:

    Alfa mascherino

    Usa i valori del canale alfa della clip mascherino traccia per la composizione.

    Luma mascherino

    Usa i valori di luminanza della clip mascherino traccia per la composizione.

  10. (Facoltativo) Selezionate l’opzione Inverti per invertire i valori della clip mascherino traccia.

    Nota:

    Per mantenere i colori originali nella clip sovrapposta, usate un’immagine in scala di grigi per il mascherino. Qualsiasi colore nel mascherino rimuove lo stesso livello di colore dalla clip sovrapposta.

  11. (Facoltativo) Se state animando il Mascherino traccia, spostate l’indicatore del tempo corrente nel pannello Controllo effetti o Timeline e cambiate le impostazioni di Mascherino traccia.

    Quando modificate le impostazioni, nella timeline Controllo effetti viene visualizzato un nuovo fotogramma chiave. Potete anche regolare l’interpolazione tra fotogrammi chiave modificando l’elemento grafico del fotogramma chiave. Se necessario, ripetete questo punto.

  • Usate il pannello Titolo per creare testo o forme (solo in scala di grigi), salvate il titolo e importate il file come mascherino.

  • Applicate gli effetti Cromaticità, Differenza RGB, Mascherino differenza, Schermo blu o Non rosso a qualsiasi clip e selezionate l’opzione Solo maschera.

  • Usate Illustrator o Adobe Photoshop per creare un’immagine in scala di grigi e importatela in Adobe Premiere Pro.

L’effetto Mascherino traccia crea in una clip aree trasparenti che corrispondono ai livelli di luminanza di un’altra clip. Le aree trasparenti mostrano l’immagine generata dalle clip nelle tracce sottostanti. Per escludere la clip del mascherino dal risultato finale, selezionate la clip e scegliete Clip > Abilita.

Potete utilizzare l’effetto Trasparenza mascherino traccia per sfocare e oscurare i volti, le targhe o altri particolari identificativi. Nei programmi televisivi questo effetto viene utilizzato per proteggere l’identità dei soggetti.

Disturbo e granulosità, effetti

Effetto Polvere e grana

L’effetto Polvere e grana riduce il disturbo e i difetti modificando i pixel diversi entro un raggio specificato in modo che risultino più simili ai pixel vicini. Per ottenere un bilanciamento tra la nitidezza dell’immagine e l’occultamento dei difetti, provate varie combinazioni di impostazioni di raggio e soglia.

Effetto Polvere e grana
Immagine originale con graffi (a sinistra), visualizzazione ingrandita dei graffi (al centro) e graffi rimossi con perdita di chiarezza (a destra)

Raggio

Distanza fino alla quale l’effetto cerca le differenze tra i pixel. Valori elevati rendono l’immagine sfocata. Fermatevi al valore più basso che consente di eliminare i difetti.

Soglia

Misura in cui i pixel possono essere diversi da quelli vicini senza essere modificati dall’effetto. Fermatevi al valore più elevato che consente di eliminare i difetti.

Effetto Mediano

L’effetto Mediano sostituisce ogni pixel con un pixel che ha il valore di colore mediano dei pixel vicini con il raggio specificato. Con i valori di Raggio bassi, questo effetto è utile per ridurre alcuni tipi di disturbo. Con valori di Raggio più elevati, questo effetto conferisce a un’immagine un aspetto pittorico.

Effetto Mediano
Originale (a sinistra) e con l’applicazione dell’effetto (a destra)

Effetto Disturbo

Cambia casualmente i valori dei pixel dell’immagine.

Quantità di disturbo

Quantità di disturbo da aggiungere.

Tipo disturbo

Usa disturbo colore aggiunge valori casuali ai singoli canali rosso, verde e blu. In caso contrario, viene aggiunto lo stesso valore casuale a tutti i canali per ogni pixel.

Ritaglio

Ritaglia i valori dei canali di colore. Deselezionando questa opzione, il disturbo diventa più evidente.

Effetto Disturbo alfa

L’effetto Disturbo alfa aggiunge il disturbo al canale alfa.

Disturbo

Tipo di disturbo. Casuale uniforme crea quantità uguali di disturbo nero e bianco. Casuale quadrato crea un disturbo ad elevato contrasto. Animazione casuale crea un disturbo animato, mentre Animazione quadrata crea un disturbo animato a contrasto elevato.

Quantità

Intensità del disturbo.

Alfa originale

Come applicare il disturbo al canale alfa:

Aggiungi

Genera quantità uguali di disturbo nelle aree trasparenti e opache della clip.

Blocca

Genera un disturbo solo nelle aree opache.

Scala

Aumenta la quantità di disturbo proporzionalmente al livello di opacità e non genera alcun disturbo nelle aree trasparenti al 100%.

Bordi

Genera un disturbo soltanto nelle aree parzialmente trasparenti, quali il bordo del canale alfa.

Overflow

Metodo utilizzato dall’effetto per rimappare i valori non compresi nell’intervallo della scala di grigi 0-255:

Clip

I valori superiori a 255 vengono mappati a 255. I valori inferiori a 0 vengono mappati a 0.

Valore max

I valori superiori a 255 o inferiori a 0 vengono riflessi nell’intervallo 0-255. Un valore pari a 258 (255+3), ad esempio, viene riflesso su 252 (255-3) e un valore pari a -3 viene riflesso su 3.

Reimposta

I valori superiori a 255 e inferiori a 0 vengono reimpostati nell’intervallo 0-255, con scorrimento in avanti dei valori. Ad esempio, un valore pari a 258 viene reimpostato su 2, un valore pari a 256 viene reimpostato su 0 e un valore pari a -3 viene reimpostato su 253.

Numero casuale

Valore di input per il generatore di numeri casuali per il disturbo. Questo controllo è attivo soltanto se scegliete Casuale uniforme o Casuale quadrato.

