Guida utente Annulla

Formattare paragrafi e il pannello Paragrafo

  1. Guida utente di After Effects
  2. Versioni beta
    1. Panoramica del programma beta
    2. After Effects Beta Home
  3. Guida introduttiva
    1. Introduzione ad After Effects
    2. Novità di After Effects 
    3. Note sulla versione | After Effects
    4. Requisiti di sistema di After Effects
    5. Scelte rapide da tastiera di After Effects
    6. Formati di file supportati | After Effects
    7. Consigli sull’hardware
    8. After Effects per Apple Silicon
    9. Pianificazione e impostazione
  4. Spazi di lavoro
    1. Elementi generali dell’interfaccia utente
    2. Interfaccia di After Effects
    3. Flussi di lavoro
    4. Spazi di lavoro, pannelli e visualizzatori
  5. Progetti e composizioni
    1. Progetti
    2. Nozioni di base sulla composizione
    3. Effettuare la precomposizione, la nidificazione e il pre-rendering
    4. Visualizzare informazioni dettagliate sulle prestazioni con Profilo composizione
    5. Modulo di rendering per composizioni CINEMA 4D
  6. Importazione del metraggio
    1. Preparazione e importazione di immagini fisse
    2. Importazione da After Effects e Adobe Premiere Pro
    3. Importazione e interpretazione di video e audio
    4. Preparazione e importazione di file di immagine 3D
    5. Importazione e interpretazione degli elementi di metraggio
    6. Operazioni con gli elementi di metraggio
    7. Rilevare i punti di modifica utilizzando Rilevamento modifiche scena
    8. Metadati XMP
  7. Testo e grafica
    1. Testo
      1. Formattazione dei caratteri e pannello Carattere
      2. Effetti Testo
      3. Creazione e modificazione di livelli testo
      4. Formattazione paragrafi e pannello Paragrafo
      5. Estrusione di livelli di testo e forma
      6. Animazione del testo
      7. Esempi e risorse per l’animazione del testo
      8. Modelli di testo dinamico
    2. Grafica animata
      1. Utilizzare modelli di grafica animata in After Effects
      2. Utilizzare le espressioni per creare elenchi a discesa nei modelli di grafica animata
      3. Utilizzare Proprietà essenziali per creare modelli di grafica animata
      4. Sostituire immagini e video in modelli di grafica animata e in Proprietà essenziali
      5. Anima più velocemente e più facilmente utilizzando il pannello Proprietà
  8. Disegni, colori e tracciati
    1. Panoramica su livelli forma, tracciati e grafica vettoriale
    2. Strumenti di disegno: Pennello, Timbro clona e Gomma
    3. Assottigliare i tratti forma
    4. Attributi forma, operazioni di disegno e operazioni con i tracciati per i livelli forma
    5. Usare l’effetto forma Sposta tracciati per modificare le forme
    6. Creazione delle forme
    7. Creare maschere
    8. Rimuovere oggetti dai video con Riempimento in base al contenuto
    9. Pennello a rotoscopio e Migliora mascherino
  9. Livelli, marcatori e fotocamera
    1. Selezione e disposizione di livelli
    2. Metodi di fusione e stili di livello
    3. Livelli 3D
    4. Proprietà dei livelli
    5. Creazione livelli
    6. Gestione livelli
    7. Marcatori livello e marcatori composizione
    8. Videocamere, luci e punti di interesse
  10. Animazione, fotogrammi chiave, tracciamento del movimento e tipo di trasparenza
    1. Animazione
      1. Fondamenti di animazione
      2. Animazione con gli strumenti Marionetta
      3. Gestione e animazione di tracciati forma e maschere
      4. Animazione di forme create con Sketch e Capture con After Effects
      5. Strumenti di animazione assortiti
      6. Utilizzare l’animazione basata sui dati
    2. Fotogramma chiave
      1. Interpolazione fotogrammi chiave
      2. Impostare, selezionare ed eliminare i fotogrammi chiave
      3. Modifica, spostamento e copia di fotogrammi chiave
    3. Tracciamento del movimento
      1. Tracciamento e stabilizzazione del movimento
      2. Tracciamento dei volti
      3. Tracciamento maschera
      4. Riferimento maschera
      5. Velocità
      6. Dilatazione e modifica del tempo
      7. Codice di tempo e unità per la visualizzazione del tempo
    4. Trasparenza
      1. Trasparenza
      2. Effetti Trasparenza
  11. Trasparenza e composizione
