Grazie a numerosi strumenti disponibili in Photoshop, potete facilmente ritoccare piccole imperfezioni, sbiancare i denti, correggere gli occhi rossi, e correggere molti altri difetti presenti nelle immagini.

Nota:

Photoshop non supporta l’apertura o la modifica delle banconote o delle note di valuta. Consultate Sistema di deterrenza della contraffazione (CDS, Counterfeit Deterrence System).

Il pannello Sorgente clone

Il pannello Sorgente clone (Finestra > Sorgente clone) contiene opzioni per gli strumenti timbro clone o pennello correttivo. Potete impostare fino a cinque diverse sorgenti di campionamento e selezionare rapidamente quella desiderata senza dover effettuare nuovamente il campionamento ogni volta che passate a una diversa sorgente. Potete visualizzare una sovrapposizione della sorgente campione per poter clonare più facilmente la sorgente in una posizione specifica. Potete inoltre ridimensionare o ruotare la sorgente campione, in modo che corrisponda meglio alla destinazione.

Per le animazioni basate su timeline, il pannello Sorgente clone include anche opzioni che consentono di specificare la relazione tra il fotogramma del video/animazione della sorgente campione e il fotogramma del video/animazione di destinazione. Consultate anche Clonare il contenuto in fotogrammi di animazione e video.

Ritoccare con lo strumento timbro clone

Lo strumento timbro clone  dipinge una parte di un’immagine su un’altra parte della stessa immagine o su un’altra parte di un documento aperto con lo stesso metodo di colore. Potete inoltre dipingere una parte di un livello su un altro livello. Lo strumento timbro clone è utile per duplicare gli oggetti o per eliminare un difetto da un’immagine.

Potete inoltre usare lo strumento timbro clone per dipingere il contenuto nei fotogrammi di animazioni o video. Consultate anche Clonare il contenuto in fotogrammi di animazione e video.

Per usare lo strumento timbro clone, impostate un punto di campionamento sull’area dalla quale intendete copiare (clonare) i pixel per poterli poi dipingere su un’altra area. Per riprendere dall’ultimo punto di campionamento, anche dopo un’interruzione o una pausa, selezionate l’opzione Allineato. Deselezionate l’opzione Allineato se invece preferite riprendere dal punto di campionamento iniziale, indipendentemente dal numero di interruzioni o pause effettuato.

Con lo strumento timbro clone potete usare qualunque punta del pennello riteniate idonea alle dimensioni dell’area da clonare. Potete inoltre usare le impostazioni di opacità e flusso che permettono di controllare meglio l’applicazione del colore all’area clonata.

Modificare un’immagine con lo strumento timbro clone in Photoshop
Modifica di un’immagine con lo strumento timbro clone

  1. Selezionate lo strumento timbro clone .
  2. Scegliete una punta di pennello e impostatene le opzioni per metodo di fusione, opacità e flusso nella barra delle opzioni.
  3. Per specificare in che modo desiderate allineare i pixel campionati e campionare i dati dai livelli del documento, nella barra delle opzioni selezionate una delle seguenti opzioni:

    Allineato

    Campiona i pixel in continuo senza perdere il punto di campionamento corrente, anche se il pulsante del mouse viene rilasciato. Deselezionate Allineato per continuare a usare i pixel campionati dal punto iniziale ogni volta che interrompete e riprendete l’operazione.

    Campiona

    Campiona i dati dai livelli specificati. Per campionare dal livello attivo e i livelli visibili sotto di esso, scegliete Attuale e sotto. Per campionare solo dal livello attivo, scegliete Livello attuale. Per campionare da tutti i livelli visibili, scegliete Tutti. Per campionare da tutti i livelli visibili tranne i livelli di regolazione, scegliete Tutti e fate clic sull’icona Ignora livelli di regolazione a destra del menu a comparsa Campiona.

  4. Per impostare il punto di campionamento, portate il puntatore in un’immagine aperta, tenete premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) e fate clic.

    Nota:

    Accertatevi di non usare un livello di regolazione. Lo strumento timbro clone non funziona sui livelli di regolazione.

  5. (Facoltativo) Nel pannello Sorgente clone, fate clic sul pulsante di una sorgente clone  e impostate un altro punto di campionamento.

    Potete impostare fino a cinque diverse sorgenti di campionamento. Il pannello Sorgente clone memorizza le sorgenti campionate fino alla chiusura del documento.

