La grafica basata su dati consente di produrre più versioni di un’immagine in modo semplice e veloce per il Web e la stampa. Potete ad esempio produrre 100 versioni di banner Web con testi e immagini diverse, ma tutte basate sullo stesso modello.

Per creare grafica dai modelli e dai set di dati, attenetevi alle seguenti istruzioni generali:

Create la grafica di base da usare come modello.

Usate i livelli per separare gli elementi da modificare.

Definite le variabili della grafica.

Le variabili specificano quali parti dell’immagine variano. Consultate Definire le variabili.

Create o importate i set di dati.

Potete creare i set di dati all’intero del modello o importarli da un file di testo. Consultate Definire un set di dati e Creazione di set di dati in file esterni.

Visualizzate l’anteprima del documento per ciascun set di dati.

Per verificare il risultato finale, potete visualizzare l’anteprima prima di esportare tutti i file. Consultate Visualizzare l’anteprima o applicare un set di dati.

Generate la grafica esportandola con i dati.

Potete esportarli come file di Photoshop (PSD). Consultate Generare grafica usando set di dati.

Differenti versioni di un'immagine mediante l'uso di variabili in Photoshop
Creazione di differenti versioni di un’immagine mediante l’uso di variabili

A. Modello del file di origine B. Definizione dei livelli come variabili C. Possono essere create diverse versioni dell’immagine, ciascuna con un diverso set di dati variabili. 

Definire le variabili

Le variabili sono utili per definire gli elementi di un modello che variano. Potete definire tre tipi di variabili. Le variabili Visibilità mostrano o nascondono il contenuto di un livello. Le variabili Sostituzione pixel sostituiscono i pixel di un livello con i pixel di un altro file immagine. Le variabili Sostituzione testo sostituiscono una stringa di testo in un livello di testo.

Nota:

GoLive riconosce tutte le variabili di visibilità e di testo, ma non le variabili Sostituzione pixel.

Definire le variabili in Photoshop
Due versioni della stessa immagine basate sullo stesso modello

A. Variabile Visibilità B. Variabile Sostituzione pixel C. Variabile Sostituzione testo 

Non potete definire variabili per il livello di sfondo.

  1. Scegliete Immagine > Variabili > Definisci.
  2. Scegliete un livello dal menu a comparsa Livello che contiene l’elemento da definire come variabile.
  3. Selezionate uno o più tipi di variabili:

    Visibilità

    Mostra o nasconde il contenuto del livello.

    Sostituzione pixel

    Sostituisce i pixel di un livello con i pixel di un altro file immagine.

    Sostituzione testo

    Sostituisce una stringa di testo in un livello di testo.

  4. Effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Scegliete Nome e inserite un nome per la variabile. I nomi delle variabili devono iniziare con una lettera, un simbolo di sottolineatura o i due punti; non possono contenere spazi o caratteri speciali eccetto punti, trattini, simboli di sottolineatura e due punti.

    • Collegate questo livello a una variabile esistente scegliendola dal menu Nome. I livelli controllati dalla medesima variabile vengono visualizzati accanto al menu Nome insieme all’icona di collegamento.

  5. Per le variabili Sostituzione pixel, impostate le seguenti opzioni.
    • Scegliete come ridimensionare l’immagine sostitutiva: Adatta ridimensiona l’immagine secondo il rettangolo di selezione (parti del quale possono rimanere vuote); Riempi ridimensiona l’immagine per riempire completamente il rettangolo di selezione (l’immagine potrebbe estendersi oltre i suoi bordi); Invariato lascia l’immagine inalterata; Conforme ridimensiona l’immagine non proporzionalmente in base al rettangolo di selezione.

    • Fate clic su una maniglia dell’icona di allineamento  per scegliere come allineare l’immagine nel rettangolo di selezione. Questa opzione non è disponibile per Conforme.

