Esempi di diversi metodi di colore in Photoshop

Diversi metodi di colore:

  1. Metodo di colore RGB (milioni di colori)
  2. Metodo di colore CMYK (a quattro colori stampati)
  3. Metodo Scala di colore (256 colori)
  4. Metodo Scala di grigio (256 grigi)
  5. Metodo Bitmap (2 colori)

Il metodo di colore o metodo di immagine determina in che modo i colori si uniscono in base al numero di canali in un modello di colore. Diversi metodi di colore generano diversi livelli di dettaglio colore e dimensione del file. Ad esempio, utilizzare il metodo di colore CMYK per le immagini in una stampa a colori e il metodo di colore RGB per le immagini per il Web o e-mail in modo da ridurre le dimensioni del file mantenendo l'integrità dei colori.

Metodo di colore RGB

Il metodo di colore RGB di Photoshop usa il modello RGB, assegnando un valore di intensità a ogni pixel. Nelle immagini a 8 bit per canale i valori di intensità sono compresi tra 0 (nero) e 255 (bianco) per ogni componente RGB (rosso, verde, blu) di un’immagine a colori. Ad esempio, un colore rosso acceso ha un valore R di 246, un valore G di 20 e un valore B di 50. Quando i valori di tutti e tre le componenti sono uguali, il risultato è una tonalità di grigio neutro. Quando il valore di tutti e tre le componenti è 255, si ottiene il bianco puro; quando il valore delle tre componenti è 0, il nero puro.

Le immagini RGB usano tre colori o canali per riprodurre i colori sullo schermo. Nelle immagini a 8 bit per canale, i tre canali generano 24 bit di informazioni sui colori per pixel (8 bit x 3 canali). Nelle immagini a 24 bit i tre canali consentono di riprodurre fino a 16,7 milioni di colori per pixel. Nelle immagini a 48 bit (16 bit per canale) e a 96 bit (32 bit per canale) è possibile riprodurre un numero di colori per pixel addirittura superiore. Il modello RGB è il metodo predefinito per le nuove immagini di Photoshop e il metodo usato per la visualizzazione dei colori sui monitor. In altre parole, quando sono impostati altri metodi di colore (ad esempio, CMYK), Photoshop converte l’immagine CMYK in RGB per la visualizzazione sullo schermo.

Pur essendo un modello di colore standard, la gamma esatta di colori rappresentata dal modello RGB può variare a seconda dell’applicazione o del monitor in uso. Il metodo di colore RGB cambia in Photoshop in base all’impostazione specificata per lo spazio di lavoro nella finestra di dialogo Impostazioni colore.

Metodo di colore CMYK

Con il metodo CMYK, a ogni pixel viene assegnato un valore percentuale per ognuno degli inchiostri di quadricromia. Ai colori più chiari (luci) vengono assegnate percentuali basse dei colori degli inchiostri di quadricromia, mentre ai colori più scuri (ombre) vengono assegnate percentuali alte. Un rosso acceso, ad esempio, può contenere 2% di cyan, 93% di magenta, 90% di giallo e 0% di nero. Nelle immagini CMYK il bianco puro si ottiene assegnando il valore 0% a tutte e quattro le componenti.

Ricorrete al metodo CMYK per preparare un’immagine da stampare in quadricromia. Convertendo un’immagine RGB in CMYK si crea una selezione colori. Se un’immagine è inizialmente in RGB, è bene effettuare tutte le modifiche in RGB e convertirla in CMYK solo al termine del lavoro. Con il metodo RGB potete usare i comandi Imposta prova per simulare gli effetti della conversione in CMYK senza modificare i dati reali dell’immagine. Potete anche usare il metodo CMYK per lavorare direttamente con le immagini CMYK digitalizzate o importate da sistemi di fascia alta.

Anche se è un modello di colore standard, la gamma esatta di colori rappresentati può variare a seconda delle condizioni di stampa e della macchina usata. Il metodo di colore CMYK cambia in Photoshop in base all’impostazione specificata per lo spazio di lavoro nella finestra di dialogo Impostazioni colore.

Metodo Colore Lab

Il modello di colore CIE L*a*b* (Lab) si basa sulla percezione umana del colore. I valori numerici dello spazio Lab descrivono tutti i colori percepiti da una persona con una visione normale. Poiché lo spazio Lab descrive l’aspetto di un colore piuttosto che la quantità di colorante necessaria per la riproduzione dei colori da parte di una periferica (quale un monitor, una stampante desktop o una fotocamera digitale), viene considerato un modello di colore indipendente da periferica. I sistemi di gestione del colore usano Lab come spazio colorimetrico di riferimento per convertire in modo prevedibile un colore da uno spazio colorimetrico all’altro.

