Rimozione di Analisi discorso | Premiere Pro CC 8.2

A partire dalla versione di Premiere Pro CC 8.2 dicembre 2014, la funzione di conversione da discorso a testo o Analisi discorso è stata rimossa da Premiere Pro CC.

La funzione Analisi discorso in Premiere Pro analizza il testo parlato e lo converte in metadati basati su testo da poter utilizzare per ricerche testuali.

Al momento dell’implementazione di Analisi discorso, si prevedeva che il motore alla base di questa funzione potesse essere ulteriormente sviluppato e migliorato in tempi più brevi. Tuttavia, i riscontri ricevuti dagli utenti e la ricerca effettuata confermano che non è possibile implementare questa funzione con il grado di precisione richiesto.

Pertanto Analisi discorso è stato rimosso da Premiere Pro CC. Non è quindi più possibile analizzare nuovi file multimediali e generare i metadati discorso-testo in Premiere Pro CC.

Tuttavia, potete continuare a visualizzare i metadati discorso-testo per le clip precedentemente analizzate in Premiere Pro CC 8.1 o versioni precedenti. I metadati generati da Analisi discorso sono incorporati nei file multimediali. È quindi possibile continuare a utilizzare e visualizzare il testo quando le clip analizzate vengono importate e utilizzate nell’ultima versione di Premiere Pro CC.

Soluzione

Per eseguire l’analisi vocale per nuovi file multimediali e utilizzare il testo generato nell’ultima versione di Premiere Pro CC, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Installate Premiere Pro CC 7.2.2.

    Nota:

    Sebbene la funzione Analisi discorso è disponibile anche in Premiere Pro CC 8.0 e 8.1, per questa soluzione è necessario installare la versione 7.2.2.

    Infatti, se avete effettuato l’aggiornamento a Premiere Pro CC 8.2 (da cui è stata rimossa la funzione Analisi discorso), non potete installare la versione 8.0 o 8.1 sullo stesso computer. Installate pertanto la versione 7.2.2 di Premiere Pro CC, ovvero la versione più recente che contenenga la funzione Analisi discorso e che possa essere installata insieme alla versione 8.2.

     

    Passaggi per installare Premiere Pro CC 7.2.2

    1. Aprite Creative Cloud per desktop e passate al pannello delle app.
    2. Filtrate le app in base all’opzione Versione precedente.
    3. Dal menu di installazione, scegliete CC 7.0.
    4. Dopo l’installazione di Premiere Pro CC 7.0, fate clic sul pulsante Aggiorna per effettuare l’aggiornamento a Premiere Pro CC 7.2.2.

     

    Installazione di Premiere Pro CC 7.2.2 con Creative Cloud per desktop
  2. Avviate Premiere Pro CC 7.2.2 e importate le clip su cui desiderate eseguire Analisi discorso.

  3. Eseguite Analisi discorso sui file multimediali selezionati per generare i metadati di testo dell’analisi vocale.

    Per informazioni dettagliate sull’utilizzo di Analisi discorso, consultate Analisi discorso | Premiere Pro CC 8.1 e versioni precedenti.

  4. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Nella versione corrente di Premiere Pro CC, aprite il progetto Premiere Pro 7.2.2 contenente le clip analizzate.
      Nota: il progetto 7.2.2 viene convertito automaticamente in un progetto della nuova versione.

    • Importate le clip analizzate direttamente nella versione corrente di Premiere Pro CC, dove i metadati testuali saranno visibili e utilizzabili.

     

Domande frequenti

Qual è l’ultima versione di Premiere Pro CC che dispone della funzione Analisi discorso?

L’ultima versione di Premiere Pro CC con funzione Analisi discorso è Premiere Pro CC 8.1 di ottobre 2014.

Esistono altri prodotti Adobe interessati dalla rimozione della funzione Analisi discorso?

Adobe Media Encoder e Adobe Prelude supportano la funzione Analisi discorso. A partire dalla versione di dicembre 2014, Analisi discorso non sarà più supportata in Adobe Media Encoder CC 8.2 e Adobe Prelude CC 3.2.

In Adobe Media Encoder CC 8,2, potete esportare i metadati XMP di analisi del discorso per tutte le clip precedentemente analizzate con Premiere Pro CC 8.1 o versioni precedenti. Selezionate Esporta traccia dialoghi principale e marcatori sequenza nella finestra di dialogo Preferenze per includere i metadati XMP di analisi del discorso durante l’esportazione.

In Prelude CC 3.2, i marcatori di trascrizione discorso sono stati rimossi dal pannello Tipo marcatore. Tuttavia, se aprite una clip che contiene marcatori di trascrizione discorso creati da una versione precedente di Adobe Prelude, tali marcatori sono disponibili.    

