Per informazioni generali sulla correzione e la regolazione del colore, compresi i collegamenti alle esercitazioni e altre risorse, consulta Correzione colore, regolazione cromatica e regolazione del colore.

Effetti di terze parti forniti con After Effects per questa categoria:

  • Effetto CC Color Neutralizer

  • Effetto CC Color Offset

  • Effetto CC Kernel

  • Effetto CC Toner

Effetto Colore Lumetri

After Effects offre gli strumenti Colore Lumetri per la correzione del colore di qualità professionale che consentono di correggere le riprese direttamente nella timeline. L’effetto Colore Lumetri è accessibile dalla categoria Correzione colore del menu Effetti e dal pannello Effetti e predefiniti. Colore Lumetri supporta l’accelerazione GPU per ottenere prestazioni migliori. Consentono di regolare il colore, il contrasto e l’illuminazione nelle sequenze in modo innovativo. Grazie all’integrazione tra montaggio e correzione del colore, puoi passare liberamente da un’operazione di montaggio a una di correzione colore senza dover esportare o avviare un’altra applicazione specifica.

Lo spazio di lavoro Colore è stato pensato sia per gli utenti professionisti del colore, sia gli editor senza esperienza di correzione del colore. Cursori e controlli intuitivi consentono di applicare sia correzioni di colore semplici sia complessi Look Lumetri. Con gli strumenti di correzione colore avanzati come curve e ruote dei colori puoi facilmente regolare i tagli e perfezionare il colore.

Questo effetto funziona con colori a 8, 16 e 32 bpc.

Regolazione selettiva del colore con curve di correzione colore

Come un editor e colorista, le curve di regolazione selettiva per la correzione colore ti consentono di avere un controllo preciso e mirato sulla correzione di specifiche gamme di colore. Puoi accedere a queste curve nel pannello Effetto Lumetri Color. Ad esempio, le curve Tonalità e luminanza e Tonalità e tonalità ti consentono di controllare in modo rapido e preciso la luminosità e la tonalità specifica (colore) di tutti i colori precisi del video.  

Ad esempio, disponi di un set di matite, di colore rosso, verde e blu chiaro, e desideri un blu più scuro che corrisponda alla tua tavolozza. Puoi selezionare il blu chiaro e usare la curva Tonalità e luminanza per trasformarlo in blu scuro. Questa modifica non influisce sugli altri colori nell'immagine.

Curve RGB

Le curve RGB consentono di regolare la luminanza e le gamme tonali nella clip utilizzando le curve.

Curva di colore RGB
Curva di colore RGB
  • La curva principale controlla la luminanza. Inizialmente, è rappresentata da una linea retta diagonale bianca. L’area in alto a destra della linea rappresenta le luci e quella in basso a sinistra le ombre.
  • Regolando la curva principale si regolano simultaneamente i valori dei tre canali RGB. Puoi anche scegliere di regolare solo il valore del canale rosso, verde o blu. Per regolare diverse aree tonali, aggiungi punti di controllo direttamente sulla curva.
  • Fai clic sulla curva e trascina il punto di controllo per regolare un’area tonale. Trascinando un punto di controllo verso l’alto o il basso puoi schiarire o scurire l’area tonale in questione. Trascinando verso sinistra o destra puoi invece aumentare o ridurre il contrasto.
  • Per eliminare un punto di controllo, tieni premuto il tasto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) e fai clic sul punto di controllo.

Curve saturazione tonalità

Le cinque curve tonalità e saturazione forniscono un controllo completo per la correzione del colore di video e immagini. Puoi selezionare un colore nel video e regolare la tonalità, la saturazione e la luminosità. Puoi anche regolare la saturazione in un intervallo di luminosità o un intervallo di saturazione di un video.

  • Tonalità e tonalità: seleziona un colore (tonalità) nell'immagine e la modifica in un'altra tonalità.
  • Tonalità e saturazione: modifica la saturazione del colore nell'immagine.
  • Tonalità e luminanza: modifica la luminanza del colore nell'immagine.
  • Saturazione e saturazione: seleziona e regola l'intervallo di saturazione all'interno della saturazione originale di un'immagine.
  • Luminanza e luminanza: seleziona l'intervallo di luminanza e regola la relativa saturazione.

Configurare le curve saturazione tonalità

  1. Nel pannello Timeline, seleziona la clip da correggere. Seleziona Effetto > Correzione colore > Lumetri Color. Puoi anche visualizzare questa opzione nel pannello Effetti e predefiniti nella sezione Correzione colore.

  2. Nel pannello Controlli effetti, nella sezione Lumetri Color, apri l'opzione Curve. After Effects visualizza due opzioni:

    • Curva RGB
    • Curve saturazione tonalità
  3. Apri le curve saturazione tonalità. Tutte le curve di colore vengono visualizzate sotto questa opzione. Puoi anche utilizzare tutte le curve di colore o persino una singola curva per la correzione del colore o della gradazione del metraggio.

Correzione colore selettiva nel metraggio

  1. Segui i passaggi nella sezione Configurare le curve saturazione tonalità.

  2. Fai clic sul contagocce per selezionare la curva che desideri utilizzare.

  3. Nel pannello Composizione, fai clic sul colore nella clip che vuoi modificare. Quando selezioni un colore con il contagocce, vengono aggiunti tre punti sulla curva. Un punto rappresenta il colore selezionato e gli altri due punti di controllo limitano la selezione in un intervallo ristretto.

  4. Trascina i punti di controllo per regolare le curve di colore.

  • Quando selezioni un altro colore con il contagocce, vengono aggiunti tre punti sul grafico.
  • Puoi anche creare dei punti di controllo facendo clic sulla curva. Per eliminare un punto, usa Command-click (Mac) e Alt-clic (Win).
  • Fai doppio clic su un punto qualsiasi per rimuovere tutti i punti del grafico.
  • Tieni premuto il tasto Maiusc mentre selezioni un punto nel grafico, per bloccare un punto di controllo alla tonalità corrente.
  • Trascina il punto di controllo centrale verso l'alto o verso il basso per aumentare o diminuire il valore di output dell’intervallo selezionato. Ad esempio, puoi utilizzare la curva Tonalità e saturazione per selezionare un intervallo verde; trascinando verso l'alto puoi aumentare la saturazione dell'intervallo dei verdi nel video, mentre trascinando verso il basso puoi ridurre la saturazione.
  • Quando sposti un punto di controllo, viene visualizzata una banda verticale per consentirti di giudicare il risultato finale. Questo è utile nella curva di Tonalità e tonalità, dove può essere difficile valutare in modo adeguato la tonalità risultante.  Ad esempio: desideri ritoccare il colore arancione per renderlo simile a un giallo pallido. Puoi utilizzare la curva Tonalità e tonalità per selezionare un intervallo di colori arancioni. Con il punto di controllo centrale selezionato, l'indicatore verticale ti mostra che puoi spostare la gradazione verso il basso per modificare l'arancione in giallo chiaro.

Esempi per illustrare le curve saturazione tonalità

Il gruppo di curve dell'effetto Lumetri Color include gli strumenti di regolazione delle curve per rendere semplice la regolazione cromatica selettiva. È possibile utilizzare i grafici a due assi per regolare le seguenti caratteristiche:

  • Tonalità e saturazione: regola la saturazione dei pixel in un intervallo di tonalità selezionato. Utile per togliere o aggiungere la saturazione di colori specifici. Ad esempio, nell'immagine, questa è stata usata per incrementare i livelli di saturazione dell'immagine per far apparire la ragazza meno pallida. La saturazione del cielo blu e della luce è stata inoltre migliorata per rendere l'immagine più calda.
Regolazione della curva di tonalità e saturazione
Regolazione della curva di tonalità e saturazione
  • Tonalità e tonalità: regola la tonalità dei pixel in un intervallo di tonalità selezionato. Utile per la correzione dei colori, ad esempio, la curva è stata utilizzata per modificare la tonalità del vestito della ragazza. Questa curva è utile per attività come modificare il rosso in arancione o per la correzione della pelle troppo pallida.
Regolazione della curva di tonalità e tonalità
Regolazione della curva di tonalità e tonalità
  • Tonalità e luminanza: regola la luminanza dei pixel in un intervallo di tonalità selezionato. Utile per togliere o mettere in risalto colori isolati, come rendere i cieli blu più scuri o un fiore viola più luminoso. Nell'esempio, il cielo azzurro e il suo riflesso nell'acqua sottostante è stato scurito per aggiungere più impatto all'immagine.
Regolazione della curva di tonalità e luminanza
Regolazione della curva di tonalità e luminanza
  • Luminanza e saturazione: regola la saturazione dei pixel in un intervallo di luminanza selezionato. Utile per aumentare o diminuire la saturazione delle luci o delle ombre. In questo esempio, la curva è stata utilizzata per aumentare leggermente i toni di blu all'interno della luminanza.
Regolazione della curva di Luminanza e saturazione
Regolazione della curva di Luminanza e saturazione
  • Saturazione e saturazione: regola la saturazione dei pixel in un intervallo di saturazione selezionato. Utile per portare i colori nell'intervallo legalmente richiesto, ad esempio comprimendo le luci e le ombre.