 Suggerimento: per generare un disturbo lampeggiante, animate il controllo Numero casuale. Per creare un disturbo animato in modo uniforme, animate il valore Fase disturbo.

Fase disturbo

Specifica l’ubicazione del disturbo. Questo controllo è attivo solo se scegliete Animazione casuale o Animazione quadrata.

Opzioni disturbo (animazione)

Modalità di animazione del disturbo.

Modificate la temporizzazione dei fotogrammi chiave Fase disturbo per regolare la velocità dei cicli Fase disturbo.

Disturbo ciclo

Genera un ciclo di disturbo che viene riprodotto una volta nella quantità di tempo specificata.

Ciclo (nelle rivoluzioni)

Specifica il numero di rivoluzioni di Fase disturbo che il disturbo passa in rassegna prima che si ripeta (disponibile solo quando è selezionato Disturbo ciclo).

Effetti Disturbo HLS e Effetti Disturbo HLS automatico

L’effetto Disturbo HLS genera un disturbo statico nelle clip che usano metraggio sorgente fisso o in movimento. L’effetto Disturbo HLS automatico crea automaticamente un disturbo animato. Entrambi gli effetti offrono vari tipi di disturbo, i quali possono essere aggiunti alla tonalità, alla saturazione o alla luminosità di una clip. I controlli relativi a questi effetti sono identici ad eccezione del controllo finale, il quale determina l’animazione del disturbo.

Effetti Disturbo HLS e Effetti Disturbo HLS automatico
Originale (a sinistra) e con l’applicazione dell’effetto (a destra)

Disturbo

Tipo di disturbo. Casuale uniforme crea quantità uguali di disturbo nero e bianco. Casuale quadrato crea un disturbo ad elevato contrasto. Animazione casuale crea un disturbo animato, mentre Animazione quadrata crea un disturbo animato a contrasto elevato. Granulosità genera un disturbo simile alla granulosità analogo alla granulosità delle pellicole.

Tonalità

Quantità di disturbo aggiunto ai valori di tonalità.

Luminosità

Quantità di disturbo aggiunto ai valori di luminosità.

Saturazione

Quantità di disturbo aggiunto ai valori di saturazione.

Dimensioni granulosità

Questo controllo è attivo solo per il tipo di disturbo Granulosità.

Fase disturbo (solo Disturbo HLS)

Valore di input per il generatore di numeri casuali per il disturbo. Quando impostate i fotogrammi chiave per Fase disturbo, l’effetto passa in rassegna le fasi per creare un disturbo animato. Con differenze di valori maggiori tra i fotogrammi chiave aumenta maggiormente la velocità dell’animazione del disturbo.

Velocità animazione disturbo (solo Disturbo HLS automatico)

Velocità dell’animazione del disturbo. Animate questa proprietà per accelerare o decelerare l’animazione del disturbo.

Effetti di prospettiva

Effetto 3D di base

L’effetto 3D di base manipola una clip nello spazio 3D. Potete ruotare l’immagine attorno agli assi orizzontale e verticale e avvicinarla o allontanarla rispetto a voi. Potete inoltre creare una luce speculare e realizzare l’effetto di una luce che si riflette su una superficie ruotata. La sorgente luminosa della luce speculare si trova sempre sopra, dietro e a sinistra rispetto all’osservatore. Poiché la luce arriva dall’alto, l’immagine deve essere inclinata all’indietro perché questo effetto sia visibile. Le luci speculari possono aumentare il realismo dell’aspetto 3D.

Effetto 3D di base
Effetto 3D di base: Rotazione (a sinistra), Rotazione e Inclinazione (al centro) e Rotazione, Inclinazione e Distanza (a destra)

Ribaltamento

Controlla la rotazione orizzontale (attorno all’asse verticale). Potete ruotare di oltre 90° per visualizzare la parte posteriore dell’immagine, ossia l’immagine speculare della parte anteriore.

Inclinazione

Controlla la rotazione dell’asse verticale (attorno all’asse orizzontale).

Distanza da immagine

Specifica la distanza dell’immagine dall’osservatore. Maggiore è la distanza, più l’immagine si allontana.

Luce speculare

Aggiunge un riflesso luminoso alla superficie dell’immagine ruotata, come in presenza di una luce proveniente dall’alto. Se è selezionata l’opzione Disegna reticolo anteprima, la luce speculare è indicata da un segno più (+) rosso se non è visibile sulla clip (il centro della luce non interseca la clip) e da un segno più (+) verde se è visibile. È necessario eseguire il rendering dell’anteprima perché l’effetto Luce speculare diventi visibile nel monitor Programma.

Anteprima

Traccia il profilo strutturale dell’immagine 3D. Sul profilo strutturale viene rapidamente eseguito il rendering. Per verificare i risultati finali, deselezionate Disegna reticolo anteprima al termine dell’elaborazione dell’immagine strutturale.

Effetto Alfa rilievo

L’effetto Alfa rilievo aggiunge un bordo smussato e illumina i contorni del canale alfa dell’immagine, conferendo spesso agli elementi 2D un aspetto 3D. Se nella clip non è presente un canale alfa o se la clip è completamente opaca, l’effetto sarà applicato ai bordi della clip. Il bordo creato da questo effetto è leggermente meno accentuato di quello creato dall’effetto Bordi in rilievo. Questo effetto è indicato il per testo contenente un canale alfa.

Effetto Bordi in rilievo

Conferisce ai bordi dell’immagine un aspetto 3D netto e illuminato. Le posizioni dei bordi sono determinate dal canale alfa dell’immagine sorgente. A differenza dell’effetto Alfa rilievo, i bordi creati da questo effetto sono sempre rettangolari; le immagini con canali alfa non rettangolari non producono pertanto l’effetto desiderato. Tutti i bordi hanno lo stesso spessore.

Effetto Ombra esterna

L’effetto Ombra esterna aggiunge un’ombra dietro la clip. La forma dell’ombra esterna è determinato dal canale alfa della clip.

