I monitor Sorgente e Programma in Premiere Pro consentono di visualizzare le clip video e di modificare le sequenze video. Informazioni sui controlli personalizzabili e sulle modalità di visualizzazione nei monitor.

Il Monitor sorgente consente di riprodurre le singole clip. Nel Monitor sorgente puoi preparare le clip da aggiungere a una sequenza. Puoi impostare i punti di attacco e stacco e specificare le tracce sorgente (audio o video) delle clip. Inoltre, puoi inserire dei marcatori clip e aggiungere le clip a una sequenza in un pannello Timeline.

Il Monitor programma consente di riprodurre la sequenza di clip che stai assemblando. Rappresenta la visualizzazione della sequenza attiva in un pannello Timeline. Puoi impostare i marcatori di sequenza e specificare i punti di attacco e stacco della sequenza. I punti di attacco e stacco della sequenza definiscono dove devono essere aggiunti o rimossi i fotogrammi nella sequenza.

Ogni monitor contiene un righello temporale e i controlli per riprodurre e scorrere il fotogramma corrente di una clip sorgente o di una sequenza. Imposta i punti di attacco e stacco, selezionali e imposta i marcatori. Per impostazione predefinita, nel monitor Sorgente sono disponibili i pulsanti Inserisci e Sovrascrivi, mentre nel monitor Programma sono disponibili i pulsanti Asporta ed Estrai. Ogni monitor contiene inoltre un pulsante Esporta fotogramma per la creazione di un’immagine fissa da un singolo fotogramma del video.

Monitor Sorgente
Il monitor Sorgente

A. Testina di riproduzione B. Codice di tempo C. Opzioni di ridimensionamento D. Barra di scorrimento zoom E. Trascinare il video F. Trascinare l’audio G. Pulsante Impostazioni H. Durata attacco/stacco 
Il monitor Programma
Il monitor Programma

A. Codice di tempo B. Opzioni di ridimensionamento C. Testina di riproduzione D. Risoluzione E. Pulsante Impostazioni F. Editor pulsanti 

Personalizzare la barra dei pulsanti nel pannello Monitor

Per impostazione predefinita, i pulsanti più utili sono visualizzati nella parte inferiore dei monitor Sorgente e Programma. Tuttavia, è possibile aggiungerne altri. Per aprire l’editor di pulsanti, fai clic sulla freccia rivolta verso l’altro, in basso a destra nel monitor. Aggiungi i pulsanti alla barra dei pulsanti trascinandoli dall’editor. Puoi aggiungere fino a due righe di pulsanti. Puoi trascinare sulla barra dei pulsanti anche gli spazi per separare gruppi di pulsanti. Per rimuovere un pulsante, trascinalo via dalla barra dei pulsanti. Per disattivare tutti i pulsanti, accedi al menu del pannello e deseleziona “Mostra controlli trasporto”.

Nota:

Passa il mouse su qualsiasi pulsante per visualizzarne la scelta rapida da tastiera.

Impostare la qualità di visualizzazione per i monitor Sorgente e Programma

Alcuni formati sono difficili da visualizzare in riproduzione full-motion, a causa di un’elevata compressione o frequenza di dati. Un livello di compressione inferiore consente la riproduzione più rapida, a scapito tuttavia della qualità dell’immagine. Questo compromesso è particolarmente evidente quando si visualizzano file multimediali AVCHD o di altro tipo con codec H.264. Con impostazioni di risoluzione inferiori al valore massimo, per questi formati viene disattivata la correzione degli errori ed è quindi più probabile che in fase di riproduzione si verifichino delle imperfezioni. Tuttavia, tali artefatti non saranno presenti nel file multimediale esportato.

L’utilizzo di risoluzioni diverse per la riproduzione e la pausa offre maggior controllo sull’esperienza di monitoraggio. Nel caso di un metraggio ad alta risoluzione, puoi impostare la risoluzione di riproduzione inferiore (ad esempio 1/4) per rendere la riproduzione più fluida e scegliere invece Massima come risoluzione in pausa. Con queste impostazioni potrai controllare la qualità della messa a fuoco o i dettagli dei bordi quando metti in pausa la riproduzione. Durante lo scorrimento verrà invece usata l’impostazione di Risoluzione di riproduzione, non di Risoluzione in pausa.

Non tutte le risoluzioni sono disponibili per tutti i tipi di sequenza. Per le sequenze con definizione standard, come ad esempio DV, sono disponibili solo le opzioni Massima e 1/2. Per molte sequenze HD con dimensioni fotogrammi fino a 1080, sono disponibili le opzioni Massima, 1/2 e 1/4. Per le sequenze con dimensioni fotogrammi oltre 1080, ad esempio RED, sono disponibili ulteriori frazioni di risoluzione.

