Panoramica sugli strumenti Marionetta e relative risorse

Utilizzate gli strumenti Marionetta per aggiungere rapidamente un’animazione naturale alle immagini raster e alla grafica vettoriale, tra cui immagini fisse, forme e caratteri di testo.

Nota:

benché gli strumenti Marionetta funzionino all’interno di un effetto (l’effetto Marionetta), l’effetto non viene applicato utilizzando il menu Effetti o il pannello Effetti e predefiniti. Utilizzate gli strumenti Marionetta nel pannello Strumenti per applicare direttamente e lavorare con l’effetto nel pannello Livello o Composizione.

L’effetto Marionetta agisce deformando parte di un’immagine in base alle posizioni dei perni che posizionate e spostate. Questi perni definiscono quali parti dell’immagine dovranno essere spostate, quali rimarranno fisse e quali ancora si troveranno in primo piano in caso di sovrapposizione.

Ogni strumento Marionetta viene utilizzato per posizionare e modificare uno specifico tipo di perno:

Strumento Perno marionetta

Utilizzate questo strumento per posizionare e spostare i perni di deformazione.

Strumento Sovrapposizione marionetta

Utilizzate questo strumento per posizionare i perni di sovrapposizione, che indicano quali parti di un’immagine appariranno in primo piano qualora la distorsione dovesse causare una parziale sovrapposizione tra diverse parti dell’immagine.

Strumento Rigidità marionetta

Utilizzate questo strumento per posizionare i perni di rigidità, che bloccano parti dell’immagine di modo che vengano distorte di meno.

La trama creata posizionando dei perni di deformazione (sinistra) e risultato del trascinamento di un perno di deformazione
La trama creata posizionando dei perni di deformazione (sinistra) e risultato del trascinamento di un perno di deformazione

Quando posizionate il primo perno, l’area all’interno di una struttura viene automaticamente divisa in una trama di triangoli. Una struttura è visibile solamente quando l’effetto Marionetta è stato applicato e un puntatore di uno strumento Marionetta si trova sopra l’area definita dalla struttura. Consultate Creazione delle strutture da parte dell’effetto Marionetta. Ogni parte della trama è inoltre associata ai pixel dell’immagine, pertanto i pixel si spostano insieme alla trama.

Nota:

Per mostrare la trama, selezionate Mostra nel pannello strumenti.

Quando spostate uno o più perni di deformazione, la trama cambia forma seguendo il movimento ma la trama generale viene mantenuta il più possibile fissa. Il risultato è che un movimento in una parte dell’immagine causa un movimento naturale e realistico nelle altre parti dell’immagine.

Ad esempio, se posizionate dei perni di deformazione sui piedi e sulle mani di una persona, quindi spostate una delle mani per farle fare un cenno di saluto, il movimento del braccio corrispondente alla mano è ampio mentre il movimento in corrispondenza del punto vita è ridotto, esattamente come nel mondo reale.

Se selezionate un singolo perno di deformazione animato, i relativi fotogrammi chiave della posizione sono visibili nel pannello Composizione e nel pannello Livello come un tracciato animato. Potete lavorare con questi tracciati animati esattamente come lavorate con altri tracciati animati, inclusa l’impostazione dei fotogrammi chiave vaganti nel tempo. Consultate Creare animazioni uniformi fotogrammi chiave vaganti.

Un livello può contenere più trame. L’utilizzo di più trame su un livello è utile per deformare diverse parti di un’immagine singolarmente, come i caratteri di testo, nonché per deformare più istanze della stessa parte di un’immagine, ciascuna con una deformazione differente.

La trama originale non distorta viene calcolata al fotogramma corrente nella posizione temporale in cui applicate l’effetto. La trama non cambia per rispecchiare l’animazione in un livello basato su un metraggio animato e non viene aggiornata se sostituite l’elemento di metraggio sorgente del livello.

