Guida utente Annulla

Dilatazione e modifica del tempo

  1. Guida utente di After Effects
  2. Versioni beta
    1. Panoramica del programma beta
    2. After Effects Beta Home
  3. Guida introduttiva
    1. Introduzione ad After Effects
    2. Novità di After Effects 
    3. Note sulla versione | After Effects
    4. Requisiti di sistema di After Effects
    5. Scelte rapide da tastiera di After Effects
    6. Formati di file supportati | After Effects
    7. Consigli sull’hardware
    8. After Effects per Apple Silicon
    9. Pianificazione e impostazione
  4. Spazi di lavoro
    1. Elementi generali dell’interfaccia utente
    2. Interfaccia di After Effects
    3. Flussi di lavoro
    4. Spazi di lavoro, pannelli e visualizzatori
  5. Progetti e composizioni
    1. Progetti
    2. Nozioni di base sulla composizione
    3. Effettuare la precomposizione, la nidificazione e il pre-rendering
    4. Visualizzare informazioni dettagliate sulle prestazioni con Profilo composizione
    5. Modulo di rendering per composizioni CINEMA 4D
  6. Importazione del metraggio
    1. Preparazione e importazione di immagini fisse
    2. Importazione da After Effects e Adobe Premiere Pro
    3. Importazione e interpretazione di video e audio
    4. Preparazione e importazione di file di immagine 3D
    5. Importazione e interpretazione degli elementi di metraggio
    6. Operazioni con gli elementi di metraggio
    7. Rilevare i punti di modifica utilizzando Rilevamento modifiche scena
    8. Metadati XMP
  7. Testo e grafica
    1. Testo
      1. Formattazione dei caratteri e pannello Carattere
      2. Effetti Testo
      3. Creazione e modificazione di livelli testo
      4. Formattazione paragrafi e pannello Paragrafo
      5. Estrusione di livelli di testo e forma
      6. Animazione del testo
      7. Esempi e risorse per l’animazione del testo
      8. Modelli di testo dinamico
    2. Grafica animata
      1. Utilizzare modelli di grafica animata in After Effects
      2. Utilizzare le espressioni per creare elenchi a discesa nei modelli di grafica animata
      3. Utilizzare Proprietà essenziali per creare modelli di grafica animata
      4. Sostituire immagini e video in modelli di grafica animata e in Proprietà essenziali
      5. Anima più velocemente e più facilmente utilizzando il pannello Proprietà
  8. Disegni, colori e tracciati
    1. Panoramica su livelli forma, tracciati e grafica vettoriale
    2. Strumenti di disegno: Pennello, Timbro clona e Gomma
    3. Assottigliare i tratti forma
    4. Attributi forma, operazioni di disegno e operazioni con i tracciati per i livelli forma
    5. Usare l’effetto forma Sposta tracciati per modificare le forme
    6. Creazione delle forme
    7. Creare maschere
    8. Rimuovere oggetti dai video con Riempimento in base al contenuto
    9. Pennello a rotoscopio e Migliora mascherino
  9. Livelli, marcatori e fotocamera
    1. Selezione e disposizione di livelli
    2. Metodi di fusione e stili di livello
    3. Livelli 3D
    4. Proprietà dei livelli
    5. Creazione livelli
    6. Gestione livelli
    7. Marcatori livello e marcatori composizione
    8. Videocamere, luci e punti di interesse
  10. Animazione, fotogrammi chiave, tracciamento del movimento e tipo di trasparenza
    1. Animazione
      1. Fondamenti di animazione
      2. Animazione con gli strumenti Marionetta
      3. Gestione e animazione di tracciati forma e maschere
      4. Animazione di forme create con Sketch e Capture con After Effects
      5. Strumenti di animazione assortiti
      6. Utilizzare l’animazione basata sui dati
    2. Fotogramma chiave
      1. Interpolazione fotogrammi chiave
      2. Impostare, selezionare ed eliminare i fotogrammi chiave
      3. Modifica, spostamento e copia di fotogrammi chiave
    3. Tracciamento del movimento
      1. Tracciamento e stabilizzazione del movimento
      2. Tracciamento dei volti
      3. Tracciamento maschera
      4. Riferimento maschera
      5. Velocità
      6. Dilatazione e modifica del tempo
      7. Codice di tempo e unità per la visualizzazione del tempo
    4. Trasparenza
      1. Trasparenza
      2. Effetti Trasparenza
  11. Trasparenza e composizione
    1. Composizione e trasparenza: panoramica e risorse
    2. Canali alfa e maschere
    3. Mascherini traccia e mascherini mobili