    • Selezionate Ritaglia secondo rettangolo di selezione per ritagliare le aree dell’immagine che non rientrano nel rettangolo di selezione. Questa opzione è disponibile solo se è selezionato il metodo di sostituzione Riempi o Invariato e non è disponibile per Conforme.

  6. Per definire le variabili per un altro livello, scegliete un livello dal menu a comparsa Livello. Accanto al nome dei livelli che contengono variabili appare un asterisco. Potete usare le frecce per spostarvi da un livello all’altro.
  7. Fate clic su OK.

Rinominare una variabile

  1. Scegliete Immagine > Variabili > Definisci.
  2. Scegliete il livello contenente la variabile dal menu a comparsa Livello.
  3. Per rinominare la variabile, immettete un nome nella casella di testo Nome. I nomi delle variabili devono iniziare con una lettera, un simbolo di sottolineatura o i due punti; non possono contenere spazi o caratteri speciali eccetto punti, trattini, simboli di sottolineatura e due punti.
  4. Per eliminare la variabile, deselezionatela.

Definire un set di dati

Un set di dati è un insieme di variabili e dati associati. È necessario definire un set di dati per ciascuna versione della grafica da generare.

  1. Effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Scegliete Immagine > Variabili > Set di dati.

    • Se la finestra Variabili è aperta, scegliete Set di dati dal menu a comparsa nella parte superiore della finestra o fate clic su Avanti.

    Nota:

    dovete specificare almeno una variabile prima di poter modificare il set di dati predefinito.

  2. Fate clic su Nuovo set di dati .
  3. Selezionate una variabile dal menu a comparsa Nome o dall’elenco in fondo alla finestra di dialogo.
  4. Modificate i dati della variabile:
    • Per le variabili Visibilità , selezionate Visibile per visualizzare il contenuto del livello, Invisibile per nasconderlo.

    • Per le variabili Sostituzione pixel , fate clic su Seleziona file e selezionate un file immagine sostitutivo. Per non modificare lo stato corrente del livello, fate clic su Non sostituire prima di applicare il set di dati.

    Nota:

    l’opzione Non sostituire non ripristina il file allo stato originario, se sono state precedentemente applicate altre sostituzioni.

    • Per le variabili Sostituzione testo , immettete il testo nella casella Valore.
  5. Definite altri set di dati per ciascuna versione della grafica da generare.

Potete modificare, rinominare ed eliminare i set di dati successivamente, scegliendoli dal menu a comparsa Set di dati e modificando le opzioni. Potete passare da un set all’altro usando le icone delle frecce. Per eliminare un set di dati, fate clic sull’icona cestino.

Visualizzare l’anteprima o applicare un set di dati

Potete applicare il contenuto di un set di dati all’immagine di base, lasciando al tempo stesso tutte le variabili e i set di dati inalterati. Potete così modificare l’aspetto del documento PSD per contenere i valori del set di dati. Potete inoltre visualizzare l’anteprima delle varie versioni della grafica per ciascun set di dati.

Nota:

applicando un set di dati si sovrascrive il documento originale.

  1. Scegliete Immagine > Applica set di dati. Scegliete il set di dati dall’elenco e visualizzate l’anteprima dell’immagine nella finestra del documento. Per applicare un set di dati, fate clic su Applica. Fate clic su Annulla se state visualizzando l’anteprima e non desiderate modificare l’immagine di base.

    Potete anche applicare un set di dati e visualizzarne l’anteprima nella pagina Set di dati della finestra di dialogo Variabili.

Generare grafica usando set di dati

Dopo aver definito le variabili e uno o più set di dati, potete generare le immagini in modalità batch usando i valori dei set di dati. Potete generare immagini come file PSD.

  1. Scegliete File > Esporta > Set di dati come file.
  2. Immettete un nome di base per tutti i file generati. Potete creare il vostro schema di denominazione personalizzato.
  3. Fate clic sul pulsante Seleziona cartella per selezionare una cartella di destinazione per i file.
  4. Scegliete i set di dati da esportare.
  5. Fate clic su OK.