È inoltre possibile utilizzare questa curva per assicurarti di trasmettere i livelli di saturazione legali, riducendo la saturazione sotto al 75%.

Regolazione della curva di saturazione e saturazione
Regolazione della curva di saturazione e saturazione

Effetti Colore automatico e Contrasto automatico

L’effetto Colore automatico regola il contrasto e il colore di un’immagine dopo aver analizzato le ombre, i mezzitoni e le evidenziazioni dell’immagine. L’effetto Contrasto automatico regola il contrasto generale e la miscela dei colori. Ogni effetto mappa i pixel più chiari e più scuri dell’immagine sul bianco e nero e quindi ridistribuisce i pixel intermedi. Di conseguenza, le luci appaiono più chiare e le ombre più scure.

Poiché Contrasto automatico e Colore automatico non regolano i singoli canali dei colori, non introducono o rimuovono dominanti di colore.

L’effetto Livelli automatici utilizza molti degli stessi controlli degli effetti Colore automatico e Contrasto automatico.

Nota:

Un metodo rapido per rimuovere (o almeno ridurre) lo sfarfallio causato da fluttuazioni di esposizione e colore da un fotogramma all’altro consiste nell’applicare l’effetto Colore automatico. Questa tecnica è utile ad esempio per ridurre lo sfarfallio in vecchi film o per correggere lo sfarfallio di colore causato da una sorgente di luce.

Questi effetti funzionano con colori a 8 bpc e a 16 bpc.

Arrotondamento temporale

Intervallo di fotogrammi adiacenti, in secondi, analizzati allo scopo di determinare l’entità della correzione da apportare a ciascun fotogramma, in relazione ai fotogrammi circostanti. Se Arrotondamento temporale è pari a 0, ogni fotogramma viene analizzato in modo indipendente, senza analizzare i fotogrammi circostanti. Con l’opzione Arrotondamento temporale puoi apportare correzioni più uniformi nel tempo.

Ricerca scena

Se selezionato, i fotogrammi posizionati oltre un cambio di scena vengono ignorati quando i fotogrammi circostanti sono analizzati per l’arrotondamento temporale.

Ritaglia nero, Ritaglia bianco

Misura in cui l’effetto deve ritagliare le ombre e le luci nell’immagine, in base ai nuovi colori di ombra pura e di luce pura. Impostando valori di ritaglio troppo elevati si riducono i dettagli delle ombre e delle luci. Si consiglia di specificare un valore compreso tra 0,0% e 1%. Per impostazione predefinita, i pixel delle ombre e delle luci vengono ritagliati dello 0,1%, ovvero il primo 0,1% di entrambi gli estremi viene ignorato quando sono identificati i pixel più chiari e più scuri dell’immagine. Il valore più basso e più alto nell’intervallo dopo il ritaglio vengono mappati al nero e al bianco di output. In tal modo, i valori bianchi e neri di input sono basati su valori di pixel rappresentativi, invece che estremi.

Regola mezzitoni neutri (disponibile solo per Colore automatico)

Identifica un colore quasi neutro medio nel fotogramma e quindi regola i valori gamma per rendere neutro il colore.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Più è alto il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sul livello. Ad esempio, se imposti questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sul livello. Se imposti questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Effetto Livelli automatici

L’effetto Livelli automatici mappa i valori più chiari e più scuri di ciascun canale di colore nell’immagine al bianco e nero, quindi ridistribuisce i valori intermedi. Di conseguenza, le luci appaiono più chiare e le ombre più scure. Poiché regola ogni canale di colore individualmente, l’effetto Livelli automatici può rimuovere o introdurre dominanti di colore.

Consulta Effetti colore automatico e contrasto automatico per la spiegazione dei controlli di questo effetto.

Nota:

Un metodo rapido per rimuovere (o almeno ridurre) lo sfarfallio causato da fluttuazioni di esposizione da un fotogramma all’altro consiste nell’applicare l’effetto Livelli automatici. Questa tecnica è utile ad esempio per ridurre lo sfarfallio in vecchi film.

Questo effetto funziona con colori a 8-bpc e 16-bpc.

Effetto Livelli automatici
Originale (a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (a destra)

Effetto Bianco e nero

L’effetto Bianco e nero converte un’immagine a colori in scala di grigio, con la possibilità di controllare in che modo vengono convertiti i singoli colori.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

Per convertire un canale di colore in una tonalità di grigio più scura o più chiara, riduci o aumenta il valore della proprietà per ciascun componente di colore.

Per tingere l’immagine con un colore, seleziona Tinta e fai clic sul campione di colore o sul contagocce per specificare un colore.

L’effetto Bianco e nero è basato sul tipo di livello di regolazione Bianco e nero di Photoshop.

Nel sito Web Creative COW è disponibile un’esercitazione video di Richard Harrington che mostra come usare l’effetto Bianco e nero.

Effetto Luminosità e contrasto

L’effetto Luminosità e contrasto regola la luminosità e il contrasto di un intero livello (non dei singoli canali). Il valore predefinito 0,0 indica che non è stata apportata alcuna modifica. L’uso di questo effetto rappresenta il modo più semplice per eseguire piccole regolazioni della gamma tonale dell’immagine. Tutti i valori dei pixel nell’immagine vengono corretti contemporaneamente: luci, ombre e mezzitoni.

Questo effetto funziona con colori a 8, 16 e 32 bpc.

Nel suo sito Web After Effects Portal, Rich Young raccoglie esercitazioni e risorse sull’effetto Luminosità e contrasto e possibili alternative.

L’effetto Luminosità e contrasto utilizza l’accelerazione GPU per un rendering più veloce.

Effetto Colori diffusione televisiva

Nota:

Il plug-in Color Finesse in dotazione con After Effects include strumenti eccellenti che possono aiutarvi a mantenere i colori entro l’intervallo a prova di trasmissione. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione di Color Finesse nell’omonima sottocartella all’interno della cartella Plug-in. Consulta Plug-in.

L’effetto Colori diffusione televisiva altera i valori dei colori dei pixel per mantenere le ampiezze dei segnali all’interno dell’intervallo consentito per la trasmissione televisiva.

Usa le impostazioni Rendi trasparenti pixel non sicuri e Rendi trasparenti pixel sicuri per vedere quali parti dell’immagine sono interessate dall’effetto Colori diffusione televisiva.

Nota:

Un modo più affidabile per mantenere i colori all’interno dell’intervallo a prova di trasmissione per il tipo di output in uso consiste nell’adottare funzionalità di gestione dei colori per impostare di conseguenza il profilo dei colori di output, ad esempio SDTV (Rec. 601 NTSC). Così facendo, i valori dei colori compresi tra 0,0 e –1,0 nello spazio cromatico di lavoro vengono convertiti in valori a prova di trasmissione. Consulta Colori a prova di trasmissione.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc.

Formato

Standard di diffusione televisiva per l’output desiderato. NTSC (National Television Standards Committee) è lo standard adottato in Nord America e utilizzato anche in Giappone. PAL (Phase Alternating Line) è usato nella maggiore parte dei paesi dell’Europa occidentale e in Sud America.

Per rendere i colori sicuri

Per ridurre l’ampiezza del segnale:

Riduci luminanza

Riduce la luminosità di un pixel spostandola verso il nero. Questa è l’impostazione predefinita.

Riduci saturazione

Sposta il colore del pixel verso un grigio di luminosità analoga, riducendo la resa cromatica del pixel. Per lo stesso livello IRE, la riduzione della saturazione altera l’immagine in modo più evidente della riduzione della luminanza.