  12. Regolazione del colore
    1. Concetti di base sul colore
    2. Gestione colore
    3. Effetti di correzione del colore
    4. Gestione del colore OpenColorIO e ACES
  13. Effetti e predefiniti di animazione
    1. Panoramica sugli effetti e sui predefiniti di animazione
    2. Elenco di effetti
    3. Gestione effetti
    4. Effetti di simulazione
    5. Effetti di stilizzazione
    6. Effetti audio
    7. Effetti di distorsione
    8. Effetti di prospettiva
    9. Effetti canale
    10. Effetti di generazione
    11. Effetti di transizione
    12. Effetto di riparazione scansione lineare
    13. Effetti sfocatura e nitidezza
    14. Effetti canale 3D
    15. Effetti di utilità
    16. Effetti mascherino
    17. Effetti di disturbo e granulosità
    18. Effetto Mantieni dettagli (ingrandimento)
    19. Effetti obsoleto
  14. Espressioni e automazione
    1. Espressioni
      1. Concetti di base sull’espressione
      2. Informazioni sul linguaggio dell’espressione
      3. Utilizzo dei controlli di espressione
      4. Differenze di sintassi tra i motori di espressione JavaScript e Legacy ExtendScript
      5. Modifica di espressioni
      6. Errori nelle espressioni
      7. Utilizzo dell’editor espressioni
      8. Utilizzo delle espressioni per modificare e accedere alle proprietà di testo
      9. Riferimenti del linguaggio delle espressioni
      10. Esempi di espressione
    2. Automazione
      1. Automazione
      2. Script
  15. Video immersivo, VR e 3D
    1. Creare ambienti VR in After Effects
    2. Applicare effetti video immersivi
    3. Strumenti di composizione per i video VR/360
    4. Modulo di rendering 3D avanzato
    5. Importare e aggiungere modelli 3D alla composizione
    6. Importare modelli 3D da Creative Cloud Libraries
    7. Illuminazione basata su immagine
    8. Estrarre e animare videocamere e luci da modelli 3D
    9. Tracciamento del movimento della videocamera 3D
    10. Creare e accettare ombre
    11. Animazioni di modelli 3D incorporate
    12. Acquisizione ombre
    13. Estrazione dei dati di profondità 3D
    14. Lavorare in Design Space 3D
    15. Gizmo Trasformazione 3D
    16. Ulteriori informazioni sull’animazione 3D
    17. Anteprima delle modifiche apportate ai progetti 3D con il sistema Mercury 3D
    18. Aggiungere grafica reattiva agli elementi grafici 
  16. Visualizzazioni e anteprime
    1. Visualizzazione in anteprima
    2. Anteprima video con Mercury Transmit
    3. Modifica e utilizzo di visualizzazioni
  17. Rendering ed esportazione
    1. Nozioni di base su rendering ed esportazione
    2. Codifica H.264 in After Effects
    3. Esportare un progetto After Effects come progetto Adobe Premiere Pro
    4. Convertire filmati
    5. Rendering di più fotogrammi
    6. Rendering automatico e rendering di rete
    7. Rendering ed esportazione di immagini fisse e sequenze di immagini fisse
    8. Utilizzo del codec GoPro CineForm in After Effects
  18. Lavorare con altre applicazioni
    1. Dynamic Link e After Effects
    2. Utilizzo di After Effects con altre applicazioni
    3. Impostazioni sincronizzazione in After Effects
    4. Creative Cloud Libraries in After Effects
    5. Plug-in
    6. Cinema 4D e Cineware
  19. Collaborazione: Frame.io e Progetti team
    1. Collaborazione in Premiere Pro e After Effects
    2. Frame.io
      1. Installare e attivare Frame.io
      2. Utilizzare Frame.io con Premiere Pro e After Effects
      3. Domande frequenti
    3. Progetti team
      1. Introduzione ai Progetti team
      2. Creare un progetto team
      3. Collaborare con Progetti team
  20. Memoria, archiviazione, prestazioni
    1. Memoria e archiviazione
    2. Come After Effects gestisce i problemi di memoria insufficiente durante la visualizzazione dell’anteprima    
    3. Migliorare le prestazioni
    4. Preferenze
    5. Requisiti di GPU e driver GPU per After Effects
  21. Knowledge base
    1. Problemi noti
    2. Problemi risolti
    3. Domande frequenti
    4. After Effects e macOS Ventura
    5. Come After Effects gestisce i problemi di memoria ridotta durante l'anteprima

Dilatazione tempo, modifica del tempo e l’effetto Timewarp sono tutti utili per creare rallentamento, velocizzazione, fermo immagine o altri risultati di ritemporizzazione.

