Separare un oggetto in primo piano dallo sfondo con il Pennello a rotoscopio e creare mascherini con Migliora mascherino.

La separazione di un oggetto in primo piano dallo sfondo rappresenta un passaggio importante per molti effetti visivi e flussi di lavoro di composizione. Una volta creato un mascherino con cui sia possibile isolare un oggetto, potete sostituire lo sfondo, applicare selettivamente degli effetti allo sfondo ed effettuare molte altre operazioni.

Utilizzate il Pennello a rotoscopio per disegnare tratti sulle aree più rappresentative degli elementi di primo piano e di sfondo. After Effects utilizza tali informazioni per creare un bordo di segmentazione tra gli elementi di primo piano e di sfondo.

Una volta creato un bordo di segmentazione, utilizzate le proprietà Migliora mascherino per migliorarlo.

 L’effetto Migliora mascherino è inoltre disponibile separatamente per i mascherini creati con funzioni diverse dal Pennello a rotoscopio.

Pennello a rotoscopio 2

Powered by Adobe Sensei

Il rotoscoping tradizionale utilizza maschere animate per isolare gli elementi nelle clip video, un processo ripetitivo che può richiedere molto tempo. Il Pennello a rotoscopio 2 utilizza l’intelligenza artificiale per tracciare i movimenti del soggetto per risparmiare tempo sul perfezionamento fotogramma per fotogramma.

L’opzione predefinita per il rotoscoping è il Pennello a rotoscopio 2. Se preferite lo strumento precedente, potete selezionarlo utilizzando il menu della Versione effetti Pennello a rotoscopio e Miglioramento bordi.

Differenze tra il Pennello a rotoscopio 1 e il Pennello a rotoscopio 2

Pennello a rotoscopio 1 Pennello a rotoscopio 2
Il banner di propagazione viene visualizzato nel pannello Livello.
Il banner di propagazione viene visualizzato sia nel pannello Livello che nel pannello Composizione, che contiene il livello a cui è applicato il Pennello a rotoscopio. Nel caso in cui il pannello Livello sia chiuso, si vede comunque il progresso della propagazione.

L’intervallo di Pennello a rotoscopio e Miglioramento bordi è più sottile, con una sezione grigio chiaro e una sezione nera per i fotogrammi base.

Quando propagate i fotogrammi, viene visualizzata una linea verde e sottile al centro dell’intervallo.

 

L’intervallo di Pennello a rotoscopio e Miglioramento bordi ha un pattern a zig zag grigio chiaro e il fotogramma base è un box verde brillante posto all’inizio.

Quando propagate i fotogrammi, vengono visualizzate linee verdi a zig zag al centro dell’intervallo. Per ulteriori informazioni, consultate Tratti, intervalli e fotogrammi base.

I comandi classici sono attivati per impostazione predefinita. I comandi classici, ad esempio Soglia movimento e Smorzamento movimento, non sono attivati per impostazione predefinita. Potete attivarli selezionando Abilita comandi classici sotto gli effetti Pennello a rotoscopio e Miglioramento bordi.

Se preferite, potete attenervi al Pennello a rotoscopio 1, poi selezionare Pennello a rotoscopio 1.0 (Classico) dal menu della Versione degli effetti Pennello a rotoscopio e Miglioramento bordi.

Flusso di lavoro

Se avete già utilizzato lo strumento Pennello a rotoscopio 1, la selezione degli oggetti con motore di propagazione del Pennello a rotoscopio 2 è praticamente identica:

  1. Selezionate il Pennello a rotoscopio  nella barra degli strumenti (Alt/Opzione + W).

  2. Fate doppio clic su un livello esistente nel pannello Composizione.

    In questo modo si aprirà il livello nel pannello Livello.

  3. Selezionate un fotogramma da cui partire.

     Evitate i fotogrammi in cui l’oggetto è nascosto da altri oggetti nella scena. Ad esempio, per una persona che entra ed esce dall’inquadratura, scegliete un fotogramma in cui si trova completamente nella scena.

  4. Disegnate un tratto verde in primo piano sul soggetto, l’oggetto o l’area in cui desiderate eseguire il roto.

    2020-06-11_14-54-41
    L’oggetto da rimuovere è evidenziato in magenta.

