Ricalcare un disegno

Per basare un nuovo disegno su un disegno esistente, potete ricalcarlo. Ad esempio, per creare un’illustrazione basata su uno schizzo su carta oppure su un’immagine salvata in un altro programma di grafica, potete importarla in Illustrator e ricalcarla.

Il metodo più facile per ricalcare la grafica consiste nell’aprire o inserite un file in Illustrator e ricalcare automaticamente l’immagine mediante il comando Ricalco dinamico. Potete controllare il livello di precisione e in che modo riempire la forma ricalcata. Una volta ottenuto il ricalco desiderato, potete convertirlo in tracciati vettoriali o in un oggetto di pittura dinamica.

Utilizzo di Ricalco immagine.

Immagine bitmap, prima e dopo il comando Ricalco dinamico
Immagine bitmap, prima e dopo il comando Ricalco dinamico

Ricalcare automaticamente un disegno con Ricalco dinamico

  1. Aprite o inserite un file da usare come immagine sorgente per il ricalco.

  2. Con l’immagine sorgente selezionata, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per ricalcare un’immagine usando un predefinito di ricalco, fate clic sul pulsante Opzioni e predefiniti di ricalco  nel pannello Controllo, quindi selezionate un predefinito.

    • Per ricalcare l’immagine usando le opzioni di ricalco predefinite, fate clic su Ricalco dinamico nel pannello Controllo o scegliete Oggetto > Ricalco dinamico > Crea.

    • Per impostare le opzioni di ricalco prima di ricalcare l’immagine, fate clic sul pulsante Opzioni e predefiniti di ricalco  nel pannello Controllo, quindi scegliete Opzioni di ricalco. Oppure, scegliete Oggetto > Ricalco dinamico > Opzioni di ricalco. Impostate le opzioni di ricalco, quindi fate clic su Ricalca.

  3. (Facoltativo) Regolate i risultati del ricalco

  4. (Facoltativo) Convertite il ricalco in tracciati o in un oggetto di pittura dinamica.

Opzioni di ricalco

Predefinito

Specifica un predefinito di ricalco.

Metodo

Specifica un metodo di colore per il risultato di ricalco.

Soglia

Specifica un valore per creare un risultato di ricalco in bianco e nero dall’immagine originale. Tutti i pixel più chiari del valore Soglia vengono convertiti in bianco, mentre tutti i pixel più scuri vengono convertiti in nero. Questa opzione è disponibile solo quando Metodo è impostato su Bianco e nero.

Palette

Specifica una palette di colori per creare un ricalco a colori o in scala di grigio dall’immagine originale. Questa opzione è disponibile solo quando Metodo è impostato su Colore o Scala di grigio.

Per consentire a Illustrator di determinare automaticamente i colori nel ricalco, selezionate Automatico. Per usare una palette personale per il ricalco, selezionate il nome di una biblioteca di campioni. Per essere visualizzata nel menu Palette, è necessario che la biblioteca di campioni sia aperta.

N. max colori

Specifica un numero massimo di colori usati in un risultato di ricalco a colori o in scala di grigio. Questa opzione è disponibile solo quando Metodo è impostato su Colore o Scala di grigio e quando Palette è impostato su Automatico.

Genera campioni

Crea un nuovo campione nel pannello Campioni per ciascun colore nel risultato di ricalco.

Sfocatura

Sfoca l’immagine originale prima di creare il risultato di ricalco. Selezionate questa opzione per ridurre piccoli effetti indesiderati e arrotondare i bordi scalettati nel risultato di ricalco.

Ricampiona

Ricampiona l’immagine originale in base alla risoluzione specificata prima di generare il risultato di ricalco. Questa opzione è utile per velocizzare il processo di ricalco nelle immagini di grandi dimensioni ma potrebbe produrre degli effetti indesiderati.

Nota: quando create un predefinito, il valore di risoluzione del ricampionamento non viene salvato.

Riempimenti

Crea delle aree con riempimento nel risultato di ricalco.

Tracce

Crea tracciati con traccia nel risultato di ricalco.

Spessore max traccia

Specifica lo spessore massimo dei particolari dell’immagine originale a cui è possibile applicare una traccia. I particolari di spessore maggiore verranno visualizzati come aree contornate nel risultato di ricalco.

Lunghezza min. traccia

Specifica la lunghezza minima dei particolari nell’immagine originale a cui è possibile applicare una traccia. I particolari di lunghezza inferiore verranno ignorati.

Corrispondenza tracciato

Controlla la distanza tra la forma ricalcata e la forma originale in pixel. Valori inferiori generano un tracciato che segue in modo più preciso l’originale e viceversa.

Area minima

Specifica il particolare più piccolo nell’immagine originale che può essere ricalcato. Ad esempio, un valore pari a 4 specifica che particolari inferiori a 2 pixel di larghezza per 2 pixel di altezza verranno ignorati dal risultato di ricalco.