Quando aggiungete un’ombra esterna a una clip, dietro a esso viene visualizzata una struttura con bordi sfumati del canale alfa della clip, come se un’ombra venisse proiettata sullo sfondo o sugli oggetti sottostanti.

Diversamente da molti altri effetti, Ombra esterna vi consente di creare un’ombra oltre i limiti della clip (le dimensioni dell’origine della clip).

Effetto Ombra esterna
Originale (a sinistra) e con l’applicazione dell’effetto (a destra)

Selezionate Solo ombra per eseguire il rendering dell’ombra senza l’immagine.

Nota:

l’effetto Ombra esterna produce risultati migliori se è l’ultimo effetto ad essere sottoposto a rendering; applicatelo quindi dopo tutti gli altri effetti. Per creare un’ombra più realistica nelle clip animate, prima dell’effetto Ombra esterna applicate e animate l’effetto Movimento o 3D di base invece di usare l’effetto fisso Movimento. Gli effetti fissi infatti vengono animati dopo gli effetti standard.

Effetto Ombra radiale

L’effetto Ombra radiale crea un’ombra da una sorgente luminosa puntiforme sulla clip a cui viene applicata, anziché da una sorgente luminosa infinita (come accade per l’effetto Ombra esterna). L’ombra viene proiettata dal canale alfa della clip di origine, lasciando che il colore della clip influenzi il colore dell’ombra mano a mano che la luce passa attraverso le aree semitrasparenti.

Effetto Ombra radiale
Originale (a sinistra) e con l’applicazione dell’effetto (a destra)

Colore ombra

Colore dell’ombra.

Nota: se scegliete Bordo vetro dal menu del controllo Rendering, i colori del livello potrebbero ignorare l’opzione Colore ombra. Per ulteriori informazioni, consultate i controlli Rendering e Influenza colore.

Opacità

Opacità dell’ombra.

Sorgente luminosa

Ubicazione della sorgente luminosa puntuale.

 Suggerimento: copiate e incollate i fotogrammi chiave della posizione da un altro effetto (ad esempio, Riflesso lente) per creare rapidamente un’ombra corrispondente alla sorgente luminosa di un altro effetto.

Distanza proiezione

Distanza dalla clip alla superficie su cui cade l’ombra. L’ombra appare più grande man mano che questo valore aumenta.

Morbidezza

Morbidezza dei bordi dell’ombra.

Rendering

Tipo di ombra:

Più i pixel della clip sono trasparenti, più il colore dell’ombra corrisponde ai colori della clip. Se la clip non contiene pixel semitrasparenti, il risultato dell’effetto Bordo vetro è poco evidente.

Nota: se scegliete Bordo vetro, i bordi con anti-alias generano colori in un bordo ombreggiato, anche se la clip è completamente opaca. I colori della clip splendono attraverso questi bordi con anti-alias e Colore ombra riempie il centro dell’ombra.

Regolare

Crea un’ombra in base ai valori di Colore ombra e Opacità, a prescindere dai pixel semitrasparenti presenti nella clip. Se scegliete Regolare, il controllo Influenza colore è disattivato.

Bordo vetro

Crea un’ombra colorata basata sul colore e l’opacità della clip. Se la clip contiene pixel semitrasparenti, l’ombra usa sia il colore che la trasparenza della clip creando l’effetto, ad esempio, del sole che brilla attraverso un vetro colorato.

Influenza colore

Frazione dei valori dei colori della clip che appaiono nell’ombra. Al 100%, l’ombra assume il colore dei pixel semitrasparenti eventualmente presenti nella clip. Se la clip non contiene pixel semitrasparenti, Influenza colore ha un effetto ridotto, mentre il valore Colore ombra determina il colore dell’ombra. Diminuendo il valore di Influenza colore, i colori della clip nell’ombra vengono mescolati con il colore dell’ombra. Aumentando Influenza colore, l’influenza di Colore ombra viene ridotta.

Solo ombra

Selezionate per eseguire il rendering solo dell’ombra.

Ridimensiona livello

Selezionate per consentire all’ombra di estendersi oltre i contorni originali della clip.

Effetti di stilizzazione

Effetto Bagliore alfa

L’effetto Bagliore alfa aggiunge colore ai bordi di un canale alfa mascherato. Potete fare in modo che un singolo colore sfumi o si trasformi in un altro colore quando si allontana dal bordo.

Bagliore

Controlla la distanza con cui un colore può estendersi rispetto al bordo del canale alfa. Maggiore è l’impostazione, più ampio è il bagliore generato (ciò può rallentare di molto l’elaborazione prima della riproduzione o dell’esportazione).

Luminosità

Controlla l’opacità iniziale del bagliore.

Colore iniziale

Mostra il colore corrente del bagliore. Fate clic sul campione colori per scegliere un colore diverso.

Usa colore finale

Consente di aggiungere un altro colore sul bordo esterno del bagliore.

Dissolvenza

Specifica se i colori devono sfumare o rimanere inalterati.

Effetto Tratti pennello

L’effetto Tratti pennello applica l’aspetto di un disegno poco preciso a un’immagine. Potete inoltre usare questo effetto per ottenere uno stile divisionista attraverso l’impostazione della lunghezza dei tratti pennello su 0 e l’aumento della densità dei tratti. Sebbene sia possibile specificare la direzione dei tratti, questi vengono distribuiti casualmente in minima misura per produrre un risultato più naturale. Questo effetto altera il canale alfa e i canali dei colori; se avete escluso una parte dell’immagine con una maschera, i tratti del pennello coprono anche i bordi della maschera.

Effetto Tratti pennello
Immagine originale (a sinistra), con l’effetto applicato (al centro) e con Dimensione pennello e Lunghezza modificati (a destra)

Angolo tratto

Direzione in cui vengono applicati i tratti. L’immagine viene spostata effettivamente in tale direzione, con un possibile taglio dei contorni della clip.