    Iniziate con un tratto che taglia l’oggetto. Consultate la selezione del Pennello a rotoscopio e utilizzate il numero di tratti necessari per aggiungere o rimuovere parti della selezione.

    Non disegnate un contorno intorno all’oggetto. Disegnate al centro, passando attraverso qualsiasi regione dell’oggetto con un colore o una luminosità differente.

    Non disegnate tra i bordi per evitare di confondere la selezione.

     

  5. Definire la selezione.

    Disegnate tratti aggiuntivi o tratti sullo sfondo tenendo premuto Alt/Opzione per rimuovere parti della selezione. Disegnate tratti attorno ai bordi che volete rimuovere.

    La linea color magenta che circonda l’oggetto diventa più definita.

    Se tagliate un po' più del necessario, rilasciate Alt/Option e trascinate l'area da aggiungere alla selezione. Durante l’aggiunta, il cursore è verde. Mentre disegnate un tratto sullo sfondo, l’indicatore dello strumento Pennello a rotoscopio è un cerchio rosso con un segno meno al centro.

    foreground_mirrorsmallerbrushsm
    Tratti in primo piano che aggiungono alla selezione
    tehbhaexr0yc
    Tratti sullo sfondo che rimuovono dalla selezione
  6. Una volta impostato il fotogramma base, avviate la propagazione.

    Per iniziare la propagazione:

    • Premete la barra spaziatrice: in questo modo si avvierà la propagazione del mascherino dal fotogramma base al nuovo fotogramma. 
    • Potete propagare fotogramma per fotogramma in avanti o all’indietro, se desiderate procedere più lentamente e monitorare più attentamente la propagazione. Questa scelta è particolarmente adatta per i metraggi che richiedono più tratti di correzione. Potete inoltre utilizzare queste scelte rapide per spostarvi fotogramma per fotogramma:
      • PgSu e PgGiù 
      • Comando + freccia sinistra/destra (macOS) o Ctrl + freccia sinistra/destra (Windows)
  7. Man mano che il Pennello a rotoscopio propaga il mascherino da un fotogramma all’altro, può capitare che la selezione includa aree indesiderate o “perda” porzioni della selezione originale. Per correggere questo effetto, disegnate un tratto sullo sfondo (tenendo premuto Alt/Opzione) sul primo fotogramma in cui si verifica la modifica non voluta per rimuovere le aree indesiderate, o disegnate un nuovo tratto in primo piano per includere eventuali porzioni perse. Come per il fotogramma base, evitate il più possibile di disegnare oltre il bordo della selezione.

    Nota:

    Per disegnare tratti più precisi, ridimensionate la punta del Pennello a rotoscopio. Utilizzate tratti più spessi all’inizio del lavoro di segmentazione, e passate poi a tratti più sottili per lavorare in modo più dettagliato. Consultate Tratti, intervalli e fotogrammi base del Pennello a rotoscopio.

  8. Bloccare la propagazione.

    Dopo aver propagato il mascherino in tutti i fotogrammi del video, bloccate la propagazione con il pulsante Blocca nella parte inferiore del pannello Livello.

    Dopodiché potete continuare ad apportare modifiche al mascherino senza rieseguire la propagazione. Se desiderate aggiungere o rimuovere da una selezione dopo il blocco, potete sbloccare la propagazione con lo stesso pulsante.

    La propagazione va bloccata solo se soddisfatti del mascherino del pennello a rotoscopio. La funzione Blocco fissa anche il mascherino, in modo che il pennello a rotoscopio non debba ri-propagare i margini. Per ulteriori informazioni, consultate Blocco (memorizzazione in cache, blocco e salvataggio) della segmentazione di Pennello a rotoscopio.