Ampiezza segnale massima (IRE)

Ampiezza massima del segnale in unità IRE. Un pixel con un’intensità al di sopra di questo valore viene alterato. Il valore predefinito è 110. Valori più bassi hanno modificano l’immagine in modo più evidente. Valori più elevati sono più rischiosi.

Effetto Cambia colore

L’effetto Cambia colore regola la tonalità, la luminosità e la saturazione di un intervallo di colori.

Questo effetto funziona con colori a 8-bpc e 16-bpc.

Visualizza

I livelli corretti mostrano i risultati dell’effetto Cambia colore. Maschera di correzione colore mostra un mascherino in scala di grigio indicante le aree del livello che verranno modificate. Le aree bianche della maschera di correzione colore vengono modificate in misura maggiore, mentre le aree scure vengono modificate in misura minore.

Trasformazione tonalità

Quantità necessaria, in gradi, per regolare la tonalità.

Trasformazione luminosità

I valori positivi ravvivano i pixel corrispondenti, mentre i valori negativi li scuriscono.

Trasformazione saturazione

I valori positivi aumentano la saturazione dei pixel corrispondenti (spostandoli verso il colore puro). I valori negativi riducono la saturazione dei pixel corrispondenti (spostandoli verso il grigio).

Colore da modificare

Colore centrale nella gamma da modificare.

Tolleranza corrispondenza

Misura in cui i colori possono differire da Colore da modificare pur restando corrispondenti.

Morbidezza corrispondenza

Indica di quanto l’effetto influisce sui pixel non corrispondenti, in proporzione alla loro somiglianza a Colore da modificare.

Corrispondenza colori

Determina lo spazio cromatico in cui confrontare i colori per determinare la similarità. RGB confronta i colori in uno spazio cromatico RGB. Tonalità confronta le tonalità di colori, ignorando saturazione e luminosità. Pertanto il rosso vivace e il rosa chiaro, ad esempio, corrispondono. Crominanza utilizza i due componenti di crominanza per determinare la somiglianza, ignorando la luminanza (luminosità).

Inverti maschera di correzione colore

Inverte la maschera che determina su quali colori agire.

Effetto Modifica in colore

L’effetto Modifica in colore (in precedenza, effetto Cambia colore HLS) cambia un colore selezionato in un’immagine in un altro colore mediante i valori di tonalità, luminosità e saturazione (HLS), lasciando immutati gli altri colori.

Modifica in colore offre la flessibilità e le opzioni non disponibili nell’effetto Cambia colore. Queste opzioni includono i cursori della tolleranza per tonalità, luminosità e saturazione, i quali consentono una precisa combinazione dei colori, oltre alla possibilità di selezionare i valori RGB esatti del colore di destinazione.

Carl Larsen mette a disposizione un’esercitazione video nel sito Web Creative COW che mostra l’utilizzo dell’effetto Modifica in colore per rimuovere le frange di colore determinate dall’aberrazione cromatica.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

Effetto Modifica in colore
Immagine originale (in alto a sinistra), con la saturazione rimossa nel pianeta (in basso a sinistra) e con il verde chiaro cambiato in giallo nel pianeta (in basso a destra)

Da

Centro della gamma di colori da modificare.

A

Colore da applicare ai pixel corrispondenti. Per animare una modifica del colore, imposta i fotogrammi o le espressioni per il colore A.

Cambia

I canali su cui agisce l’effetto.

Cambia di

Modalità di modifica dei colori. Impostazione in colore esegue un cambiamento diretto di pixel interessati nel colore di destinazione. Trasformazione in colore trasforma i valori dei pixel interessati verso il colore di destinazione, utilizzando l’interpolazione HLS. L’entità della modifica per ogni pixel dipende da quanto simile è il colore del pixel al colore Da.

Tolleranza

Misura in cui i colori possono differire dal colore Da pur restando corrispondenti. Espandi questo controllo per evidenziare dispositivi di scorrimento separati per i valori di Tonalità, Luminosità e Saturazione.

Nota:

Usa l’opzione Visualizza mascherino di correzione per identificare meglio quali pixel sono corrispondenti e interessati.

Morbidezza

Quantità di sfumatura da usare per i bordi del mascherino di correzione. I valori più alti creano transizioni più graduali tra le aree interessate dalla modifica del colore e quelle invariate.

Visualizza mascherino di correzione

Mostra un mascherino in scala di grigi indicante in quale entità l’effetto modifica ogni pixel. Le aree bianche subiscono le modifiche maggiori e quelle scure le modifiche minori.

Effetto Mixer canali

L’effetto Mixer canali modifica un canale di colore tramite una combinazione dei canali dei colori correnti. Usa questo effetto per eseguire regolazioni dei colori creative che non possono essere effettuate facilmente con gli altri strumenti di correzione dei colori. Puoi creare immagini in scala di grigi di alta qualità, scegliendo il contributo percentuale di ogni canale di colore, realizzare immagini di alta qualità in tonalità seppia o con altre tinte e scambiare o duplicare i canali.

canale di output]-[canale di input

Percentuale del valore del canale di input da aggiungere al valore del canale di output. Ad esempio, un’impostazione Rosso-Verde pari a 10 aumenta il valore del canale rosso per ogni pixel del 10% del valore del canale verde per tale pixel. Un’impostazione Blu-Verde pari a 100 e un’impostazione Blu-Blu pari a 0 sostituiscono i valori del canale blu con i valori del canale verde.

canale di output]-Costante

Valore costante (come percentuale) da aggiungere al valore del canale di output. Ad esempio, un’impostazione Rosso-Costante pari a 100 satura il canale rosso per ogni pixel aggiungendo il 100% di rosso.

Monocromatico

Usa il valore del canale di output rosso per i canali di output rosso, verde e blu, creando un’immagine in scala di grigi.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

Effetto Bilanciamento colore

L’effetto Bilanciamento colore cambia la quantità di rosso, verde e blu presente nelle ombre, nei mezzitoni e nelle luci di un’immagine.

Mantieni luminosità mantiene la luminosità media dell’immagine modificando al tempo stesso il colore. Questo controllo mantiene il bilanciamento tonale nell’immagine.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

Effetto Bilanciamento colore (HLS)

L’effetto Bilanciamento colore (HLS) modifica tonalità, luminosità e saturazione di un’immagine. Questo effetto è destinato solo a garantire la compatibilità con i progetti creati nelle Versioni precedenti di After Effects che usano l’effetto Bilanciamento colore (HLS). Per i nuovi progetti, usa l’effetto Tonalità/Saturazione, il quale funziona allo stesso modo del comando Tonalità/Saturazione di Adobe Photoshop. Per convertire un filmato in scala di grigi, imposta il valore di saturazione su –100.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

L’effetto Collegamento colore colora un livello con i valori di pixel medi di un altro livello. Questo effetto è utile per trovare rapidamente un colore corrispondente al colore di un livello di sfondo.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc.

Nel sito Web Motionworks di John Dickinson è disponibile un’esercitazione video che illustra come usare l’effetto Color Link per fondere un livello di primo piano con uno di sfondo.

Livello di origine

Livello dal quale campionare i colori. Se scegli Nessuno, il livello a cui viene applicato l’effetto è usato come livello di origine, tenendo in considerazione eventuali maschere e altri effetti applicati al livello. Se scegli il nome del livello dal menu, viene usato il livello di origine senza maschere ed effetti.

Campione

Specifica quali valori vengono campionati e quale operazione viene eseguita su di essi.

Clip

Percentuale di pixel da ignorare ai valori estremi del canale. Il taglio è utile per ridurre l’influenza del disturbo o di altri pixel non rappresentativi.

Alfa originale stencil

L’effetto posiziona uno stencil del canale alfa originale del livello sul nuovo valore.

Opacità

Opacità dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Più è basso il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sul livello. Ad esempio, se imposti questo valore su 0%, l’effetto non ha risultati visibili sul livello. Se imposti questo valore su 100%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Metodo fusione

Metodo di fusione usato per combinare il risultato dell’effetto con il livello originale. Durante il calcolo della media dei valori del canale alfa nel livello, questi metodi di fusione non sono disponibili.

Effetto Stabilizzatore colore

L’effetto Stabilizzatore colore campiona i valori di colore di un singolo fotogramma di riferimento, o fotogramma perno, in corrispondenza di uno, due o tre punti e quindi regola i colori degli altri fotogrammi in modo che i valori di colore di tali punti rimangano costanti per tutta la durata del livello. Questo effetto è utile per rimuovere lo sfarfallio dal metraggio e per equalizzare l’esposizione del metraggio con spostamenti di colore provocati da situazioni di illuminazione variabili.

