Spazi di lavoro e pannelli

Le varie applicazioni video e audio Adobe presentano un’interfaccia utente omogenea e personalizzabile. Anche se ciascuna applicazione dispone dei propri pannelli, potete spostarli e raggrupparli allo stesso modo in ciascuna applicazione.

La finestra principale di un programma è la finestra dell’applicazione. I pannelli sono suddivisi in questa finestra in base a una disposizione che costituisce lo spazio di lavoro.

Ogni applicazione include diversi spazi di lavoro predefiniti che permettono di ottimizzare il layout dei pannelli per attività specifiche. Potete anche creare e personalizzare i vostri spazi di lavoro disponendo i pannelli nel layout più adatto al vostro stile di lavoro per attività specifiche.

I pannelli possono essere trascinati in posizioni diverse, spostati all’interno o all’esterno di un gruppo, affiancati e disancorati in modo che appaiano in nuove finestre mobili sopra la finestra dell’applicazione. Durante la ridisposizione dei pannelli, gli altri pannelli vengono ridimensionati automaticamente in modo da rientrare interamente nella finestra.

Esempio di spazio di lavoro
Esempio di spazio di lavoro

A. Finestra dell’applicazione B. Pannelli raggruppati C. Singolo pannello 

Per aumentare lo spazio disponibile sullo schermo, potete utilizzare più monitor. In tal caso, la finestra dell’applicazione appare nel monitor principale e potete posizionare le finestre mobili nel secondo monitor. Le configurazioni dei monitor vengono memorizzate nello spazio di lavoro.

Gli spazi di lavoro vengono memorizzati in file XML nella cartella delle preferenze. Tenendo conto di differenze nelle dimensioni del monitor e nel layout, gli spazi di lavoro possono essere passati e usati da un computer a un altro.

  • (Windows) [unità]:\Utenti\[nome_utente]\AppData\Roaming\Adobe\After Effects\[versione]\ModifiedWorkspaces

  • (Mac OS) [unità]/Utenti/[nome_utente]/Libreria/Preferenze/Adobe/After Effects/[versione]/ModifiedWorkspaces

Per ulteriori dettagli, guardate questa esercitazione video sugli spazi di lavoro, realizzata da Andrew Devis e disponibile sul sito Web Creative Cow.

Layout di pannelli sovrapposti

Potete personalizzare lo spazio di lavoro raggruppando i pannelli nel modo desiderato. In un gruppo di pannelli, potete disporre i pannelli in modo sovrapposto o a schede.

Potete espandere e ridurre i pannelli sovrapposti con un singolo clic del mouse nell’intestazione del pannello. Per ulteriori informazioni, consultate Utilizzo dei pannelli sovrapposti.

Personalizzare gli spazi di lavoro

Scegliere uno spazio di lavoro

Con la nuova barra degli spazi di lavoro, basta un clic per accedere a spazi di lavoro personalizzati o predefiniti. La barra degli spazi di lavoro si trova sul lato destro del pannello Strumenti. Potete modificarne la larghezza trascinando il divisore verticale che separa la barra degli strumenti e da quella degli spazi di lavoro.

Salva come nuovo spazio di lavoro

Gli spazi di lavoro che non rientrano nello spazio disponibile sono accessibili dal menu >> sulla barra stessa.

Menu >> dello spazio di lavoro

Quando spostate il pannello Strumenti, il menu Spazio di lavoro sostituisce la barra degli spazi di lavoro.

Menu Spazio di lavoro

Nota:

Scegliete Finestra > Spazio di lavoro > Modifica oppure fate clic sull’icona del menu (>>) nella barra degli spazi di lavoro per visualizzare la finestra di dialogo Modifica spazi di lavoro. Potete selezionare uno spazio di lavoro e riordinare i vari spazi di lavoro.

Finestra di lavoro Modifica spazi di lavoro
Finestra di lavoro Modifica spazi di lavoro

Scegliere uno spazio di lavoro

  • Scegliete Finestra > Spazio di lavoro, quindi scegliete lo spazio di lavoro desiderato.

  • Scegliete uno spazio di lavoro dal menu Spazio di lavoro nel pannello Strumenti.

