Guida utente Annulla

Effetti di transizione

  1. Guida utente di After Effects
  2. Versioni beta
    1. Panoramica del programma beta
    2. After Effects Beta Home
  3. Guida introduttiva
    1. Introduzione ad After Effects
    2. Novità di After Effects 
    3. Note sulla versione | After Effects
    4. Requisiti di sistema di After Effects
    5. Scelte rapide da tastiera di After Effects
    6. Formati di file supportati | After Effects
    7. Consigli sull’hardware
    8. After Effects per Apple Silicon
    9. Pianificazione e impostazione
  4. Spazi di lavoro
    1. Elementi generali dell’interfaccia utente
    2. Interfaccia di After Effects
    3. Flussi di lavoro
    4. Spazi di lavoro, pannelli e visualizzatori
  5. Progetti e composizioni
    1. Progetti
    2. Nozioni di base sulla composizione
    3. Effettuare la precomposizione, la nidificazione e il pre-rendering
    4. Visualizzare informazioni dettagliate sulle prestazioni con Profilo composizione
    5. Modulo di rendering per composizioni CINEMA 4D
  6. Importazione del metraggio
    1. Preparazione e importazione di immagini fisse
    2. Importazione da After Effects e Adobe Premiere Pro
    3. Importazione e interpretazione di video e audio
    4. Preparazione e importazione di file di immagine 3D
    5. Importazione e interpretazione degli elementi di metraggio
    6. Operazioni con gli elementi di metraggio
    7. Rilevare i punti di modifica utilizzando Rilevamento modifiche scena
    8. Metadati XMP
  7. Testo e grafica
    1. Testo
      1. Formattazione dei caratteri e pannello Carattere
      2. Effetti Testo
      3. Creazione e modificazione di livelli testo
      4. Formattazione paragrafi e pannello Paragrafo
      5. Estrusione di livelli di testo e forma
      6. Animazione del testo
      7. Esempi e risorse per l’animazione del testo
      8. Modelli di testo dinamico
    2. Grafica animata
      1. Utilizzare modelli di grafica animata in After Effects
      2. Utilizzare le espressioni per creare elenchi a discesa nei modelli di grafica animata
      3. Utilizzare Proprietà essenziali per creare modelli di grafica animata
      4. Sostituire immagini e video in modelli di grafica animata e in Proprietà essenziali
      5. Anima più velocemente e più facilmente utilizzando il pannello Proprietà
  8. Disegni, colori e tracciati
    1. Panoramica su livelli forma, tracciati e grafica vettoriale
    2. Strumenti di disegno: Pennello, Timbro clona e Gomma
    3. Assottigliare i tratti forma
    4. Attributi forma, operazioni di disegno e operazioni con i tracciati per i livelli forma
    5. Usare l’effetto forma Sposta tracciati per modificare le forme
    6. Creazione delle forme
    7. Creare maschere
    8. Rimuovere oggetti dai video con Riempimento in base al contenuto
    9. Pennello a rotoscopio e Migliora mascherino
  9. Livelli, marcatori e fotocamera
    1. Selezione e disposizione di livelli
    2. Metodi di fusione e stili di livello
    3. Livelli 3D
    4. Proprietà dei livelli
    5. Creazione livelli
    6. Gestione livelli
    7. Marcatori livello e marcatori composizione
    8. Videocamere, luci e punti di interesse
  10. Animazione, fotogrammi chiave, tracciamento del movimento e tipo di trasparenza
    1. Animazione
      1. Fondamenti di animazione
      2. Animazione con gli strumenti Marionetta
      3. Gestione e animazione di tracciati forma e maschere
      4. Animazione di forme create con Sketch e Capture con After Effects
      5. Strumenti di animazione assortiti
      6. Utilizzare l’animazione basata sui dati
    2. Fotogramma chiave
      1. Interpolazione fotogrammi chiave
      2. Impostare, selezionare ed eliminare i fotogrammi chiave
      3. Modifica, spostamento e copia di fotogrammi chiave
    3. Tracciamento del movimento
      1. Tracciamento e stabilizzazione del movimento
      2. Tracciamento dei volti
      3. Tracciamento maschera
      4. Riferimento maschera
      5. Velocità
      6. Dilatazione e modifica del tempo
      7. Codice di tempo e unità per la visualizzazione del tempo
    4. Trasparenza
      1. Trasparenza
      2. Effetti Trasparenza
  11. Trasparenza e composizione
    1. Composizione e trasparenza: panoramica e risorse