Dimensione pennello

Specifica le dimensioni del pennello, in pixel.

Lunghezza tratto

Lunghezza massima in pixel di ciascun tratto.

Densità tratto

Densità più elevate determinano tratti di pennello sovrapposti.

Casualità tratto

Crea tratti non uniformi. Una casualità elevata determina una maggiore variazione dei tratti rispetto alle impostazioni di pennello e tratto specificate.

Superficie disegno

Specifica la posizione in cui vengono applicati i tratti di pennello:

Disegna su immagine originale

Applica i tratti sopra la clip non modificata. Questa è l’impostazione predefinita.

Disegna su trasparente

Determina la visualizzazione dei soli tratti, rendendo trasparente la clip tra i tratti.

Disegna su bianco/Disegna su nero

Applica i tratti sopra uno sfondo bianco o nero.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Maggiore è il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se impostate questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sulla clip. Se impostate questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Effetto Rilievo colore

L’effetto Rilievo colore è analogo all’effetto Rilievo, senza l’eliminazione dei colori originali dell’immagine.

Effetto Rilievo

L’effetto Rilievo rende più nitidi i bordi degli oggetti nell’immagine ed elimina i colori. L’effetto può illuminare i bordi secondo un angolo specificato.

Direzione

Direzione da cui proviene la sorgente di luce.

Rilievo

Altezza apparente in pixel del rilievo. Questa impostazione controlla lo spessore massimo effettivo dei bordi evidenziati.

Contrasto

Determina la nitidezza dell’immagine.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Maggiore è il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se impostate questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sulla clip. Se impostate questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Effetto Trova bordi

L’effetto Trova bordi identifica le aree dell’immagine con transizioni significative mettendo in risalto i bordi. I bordi possono apparire come linee scure su uno sfondo bianco o come linee colorate su uno sfondo nero. Se applicate questo effetto, le immagini assumono l’aspetto di schizzi pittorici o di negativi fotografici dell’originale.

Inverti

Inverte l’immagine dopo avere individuato i bordi. Quando questa opzione non è selezionata, i bordi appaiono come linee scure su uno sfondo bianco. Quando è selezionata, i bordi appaiono come linee chiare su uno sfondo nero.

Effetto Mosaico

L’effetto Mosaico riempie un livello con rettangoli in tinta unita, conferendo un effetto pixel all’immagine originale. Questo effetto è utile per simulare visualizzazioni a bassa risoluzione e per rendere irriconoscibile un viso. Inoltre, questo effetto può essere animato e usato in una transizione.

Blocchi orizzontali/verticali

Numero di blocchi in ogni riga e colonna.

Colori netti

Conferisce a ciascuna porzione il colore del pixel del centro dell’area corrispondente nell’immagine originale. In caso contrario, a ogni porzione viene conferito il colore medio dell’area corrispondente nell’immagine originale.

Effetto Posterizza

L’effetto Posterizza consente di specificare il numero di livelli tonali (o valori di luminosità) per ogni canale di un’immagine. L’effetto Posterizza associa quindi i pixel al livello corrispondente più vicino. Scegliendo, ad esempio, due livelli tonali in un’immagine RGB, potete ottenere due tonalità per il rosso, due per il verde e due per il blu. I valori possono variare tra 2 a 255,

Livello

Numero di livelli di tonalità per ogni canale.

Effetto Replica

L’effetto Replica suddivide lo schermo in sezioni e visualizza l’intera immagine in ogni sezione. Trascinate il cursore per impostare il numero di sezioni (per colonna e riga).

Effetto Bordi ruvidi

L’effetto Bordi ruvidi rende frastagliati i bordi del canale alfa di una cip mediante appositi calcoli. Conferisce al testo o alla grafica rasterizzata un aspetto di ruvidità naturale, paragonabile a quello del metallo corroso o di un testo dattiloscritto.

Effetto Bordi ruvidi
Immagine originale (a sinistra) e con Tipo bordo impostato su Bordi ruvidi (al centro) e Colore deteriorato (a destra)

Tipo bordo

Tipo di irruvidimento da usare.

Colore bordo

Colore da applicare al bordo per il color ruggine o il colore ruvido oppure al riempimento per la fotocopia a colori.

Bordo

Distanza, in pixel, fino alla quale l’effetto si estende verso l’interno dal bordo del canale alfa.

Nitidezza bordo

I valori bassi determinano bordi più attenuati. I valori alti determinano bordi più precisi.

Influenza frattale

Entità dell’irruvidimento.

Scala

Scala del frattale usato per calcolare la ruvidezza.

Dilata larghezza o altezza

Larghezza o altezza del frattale usato per calcolare la ruvidezza.

Scostamento (turbolenza)

Determina la parte della forma frattale usata per creare la distorsione.

Complessità

Determina il livello di dettaglio nella ruvidezza.

Nota: aumentando i valori di Complessità si ottengono tempi di rendering più lunghi. Riducete il valore di Scala, anziché aumentare quello di Complessità, per ottenere risultati analoghi.

Evoluzione

L’animazione di questa impostazione determina modifiche della ruvidezza nel tempo.

Nota: sebbene il valore Evoluzione sia impostato in unità definite rivoluzioni, è importante sapere che queste rivoluzioni sono progressive. Lo stato Evoluzione continua ad avanzare all’infinito in ciascun nuovo valore. Usate l’opzione Evoluzione ciclo per ripristinare lo stato originale dell’impostazione Evoluzione per ciascuna rivoluzione.

Opzioni evoluzione

Fornisce i controlli che consentono di eseguire il rendering per un breve ciclo e di eseguire un ciclo continuo per la durata della clip. Usate questi controlli per eseguire il pre-rendering degli elementi di ruvidezza in cicli e accelerare di conseguenza i tempi del rendering.

Evoluzione ciclo

Crea un ciclo che forza lo stato dell’evoluzione per riportarlo al punto di partenza.