  • Se allo spazio di lavoro è associata una scelta rapida da tastiera, premete Maiusct+F10, Maiusc+F11 o Maiusc+F12.

Nota:

Per assegnare una scelta rapida da tastiera allo spazio di lavoro corrente, scegliete Finestra > Assegna tasto di scelta rapida a Spazio di lavoro [nome dello spazio di lavoro].

Salvare, ripristinare o eliminare gli spazi di lavoro

Salvare uno spazio di lavoro personalizzato

Mentre personalizzate uno spazio di lavoro, l’applicazione tiene traccia delle modifiche apportate e memorizza il layout più recente. Per memorizzare definitivamente un layout specifico, salvate uno spazio di lavoro personalizzato. Una volta salvati, gli spazi di lavoro personalizzati compaiono nel menu Spazio di lavoro, a cui potete accedere per ripristinarli.

  • Disponete i riquadri e i pannelli come desiderato, quindi scegliete Finestra > Spazio di lavoro > Nuovo spazio di lavoro. Digitate un nome per lo spazio di lavoro e fate clic su OK.

Nota:

(After Effects, Premiere Pro) Se un progetto salvato con uno spazio di lavoro personalizzato viene aperto su un altro computer, l’applicazione cerca uno spazio di lavoro con un nome corrispondente. Se non trova alcuna corrispondenza (o se la configurazione dei monitor non corrisponde), viene utilizzato lo spazio di lavoro locale corrente.

Ripristinare uno spazio di lavoro

Per tornare al layout dei pannelli salvato originariamente, è possibile ripristinare lo spazio di lavoro corrente.

  • Scegliete Finestra > Spazio di lavoro > Ripristina nome spazio di lavoro.

Eliminare uno spazio di lavoro

  1. Scegliete Finestra > Spazio di lavoro > Elimina spazio di lavoro.

  2. Scegliete lo spazio di lavoro da eliminare e fate clic su OK.

    Nota:

    non potete eliminare lo spazio di lavoro correntemente attivo.

Pannelli ancorati, raggruppati o mobili

Potete ancorare insieme i pannelli, inserirli o estrarli da gruppi, e disancorarli in modo da renderli mobili sulla finestra dell’applicazione. Mano a mano che trascinate un pannello, vengono evidenziate le zone di rilascio, cioè quelle aree nelle quali è possibile portare il pannello. La zona di rilascio scelta determina il punto in cui viene inserito il pannello e se viene ancorato o raggruppato con altri pannelli.

Zone di ancoraggio

Le zone di ancoraggio si trovano lungo i margini di un pannello, di un gruppo o di una finestra. L’ancoraggio determina il posizionamento di un pannello accanto al gruppo esistente e il ridimensionamento di tutti i gruppi in modo da lasciare spazio al nuovo pannello.

Trascinate il pannello su una zona di ancoraggio per ancorarlo
Trascinate il pannello (A) su una zona di ancoraggio (B) per ancorarlo (C).

Zone di raggruppamento

Le zone di raggruppamento si trovano al centro di un pannello o di un gruppo e lungo l’area delle schede dei pannelli. Se si trascina un pannello un una zona di raggruppamento, questo verrà unito ad altri pannelli.

Trascinate il pannello su una zona di raggruppamento per raggrupparlo ai pannelli esistenti
Trascinate il pannello (A) su una zona di raggruppamento (B) per raggrupparlo ai pannelli esistenti (C).

Ancorare o raggruppare i pannelli

  1. Se il pannello che desiderate ancorare o raggruppare non è visibile, selezionatelo dal menu Finestra.

  2. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per spostare un singolo pannello, trascinate la presa nell’angolo superiore sinistro della scheda di un pannello fino alla zona di rilascio desiderata.

    Trascinate la presa del pannello per spostarlo
    Trascinate la presa del pannello per spostarlo

    • Per spostare un intero gruppo, trascinate la presa del gruppo che si trova nell’angolo superiore destro fino all’area di rilascio desiderata.

    Trascinate la presa del gruppo per spostare l’intero gruppo
    Trascinate la presa del gruppo per spostare l’intero gruppo

    L’applicazione ancora o raggruppa il pannello, a seconda della zona di rilascio.

