Questo articolo descrive come distribuire pacchetti per Adobe® Creative Cloud™ creati utilizzando Adobe Creative Cloud Packager. Questo articolo è applicabile sia ai clienti Adobe Creative Cloud for teams che ai clienti Adobe Creative Cloud for enterprise.

Nota: per informazioni sul comportamento specifico delle applicazioni e un elenco di informazioni e soluzioni per determinati scenari, consulta il file ReadMe.

I pacchetti creati con Adobe Creative Cloud Packager (CCP) contengono due cartelle di livello superiore: Build ed Exceptions. Per la maggior parte delle applicazioni, l’installazione del software e la selezione della licenza possono essere effettuate utilizzando il file setup.exe presente nella cartella Build; tuttavia, un numero limitato di applicazioni è installato utilizzando uno strumento separato nella cartella Exceptions, a seconda della data di creazione del pacchetto e di quali applicazioni vi sono incluse.

Distribuire i pacchetti

Una volta creato il pacchetto, puoi distribuirlo e installare le app in esso contenute facendo doppio clic sul file del pacchetto, oppure utilizzare gli strumenti di distribuzione di terze parti.

Per distribuire un pacchetto in una lingua diversa da quella in cui è stato creato, utilizza uno dei metodi seguenti:

Installazione mediante doppio clic sul file del pacchetto

In Windows, puoi fare doppio clic sul file setup.exe presente all’interno della cartella Build del pacchetto. Per istruzioni sull’installazione dei prodotti nella cartella Exceptions, consulta Installazione dei pacchetti nella cartella Exceptions.

In Mac OS, puoi fare doppio clic sul file .pkg presente all’interno della cartella Build del pacchetto.

Nota:

Se utilizzi il pacchetto MSI anziché setup.exe per distribuire un pacchetto contenente Acrobat DC, quest’ultimo programma non viene installato.

Utilizzo di strumenti di terze parti

Di seguito è riportata la sequenza di eventi per distribuire pacchetti con Adobe Creative Cloud Packager.

  1. Crea un pacchetto con Creative Cloud Packager. Per ulteriori informazioni, consulta Creazione di pacchetti.

    Nell’ambito del processo di creazione, vengono create due cartelle.

    1. La cartella Build contiene i file setup.exe (Windows) o PKG (Mac OS).
    2. La cartella Exceptions contiene i payload che devono essere installati separatamente.
  2. Distribuisci i pacchetti nella cartella Build utilizzando uno strumento di distribuzione aziendale quale Microsoft System Center Configuration Manager (SCCM), Apple Remote Desktop o JAMF Casper Suite. Per ulteriori informazioni, consulta Distribuzione di pacchetti Adobe con ARD e Distribuzione di pacchetti Adobe con SCCM

  3. Installa separatamente i pacchetti nella cartella Exceptions. Per ulteriori informazioni, consulta Installazione dei prodotti nella cartella Exceptions.

Distribuzione mediante la riga di comando nei computer Windows

La riga di comando dispone di parametri obbligatori aggiuntivi per i quali vengono utilizzati i valori predefiniti se eseguite Setup.exefacendo doppio clic.

Nel comando:

[ADOBEINSTALLDIR] è la directory di installazione in cui verranno installate le app nel computer client.

[INSTALLLANGUAGE] è la lingua in cui devono essere installate le app.

Sintassi

setup [--silent] [--ADOBEINSTALLDIR=] [--INSTALLLANGUAGE=]

Esempio di sintassi:

setup.exe --silent --ADOBEINSTALLDIR="C:\InstallDir" --INSTALLLANGUAGE=fr_CA

Posizione di setup.exe:

[Package]\Build

Distribuzione mediante il file Info.plistnei computer Mac

  1. Aprite il file Info.plistnel percorso seguente:

    [package]/Build/xyz_install.pkg/Contents/Info.plist

  2. Aggiungi la voce seguente al file con la lingua corretta indicata nel tag string:

    <key> InstallLanguage </key>
    <string>en_GB</string>
  3. Fai doppio clic sul file .pkg. 