Ciclo (nelle rivoluzioni)

Numero di rivoluzioni dell’impostazione Evoluzione che il frattale passa in rassegna prima che si ripeta. L’intervallo dei cicli di evoluzione dipende dal tempo consentito tra i fotogrammi chiave Evoluzione.

Nota: poiché il controllo Ciclo agisce soltanto sullo stato del frattale, non sulla geometria né su altri controlli, potete ottenere risultati diversi a seconda delle impostazioni di Dimensioni e di Scostamento.

Numero casuale

Specifica un valore dal quale generare il disturbo frattale. Animando questa proprietà si ottiene un lampeggiamento da un insieme di forme frattali all’altro dello stesso tipo di frattali. Per la transizione uniforme del disturbo frattale, usate il controllo Evoluzione.

Nota: potete creare nuove animazioni di ruvidezza riutilizzando i cicli Evoluzione creati in precedenza e modificando solo il valore Numero casuale. Usando un nuovo valore di Numero casuale, potete alterare il pattern del disturbo senza interferire con l’animazione dell’evoluzione.

Effetto Solarizza

L’effetto Solarizza crea una fusione tra l’immagine negativa e quella positiva producendo l’effetto di un’immagine con un alone. Questo effetto è analogo all’esposizione breve alla luce di una pellicola durante lo sviluppo.

Effetto Luce stroboscopio

L’effetto Luce stroboscopio esegue un’operazione aritmetica su una clip o rende trasparente la clip a intervalli periodici o casuali. Ad esempio, ogni cinque secondi la clip potrebbe diventare completamente trasparente per un decimo di secondo oppure i colori di una clip potrebbero invertirsi a intervalli casuali.

Colore stroboscopio

Colore della luce stroboscopica.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Maggiore è il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se impostate questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sulla clip. Se impostate questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Durata stroboscopio (sec)

Durata, in secondi, di ogni stroboscopio.

Periodo stroboscopio (sec)

Tempo, in secondi, tra gli inizi di stroboscopi successivi.

Probabilità stroboscopio casuale

Probabilità che l’operazione di stroboscopio venga applicata a un determinato fotogramma.

Stroboscopio

Scegliete Rende trasparente il livello per ogni stroboscopio per rendere trasparente la clip. Scegliete Solo su colori per usare l’operazione specificata da Operatore stroboscopio.

Operatore stroboscopio

Operazione da usare per ogni stroboscopio.

Numero casuale

Probabilità che il valore di stroboscopio venga applicata a un determinato fotogramma.

Effetto Texture

L’effetto Texture simula l’applicazione a clip della texture di un’altra clip. Potete ad esempio applicare all’immagine di un albero una texture di mattoni e controllare la profondità della texture e la sorgente di luce apparente.

Livello texture

Sorgente della texture.

Direzione luce

Angolo con cui la luce colpisce la texture.

Contrasto texture

Intensità del risultato.

Posizione texture

Come il livello texture viene applicato alla clip:

Affianca texture

Applica la texture ripetutamente.

Centra texture

Posiziona la texture nel mezzo.

Allunga e adatta texture

Allunga la texture fino alle dimensioni della clip.

Effetto Soglia

L’effetto Soglia converte le immagini in scala di grigio o a colori in immagini in bianco e nero ad alto contrasto. Specificare un livello di luminanza come soglia; tutti i pixel pari o più chiari della soglia vengono convertiti in bianco mentre tutti i pixel più scuri sono convertiti in nero.

Effetto Soglia
Effetto applicato con le impostazioni di soglia 44 (a sinistra), 70 (al centro) e 200 (a destra)

Effetti di tempo

Effetto Eco

L’effetto Eco combina i fotogrammi di varie posizioni temporali di una clip. L’effetto Eco può essere usato in molti modi, come semplice eco visiva o per creare effetti come striature e macchie. I risultati di questo effetto sono visibili solo se la clip contiene del movimento. Per impostazione predefinita, tutti gli effetti applicati in precedenza vengono ignorati quando usate l’effetto Eco.

Effetto Eco
Immagine originale (a sinistra) e con bassi valori di eco (al centro) e con un numero superiore di eco (a destra)

Tempo eco (secondi)

Intervallo temporale, in secondi, tra gli echi. I valori negativi creano echi dai fotogrammi precedenti; i valori positivi creano echi dai fotogrammi successivi.

Numero di eco

Numero di echi. Se, ad esempio, il valore è pari a 2, il risultato è una combinazione di tre fotogrammi: il tempo corrente, il tempo corrente + il tempo eco e il tempo corrente + (2 x tempo eco).

Intensità iniziale

Opacità della prima immagine nella sequenza di echi.

Calo

Rapporto tra l’opacità di un eco e quella dell’eco precedente nella sequenza di echi. Se, ad esempio, Decadimento è pari a 0,5, l’opacità del primo eco è pari alla metà dell’intensità iniziale, mentre quella del secondo eco è pari alla metà di questa o a un quarto dell’intensità iniziale.

Operatore eco

Operazione di fusione usata per combinare gli eco.

Aggiungi

Combina gli echi aggiungendo i rispettivi valori in pixel. Se l’intensità iniziale è troppo elevata, questa modalità può sovraccaricarsi rapidamente e generare striature bianche.

Massima

Combina gli echi prendendo i valori massimi dei pixel da tutti gli echi.

Minimo

Combina gli echi prendendo i valori minimi dei pixel da tutti gli echi.

Scolora

Simula la combinazione degli echi sovrapponendoli otticamente. Questa impostazione è simile all’aggiunta, ma non si sovraccarica con la stessa rapidità.

Composizione da dietro

Usa i canali alfa degli echi per creare composizioni da dietro in avanti.

Composizione da davanti

Usa i canali alfa degli echi per creare composizioni da avanti a dietro.

Fusione

Medie degli echi.