Nota:

Se le anteprime sono renderizzate a una risoluzione inferiore alla risoluzione della sequenza, la risoluzione di riproduzione corrisponde in effetti a una frazione della risoluzione dell’anteprima. Ad esempio, se i file di anteprima sono impostati per il rendering a 1/2 della dimensione fotogrammi della sequenza (1/2 della risoluzione) e la risoluzione di riproduzione è impostata su 1/2, le anteprime renderizzate vengono riprodotte a una risoluzione pari a 1/4 della risoluzione originale (considerando che la risoluzione dei file multimediali originale corrisponda alla risoluzione della sequenza).

Nota:

Puoi assegnare delle scelte rapide da tastiera alle risoluzioni di riproduzione.

  1. Effettua una delle seguenti operazioni:
    • Fai clic con il pulsante destro del mouse sull’immagine nel Monitor sorgente o nel Monitor programma.
    • Fai clic sull’icona del menu del pannello nel Monitor sorgente o nel Monitor programma.
    • Fai clic sul pulsante Impostazioni nel pannello Monitor sorgente o Monitor programma.
  2. Effettua una delle seguenti operazioni:
    • Per impostare una risoluzione di riproduzione, seleziona Risoluzione di riproduzione.
    • Per impostare una risoluzione di pausa, seleziona Risoluzione in pausa.
  3. Dal menu, scegli la risoluzione desiderata.

Modificare l’ingrandimento

Entrambi i monitor sorgente e programma consentono di ridimensionare il video per adattarlo all’area disponibile. Puoi aumentare l’impostazione di ingrandimento per ogni vista così da visualizzare il video in modo più dettagliato. Puoi anche ridurre l’impostazione di ingrandimento per visualizzare una maggiore area del tavolo di montaggio attorno all’immagine (ad esempio, per regolare più facilmente gli effetti di movimento).

  1. Scegli un’impostazione di ingrandimento dal menu Seleziona livello zoom (a destra della visualizzazione della posizione temporale corrente) nel monitor sorgente o programma.

    Nel Monitor sorgente, i valori percentuali si riferiscono alla dimensione dell’oggetto multimediale sorgente. Nel Monitor programma, i valori percentuali si riferiscono alle dimensioni dell’immagine specificate nelle impostazioni della sequenza. L’opzione Adatta ridimensiona il video adattandolo all’area di visualizzazione del monitor.

  2. Per modificare l’area visibile di un monitor, utilizza le barre di scorrimento del monitor per modificare l’area visibile dell’immagine video. Le barre di scorrimento appaiono quando le dimensioni correnti del monitor sono insufficienti per contenere l’intera immagine.

Indicatore di fotogrammi saltati

I monitor Sorgente e Programma possono visualizzare un’icona (simile a un semaforo) che indica se sono stati saltati dei fotogrammi durante la riproduzione. All’avvio, l’icona è impostata sul verde, ma passa al giallo se sono presenti dei fotogrammi saltati, per poi reimpostarsi a ogni riproduzione. Una descrizione comando indica il numero di fotogrammi saltati.

Per abilitare l’indicatore di fotogrammi saltati nel monitor Sorgente o Programma, scegli Mostra indicatore fotogrammi saltati dal menu del pannello o dal menu a comparsa Impostazioni.

 

Impostazione Riproduzione alta qualità

Per ottimizzare le prestazioni di riproduzione, la qualità di riproduzione a qualsiasi risoluzione di riproduzione del monitor (Massima, ½ e ¼) è minore rispetto a quando il video viene messo in pausa. A causa della differenza di qualità, l’utente può notare una lieve discrepanza a livello di qualità dell’immagine tra la riproduzione e la pausa. Alle impostazioni predefinite, i fotogrammi possono apparire leggermente meno definiti durante la riproduzione rispetto alla pausa, anche se per entrambe è impostata l’alta risoluzione. Se l’impostazione Riproduzione alta qualità è attivata, la qualità dei fotogrammi in riproduzione corrisponderà a quella dei fotogrammi in pausa se in entrambi i casi è impostata la stessa risoluzione, e verrà eliminata la discrepanza di qualità all’avvio e all’interruzione della riproduzione. Tuttavia, l’attivazione dell’impostazione Riproduzione alta qualità può ridurre le prestazioni della riproduzione, con il rischio, tra l’altro, di fotogrammi saltati.

Scegliere una modalità di visualizzazione

Puoi visualizzare il video normale, il canale alfa del video o uno dei diversi strumenti di misurazione.