Disancorare un pannello in una finestra mobile

Se disancorate un pannello convertendolo così in una finestra mobile, potete aggiungervi altri pannelli o modificarla in modo analogo alla finestra dell’applicazione. Potete spostare le finestre mobili in un monitor secondario o disporle in modo da creare uno spazio di lavoro simile a quelli delle precedenti versioni delle applicazioni Adobe.

  • Selezionate il pannello da disancorare (se non è visibile, sceglietelo dal menu Finestra), quindi effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Scegliete Disancora pannello o Disancora riquadro nel menu del pannello. Disancora riquadro consente di disancorare il gruppo di pannelli.

    • Tenete premuto il tasto Ctrl (Windows®) o Comando (Mac OS®) e trascinate il pannello o il gruppo allontanandolo dalla sua posizione corrente. Quando rilasciate il pulsante del mouse, il pannello o il gruppo di pannelli appaiono nella nuova finestra mobile.

    • Trascinate il pannello o il gruppo di pannelli al di fuori della finestra dell’applicazione (se questa è ingrandita, trascinate il pannello sulla barra delle applicazioni di Windows).

Ingrandire o ripristinare i gruppi di pannelli

Fate doppio clic sulla linguetta del pannello attivo o nell’area delle schede di un gruppo di pannelli per ingrandire o ripristinare il gruppo di pannelli. Potete inoltre premere il tasto ` (accento grave) mentre il puntatore del mouse si trova sopra il gruppo di pannelli.

Ridimensionare i gruppi di pannelli

Nota:

Per ingrandire rapidamente un pannello posto sotto il puntatore del mouse, premete il tasto ` (accento grave), (l’accento grave è il carattere che si trova sotto la tilde, ~, senza premere Maiusc, nelle tastiere USA standard). Premete nuovamente il tasto per ripristinare le dimensioni originali del pannello.

Quando trascinate il separatore fra gruppi di pannelli, tutti i gruppi che condividono il separatore vengono ridimensionati.

  1. Effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Per ridimensionare in senso orizzontale o verticale, posizionate il puntatore tra due gruppi di pannelli. Il puntatore diventa una freccia a due punte .

    • Per ridimensionare contemporaneamente in entrambe le direzioni, posizionate il puntatore in corrispondenza dell’intersezione fra tre o più gruppi di pannelli. Il puntatore diventa una freccia a quattro punte .

  2. Tenete premuto il pulsante del mouse e trascinate per ridimensionare i gruppi di pannelli.
    Trascinamento del separatore tra gruppi di pannelli da ridimensionare in orizzontale
    Trascinamento del separatore tra gruppi di pannelli da ridimensionare in orizzontale

    A. Gruppo originale con puntatore di ridimensionamento B. Gruppi ridimensionati 

Aprire, chiudere e visualizzare pannelli e finestre

Un pannello aperto potrebbe essere nascosto da altri pannelli. Quando scegliete un pannello dal menu Finestra, il pannello viene aperto e visualizzato in primo piano nel relativo gruppo.

Quando chiudete un gruppo di pannelli nella finestra dell’applicazione, gli altri gruppi vengono ridimensionati in modo da liberare spazio. Quando chiudete una finestra mobile, vengono chiusi anche i pannelli in essa contenuti.

  • Per aprire o chiudere un pannello, scegliete il pannello dal menu Finestra.

  • Per chiudere un pannello o una finestra, fate clic sul pulsante Chiudi . Se si chiude accidentalmente un pannello, scegliete il pannello dal menu Finestra e il pannello verrà visualizzato di nuovo.

  • Per aprire o chiudere un pannello, usate la relativa scelta rapida da tastiera.

  • Se un riquadro contiene più pannelli, posizionate il puntatore su una scheda e fate scorrere in avanti o all’indietro la rotellina del mouse per cambiare il pannello attivo.

  • Se un riquadro contiene più pannelli raggruppati di quelli che è possibile visualizzare contemporaneamente, trascinate la barra di scorrimento che compare sopra le schede.