Effetto Posterizzazione tempo

Blocca una clip su una frequenza fotogrammi specifica. Oltre a poter essere usato come effetto speciale a sé stante, questo effetto si presta anche a un uso più sofisticato. Ad esempio, un filmato a 60 campi può essere bloccato su una frequenza di 24 fps (e quindi sottoposto a rendering con una frequenza di 60 campi al secondo) per creare un effetto simile alla pellicola cinematografica. Nei dispositivi hardware questo effetto è talvolta chiamato Effetto stroboscopio.

L’animazione del valore del cursore di frequenza fotogrammi può produrre risultati imprevedibili. Per questo motivo, il solo metodo di interpolazione consentito per la frequenza di fotogrammi è Sospesa.

Effetti di trasformazione

Effetto Inquadratura (solo Windows)

L’effetto Inquadratura deforma la clip simulando una telecamera che la inquadra da diverse angolazioni. Potete distorcere la forma della clip controllando la posizione della telecamera.

Latitudine

Sposta la telecamera verticalmente. La clip sembra capovolgersi in verticale.

Longitudine

Sposta la telecamera orizzontalmente. La clip sembra capovolgersi in orizzontale.

Rotazione

Ruota la telecamera, simulando la rotazione della clip.

Lunghezza focale

Cambia la lunghezza focale della lente della telecamera. Lunghezze ridotte forniscono visuali più ampie mentre lunghezze focali più elevate creano viste più ristrette e ravvicinate.

Distanza

Imposta la distanza tra la telecamera e il centro della clip.

Zoom

Ingrandisce o riduce la vista della clip.

Colore di riempimento

Indica il colore di sfondo.

Canale alfa di riempimento

Rende trasparente lo sfondo (utile se la clip con l’effetto appare in sovrimpressione). Nel pannello Controlli effetti, fate clic su Imposta per accedere a questa opzione.

Effetto Ritaglia

L’effetto Ritaglia taglia dei pixel lungo i bordi di una clip.

Le proprietà relative ai bordi sinistro, superiore, destro e inferiore consentono di specificare la percentuale di immagine da rimuovere.

Nota:

potete manipolare direttamente l’effetto Ritaglia nel monitor Programma. Fate clic sull’icona Trasformazione accanto a Ritaglia nel pannello Controllo effetti. Trascinate le maniglie d’angolo nel monitor Programma.

Selezionate Zoom per scalare l’immagine ritagliata in modo da farla rientrare nel fotogramma.

Effetto Sfumatura bordo

L’effetto Sfumatura bordo consente di vignettare il video in una clip creando un bordo nero sfumato ai quattro lati. La larghezza del bordo è controllata immettendo un valore Quantità.

Effetto Rifletti in orizzontale

L’effetto Rifletti in orizzontale capovolge tutti i fotogrammi di una clip da sinistra a destra; la clip tuttavia continua a essere riprodotta in avanti.

Effetto Fermo orizzontale (solo Windows)

L’effetto Fermo orizzontale inclina i fotogrammi da sinistra verso destra; l’effetto è simile all’impostazione del blocco orizzontale in un televisore. Trascinate il cursore per controllare l’inclinazione della clip.

Effetto Rifletti in verticale

L’effetto Rifletti in verticale capovolge una clip dall’alto in basso. Non è possibile impostare fotogrammi chiave per questo effetto.

Effetto Fermo verticale (solo Windows)

L’effetto Fermo verticale fa scorrere la clip verso l’alto; questo effetto corrisponde all’impostazione del blocco verticale in un televisore. Non è possibile impostare fotogrammi chiave per questo effetto.

Effetti di transizione

Gli effetti di transizione possono essere utilizzati al posto delle transizioni per i controlli aggiunti. Per la visualizzazione di un effetto di transizione, sovrapponete le clip di tracce video diverse, aggiungendo l’effetto alla clip sovrapposta. Impostate come fotogramma chiave il parametro Completamento animazione per sfumare l’effetto come un effetto di transizione.

Effetto Dissolvenza in blocchi

L’effetto Dissolvenza in blocchi fa scomparire una clip in blocchi casuali. La larghezza e l’altezza dei blocchi espresse in pixel possono essere impostate in maniera indipendente.

Effetto Dissolvenza in blocchi
Immagine originale (a sinistra) e con l’effetto applicato (al centro e a destra)

Effetto Comparsa graduale

L’effetto Comparsa graduale rende trasparenti i pixel nella clip in base ai valori di luminanza dei corrispondenti pixel in un’altra traccia video, denominata livello sfumatura. I pixel scuri nel livello sfumatura rendono trasparenti i corrispondenti pixel a un valore di Completamento transizione inferiore. Ad esempio, un livello sfumatura in scala di grigio semplice che passa dal nero sulla sinistra al bianco sulla destra rivela la clip sottostante da sinistra a destra quando Completamento transizione aumenta.

Per ulteriori informazioni sull’utilizzo e la creazione di una transizione Comparsa graduale, guardate questa esercitazione video di Dennis Radeke.

Effetto Comparsa graduale
Immagine originale (a sinistra) e con l’effetto applicato (al centro e a destra)

Il livello sfumatura può essere un’immagine fissa o un’immagine in movimento. Il livello sfumatura deve trovarsi nella stessa sequenza della clip a cui applicate Comparsa graduale.

Potete creare i livelli sfumatura in molti modi, ad esempio usando l’effetto Sfumatura o creandoli in Photoshop o Illustrator.

Morbidezza transizione

Grado a cui la transizione è graduale per ogni pixel. Quando questo valore è pari allo 0%, i pixel nella clip a cui l’effetto è applicato sono completamente opachi o completamente trasparenti. Quando questo valore è superiore allo 0%, i pixel sono semitrasparenti alle fasi intermedie della transizione.

Posizione sfumatura

Modalità di mapping dei pixel del livello sfumatura ai pixel della clip a cui l’effetto è applicato:

Affianca sfumatura

Usa più copie affiancate del livello sfumatura.

