Guida utente Annulla

Interpolazione fotogrammi chiave

  1. Guida utente di After Effects
  2. Versioni beta
    1. Panoramica del programma beta
    2. After Effects Beta Home
  3. Guida introduttiva
    1. Introduzione ad After Effects
    2. Novità di After Effects 
    3. Note sulla versione | After Effects
    4. Requisiti di sistema di After Effects
    5. Scelte rapide da tastiera di After Effects
    6. Formati di file supportati | After Effects
    7. Consigli sull’hardware
    8. After Effects per Apple Silicon
    9. Pianificazione e impostazione
  4. Spazi di lavoro
    1. Elementi generali dell’interfaccia utente
    2. Interfaccia di After Effects
    3. Flussi di lavoro
    4. Spazi di lavoro, pannelli e visualizzatori
  5. Progetti e composizioni
    1. Progetti
    2. Nozioni di base sulla composizione
    3. Effettuare la precomposizione, la nidificazione e il pre-rendering
    4. Visualizzare informazioni dettagliate sulle prestazioni con Profilo composizione
    5. Modulo di rendering per composizioni CINEMA 4D
  6. Importazione del metraggio
    1. Preparazione e importazione di immagini fisse
    2. Importazione da After Effects e Adobe Premiere Pro
    3. Importazione e interpretazione di video e audio
    4. Preparazione e importazione di file di immagine 3D
    5. Importazione e interpretazione degli elementi di metraggio
    6. Operazioni con gli elementi di metraggio
    7. Rilevare i punti di modifica utilizzando Rilevamento modifiche scena
    8. Metadati XMP
  7. Testo e grafica
    1. Testo
      1. Formattazione dei caratteri e pannello Carattere
      2. Effetti Testo
      3. Creazione e modificazione di livelli testo
      4. Formattazione paragrafi e pannello Paragrafo
      5. Estrusione di livelli di testo e forma
      6. Animazione del testo
      7. Esempi e risorse per l’animazione del testo
      8. Modelli di testo dinamico
    2. Grafica animata
      1. Utilizzare modelli di grafica animata in After Effects
      2. Utilizzare le espressioni per creare elenchi a discesa nei modelli di grafica animata
      3. Utilizzare Proprietà essenziali per creare modelli di grafica animata
      4. Sostituire immagini e video in modelli di grafica animata e in Proprietà essenziali
      5. Anima più velocemente e più facilmente utilizzando il pannello Proprietà
  8. Disegni, colori e tracciati
    1. Panoramica su livelli forma, tracciati e grafica vettoriale
    2. Strumenti di disegno: Pennello, Timbro clona e Gomma
    3. Assottigliare i tratti forma
    4. Attributi forma, operazioni di disegno e operazioni con i tracciati per i livelli forma
    5. Usare l’effetto forma Sposta tracciati per modificare le forme
    6. Creazione delle forme
    7. Creare maschere
    8. Rimuovere oggetti dai video con Riempimento in base al contenuto
    9. Pennello a rotoscopio e Migliora mascherino
  9. Livelli, marcatori e fotocamera
    1. Selezione e disposizione di livelli
    2. Metodi di fusione e stili di livello
    3. Livelli 3D
    4. Proprietà dei livelli
    5. Creazione livelli
    6. Gestione livelli
    7. Marcatori livello e marcatori composizione
    8. Videocamere, luci e punti di interesse
  10. Animazione, fotogrammi chiave, tracciamento del movimento e tipo di trasparenza
    1. Animazione
      1. Fondamenti di animazione
      2. Animazione con gli strumenti Marionetta
      3. Gestione e animazione di tracciati forma e maschere
      4. Animazione di forme create con Sketch e Capture con After Effects
      5. Strumenti di animazione assortiti
      6. Utilizzare l’animazione basata sui dati
    2. Fotogramma chiave
      1. Interpolazione fotogrammi chiave
      2. Impostare, selezionare ed eliminare i fotogrammi chiave
      3. Modifica, spostamento e copia di fotogrammi chiave
    3. Tracciamento del movimento
      1. Tracciamento e stabilizzazione del movimento
      2. Tracciamento dei volti
      3. Tracciamento maschera
      4. Riferimento maschera
      5. Velocità
      6. Dilatazione e modifica del tempo
      7. Codice di tempo e unità per la visualizzazione del tempo
    4. Trasparenza
      1. Trasparenza
      2. Effetti Trasparenza
  11. Trasparenza e composizione