  6. (Facoltativo) Nel pannello Sorgente clone, effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Per ridimensionare o ruotare la sorgente da clonare, immettete un valore per L (larghezza), A (altezza) o la rotazione in gradi .
    • Per invertire la direzione della sorgente (utile per caratteristiche speculari, come gli occhi), fate clic sul pulsante Rifletti orizzontale  o Rifletti verticale .
    • Per visualizzare una sovrapposizione della sorgente da clonare, selezionate Mostra sovrapposizione e specificate le opzioni di sovrapposizione.

    Nota:

    Selezionate Ritagliato per ritagliare la sovrapposizione in base alla dimensione del pennello.

  7. Trascinate sull’area dell’immagine da correggere.

Impostare le sorgenti campione per la clonazione e la correzione

Con gli strumenti timbro clone o pennello correttivo potete campionare le sorgenti nel documento corrente o in qualsiasi documento aperto in Photoshop.

Quando clonate un video o un’animazione, potete impostare i punti di campionamento nel fotogramma che state dipingendo oppure le sorgenti campione in un altro fotogramma, anche se il fotogramma si trova in un altro livello video o in un altro documento aperto.

Potete impostare fino a cinque diverse sorgenti di campionamento nel pannello Sorgente clone. Il pannello Sorgente clone memorizza le sorgenti campionate fino alla chiusura del documento.

  1. Per clonare i fotogrammi di video o animazioni, aprite il pannello Animazione (se non clonate fotogrammi di video o animazioni, passate al punto 2). Selezionate l’opzione di animazione timeline e spostate l’indicatore del tempo corrente in corrispondenza del fotogramma con la sorgente che desiderate campionare.

  2. Per impostare il punto di campionamento, selezionate lo strumento timbro clone e, tenendo premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS), fate clic nella finestra di un documento aperto.
  3. (Facoltativo) Per impostare un altro punto di campionamento, fate clic su un altro pulsante Sorgente clone  nel pannello Sorgente clone.

    Potete cambiare la sorgente di campionamento per una Sorgente clone impostando un punto di campionamento diverso.

Ridimensionare o ruotare la sorgente campione

  1. Selezionate gli strumenti timbro clone o pennello correttivo e impostate una o più sorgenti campione.
  2. Nel pannello Sorgente clone, selezionate una sorgente clone ed effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Per ridimensionare la sorgente campione, immettete un valore percentuale per L (larghezza) o A (altezza) oppure fate scorrere L o A. L’impostazione predefinita è il mantenimento delle proporzioni. Per regolare le dimensioni in modo indipendente o per ripristinare l’opzione di mantenimento delle proporzioni, fate clic sul pulsante Mantieni proporzioni .
    • Per ruotare la sorgente campione, immettete un valore in gradi oppure fate scorrere l’icona Ruota la sorgente clone .
    • Per ripristinare le dimensioni originali e l’orientamento della sorgente campione, fate clic sul pulsante Ripristina trasformazione .

Regolare le opzioni di sovrapposizione della sorgente campione

Regolate le opzioni di sovrapposizione della sorgente campione per visualizzare meglio le immagini sottostanti mentre usate gli strumenti timbro clone e pennello correttivo.

Nota:

Per visualizzare temporaneamente la sovrapposizione mentre usate lo strumento timbro clone, premete Alt+Maiusc (Windows) o Opzione+Maiusc (Mac OS). Il pennello si trasforma temporaneamente nello strumento di spostamento della sovrapposizione sorgente. Trascinate per spostare la sovrapposizione in un’altra posizione.

  1. Nel pannello Sorgente clone, selezionate Mostra sovrapposizione ed effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Per nascondere la sovrapposizione mentre applicate i tratti di colore, selezionate Nascondi automaticamente sovrapposizione.
    • Per ritagliare la sovrapposizione in base alla dimensione del pennello, selezionate Ritagliata.
    • Per impostare l’opacità della sovrapposizione, immettete un valore percentuale nella casella di testo Opacità.
    • Per impostare l’aspetto della sovrapposizione, potete scegliere tra i metodi di fusione Normale, Scurisci, Schiarisci o Differenza dal menu a comparsa visualizzato nella parte inferiore del pannello Sorgente clone.
    • Per invertire i colori nella sovrapposizione, selezionate Inverti.

    Nota:

    Per allineare le aree identiche nella sovrapposizione sorgente e nell’immagine sottostante, impostate Opacità su 50%, selezionate Inverti e deselezionate Ritagliato. Dopo l’allineamento, le aree corrispondenti nell’immagine saranno visualizzate in grigio uniforme.