Nel monitor Sorgente o Programma, fai clic sull’icona a forma di chiave inglese e scegli una modalità di visualizzazione.

Video composito

Mostra il video normale. Questa è la visualizzazione predefinita di una clip video o di una sequenza.

Alfa

Visualizza le trasparenze come immagini in scala di grigi. Se il metraggio ha un canale alfa, questa impostazione visualizza l’immagine come mascherino alfa in scala di grigi con le aree scure trasparenti.

Multivideocamera

Visualizza simultaneamente il metraggio di tutte le videocamere. È possibile passare da una videocamera all’altra per scegliere il metraggio per la sequenza finale.

Video VR

Quando alle clip video sono associate delle proprietà VR, questa opzione è attivata. Attraverso la visualizzazione video VR, è possibile simulare esperienze di visualizzazione con il video equirettangolare, ad esempio mediante un visore VR, come Oculus Rift o su un computer mediante YouTube o Facebook. Per ulteriori informazioni sui video VR, consulta Supporto di flussi di lavoro per VR.

Vista Confronto

La visualizzazione Monitor programma divisa è utile per attività quali la corrispondenza colore tra due riprese o la regolazione dell’intensità di un effetto applicato.

Nota:

Per usare la forma d’onda e il vettorscopio, fai clic con il pulsante destro del mouse sulla finestra Oscilloscopi Lumetri e seleziona una delle opzioni per vettorscopio e forma d’onda. Per ulteriori informazioni, consulta Visualizzare gli oscilloscopi Lumetri.

Confrontare le modifiche apportate alle clip nel monitor Programma

Puoi confrontare le modifiche apportate alle clip attivando la Vista Confronto nel monitor programma.

Per attivare la Vista Confronto, fai clic sull’icona Vista Confronto nella parte inferiore del monitor Programma.

Icona Vista Confronto nel monitor Programma
Icona Vista Confronto nel monitor Programma

La Vista Confronto nel monitor Programma permette di effettuare i seguenti flussi di lavoro:

  • Confronto di riprese (visualizzazione per il confronto di riprese diverse in modalità affiancata o divisa, con un fotogramma di riferimento e il fotogramma corrente). Puoi anche utilizzare questo flusso di lavoro per la corrispondenza del colore (per ulteriori informazioni, consulta Applicare la corrispondenza del colore a riprese diverse). 
  • Confronto di fotogrammi (visualizzazione per il confronto di uno stesso fotogramma in modalità affiancata o divisa, con i risultati Prima e Dopo l’applicazione degli effetti).

Per attivare o disattivare il confronto di riprese e fotogrammi, fai clic sull’icona Confronto ripresa o fotogramma .

Puoi visualizzare le modifiche apportate alla clip in modalità affiancata, in orizzontale o in verticale, selezionando le opzioni di visualizzazione riportate di seguito.

Opzioni di confronto
Opzioni di confronto

Per impostazione predefinita, viene visualizzata la vista affiancata con il fotogramma di riferimento (o con il fotogramma Prima) a sinistra e il fotogramma corrente (o il fotogramma Dopo) a destra. Tuttavia, è possibile scambiare la posizione, facendo clic sull’icona Scambia lati a sinistra nel monitor Programma.

Nella modalità di divisione orizzontale o verticale, puoi trascinare il separatore blu sull’immagine per effettuare un confronto in stile onion skin delle due riprese.

Confronto in stile onion skin
Confronto in stile onion skin

Confronto riprese

La modalità di confronto riprese consente di confrontare riprese diverse. Questo flusso di lavoro è particolarmente utile per la corrispondenza colore.

Per selezionare il fotogramma corrente: posiziona la testina di riproduzione su un fotogramma con la clip selezionata, affinché venga visualizzato come fotogramma corrente.

Per selezionare il fotogramma di riferimento: per impostazione predefinita, il fotogramma di riferimento è il primo fotogramma dell’intera sequenza. Puoi però fare clic sulle icone di navigazione nel fotogramma di riferimento per passare a un punto di montaggio precedente o successivo. Puoi anche scorrere fino a un altro fotogramma di riferimento utilizzando il codice di tempo scorrevole. Una volta selezionato, Premiere Pro memorizza il fotogramma di riferimento per tutta la sessione di modifica finché non ne selezioni uno diverso.

Selezione di un fotogramma di riferimento
Selezione di un fotogramma di riferimento

Confronto fotogrammi

Questa modalità consente di confrontare un lato di un fotogramma con un effetto prima/dopo.