    1. Composizione e trasparenza: panoramica e risorse
    2. Canali alfa e maschere
    3. Mascherini traccia e mascherini mobili
  12. Regolazione del colore
    1. Concetti di base sul colore
    2. Gestione colore
    3. Effetti di correzione del colore
    4. Gestione del colore OpenColorIO e ACES
  13. Effetti e predefiniti di animazione
    1. Panoramica sugli effetti e sui predefiniti di animazione
    2. Elenco di effetti
    3. Gestione effetti
    4. Effetti di simulazione
    5. Effetti di stilizzazione
    6. Effetti audio
    7. Effetti di distorsione
    8. Effetti di prospettiva
    9. Effetti canale
    10. Effetti di generazione
    11. Effetti di transizione
    12. Effetto di riparazione scansione lineare
    13. Effetti sfocatura e nitidezza
    14. Effetti canale 3D
    15. Effetti di utilità
    16. Effetti mascherino
    17. Effetti di disturbo e granulosità
    18. Effetto Mantieni dettagli (ingrandimento)
    19. Effetti obsoleto
  14. Espressioni e automazione
    1. Espressioni
      1. Concetti di base sull’espressione
      2. Informazioni sul linguaggio dell’espressione
      3. Utilizzo dei controlli di espressione
      4. Differenze di sintassi tra i motori di espressione JavaScript e Legacy ExtendScript
      5. Modifica di espressioni
      6. Errori nelle espressioni
      7. Utilizzo dell’editor espressioni
      8. Utilizzo delle espressioni per modificare e accedere alle proprietà di testo
      9. Riferimenti del linguaggio delle espressioni
      10. Esempi di espressione
    2. Automazione
      1. Automazione
      2. Script
  15. Video immersivo, VR e 3D
    1. Creare ambienti VR in After Effects
    2. Applicare effetti video immersivi
    3. Strumenti di composizione per i video VR/360
    4. Modulo di rendering 3D avanzato
    5. Importare e aggiungere modelli 3D alla composizione
    6. Importare modelli 3D da Creative Cloud Libraries
    7. Illuminazione basata su immagine
    8. Estrarre e animare videocamere e luci da modelli 3D
    9. Tracciamento del movimento della videocamera 3D
    10. Creare e accettare ombre
    11. Animazioni di modelli 3D incorporate
    12. Acquisizione ombre
    13. Estrazione dei dati di profondità 3D
    14. Lavorare in Design Space 3D
    15. Gizmo Trasformazione 3D
    16. Ulteriori informazioni sull’animazione 3D
    17. Anteprima delle modifiche apportate ai progetti 3D con il sistema Mercury 3D
    18. Aggiungere grafica reattiva agli elementi grafici 
  16. Visualizzazioni e anteprime
    1. Visualizzazione in anteprima
    2. Anteprima video con Mercury Transmit
    3. Modifica e utilizzo di visualizzazioni
  17. Rendering ed esportazione
    1. Nozioni di base su rendering ed esportazione
    2. Codifica H.264 in After Effects
    3. Esportare un progetto After Effects come progetto Adobe Premiere Pro
    4. Convertire filmati
    5. Rendering di più fotogrammi
    6. Rendering automatico e rendering di rete
    7. Rendering ed esportazione di immagini fisse e sequenze di immagini fisse
    8. Utilizzo del codec GoPro CineForm in After Effects
  18. Lavorare con altre applicazioni
    1. Dynamic Link e After Effects
    2. Utilizzo di After Effects con altre applicazioni
    3. Impostazioni sincronizzazione in After Effects
    4. Creative Cloud Libraries in After Effects
    5. Plug-in
    6. Cinema 4D e Cineware
  19. Collaborazione: Frame.io e Progetti team
    1. Collaborazione in Premiere Pro e After Effects
    2. Frame.io
      1. Installare e attivare Frame.io
      2. Utilizzare Frame.io con Premiere Pro e After Effects
      3. Domande frequenti
    3. Progetti team
      1. Introduzione ai Progetti team
      2. Creare un progetto team
      3. Collaborare con Progetti team
  20. Memoria, archiviazione, prestazioni
    1. Memoria e archiviazione
    2. Come After Effects gestisce i problemi di memoria insufficiente durante la visualizzazione dell’anteprima    
    3. Migliorare le prestazioni
    4. Preferenze
    5. Requisiti di GPU e driver GPU per After Effects
  21. Knowledge base
    1. Problemi noti
    2. Problemi risolti
    3. Domande frequenti
    4. After Effects e macOS Ventura
    5. Come After Effects gestisce i problemi di memoria ridotta durante l'anteprima