Suggerimento: usa questo effetto per rimuovere lo sfarfallio comune alla fotografia time-lapse e all’animazione stop-frame.

Puoi animare i punti di controllo dell’effetto che definiscono le aree campione per tenere traccia di oggetti per i quali desideri stabilizzare i colori. Maggiore è la differenza nei valori di colore tra i punti campione, migliore è il risultato dell’effetto.

Questo effetto funziona con colori a 8-bpc e 16-bpc.

Imposta fotogramma

Imposta il fotogramma perno. Visualizza il fotogramma che contiene l’area di luminosità o il colore che desideri abbinare e fai clic su Imposta fotogramma.

Stabilizza

Elementi da stabilizzare:

Luminosità

La luminosità viene stabilizzata usando un punto campione (Punto nero).

Livelli

Il colore viene stabilizzato usando due punti campione (Punto nero e Punto bianco).

Curve

Il colore viene stabilizzato usando tutti e tre i punti campione (Punto nero, Punto bianco e Punto medio).

Punto nero

Inserisci questo punto su un’area scura da stabilizzare.

Punto medio

Inserisci questo punto su un’area di mezzotono da stabilizzare.

Punto bianco

Inserisci questo punto su un’area luminosa da stabilizzare.

Dimensione campione

Raggio, in pixel, delle aree campionate.

Effetto Colorama

L’effetto Colorama è un effetto versatile ed efficace per convertire e animare i colori in un’immagine. Usando l’effetto Colorama, puoi tingere tenuamente un’immagine o modificarne radicalmente la tavolozza dei colori.

Colorama funziona convertendo prima in scala di grigi un determinato attributo colore e rimappando quindi i valori della scala di grigi su uno o più cicli della tavolozza dei colori di output specificata. Un ciclo della tavolozza dei colori di output viene visualizzato sulla ruota Ciclo output. I pixel neri vengono mappati sul colore nella parte superiore della ruota, mentre i grigi sempre più chiari vengono mappati sui colori successivi procedendo in senso orario attorno alla ruota. Ad esempio, con la tavolozza predefinita Ciclo tonalità, i pixel corrispondenti al nero diventano rossi, mentre i pixel corrispondenti al 50% di grigio diventano cyan.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

Nel sito Web Video Copilot di Andrew Kramer è disponibile un’esercitazione video sull’utilizzo dell’effetto Colorama per creare un mascherino procedurale come primo passaggio per la sostituzione del cielo.

Controlli Fase input

Ottieni fase da

Attributo colore da usare come input. Scegli Zero per usare un attributo colore di un altro livello.

Aggiungi fase

Secondo livello da usare come input. Per usare solo questo livello come input, seleziona Zero per Ottieni fase da. In caso contrario, vengono usati sia il livello Aggiungi fase che il livello a cui viene applicato l’effetto. Puoi scegliere il livello a cui viene applicato l’effetto per aggiungere un secondo attributo di input dallo stesso livello.

Aggiungi fase da

Attributo colore del secondo livello da usare come input.

Modalità di aggiunta

Modo in cui i valori di input vengono combinati:

Reimposta

Aggiunge i valori dei due attributi per ciascun pixel. I valori superiori al 100% vengono di nuovo distribuiti attorno al ciclo. Ad esempio, una somma pari al 125% viene distribuita attorno al 25%.

Blocca

Aggiunge i valori dei due attributi per ciascun pixel. I valori al di sopra del 100% vengono ritagliati del 100%.

Media

Calcola la media dei valori dei due attributi per ciascun pixel. Poiché la media di due valori compresi ciascuno nell’intervallo tra 0% e 100% non è mai superiore al 100%, la reimpostazione e il blocco tramite questa operazione non sono mai necessari. Media è pertanto l’opzione più sicura per l’output prevedibile.

Scolora

Scolora il secondo livello sul livello dell’originale, le aree più chiare del secondo livello ravvivano il primo livello e le aree più scure del secondo livello vengono ignorate. La modalità Scolora risulta particolarmente utile per la composizione del fuoco, dei riflessi delle lenti e di altri effetti di luce.

Scorrimento fase

Punto della ruota Ciclo output in corrispondenza del quale ha inizio il mapping dei colori di input. Un valore positivo sposta il punto di inizio in senso orario attorno alla ruota Ciclo output.

Suggerimento: anima Scorrimento fase per far passare in rassegna i colori attorno alla ruota.

Controlli Ciclo output

Usa palette preimpostata

Preimposta per il ciclo di output. Le palette nella parte superiore sono studiate per eseguire rapide attività di correzione e regolazione dei colori. Le opzioni nella parte inferiore offrono una serie di palette di colore incorporate per risultati creativi.

Ciclo output

Personalizza la palette di colori di output modificando i colori e le ubicazioni dei triangoli sulla ruota Ciclo output. I triangoli specificano l’ubicazione della ruota dei colori in cui è presente un colore specifico. Il colore tra i triangoli viene interpolato gradualmente, a meno che l’opzione Interpolazione palette non sia deselezionata. Ogni ciclo di output può avere da 1 a 64 triangoli.

  • Per cambiare la posizione di un triangolo, trascinarlo. Premi Maiusc e trascina il triangolo a incrementi di 45 gradi. Nella parte superiore della ruota, il triangolo si aggancia alla posizione iniziale o alla posizione finale, a seconda che trascini da sinistra o da destra.

  • Per aggiungere un triangolo, fai clic all’interno o accanto alla ruota e seleziona un colore dal selettore colore. Fai clic leggermente a sinistra delle frecce superiori per il colore finale e leggermente a destra per il colore iniziale.

  • Per duplicare un triangolo, tieni premuto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) e trascina il triangolo.

  • Per eliminare un triangolo, trascinalo lontano dalla ruota.

  • Per cambiare l’opacità, seleziona un triangolo sulla ruota dei colori, quindi trascina il triangolo collegato al di sopra del cursore dell’opacità. Assicurati che Modifica alfa sia selezionato, se desideri che le informazioni relative all’opacità influenzino l’output.

Nota:

Quando animi il ciclo output, la posizione e il colore di un triangolo vengono interpolati tra i fotogrammi chiave. Per ottenere i migliori risultati, assicurati che tutti i fotogrammi chiave abbiano lo stesso numero di triangoli del ciclo di output.

Ripetizioni ciclo

Numero di iterazioni del ciclo di output a cui è mappata la gamma di colori di input. Il valore predefinito pari a 1 mappa la gamma di input a un’iterazione del ciclo di output, dal nero di input alla parte superiore della ruota Ciclo output, in senso orario verso il bianco di input nella parte superiore della ruota Ciclo output. Un valore pari a 2 mappa la gamma di input a due iterazioni del ciclo di output. Usa questa opzione per creare una palette semplice e ripeterla varie volte nella sfumatura.

Interpolazione palette

I colori tra i triangoli vengono interpolati in modo uniforme. Se questa opzione è deselezionata, i colori di output vengono posterizzati.

Controlli di modifica

I controlli di modifica specificano gli attributi di colore modificati dall’effetto Colorama. Per una rifinitura sofisticata delle immagini, scegli lo stesso attributo colore per Fase input e per Modifica. Ad esempio, scegli Tonalità da entrambi i menu per regolare semplicemente la tonalità.

Modifica

Attributo colore da modificare.

Modifica alfa

Modifica i valori del canale alfa.

Nota:

Se applichi Colorama a un livello con un canale alfa e il ciclo di output non contiene informazioni alfa, i bordi con anti-alias del livello possono apparire con effetto pixel. Per smussare i bordi, deseleziona Modifica alfa. Se è selezionato Modifica alfa e il ciclo di output contiene informazioni alfa, l’output viene interessato anche se hai selezionato Nessuno dal menu Modifica. Usando questo metodo, è possibile regolare i livelli del solo canale alfa senza modificare anche le informazioni RGB.

Cambia pixel vuoti

L’effetto Colorama si estende anche ai pixel trasparenti. (Questa impostazione funziona solo se è selezionato Modifica alfa).

Selezione pixel, Mascheratura e altri controlli

Questi controlli determinano i pixel interessati dall’effetto. Affinché i controlli di corrispondenza per la selezione dei pixel funzionino, Modalità di corrispondenza deve essere impostata su un valore diverso da Disattivato.