Il metodo Colore Lab ha una componente di luminosità (L) compresa tra 0 e 100. Nel Selettore colore di Adobe e nel pannello Colori, le componenti a (asse verde-rosso) e b (asse blu-giallo) sono comprese tra +127 e –128.

Le immagini Lab possono essere salvate nei formati Photoshop, Photoshop EPS, PSB (formato documento grande), Photoshop PDF, Dati raw di Photoshop, TIFF, Photoshop DCS 1.0 e Photoshop DCS 2.0. Potete salvare le immagini Lab a 48 bit (16 bit per canale) nei formati Photoshop, PSB (formato documento grande), Photoshop PDF, Dati raw di Photoshop e TIFF.

Nota:

quando vengono aperti, i file in formato DCS 1.0 o DCS 2.0 vengono convertiti in CMYK.

Metodo Scala di grigio

Il metodo Scala di grigio usa diverse sfumature di grigio in un’immagine. Le immagini a 8 bit possono avere fino a 256 sfumature di grigio. Ogni pixel di un’immagine in scala di grigio ha un valore di luminosità compreso tra 0 (nero) e 255 (bianco). Nelle immagini a 16 e 32 bit, il numero di sfumature è molto più elevato rispetto a quello delle immagini a 8 bit.

I valori della scala di grigio possono anche essere calcolati come percentuale di copertura di inchiostro nero (0% corrisponde al bianco, 100% al nero).

Il metodo Scala di grigio si basa sulla gamma definita dallo spazio di lavoro specificato nella finestra di dialogo Impostazioni colore.

Metodo Bitmap

Il metodo Bitmap usa uno di due valori cromatici (bianco o nero) per rappresentare i pixel di un’immagine. Nel metodo Bitmap le immagini sono a 1 bit, in quanto hanno una profondità di bit pari a 1.

Metodo Due tonalità

Il metodo Due tonalità crea immagini in scala di grigio a una, due, tre e quattro tonalità (colori), usando da uno a quattro inchiostri personali.

Metodo Scala di colore

Il metodo Scala di colore produce file di immagini a 8 bit con al massimo 256 colori. Quando converte un’immagine in Scala di colore, Photoshop crea una tavola di consultazione del colore (CLUT, Color LookUp Table), nella quale vengono memorizzati e indicizzati i colori dell’immagine. Se un colore usato nell’immagine originale non è incluso nella tavola, viene selezionato il colore più simile, oppure il colore viene simulato tramite dithering usando i colori disponibili.

Nonostante la palette dei colori sia limitata, il metodo Scala di colore può ridurre le dimensioni dei file mantenendo la qualità visiva necessaria per presentazioni multimediali, pagine Web e simili utilizzi delle immagini. Tuttavia, questo metodo limita anche il numero di modifiche che potete apportare all’immagine. Per eseguire modifiche di una certa importanza, convertite temporaneamente l’immagine in RGB. I file in Scala di colore possono essere salvati nei formati Photoshop, BMP, DICOM (Digital Imaging and Communications in Medicine), GIF, Photoshop EPS, Formato documento grande (PSB), PCX, Photoshop PDF, Dati raw di Photoshop, Photoshop 2.0, PICT, PNG, Targa® e TIFF.

Metodo Multicanale

Le immagini multicanale contengono 256 livelli di grigio in ogni canale e sono utili per la stampa specializzata. Possono essere salvate nei formati Photoshop, Formato documento grande (PSB), Photoshop 2.0, Dati raw di Photoshop e Photoshop DCS 2.0.

Se intendete convertire le immagini in Multicanale, tenete presente che:

  • I livelli non sono supportati e sono quindi convertiti in livello singolo.

  • I canali di colore nell’immagine originale sono convertiti in canali di tinta piatta nell’immagine convertita.

  • Convertendo un’immagine CMYK nel metodo Multicanale si creano canali di tinta piatta cyan, magenta, giallo e nero.

  • Convertendo un’immagine RGB nel metodo Multicanale si creano canali di tinta piatta cyan, magenta e giallo.

  • Quando si elimina un canale da un’immagine RGB, CMYK o Lab, l’immagine viene automaticamente convertita nel metodo Multicanale, con conversione dei livelli in un livello singolo.

  • Se dovete esportare un’immagine Multicanale, salvatela in formato Photoshop DCS 2.0.

Nota:

le immagini in scala di colore e a 32 bit non possono essere convertite in Multicanale.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online