Specificare lo spostamento della sorgente clone

Quando usate gli strumenti timbro clone o pennello correttivo, con la sorgente campionata potete dipingere in qualunque punto dell’immagine di destinazione. Le opzioni di sovrapposizione consentono di visualizzare meglio il punto in cui desiderate dipingere. Per dipingere in una posizione specifica in relazione al punto di campionamento, potete indicare lo spostamento dei pixel rispetto agli assi x e y.

  1. Nel pannello Sorgente clone, selezionate la sorgente che desiderate usare e immettete i valori dei pixel per gli assi x e y relativamente all’opzione Spostamento.

Ritoccare con lo strumento pennello correttivo

Nota: a partire della versione Photoshop CC 2015.5, è disponibile l’opzione per tornare al comportamento dello strumento Pennello correttivo della versione precedente di Photoshop CC 2014. Selezionate Preferenze> Strumenti > Usa algoritmo di correzione precedente per il Pennello correttivo. Per informazioni sulla cronologia delle versioni di Photoshop, consultate Riepilogo delle nuove funzioni.

Lo strumento pennello correttivo consente di correggere le imperfezioni facendole scomparire nell’immagine circostante. Analogamente agli strumenti clone, il pennello correttivo può essere usato per applicare i pixel campionati in un’immagine o in un pattern. Il pennello correttivo tuttavia applica ai pixel da correggere anche texture, luci, trasparenza e tonalità dei pixel campionati. Di conseguenza, i pixel riparati si fondono perfettamente con il resto dell’immagine.

Lo strumento pennello correttivo può essere applicato ai fotogrammi di video o animazioni. Consultate Esempi per il Pennello correttivo in Photoshop per suggerimenti e campioni sull’utilizzo del pennello correttivo.

Pixel campionati e immagine riparata di Photoshop
Pixel campionati e immagine riparata

  1. Selezionate lo strumento pennello correttivo .
  2. Nella barra delle opzioni, fate clic sul pennello campione e impostate le relative opzioni nel pannello a comparsa:

    Nota:

    Se usate una tavoletta grafica sensibile alla pressione, scegliete un’opzione dal menu Dimensione per variare le dimensioni del pennello correttivo mentre tracciate. Pressione penna basa tale variazione sulla pressione della penna. Rotellina stilo basa la variazione sulla posizione della rotellina della penna. Scegliete Disattivato se non desiderate variare le dimensioni.

    Metodo

    Specifica il metodo di fusione. Scegliete Sostituisci per mantenere disturbo, grana pellicola e texture ai bordi del tratto del pennello quando usate un pennello a punta morbida.

    Origine

    Specifica l’origine da usare per riparare i pixel. Scegliete Campionato per usare i pixel dell’immagine corrente o Pattern per usare i pixel di un pattern. Se scegliete Pattern, selezionate un pattern dal pannello a comparsa Pattern.

    Allineato

    Campiona i pixel in continuo senza perdere il punto di campionamento corrente, anche se il pulsante del mouse viene rilasciato. Deselezionate Allineato per continuare a usare i pixel campionati dal punto iniziale ogni volta che interrompete e riprendete l’operazione.

    Campiona

    Campiona i dati dai livelli specificati. Per campionare dal livello attivo e i livelli visibili sotto di esso, scegliete Attuale e sotto. Per campionare solo dal livello attivo, scegliete Livello attuale. Per campionare da tutti i livelli visibili, scegliete Tutti. Per campionare da tutti i livelli visibili tranne i livelli di regolazione, scegliete Tutti e fate clic sull’icona Ignora livelli di regolazione a destra del menu a comparsa Campiona.

    Diffusione

    Controlla la velocità con cui l’area incollata si adatta all’immagine circostante. Selezionate un valore basso per immagini con granulosità o dettagli minuti, o un valore più elevato per le immagini dal contenuto più uniforme.

  3. Per impostare il punto di campionamento, portate il puntatore in un’immagine aperta, tenete premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) e fate clic.

    Nota:

    Se effettuate il campionamento in un’immagine per poi applicarlo a un’altra, entrambe le immagini devono usare lo stesso metodo di colore, a meno che una delle due non sia in Scala di grigio.

  4. (Facoltativo) Nel pannello Sorgente clone, fate clic sul pulsante di una sorgente clone  e impostate un altro punto di campionamento.

    Potete impostare fino a cinque diverse sorgenti di campionamento. Il pannello Sorgente clone memorizza le sorgenti campionate fino alla chiusura del documento che state modificando.