Colore corrispondente

Il centro della gamma di colori dei pixel modificati dall’effetto Colorama. Per selezionare un colore specifico dell’immagine mediante il contagocce, disattiva temporaneamente l’effetto Colorama facendo clic sullo switch Effetto nel pannello Controlli effetti.

Tolleranza corrispondenza

Distanza fino alla quale un colore può essere da Colore corrispondente pur continuando a essere interessato dall’effetto Colorama. Quando Tolleranza corrispondenza è pari a 0, l’effetto Colorama agisce solo sul colore esatto selezionato per Colore corrispondente. Quando Tolleranza corrispondenza è pari a 1, tutti i colori sono corrispondenti. Questo valore, in pratica, disattiva Modalità di corrispondenza.

Morbidezza corrispondenza

Gradualità con la quale i pixel corrispondenti si fondono nel resto dell’immagine. Ad esempio, se hai l’immagine di una persona che indossa una camicia rossa e pantaloni blu e desideri modificare il colore dei pantaloni passando dal blu al rosso, regola di conseguenza Morbidezza corrispondenza per diffondere la corrispondenza dal blu dei pantaloni alle ombre delle pieghe dei pantaloni. Se la regoli su un valore troppo elevato, la corrispondenza si diffonde al blu del cielo. Se la regoli su un valore ancora più elevato, la corrispondenza si diffonde alla camicia rossa.

Modalità di corrispondenza

Attributi colore confrontati per determinare la corrispondenza. In generale, usa RGB per la grafica a contrasto elevato e Croma per le immagini fotografiche.

Livello maschera

Livello da usare come mascherino. Metodo di mascheratura specifica quale attributo del Livello maschera viene usato per definire il mascherino. Il mascherino determina quali pixel del livello al quale viene applicato l’effetto sono interessati dall’effetto.

Composito su livello

Mostra i pixel modificati composti sopra il livello originale. Deseleziona questa opzione per visualizzare solo i pixel modificati.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Più è alto il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sul livello. Ad esempio, se imposti questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sul livello. Se imposti questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Effetto Curve

L’effetto Curve regola l’intervallo tonale e la risposta tonale di un’immagine. L’effetto Livelli modifica anche la risposta dei toni, ma l’effetto Curve assicura un controllo maggiore. Con l’effetto Livelli, puoi apportare delle modifiche utilizzando solo tre controlli (luci, ombre e mezzitoni). Con l’effetto Curve, puoi mappare a scelta i valori immessi a valori di output mediante una curva definita da 256 punti.

Puoi caricare e salvare arbitrariamente mappe e curve da usare con l’effetto Curve.

Questo effetto funziona con colori a 8, 16 e 32 bpc.

Quando applichi l’effetto Curve, After Effects visualizza un grafico nel pannello Controlli effetti, il quale consente di specificare una curva.

L’asse orizzontale del grafico rappresenta i valori di luminosità dell’originale dei pixel (livelli di input); l’asse verticale rappresenta i nuovi valori di luminosità (livelli di output). Nella linea diagonale predefinita, tutti i pixel hanno valori di input e output identici. Le curve visualizzano i valori di luminosità da 0 a 255 (8 bit) o 32768 (16 bit), con ombre (0) a sinistra.

Per modificare le dimensioni del grafico, fai clic sui pulsanti di ridimensionamento, al di sopra del grafico.

Usare l’effetto Curve

  1. Scegli Effetto > Correzione colore > Curve.
  2. Se l’immagine contiene più di un canale di colore, scegli il canale desiderato per eseguire la regolazione dal menu Canale. RGB altera tutti i canali mediante un’unica curva.

    Puoi anche selezionare direttamente e manipolare le curve dei singoli canali di colore senza utilizzare il menu Canale.

    Nota:

    Per regolare automaticamente le curve nell’effetto Curve fare clic sul pulsante Auto posto sotto le curve nel pannello Controllo effetti.

    Questa regolazione automatica si basa su un database di regolazione di curve effettuato da esperti del colore e della fotografia su un’ampia gamma di immagini di input. La regolazione apportata a un’immagine è un’interpolazione tra le regolazioni apportate alle immagini di input con distribuzioni di colore simili.

  3. Usa lo strumento Bezier e lo strumento Matita per modificare o disegnare una curva. Per attivare uno strumento, fai clic sul pulsante Bezier o Matita .

Nota:

Per smussare la curva, fai clic sul pulsante Arrotonda. Per raddrizzare la curva e ripristinare una linea, fai clic sul pulsante Ripristina.

Il tipo di curva è determinato dall’ultimo strumento usato per modificarla. Puoi salvare curve di mappe arbitrarie modificate dallo strumento Matita come file .amp (consultazione Photoshop). Puoi salvare le curve modificate dallo strumento Bezier come file .acv (spline di Photoshop).

Effetto Equalizza

L’effetto Equalizza modifica i valori dei pixel di un’immagine per produrre una luminosità o una distribuzione dei componenti di colore più uniforme. L’effetto funziona in modo simile al comando Equalizza di Adobe Photoshop. I pixel con valori alfa 0 (totalmente trasparenti) non vengono considerati, pertanto i livelli mascherati vengono equalizzati in base all’area della maschera.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc.

Effetto Equalizza
Originale (a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (a destra)

Equalizza

RGB equalizza l’immagine in base ai componenti rosso, verde e blu. La luminosità equalizza l’immagine in base alla luminosità di ciascun pixel. Stile Photoshop esegue l’equalizzazione ridistribuendo i valori di luminosità dei pixel in un’immagine in modo tale che questi rappresentino in modo più uniforme l’intera gamma dei livelli di luminosità.

Quantità da equalizzare

Modo in cui ridistribuire i valori di luminosità. Al 100%, i valori dei pixel vengono distribuiti nel modo più uniforme possibile, percentuali più basse ridistribuiscono valori di pixel inferiori.

Effetto Esposizione

Usa l’effetto Esposizione per eseguire regolazioni tonali al metraggio, o un canale alla volta o tutti i canali contemporaneamente. L’effetto Esposizione simula il risultato della modifica dell’impostazione di esposizione (in numeri di apertura) della videocamera che ha acquisito l’immagine. L’effetto Esposizione funziona eseguendo i calcoli in uno spazio colore lineare, invece che nello spazio colore corrente per il progetto. L’effetto Esposizione è studiato per eseguire regolazioni tonali in immagini con intervallo altamente dinamico (HDR), con colore a 32 bpc, ma puoi usare l’effetto su immagini a 8 bpc e a 16 bpc.

Questo effetto funziona con colori a 8, 16 e 32 bpc.

Principale

Regola simultaneamente tutti i canali.

Singoli canali

Regola i canali individualmente.

Esposizione

Simula l’impostazione di esposizione sulla videocamera che acquisisce l’immagine, moltiplicando tutti i valori di intensità della luce per una costante. Le unità per Esposizione sono numeri di apertura.

Scostamento

Scurisce o schiarisce le ombre e i mezzitoni con un minimo cambiamento delle luci.

Correzione gamma

Entità della correzione gamma da usare per aggiungere un’ulteriore regolazione della curva di potenza all’immagine. I valori più alti rendono l’immagine più chiara. I valori più bassi rendono l’immagine più scura. I valori negativi vengono resi speculati attorno allo zero (ossia, restano negativi ma vengono comunque regolati come se fossero positivi). Il valore predefinito è 1,0, che corrisponde a nessuna regolazione aggiuntiva.

Ignora la conversione di luce lineare

Seleziona per applicare l’effetto Esposizione ai valori di pixel raw. Questa opzione può essere utile se gestisci manualmente il colore utilizzando l’effetto Convertitore profilo colori.

Effetto Gamma/Piedistallo/Guadagno

L’effetto Gamma/Piedistallo/Guadagno regola la curva di risposta in modo indipendente per ciascun livello. Per il piedistallo e il guadagno, un valore pari a 0,0 è completamente disattivato, mentre un valore pari a 1,0 è completamente attivato.

Il controllo Dilatazione nero rimappa i valori di pixel bassi di tutti i canali. I valori di Dilatazione nero Grande ravvivano le aree scure. Gamma specifica un esponente descrivendo la forma della curva intermedia. I controlli Piedistallo e Guadagno specificano il valore di output raggiungibile più basso e più alto per un canale.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc.