Per informazioni sull’effetto Timewarp, consultate effetto Timewarp.

Dilatazione tempo di un livello

La velocizzazione o il rallentamento di un intero livello in base allo stesso fattore è nota come dilatazione del tempo. Quando dilatate nel tempo un livello, l’audio e i fotogrammi originali del metraggio (e tutti i fotogrammi chiave che appartengono al livello) vengono ridistribuiti per tutta la nuova durata. Utilizzate questo comando solo quando desiderate che il livello e tutti i fotogrammi chiave del livello vengano modificati nella nuova durata.

Se dilatate nel tempo un livello in modo tale che la frequenza fotogrammi risultante sia molto diversa da quella originale, la qualità del movimento all’interno del livello potrebbe risentirne. Per ottenere i risultati migliori durante la modifica del tempo di un livello, utilizzate l’effetto Timewarp.

Dilatare il tempo di un livello partendo da un tempo specifico

  1. Nel pannello Composizione o Timeline, selezionate il livello.
  2. Scegliete Livello > Tempo > Dilatazione tempo.
  3. Digitate una nuova durata per il livello o digitate un Fattore di dilatazione.
  4. Per specificare la posizione temporale dalla quale il livello verrà dilatato nel tempo, fate clic su una delle opzioni Mantieni in posizione, quindi fate quindi clic su OK.

    Attacco livello

    Mantiene il tempo iniziale del livello sul valore corrente e dilata nel tempo il livello, spostandone lo stacco.

    Fotogramma corrente

    Mantiene il livello nella posizione dell’indicatore del tempo corrente (anche il fotogramma visualizzato nel pannello Composizione) e dilata nel tempo il livello spostandone l’Attacco e lo Stacco.

    Stacco livello

    Mantiene il tempo finale del livello sul valore corrente e dilata nel tempo il livello, spostandone l’attacco.

Dilatare il tempo di un livello fino a un tempo specifico

  1. Nel pannello Timeline spostate l’indicatore del tempo corrente nel fotogramma in cui desiderate far iniziare o finire un livello.
  2. Visualizzate le colonne Attacco e Stacco scegliendo Colonne > Colonne Attacco e Stacco > dal menu del pannello Timeline.
  3. Eseguite una delle seguenti operazioni:
    • Per dilatare l’attacco fino al tempo corrente, premete Ctrl (Windows) o Comando (macOS) e fate clic sul tempo relativo al livello nella colonna Attacco.

    • Per dilatare lo stacco fino al tempo corrente, premete Ctrl (Windows) o Comando (macOS) e fate clic sul tempo relativo al livello nella colonna Stacco.

Dilatare il tempo di un livello ma non dei relativi fotogrammi chiave

Quando dilatate nel tempo un livello, le posizioni dei relativi fotogrammi chiave si dilatano insieme ad esso, per impostazione predefinita. Potete eludere questo comportamento tagliando e incollando i fotogrammi chiave.

  1. Annotate il tempo in cui appare il primo fotogramma chiave. (Il posizionamento di un marcatore composizione è un ottimo metodo per marcare il tempo.)
  2. Allo stesso tempo, nel pannello Timeline, fate clic sul nome di una o più proprietà del livello contenente i fotogrammi chiave da mantenere.
  3. Scegliete Modifica > Taglia.
  4. Spostate o dilatate il livello fino ai nuovi attacchi e stacchi.
  5. Spostate l’indicatore del tempo corrente fino al momento in cui era apparso il primo fotogramma chiave prima di tagliare i fotogrammi chiave.
  6. Scegliete Modifica > Incolla.

Invertire la direzione di riproduzione di un livello

Quando invertite la direzione in cui un livello viene riprodotto, viene invertito anche l’ordine di tutti i fotogrammi chiave relativi a tutte le proprietà del livello selezionato. Il livello stesso mantiene l’attacco e lo stacco originali relativamente alla composizione.