  5. (Facoltativo) Nel pannello Sorgente clone, fate clic sul pulsante di una sorgente clone per selezionare la sorgente campionata che desiderate.
  6. (Facoltativo) Nel pannello Sorgente clone, effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Per ridimensionare o ruotare la sorgente da clonare, immettete un valore per L (larghezza), A (altezza) o la rotazione in gradi .
    • Per visualizzare una sovrapposizione della sorgente da clonare, selezionate Mostra sovrapposizione e specificate le opzioni di sovrapposizione.
  7. Trascinate nell’immagine.

    I pixel campionati vengono uniti ai pixel esistenti ogni volta che rilasciate il pulsante del mouse.

Nota:

Se ai bordi dell’area da correggere il contrasto è elevato, effettuate la selezione prima di usare il pennello correttivo. La selezione deve essere più grande dell’area da correggere e deve seguire con precisione il contorno dei pixel di contrasto. Se usate lo strumento pennello correttivo, la selezione evita che i colori esterni penetrino all’interno.

Ritoccare con lo strumento pennello correttivo al volo

Lo strumento pennello correttivo al volo elimina rapidamente le imperfezioni delle foto. Potete usarlo in modo simile al pennello correttivo: applica i pixel campionati da un’immagine o pattern e adatta texture, luci, trasparenza e tonalità dei pixel campionati a quelli da correggere. A differenza del pennello correttivo, però, non dovete specificare un’area di campionamento. Lo strumento pennello correttivo al volo campiona automaticamente la zona attorno all’area di ritocco.

Pennello correttivo al volo di Photoshop
Uso del pennello correttivo al volo per eliminare le imperfezioni

Nota:

Se dovete ritoccare un’area ampia e necessitate di un maggiore controllo sul campionamento dei pixel sorgente, provate a usare il pennello correttivo invece del pennello correttivo al volo.

  1. Selezionate lo strumento pennello correttivo al volo  nella finestra degli strumenti. Se necessario, fate clic sullo strumento pennello correttivo, toppa o occhi rossi per visualizzare gli strumenti nascosti e scegliere quello desiderato.
  2. Scegliete una punta di pennello nella barra delle opzioni. È preferibile scegliere un pennello leggermente più grande dell’area da correggere, affinché sia possibile coprire l’intera area con un solo clic.
  3. (Facoltativo) Scegliete un metodo di fusione dal menu a comparsa Metodo nella barra delle opzioni. Scegliete Sostituisci per mantenere disturbo, grana pellicola e texture ai bordi del tratto del pennello quando usate un pennello a punta morbida.
  4. Selezionate un’opzione Tipo nella barra delle opzioni:

    Corrispondenza per vicinanza

    Con questa opzione vengono utilizzati i pixel attorno al bordo della selezione per individuare un’area da usare come toppa.

    Crea texture

    Con questa opzione i pixel della selezione vengono usati per creare una texture. Se la texture non è adeguata, provate a trascinare ancora una volta nell’area.

    In base al contenuto

    Con questa opzione viene confrontato il contenuto dell’immagine in prossimità della selezione e questa viene riempita senza giunture visibili, in modo realistico, mantenendo particolari chiave quali le ombre e i bordi degli oggetti.

    Nota:

    Per creare una selezione più grande o più precisa per l’opzione In base al contenuto, usate il comando Modifica > Riempi. Consultate Riempimenti in base al contenuto, pattern o cronologia.

  5. Nella barra delle opzioni, selezionate Campiona tutti i livelli per campionare dati da tutti i livelli visibili. Deselezionate Campiona tutti i livelli per campionare solo dal livello attivo.
  6. Fate clic sull’area da correggere o fate clic e trascinate per eliminare le imperfezioni su un’area più ampia.

Video | Ritocco di automobili in Photoshop

Video | Ritocco di automobili in Photoshop
Scoprite come ritoccare le immagini di auto in Photoshop
Scott Kelby

Riparare un’area

Lo strumento toppa consente di riparare un’area selezionata con i pixel di un’altra area o con un pattern. Analogamente al pennello correttivo, lo strumento toppa applica ai pixel d’origine texture, luci e tonalità dei pixel campionati. Potete usare lo strumento toppa anche per duplicare aree isolate in un’immagine. Lo strumento toppa funziona con le immagini a 8 o 16 bpc.

Nota:

Una riparazione effettuata a partire dai pixel di un’immagine garantisce risultati ottimali quando operate su aree ridotte.

Per informazioni sull’utilizzo delle opzioni dello strumento toppa in base al contenuto, consultate Correzione e spostamento in base al contenuto.