    1. Composizione e trasparenza: panoramica e risorse
    2. Canali alfa e maschere
    3. Mascherini traccia e mascherini mobili
  12. Regolazione del colore
    1. Concetti di base sul colore
    2. Gestione colore
    3. Effetti di correzione del colore
    4. Gestione del colore OpenColorIO e ACES
  13. Effetti e predefiniti di animazione
    1. Panoramica sugli effetti e sui predefiniti di animazione
    2. Elenco di effetti
    3. Gestione effetti
    4. Effetti di simulazione
    5. Effetti di stilizzazione
    6. Effetti audio
    7. Effetti di distorsione
    8. Effetti di prospettiva
    9. Effetti canale
    10. Effetti di generazione
    11. Effetti di transizione
    12. Effetto di riparazione scansione lineare
    13. Effetti sfocatura e nitidezza
    14. Effetti canale 3D
    15. Effetti di utilità
    16. Effetti mascherino
    17. Effetti di disturbo e granulosità
    18. Effetto Mantieni dettagli (ingrandimento)
    19. Effetti obsoleto
  14. Espressioni e automazione
    1. Espressioni
      1. Concetti di base sull’espressione
      2. Informazioni sul linguaggio dell’espressione
      3. Utilizzo dei controlli di espressione
      4. Differenze di sintassi tra i motori di espressione JavaScript e Legacy ExtendScript
      5. Modifica di espressioni
      6. Errori nelle espressioni
      7. Utilizzo dell’editor espressioni
      8. Utilizzo delle espressioni per modificare e accedere alle proprietà di testo
      9. Riferimenti del linguaggio delle espressioni
      10. Esempi di espressione
    2. Automazione
      1. Automazione
      2. Script
  15. Video immersivo, VR e 3D
    1. Creare ambienti VR in After Effects
    2. Applicare effetti video immersivi
    3. Strumenti di composizione per i video VR/360
    4. Modulo di rendering 3D avanzato
    5. Importare e aggiungere modelli 3D alla composizione
    6. Importare modelli 3D da Creative Cloud Libraries
    7. Illuminazione basata su immagine
    8. Estrarre e animare videocamere e luci da modelli 3D
    9. Tracciamento del movimento della videocamera 3D
    10. Creare e accettare ombre
    11. Animazioni di modelli 3D incorporate
    12. Acquisizione ombre
    13. Estrazione dei dati di profondità 3D
    14. Lavorare in Design Space 3D
    15. Gizmo Trasformazione 3D
    16. Ulteriori informazioni sull’animazione 3D
    17. Anteprima delle modifiche apportate ai progetti 3D con il sistema Mercury 3D
    18. Aggiungere grafica reattiva agli elementi grafici 
  16. Visualizzazioni e anteprime
    1. Visualizzazione in anteprima
    2. Anteprima video con Mercury Transmit
    3. Modifica e utilizzo di visualizzazioni
  17. Rendering ed esportazione
    1. Nozioni di base su rendering ed esportazione
    2. Codifica H.264 in After Effects
    3. Esportare un progetto After Effects come progetto Adobe Premiere Pro
    4. Convertire filmati
    5. Rendering di più fotogrammi
    6. Rendering automatico e rendering di rete
    7. Rendering ed esportazione di immagini fisse e sequenze di immagini fisse
    8. Utilizzo del codec GoPro CineForm in After Effects
  18. Lavorare con altre applicazioni
    1. Dynamic Link e After Effects
    2. Utilizzo di After Effects con altre applicazioni
    3. Impostazioni sincronizzazione in After Effects
    4. Creative Cloud Libraries in After Effects
    5. Plug-in
    6. Cinema 4D e Cineware
  19. Collaborazione: Frame.io e Progetti team
    1. Collaborazione in Premiere Pro e After Effects
    2. Frame.io
      1. Installare e attivare Frame.io
      2. Utilizzare Frame.io con Premiere Pro e After Effects
      3. Domande frequenti
    3. Progetti team
      1. Introduzione ai Progetti team
      2. Creare un progetto team
      3. Collaborare con Progetti team
  20. Memoria, archiviazione, prestazioni
    1. Memoria e archiviazione
    2. Come After Effects gestisce i problemi di memoria insufficiente durante la visualizzazione dell’anteprima    
    3. Migliorare le prestazioni
    4. Preferenze
    5. Requisiti di GPU e driver GPU per After Effects
  21. Knowledge base
    1. Problemi noti
    2. Problemi risolti
    3. Domande frequenti
    4. After Effects e macOS Ventura
    5. Come After Effects gestisce i problemi di memoria ridotta durante l'anteprima