Nota:

Per risultati ottimali, eseguite la precomposizione del livello quindi invertitelo all’interno di essa. Per ulteriori informazioni su questo processo, consultate La precomposizione e la nidificazione.

  1. In un pannello Timeline, selezionate il livello che desiderate invertire.
  2. Scegliete Livello > Tempo > Livello in ordine temporale inverso o premete Ctrl+Alt+R (Windows) o Comando+Opzione+R (macOS).

Fotogrammi chiave in ordine inverso senza inversione della riproduzione del livello

Potete selezionare e invertire i fotogrammi chiave su più livelli e proprietà, ma ciascun insieme di fotogrammi chiave per una proprietà viene invertito solo all’interno del relativo intervallo di tempo originale e non quello di una qualsiasi altra proprietà selezionata. I marcatori nel pannello Timeline non vengono invertiti, quindi potrebbe essere necessario spostare i marcatori dopo aver invertito i fotogrammi chiave.

  1. Nel pannello Timeline, selezionate un intervallo di fotogrammi chiave che desiderate invertire.
  2. Scegliete Animazione > Assistente fotogramma chiave > Fotogrammi chiave in ordine temporale inverso.

Modifica del tempo

Panoramica della modifica del tempo

Potete espandere, comprimere, riprodurre all’indietro o bloccare un parte della durata di un livello utilizzando un processo noto come modifica tempo. Ad esempio, se state utilizzando il metraggio di una persona che cammina, potete riprodurre il metraggio della persona che si sposta in avanti, quindi riprodurre all’indietro alcuni fotogrammi per far andare indietro la persona e successivamente riprodurre il metraggio nuovamente in avanti per fare in modo che la persona riprenda a camminare. La modifica del tempo è consigliabile per combinazioni di rallentatore, movimento rapido e movimento inverso.

L’effetto Timewarp fornisce funzionalità simili con un maggiore controllo su alcuni aspetti della fusione dei fotogrammi, ma con ulteriori limitazioni derivanti dalla sua applicazione come effetto.

I fotogrammi dal metraggio senza tempo modificato vengono generalmente visualizzati a velocità costante in una direzione.

La modifica del tempo applica una distorsione del tempo per un intervallo di fotogrammi all’interno di un livello.

Quando applicate la modifica del tempo a un livello contenente audio e video, questi restano sincronizzati. Potete modificare i file audio per diminuire o aumentare gradualmente l’intonazione, riprodurre l’audio all’indietro o creare un suono gorgheggiato o graffiante. Per i livelli delle immagini fisse non è possibile modificare nuovamente il tempo.

Potete modificare il tempo sia nel pannello Livello che nell’Editor grafico. Modificando il video in un pannello, i risultati vengono visualizzati in entrambi. Ciascuno di essi fornisce una visualizzazione diversa della durata del livello:

  • Il pannello Livello fornisce un riferimento visivo dei fotogrammi che modificate, nonché il numero di fotogramma. Il pannello visualizza l’indicatore del tempo corrente e un marcatore di modifica del tempo, che può essere spostato per selezionare il fotogramma da riprodurre nel valore temporale corrente.

  • L’Editor grafico fornisce una visualizzazione delle modifiche specificate nel tempo contrassegnandole con i fotogrammi chiave e un grafico come quello visualizzato per le altre proprietà del livello.

Quando modificate il tempo nell’Editor grafico, usate i valori rappresentati nel grafico Modifica tempo per determinare e controllare quale fotogramma del filmato viene riprodotto in un determinato punto nel tempo. A ciascun fotogramma chiave Modifica tempo viene associato un livello che corrisponde a un fotogramma specifico del livello; questo valore è rappresentato verticalmente nel grafico del valore Modifica tempo. Quando attivate la modifica del tempo per un livello, After Effects aggiunge un fotogramma chiave Modifica tempo nei punti di inizio e fine del livello. Questi fotogrammi chiave Modifica tempo hanno dei valori di tempo verticale uguali alla loro posizione orizzontale sulla timeline.