Effetto Tonalità/saturazione

L’effetto Tonalità/Saturazione regola la tonalità, la saturazione e la luminosità dei singoli componenti di colore in un’immagine. Questo effetto è basato sulla ruota dei colori. Regolando la tonalità, o il colore, rappresenta un movimento attorno alla ruota dei colori. Regolando la saturazione o la purezza del colore, rappresenta un movimento attorno al suo raggio. Utilizza il controllo Colorazione per aggiungere colore a un’immagine a scala di grigi convertita in RGB, oppure per aggiungere colore a un’immagine RGB.

Questo effetto funziona con colori a 8, 16 e 32 bpc.

Controllo canale

Canale di colore da regolare. Scegli Principale per regolare tutti i colori contemporaneamente.

Gamma canale

Definizione del canale di colore scelto dal menu Controllo canale. Due barre colorate rappresentano i colori nel relativo ordine nella ruota dei colori. La barra colorata superiore mostra il colore prima della regolazione, mentre quella inferiore mostra in che modo la regolazione influisce su tutte le tonalità con la saturazione massima. Usa il cursore di regolazione per modificare qualsiasi intervallo di tonalità.

Tonalità principale

Specifica la tonalità globale del canale scelto dal menu Controllo canale. Per modificare la tonalità globale, usa la manopola, che rappresenta la ruota dei colori. Il valore sottolineato visualizzato al di sopra della manopola indica il numero di gradi di rotazione attorno alla ruota partendo dal colore originale del pixel. Un valore positivo indica una rotazione in senso orario, mentre un valore negativo indica una rotazione in senso antiorario. I valori possono variare tra –180 e +180.

Saturazione principale, Luminosità principale

Specifica la saturazione e la luminosità globali del canale scelto dal menu Controllo canale. I valori possono variare tra –100 e +100.

Colorazione

Aggiunge colore a un’immagine in scala di grigi convertita in RGB, oppure aggiunge colore a un’immagine RGB—ad esempio, per farla sembrare come un’immagine a due tonalità, riducendo i suoi valori di colore in un’unica tonalità.

Tonalità colorazione, Saturazione colorazione, Luminosità colorazione

Specifica la tonalità, la saturazione e la luminosità dell’intervallo di colori scelto dal menu Controllo canale. After Effects visualizza solo i dispositivi di scorrimento per la scelta di menu Controllo canale.

L’effetto Tonalità/saturazione utilizza l’accelerazione GPU per un rendering più veloce.

Regolare i colori con l’effetto Tonalità/Saturazione

  1. Scegli Effetto > Correzione colore > Tonalità/Saturazione.
  2. Dal menu Controllo canale, scegli i colori da regolare:
    • Scegli Principale per regolare tutti i colori contemporaneamente.

    • Scegli un intervallo di colori predefiniti per il colore da regolare, quindi usa i cursori per il relativo intervallo colori.

  3. Per Tonalità, digita un valore oppure trascina la manopola.
  4. Per Saturazione, digita un valore oppure trascina il cursore. Il colore si sposta allontanandosi o avvicinandosi al centro della ruota dei colori, relativamente ai valori del colore iniziale dei pixel selezionati.
  5. Per Luminosità, digita un valore oppure trascina il cursore.

Colorare un’immagine o creare un risultato monotono

  1. Scegli Effetto > Correzione colore > Tonalità/Saturazione.
  2. Seleziona Colorazione. L’immagine viene convertita nella tonalità del colore di primo piano corrente. Il valore di luminosità di ogni pixel non cambia.
  3. Se desideri, trascina la manopola Tonalità colorazione per selezionare un nuovo colore.
  4. Trascina i cursori Saturazione colorazione e Luminosità colorazione.

Modificare l’intervallo delle regolazioni dell’effetto Tonalità/Saturazione

  1. Dal menu Controllo canale, scegli un singolo colore. (Per impostazione predefinita, l’intervallo di colori selezionato quando scegli un componente di colore ha un’ampiezza di 30°, con un decadimento di 30° a entrambi i lati. Impostando un decadimento troppo basso, nell’immagine si può formare il dithering).
  2. Effettua una delle seguenti operazioni:
    • Trascina uno o entrambi i triangoli bianchi per regolare la quantità di sfumatura senza agire sull’intervallo.

    • Trascina una o entrambe le barre bianche verticali per regolare l’intervallo. Aumentando l’intervallo, la caduta diminuisce, e viceversa.

Effetto Mantieni colore

L’effetto Mantieni colore riduce la saturazione di tutti i colori di un livello, eccetto quelli simili al colore specificato per l’opzione Colore mantenuto. Ad esempio, in un filmato di una partita di pallacanestro è possibile rendere scolorire tutto tranne l’arancione della palla.

Nel sito Web Motionworks di John Dickinson è disponibile un esempio di utilizzo dell’effetto Mantieni colore.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc.

Quantità da scolorare

Quanto colore rimuovere. Il 100% fa in modo che le aree dell’immagine diverse dal colore selezionato appaiano come tonalità di grigio.

Tolleranza

Flessibilità dell’operazione di corrispondenza colore. lo 0% scolora tutti i pixel a eccezione di quelli esattamente corrispondenti al colore mantenuto. Il 100% non determina alcun cambiamento di colore.

Morbidezza bordi

Morbidezze dei contorni dei colori. I valori elevati smussano la transizione dal colore al grigio.

Corrispondenza colori

Determina se vengono confrontati i valori RGB o i valori HSB. Scegli Utilizzo di RGB per ottenere una corrispondenza più precisa che di solito scolora una parte maggiore dell’immagine. Ad esempio, per mantenere il blu scuro, il blu chiaro e il blu medio, scegli Utilizzo di HSB e scegli qualsiasi tonalità di blu come colore mantenuto.

Effetto Livelli

L’effetto Livelli rimappa l’intervallo di livelli di colore o canale alfa di input su un nuovo intervallo di livelli di output, con una distribuzione di valori determinata dal valore gamma. Questo effetto funziona analogamente alla regolazione dei valori tonali in Photoshop e utilizza l’accelerazione GPU per un rendering più veloce. 

L’effetto Livelli funziona con colori a 8, 16 e 32 bpc.

Effetto Livelli
Originale (a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (a destra)

Se scegli Alfa dal menu Canale, puoi usare l’effetto Livelli per convertire le aree completamente opache o trasparenti di un mascherino in semitrasparenti, o viceversa. Poiché la trasparenza è basata sul canale alfa monocromatico, i controlli di questo effetto fanno riferimento alla trasparenza completa come al nero e all’opacità completa come al bianco.

  • Usa Livello di nero di output con un valore pari a 0 e Livello di nero di input con un valore superiore a 0 per convertire un intervallo di aree semitrasparenti in modo che diventino completamente trasparenti.

  • Usa Livello di bianco di output con un valore pari a 1,0 e Livello di bianco di input con un valore inferiore a 1,0 per convertire un intervallo di aree semitrasparenti in modo che diventino completamente opache.

  • Usa Livello di nero di output con un valore superiore a 0 per convertire un intervallo di aree completamente trasparenti in modo che diventino semitrasparenti.

  • Usa Livello di bianco di output con un valore inferiore a 1,0 per convertire un intervallo di aree completamente opache in modo che diventino semitrasparenti.

Nota:

l’effetto Livelli (Controlli singoli) funziona come l’effetto Livelli ma consente di regolare i singoli valori cromatici per ciascun canale. Puoi così aggiungere espressioni a singole proprietà o animare una proprietà indipendentemente dalle altre. Consulta Effetto Livelli (Controlli singoli).

Canale

Canali da modificare.

Istogramma

Mostra il numero di pixel con ogni valore di luminanza in un’immagine. Consulta Correzione colore, regolazione cromatica e regolazione del colore

Suggerimento: fai clic sull’istogramma per passare dalla visualizzazione delle versioni colorizzate degli istogrammi di tutti i canali di colore alla visualizzazione dei singoli istogrammi dei canali selezionati nel menu Canale.

Nero di input e nero di output

Ai pixel nell’immagine di input con un valore di luminanza uguale al valore di nero di input viene assegnato il valore di nero di output come nuovo valore di luminanza. Il valore di nero di input è rappresentato dal triangolo sinistro superiore al di sotto dell’istogramma. Il valore di nero di output è rappresentato dal triangolo sinistro inferiore al di sotto dell’istogramma.

Bianco di input e bianco di output

Ai pixel nell’immagine di input con un valore di luminanza uguale al valore di bianco di input viene assegnato il valore di bianco di output come nuovo valore di luminanza. Il valore di bianco di input è rappresentato dal triangolo destro superiore al di sotto dell’istogramma. Il valore di bianco di output è rappresentato dal triangolo destro inferiore al di sotto dell’istogramma.