Strumento toppa di Photoshop
Uso dello strumento toppa per sostituire dei pixel

Immagine riparata di Photoshop
Immagine riparata con lo strumento toppa

Riparare un’area usando pixel campionati

  1. Selezionate lo strumento toppa .
  2. Effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Selezionate mediante trascinamento l’area dell’immagine da riparare e selezionate Origine nella barra delle opzioni.
    • Selezionate mediante trascinamento l’area dell’immagine da cui effettuare il campionamento e selezionate Destinazione nella barra delle opzioni.

    Nota:

    Potete anche effettuare la selezione prima di scegliere lo strumento toppa.

  3. Per modificare la selezione, effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Tenete premuto Maiusc e fate clic nell’immagine per aggiungere alla selezione esistente.
    • Tenete premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) e trascinate nell’immagine per rimuovere dalla selezione esistente.
    • Tenete premuto Alt+Maiusc (Windows) o Opzione+Maiusc (Mac OS) e trascinate nell’immagine per selezionare un’area intersecata dalla selezione esistente.
  4. Per estrarre dall’area campionata una texture con uno sfondo trasparente, selezionate Trasparente. Deselezionate questa opzione per riempire completamente l’area di destinazione con l’area campionata.

    Nota:

    L’opzione Trasparente funziona meglio per gli sfondi in tinta unita o con sfumatura e con una texture ben definita (ad esempio, un uccello che si staglia contro il cielo).

  5. Per controllare la velocità con cui l’area incollata si adatta all’immagine circostante, regolate il cursore Diffusione. Selezionate un valore basso per immagini con granulosità o dettagli minuti, o un valore più elevato per le immagini dal contenuto più uniforme.

  6. Portate il puntatore all’interno della selezione ed effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Se nella barra delle opzioni è selezionato Origine, trascinate il bordo di selezione nell’area da cui campionare. Quando rilasciate il pulsante del mouse, l’area selezionata inizialmente viene riparata con i pixel campionati.
    • Se nella barra delle opzioni è selezionato Destinazione, trascinate il bordo di selezione nell’area da riparare. Quando rilasciate il pulsante del mouse, l’area appena selezionata viene riparata con i pixel campionati.

Riparare un’area usando un pattern

  1. Selezionate lo strumento toppa .
  2. Selezionate mediante trascinamento l’area dell’immagine da riparare.

    Nota:

    Potete anche effettuare la selezione prima di scegliere lo strumento toppa.

  3. Se necessario, completate i punti 3-4 qui sopra per regolare la selezione e applicare la texture del pattern con uno sfondo trasparente.
  4. Selezionate un pattern dal pannello a comparsa Pattern nella barra delle opzioni e fate clic su Usa pattern.

Rimuovere gli occhi rossi

Video | Rimozione degli occhi rossi e denti più bianchi

Video | Rimozione degli occhi rossi e denti più bianchi
In questo episodio di Photoshop Playbook Bryan O’Neil Hughes, Principal Product Manager per Photoshop, spiega come usare Photoshop per rimuovere l’effetto occhi rossi e rendere i denti più bianchi.
Bryan O'Neil Hughes

Lo strumento occhi rossi rimuove il riflesso rosso causato dall’uso del flash in foto in cui sono ritratti persone o animali.

  1. Nel metodo colore RGB, selezionate lo strumento occhi rossi . Lo strumento occhi rossi si trova nello stesso gruppo dello strumento pennello correttivo al volo . Per visualizzare tutti gli strumenti di un gruppo, tenete premuto il mouse sullo strumento visibile nella barra degli strumenti.
  2. Fate clic sull’occhio rosso. Se il risultato non è soddisfacente, annullate la correzione, impostate una o più delle seguenti opzioni nella barra delle opzioni e fate clic di nuovo sull’occhio rosso:

    Dimensione pupilla

    Aumenta o diminuisce l’area su cui agisce lo strumento occhi rossi.

    Scurisci del

    Imposta il fattore di scurimento della correzione.

Nota:

Gli occhi rossi sono causati dal riflesso del flash della fotocamera sulla retina del soggetto. Si verificano più frequentemente quando le foto vengono scattate in una stanza scura, perché l’iride del soggetto è completamente dilatata. Per evitare gli occhi rossi, usate l’apposita funzione di riduzione della fotocamera o, preferibilmente, usate un flash indipendente, che possa essere montato sulla fotocamera a una maggiore distanza dall’obiettivo.

Video | Correzione della luce e rimozione di oggetti indesiderati

Video | Correzione della luce e rimozione di oggetti indesiderati
Bryan O’Neil Hughes, Principal Product Manager per Photoshop, spiega come rimuovere gli oggetti indesiderati e usare la schermatura di colori basata su pennello per equalizzare la luminanza e la temperatura cromatica dei soggetti.
Adobe Photoshop

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online