Impostando altri fotogrammi chiave Modifica tempo potete creare risultati di movimento complessi. Ogni volta che aggiungete un fotogramma chiave Modifica tempo, create un altro punto in cui potete modificare la velocità o la direzione di riproduzione. Mano a mano che spostate il fotogramma chiave verso l’alto o verso il basso nel grafico del valore, regolate il fotogramma del video che viene impostato per la riproduzione nel valore temporale corrente. After Effects interpola quindi i fotogrammi intermedi e riproduce il metraggio in avanti e all’indietro da quel punto al fotogramma chiave Modifica tempo successivo. Nel grafico del valore, leggendo da sinistra verso destra, un angolo verso l’alto indica la riproduzione in avanti, mentre un angolo verso il basso indica la riproduzione all’indietro. L’entità dell’angolo verso l’alto o verso il basso corrisponde alla velocità di riproduzione.

Allo stesso modo, il valore che appare accanto al nome della proprietà Modifica tempo indica quale fotogramma viene riprodotto nel valore temporale corrente. Mano a mano che trascinate un marcatore del grafico del valore verso l’alto o verso il basso, questo valore cambia di conseguenza e, se necessario viene impostato un fotogramma chiave Modifica tempo. Potete fare clic su questo valore e digitarne uno nuovo oppure trascinare il valore per regolarlo.

La durata originale del metraggio sorgente potrebbe non essere più valida durante la modifica del tempo, in quanto le parti del livello non vengono più riprodotte con la frequenza originale. Se necessario, prima di modificare il tempo, impostate una nuova durata per il livello.

Come con le altre proprietà dei livelli, potete visualizzare i valori del grafico Modifica tempo come un grafico del valore o un grafico della velocità.

Se modificate il tempo e la frequenza fotogrammi risultante è notevolmente diversa da quella dell’originale, la qualità del movimento all’interno del livello potrebbe risentirne. Applicate la fusione fotogrammi per migliorare la modifica del tempo per il rallentatore o l’accelerazione.

Nota:

Utilizzate le informazioni mostrate nel pannello Informazioni come guida mentre lavorate con la modifica del tempo. Il rapporto dato nelle unità di secondi/sec indica la velocità corrente di riproduzione, in quanto il numero di secondi del livello originale viene riprodotto per ogni secondo dopo la modifica del tempo.

Modificare il tempo di un livello

Potete modificare il tempo di tutto un livello o di una parte di esso, in modo da ottenere risultati diversi, come ad esempio un fermo immagine o un’immagine al rallentatore. Consultate Modifica tempo.

Bloccare il fotogramma corrente per la durata del livello

  1. Selezionate il livello nel pannello composizione o della timeline.
  2. Posizionate l’indicatore del tempo corrente sul fotogramma da bloccare.
  3. Scegliete Livello > Tempo > Blocca fotogramma.

La modifica del tempo è attivata e in After Effects viene inserito un fotogramma chiave di blocco nella posizione dell’indicatore del tempo corrente per fermare il fotogramma. Se in precedenza avevate abilitato la modifica del tempo sul livello, tutti i fotogrammi chiave creati vengono eliminati quando applicate il comando Blocca fotogramma.

Fermo immagine del primo fotogramma senza modificare la velocità

  1. In un pannello Composizione o Timeline, selezionate il livello che desiderate modificare.
  2. Scegliete Livello > Tempo > Attiva modifica tempo.

    Questo comando aggiunge per impostazione predefinita due fotogrammi chiave Modifica tempo, uno all’inizio del livello e l’altro alla fine.

  3. Spostate l’indicatore del tempo corrente sulla posizione temporale in cui volete far iniziare il filmato.
  4. Fate clic sul nome della proprietà Modifica tempo per selezionare i fotogrammi chiave iniziali e finali.
  5. Trascinate il primo fotogramma chiave sull’indicatore del tempo corrente, il quale sposta i fotogrammi chiave iniziali e finali. Se state lavorando nell’Editor grafico, trascinate il rettangolo di selezione, non il fotogramma chiave o una maniglia, di modo che entrambi i fotogrammi chiave si muovano.

Bloccare un fotogramma al centro della durata di un livello

  1. In un pannello Composizione o Timeline, selezionate il livello che desiderate modificare.
  2. Scegliete Livello > Tempo > Attiva modifica tempo.

    Questo comando aggiunge per impostazione predefinita due fotogrammi chiave Modifica tempo, uno all’inizio del livello e l’altro alla fine.