Confronto fotogrammi con effetto prima/dopo
Confronto fotogrammi con effetto prima/dopo

Aprire o eliminare una clip nel monitor Sorgente

Per visualizzare e modificare le clip sorgente elencate nel pannello Progetto o le singole istanze di clip di una sequenza, apri le clip nel Monitor sorgente. Il menu Sorgente, accessibile dalla scheda Monitor sorgente, contiene un elenco delle clip aperte.

  1. Per aprire una clip, esegui una delle operazioni seguenti:
    • Fai doppio clic sulla clip nel pannello Progetto o Timeline, oppure trascinala dal pannello Progetto al Monitor sorgente. La clip viene visualizzata nel Monitor sorgente e il suo nome viene aggiunto al menu Sorgente.
    • Trascina tutte le clip desiderate o un intero raccoglitore dal pannello Progetto al Monitor sorgente, oppure seleziona più clip nel pannello Progetto e fai doppio clic su di esse. Le clip vengono aggiunte al menu Sorgente nell’ordine in cui sono state selezionate e l’ultima clip selezionata viene mostrata nel Monitor sorgente.
    • Dal menu Sorgente scegli il nome della clip che vuoi vedere (per visualizzare il menu, fai clic sul triangolino a destra del nome della clip corrente nella scheda Sorgente).
    Nel menu Sorgente, scegli una clip da visualizzare
    Nel menu Sorgente, scegli una clip da visualizzare

    • Il menu Sorgente fornisce un elenco delle clip master, ordinate per nome. Le clip aperte da una sequenza vengono elencate in base al nome di sequenza, al nome della clip e al tempo di inizio nella sequenza.
  2. Per cancellare una clip dal Monitor sorgente, nel menu Sorgente scegli Chiudi per cancellare o Chiudi tutto per cancellare tutte le clip.

    Nota:

    Puoi anche chiudere tutte le clip e lo stesso monitor Sorgente facendo clic sul pulsante Chiudi  nella scheda del monitor Sorgente.

È possibile impostare scelte rapide da tastiera per spostarsi tra le clip nel Monitor sorgente. Le scelte rapide da tastiera permettono di velocizzare lo spostamento da una clip all’altra, di passare alla prima o all’ultima clip oppure di chiudere una o tutte le clip nel menu a comparsa Monitor Sorgente.

  1. Seleziona Modifica > Scelte rapide da tastiera (Windows) o Premiere Pro > Scelte rapide da tastiera (Mac OS).

    Si apre la finestra di dialogo Scelte rapide da tastiera.

  2. Nella finestra di dialogo, fai clic sul triangolo accanto a Pannelli, quindi sul triangolo accanto al pannello Monitor Sorgente per visualizzare le relative scelte rapide da tastiera.

  3. Imposta le scelte rapide da tastiera per uno dei seguenti comandi:

    • Clip sorgente: Chiudi
    • Clip sorgente: Chiudi tutto
    • Clip sorgente: prima
    • Clip sorgente: ultima
    • Clip sorgente: successiva
    • Clip sorgente: precedente
  4. Fai clic su OK.

Utilizzare i controlli temporali nei monitor Sorgente e Programma

Il Monitor sorgente è dotato di diversi controlli che consentono di spostarsi nel tempo (o tra i fotogrammi) all’interno di una clip. Il Monitor programma contiene controlli analoghi che consentono di spostarsi all’interno di una sequenza.

Controlli temporali dei monitor Sorgente e Programma
A. Visualizzazione temporale corrente B. Testina di riproduzione C. Barra di scorrimento zoom D. Righello temporale E. Visualizzazione della durata 

Righelli temporali

Visualizzano la durata di una clip nel Monitor sorgente e di una sequenza nel Monitor programma. Le tacche misurano il tempo in base al formato di visualizzazione video specificato nella finestra di dialogo Impostazioni progetto. Puoi comunque passare alla visualizzane del codice di tempo in altri formati. Su ciascun righello sono anche riportate le icone relative ai marcatori e ai punti di attacco e stacco per il monitor corrispondente. Puoi modificare la testina di riproduzione, i marcatori e i punti di attacco e stacco trascinando le relative icone nel righello temporale.

Nota:

I numeri per righello temporale sono disattivati per impostazione predefinita. Per attivarli, seleziona Numeri per righello temporale nel menu del pannello del monitor Sorgente o Programma.

Testina di riproduzione

Mostra la posizione del fotogramma corrente sul righello temporale di ciascun monitor.

Nota:

In precedenza, la testina di riproduzione era chiamata “indicatore della posizione temporale corrente” (CTI, current time indicator).