Creazione di set di dati in file esterni

Per creare rapidamente una grande quantità di set di dati, potete creare un file di testo esterno con tutte le informazioni sulle variabili e caricarlo poi in un documento PSD contenente variabili. Un modo per eseguire questa operazione consiste nell’immettere i dati in un file di testo o in un foglio elettronico Microsoft Excel, quindi esportarlo come file con valori separati da virgola o tabulazione.

La sintassi del file esterno è la seguente (dove ogni riga che inizia con “NomeVariabile” o “Valore” costituisce una riga separata nel file):

VariableName1<sep>VariableName2<sep> <sep>VariableNameN <nl> 
Value1-1<sep>Value2-1<sep><sep>ValueN-1<nl> 
Value1-2<sep>Value2-2<sep><sep>ValueN-2<nl> 
Value1-M<sep>Value2-M<sep><sep>ValueN-M<nl>

Tutti i nomi delle variabili sono elencati nella prima riga, nell’ordine in cui vengono forniti i valori nelle righe successive. Ogni riga successiva rappresenta un set di dati e contiene i valori di ogni data variabile.

Nota:

per creare più righe di testo in una singola riga di testo di un set di dati, racchiudete il testo tra virgolette e inserite degli a capo forzati nel file con valori separati da virgola o tabulazione, laddove desiderate introdurre le interruzioni.  

Elementi della sintassi del file di testo esterno

<sep>

File con valori separati da virgola (CSV) o tabulazione, che separa ciascun nome di variabile o valore.

<nl>

Simbolo di nuova riga che termina ciascun set di dati. Può essere un carattere Line Feed, Carriage Return o entrambi.

“true” e “false”

Valori consentiti per una variabile di visibilità.

Spazi

Gli spazi attorno ai delimitatori vengono rimossi in fase di analisi del file. Quelli tra le parole in una stringa di valore (ad es. due di un tipo) sono conservati; quelli iniziali e finali sono conservati se racchiusi tra virgolette (ad es. “un tipo ”).

Virgolette

Possono far parte di un valore se precedute da un altro simbolo di virgolette (ad es. ““B”” sarà “B” nel set di dati).

Se le espressioni <sep> o <nl> fanno parte del valore della variabile, l’intero valore deve essere racchiuso tra virgolette.

Nel file di testo devono essere definite tutte le variabili definite nel documento PSD. Se il numero di variabili del file di testo non corrisponde a quello del documento, verrà visualizzato un errore.

Set di dati di esempio:

Usando un modello per fiori con variabili per tulipano e girasole, potete creare un file di testo simile al seguente:

{contents of FlowerShow.txt} 
Variable 1, Variable 2, Variable 3 
true, TULIP, c:\My Documents\tulip.jpg 
false, SUNFLOWER, c:\My Documents\sunflower.jpg 
false, CALLA LILY, c:\My Documents\calla.jpg 
true, VIOLET, c:\My Documents\violet.jpg

Nota:

se il file di testo si trova nella stessa cartella del file immagine, potete usare un percorso relativo per la posizione dell’immagine. Ad esempio, l’ultima voce dell’esempio potrebbe essere: true, VIOLET, violet.jpg.

Importare un set di dati

  1. Effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Scegliete File > Importa > Set di dati variabili.

    • Scegliete Immagine > Variabili > Set di dati, quindi fate clic su Importa.

  2. Selezionate il file di testo da importare.
  3. Impostate le opzioni di importazione.

    Usa prima colonna per nomi dei set di dati

    Assegna un nome a ciascun set di dati usando il contenuto della prima colonna del file di testo (i valori della prima variabile dell’elenco). In caso contrario, ai set di dati vengono assegnati nomi generici quali Set di dati 1, Set di dati 2, ecc.

    Sostituisci set di dati esistenti

    Elimina eventuali set di dati esistenti prima dell’importazione.

  4. Impostate la codifica del file di testo o lasciate l’impostazione “Automatica”.
  5. Fate clic su OK.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online