Regolazione e miglioramento del mascherino finale

  • Il risultato della propagazione può essere ulteriormente affinato e migliorato tramite i controlli del gruppo “Mascherino Pennello a rotoscopio” nell’effetto Pennello a rotoscopio, in particolare con la proprietà “Riduzione brusio”. 
  • Inoltre, lo strumento Miglioramento dei bordi può essere utilizzato per oggetti con bordi molto dettagliati come i capelli e ulteriormente controllato nel gruppo di proprietà “Migliora mascherino bordo”. Sono inoltre disponibili opzioni che compensano la sfocatura del movimento e la decontaminazione dei colori del bordo. È utile nel caso di mascherini con bordi morbidi o dettagli fini, come i capelli.
  • Utilizzate lo strumento Miglioramento dei bordi sugli altri fotogrammi finché il miglioramento è il più preciso e completo possibile. Premete Alt/Opzione per eliminare i tratti di miglioramento dei bordi.
  • Se avete usato il pennello Miglioramento bordi, è selezionata la funzione Regola miglioramento mascherino bordo nelle proprietà Pennello a rotoscopio e miglioramento dei bordi. Modificate le proprietà nel gruppo Migliora mascherino bordo in base alle esigenze. (Consultate Pennello a rotoscopio e miglioramento dei bordi, Migliora mascherino obiettivo e Migliora mascherino proiettore.)

Utilizzate gli interruttori nella parte inferiore del pannello Livello per visualizzare i risultati dei mascherini, oppure aprite il pannello Composizione per visualizzare il risultato nel contesto con gli altri livelli. Per ulteriori informazioni, consultate Opzioni di visualizzazione del pannello Livello.

Guida introduttiva a Pennello a rotoscopio 1

Se desiderate una maggiore precisione attorno ai bordi, potete usare lo strumento Pennello a rotoscopio 1 e combinarlo con Pennello a rotoscopio 2. Per impostazione predefinita, i comandi disponibili per Pennello a rotoscopio 1 possono essere attivati in Pennello a rotoscopio 2 selezionando l’opzione Abilita comandi classici nelle Preferenze. La procedura da usare è essenzialmente identica a quella del Pennello a rotoscopio 2.

  1. Passate allo strumento Pennello a rotoscopio o Miglioramento dei bordi premendo Alt+W (Windows) oppure Opzione+W (Mac OS).

    Nota: una volta selezionato uno di questi strumenti, per passare all’altro premete Alt+W (Windows) o Opzione+W (Mac OS).

  2. Seguite la stessa procedura dal punto 2 al punto 8 del Pennello a rotoscopio 2.

Opzioni di visualizzazione del pannello Livello

AfterFX_(Beta)_2020-06-11_17-25-21
Interruttori nel pannello Livello per visualizzare alfa, bordo alfa e sovrapposizione alfa

Potete scegliere queste modalità di visualizzazione del menu Mostra canale nel pannello Livello, facendo clic sui relativi pulsanti nel pannello Livello o mediante le scelte rapide da tastiera corrispondenti. Con i controlli disponibili nella parte inferiore del pannello Livello potete modificare il colore e l’opacità delle sovrapposizioni usate in modalità Bordo alfa e Sovrapposizione alfa.

Alfa

Mostra il canale alfa di un livello (Alt+4 o Opzione+4).

Bordo alfa

Mostra il livello sorgente con primo piano e sfondo inalterati, con i bordi di segmentazione evidenziati come contorni colorati sovrapposti (Alt+5 o Opzione+5).

Nota: la modalità di visualizzazione Bordo alfa è disattivata se nel menu Visualizza nel pannello Livello è impostata una voce diversa da Pennello a rotoscopio.

Sovrapposizione alfa

Mostra il livello sorgente con il primo piano inalterato e lo sfondo evidenziato come sovrapposizione in colore tinta unita (Alt+6 o Opzione+6).

Pennello a rotoscopio ed effetto Miglioramento bordi

Questo effetto viene applicato automaticamente dopo il primo tratto di Pennello a rotoscopio o miglioramento dei bordi disegnato nel pannello Livello. Questo effetto ha lo scopo di controllare le impostazioni degli strumenti Pennello a rotoscopio e di miglioramento dei bordi. Una volta creato un bordo di segmentazione e i bordi di limite da rifinire, utilizzate le proprietà Mascherino Pennello a rotoscopio e Migliora mascherino bordo per migliorare il mascherino.