Un paragrafo è una sequenza qualsiasi di testo con un ritorno a capo finale. Il pannello Paragrafo può essere usato per impostare opzioni riguardanti interi paragrafi, quali l’allineamento, i rientri e l’interlinea. Per il testo indipendente, ciascuna riga viene considerata un paragrafo separato. Nel testo paragrafo, ogni paragrafo può essere formato da più righe, secondo le dimensioni del rettangolo di selezione.

Se il punto di inserimento si trova in un paragrafo oppure se è selezionato del testo, le modifiche apportate nel pannello Paragrafo vengono applicate solo ai paragrafi che sono selezionati almeno parzialmente. Se non è selezionato alcun testo, le modifiche apportate nel pannello Paragrafo vengono applicate ai livelli testo selezionati e ai fotogrammi chiave Testo sorgente selezionati del livello testo, se presenti. Se non è selezionato alcun testo e non è selezionato alcun livello testo, le modifiche apportate nel pannello Paragrafo diventano le nuove impostazioni predefinite della successiva immissione di testo.

  • Per visualizzare il pannello Paragrafo, scegliete Finestra > Paragrafo oppure, con uno strumento Testo selezionato, fate clic sul pulsante del pannello  nel pannello Strumenti.

Nota:

Per aprire automaticamente i pannelli Carattere e Paragrafo quando uno strumento Testo è attivo, selezionate Apertura pannelli automatica nel pannello Strumenti.

  • Per ripristinare i valori predefiniti del pannello Paragrafo, scegliete Ripristina paragrafo nel menu del pannello Paragrafo.
Opzioni di allineamento dei paragrafi

Nota:

per aprire il menu del pannello, fate clic sul pulsante  nell’angolo superiore destro del pannello.

Allineare e giustificare il testo

Potete allineare il testo a un bordo del paragrafo (a sinistra, al centro o a destra per il testo orizzontale; in alto, al centro o in basso per il testo verticale) e giustificare il testo su entrambi i lati di un paragrafo. Le opzioni di allineamento sono disponibili sia per il testo indipendente che per il testo in paragrafi; le opzioni di giustificazione sono disponibili soltanto per il testo in paragrafi.

Applicare rientri e spazi ai paragrafi

I rientri specificano la quantità di spazio tra il testo e il rettangolo di selezione o la riga contenente il testo. I rientri vengono applicati soltanto al paragrafo o ai paragrafi selezionati; pertanto, potete impostare facilmente rientri diversi per i paragrafi.

  • Per applicare rientri ai paragrafi, specificate un valore per un’opzione di rientro nel pannello Paragrafo:

    Rientro margine sinistro:

    Effettua il rientro del testo dal bordo sinistro del paragrafo. Per il testo verticale, questa opzione determina il rientro dalla parte superiore del paragrafo.