Centra sfumatura

Usa una sola istanza del livello sfumatura nel centro della clip.

Allunga e adatta sfumatura

Ridimensiona il livello sfumatura in senso orizzontale e verticale in modo da adattarlo all’intera area della clip.

Inverti sfumatura

Inverte l’influenza del livello sfumatura. I pixel più chiari nel livello sfumatura creano la trasparenza a un valore di Completamento transizione inferiore rispetto ai pixel più scuri.

Personalizzare una transizione Comparsa graduale

Potete usare un’immagine in scala di grigi come comparsa graduale. In questo tipo di transizione, l’immagine B riempie l’area nera dell’immagine in scala di grigi e viene visualizzata attraverso ogni livello di grigio durante l’avanzamento della transizione, finché l’area bianca non diventa trasparente.

Personalizzare una transizione Comparsa graduale
Immagine sorgente della comparsa graduale (estrema sinistra) e transizione risultante

  1. Nel pannello Effetti, espandete il raccoglitore Transizioni video, quindi il raccoglitore Comparsa.
  2. Trascinate la transizione Comparsa graduale dal raccoglitore Comparsa a un punto di montaggio tra le clip in un pannello Timeline.
  3. Fate clic su Seleziona immagine, quindi fate doppio clic sul file di immagine da usare come comparsa graduale. L’immagine compare nella finestra di dialogo Impostazioni di comparsa graduale.
  4. Regolate la morbidezza dei bordi della transizione trascinando il cursore Morbidezza. Trascinando verso destra, l’immagine A viene visualizzata gradualmente attraverso l’immagine B. Fate clic su OK.

    Nota:

    per modificare l’immagine con sfumatura o la morbidezza, fate clic su Personale nel pannello Controllo effetti.

Per visualizzare in anteprima la transizione, trascinate l’indicatore del tempo corrente lungo la transizione in un pannello Timeline.

Effetto Comparsa lineare

L’effetto Comparsa lineare esegue una transizione lineare semplice di una clip in una direzione specificata.

Angolo comparsa

Direzione di spostamento di una transizione lineare. Ad esempio, a 90° la transizione si sposta da sinistra a destra.

Effetto Comparsa lineare
Immagine originale (a sinistra) e con l’effetto applicato (al centro e a destra)

Effetto Comparsa radiale

L’effetto Comparsa radiale mostra una clip sottostante usando una transizione circolare intorno a un punto specificato.

Angolo iniziale

Angolo a cui inizia la transizione. Con un angolo iniziale di 0°, la transizione avviene dalla parte superiore.

Comparsa

Specifica se la transizione deve spostarsi in senso orario o in senso antiorario, oppure se i due sensi devono essere alternati.

Effetto Comparsa radiale
Immagine originale (a sinistra) e con l’effetto applicato (al centro e a destra)

Effetto Veneziane

L’effetto Veneziane mostra una clip sottostante usando strisce aventi direzione e larghezza specificate.

Effetto Veneziane
Immagine originale (a sinistra) e con l’effetto applicato (al centro e a destra)

Effetti di utilità

Effetto Convertitore Cineon

Questo effetto fornisce un elevato grado di controllo sulle conversioni di colore dei fotogrammi Cineon. Per usare questo effetto, importate un file Cineon e aggiungete la clip a una sequenza. Potete quindi applicare l’effetto Convertitore Cineon alla clip e regolare con precisione i colori mentre visualizzate in modo interattivo i risultati nel monitor Programma. Impostate i fotogrammi chiave per regolare le modifiche di tono nel tempo. Utilizzate l’interpolazione dei fotogrammi chiave e le maniglie per abbinare con precisione le variazioni più irregolari di luce oppure mantenete il file nello stato predefinito e usate il convertitore.

I 10 bit di dati disponibili in ogni canale Cineon per ciascun pixel facilitano il potenziamento di un’importante gamma di tonalità senza pregiudicare il bilanciamento tonale complessivo. Specificando con attenzione la gamma, potete creare una versione dell’immagine fedele all’originale.

Tipo conversione

Modo in cui viene convertito il file Cineon:

Da logaritmico a lineare

Converte una clip logaritmica non Cineon a 8 bpc in una clip Cineon.

Da lineare a logaritmico

Converte una clip contenente un proxy lineare a 8 bpc di un file Cineon in una clip logaritmica a 8 bpc in modo che le caratteristiche visualizzate siano corrispondenti al file Cineon originale.

Da logaritmico a logaritmico

Rileva un file Cineon logaritmico a 8 bpc o 10 bpc quando si vuole trasformarlo in un proxy logaritmico a 8 bpc.

Punto nero 10 bit

Punto nero (densità minima) per convertire una clip Cineon logaritmica a 10 bpc.

Punto nero interno

Specifica il punto nero usato per la clip in Premiere Pro.

Punto bianco 10 bit

Punto bianco (densità massima) per convertire una clip Cineon logaritmica a 10 bpc.

Punto bianco interno

Specifica il punto bianco usato per la clip in Premiere Pro.

Gamma

Aumentate o diminuite Gamma per schiarire o scurire rispettivamente i mezzi toni.

Attenuazione luce

Valore di attenuazione usato per correggere le luci più vivide. Se la regolazione delle aree luminose rende troppo scuro il resto dell’immagine, usate Attenuazione luce per smorzare la luminosità di queste aree. Se le luci sembrano macchie bianche, aumentate Attenuazione luce sino a rendere visibili i dettagli. Un’immagine fortemente contrastata può richiedere un valore di attenuazione elevato.

Effetti video

Conformità SDR

Per rendere i contenuti multimediali HDR conformi a SDR, scegliete Effetti > Effetti video > Video > Conformità SDR. Conformità SDR è disponibile anche nella scheda Effetti delle Impostazioni di esportazione.