    2. Canali alfa e maschere
    3. Mascherini traccia e mascherini mobili
  12. Regolazione del colore
    1. Concetti di base sul colore
    2. Gestione colore
    3. Effetti di correzione del colore
    4. Gestione del colore OpenColorIO e ACES
  13. Effetti e predefiniti di animazione
    1. Panoramica sugli effetti e sui predefiniti di animazione
    2. Elenco di effetti
    3. Gestione effetti
    4. Effetti di simulazione
    5. Effetti di stilizzazione
    6. Effetti audio
    7. Effetti di distorsione
    8. Effetti di prospettiva
    9. Effetti canale
    10. Effetti di generazione
    11. Effetti di transizione
    12. Effetto di riparazione scansione lineare
    13. Effetti sfocatura e nitidezza
    14. Effetti canale 3D
    15. Effetti di utilità
    16. Effetti mascherino
    17. Effetti di disturbo e granulosità
    18. Effetto Mantieni dettagli (ingrandimento)
    19. Effetti obsoleto
  14. Espressioni e automazione
    1. Espressioni
      1. Concetti di base sull’espressione
      2. Informazioni sul linguaggio dell’espressione
      3. Utilizzo dei controlli di espressione
      4. Differenze di sintassi tra i motori di espressione JavaScript e Legacy ExtendScript
      5. Modifica di espressioni
      6. Errori nelle espressioni
      7. Utilizzo dell’editor espressioni
      8. Utilizzo delle espressioni per modificare e accedere alle proprietà di testo
      9. Riferimenti del linguaggio delle espressioni
      10. Esempi di espressione
    2. Automazione
      1. Automazione
      2. Script
  15. Video immersivo, VR e 3D
    1. Creare ambienti VR in After Effects
    2. Applicare effetti video immersivi
    3. Strumenti di composizione per i video VR/360
    4. Modulo di rendering 3D avanzato
    5. Importare e aggiungere modelli 3D alla composizione
    6. Importare modelli 3D da Creative Cloud Libraries
    7. Illuminazione basata su immagine
    8. Estrarre e animare videocamere e luci da modelli 3D
    9. Tracciamento del movimento della videocamera 3D
    10. Creare e accettare ombre
    11. Animazioni di modelli 3D incorporate
    12. Acquisizione ombre
    13. Estrazione dei dati di profondità 3D
    14. Modificare le proprietà dei materiali di un livello 3D
    15. Lavorare in Design Space 3D
    16. Gizmo Trasformazione 3D
    17. Ulteriori informazioni sull’animazione 3D
    18. Anteprima delle modifiche apportate ai progetti 3D con il sistema Mercury 3D
    19. Aggiungere grafica reattiva agli elementi grafici 
  16. Visualizzazioni e anteprime
    1. Visualizzazione in anteprima
    2. Anteprima video con Mercury Transmit
    3. Modifica e utilizzo di visualizzazioni
  17. Rendering ed esportazione
    1. Nozioni di base su rendering ed esportazione
    2. Codifica H.264 in After Effects
    3. Esportare un progetto After Effects come progetto Adobe Premiere Pro
    4. Convertire filmati
    5. Rendering di più fotogrammi
    6. Rendering automatico e rendering di rete
    7. Rendering ed esportazione di immagini fisse e sequenze di immagini fisse
    8. Utilizzo del codec GoPro CineForm in After Effects
  18. Lavorare con altre applicazioni
    1. Dynamic Link e After Effects
    2. Utilizzo di After Effects con altre applicazioni
    3. Impostazioni sincronizzazione in After Effects
    4. Creative Cloud Libraries in After Effects
    5. Plug-in
    6. Cinema 4D e Cineware
  19. Collaborazione: Frame.io e Progetti team
    1. Collaborazione in Premiere Pro e After Effects
    2. Frame.io
      1. Installare e attivare Frame.io
      2. Utilizzare Frame.io con Premiere Pro e After Effects
      3. Domande frequenti
    3. Progetti team
      1. Introduzione ai Progetti team
      2. Creare un progetto team
      3. Collaborare con Progetti team
  20. Memoria, archiviazione, prestazioni
    1. Memoria e archiviazione
    2. Come After Effects gestisce i problemi di memoria insufficiente durante la visualizzazione dell’anteprima    
    3. Migliorare le prestazioni
    4. Preferenze
    5. Requisiti di GPU e driver GPU per After Effects
  21. Knowledge base
    1. Problemi noti
    2. Problemi risolti
    3. Domande frequenti
    4. After Effects e macOS Ventura
    5. Come After Effects gestisce i problemi di memoria ridotta durante l'anteprima