La funzione Analisi discorso sarà sostituita da una nuova funzione simile?

Adobe sta valutando possibili alternative, tuttavia non sono al momento disponibili ulteriori informazioni in merito.

Utilizzo di analisi discorso | Premiere Pro CC 8.1 e versioni precedenti

La funzionale Analisi discorso può analizzare le parole pronunciate e generare metadati testuali. Potete modificare e cercare i metadati testuali in maniera analoga a qualsiasi altra proprietà di metadati. Potete inoltre passare alle posizioni temporali in cui vengono pronunciate parole specifiche, per il corretto allineamento di modifiche, messaggi pubblicitari e sottotitoli.

Analizzare il discorso per creare metadati testuali

In Premiere Pro, la funzione di riconoscimento vocale è disponibile per clip unite quando in queste è disponibile almeno una clip audio unita. Potete scegliere di analizzare tutte le tracce audio in una clip unita oppure una sola.

  1. (Facoltativo) Prima di iniziare ad analizzare i file multimediali, passate allo spazio di lavoro Registrazione file multimediali (Finestra > Spazio di lavoro > Registrazione file multimediali).

    Lo spazio di lavoro Registrazione file multimediali è progettato per aiutarvi a visualizzare e lavorare facilmente con i metadati associati ai file video e audio.

  2. Selezionate un file o una clip. Potete analizzare più clip unite e/o più clip contemporaneamente.

  3. Per analizzare una singola traccia, selezionate la clip da analizzare e fate clic su Analizza nella sezione Analisi discorso del pannello Metadati.

    Nota:

    La sezione Analisi discorso si trova nella parte inferiore del pannello Metadati.

    Per analizzare più clip unite o distinte, selezionatele e scegliete Clip > Analizza contenuto.

  4. Nella finestra di dialogo Analizza contenuto, impostate le seguenti opzioni.

    Lingua

    Selezionate la lingua in cui desiderate che vengano generati i metadati testuali.

    La funzione di riconoscimento vocale può utilizzare numerose librerie di lingue o varianti, ad esempio le librerie per lo spagnolo o l’inglese britannico.

    Per scaricare altre librerie di lingua, consultate questa pagina sul sito Web di Adobe.

    Qualità

    Scegliete la qualità massima e media.

    Copione

    Per migliorare la qualità di analisi vocale potete utilizzare un copione di riferimento o un copione Adobe Story incorporato.  

    Identifica parlanti

    Selezionate questa opzione se desiderate che Premiere Pro crei metadati separati per ogni interlocutore.

  5. Fate clic su OK. Il testo parlato compare come metadati di discorso nella sezione di analisi del discorso.

  6. Per mantenere il testo nei metadati, salvate il progetto.

  7. Potete copiare negli Appunti il testo dei metadati di discorso e riutilizzarlo in un editor di testo. Fate clic sulla trascrizione con il pulsante destro del mouse e scegliete Copia tutto.

Nota:

Se importate in After Effects dei file con metadati ottenuti da Analisi discorso, ogni parola compare come un marcatore di livello nei livelli basati su questi elementi di metraggio.

Modificare i metadati ottenuti da discorso

Nella sezione di analisi del discorso, effettuate l’operazione desiderata:

  • Per correggere una parola, fate clic su di essa e digitate.
  • Per inserire, eliminare, unire, tagliare o copiare parole, fate clic su una parola con il pulsante destro del mouse e scegliete un comando dal menu di scelta rapida.

Individuare una parola nei metadati ottenuti da Analisi discorso

Nella sezione Analisi discorso, selezionate una parola. Codice di tempo attacco e Durata indicano la posizione precisa e la durata della selezione.

Per ascoltarla, fate clic su Riproduci o Riproduzione ciclo continuo. Quest’ultima opzione riproduce ripetutamente la parola selezionata, con preroll e postroll.

Migliorare l’analisi del discorso con copioni di riferimento

La precisione della conversione da discorso a testo dipende dalla nitidezza delle parole pronunciate e dalla qualità del dialogo registrato. Anche utilizzando uno script o copione di riferimento, da dialoghi registrati in ambienti rumorosi o con microfoni non correttamente posizionali non sarà possibile ottenere risultati di alta precisione. Tuttavia l’utilizzo di un copione di riferimento consente di migliorare l’analisi del discorso.