Quando disegnate inizialmente un tratto con il Pennello a rotoscopio, il fotogramma su cui disegnate diventa un fotogramma base. Le informazioni sulla segmentazione (le informazioni relative a ciò che si definisce primo piano e sfondo) sono predefinite in base all’intera durata del livello o, se sono presenti più intervalli, in base a una qualsiasi durata vuota. La serie di fotogrammi influenzati dal fotogramma base è detta intervallo del Pennello a rotoscopio. Delle piccole frecce nella barra dell’intervallo, nel pannello Livello, indicano la direzione di propagazione delle informazioni. Se disegnate un tratto correttivo in un fotogramma in cui le frecce indicano verso destra, le informazioni da tale tratto vengono propagate in avanti; se le frecce indicano verso sinistra, le informazioni da tale tratto vengono propagate all’indietro. Se disegnate un tratto in un fotogramma esterno all’intervallo del Pennello a rotoscopio, viene creato un nuovo fotogramma base e un nuovo intervallo del Pennello a rotoscopio.

Potete quindi lavorare in avanti da un fotogramma base, con la certezza che i tratti correttivi apportati non modificheranno i risultati sui fotogrammi su cui siete già intervenuti. Lo stesso vale anche in direzione opposta, ossia all’indietro da un fotogramma base.

Ogni tratto correttivo viene propagato in avanti o all’indietro e influisce su tutti i fotogrammi in tale direzione all’interno dell’intervallo, indipendentemente da quando viene disegnato il tratto. Ad esempio, se il fotogramma base è il fotogramma 10 e disegnate un tratto correttivo sul fotogramma 20, quindi un altro al fotogramma 15, il fotogramma 20 viene influenzato da entrambi i tratti correttivi, come se li aveste disegnati in ordine inverso.

Ogni volta che disegnate un tratto in un intervallo, l’intervallo cresce a meno che questo non sia impossibile perché adiacente a un altro intervallo.

  • Per cambiare manualmente la durata di un intervallo, trascinatene un’estremità.

  • Per eliminare un intervallo, fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Control (Mac OS) su un intervallo e scegliete Rimuovi intervallo.

  • Per eliminare tutti gli intervalli, eliminate l’istanza dell’effetto Pennello a rotoscopio.

In Pennello a rotoscopio 2 c’è un banner di propagazione nella parte inferiore del pannello Livello. Questo indica lo stato del fotogramma di propagazione corrente e il numero totale di fotogrammi. Ad esempio, “fotogramma di propagazione del pennello a rotoscopio 40 di 131”.

Banner di propagazione
Banner di propagazione

Lo strumento Pennello somiglia per diversi aspetti agli strumenti di pittura, ma presenta anche importanti differenze.

Quando lo strumento Pennello a rotoscopio è selezionato, le funzioni disponibili nel pannello Disegno sono disattivate. I tratti realizzati con il Pennello a rotoscopio hanno una durata di un fotogramma, ma la loro influenza viene propagata in avanti o all’indietro nell’ambito di uno specifico intervallo.

Come per gli altri strumenti di disegno, potete modificare la dimensione del pennello (Diametro) dello strumento Pennello a rotoscopio. Ad esempio, potete usare l’opzione Diametro nel pannello Pennelli oppure potete trascinare tenendo premuto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) nel pannello Livello. Anche le altre opzioni del pannello Pennelli agiscono sullo strumento Pennello a rotoscopio, eccetto l’opzione Durezza.

Potete copiare le proprietà Tracciato del Pennello a rotoscopio e incollarle in maschere, forme e istanze dell’effetto Disegno, come è possibile fare con altri tipi di tracciati. Se copiate un singolo tratto, non vengono copiate le informazioni dell’intervallo del Pennello a rotoscopio. Tuttavia, se copiate l’intera istanza dell’effetto Pennello a rotoscopio, vengono incluse anche le relative informazioni di intervallo (e del fotogramma base) del Pennello a rotoscopio.

Potete utilizzare espressioni nella proprietà Tracciato dell’effetto Pennello a rotoscopio così come è possibile per la proprietà Tracciato dell’effetto Disegno.