Interpolazione fotogrammi chiave spaziale e temporale

L’interpolazione è l’operazione che consente di riempire con dati sconosciuti un’area tra due valori conosciuti. I fotogrammi chiave possono essere impostati per specificare i valori di una proprietà in determinati tempi chiave. After Effects esegue l’interpolazione dei valori della proprietà per tutti i tempi tra i fotogrammi chiave.

Poiché l’interpolazione genera i valori delle proprietà tra i fotogrammi chiave, talvolta l’interpolazione viene definita tweening. L’interpolazione tra fotogrammi chiave può essere utilizzata per animare il movimento, effetti, livelli audio, regolazioni di immagine, trasparenza, modifiche di colore e numerosi altri elementi visivi e sonori.

Dopo aver creato i fotogrammi chiave e i tracciati animati per cambiare i valori nel tempo, potrebbe essere opportuno effettuare regolazioni più precise al modo in cui si verifica il cambiamento. After Effects fornisce numerosi metodi di interpolazione cha agiscono sulle modalità di calcolo dei valori intermedi.

L’interpolazione temporale è l’interpolazione dei valori nel tempo; l’interpolazione spaziale è quella dei valori nello spazio. Alcune proprietà, come Opacità, dispongono solo un componente temporale. Altre proprietà, come Posizione, dispongono anche di componenti spaziali.

Interpolazione temporale e grafico del valore

Usando il grafico del valore nell’Editor grafico, puoi effettuare regolazioni precise dei fotogrammi chiave delle proprietà temporali create per l’animazione. Il grafico del valore visualizza i valori x come rosso, i valori y come verde e i valori z (solo 3D) come blu. Il grafico del valore fornisce informazioni complete sul valore dei fotogrammi chiave in qualsiasi punto nel tempo in una composizione e consente di controllarlo. Inoltre, il pannello Informazioni visualizza il metodo di interpolazione temporale di un fotogramma selezionato.

Interpolazione spaziale e tracciato animato

Quando applicate o modificate l’interpolazione spaziale per una proprietà come Posizione, regolate il tracciato animato nel pannello Composizione. I vari fotogrammi chiave presenti sul tracciato animato forniscono informazioni sul tipo di interpolazione in qualsiasi punto nel tempo. Il pannello Informazioni visualizza il metodo di interpolazione spaziale di un fotogramma chiave selezionato.

Quando create cambiamenti spaziali in un livello, After Effects utilizza la curva di Bezier automatica come interpolazione spaziale predefinita.

Nota:

Per impostare il valore predefinito sull’interpolazione lineare, scegliete Modifica > Preferenze > Generali (Windows) o After Effects > Preferenze > Generali (macOS) e selezionate Imposta interpolazione spazio lineare come predefinita. La modifica dell’impostazione delle preferenze non influisce sui fotogrammi chiave che sono già presenti o su quelli presenti sulle proprietà per le quali esistono già.

Interpolazione del tracciato animato: Lineare, Curva Bezier automatica, Curva Bezier continua, Bezier e Blocco
Interpolazione del tracciato animato 

A. Lineare B. Curva Bezier automatica C. Curva Bezier continua D. Bezier E. Blocco 

In alcuni casi, l’interpolazione spaziale curva di Bezier automatica per i fotogrammi chiave Posizione può provocare un movimento indesiderato in avanti e all’indietro (boomerang) tra due fotogrammi chiave con valori uguali. In tal caso, potete cambiare l’impostazione per il fotogramma precedente in modo che utilizzi l’interpolazione blocco, oppure cambiare l’interpolazione di entrambi i fotogrammi in modo che utilizzino l’interpolazione lineare.