Visualizzazioni del tempo corrente

Mostrano il codice di tempo del fotogramma corrente. Le visualizzazioni della posizione temporale corrente sono presenti nell’area inferiore sinistra del video di ciascun monitor. Il Monitor sorgente mostra la posizione temporale corrente per la clip aperta. Il Monitor programma mostra la posizione temporale corrente della sequenza. Per passare a una diversa posizione temporale, fai clic nella visualizzazione e immetti una nuova posizione temporale, oppure porta il puntatore sulla visualizzazione della posizione temporale e trascinalo verso sinistra o verso destra. Per alternare la visualizzazione tra il codice di tempo completo e il numero di fotogrammi, premi Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) e fai clic sulla posizione temporale corrente in uno dei due monitor o in un pannello Timeline.

Visualizzazione della durata

Mostrano la durata della clip o della sequenza aperta. La durata corrisponde alla differenza temporale tra i punti di attacco e stacco impostati per la clip o la sequenza. Quando non è impostato alcun punto di attacco, il tempo iniziale della clip o della sequenza viene sostituito. Quando non è impostato il punto di stacco, la durata viene calcolata con il tempo finale della clip nel Monitor sorgente e con il tempo finale dell’ultima clip della sequenza nel Monitor programma.

Barre di scorrimento zoom

e corrispondono all’area visibile del righello temporale in ciascun monitor. Trascinando le maniglie puoi modificare la larghezza della barra e cambiare la scala del righello temporale sottostante. Se ampliata fino alle dimensioni massime, la barra mostra l’intera durata del righello temporale. Riducendo le dimensioni della barra, viene ingrandita la visualizzazione del righello. La barra si espande e contrae rimanendo centrata sulla testina di riproduzione. Per contrarre ed espandere la barra, posiziona il mouse su di essa e usa la rotellina del mouse. In alternativa, puoi scorrere la rotellina del mouse sulle aree esterne alla barra, per ottenere il medesimo effetto di contrazione ed espansione. Trascinando il centro della barra, puoi scorrere la parte visibile del righello temporale senza cambiarne la scala. Quando trascini la barra, la testina di riproduzione non viene spostata. Tuttavia, puoi spostare la barra e quindi fare clic sul righello temporale per spostare la testina di riproduzione sulla stessa area della barra. Una barra di scorrimento zoom è disponibile anche nella timeline.

Nota:

La modifica della timeline nel Monitor programma o della barra di scorrimento zoom non influisce sulla timeline o sull’area di visualizzazione in un pannello Timeline.

Visualizzazione dei controlli dei monitor Sorgente e Programma

Puoi mostrare o nascondere i controlli dai menu dei pannelli dei monitor Sorgente e Programma. Ad esempio, puoi nascondere i controlli di trasporto se usi abitualmente le scelte rapide da tastiera J-K-L per la riproduzione, in modo da guadagnare più spazio per la visualizzazione dei file multimediali.

Nel menu del pannello, seleziona o deseleziona l’opzione per mostrare o nascondere le seguenti funzioni:

  • Controlli di trasporto
  • Marcatori
  • Numeri per righello temporale
  • Indicatore di fotogrammi saltati

Molti degli stessi comandi per mostrare o nascondere i controlli sono inoltre accessibili mediante il pulsante Impostazioni di ciascun monitor.

Visualizzare aree di sicurezza nei monitor

Aree di sicurezza Azione e Titolo
A. Area di sicurezza azione B. Area di sicurezza titolo 

 
Queste guide servono solo per riferimento e non sono incluse nelle anteprime o nelle esportazioni.

  1. Fai clic sul pulsante Impostazioni sotto il monitor Sorgente o Programma e scegli Margini di sicurezza. Puoi anche scegliere Margini di sicurezza dal menu del pannello del monitor Sorgente o Programma.

    Nota:

    I margini di sicurezza standard per azioni e titoli sono pari rispettivamente al 10% e al 20%. Tuttavia, puoi modificare le dimensioni delle aree di sicurezza nella finestra di dialogo Impostazioni progetto. Consulta Finestra di dialogo Impostazioni progetto.

Scegliere i campi nei monitor Sorgente e Programma

Puoi impostare il Monitor sorgente e il Monitor programma per la visualizzazione del primo campo, del secondo campo o di entrambi i campi per metraggi interlacciati. Se nel Monitor sorgente è aperta una clip progressiva, le impostazioni vengono disattivate. Se la sequenza attiva utilizza un predefinito di sequenza progressiva, le impostazioni del Monitor programma vengono disattivate.

  1. Nel Monitor sorgente o nel Monitor programma, fai clic sul pulsante del menu del pannello .

  2. Seleziona Visualizza il primo campo, Visualizza il secondo campo o Visualizza entrambi i campi, in base alle tue esigenze.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online