  3. Potete spostare l’indicatore del tempo corrente sul fotogramma da bloccare e impostate il fotogramma chiave Modifica tempo al tempo corrente, facendo clic sul rombo di navigazione dei fotogrammi chiave per la proprietà Modifica tempo.
  4. Selezionate gli ultimi due fotogrammi chiave Modifica tempo (il secondo e il terzo fotogramma chiave) e trascinateli verso destra.
  5. Premete F2 per deselezionare i fotogrammi chiave e fate quindi clic sul secondo fotogramma chiave (centrale) per selezionarlo.
  6. Premete Ctrl+C (Windows) o Comando+C (Mac OS) per copiare il fotogramma chiave.
  7. Premete Ctrl+V (Windows) o Comando+V (Mac OS) per incollare il fotogramma chiave al tempo corrente. Non dovreste aver spostato l’indicatore del tempo corrente dal passaggio 3.
  8. (Facoltativo) Per estendere il livello in modo tale che la sua durata aumenti a seconda del tempo aggiunto dall’operazione di fermo immagine, premete due volte il tasto K per spostare l’indicatore del tempo corrente sull’ultimo fotogramma chiave Modifica tempo e premete Alt+] (Windows) o Opzione+] (Mac OS).

La parte del livello compresa tra il primo e il secondo fotogramma chiave viene riprodotta a una frequenza inalterata (la stessa del livello senza modifica del tempo), allo stesso modo della porzione di livello compresa tra il terzo e il quarto fotogramma chiave. Il secondo e il terzo fotogramma chiave sono identici, quindi un singolo fotogramma bloccato viene riprodotto nel tempo che intercorre tra i due fotogrammi chiave.

Modifica del tempo utilizzando l’Editor grafico

Nota:

Per passare dalla modalità Editor grafico alla modalità barra del livello e viceversa, premete Maiusc+F3.

  1. In un pannello Composizione o Timeline, selezionate il livello da modificare.
  2. Scegliete Livello > Tempo > Attiva modifica tempo.
  3. Nel pannello Timeline, fate clic sul nome della proprietà Modifica tempo per selezionarla.
  4. Spostate l’indicatore del tempo corrente sulla posizione temporale a cui aggiungere un fotogramma chiave e fate clic sul pulsante del fotogramma chiave nello strumento di navigazione dei fotogrammi chiave per aggiungerne uno.
  5. Nell’Editor grafico, trascinate un marcatore di fotogramma chiave verso l’alto o verso il basso, osservando il valore di Modifica tempo durante il trascinamento. Per passare ad altri fotogrammi chiave, trascinate tenendo premuto il tasto Maiusc.
    • Per rallentare il livello, trascinate il fotogramma chiave verso il basso. Se il livello viene riprodotto al contrario, trascinatelo verso l’alto.

    • Per velocizzare il livello, trascinate il fotogramma chiave verso l’alto. Se il livello viene riprodotto al contrario, trascinatelo verso il basso.

    • Per riprodurre i fotogrammi all’indietro, trascinate il fotogramma chiave verso il basso fino a un valore al di sotto di quello del fotogramma chiave precedente.

    • Per riprodurre i fotogrammi in avanti, trascinate il fotogramma chiave verso l’alto fino a un valore superiore a quello del fotogramma chiave precedente.

    • Per bloccare il fotogramma chiave precedente, trascinate il marcatore del fotogramma chiave corrente su un valore uguale a quello del fotogramma chiave precedente in modo che la linea del grafico sia retta. Un altro metodo consiste nel selezionare il fotogramma chiave e scegliere Animazione > Attiva/disattiva blocco fotogramma chiave, quindi aggiungere un altro fotogramma chiave nel punto in cui si desidera che ricominci il movimento.

Nota:

Prima di spostare un fotogramma chiave di modifica del tempo è opportuno selezionare prima di tutto i successivi fotogrammi chiave di modifica del tempo nel livello. Questa opzione fa sì che quando modificate il tempo relativo al fotogramma chiave corrente, verrà conservato il tempo del resto del livello.