Effetti di terze parti inclusi in questa categoria in After Effects:

  • Effetto CC Glass Wipe

  • Effetto CC Grid Wipe

  • Effetto CC Image Wipe

  • Effetto CC Jaws

  • Effetto CC Light Wipe

  • Effetto CC Line Sweep

  • Effetto CC Radial ScaleWipe

  • Effetto CC Scale Wipe

  • Effetto CC Twister

  • Effetto CC WarpoMatic

Risorse online su transizioni ed effetti di transizione

Nel blog ProLost di Stu Maschwitz potete trovare un esempio di come utilizzare i predefiniti di animazione per creare transizioni personalizzate. Da questa pagina potete scaricare l’impostazione predefinita per animazione Brucia pellicola, che aggiunge ai livelli uno sfarfallio simile a quello di una pellicola e aggiunge una transizione di bruciatura pellicola alle estremità delle durata dei livelli.

Nel sito Web di Chris Zwar è disponibile un progetto di esempio in cui vengono utilizzati gli effetti Mappa di spostamento, Spostamento turbolenza, Texture e una combinazione degli effetti Sfocatura e Correzione colore per creare una transizione in cui un’immagine appare come un acquarello scolorito su un foglio di carta ruvido.

Nel sito Web CG Swot è disponibile un tutorial video di Dave Scotland in cui viene usato l’effetto Disturbo frattale per creare una transizione tra immagini fisse.

Gli effetti Transizione e la proprietà Completamento transizione

Tutti gli effetti Transizione tranne l’effetto Comparsa geometrica hanno una proprietà Completamento transizione. Quando questa proprietà è pari al 100%, la transizione è completa e i livelli sottostanti vengono visualizzati. Il livello a cui l’effetto è applicato è completamente trasparente. Questa proprietà viene in genere animata dallo 0% al 100% nel tempo della transizione.

Effetto Dissolvenza in blocchi

L’effetto Dissolvenza in blocchi fa scomparire un livello in blocchi casuali. La larghezza e l’altezza dei blocchi espresse in pixel possono essere impostate in maniera indipendente. Con la qualità Bozza i blocchi vengono inseriti con la precisione dei pixel e appaiono con bordi definiti in maniera netta; con la qualità Alta, i blocchi possono essere posizionati con la precisione dei subpixel e appaiono con bordi attenuati.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

Effetto Dissolvenza in blocchi
Originale (in alto a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (in basso a sinistra e a destra)

Effetto Comparsa carte

Nota:

Per informazioni sulle proprietà condivise dagli effetti Comparsa carte e Danza di carte, consultate Controlli comuni di Illuminazione e di Materiale.