Nota:

se state animando il livello anche con gli strumenti Pupazzo, non animate né la posizione né la scala di un livello rasterizzato in continuazione con le trasformazioni del livello. L’ordine di rendering per i livelli rasterizzati in continuazione (come i livelli forma e i livelli testo) è diverso dall’ordine di rendering per i livelli raster. Potete precomporre il livello forma e usare gli strumenti Marionetta sul livello di precomposizione, oppure usare gli strumenti Marionetta per trasformare le forme all’interno del livello. Consultate Ordine di rendering e compressione delle trasformazioni e Rasterizzare in modo continuo un livello contenente grafica vettoriale.

L’animazione creata dagli strumenti Marionetta viene campionata dall’effetto movimento se quest’ultimo è abilitato per il livello e la composizione, benché il numero di campioni utilizzati sia pari alla metà del valore specificato dal valore Campioni per fotogramma. Consultate Effetto movimento.

Nota:

Potete utilizzare le espressioni per collegare le posizioni dei perni di deformazione ai dati di tracciamento del movimento, ai fotogrammi chiave dell’ampiezza audio o a qualsiasi altra proprietà.

Risorse online per gli strumenti Marionetta

Nel sito Web Creative COW, è disponibile un’esercitazione realizzata da Aharon Rabinowitz che mostra un modo creativo per usare gli strumenti Marionetta con un generatore di particelle per simulare il flusso d’aria al di sopra di un’automobile.

Nel sito Web Slippery Rock NYC è disponibile un’esercitazione video di Robert Powers che mostra come usare il concetto di gerarchia e gli strumenti Marionetta per animare un personaggio.

Nel sito web CG Swot è disponibile un’esercitazione video di Dave Scotland che mostra come creare un’animazione di personaggio a ciclo continuo con gli strumenti Marionetta.

Nel sito Web VFX Haiku è disponibile un’esercitazione video di Kert Gartner che mostra come aggiungere movimento organico alle immagini applicando il metodo di espressione wiggle ai perni Marionetta.

In una serie di esercitazioni video dettagliate, Daniel Gies mostra come usare l’effetto cinematico inverso e gli strumenti Marionetta per preparare e animare un personaggio.

Animazione manuale di un’immagine con gli strumenti Marionetta

Lo switch cronometro viene automaticamente impostato per la proprietà Posizione di un perno di deformazione non appena il perno viene creato. Pertanto, un fotogramma chiave viene impostato o modificato ogni volta che cambiate la posizione di un perno di deformazione. L’inserimento automatico di un fotogramma chiave è diverso dalla maggior parte delle proprietà in After Effects, per le quali è necessario impostare espressamente l’interruttore cronometro aggiungendo un fotogramma chiave o un’espressione per animare ogni proprietà. L’animazione automatica dei perni di deformazione rende ancor più pratica l’aggiunta di perni e la relativa animazione nei pannelli Composizione o Livello, senza dover manipolare le proprietà nel pannello Timeline.

  1. Selezionate il livello che contiene l’immagine da animare.
  2. Utilizzando lo strumento Perno marionetta , eseguite una delle seguenti operazioni nei pannelli Composizione o Livello:
    • Fate clic su un qualsiasi pixel non trasparente di un livello raster per applicare l’effetto Marionetta e creare una trama per la struttura creata dalla traccia automatica del canale alfa del livello.

    • Fate clic all’interno di un tracciato chiuso su un livello vettoriale per applicare l’effetto Marionetta e creare una trama per la struttura definita dal tracciato.

    • Fate clic all’interno di una maschera chiusa e sbloccata per applicare l’effetto Marionetta e creare una trama per la struttura definita dal tracciato della maschera.

    • Fate clic all’esterno di tutti i tracciati chiusi su un livello vettoriale per applicare l’effetto Marionetta senza creare una trama. Le strutture vengono create per i tracciati sul livello, benché una struttura sia visibile unicamente quando un puntatore di uno strumento Marionetta si trova sopra l’area definita dalla struttura. Posizionate il puntatore sopra l’area racchiusa da un tracciato per visualizzare la struttura in cui verrà creata una trama se farete clic su tale punto. Consultate Creazione delle strutture da parte dell’effetto Marionetta. Fate clic all’interno di una struttura per creare una trama.

    Nel punto in cui fate clic per creare una trama verrà posizionato un perno di deformazione.