    Rientro margine destro:

    Effettua il rientro del testo dal bordo destro del paragrafo. Per il testo verticale, questa opzione determina il rientro dalla parte inferiore del paragrafo.

    Rientro prima riga:

    Effettua il rientro della prima riga di testo del paragrafo. Per il testo orizzontale, il rientro della prima riga viene effettuato rispetto al rientro a sinistra; per il testo verticale, il rientro della prima riga viene effettuato rispetto al rientro dalla parte superiore. Per creare il rientro sporgente della prima riga, immettete un valore negativo.

  • Per modificare lo spazio precedente o successivo ai paragrafi, immettete un valore per Spazio prima e Spazio dopo nel pannello Paragrafo.

Punteggiatura esterna per i font latini

La punteggiatura esterna consente di stabilire se i segni della punteggiatura devono trovarsi all’interno o all’esterno dei margini. Se è attivata la punteggiatura esterna per i font latini, i punti, le virgole, le virgolette singole, le virgolette doppie, gli apostrofi, i trattini, i trattini lunghi, i trattini brevi, i due punti e i punti e virgola appaiono all’esterno dei margini.

  1. Per attivare la punteggiatura esterna per i font latini, scegliete Punteggiatura esterna romano dal menu del pannello Paragrafo.
    Nota:

    Per aprire il menu del pannello, fate clic sul pulsante nell’angolo superiore destro del pannello.

    Nota:

    se usate l’opzione Punteggiatura esterna romano, i segni di punteggiatura a byte doppio disponibili nei font cinesi, giapponesi e coreani nella sequenza selezionata non appaiono al di fuori dei margini.

Metodi di composizione del testo

L’aspetto del testo in una pagina dipende da una complessa interazione di processi denominata composizione del testo. In base alle opzioni di spaziatura delle parole, spaziatura delle lettere e spaziatura di glifo selezionate, After Effects calcola le possibili interruzioni di riga e sceglie quella in grado di supportare meglio i parametri specificati.

After Effects dispone di due metodi di composizione, disponibili nel menu del pannello Paragrafo.

Nota:

Per aprire il menu del pannello, fate clic sul pulsante nell’angolo superiore destro del pannello.

Composizione riga per riga Adobe

Offre un approccio tradizionale alla composizione del testo attraverso l’elaborazione di una riga alla volta. Questa opzione è preferibile se desiderate un controllo manuale delle interruzioni di riga. Se lo spazio deve essere regolato, la composizione riga per riga tenta innanzitutto di comprimere il testo, anzichè espanderlo.

Composizione multiriga Adobe

Prende in considerazione una rete di punti di interruzione, con cui ottimizzare le prime righe del paragrafo in modo da eliminare le interruzioni esteticamente poco piacevoli in seguito. L’uso di più righe di testo determina spazi più uniformi e una quantità minore di suddivisioni in sillabe. Nella composizione multiriga vengono identificate e calcolate le interruzioni possibili e viene assegnata una penalità ponderata basata su questi principi:

  • La priorità più alta viene assegnata all’uniformità di spazio tra lettere e parole. Le possibili interruzioni vengono calcolate e penalizzate in base al grado di deviazione dalla spaziatura ottimale.

  • Dopo l’identificazione dei valori di penalizzazione in una sequenza di righe, tali valori vengono elevati al quadrato in modo da amplificare le interruzioni non desiderate. Vengono quindi usate le interruzioni accettabili.

 Adobe

Ottieni supporto in modo più facile e veloce

Nuovo utente?

Adobe MAX 2024

Adobe MAX
La conferenza sulla creatività

14-16 ottobre Miami Beach e online

Adobe MAX

La conferenza sulla creatività

14-16 ottobre Miami Beach e online

Adobe MAX 2024

Adobe MAX
La conferenza sulla creatività

14-16 ottobre Miami Beach e online

Adobe MAX

La conferenza sulla creatività

14-16 ottobre Miami Beach e online