Modifica del il tempo in un pannello Livello

  1. Aprite il pannello Livello relativo al livello per il quale modificare il tempo.
  2. Scegliete Livello > Tempo > Attiva modifica tempo. Nel pannello Livello appare un secondo righello temporale al di sopra del righello temporale predefinito e della barra del navigatore.
  3. Nel righello temporale inferiore, spostate l’indicatore del tempo corrente sul primo fotogramma in cui desiderate che avvenga la modifica.
  4. Nel righello temporale superiore, il marcatore della modifica del tempo indica il fotogramma attualmente associato al tempo indicato nel righello temporale inferiore. Per visualizzare un fotogramma diverso nel tempo indicato nel righello temporale inferiore, spostate di conseguenza il marcatore di modifica del tempo.
  5. Spostate l’indicatore del tempo corrente nel righello temporale inferiore sull’ultimo fotogramma in cui desiderate che avvenga la modifica.
  6. Spostate l’indicatore di modifica del tempo nel righello temporale superiore fino al fotogramma che desiderate visualizzare in corrispondenza del tempo indicato sul righello temporale inferiore:
    • Per spostare in avanti la parte precedente del livello, impostate il marcatore di modifica del tempo su un valore temporale successivo rispetto a quello dell’indicatore del tempo corrente.

    • Per spostare all’indietro la parte precedente del livello, impostate il marcatore di modifica del tempo su un valore temporale precedente rispetto a quello dell’indicatore del tempo corrente.

    • Per bloccare un fotogramma, impostate il marcatore di modifica del tempo sul fotogramma che desiderate bloccare. Quindi spostate l’indicatore del tempo corrente (righello inferiore) fino all’ultimo punto nel tempo in cui il fotogramma apparirà bloccato e spostate di nuovo il marcatore di modifica del tempo fino al fotogramma da bloccare.

Intonazione audio della modifica del tempo

Il grafico della velocità della proprietà Modifica tempo si riferisce direttamente all’intonazione di un file audio. Apportando lievi modifiche al grafico velocità, potete creare vari effetti interessanti. Per evitare che l’audio sia troppo stridulo, potrebbe essere opportuno mantenere il valore di Velocità al di sotto del 200%. Quando la velocità è troppo elevata, utilizzate i controlli Livelli, sotto la proprietà Audio, per controllare il volume.

Potreste sentire dei clic all’inizio e alla fine di un livello audio (oppure di un livello audio e video) dopo aver impostato nuovi attacchi e stacchi nel grafico Modifica tempo. Utilizzate i controlli Livelli per rimuovere tali clic.

Modificare l’intonazione di un livello audio

  1. In un pannello Composizione o Timeline, selezionate il livello da modificare.
  2. Scegliete Livello > Tempo > Attiva modifica tempo.
  3. Se necessario, fate clic sul pulsante Editor grafico nel pannello Timeline per visualizzarlo.
  4. Fate clic sul pulsante Scegli tipo di grafico e opzioni nella parte inferiore dell’Editor grafico e scegliete Modifica grafico velocità.
  5. Spostate l’indicatore del tempo corrente sul fotogramma in cui desiderate che inizi la modifica, quindi fate clic sul pulsante Aggiungi un fotogramma chiave.
  6. Nel grafico della velocità sotto il fotogramma chiave, trascinate un marcatore, osservando il valore Velocità durante il trascinamento.
    • Per abbassare l’intonazione, trascinate il marcatore del grafico della velocità verso il basso.

    • Per aumentare l’intonazione, trascinate il marcatore del grafico della velocità verso l’alto.

Rimozione dei clic dai nuovi attacchi e stacchi

  1. Se necessario, scegliete Pannello > Audio.

  2. Nel pannello Timeline, selezionate il livello dell’audio (o dell’audio e del video) al quale avete applicato la modifica del tempo.
  3. Espandete la struttura del livello per visualizzare la proprietà Audio e quindi la proprietà Livelli audio.
  4. Spostate l’indicatore del tempo corrente fino al nuovo attacco e scegliete Animazione > Aggiungi fotogramma chiave livelli audio.
  5. Nel pannello Audio, impostate il valore di decibel su 0,0.
  6. Premete il tasto Pagina su della tastiera per spostare l’indicatore del tempo corrente sul fotogramma precedente.
  7. Nel pannello Audio, impostate il livello di decibel su -96,0.
  8. Spostate il tempo corrente sul nuovo attacco e impostate il livello di decibel su 0.
  9. Premete il tasto Pagina Giù per spostare l’indicatore del tempo corrente sul fotogramma successivo.
  10. Nel pannello Audio, impostate il livello di decibel su -96,0.
    Nota:

    Potete modificare il valore Minimo cursore (in decibel) nella finestra di dialogo Opzioni audio, disponibile nel menu del pannello Audio.

Risorse consigliate per la modifica del tempo

Nel sito Web Slippery Rock NYC è disponibile un tutorial video di Robert Powers che mostra come usare la modifica del tempo per animare un personaggio e sincronizzare il movimento delle labbra con l’audio (sincronizzazione labiale).