    Nota:

    se un’immagine è troppo complessa affinché l’effetto Marionetta generi una trama con il valore Triangolo corrente, appare il messaggio “Generazione trama non riuscita” nel pannello Info. Aumentate il valore Triangolo nel pannello Strumenti e riprovate.

  3. Fate clic in una o più posizioni all’interno della struttura per aggiungere ulteriori perni di deformazione.

    Utilizzate il minor numero di perni possibile per raggiungere il risultato desiderato. La deformazione naturale fornita dall’effetto Marionetta può andare persa se sovraccaricate l’immagine di perni. Aggiungete solamente i perni alle parti dell’immagine che sapete di voler controllare. Ad esempio, quando animate una persona che agita una mano, aggiungete un perno a ogni piede per tenerlo fisso a terra e aggiungete un perno alla mano in movimento.

  4. Passate a un’altra posizione temporale nella composizione e spostate la posizione di uno o più perni di deformazione trascinandoli nei pannelli Composizione o Livello con lo strumento Perno marionetta. Ripetete questo passaggio finché non avrete completato l’animazione.

Potete modificare i tracciati animati dei perni Deforma utilizzando le stesse tecniche che consentono di modificare qualsiasi altro tracciato animato.

Nota:

in After Effects non è più possibile tracciare il riempimento colorato nell’area del livello originale quando posizionate il mouse mediante lo strumento Perno marionetta.

Registrazione delle animazioni eseguendo uno schizzo del movimento con lo strumento Perno marionetta

Potete eseguire uno schizzo del tracciato animato di uno o più perni di deformazione in tempo reale o alla velocità desiderata, esattamente come potete eseguire uno schizzo del tracciato animato di un livello utilizzando Schizzo movimento.

Se la vostra composizione contiene audio, potete eseguire uno schizzo del movimento sincronizzato con l’audio.

Prima di cominciare a registrare il movimento, è opportuno configurare le impostazioni per la registrazione. Per aprire la finestra di dialogo Opzioni di registrazione marionetta, fate clic su Opzioni di registrazione nel pannello Strumenti.

Velocità

Il rapporto tra la velocità delle animazioni acquisite e la velocità di riproduzione. Se la Velocità è pari al 100%, il movimento viene riprodotto alla stessa velocità a cui è stato registrato. Se la Velocità è superiore al 100%, il movimento viene riprodotto a una velocità inferiore rispetto a quella a cui è stato registrato.

Arrotondamento

Impostate questa opzione su un valore superiore per rimuovere più fotogrammi chiave estranei dal tracciato animato mentre viene disegnato. Se si creano meno fotogrammi chiave, il movimento risulterà più uniforme.

Usa deformazione bozza

La struttura distorta che viene mostrata durante la registrazione non prende in considerazione i perni Rigidità. Questa opzione consente di incrementare le prestazioni in caso di trame complesse.

Nota:

questa procedura implica che abbiate già posizionato i perni di deformazione nell’oggetto da animare. Per informazione sul posizionamento dei perni di deformazione, consultate Animazione manuale di un’immagine con gli strumenti Marionetta.

  1. Selezionate uno o più perni di deformazione.
  2. Andate alla posizione temporale in cui desiderate iniziare la registrazione del movimento.
  3. Nel pannello Composizione o nel pannello Livello, tenete premuto il tasto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) per attivare lo strumento Schizzo marionetta. Per animare, trascinate i perni tenendo premuto il tasto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS).

    La registrazione del movimento inizia quando fate clic per cominciare a trascinare. La registrazione termina quando rilasciate il pulsante del mouse.

    Il colore della struttura per la trama per cui si sta eseguendo lo schizzo del movimento è lo stesso del perno (giallo). Le strutture di riferimento, per altre trame sullo stesso livello, corrispondono al colore dell’etichetta del livello.

    L’indicatore del tempo corrente ritorna alla posizione temporale in cui è iniziata la registrazione per consentirvi di ripetere l’operazione con più perni di deformazione o con gli stessi perni.

