Gli effetti di animazione

Sebbene il significato comune di animare sia “spostare una figura sullo schermo”, nel contesto di Premiere Pro animare significa modificare un attributo nel tempo. Ad esempio, se si sposta una clip da un angolo dello schermo a un altro nel corso di alcuni secondi, si anima la posizione. Allo stesso modo, se si modifica la nitidezza della clip nel corso di alcuni secondi, si anima la nitidezza, mentre se si passa da una tonalità di rosa a una tonalità di blu nel corso di alcuni secondi, si anima il colore. In questo contesto animazione significa quindi “modifica nel tempo” e non “oggetto in movimento”. Potete animare la maggior parte degli effetti disponibili in Premiere Pro (ma non tutti). Una volta applicato un effetto a una clip, specificate uno o più fotogrammi della clip come fotogrammi chiave. Così facendo potete impostare i valori dell’effetto in corrispondenza di ogni fotogramma chiave.

I fotogrammi chiave

I fotogrammi chiave vengono utilizzati per impostare le proprietà di movimento, effetti, audio e altre proprietà che cambiano nel tempo. Ciascun fotogramma chiave contrassegna un punto nel tempo in cui potete specificare un valore, ad esempio, una posizione spaziale, un grado di opacità o un volume audio. I valori compresi tra i fotogrammi chiave vengono interpolati. Se utilizzate i fotogrammi chiave per creare una modifica nel tempo, dovrete in genere impiegare almeno due fotogrammi chiave: uno per definire lo stato all’inizio della modifica, l’altro per definire il nuovo stato al termine della modifica.

Operazioni con i fotogrammi chiave

Quando utilizzate i fotogrammi chiave per animare l’effetto Opacità, potete visualizzarli e modificarli nel pannello Controllo effetti o Timeline. Questa seconda opzione può rivelarsi più adatta per visualizzare e regolare velocemente i fotogrammi chiave. Nelle seguenti linee guida è indicato il pannello da usare in funzione dell’operazione da eseguire:

  • La modifica dei fotogrammi chiave in un pannello Timeline è consigliata per effetti a valore singolo e monodimensionale, come l’opacità o il volume dell’audio. Il pannello Controllo effetti è utilizzato per modificare fotogrammi chiave di proprietà con più valori, angolari o bidimensionali, come i livelli, la rotazione o il ridimensionamento in scala.

  • In un pannello Timeline le variazioni dei valori dei fotogrammi chiave sono illustrate graficamente, in modo da vedere subito come cambiano nel tempo. Per impostazione predefinita, i valori cambiano in modo lineare tra i fotogrammi, ma potete applicare delle opzioni per ridefinire la velocità delle modifiche tra i fotogrammi chiave. Ad esempio, potete impostare un movimento con arresto graduale. Per ottimizzare la velocità e la precisione di animazione di un effetto, potete anche modificare il metodo di interpolazione e usare i controlli Bezier.

  • Nel pannello Controllo effetti potete visualizzare contemporaneamente fotogrammi chiave di più proprietà, ma solo per la clip selezionata in un pannello Timeline. Quest’ultimo, invece, consente di visualizzare contemporaneamente fotogrammi chiave di più tracce o clip, ma solo i fotogrammi chiave di un’unica proprietà per traccia o clip.

  • Come in un pannello Timeline, anche nel pannello Controllo effetti i fotogrammi chiave sono rappresentati in forma grafica. Una volta attivata l’impostazione di fotogrammi chiave per la proprietà di un effetto, potete visualizzare i grafici del valore e della velocità. Il primo mostra i fotogrammi chiave con le modifiche ai valori di proprietà di un effetto. Il secondo visualizza i fotogrammi chiave con le maniglie per regolare la velocità e la precisione delle modifiche dei valori da un fotogramma chiave all’altro.

  • I fotogrammi chiave per gli effetti delle tracce audio si possono modificare solo in un pannello Timeline o nel Mixer audio. Quelli per gli effetti delle clip audio sono analoghi ai fotogrammi chiave per gli effetti delle clip video e si possono modificare in un pannello Timeline o Controllo effetti.

Nota:

Potete modificare ulteriormente la disposizione dei pannelli e scegliere Finestra > Spazio di lavoro > Nuovo spazio di lavoro per salvarla come spazio di lavoro personale. Prima di fare clic su OK, verificate di aver assegnato un nome allo spazio di lavoro nella finestra di dialogo Nuovo spazio di lavoro.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online