Quando disegnate un tratto con lo strumento Pennello a rotoscopio, viene creato un nuovo tratto anche se ne è selezionato uno. Questo comportamento è diverso rispetto alla funzionalità di posizionamento dei tratti degli strumenti di disegno.

I tratti realizzati con lo strumento Pennello a rotoscopio si trovano nel gruppo di proprietà Tratti all’interno del gruppo di proprietà Pennello a rotoscopio nel pannello Timeline.

Molte delle scelte rapide da tastiera che funzionano con i tratti e gli strumenti di disegno funzionano anche per i tratti realizzati con il Pennello a rotoscopio e lo strumento Pennello a rotoscopio. Consultate Strumenti di disegno (scelte rapide da tastiera).

Preferenze effetto Pennello a rotoscopio e Migliora mascherino

Le proprietà dell’effetto Pennello a rotoscopio nel gruppo di proprietà Propagazione agiscono sulla segmentazione tra il primo piano e lo sfondo e su come tali informazioni di segmentazione vengono usate per i fotogrammi contigui nell’intervallo. Altre proprietà dell’effetto Pennello a rotoscopio agiscono sul mascherino che viene generato in base alla segmentazione iniziale. L’effetto Migliora mascherino include tutte le proprietà dell’effetto Pennello a rotoscopio esterne al gruppo di proprietà Propagazione (eccetto Inverti primo piano/sfondo).