Potete modificare i tracciati animati dei perni Deforma utilizzando le stesse tecniche che consentono di modificare qualsiasi altro tracciato animato. Il tracciato animato per i perni viene visualizzato solo se è l’unico perno selezionato.

Nota:

Cercate di creare diverse trame duplicate e di eseguire uno schizzo del movimento per ogni trama. Quando avete trame multiple nella stessa istanza dell’effetto Marionetta, potete eseguire uno schizzo del movimento per una trama mentre osservare le strutture di riferimento delle altre, il che vi consente di seguire i movimenti, in linea generale o nel dettaglio.

Creazione delle strutture da parte dell’effetto Marionetta

Quando si crea una trama Marionetta, i margini sono determinati da una struttura, che può essere definita da uno qualsiasi dei seguenti tracciati chiusi:

  • Un tracciato maschera sbloccato

  • Un tracciato forma su un livello forma

  • Una struttura carattere di testo

Se un livello non presenta maschere, forme o caratteri di testo sbloccati quando applicate l’effetto Marionetta, esso utilizza Traccia automatica per creare tracciati dal canale alfa. Questi tracciati vengono utilizzati esclusivamente dall’effetto Marionetta per determinare le strutture e non appaiono come maschere sul livello. Se il livello è di tipo raster senza canale alfa, il risultato è un singolo tracciato rettangolare attorno ai margini del livello. Per un’immagine complessa o se si desidera configurare le impostazioni Traccia automatica, utilizzate Traccia automatica prima degli strumenti Marionetta. Consultate Creare una maschera dai valori di canale con Traccia automatica.

Un carattere di testo che consiste in tracciati chiusi disuniti multipli (come la lettera i) viene trattato come tracciati distinti multipli.

Per determinare le strutture, non vengono utilizzate forme o tratti dei caratteri di testo, ma solo il tracciato. Per contenere un tratto all’interno di una trama creata da tali elementi, aumentate il valore di Espansione. Il valore predefinito pari a 3 pixel per l’Espansione contiene un tratto che si estende di 3 pixel o meno dal relativo tracciato.

Nota:

Applicate i tratti pennello a un livello utilizzando lo strumento Pennello con l’opzione Disegna su trasparente. Disegnando con questa opzione selezionata si crea un livello raster con solamente i tratti pennello, definiti da un canale alfa. Potete quindi utilizzare gli strumenti Marionetta per animare i tratti pennello. Non utilizzate una maschera sul livello.

Se maschere, forme o caratteri di testo multipli si sovrappongono sullo stesso livello, viene creata una struttura dall’unione delle forme, dei caratteri o delle maschere che si sovrappongono. Se una maschera si sovrappone a un carattere di testo o a una forma, vengono create delle strutture per l’intero carattere o forma, per la porzione di carattere o forma che si trova all’interno della maschera e per la maschera stessa.

Nota:

Per applicare la distorsione a caratteri o forme disuniti multipli come fossero un oggetto, contornate i singoli oggetti con una maschere (con la modalità maschera impostata su Nessuna) e utilizzate il tracciato maschera come la struttura con cui creare la trama. Una volta creata la trama, potete eliminare la maschera.

Se l’effetto Marionetta è già stato applicato a un livello, le strutture appaiono evidenziate in giallo quando spostate il puntatore di uno strumento Marionetta sopra di esse. Potete scegliere la struttura in cui posizionare un perno iniziale per creare una trama. Viene creata una trama ogni volta che fate clic all’interno di una struttura con uno strumento Marionetta.

Se l’effetto Marionetta non è stato ancora applicato a un livello, le strutture per quel livello non sono ancora state calcolate. Quando fate clic, l’effetto Marionetta calcola le strutture e determina se avete fatto clic all’interno di una struttura. In tal caso, crea una trama definita dalla struttura in cui avete fatto clic. In caso contrario, potete spostare il puntatore attorno al livello per selezionare la struttura in cui desiderate posizionare un perno e creare una trama. Spostare il puntatore nel livello è utile per vedere le strutture dei vari oggetti e scegliere quali strutture usare per creare una trama.