Metodi di interpolazione dei fotogrammi chiave

Nella modalità barra del livello, l’aspetto di un’icona fotogramma chiave dipende dal metodo di interpolazione prescelto per l’intervallo tra fotogrammi chiave. Se metà dell’icona è di colore grigio scuro , significa che non c’è nessun fotogramma chiave adiacente su quel lato oppure che l’interpolazione è stata sostituita dall’interpolazione blocco applicata al fotogramma chiave precedente.

Per impostazione predefinita, un fotogramma chiave utilizza un unico metodo di interpolazione, ma potete applicare due metodi: il metodo in apertura viene applicato al valore della proprietà, mentre il tempo corrente si avvicina a un fotogramma chiave e il metodo in chiusura viene applicato al valore della proprietà mentre il tempo corrente esce da un fotogramma chiave. Quando impostate metodi di interpolazione in apertura e in chiusura diversi, l’icona del fotogramma chiave nella modalità barra del livello cambia di conseguenza. Essa visualizza la metà sinistra dell’icona di interpolazione in apertura e la metà destra dell’icona di interpolazione in chiusura.

Nota:

Per alternare tra le icone e i numeri dei fotogrammi chiave, selezionate Usa icone fotogrammi chiave o Usa indici fotogrammi chiave dal menu del pannello Timeline.

Icone dei fotogrammi chiave nel pannello Timeline nella modalità barra del livello: Lineare; Lineare in ingresso, Blocco in uscita; Curva di Bezier automatica; Curva Bezier continua o Bezier; Lineare in ingresso, Bezier in uscita
Esempi di icone dei fotogrammi chiave nel pannello Timeline nella modalità barra del livello 

A. Lineare B. Interno lineare, Esterno blocco C. Curva Bezier automatica D. Curva Bezier continua o Bezier E. Interno lineare, Esterno Bezier 

Tutti i metodi di interpolazione utilizzati da After Effects sono basati su quello Bezier, il quale fornisce maniglie direzionali che consentono di controllare le transizioni tra i fotogrammi chiave. I metodi di interpolazione che non utilizzano maniglie direzionali sono versioni vincolate dell’interpolazione di Bezier e risultano utili per determinate attività.

Per ulteriori informazioni su come i vari metodi di interpolazione agiscono sulle proprietà temporali, provate a impostare almeno tre fotogrammi chiave con valori diversi per una proprietà di livello temporale, come Opacità, e modificate i metodi di interpolazione nel modo in cui visualizzate il grafico dei valori nella modalità Editor grafico del pannello Timeline.

Per ulteriori informazioni su come differenti metodi di interpolazione agiscono su un tracciato animato, provate a impostare tre fotogrammi chiave per una proprietà spaziale, come Posizione, con valori diversi su un tracciato animato e modificate i metodi di interpolazione mentre eseguite l’anteprima del movimento nel pannello Composizione.

Nota:

Per modificare i metodi di interpolazione, fate clic con il pulsante destro su un fotogramma chiave, selezionate Interpolazione fotogrammi chiave dal menu che appare, quindi selezionate un’opzione del menu Interpolazione temporale.

Per chiarire gli esempi nelle seguenti descrizioni dei metodi di interpolazione, il risultato di ciascun metodo viene descritto come se lo aveste applicato a tutti i fotogrammi chiave relativi a una proprietà di livello. In pratica, potete applicare qualsiasi metodo di interpolazione disponibile a qualsiasi fotogramma chiave.

Nessuna interpolazione

Nessuna interpolazione è lo stato in cui una proprietà di livello non dispone di alcun fotogramma chiave (il cronometro è disattivato e nel pannello Timeline appare l’icona a forma di I  sotto l’indicatore del tempo corrente). In questo stato, quando impostate il valore di una proprietà di livello, esso mantiene tale valore per la durata del livello, a meno che non venga escluso da un’espressione. Per impostazione predefinita, a una proprietà di livello non viene applicata alcuna interpolazione. Se per una proprietà di livello sono presenti dei fotogrammi chiave, significa che è in uso un qualche tipo di interpolazione.

Interpolazione lineare

L’interpolazione lineare crea una frequenza di variazione uniforme per i fotogrammi chiave, che può conferire alle animazioni un aspetto meccanico. After Effects esegue l’interpolazione dei valori tra due fotogrammi chiave adiacenti il più direttamente possibile, senza tenere conto dei valori degli altri fotogrammi chiave.