  • Versione: per scegliere tra la due versioni di Pennello a rotoscopio, cioè 1.0 (Classica) e 2.0.
Opzione per selezionare e cambiare versione del pennello a rotoscopio
Opzione per selezionare e cambiare versione del pennello a rotoscopio
  • Qualità: selezionate la qualità dei dettagli intorno ai bordiStandard è più veloce e non ha molti dettagli intorno ai bordi. Migliore è più rifinita attorno ai bordi.
Selezionate una delle due opzioni di qualità e passate da una all’altra
Selezionate una delle due opzioni di qualità e passate da una all’altra
  • Propagazionele proprietà presenti all’interno del gruppo di proprietà Propagazione (tranne Visualizza area di ricerca) influenzano tutti i calcoli del Pennello a rotoscopio. Eventuali modifiche apportate a tali proprietà richiedono il ricalcolo e la propagazione delle informazioni di segmentazione da un fotogramma base. Inoltre, le modifiche di tali proprietà non influenzano i risultati su un fotogramma base stesso. È quindi consigliabile modificare queste proprietà quando l’indicatore del tempo corrente si trova a uno o due fotogrammi di distanza dal fotogramma base, in modo da poterne vedere il risultato.
    • Raggio di ricerca: il raggio dell’area in cui After Effects effettua ricerche per trovare pixel che corrispondano da un fotogramma all’altro. Le proprietà Soglia movimento e Smorzamento movimento consentono di modificare il modo in cui il raggio di ricerca si adatta ad aree con più o meno movimento. Se il raggio di ricerca è troppo piccolo, è possibile che non vengano rilevate alcune aree di movimento. Viceversa, se è troppo elevato, potrebbero essere rilevate delle aree di movimento estranee.
    •  Visualizza raggio di ricercaquando è selezionata, viene mostrata una casella verde intorno al soggetto. Questo indica il punto in cui l’algoritmo del pennello a rotoscopio cerca il soggetto. Se il soggetto si sposta da tale fotogramma, si perde l’effetto Pennello a rotoscopio. È possibile aumentare la percentuale fino a coprire l’intera area. In questo modo diventa più lento ma più preciso e copre un’area maggiore.
    • Abilita comandi classici: in Pennello a rotoscopio 2, Propagazione ha anche questa casella di controllo. Questa funzione è disponibile solo quando la versione è impostata su 2.0 e passa il risultato della propagazione dal nuovo algoritmo a quello classico per averne un controllo più accurato e maggiori dettagli sul bordo. Vengono riattivate le vecchie opzioni del pennello a rotoscopio, come Soglia movimento, Rilevamento bordo e Smorzamento movimento. Nella versione 1.0, queste opzioni sono attive per impostazione predefinita, ma nella versione 2 è necessario attivarle manualmente. Se non ricevete i risultati di segmentazione della linea desiderati con Standard o Migliore, provate ad abilitare i controlli classici. In questo modo si crea un approccio ibrido che sfrutta il meglio di Pennello a rotoscopio 2 e 1).
      • Soglia movimento e Attenuamento movimento: (disponibile in Pennello a rotoscopio 1 per impostazione predefinita e abilitando i comandi classici in Pennello a rotoscopio 2). Queste due proprietà controllano il modo in cui il raggio di ricerca viene vincolato in base al movimento. Modificate Soglia movimento per impostare il livello di movimento inferiore, considerato come assenza di movimento, in cui l’area di ricerca viene ridotta a zero. Smorzamento movimento agisce invece sulle aree rimanenti, considerate come aree con movimento. Mano a mano che aumentate il valore di Smorzamento movimento, l’area di ricerca viene ridotta; le aree con movimento lento vengono ridotte maggiormente rispetto a quelle con movimento rapido. Vincolando l’area di ricerca nelle aree con poco movimento è possibile ridurre il brusio lungo i bordi in tali aree. Tuttavia, se si vincola eccessivamente l’area di ricerca, il rilevamento automatico dei bordi può non rientrare più entro il bordo dell’oggetto.
      • Rilevamento bordo: consente di scegliere se determinare il bordo tra primo piano e sfondo preferendo il bordo di segmentazione calcolato per il fotogramma corrente in isolamento o la segmentazione calcolata in base al precedente fotogramma. L’opzione Bilanciato considera in ugual misura il fotogramma corrente e i fotogrammi circostanti. Se gli oggetti in primo piano hanno colori simili allo sfondo, è consigliabile scegliere Preferisci bordi previsti.
      • Applica stima colore alternativa: modifica leggermente il processo mediante il quale l’effetto Pennello a rotoscopio determina ciò che deve essere considerato primo piano e sfondo. In alcuni casi, ma non sempre, la segmentazione risulta migliore se questa opzione viene attivata.
Abilita comandi classici
Abilita comandi classici
  • Inverti primo piano/sfondo: inverte i tratti da considerare come primo piano o come sfondo nella fase di segmentazione dell’effetto Pennello a rotoscopio.
  • Regola mascherino pennello a rotoscopio: usate questa funzione per migliorare i bordi, ridurre il brusio, spostare i bordi, lavorare sul contrasto e sfumare la selezione.
  • Migliora mascherino bordo: 
    • Arrotonda: se si aumenta questo valore, le curve lungo il bordo di segmentazione risultano più omogenee. Se dovete isolare un oggetto con caratteristiche nette (ad esempio, dei capelli), impostate un valore basso.
    • Sfuma: consente di definire la morbidezza del bordo di segmentazione. Se Arrotonda è impostato su 0 questa proprietà non ha alcun effetto. A differenza di Arrotonda, Sfuma viene applicato attraverso il bordo.
    • Riduci: valore di riduzione (contrazione) del mascherino rispetto al valore della proprietà Arrotonda. Il risultato è molto simile a quello della proprietà Riduci dell’effetto Riduzione mascherino, ma il valore è una percentuale compresa tra -100% e +100% (anziché un valore numerico tra -127 e +127).
    • Riduci brusio: aumentate questa proprietà per ridurre il verificarsi di cambiamenti imprevisti nei bordi da un fotogramma a quello successivo. Questa proprietà determina l’influenza del fotogramma corrente sul calcolo di una media ponderata tra fotogrammi adiacenti, in modo che i bordi del mascherino non si spostino casualmente da un fotogramma a quello successivo. Se il valore Riduci brusio è elevato, viene applicata una forte riduzione del brusio e il fotogramma corrente ha un’influenza minore. Se il valore Riduci brusio è alto, viene applicata una leggera riduzione del brusio e il fotogramma corrente ha un’influenza maggiore. Se il valore Riduci brusio è pari a 0, per il miglioramento del mascherino viene considerato solo il fotogramma corrente. Suggerimento: se l’oggetto di primo piano non si muove, ma i bordi del mascherino si muovono e cambiano, aumentate il valore della proprietà Riduci brusio. Se l’oggetto di primo piano si muove, ma i bordi del mascherino non cambiano, riducete il valore della proprietà Riduci brusio.
  • Applica effetto movimento: selezionate questa opzione per effettuare il rendering del mascherino con un effetto movimento. Con l’opzione Alta qualità l’operazione risulta più lenta, ma viene generato un bordo migliore. Potete inoltre impostare il numero di campioni e l’angolo dell’otturatore, funzioni analoghe a quelle per l’effetto movimento nelle impostazioni della composizione. (Consultate Effetto movimento).
  • Decontamina colori bordo: selezionate questa opzione per decontaminare (pulire) il colore dei pixel del bordo. Il colore di sfondo viene rimosso dai pixel del primo piano per correggere eventuali aloni e la contaminazione con un colore di sfondo negli oggetti di primo piano con sfocatura da effetto movimento. L’entità di questo passaggio dipende dal Livello di decontaminazione (in Pennello a rotoscopio 2 si chiama Livello).
    • Estendi se arrotondato: questa opzione funziona solo se Riduci brusio è impostato su un valore maggiore di 0 e Decontamina colori bordo è selezionato. I bordi che vengono spostati per la riduzione del brusio vengono puliti.
    • Aumenta il raggio di decontaminazione (in Pennello a rotoscopio 2 si chiama Aumenta raggio): valore (in pixel) di cui aumentare il raggio per pulire i colori dei bordi, in aggiunta a tutti i processi di pulizia riguardanti le sfumature, l’effetto movimento e la decontaminazione estesa.
    • Visualizza mappa di decontaminazione (in Pennello a rotoscopio 2 si chiama Visualizza mappa): mostra i pixel che verranno puliti dalla decontaminazione dei colori dei bordi (pixel bianchi nella mappa).