Struttura per l’unione di due tracciati forma, evidenziati in giallo, visibile perché il puntatore di uno strumento Marionetta si trova all’interno dell’area definita dalla struttura
Struttura per l’unione di due tracciati forma, evidenziati in giallo, visibile perché il puntatore di uno strumento Marionetta si trova all’interno dell’area definita dalla struttura

Utilizzo dei perni Marionetta e della trama distorsione

  • Per visualizzare la trama per l’effetto Marionetta, selezionate Mostra nella sezione delle opzioni del pannello Strumenti.
  • Per selezionare o spostare un perno, fate clic o trascinatelo con lo strumento Sposta . Per attivare lo strumento Sposta, posizionate il puntatore su un perno mentre lo strumento di selezione  o il relativo strumento Marionetta sono attivi.
  • Per selezionare perni multipli, fate clic su di essi tenendo premuto il tasto Maiusc o utilizzate lo strumento di selezione scorrevole  per trascinare un riquadro di selezione attorno ai perni desiderati. Per attivare lo strumento di selezione scorrevole, posizionate il puntatore per uno strumento Marionetta fuori da tutte le trame e strutture o tenete premuto il tasto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS).
  • Per selezionare tutti i perni di un tipo (deformazione, rigidità o sovrapposizione), selezionate un perno di quel tipo, quindi premete Ctrl+A (Windows) o Comando+A (Mac OS).
  • Per eliminare i perni selezionati, premete il tasto Canc. Se il perno ha fotogrammi chiave multipli ed è selezionato solamente il fotogramma chiave nel tempo corrente, se premete il tasto Canc viene eliminato solamente quel fotogramma chiave; premendo nuovamente Canc viene eliminato il perno.
  • Per ripristinare i perni di deformazione alle posizioni originali al tempo corrente, fate clic su Ripristina per l’effetto Marionetta nel pannello Timeline o Controlli effetti. Per rimuovere tutti i perni e tutte le trame da un’istanza dell’effetto Marionetta, fate clic nuovamente su Ripristina.

Nota:

A volte si desidera animare un’immagine da una posizione iniziale, passando per una posizione intermedia, per poi tornare alla posizione iniziale. Anziché trascinare manualmente i perni alle posizioni iniziali al termine dell’animazione, posizionate l’indicatore del tempo corrente al tempo finale e fate clic su Ripristina. Solamente i fotogrammi chiave al tempo corrente verranno ripristinati.

  • Per aumentare o diminuire il numero di triangoli utilizzati in una trama, modificate il valore Triangolo nella sezione delle opzioni del pannello Strumenti o nel pannello Timeline. Modificando il valore Triangolo, viene impostato il valore per una trama selezionata o, se non avete selezionato alcuna trama, viene impostato il valore per le trame che verranno create in seguito.

Un numero maggiore di triangoli comporta risultati più uniformi ma un tempo superiore per il rendering. Gli oggetti di piccole dimensioni, come i caratteri di testo, vengono generalmente distorti con 50 triangoli, mentre un’immagine più grande può richiederne anche 500. Il numero di triangoli utilizzati potrebbe non corrispondere esattamente al valore Triangolo; questo valore è solamente un obiettivo.

  • Per espandere la trama oltre la struttura originale, aumentate la proprietà Espansione nella sezione delle opzioni del pannello Strumenti o nel pannello Timeline. Modificando la proprietà Espansione, viene impostato il valore per una trama selezionata o, se non avete selezionato alcuna trama, viene impostato il valore per le trame che verranno create in seguito. L’espansione della trama è utile per comprendere un tratto.
  • Per duplicare un oggetto utilizzando lo strumento Perno marionetta, fate clic all’interno della struttura originale. Facendo clic all’interno della struttura originale viene creata una nuova trama, con la relativa copia dei pixel dell’area interna alla struttura originale. Potete inoltre duplicare un gruppo di trame nel pannello Timeline per ottenere lo stesso risultato, il che a volte risulta più semplice anziché fare clic all’interno della struttura originale senza fare clic su una trama per non creare un perno.