Se applicate l’interpolazione lineare a tutti i fotogrammi chiave di una proprietà di livello temporale, il cambiamento inizia istantaneamente nel primo fotogramma chiave e continua nel successivo a velocità costante. Nel secondo fotogramma chiave, la frequenza di variazione passa immediatamente alla frequenza tra esso e il terzo fotogramma chiave. Quando il livello raggiunge il valore del fotogramma chiave finale, il cambiamento si interrompe all’istante. Nel grafico dei valori, il segmento che collega i due fotogrammi chiave con interpolazione lineare appare come una linea retta.

Interpolazione con curva di Bezier

L’interpolazione curva di Bezier garantisce un controllo più preciso poiché consente di correggere manualmente la forma del grafico dei valori o dei segmenti di tracciato animato su un lato o sull’altro del fotogramma chiave. A differenza della curva di Bezier automatica o della curva di Bezier continua, le due maniglie direzionali in un fotogramma chiave di Bezier funzionano in modo indipendente sia nel grafico dei valori che nel tracciato animato.

Se applicate l’interpolazione curva di Bezier a tutti i fotogrammi chiave di una proprietà del livello, After Effects crea una transizione uniforme tra i fotogrammi chiave. La posizione iniziale delle maniglie direzionali è calcolata come per l’interpolazione con curva di Bezier automatica. After Effects mantiene le posizioni esistenti delle maniglie direzionali mano a mano che modificate il valore del fotogramma chiave di Bezier.

A differenza degli altri metodi di interpolazione, l’interpolazione curva di Bezier consente di creare una qualsiasi combinazione di curve e linee rette lungo il tracciato animato. Poiché le due maniglie direzionali di Bezier operano in modo indipendente, un tracciato animato curvilineo può trasformarsi improvvisamente in un angolo acuto nel fotogramma chiave di Bezier. L’interpolazione spaziale di Bezier è ideale per disegnare un tracciato animato che segue una forma complessa, come un percorso su una mappa o il contorno di un logo.

Mentre si sposta un fotogramma chiave di tracciato animato, le posizioni già esistenti delle maniglie direzionali vengono mantenute. L’interpolazione temporale applicata a ciascun fotogramma chiave controlla la velocità delle animazioni lungo il tracciato.

Interpolazione con curva di Bezier automatica

Nell’interpolazione con curva di Bezier automatica, il fotogramma chiave cambia in modo preciso e uniforme. Potete usare l’interpolazione spaziale con curva di Bezier automatica per creare, ad esempio, il tracciato di un’automobile che affronta una curva.

Quando cambiate il valore di un fotogramma chiave con curva di Bezier automatica , le posizioni delle maniglie direzionali della curva di Bezier automatica cambiano automaticamente per assicurare una transizione uniforme tra fotogrammi chiave. Le regolazioni automatiche cambiano la forma del grafico dei valori o dei segmenti del tracciato animato su entrambi i lati del fotogramma chiave. Se anche il fotogramma chiave precedente e quello successivo usano l’interpolazione con curva di Bezier automatica, cambia anche la forma dei segmenti sul lato più distante del fotogramma chiave precedente o successivo. Se regolate manualmente la posizione di una maniglia direzionale di una curva di Bezier automatica, il fotogramma chiave viene convertito in una curva di Bezier continua .

La curva di Bezier automatica è l’interpolazione spaziale predefinita.

Interpolazione con curva di Bezier continua

Analogamente all’interpolazione con curva di Bezier automatica, anche nell’interpolazione con curva di Bezier continua il fotogramma chiave cambia in modo preciso e uniforme. Tuttavia le posizioni delle maniglie direzionali della curva di Bezier continua devono essere impostate manualmente. Le regolazioni eseguite cambiano la forma del grafico del valore o dei segmenti del tracciato animato su entrambi i lati del fotogramma chiave.

Se applicate questo metodo di interpolazione a tutti i fotogrammi chiave di una proprietà, After Effects regola i valori di ogni fotogramma chiave per creare transizioni uniformi. After Effects mantiene queste transizioni uniformi mano a mano che spostate un fotogramma chiave della curva di Bezier continua  su uno dei tracciati animati o sul grafico del valore.

Interpolazione blocco

L’interpolazione blocco è disponibile solo come metodo di interpolazione temporale. Usatela per modificare nel tempo il valore di una proprietà di livello, ma senza una transizione graduale. Questo metodo è utile per gli effetti stroboscopici, oppure quando si desidera che i livelli appaiano o scompaiano improvvisamente.