Gamma

Esponente della curva di potenza che determina la distribuzione dei valori di luminanza nell’immagine di output. Il valore gamma è rappresentato dal triangolo centrale sotto all’istogramma.

Ritaglia secondo nero di output e Ritaglia secondo bianco di output

Questi controlli determinano i risultati per i pixel con valori di luminanza inferiori al valore di nero di input o superiori al valore di bianco di input. Se il ritaglio è attivo, i pixel con valori di luminanza inferiori al valore di nero di input vengono mappati sul valore di nero di output. I pixel con valori di luminanza al di sopra del valore di bianco di input vengono mappati sul valore di bianco di output. Se il ritaglio è disattivo, i valori dei pixel risultanti possono essere inferiori al valore di nero di output o superiori al valore di bianco di output e sono interessati dal valore gamma.

Effetto Livelli (Controlli singoli)

L’effetto Livelli (Controlli singoli) funziona come l’effetto Livelli, ma consente di regolare i valori dei singoli colori per ciascun canale. Di conseguenza, puoi aggiungere espressioni a singole proprietà o animare una proprietà indipendentemente dalle altre. Per vedere ciascun controllo individualmente, fai clic sulla freccia accanto al canale del colore per espanderlo. Per un rendering più veloce, questo effetto utilizza l’accelerazione GPU.

Per informazioni su come controllare questo effetto, consulta Effetto Livelli.

Questo effetto funziona con colori a 8, 16 e 32 bpc.

Effetto Livelli (Controlli singoli)
Originale (a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (a destra)

Effetto Filtro fotografico

L’effetto Filtro fotografico simula la tecnica che consiste nell’inserire un filtro colorato davanti all’obiettivo della fotocamera per regolare il bilanciamento e la temperatura cromatica della luce trasmessa attraverso l’obiettivo e l’esposizione della pellicola. Per applicare una regolazione di tonalità a un’immagine, puoi scegliere un colore predefinito oppure specificare un colore personalizzato mediante il selettore colore o il contagocce.

Puoi usare i controlli dell’effetto Filtro fotografico per effettuare le seguenti operazioni:

  • Per usare un colore predefinito per il colore del filtro, scegli un’opzione dal menu a comparsa Filtro.

  • Per selezionare un colore personalizzato per il colore del filtro, fai clic sul campione del controllo Colore per selezionare un colore utilizzando Selettore colore di oppure fai clic sul contagocce e quindi su un colore in qualsiasi punto dello schermo del computer.

  • Per impostare la quantità di colore applicata all’immagine, regola Densità.

  • Per assicurarsi che l’immagine non venga scurita dall’effetto, seleziona Mantieni luminosità.

Nota:

Per mantenere i livelli di regolazione di Filtro fotografico creati in Photoshop, importa il file di Photoshop nel progetto After Effects come composizione, invece che come metraggio. Se hai modificato le impostazioni dei colori predefinite di Photoshop, After Effects potrebbe non essere in grado di far corrispondere esattamente il colore di Filtro fotografico.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc. In After Effects CS6 e versioni successive, questo effetto funziona con il colore a 32 bit.

Filtro riscaldamento (85) e Filtro raffreddamento (80)

Filtri di conversione del colore che perfezionano il bilanciamento del bianco in un’immagine. Se un’immagine è stata fotografata con una temperatura cromatica della luce (giallastra) più bassa, Filtro raffreddamento (80) rende i colori dell’immagine più blu per compensare la temperatura cromatica più bassa della luce ambiente. Al contrario, se la fotografia è stata scattata con una temperatura cromatica più alta della luce (bluastra), Filtro riscaldamento (85) rende i colori dell’immagine più caldi per compensare la temperatura cromatica più alta della luce ambiente.

Filtro riscaldamento (81) e Filtro raffreddamento (82)

Filtri di compensazione della luce per le piccole regolazioni nella qualità dei colori di un’immagine. Filtro riscaldamento (81) rende l’immagine più calda (più gialla) e Filtro raffreddamento (82) rende l’immagine più fredda (più blu).

Singoli colori

Applicano una regolazione della tonalità all’immagine, a seconda del colore predefinito scelto. Il colore scelto dipende da come utilizzi il comando Filtro fotografico. Se una foto ha una dominante di colore, puoi scegliere un colore complementare per neutralizzare la dominante di colore. Puoi inoltre applicare i colori per effetti o ottimizzazioni dei colori speciali. Ad esempio, il colore Subacqueo simula la dominante di colore verdastro-bluastro comune alla fotografia subacquea.

Effetto Mappa arbitraria di Photoshop

L’effetto Mappa arbitraria di Photoshop consente solo di garantire la compatibilità con i progetti creati nelle versioni precedenti di After Effects che usano l’effetto Mappa arbitraria. Per il nuovo lavoro, usa l’effetto Curve.

L’effetto Mappa arbitraria di Photoshop applica un file mappa arbitraria di Photoshop su un livello. Una mappa arbitraria regola i livelli di luminosità di un’immagine, rimappando un intervallo di luminosità specificato su tonalità più chiare o più scure. Nella finestra Curve di Photoshop, puoi creare un file mappa arbitraria per l’intera immagine o per i singoli canali.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

È possibile importare e applicare un file mappa arbitraria con Opzioni nel pannello Controlli effetti. Quando è caricata in After Effects, la mappa arbitraria specificata viene applicata al livello o a uno o più canali del livello, a seconda di come è stata creata. Se non si seleziona una mappa arbitraria, After Effects applica la mappa predefinita (distribuzione lineare della luminosità) al livello. Anche se non è possibile importare file .acv o spline di Photoshop nell’effetto Mappa arbitraria di Photoshop di After Effects, puoi convertire tali file in Photoshop per creare file compatibili con l’effetto Curve di After Effects.

Nota:

Per convertire i file .acv e spline di Photoshop, caricate il file .acv (Windows) o il file spline di Photoshop (Mac OS) nella finestra di dialogo Curve, fai clic sullo strumento Matita, quindi salva il file come file .amp (Windows) o file di consultazione Photoshop (Mac OS).

Fase

Passa in rassegna la mappa arbitraria. Aumentando la fase la mappa arbitraria si sposta verso destra (come si vede nella finestra di dialogo Curve); diminuendo la fase, la mappa si sposta verso sinistra.

Applica Fase e mappa a canale alfa

Applica la mappa specificata e crea una fase sul canale alfa del livello. Se la mappa specificata non include un canale alfa, After Effects utilizza la mappa predefinita (distribuzione lineare della luminosità) per il canale alfa.

Effetto Correzione colore selettiva

La regolazione selettiva del colore è una tecnica usata dagli scanner e dai programmi di selezione in quadricromia per modificare la quantità dei colori di quadricromia in ogni componente di colore primario di un’immagine. Puoi modificare selettivamente la quantità di un colore di quadricromia in qualsiasi colore primario, senza alterare gli altri colori primari. Ad esempio, puoi usare il comando Correzione colore selettiva per diminuire il cyan nella componente verde di un’immagine, lasciando inalterato il cyan nella componente blu.

Nota:

L’effetto Correzione colore selettiva è fornito in After Effects soprattutto per garantire fedeltà con i documenti importati da Photoshop in cui viene usato il tipo di livello di regolazione Correzione colore selettiva.

Anche se il comando Correzione colore selettiva usa i colori CMYK per regolare un’immagine, può essere applicato anche alle immagini RGB.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

Scegli uno dei due valori presenti nel menu Metodo:

Relativo

Modifica le quantità esistenti di cyan, magenta, giallo o nero in percentuale sul totale. Ad esempio, se inizi con un pixel che ha il 50% di magenta e aggiungi il 10%, al magenta viene aggiunto il 5% (10% di 50% = 5%) per un totale di 55% di magenta. Questa opzione non può regolare il bianco speculare puro, che non contiene componenti di colore.

 

Assoluto

Modifica i valori assoluti del colore. Ad esempio, se inizi con un pixel che ha il 50% di magenta e aggiungi il 10%, l’inchiostro magenta viene impostato al 60%.

Nota:

La regolazione si basa sulla vicinanza di un colore a una delle opzioni del menu Colori. Ad esempio, il magenta al 50% si trova tra il bianco e il magenta puro e ad esso viene applicato un insieme proporzionale delle correzioni definite per i due colori.