Controlli Sovrapposizione marionetta

Quando state applicando una distorsione a una parte di un’immagine, potreste voler controllare quali parti di tale immagine appaiano in primo piano rispetto alle altre. Ad esempio, potreste voler mantenere il braccio in primo piano rispetto al volto mentre animate il braccio. Utilizzate lo strumento Sovrapposizione marionetta per applicare i perni Sovrapposizione alle parti di un oggetto per le quali desiderate controllare la profondità apparente.

Applicate i perni Sovrapposizione marionetta alla struttura originale e non all’immagine deformata.

La distorsione dell’immagine non desiderata (in alto a sinistra) viene evitata con un perno Rigidità (in alto a destra e in basso a sinistra)
Perno Sovrapposizione con valore Davanti negativo (in alto) e positivo (in basso)

Ogni perno Sovrapposizione ha le seguenti proprietà:

Davanti

La prossimità apparente rispetto allo spettatore. L’influenza dei perni Sovrapposizione è cumulativa, il che significa che i valori Davanti vengono uniti per le posizioni sulla trama che si sovrappongono. Potete utilizzare valori Davanti negativi per annullare l’influenza di un altro perno Sovrapposizione in una posizione specifica.

Un’area della trama che non viene influenzata dai perni Sovrapposizione ha un valore implicito Davanti pari a 0. Il valore predefinito per un nuovo perno Sovrapposizione è pari a 50.

Nota:

Durante l’animazione del valore Davanti, di solito è opportuno usare i fotogrammi chiave Blocco. In genere non è consigliabile interpolare gradualmente da un elemento che si trova davanti a un elemento che si trova dietro.

Distanza

La distanza fin cui il perno Sovrapposizione estende la propria influenza dalla sua posizione. L’influenza termina all’improvviso; non diminuisce gradualmente con la distanza dal perno. La distanza è indicata visivamente da un riempimento nelle parti interessate della trama. Il riempimento è scuro se Avanti è negativo, mentre è chiaro se Avanti è positivo.

Controlli Rigidità marionetta

Quando state applicando una distorsione a una parte di un’immagine, potreste voler evitare che altre parti vengano distorte. Ad esempio, potreste voler mantenere la rigidità del braccio mentre animate la mano per farla oscillare. Utilizzate lo strumento Rigidità marionetta per applicare i perni Rigidità alla parte di un oggetto che desiderate mantenere rigida.

Applicate i perni Rigidità marionetta alla struttura originale e non all’immagine deformata.

La distorsione dell’immagine non desiderata (in alto a sinistra) viene evitata con un perno Rigidità (in alto a destra e in basso a sinistra)
La distorsione dell’immagine non desiderata (in alto a sinistra) viene evitata con un perno Rigidità (in alto a destra e in basso a sinistra)

Ogni perno Rigidità ha le seguenti proprietà:

Quantità

La forza dell’agente di rigidità. L’influenza dei perni Rigidità è cumulativa, il che significa che i valori Quantità vengono uniti per le posizioni sulla trama che si sovrappongono. Potete utilizzare valori Quantità negativi per annullare l’influenza di un altro perno Rigidità in una posizione specifica.

Nota:

Se notate “strappi” nell’immagine accanto a un perno di deformazione, utilizzate un perno Rigidità con un valore Quantità molto basso (inferiore a 0,1) accanto al perno di deformazione. Un valore Quantità molto basso è ottimo per mantenere l’integrità dell’immagine senza introdurre troppa rigidità.

Distanza

La distanza fin cui il perno Rigidità estende la propria influenza dalla sua posizione. L’influenza termina all’improvviso; non diminuisce gradualmente con la distanza dal perno. La distanza è indicata visivamente da un riempimento chiaro nelle parti interessate della trama.

Oltre all’animazione delle immagini fisse, è possibile utilizzare l’effetto Marionetta su un livello con metraggio animato come sorgente. Ad esempio, potete applicare una distorsione ai contenuti dell’intero fotogramma della composizione affinché corrisponda all’animazione di un oggetto all’interno del fotogramma. In tal caso, potete valutare la possibilità di creare una trama per l’intero livello, con i margini del livello come struttura, e utilizzare lo strumento Rigidità marionetta attorno ai lati per evitare che i lati del livello subiscano una distorsione.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online