Blocco (memorizzazione nella cache, blocco e salvataggio) della segmentazione di Pennello a rotoscopio

Quando nel menu Visualizza del pannello Livello è impostato Pennello a rotoscopio, nell’angolo in basso a destra del pannello Livello compare il pulsante Blocca. Fate clic su questo pulsante per memorizzare nella cache e bloccare la segmentazione per tutti gli intervalli di Pennello a rotoscopio per il livello in questione nell’area di lavoro della composizione. Il mascherino viene così mantenuto e salvato con il progetto. Alla successiva apertura del progetto o in occasione di successive modifiche non verrà pertanto effettuato nuovamente il calcolo della segmentazione dell’effetto Pennello a rotoscopio.

Pulsante Blocca
Pulsante Blocca

Se, quando fate clic sul pulsante Blocca, After Effects ha già calcolato le informazioni di segmentazione di Pennello a rotoscopio per un fotogramma, tali informazioni vengono memorizzate nella cache. Se invece la segmentazione non è ancora stata calcolata per un fotogramma nell’intervallo di Pennello a rotoscopio, After Effects deve effettuare tale calcolo prima di effettuare il blocco.

I fotogrammi con le informazioni di segmentazione bloccate (memorizzate nella cache e bloccate) sono rappresentati da barre blu nella visualizzazione intervallo di Pennello a rotoscopio 1 nel pannello Livello (e da barre viola nella visualizzazione intervallo di Pennello a rotoscopio 2).

Barre viola in Pennello a rotoscopio 2
Barre viola nella visualizzazione intervallo di Pennello a rotoscopio 2

Nota:

Se fate clic su Interrompi nella finestra di dialogo Blocco del Pennello a rotoscopio, l’aggiunta di fotogrammi alla cache viene interrotta, ma la segmentazione di Pennello a rotoscopio è ancora bloccata con le informazioni di segmentazione memorizzate nella cache fino al momento in cui avete fatto clic sul pulsante Interrompi.

Per sbloccare la segmentazione di Pennello a rotoscopio, fate di nuovo clic sul pulsante Blocca.

Quando la segmentazione di Pennello a rotoscopio è bloccata, potete portare il puntatore sul pulsante Blocca per vedere quando sono state create le informazioni memorizzate nella cache.

Quando la segmentazione di Pennello a rotoscopio è bloccata, il puntatore dello strumento Pennello a rotoscopio è barrato.