Questo effetto simula un gruppo di carte che mostrano un’immagine e quindi si riflettono per visualizzare un’altra immagine. L’effetto Comparsa carte consente di determinare il numero di righe e colonne delle carte, la direzione della riflessione e la direzione della transizione, compresa la possibilità di usare una sfumatura per stabilire l’ordine di riflessione. Potete inoltre determinare la casualità e la variazione per rendere l’effetto ancora più realistico. Attraverso la variazione di righe e colonne potete inoltre creare un effetto veneziane o lanterne cinesi.

 

L’effetto Comparsa carte condivide molti controlli con l’effetto Danza di carte.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc.

Effetto Comparsa carte
Originale (in alto a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (in basso a sinistra e a destra)

Controlli di base

Larghezza transizione

Larghezza dell’area che cambia in maniera attiva dall’originale alla nuova immagine.

Livello posteriore

Livello visualizzato nei segmenti sul retro delle carte. Potete usare qualsiasi livello della composizione. Lo switch Video può anche essere disattivato. Se il livello ha effetti o maschere, precomponete prima il livello.

Righe e colonne

Specifica l’interazione dei numeri di righe e colonne. Indipendente rende attivi entrambi i cursori Righe e Colonne. Colonne seguono righe rende attivo soltanto il cursore Righe. Se scegliete questa opzione, il numero di colonne corrisponde sempre al numero di righe.

Righe

Numero di righe fino a 1000.

Colonne

Numero di colonne fino a 1000, a meno che non sia selezionato Colonne seguono righe.

Nota:

Le righe e le colonne sono sempre distribuite in modo uniforme in un livello, pertanto le sezioni rettangolari di forma insolita non appaiono lungo i bordi del livello, a meno che non venga utilizzato un canale alfa.

Scala carte

Dimensioni delle carte. Un valore inferiore a 1 riduce il ridimensionamento delle carte, rivelando il livello sottostante negli spazi. Un valore superiore a 1 aumenta il ridimensionamento delle carte, creando un mosaico a blocchi perché vengono sovrapposte l’una all’altra.

Asse di riflessione

Asse intorno al quale viene riflessa ciascuna carta.

Direzione riflessione

Direzione in cui le carte vengono riflesse intorno ai rispettivi assi.

Ordine riflessione

Direzione in cui avviene la transizione. Potete inoltre usare una sfumatura per definire un ordine di riflessione personalizzato: le carte vengono riflesse all’inizio dove la sfumatura è nera e alla fine dove la sfumatura è bianca.

Livello sfumatura

Livello di sfumatura da usare per l’ordine di riflessione. Potete usare qualsiasi livello nella composizione.

Casualità tempo

Rende casuale la sincronizzazione della transizione. Se questo controllo è impostato su 0, le carte vengono riflesse in ordine. I valori alti determinano un ordine di riflessione più casuale delle carte.

Sistema videocamera

Se usare le proprietà di Posizione videocamera dell’effetto, le proprietà di Fissa angoli dell’effetto o le posizioni predefinite di luci e videocamera della composizione per il rendering delle immagini 3D delle carte.

Controlli di Posizione videocamera

Rotazione X, Rotazione Y, Rotazione Z

Ruotano la videocamera attorno all’asse corrispondente. Usate questi controlli per osservare le carte dall’alto, di lato, da dietro o da qualsiasi altro angolo.

Posizione X, Y

Punto dello spazio (x,y) in cui è posizionata la videocamera.

Posizione Z

Punto lungo l’asse z in cui è posizionata la videocamera. I numeri piccoli spostano la videocamera più vicino alle carte, mentre i numeri grandi la allontanano.

Lunghezza focale

La distanza dalla videocamera all’immagine. I numeri più piccoli eseguono lo zoom avanti.

Ordine di trasformazione

Ordine in cui la videocamera ruota attorno ai suoi tre assi e se essa ruota prima o dopo essere stata posizionata mediante gli altri controlli di Posizione videocamera.

Controlli di Fissa angoli

Il fissaggio degli angoli è un sistema alternativo di controllo della videocamera. Usatelo come supporto per comporre il risultato dell’effetto in una scena su una superficie piatta inclinata rispetto al fotogramma.