Effetto Nome clip

L’effetto Nome clip sovrappone il nome della clip visualizzato sul video per facilitare la ricerca di scene e la collaborazione con i membri di un team e i clienti. Le impostazioni dell’effetto Nome clip consentono di controllare la posizione, le dimensioni e l’opacità, la modalità di visualizzazione e la traccia audio.

Posizione: regola la posizione orizzontale e verticale del nome della clip.

Dimensione: specifica le dimensioni del testo.

Opacità: specifica l’opacità del riquadro nero dietro il codice di tempo.

Visualizzazione: specifica se visualizzare il nome della sequenza, del progetto o del file della clip.

Traccia audio: specifica quale nome di traccia video deve essere visualizzato.

Effetto Codice di tempo

L’effetto Codice di tempo sovrappone il codice di tempo visualizzato sul video per individuare le scene e collaborare più facilmente con i membri di un team e i clienti. Il codice di tempo indica se la clip è progressiva o interlacciata. Se la clip è costituita da un video interlacciato, il simbolo indica se il fotogramma è il campo superiore o inferiore. Le impostazioni dell’effetto Codice di tempo consentono di controllare la posizione, le dimensioni e l’opacità della visualizzazione, nonché le opzioni di formato e sorgente.

Posizione

Regola la posizione orizzontale e verticale del codice di tempo.

Dimensioni

Specifica le dimensioni del testo.

Opacità

Specifica l’opacità del riquadro nero dietro il codice di tempo.

Simbolo di campo

Rende il simbolo interlacciato visibile o invisibile sulla destra del codice di tempo.

Formato

Specifica se il codice di tempo deve essere visualizzato in formato SMPTE, in numeri di fotogrammi o in piedi e fotogrammi di pellicola da 35 mm o 16 mm.

Origine codice di tempo

Sceglie la sorgente del codice di tempo:

Clip

Visualizza il codice di tempo partendo da 0 dall’inizio della clip.

Media

Visualizza il codice di tempo del file multimediale.

Genera

Avvia il codice di tempo in base a quanto previsto dall’ora iniziale nell’opzione di scostamento ed esegue il conteggio in base all’opzione Visualizza ora.

Nota: se si imposta Origine codice di tempo su Genera, il campo Codice di tempo iniziale diventa attivo ed è possibile impostare un tempo iniziale personalizzato.

Visualizza ora

Imposta la base temporale utilizzata dall’effetto Codice di tempo. Per impostazione predefinita, questa opzione è impostata nella base temporale del progetto quando l’opzione Origine codice di tempo è impostata su Clip.

Scostamento

Aggiunge o sottrae fotogrammi dal codice di tempo visualizzato. Il cursore di scostamento ha un limite di +/-50 fotogrammi. Per valori elevati, fate clic sul testo Scostamento e digitate il numero di fotogrammi desiderato.

Testo etichetta

Visualizza un’etichetta di tre caratteri sulla destra del codice di tempo. Scegliete tra Nessuno, Automatico e da Videocamera 1 a Videocamera 9.

Elenco transizioni video

Transizioni di dissolvenza

  • Transizione Dissolvenza additiva
  • Transizione Dissolvenza incrociata
  • Dissolvenza Oscura immagine
  • Dissolvenza Dissolvi al bianco
  • Transizione Dissolvenza pellicola
  • Dissolvenza non additiva

Transizioni delle figure geometriche

  • Transizione rettangolo
  • Transizione croce
  • Transizione rombo
  • Transizione cerchio

Transizioni di Sfoglia pagina

  • Transizione Sfoglia pagina
  • Transizione Volta pagina

Transizioni con slittamento

  • Transizione Divisione centro
  • Transizione Spinta
  • Transizione con slittamento
  • Transizione Divisione

Transizioni di movimento 3D

  • Rotazione cubo
  • Riflessione

Transizioni Comparsa

  • Transizione Comparsa a doppia porta
  • Transizione Comparsa graduale
  • Transizione Comparsa interna
  • Transizione Comparsa


Transizioni di dissolvenza video

Transizione Dissolvenza additiva

La transizione Dissolvenza additiva aggiunge informazioni sul colore dalla clip B alla clip A, quindi sottrae le informazioni cromatiche della clip A dalla clip B.

Transizione Dissolvenza incrociata

La transizione Dissolvenza incrociata applica una dissolvenza in uscita alla clip A e una dissolvenza in entrata alla clip B.

La dissolvenza incrociata può essere anche utile all’inizio o alla fine di una clip per ottenere una dissolvenza al nero o dal nero.

Dissolvenza Oscura immagine

La transizione Oscura immagine applica alla clip A una dissolvenza verso il nero, quindi una dissolvenza dal nero alla clip B.

Nota: se si usa Oscura immagine all’inizio o alla fine di una clip, si agisce anche su eventuale video su una traccia inferiore, che potrebbe non essere sempre desiderabile per una semplice dissolvenza della clip di destinazione. In questo caso potrebbe essere più indicata la dissolvenza incrociata.

Dissolvenza Dissolvi al bianco

La transizione Dissolvi al bianco applica alla clip A una dissolvenza verso il bianco, quindi una dissolvenza dal bianco alla clip B.

Transizione Dissolvenza con dithering

La transizione Dissolvenza con dithering applica alla clip A una dissolvenza verso la clip B basata su un algoritmo di dithering. Potete impostare le seguenti opzioni:

  • Spessore bordo: aumenta la dimensione del dithering. L’impostazione predefinita è zero.
  • Colore bordo: determina il colore del dithering. L’impostazione predefinita è nero.
  • Qualità anti-alias: per impostazione predefinita questa opzione è disattivata.

Transizione Dissolvenza pellicola

La transizione Dissolvenza pellicola è una transizione di dissolvenza che consente di ottenere fusioni in uno spazio cromatico lineare (gamma = 1,0).

Con la transizione Dissolvenza pellicola si ottengono fusioni più realistiche e migliori.


Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online