Un copione di riferimento è un documento di testo contenente un dialogo simile a quello registrato nelle risorse. Esistono due tipi di copione di riferimento:

  • Uno script che contiene dialoghi simili, ma che non è stato necessariamente scritto per il progetto corrente. Ad esempio, una serie di script di formazione medica per prodotti diversi possono essere combinati in un singolo documento di testo. Potete utilizzare questo documento di testo come script di riferimento. Con questo tipo di script di riferimento, l’analisi del discorso produce risultati più accurati di quelli ottenuti utilizzando solo i modelli di linguaggio predefiniti.
  • Uno script che corrisponde al dialogo registrato. Questo tipo di script di riferimento fornisce la massima precisione possibile. Ad esempio, potete utilizzare come script di riferimento il copione letto dall’attore protagonista durante la ripresa. In alternativa, potete utilizzare una trascrizione editata dalle risorse per scopi di sottotitolazione.

Allegare uno script di riferimento

L’analisi del discorso supporta script di riferimento solo nel formato di testo codificato UTF-8, compresi i copioni di Adobe Story, che hanno estensione nome file .astx.

Nota:

L’esattezza della corrispondenza tra il testo dello script incorporato e il dialogo registrato determina la precisione del testo dello script corrispondente. Se è importante la precisione al 100%, modificate e rivedete innanzitutto il testo dello script. Prima di utilizzarlo come script di riferimento, accertatevi che corrisponda al dialogo registrato.

  1. Nella finestra di dialogo Analizza contenuto, nel menu Script di riferimento, selezionate Aggiungi.
  2. Individuate il file di testo o .astx dello script di riferimento, selezionatelo e fate clic su Apri.
  3. Nella finestra di dialogo Importa script, digitate un nome per lo script di riferimento e selezionate la lingua.

Nota: potete visualizzare il testo del file in una finestra di scorrimento.

  1. Selezionate “Il testo del copione corrisponde al dialogo registrato” solo se lo script importato riporta testualmente il dialogo registrato. Ad esempio, se lo script di riferimento è il copione da cui l’attore protagonista ha letto le sue battute, selezionate “Il testo del copione corrisponde al dialogo registrato”. Selezionate questa opzione anche se il dialogo registrato è più corto di quanto presente nel file del copione.
  2. La finestra Importa script viene chiusa e lo script di riferimento viene selezionato nel menu Script di riferimento.
  3. Fate clic su OK nella finestra di dialogo Analizza contenuto.

Migliorare l’analisi del discorso con i copioni di Adobe Story

Il riconoscimento vocale risulta più preciso se alla clip sono associati i dati di un copione di Adobe Story. Adobe Premiere Pro utilizza automaticamente il copione di Adobe Story come script di riferimento.

Quando Adobe Premiere Pro trova un buon numero di corrispondenze con il copione incorporato, sostituisce il testo del discorso analizzato con il testo proveniente dal copione incorporato. Rispetto all’analisi del discorso standard, quando si utilizza uno script di riferimento si può contare sulla correttezza dell’ortografia, dei nomi e della punteggiatura.

Nota:

Dove associare il numero di scena delle clip ai numeri delle scene nel copione Adobe Story. Adobe Premiere Pro richiede informazioni per far corrispondere le clip alle scene corrette nel copione. Potete assegnare i numeri di scena alle clip nel pannello Progetto o Metadati.

  1. Selezionate una o più clip nel pannello Progetto, fate clic con il pulsante destro del mouse e selezionate Allega file copione o selezionate File > Adobe Story > Allega file copione.

Nota: non è possibile allegare un copione di Adobe Story a una clip unita. Tuttavia, se prima dell’unione è stato allegato un copione Story a una delle clip componenti, la clip unita può essere analizzata utilizzando il copione Story precedentemente allegato.

  1. Nella finestra di dialogo Analizza contenuto, nella sezione Script, selezionate Usa copione Adobe Story incorporato.

Se a una clip è allegato un copione Story, questo viene visualizzato nella vista Copione Adobe Story incorporato nella sezione Analisi discorso del pannello Metadati. Confrontate il copione visualizzato in questa vista con i risultati dell’analisi vocale visualizzati nella vista Testo analisi riportato sotto.

Nota: la vista Copione Adobe Story incorporato è di sola lettura per cui non potete effettuare modifiche.

Tagliare mediante la funzione Analisi discorso

Per selezionare una porzione di una clip master, potete aggiungere dei punti di attacco e stacco al testo prodotto dalla funzione Analisi discorso. Potete inserire o sovrascrivere la porzione desiderata direttamente dalla sezione Analisi discorso del pannello Metadati.

  1. Nella sezione Analisi discorso del pannello Metadati, selezionate una parola.

  2. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per impostare la parola come punto di attacco, scegliete Marcatore attacco.
    • Per impostare la parola come punto di stacco, scegliete Marcatore stacco.

    I punti di attacco vengono impostati all’inizio delle parole e i punti di stacco alla fine delle parole. L’intervallo compreso tra il punto di attacco e quello di stacco viene evidenziato nella sezione Analisi discorso del pannello Metadati.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online