Nel sito Web Video Copilot di Andrew Kramer è disponibile un tutorial video sulla dilatazione e sulla modifica del tempo e sulla fusione di fotogrammi.

Fusione fotogrammi

Quando dilatate nel tempo o modificate un livello fino a una frequenza di fotogrammi inferiore oppure fino a una frequenza inferiore a quella della relativa composizione, il movimento può apparire a scatti. Questo aspetto a scatti si manifesta in quanto ora il livello dispone di un numero inferiore di fotogrammi al secondo rispetto alla composizione. Allo stesso modo, lo stesso aspetto a scatti può presentarsi quando dilatate nel tempo o modificate il tempo del livello fino a una frequenza fotogrammi più veloce di quella della relativa composizione. Per creare un movimento più uniforme quando rallentate o accelerate un livello, utilizzate la fusione dei fotogrammi. Non applicate la fusione fotogrammi a meno che il video di un livello non sia stato ritemporizzato, ossia riprodotto con una frequenza fotogrammi diversa da quella del video sorgente.

After Effects fornisce due tipi di fusione fotogrammi: Mix fotogrammi e Movimento pixel. Mix fotogrammi richiede un tempo di rendering inferiore, mentre Movimento pixel fornisce risultati migliori, specialmente per il metraggio che è stato rallentato drasticamente.

L’impostazione Qualità selezionata influenza anche sulla fusione fotogrammi. Quando il livello è impostato sulla qualità Alta, la fusione fotogrammi determina un movimento più uniforme, ma il rendering potrebbe richiedere un tempo superiore quando è impostata la qualità Bozza.

Nota:

Quando utilizzate un livello con fusione di fotogrammi nella modalità Bozza, After Effects utilizza sempre l’interpolazione Mix fotogrammi per aumentare la velocità di rendering.

Potete attivare inoltre la fusione fotogrammi per tutte le composizioni, quando eseguite il rendering di un filmato.

Utilizzate la fusione fotogrammi per migliorare la qualità del movimento alterato nel tempo di un livello contenente metraggio dal vivo, ad esempio un video. Potete applicare la fusione fotogrammi a una sequenza di immagini fisse, ma non a una singola immagine fissa. Se effettuate l’animazione di un livello (ad esempio, lo spostamento di un livello di testo da un lato all’altro dello schermo), utilizzate la sfocatura movimento.

Nota:

Non potete applicare la fusione di fotogrammi a un livello di precomposizione (un livello che utilizza una composizione nidificata come elemento di metraggio sorgente). Tuttavia, potete applicare la fusione di fotogrammi ai livelli all’interno della composizione nidificata nel caso in cui tali livelli siano basati essi stessi sugli elementi di metraggio del movimento, come le sequenze video o di immagini.

  1. Selezionate il livello nel pannello Timeline.
  2. Eseguite una delle seguenti operazioni:
    • Scegliete Livello > Fusione fotogrammi > Mix fotogrammi.

    • Scegliete Livello > Fusione fotogrammi > Movimento pixel.

Un segno di spunta accanto al comando Fusione fotogrammi appropriato (Mix fotogrammi o Movimento pixel) indica che la fusione dei fotogrammi viene applicata al livello selezionato. Inoltre, lo switch Fusione fotogrammi  appare nella colonna Switch del livello nel pannello Timeline. Rimuovete la fusione dei fotogrammi facendo clic sull’opzione Fusione fotogrammi o scegliendo di nuovo il comando Fusione fotogrammi appropriato.

Indipendentemente dallo stato degli switch di livello, se la fusione dei fotogrammi è disattivata per la composizione, significa che è disattivata per tutti i livelli nella composizione. Impostate la fusione dei fotogrammi per la composizione scegliendo Attiva fusione fotogrammi nel menu del pannello Timeline o facendo clic sul pulsante Attiva fusione fotogrammi nella parte superiore del pannello Timeline.

Nota:

La sfocatura movimento può ostacolare il Movimento pixel nella ricerca di oggetti discreti in ciascun fotogramma, rendendo meno affidabile il calcolo dei vettori di movimento. Per ottenere risultati migliori quando utilizzate il Movimento pixel per creare il movimento lento, utilizzate il metraggio con meno sfocatura movimento.

 Adobe

Ottieni supporto in modo più facile e veloce

Nuovo utente?