Angolo

Specifica l’entità di un cambiamento di direzione nell’immagine originale da considerare come punto di ancoraggio angolo nel risultato di ricalco. Per ulteriori informazioni sulla differenza tra un punto di ancoraggio angolo e un punto di ancoraggio morbido, consultate I tracciati.

Raster

Specifica come visualizzare il componente bitmap del risultato di ricalco. Questa impostazione di visualizzazione non viene salvata come parte del predefinito di ricalco.

Vettoriale

Specifica il metodo di visualizzazione del risultato di ricalco. Questa impostazione di visualizzazione non viene salvata come parte del predefinito di ricalco.

Nota:

Selezionate Anteprima nella finestra di dialogo Opzioni di ricalco per visualizzare un’anteprima delle impostazioni correnti. Per impostare le opzioni di ricalco predefinite, accertatevi che non sia selezionato alcun oggetto prima di aprire la finestra di dialogo Opzioni di ricalco. Dopo aver impostato le opzioni desiderate, fate clic su Imposta predefinito.

Al seguente indirizzo, è disponibile un video sull’utilizzo dello strumento di ricalco dinamico: www.adobe.com/go/vid0043. Al seguente indirizzo, è disponibile un’esercitazione su come regolare le opzioni di ricalco dinamico per ottenere risultati ottimali: www.adobe.com/go/learn_ai_tutorials_livetrace_it.

Modificare la visualizzazione di un oggetto di ricalco

Un oggetto di ricalco è composto da due componenti: l’immagine sorgente originale e il risultato di ricalco (ovvero, il disegno vettoriale). Per impostazione predefinita, è visibile soltanto il risultato di ricalco. Tuttavia, potete modificare la visualizzazione dell’immagine originale e del risultato di ricalco in base alle vostre esigenze.

  1. Selezionate l’oggetto di ricalco.

    Nota:

    Per impostazione predefinita, nel pannello Livelli tutti gli oggetti di ricalco vengono identificati come “Ricalco”.

  2. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per modificare la visualizzazione dei risultati del ricalco, fate clic sul pulsante di visualizzazione vettoriale  nel pannello Controllo o scegliete Oggetto > Ricalco dinamico, quindi selezionate un’opzione di visualizzazione: Nessun risultato di ricalco, Risultato di ricalco, Contorni o Contorni con ricalco.

    • Per modificare la visualizzazione dell’immagine sorgente, fate clic sul pulsante di visualizzazione raster  nel pannello Controllo o selezionate Oggetto > Ricalco dinamico, quindi selezionate un’opzione di visualizzazione: Nessuna immagine, Immagine originale, Immagine regolata (che consente di visualizzare l’immagine con le regolazioni applicate in fase di ricalco) o Immagine trasparente.

      Nota: per visualizzare l’immagine sorgente, dovete innanzitutto cambiare l’opzione di visualizzazione vettoriale in Nessun risultato di ricalco o Contorni.

Regolare i risultati di un oggetto di ricalco

Una volta creato un oggetto di ricalco, potete regolare i risultati in qualsiasi momento.

  1. Selezionate l’oggetto di ricalco.

  2. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Impostate le opzioni di base nel pannello Controllo.

    • Per visualizzare tutte le opzioni, fate clic sul pulsante Finestra di dialogo Opzioni di ricalco . Oppure, scegliete Oggetto > Ricalco dinamico > Opzioni di ricalco. Regolate le opzioni e fate clic su Ricalco.

    Nota:

    Usate i predefiniti di ricalco per modificare rapidamente i risultati di un ricalco.

Specificare i colori usati per il ricalco

  1. Create una biblioteca di campioni contenente i colori che volete usare nel ricalco.

  2. Verificate che la biblioteca di campioni sia aperta, quindi fate clic sul pulsante Finestra di dialogo Opzioni di ricalco  nel pannello Controllo. Oppure, scegliete Oggetto > Ricalco dinamico > Opzioni di ricalco.

  3. Dal menu Palette, selezionate il nome della biblioteca di campioni e fate clic su Ricalco.

Usare un predefinito di ricalco

Il ricalco di predefiniti include opzioni di ricalco predefinite per tipi di grafica specifici. Ad esempio, se state ricalcando un’immagine che prevedete di usare come disegno tecnico, selezionate il predefinito Disegno tecnico. Tutte le opzioni vengono modificate per il ricalco ottimale di un disegno tecnico: il colore è impostato su bianco e nero, la sfocatura viene impostata su 0 px, lo spessore della traccia è limitato a 3 px, e così via.

Specificare un predefinito

  • Scegliete Oggetto > Ricalco dinamico > Opzioni di ricalco. Oppure, selezionate un oggetto di ricalco e fate clic sul pulsante Finestra di dialogo Opzioni di ricalco  nel pannello Controllo. Impostate le opzioni di ricalco per il predefinito e fate clic su Salva predefinito. Immettete un nome per il predefinito e fate clic su OK.