     

Barra di scorrimento per visualizzare le schede di altri pannelli
Barra di scorrimento per visualizzare le schede di altri pannelli

Visualizzatori

Un visualizzatore è un pannello che può contenere più composizioni, livelli o elementi del metraggio o più visualizzazioni di uno di detti elementi. I pannelli Composizione, Livello, Metraggio, Diagramma di flusso e Controlli effetti sono visualizzatori.

Bloccando un visualizzatore, potete evitare che l’elemento correntemente visualizzato venga sostituito quando aprite o selezionate un nuovo elemento. Invece, quando un visualizzatore è bloccato e viene aperto o selezionato un nuovo elemento, After Effects crea un nuovo pannello visualizzatore per l’elemento. Se selezionate l’elemento dal menu di un visualizzatore bloccato, non viene creato un nuovo visualizzatore ma viene usato quello esistente.

Anziché raccogliere più elementi in un singolo visualizzatore e utilizzare il relativo menu per passare da un elemento all’altro, potete scegliere di aprire un visualizzatore distinto per ogni composizione, livello o elemento di metraggio aperto. Quando avete più visualizzatori aperti, potete disporli ancorandoli o raggruppandoli, come qualsiasi altro pannello.

Ad esempio, potete creare un visualizzatore Composizione per ogni visualizzazione 3D (viste personalizzate Alto, Basso, Dietro, Davanti) per ingrandire ogni visualizzazione con il comando da tastiera ` (accento grave), che ingrandisce o ripristina il pannello sotto il puntatore.

Nota:

Per creare uno spazio di lavoro personalizzato con più visualizzatori, prima di salvarlo controllate che tutti i visualizzatori siano sbloccati. I visualizzatori bloccati sono associati al contesto di uno specifico progetto e non vengono pertanto salvati nel file delle preferenze.

  • Per creare un nuovo visualizzatore, scegliete Nuovo dal menu dei visualizzatori. Consultate Apertura pannelli, visualizzatore e menu di scelta rapida.

  • Per bloccare o sbloccare un visualizzatore, scegliete Bloccato dal menu dei visualizzatori o fate clic sul pulsante Attiva/disattiva blocco visualizzatore .

  • Per bloccare il visualizzatore corrente, dividete il fotogramma corrente e create un nuovo visualizzatore dello stesso tipo nel nuovo fotogramma, premete Ctrl+Alt+Maiusc+N (Windows) o Comando+Opzione+Maiusc+N (Mac OS).

  • Per passare in avanti o indietro tra gli elementi nell’elenco del menu dei visualizzatori per il visualizzatore attivo, premete Maiusc+punto (.) o Maiusc+virgola (,).

Edit this, look at that (ETLAT) e visualizzatori Composizione bloccati

Se un visualizzatore Composizione è bloccato, il pannello Timeline per un’altra composizione è attivo e il visualizzatore Composizione per la composizione attiva non è visualizzato, la maggior parte dei comandi che agiscono sulle visualizzazioni e le anteprime operano sulla composizione per la quale viene mostrato il visualizzatore.

Ad esempio, premendo 0 sul tastierino numerico potete avviare un’anteprima per la composizione visibile in un visualizzatore Composizione bloccato, invece che la composizione associata al pannello Timeline attivo.

Questo comportamento facilita la configurazione di lavoro, talvolta definita edit-this-look-at-that (ETLAT). Lo scenario tipico in cui questo comportamento risulta utile è quello in cui apportate una modifica nel pannello Timeline per una composizione nidificata (a monte) e desiderate visualizzare l’anteprima del risultato della modifica in una composizione superiore (a valle).

Nota:

Il comportamento ETLAT funziona per le scelte rapide da tastiera per effettuare lo zoom, l’adattamento, l’anteprima, per riprendere e visualizzare istantanee, mostrare i canali, mostrare e nascondere griglie e guide e mostrare il fotogramma corrente in un dispositivo di anteprima video.

Per evitare questo comportamento, sbloccate il visualizzatore Composizione oppure visualizzatelo per la composizione che desiderate visualizzare o mostrare in anteprima.

Per scoprire i miglioramenti apportati al flusso di lavoro ETLAT, guardate questo video nel sito Web video2brain.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online