Se applicate l’interpolazione blocco a tutti i fotogrammi chiave di una proprietà del livello, il valore del primo fotogramma chiave resta bloccato fino al fotogramma chiave successivo, in cui i valori cambiano immediatamente. Nel grafico del valore, il segmento di grafico che segue un fotogramma chiave di blocco  appare come linea retta orizzontale.

Anche se l’interpolazione blocco è disponibile solo come metodo di interpolazione temporale, i fotogrammi chiave sul tracciato animato sono visibili, ma non sono collegati da punti di posizione del livello. Ad esempio, se animate la proprietà Posizione di un livello mediante l’interpolazione blocco, il livello resta bloccato nel valore della posizione del fotogramma chiave precedente fino a quando l’indicatore del tempo corrente non raggiunge il fotogramma successivo, nel qual punto il livello scompare dalla posizione di blocco e appare nella nuova posizione.

Mediante il comando Blocca fotogramma potete facilmente fermare il fotogramma corrente per tutta la durata del livello. Per fermare un fotogramma, posizionate l’indicatore del tempo corrente nel fotogramma da fermare. Assicuratevi che il livello sia selezionato, quindi scegliete Livello > Tempo > Blocca fotogramma. La modifica del tempo è attivata e un fotogramma chiave di blocco viene inserito nella posizione dell’indicatore del tempo corrente per fermare il fotogramma.

Nota:

Se in precedenza avevate abilitato la modifica del tempo sul livello, tutti i fotogrammi chiave creati vengono eliminati quando applicate il comando Blocca fotogramma.

Potete usare l’interpolazione blocco solo per l’interpolazione temporale in chiusura (per i fotogrammi che seguono un fotogramma chiave). Se create un fotogramma chiave successivo a un blocco fotogramma chiave, il nuovo fotogramma chiave utilizza l’interpolazione di blocco in apertura.  

Nota:

Per applicare o rimuovere l’interpolazione blocco come interpolazione di uscita per un fotogramma chiave, selezionate il fotogramma chiave nel pannello Timeline e scegliete Animazione > Attiva/disattiva blocco fotogramma chiave.

Applicare e modificare i metodi di interpolazione del fotogramma chiave

Potete applicare e modificare il metodo di interpolazione per qualsiasi fotogramma chiave. Potete applicare le modifiche mediante la finestra di dialogo Interpolazione fotogrammi chiave, oppure applicarle direttamente a un fotogramma chiave nella modalità barra del livello, in un tracciato animato o nell’Editor grafico. Potete inoltre modificare l’interpolazione predefinita che After Effects utilizza per le proprietà spaziali.

Per informazioni su come regolare automaticamente la velocità tra fotogrammi chiave mediante i controlli Regolazione automatica, consultate Controllo della velocità tra fotogrammi chiave.

Modificare il metodo di interpolazione con la finestra di dialogo Interpolazione fotogrammi chiave

La finestra di dialogo Interpolazione fotogrammi chiave fornisce le opzioni per impostare l’interpolazione temporale e spaziale e, solo per le proprietà spaziali, le impostazioni vaganti.

  1. Nella modalità barra del livello o nell’Editor grafico, selezionate i fotogrammi chiave da modificare.
  2. Scegliete Animazione > Interpolazione fotogrammi chiave.
  3. Per Interpolazione temporale, scegliete una delle seguenti opzioni:

    Impostazioni correnti

    Conserva i valori di interpolazione già applicati ai fotogrammi chiave selezionati. Scegliete questa opzione quando sono selezionati più fotogrammi chiave o fotogrammi chiave regolati manualmente e non desiderate modificare le impostazioni esistenti.

    Lineare, Bezier, Curva Bezier continua, Curva Bezier automatica e Blocco

    Applicate un metodo di interpolazione temporale utilizzando i valori predefiniti.

  4. Se avevate selezionato i fotogrammi chiave di una proprietà di livello spaziale, scegliete una delle seguenti opzioni per Interpolazione spaziale:

    Impostazioni correnti

    Conserva le impostazioni di interpolazione già applicate ai fotogrammi chiave selezionati.

    Lineare, Bezier, Curva Bezier continua, e Curva Bezier automatica

    Applicate un metodo di interpolazione spaziale utilizzando i valori predefiniti.