  • Scegliete Modifica > Predefiniti di ricalco. Fate clic su Nuovo, impostate le opzioni di ricalco per il predefinito e fate clic su Chiudi.

    Suggerimento: per creare un nuovo predefinito su un altro già esistente, selezionate il predefinito specifico e fate clic su Nuovo.

Modificare o eliminare un predefinito

  1. Scegliete Modifica > Predefiniti di ricalco.

  2. Selezionate il predefinito e fate clic su Modifica o Elimina.

    Nota:

    i predefiniti preimpostati non possono essere modificati né eliminati e sono elencati tra parentesi quadre ([...]). Per creare una copia modificabile di un predefinito preimpostato, selezionate il predefinito e fate clic su Nuovo.

Condividere i predefiniti con altri utenti

  1. Scegliete Modifica > Predefiniti di ricalco.

  2. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Fate clic su Esporta per salvare i predefiniti in un file.

    • Fate clic su Importa per caricare i predefiniti da un file.

Convertire un oggetto di ricalco in un oggetto di Pittura dinamica

Una volta ottenuto il ricalco desiderato, potete convertire l’oggetto di ricalco in tracciati o in un oggetto di pittura dinamica. Questa ultima fase consente di lavorare con il ricalco come con qualsiasi altra grafica vettoriale. Una volta convertito l’oggetto di ricalco, non potrete più regolare le opzioni di ricalco.

  1. Selezionate l’oggetto di ricalco.

  2. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per convertire il ricalco in tracciati, fate clic su Espandi nel pannello Controllo oppure scegliete Oggetto > Ricalco dinamico > Espandi. Questo metodo è utile se desiderate usare i componenti dei disegni ricalcati come oggetti singoli. I tracciati risultanti verranno raggruppati.

    • Per convertire i ricalchi in tracciati e mantenere le opzioni di visualizzazione correnti, scegliete Oggetto > Ricalco dinamico > Espandi come visualizzato. Ad esempio, se le opzioni di visualizzazione per i risultati di ricalco sono impostate su Contorni, i tracciati a cui è stata applicata l’espansione vengono visualizzati solo come contorni, anziché con riempimenti o tracce. Inoltre, viene mantenuta un’istantanea del ricalco con le opzioni di visualizzazione correnti e raggruppata con i tracciati espansi. Usate questo metodo se desiderate mantenere l’immagine di ricalco come riferimento per i tracciati espansi.

    • Per convertire il ricalco in un oggetto di pittura dinamica, fate clic su Pittura dinamica nel pannello Controllo o scegliete Oggetto >Ricalco dinamici > Converti in pittura dinamica. Questo metodo è utile per applicare riempimenti e tracce ai disegni ricalcati mediante lo strumento secchiello pittura dinamica.

Nota:

Per creare un ricalco e convertire l’oggetto di ricalco con una sola operazione, scegliete Oggetto > Ricalco dinamico > Crea ed espandi oppure Oggetto > Ricalco dinamico > Crea e converti in pittura dinamica.

Al seguente indirizzo, è disponibile un video sull’utilizzo dello strumento ricalco: www.adobe.com/go/vid0043.

Rilasciare un oggetto di ricalco

Per eliminare un ricalco e mantenere comunque l’immagine originale inserita, potete rilasciare l’oggetto di ricalco.

  1. Selezionate l’oggetto di ricalco.

  2. Scegliete Oggetto > Ricalco dinamico > Rilascia.

Ricalcare manualmente un disegno con i livelli template

I livelli template sono livelli bloccati, non stampabili che potete usare per ricalcare manualmente le immagini. I livelli template risultano attenuati del 50%, consentendovi di visualizzare facilmente i tracciati disegnati sopra il livello. Potete creare livelli template da livelli esistenti o al momento di inserire un’immagine.

  1. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per inserire un’immagine come livello template per il ricalco, selezionate File > Inserisci, selezionate un file EPS, PDF o di immagini raster da ricalcare, selezionate Template, quindi fate clic su Inserisci. Un nuovo livello template appare sotto il livello attuale nel pannello.

    • Per ricalcare un’immagine esistente, assicuratevi che l’immagine si trovi sul livello corrispondente, fate doppio clic sul livello nel pannello Livelli, selezionate Template e fate clic su OK; oppure, selezionate il livello, quindi il Template dal menu del pannello.

    L’icona dell’occhio  viene sostituita dall’icona template  e il livello viene bloccato.

  2. Ricalcate sul file con lo strumento penna o matita.

  3. Per nascondere il livello template, selezionate Visualizza > Nascondi template. Scegliete Visualizza > Mostra template per visualizzarlo di nuovo.

  4. Per convertire un livello template in un livello normale, fate doppio clic sul nome del livello nel pannello Livelli, quindi deselezionate la casella Template e fate clic su OK.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online