Le informazioni memorizzate nella cache e bloccate corrispondono al risultato dei tratti di Pennello a rotoscopio e del gruppo di proprietà Propagazione dell’effetto Pennello a rotoscopio. La modifica di questi elementi (ad esempio, se disegnate nuovi tratti di Pennello a rotoscopio o modificate le proprietà del gruppo di proprietà Propagazione), non produce alcun risultato sull’effetto Pennello a rotoscopio fintanto che non viene sbloccata la segmentazione. Le proprietà del gruppo di proprietà Mascherino non vengono bloccate.

Le informazioni di segmentazione di Pennello a rotoscopio bloccate vengono memorizzate nella cache e bloccate mentre l’applicazione è in esecuzione. Le informazioni memorizzate nella cache vengono salvate con il progetto.

Suggerimenti per lavorare con il Pennello a rotoscopio

  • Quando disegnate dei tratti con il Pennello a rotoscopio per definire un oggetto di primo piano, iniziate a disegnare i tratti lungo il centro delle caratteristiche dell’oggetto. Ad esempio, disegnate un tratto lungo lo scheletro anziché lungo il braccio. A differenza del rotoscoping tradizionale, che richiede la definizione manuale precisa dei bordi, con lo strumento Pennello a rotoscopio è sufficiente definire aree rappresentative. After Effects procede quindi all’estrapolazione da tali aree per determinare dove si trovano i bordi. Prima di disegnare un tratto lungo un bordo per ottenere una segmentazione precisa, accertatevi di aver già tracciato dei tratti di primo piano lungo la parte centrale dell’oggetto e almeno alcuni tratti di sfondo approssimativi dall’altra parte del bordo.

  • Se disegnate un tratto Pennello a rotoscopio su un’area errata dell’immagine, annullate tale tratto. Consultate Annullare le modifiche. Tuttavia, se After Effects interpreta erroneamente il tratto e include o esclude una parte di immagine eccessiva, non annullatelo; piuttosto, disegnate ulteriori tratti in modo da “insegnare” al Pennello a rotoscopio le aree da includere o escludere.

  • Quando usate lo strumento Pennello a rotoscopio, accertatevi che la risoluzione sia impostata su Massima. Le modalità Anteprime rapide, come Risoluzione adattata, con funzionano bene con lo strumento Pennello a rotoscopio perché il passaggio a risoluzioni diverse richiede il ricalcolo completo delle informazioni di segmentazione. Per tale motivo le modalità Anteprime rapide sono disattivate quando disegnate un tratto con il Pennello a rotoscopio. Questa impostazione è condivisa dai pannelli Composizione e Livello. Consultate Risoluzione.

  • Usate lo strumento Pennello a rotoscopio nelle composizioni per le quali la frequenza fotogrammi corrisponda a quella dell’elemento di metraggio sorgente del livello. Se la frequenza fotogrammi della composizione non corrisponde a quella dell’elemento di metraggio sorgente del livello, sul fondo del fotogramma nel pannello Composizione viene visualizzato un banner di avvertenza. Consultate Frequenza fotogrammi.

  • Ottenuti gli effetti desiderati mediante l’effetto Pennello a rotoscopio, potete ritoccare ulteriormente il mascherino utilizzando altre funzioni di composizione di After Effects, ad esempio pitturando su un canale alfa. Consultate Composizione e trasparenza: panoramica e risorse.

Da ricordare

  • Scegliete accuratamente il fotogramma di partenza. Più il fotogramma è preciso e stabile, migliore sarà la propagazione.
  • La selezione del Pennello a rotoscopio può essere effettuata solo nel pannello Livello, quindi assicuratevi di avere il metraggio aperto in quel pannello.
  • I progetti più vecchi che usavano il Pennello a rotoscopio devono essere ancora aperti con Pennello a rotoscopio 1. Se aprite un progetto creato nelle versioni precedenti alla 17.5, che utilizzavano i vecchi effetti Pennello a rotoscopio e Miglioramento bordi, questi vengono impostati alla versione 1. Quindi, i vecchi progetti eseguono lo stesso rendering anche se aperti nella nuova versione.