    Viene avviata l’installazione del pacchetto.

Distribuire gli aggiornamenti

Il pacchetto iniziale contiene le applicazioni e gli aggiornamenti più recenti. In seguito, quando i nuovi aggiornamenti saranno pubblicati, potrete renderli disponibili agli utenti. Questo può essere implementato in diversi modi.

1. Puoi usare Creative Cloud Packager per creare un pacchetto di soli aggiornamenti selezionando solo gli aggiornamenti. Puoi quindi distribuire questo pacchetto utilizzando lo strumento di distribuzione scelto.

2. Se Remote Update Manager è stato incluso nel pacchetto di distribuzione (questo è il comportamento predefinito), puoi utilizzare il tuo strumento di distribuzione preferito per eseguire Remote Update Manager in remoto nel computer client. Gli aggiornamenti vengono eseguiti con diritti di amministratore e provengono da Adobe Update Server.

3. Per risparmiare sulla larghezza di banda di rete, puoi configurare il tuo Adobe Update Server. Con AUSST puoi configurare un server che ospiterà gli aggiornamenti per Windows e Mac.

Nello scenario 2, se disponi di un server Adobe Update Server interno e durante la creazione del pacchetto hai scelto di utilizzare questo server, Remote Update Manager cercherà gli aggiornamenti nel tuo server interno anziché nel server Adobe, consentendo quindi un risparmio significativo della larghezza di banda di rete utilizzata.

Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo di Adobe Remote Update Manager.

Distribuire app con licenze nominative

La distribuzione di app con licenze nominative (ad esempio, Adobe XD) non è supportata in un ambiente di distribuzione con licenze per dispositivo o con numero di serie. Per poter utilizzare le app con licenze nominative quali Adobe XD, tutti gli utenti devono avere un account Adobe (Adobe ID, Enterprise ID or Federated ID). Gli amministratori riscontreranno problemi se tentano di distribuire app con licenze nominative in ambienti di distribuzione che non le supportano.

Per informazioni sui diversi tipi di account Adobe, consulta Gestire i tipi di identità.

Distribuire app UWP

Se crei un pacchetto utilizzando Creative Cloud Packager nel quale sono presenti app basate su Universal Windows Platform, al momento della distribuzione del pacchetto nel computer dell’utente finale si verificheranno comportamenti inattesi. Per dettagli, consulta questo documento.

Serializzare i pacchetti di prova

Se disponi di un account Enterprise, Government o Education e hai creato un pacchetto di prova, sarà necessario serializzare il pacchetto al termine del periodo di prova. Puoi creare e distribuire un pacchetto di licenza per convertire un pacchetto di prova in un pacchetto con licenza.

Per ulteriori informazioni, consulta Creare un pacchetto di licenza.

Installare i pacchetti nella cartella Exceptions

Quando crei un pacchetto con Adobe Creative Cloud Packager, vengono create due cartelle:

  • La cartella Build contiene il file MSI (Windows) o PKG (Mac OS) per la distribuzione con Microsoft SCCM o Apple ARD.
  • La cartella Exceptions contiene i payload che devono essere installati separatamente. Il contenuto della cartella dipende dal sistema operativo nel quale effettuerai l’installazione, ossia Mac OS o Windows, e dal fatto che Adobe® Acrobat® sia incluso o meno nel pacchetto.

Le informazioni sull’installazione dei prodotti nella cartella Exceptions sono fornite nell’articolo Installazione dei prodotti nella cartella Exceptions. Le informazioni sulla distribuzione di Acrobat per Windows vengono fornite nell’articolo Distribuzione di Adobe Acrobat.

Nota:

Adobe Exceptions Deployer consente di distribuire automaticamente i pacchetti nella cartella Exceptions. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo di Adobe Exceptions Deployer.