Il colore su cui si agisce è quello scelto nel menu Colore.

Il gruppo di proprietà Dettagli offre un’interfaccia alternativa con cui regolare i colori e ottenere corrispondenza con le proprietà indicate nel pannello Timeline.

Effetto Ombra/Luce

Consente di schiarire i soggetti in ombra o di attenuare le luci di un’immagine. Questo effetto non schiarisce o scurisce un’intera immagine. Regola luci e ombre in modo indipendente sulla base dei pixel circostanti. Puoi anche correggere il contrasto complessivo di un’immagine. Le impostazioni predefinite servono per correggere le immagini con problemi di retroilluminazione.

Questo effetto funziona con colori a 8-bpc e 16-bpc.

Effetto Ombra/Luce
Originale (a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (a destra)

Quantità automatica

Se questa opzione è selezionata, i valori di Quantità ombra e di Quantità luce vengono ignorati e vengono utilizzate quantità determinate automaticamente come appropriate per l’illuminazione e il ripristino del dettaglio nelle ombre. Selezionando questa opzione viene attivato anche il controllo Arrotondamento temporale.

Quantità ombra

Quantità per illuminare le ombre nell’immagine. Questa opzione è attiva solo se deselezioni Quantità automatica.

Quantità luce

Quantità per scurire le luci nell’immagine. Questa opzione è attiva solo se deselezioni Quantità automatica.

Arrotondamento temporale

Intervallo di fotogrammi adiacenti, in secondi, analizzati allo scopo di determinare l’entità della correzione da apportare a ciascun fotogramma, in relazione ai fotogrammi circostanti. Se Arrotondamento temporale è pari a 0, ogni fotogramma viene analizzato in modo indipendente, senza analizzare i fotogrammi circostanti. Con l’opzione Arrotondamento temporale puoi apportare correzioni più uniformi nel tempo.

Ricerca scena

Se questa opzione è selezionata, i fotogrammi posizionati oltre un cambio di scena vengono ignorati quando i fotogrammi circostanti sono analizzati per l’arrotondamento temporale.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Più è alto il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sulla clip. Ad esempio, se imposti questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sulla clip. Se imposti questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Espandi la categoria Altre opzioni per visualizzare i seguenti comandi:

Ampiezza tonale ombra e Ampiezza tonale luce

Intervallo di tonalità regolabili nelle ombre e nelle luci. I valori più bassi limitano rispettivamente l’intervallo regolabile alle sole zone più scure e più chiare. I valori più alti ampliano l’intervallo regolabile. Queste opzioni risultano utili per isolare le zone da regolare. Ad esempio, per schiarire una zona scura senza toccare i mezzitoni, imposta un valore basso per Ampiezza tonale ombra, in modo tale da agire solo sulle zone più scure dell’immagine con l’opzione Quantità ombra. Specificando un valore troppo grande per una determinata immagine potrebbero venire generati degli aloni attorno ai bordi scuri o chiari. Le impostazioni predefinite tentano di ridurre questi elementi indesiderati. Questi aloni possono prodursi se il valore Quantità ombra o Quantità luce è troppo alto e possono essere ridotti diminuendo questi valori.

Raggio ombra e Raggio luce

Raggio (in pixel) dell’area attorno a un pixel usata dall’effetto per determinare se il pixel si trova in una zona di ombra o di luce. In genere, questo valore dovrebbe essere circa uguale alle dimensioni del soggetto principale nell’immagine.

Correzione colore

Quantità di correzione del colore che l’effetto applica a ombre e luci regolate. Ad esempio, se aumenti il valore Quantità ombra, metti in risalto i colori che erano scuri nell’immagine originale. Potrebbe essere opportuno che questi colori siano più vivi. Più alto è il valore Correzione colore, più saturi risulteranno questi colori. Più marcata è la regolazione apportata a ombre e luci, maggiore sarà l’intervallo disponibile di correzione del colore.

Nota:

Se desideri modificare il colore di un’intera immagine, usa l’effetto Tonalità/Saturazione dopo avere applicato l’effetto Ombra/Luce.

Contrasto mezzitoni

Grado di contrasto applicato dall’effetto ai mezzitoni. I valori elevati determinano un aumento del contrasto dei soli mezzitoni e contemporaneamente ombre più scure e luci più chiare. Un valore negativo riduce il contrasto.

Ritaglia nero, Ritaglia bianco

Misura in cui l’effetto deve ritagliare le ombre e le luci nell’immagine, in base ai nuovi colori di ombra pura e di luce pura. Impostando valori di ritaglio troppo elevati si riducono i dettagli delle ombre e delle luci. Si consiglia di specificare un valore compreso tra 0,0% e 1%. Per impostazione predefinita, i pixel delle ombre e delle luci vengono ritagliati dello 0,1%, ovvero il primo 0,1% di entrambi gli estremi viene ignorato quando si identificano i pixel più chiari e più scuri dell’immagine, che vengono quindi mappati al nero di output e al bianco di output. In tal modo, i valori bianchi e neri di input sono basati su valori di pixel rappresentativi, invece che estremi.

Effetto Tinta

L’effetto Tinta tinge un livello sostituendo i valori di colore di ogni pixel con un valore compreso tra i colori specificati da Associa nero a e Associa bianco a. Ai pixel con valori di luminanza compresi tra il bianco e il nero vengono assegnati valori intermedi. L’opzione Quantità da tingere specifica l’intensità dell’effetto. Questo effetto supporta l’accelerazione GPU per un rendering più veloce. Fai clic sul pulsante Scambia colori per scambiare i valori cromatici dei parametri Associa nero a e Associa bianco a.

Per applicare tinte più complesse, usa l’effetto Colorama.

Questo effetto funziona con colori a 8, 16 e 32 bpc. 

Effetto Tinta: originale (a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (a destra)
Originale (a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (a destra)

L’effetto Tinta utilizza l’accelerazione GPU per un rendering più veloce.

Effetto Tre tonalità

L’effetto Tre tonalità modifica le informazioni sui colori di un livello mediante la mappatura dei pixel chiari, scuri e dei mezzitoni sui colori che selezioni. L’effetto Tre tonalità è simile all’effetto Tinta, ma ha anche un controllo per i mezzitoni.

Questo effetto funziona con colori a 8, 16 e 32 bpc.

Fondi con originale

Trasparenza dell’effetto. Il risultato dell’effetto viene fuso con l’immagine originale, con il risultato dell’effetto composto sopra. Più è alto il valore impostato, minore è l’influenza dell’effetto sul livello. Ad esempio, se imposti questo valore su 100%, l’effetto non ha risultati visibili sul livello. Se imposti questo valore su 0%, l’immagine originale non viene visualizzata.

Effetto Vividezza

L’effetto Vividezza regola la saturazione in modo da ridurre l’incidenza di ritaglio per i colori a piena saturazione. Le regolazioni Vividezza agiscono hanno un impatto maggiore sui colori meno saturi nell’immagine originale rispetto a quelli che sono già saturi.

L’effetto Vividezza è utile per aumentare la saturazione in un’immagine senza sovrasaturare le tonalità incarnato. Le regolazioni Vividezza hanno un impatto minore sulla saturazione dei colori con tonalità comprese nell’intervallo dal magenta all’arancione.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

Per agire maggiormente sui colori meno saturi e proteggere le tonalità incarnato, modifica la proprietà Vividezza. Per regolare la saturazione di tutti i colori in ugual modo, modifica la proprietà Saturazione.

L’effetto Vividezza è basato sul tipo di livello di regolazione Vividezza di Photoshop.

Effetto Limitatore video

L’effetto Limitatore video consente di limitare il segnale video in base a intervalli legali nello spazio di lavoro del progetto. Per la trasmissione questi intervalli sono misurati in unità IRE. 100 IRE corrisponde al valore di canale 1,0 in un progetto a 32 bpc o a 255 in un progetto a 8 bpc.

È possibile limitare i valori di luminanza e crominanza dei segnali video in modo che rispettino le specifiche di trasmissione. Per applicare questo effetto con accelerazione GPU, seleziona Effetti > Correzione colore. Puoi applicarlo a singoli livelli o a un livello di regolazione per limitare l’intera composizione. Puoi utilizzare l’effetto Limitatore video in alternativa al vecchio effetto Colori diffusione televisiva, che è simile ma supporta solo la profondità colore a 8 bpc.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online