Angolo superiore sinistro, Angolo superiore destro, Angolo inferiore sinistro, Angolo inferiore destro

Punto in cui attaccare ciascuno degli angoli del livello.

Lunghezza focale automatica

Controlla la prospettiva dell’effetto durante l’animazione. Se l’opzione Lunghezza focale automatica è deselezionata, la lunghezza focale specificata viene usata per individuare una posizione e un orientamento della videocamera che posizioni gli angoli del livello nei punti di fissaggio degli angoli, se possibile. In caso contrario, il livello viene sostituito dal relativo contorno, disegnato tra i punti di fissaggio. Se l’opzione Lunghezza focale automatica è selezionata, viene usata la lunghezza focale necessaria per fare corrispondere i punti d’angolo, se possibile. In caso contrario, esegue l’interpolazione del valore corretto per i fotogrammi vicini.

Lunghezza focale

Ignora le altre impostazioni, se i risultati ottenuti non sono quelli desiderati. Se impostate Lunghezza focale su un valore che non corrisponde a quello che avreste se i perni degli angoli si trovassero effettivamente in quella configurazione, l’immagine potrebbe avere un aspetto insolito (presentare una distorsione curvilinea, ad esempio). Tuttavia, se conoscete la lunghezza focale che state cercando di abbinare, questo controllo è il sistema più semplice per ottenere risultati corretti.

Controlli di Variazione

L’aggiunta di variazione (Variazione posizione e Variazione rotazione) rende più realistica questa transizione. La variazione viene applicata alle carte prima, durante e dopo la transizione. Per fare in modo che la variazione avvenga soltanto durante la transizione, iniziate con Valore di variazione 0, animatelo fino alla quantità desiderata durante la transizione e quindi animatelo nuovamente fino a raggiungere lo 0 al termine della transizione.

Variazione posizione

Specifica la quantità e la velocità della variazione sugli assi X, Y e Z. I valori di variazione X, Y e Z specificano la quantità di movimenti estranei. I valori di variazione X, Y e Z specificano la velocità della variazione di ciascuna opzione Valore di variazione.

Variazione rotazione

Specifica la quantità e la velocità della variazione di rotazione attorno agli assi X, Y e Z. I valori di variazione rotazione X, Y e Z specificano l’entità della variazione di rotazione lungo un asse. Un valore di 90° consente la rotazione di una carta fino a 90° in ciascuna direzione. I valori di variazione rotazione X, Y e Z specificano la velocità della variazione di rotazione.

Effetto Comparsa graduale

L’effetto Comparsa graduale rende trasparenti i pixel nel livello in base ai valori di luminanza dei corrispondenti pixel in un altro livello, detto livello sfumatura. I pixel scuri nel livello sfumatura rendono trasparenti quelli corrispondenti a un valore di Completamento transizione inferiore. Ad esempio, un livello sfumatura in scala di grigi semplice che passa dal nero sulla sinistra al bianco sulla destra rivela il livello sottostante da sinistra a destra quando Completamento transizione aumenta.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

Effetto Comparsa graduale
Originale (in alto a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (in basso a sinistra e a destra)

Il livello sfumatura può essere un’immagine fissa o un’immagine in movimento. Il livello sfumatura deve trovarsi nella stessa composizione del livello a cui applicate Comparsa graduale.

Potete creare i livelli sfumatura in molti modi, ad esempio usando l’effetto Sfumatura o creandoli in Photoshop o Illustrator.

Morbidezza transizione

Grado a cui la transizione è graduale per ogni pixel. Se questo valore è pari allo 0%, i pixel nel livello a cui l’effetto è applicato sono completamente opachi o completamente trasparenti. Quando questo valore è superiore allo 0%, i pixel sono semitrasparenti alle fasi intermedie della transizione.

Posizione sfumatura

Modalità di mappatura dei pixel del livello sfumatura ai pixel del livello a cui l’effetto è applicato:

Affianca sfumatura

Usa più copie affiancate del livello sfumatura.