Nota:

Per Adobe® Muse™ CC (2015.2) e versioni successive, le eccezioni (come .NET) sono copiate nei percorsi seguenti e l’utente dovrà installarle separatamente:

Programmi (x86)\File comuni\Adobe\Installers\Third Party\<codiceSAP_app>\<nome_pacchetto>\

Registri di Adobe Creative Cloud Packager

Adobe Application Manager Enterprise Edition, quando installato o eseguito, crea o scrive nei file di registro nel computer dell’amministratore, nella cartella dei file temporanei della piattaforma:

  • In Windows, i file di registro sono nel percorso %temp%
  • In Mac OS, i file di registro sono nel percorso ~/Libreria/Logs/

Puoi verificare la presenza di informazioni utili per la risoluzione dei problemi, ricercando nei registri la stringa “errore”.

I nomi dei file di registro sono:

Componente
Nome del file di registro
Adobe Update Server Setup Tool (AUSST)
AdobeUpdateServerSetupTool.log
Exception Deployer
ExceptionDeployer.log
Remote Update Manager (RUM)
RemoteUpdateManager.log
Creative Cloud Packager (CCP)

Il file di registro di PDApp è denominato PDApp.log

Il file di registro di Package Builder è denominato secondo la seguente convenzione:
- AdobePBhhmmss_ggmmaa.log
-- dove hhmmss_ggmmaa = ora|minuti|secondi_giorno|mese|anno

Registri di attribuzione licenze:
- Win: %temp%\oobelib.log
- Mac: /tmp/oobelib.log

 

 

Registri di download/installazione di Creative Cloud

Creative Cloud Packager crea un file di registro per la risoluzione dei problemi di download se un file denominato “asu.trace” viene inserito in %temp% (Windows) o ~/Libreria/Logs (Mac OS).

Il file risultante, DLM.log, viene creato in: %temp%\AdobeDownload (Windows) o ~/Libreria/Logs/AdobeDownload (Mac OS)

Per gli errori di Windows (ad es. 12150) nella DLM.log, consulta i messaggi di errore di Windows Dev.

Disinstallazione dei prodotti mediante la riga di comando

Per disinstallare le versioni più recenti di alcuni prodotti singoli, puoi utilizzare la riga di comando.

Per un elenco di prodotti che si possono disinstallare utilizzando la riga di comando e i relativi sapCodes, baseVersions e piattaforme, consulta Applicazioni che possono essere distribuite senza la loro versione di base.

Esempi di sintassi:

  • Windows: \Programmi (x86)\File comuni\Adobe\Adobe Desktop Common\HDBox\Setup.exe --uninstall=1 --sapCode=PHSP --baseVersion=17.0 --platform=win32 --deleteUserPreferences=false
  • Mac: /Libreria/Application Support/Adobe/Adobe Desktop Common/HDBox/Setup --uninstall=1 --sapCode=PHSP --baseVersion=17.0 --platform=osx10-64 --deleteUserPreferences=true

Nel comando:

[uninstall] specifica 1 per disinstallare.

[sapCode] è il codice SAP del prodotto da disinstallare.

[baseVersion] è la versione di base del prodotto da disinstallare.

[platform] è il sistema operativo in cui è installato il prodotto da disinstallare.  

[deleteUserPreferences] specifica true per eliminare le preferenze dell’utente nel prodotto da disinstallare o false per conservare le preferenze dell’utente. 

Percorso del file di installazione:

  • Windows: \Programmi (x86)\File comuni\Adobe\Adobe Desktop Common\HDBox\Setup.exe
  • Mac:  /Libreria/Application Support/Adobe/Adobe Desktop Common/HDBox/Setup

Codici di errore

Se vengono passati argomenti non corretti, il codice di errore restituito è 103. Se in qualsiasi parametro vengono passati valori errati, il codice di errore restituito è 101. Per informazioni su altri codici di errore, consulta Risoluzione dei problemi relativi agli errori di installazione e disinstallazione delle app Creative Cloud.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online