  5. Se avevate selezionato i fotogrammi chiave di una proprietà di livello spaziale, usate il menu Vagante per scegliere il modo in cui un fotogramma chiave determina la propria posizione nel tempo, quindi fate clic su OK:

    Impostazioni correnti

    Conserva il metodo applicato correntemente per posizionare nel tempo i fotogrammi chiave selezionati.

    Vagante nel tempo

    Mantiene uniforme la frequenza di variazione attraverso i fotogrammi chiave selezionati variandone automaticamente la posizione nel tempo in base alle posizioni dei fotogrammi chiave immediatamente precedenti o successivi alla selezione.

    Blocca su tempo

    mantiene i fotogrammi chiave selezionati nella posizione temporale corrente. I fotogrammi restano al loro posto a meno che non siano spostati manualmente.

    Per ulteriori informazioni su come rendere uniforme la frequenza di variazione tra i fotogrammi chiave selezionati, consultate Creare animazioni uniformi fotogrammi chiave vaganti.

Modificare il metodo di interpolazione con lo strumento di selezione nella modalità barra del livello

  1. Con lo strumento Selezione, effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Se il fotogramma chiave utilizza l’interpolazione Lineare, fate clic tenendo premuto Ctrl (Windows) oppure Comando (macOS) sul fotogramma chiave per impostarlo su Curva Bezier automatica .

    • Se il fotogramma chiave utilizza Bezier, Curva Bezier Continua o interpolazione Curva Bezier automatica,fate clic tenendo premuto Ctrl (Windows) oppure Comando (Mac OS) sul fotogramma chiave per impostarlo su Lineare.

Modificare il metodo di interpolazione in Editor grafico

  • Fate clic sul fotogramma chiave con lo strumento Converti vertice  per alternare tra l’interpolazione lineare e Curva di Bezier automatica.
  • Selezionate uno o più fotogrammi chiave, quindi fate clic sul pulsante Blocco, Lineare o Curva di Bezier automatica nella parte inferiore dello schermo per cambiare il metodo di interpolazione.
Pulsanti di interpolazione nell’Editor grafico: Converti fotogrammi chiave selezionati da bloccare; Converti fotogrammi chiave selezionati in lineari; Converti fotogrammi chiave selezionati in curva Bezier automatica
Pulsanti di interpolazione nell’Editor grafico

A. Converti fotogrammi chiave selezionati da bloccare B. Converti fotogrammi chiave selezionati in lineari C. Converti fotogrammi chiave selezionati in curva Bezier automatica 

Modificare le maniglie direzionali di una curva Bezier nell’Editor grafico

Nell’Editor grafico, ai fotogrammi chiave che utilizzano l’interpolazione di Bezier sono attaccate le maniglie direzionali. Potete ritirare, estendere o ruotare le maniglie direzionali per regolare con precisione la curva di interpolazione Bezier in un grafico dei valori. Potete ritirare o estendere le maniglie direzionali per regolare con precisione la curva in un grafico della velocità.

Per impostazione predefinita, quando ritirate o estendete una maniglia direzionale, la maniglia opposta al fotogramma chiave si sposta insieme ad essa. Dividendo le maniglie direzionali si ottengono due maniglie direzionali, attaccate a un fotogramma chiave, che si comportano in modo indipendente.

  • Per ritirare o estendere le maniglie direzionali, trascinatele avvicinandole o allontanandole dal centro del relativo fotogramma chiave mediante lo strumento Selezione.
  • Per selezionare un’intera maschera, tenete premuto Alt e fate clic (Windows) o tenete premuto Opzione e fate clic (Mac OS) su una maschera con lo strumento Selezione. Potete anche tenere premuto il tasto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) ed eseguire un trascinamento all’esterno di un fotogramma chiave per disegnare nuove maniglie, a prescindere dall’esistenza o meno di maniglie.
  • Per manipolare simultaneamente le maniglie direzionali di due fotogrammi chiave adiacenti, trascinate il segmento del grafico di valore tra i fotogrammi chiave.
Estendere la maniglia direzionale Bezier nel grafico della velocità
Estendere la maniglia direzionale Bezier nel grafico della velocità

 Adobe

Ottieni supporto in modo più facile e veloce

Nuovo utente?