Centra sfumatura

Utilizza una sola istanza del livello sfumatura nel centro del livello.

Allunga e adatta sfumatura

Ridimensiona il livello sfumatura in senso orizzontale e verticale in modo da adattarlo all’intera area del livello.

Inverti sfumatura

Inverte l’influenza del livello sfumatura. I pixel più chiari nel livello sfumatura creano la trasparenza a un valore di Completamento transizione inferiore rispetto ai pixel più scuri.

Effetto Comparsa geometrica

L’effetto Comparsa geometrica crea una transizione radiale che mostra un livello sottostante. Specifica il numero di punti usato per creare la figura geometrica con un intervallo compreso tra 6 e 32 punti e specifica se deve essere usato un raggio interno. Se Usa raggio interno è selezionato, potete specificare i valori sia di Raggio interno che di Raggio esterno; la figura geometrica non è visibile quando Raggio esterno, Raggio interno o entrambi sono impostati su 0. La figura geometrica mostra un arrotondamento massimo se sia Raggio esterno che Raggio interno sono impostati sullo stesso valore.

L’effetto Comparsa geometrica è il solo effetto di transizione che non ha una proprietà Completamento transizione. Per animare l’effetto Comparsa geometrica in modo da esporre i livelli sottostanti, animate le proprietà di Raggio.

Questo effetto utilizza colori a 8 e 16 bpc. In After Effects CS6 e versioni successive, questo effetto funziona con il colore a 32 bit.

Effetto Comparsa geometrica
Originale (in alto a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (in basso a sinistra e a destra)

Effetto Comparsa lineare

L’effetto Comparsa lineare esegue una transizione lineare semplice di un livello in una direzione specificata. Con la qualità Bozza, il bordo della transizione non presenta l’anti-alias; con la qualità Alta, il bordo della transizione presenta l’anti-alias e la sfumatura è uniforme.

Angolo comparsa

Direzione di spostamento di un effetto a comparsa lineare. Ad esempio, a 90° la transizione si sposta da sinistra a destra.

Questo effetto utilizza colori a 8 e 16 bpc. In After Effects CS6 e versioni successive, questo effetto utilizza il colore a 32 bit.

Effetto Comparsa lineare
Originale (in alto a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (in basso a sinistra e a destra)

Effetto Comparsa radiale

L’effetto Comparsa radiale mostra un livello sottostante usando una transizione circolare intorno a un punto specificato. Con la qualità Alta, ai bordi della transizione viene applicato l’anti-alias.

Angolo iniziale

Angolo a cui inizia la transizione. Con un angolo iniziale di 0°, la transizione inizia dalla parte superiore.

Comparsa

Specifica se la transizione deve spostarsi in senso orario o in senso antiorario, oppure se i due sensi devono essere alternati.

Questo effetto utilizza colori a 8 e 16 bpc. In After Effects CS6 e versioni successive, questo effetto utilizza il colore a 32 bit.

Effetto Comparsa radiale
Originale (in alto a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (in basso a sinistra e a destra)

Effetto Veneziane

L’effetto Veneziane mostra un livello sottostante usando strisce aventi direzione e larghezza specificate. Con la qualità Bozza, le strisce vengono animate con precisione pixel; con la qualità Alta, le strisce vengono animate con precisione subpixel.

Questo effetto funziona con colori a 8 bpc e 16 bpc.

Effetto Veneziane
Originale (in alto a sinistra) e dopo l’applicazione dell’effetto (in basso a sinistra e a destra)

 Adobe

Ottieni supporto in modo più facile e veloce

Nuovo utente?

Adobe MAX 2024

Adobe MAX
La conferenza sulla creatività

14-16 ottobre Miami Beach e online

Adobe MAX

La conferenza sulla creatività

14-16 ottobre Miami Beach e online

Adobe MAX 2024

Adobe MAX
La conferenza sulla creatività

14-16 ottobre Miami Beach e online

Adobe MAX

La conferenza sulla creatività

14-16 ottobre Miami Beach e online