Nota:

Se un formato di file non compare nella finestra di dialogo o nel sottomenu adeguato, potreste dover installare uno specifico plug-in.

Scelta di un formato di file

I formati dei file di grafica si differenziano per come rappresentano i dati dell’immagine (con pixel o vettori) e supportano diverse tecniche di compressione e funzioni di Photoshop. Per mantenere tutte le caratteristiche di Photoshop (livelli, effetti, maschere e così via), salvate una copia dell’immagine in formato Photoshop (PSD).

Come la maggior parte dei formati, PSD supporta file con dimensione massima di 2 GB. Per gestire file superiori a 2 GB, salvateli come Formato documento grande (PSB), Photoshop Raw (solo immagine ridotta a livello singolo), TIFF (fino a 4 GB) o DICOM.

La profondità bit standard per le immagini è di 8 bit per canale. Per ottenere una più ampia gamma dinamica con immagini a 16 o 32 bit, usate i seguenti formati:

Formati per immagini a 16 bit (richiedono il comando Salva con nome)

Photoshop, Formato documento grande (PSB), Cineon, DICOM, IFF, JPEG, JPEG 2000, Photoshop PDF, Photoshop Raw, PNG, Portable Bit Map e TIFF.

Nota:

Il comando Salva per Web e dispositivi converte automaticamente le immagini a 16 bit in immagini a 8 bit.

Formati per immagini a 32 bit (richiedono il comando Salva con nome)

Photoshop, Formato documento grande (PSB), OpenEXR, Portable Bitmap, Radiance e TIFF.

La compressione dei file

Molti formati di file usano la compressione per ridurre le dimensioni delle immagini bitmap. Le tecniche senza perdita comprimono il file senza alterare i particolari dell’immagine né le informazioni sui colori; le tecniche con perdita invece rimuovono dei particolari. Le tecniche di compressione più comuni sono le seguenti:

RLE (Run Length Encoding)

Compressione senza perdita supportata da alcuni formati di file Windows.

LZW (Lemple-Zif-Welch)

Compressione senza perdita supportata dai formati TIFF, PDF, GIF e dal linguaggio PostScript; particolarmente efficace per immagini con ampie aree di un solo colore.

JPEG (Joint Photographic Experts Group)

Compressione con perdita di dati supportata dai formati JPEG, TIFF, PDF e dal linguaggio PostScript; consigliata per le immagini a tono continuo come le fotografie. JPEG usa la compressione con perdita di dati. Per specificare la qualità dell’immagine, scegliete un’opzione dal menu Qualità, trascinate il cursore a comparsa o immettete un valore da 0 a 12 nella casella Qualità. Per risultati di stampa ottimali, selezionate la compressione con qualità massima. I file JPEG possono essere stampati solo con stampanti PostScript Level 2 (o superiore) e potrebbero non venire stampati correttamente in selezione colori.

CCITT

Famiglia di tecniche di compressione senza perdita di dati per immagini in bianco e nero, supportata dai formati PDF e PostScript. CCITT è la sigla francese del “comitato consultivo internazionale per la telefonia e la telegrafia”.

ZIP

Compressione senza perdita di dati supportata dai formati PDF e TIFF. Come per LZW, anche la compressione ZIP è particolarmente efficace per immagini contenenti ampie aree di un unico colore.

Massimizzare la compatibilità per file PSD e PSB

Se lavorate con file PSD e PSB con precedenti versioni di Photoshop o applicazioni che non supportano i livelli, potete aggiungere al file salvato una versione dell’immagine ridotta a livello singolo.

Nota:

Quando si salva un’immagine in una precedente versione di Photoshop, vengono omesse le funzioni non supportate da tale versione.

  1. Scegliete Modifica > Preferenze > Gestione file (Windows) o Photoshop > Preferenze > Gestione file (Mac OS).
  2. Nel menu Massimizza compatibilità per file PSD e PSB, scegliete una delle seguenti opzioni:

    Sempre

    Viene salvata un’immagine composita (con un unico livello) insieme ai livelli del documento.

    Chiedi

    Al momento del salvataggio viene chiesto se si desidera massimizzare la compatibilità.

    Mai

    Salva solo un’immagine con livelli.

    Nota:

    Per ottenere file di dimensioni notevolmente ridotte, scegliete Chiedi oppure Mai.

Formato Photoshop (PSD)

Photoshop (PSD) è il formato predefinito e il solo che supporta tutte le caratteristiche di Photoshop, oltre al Formato documento grande (PSB). Grazie alla stretta integrazione tra i prodotti Adobe, potete importare i file PSD direttamente in altre applicazioni Adobe, quali Adobe Illustrator, Adobe InDesign, Adobe Premiere, Adobe After Effects e Adobe GoLive e mantenere numerose caratteristiche di Photoshop. Per ulteriori informazioni, consultate l’Aiuto dell’applicazione Adobe specifica.

Se salvate un file PSD, potete impostare una preferenza per ottimizzarne la compatibilità. Otterrete così una versione composita di un’immagine a più livelli, salvata all’interno di un file e che può essere letta da altre applicazioni, incluse versioni precedenti di Photoshop. Mantiene inoltre l’aspetto del documento, nel caso in cui alcune funzioni dovessero comportarsi diversamente in future versioni di Photoshop. L’inclusione dell’immagine composita rende più veloce il caricamento e l’utilizzo in applicazioni diverse da Photoshop e in alcuni casi potrebbe essere necessario per rendere l’immagine leggibile da altre applicazioni.

Potete salvare le immagini a 16 bit per canale e HDR (High Dynamic Range) a 32 bit per canale come file PSD.

Formato Photoshop 2.0

(Mac OS) Con questo formato potete aprire un’immagine nella versione 2.0 di Photoshop o esportarla per un’applicazione che supporta solo i file di Photoshop 2.0. Quando salvate un file in formato Photoshop 2.0 vengono uniti i livelli ed eliminate le informazioni sui livelli.

Formati Photoshop DCS 1.0 e 2.0

Il formato DCS (Desktop Color Separations), una versione del formato EPS standard, consente di salvare le selezioni colore di immagini CMYK. Usate il formato DCS 2.0 per esportare immagini contenenti canali di tinte piatte. Per stampare i file DCS dovete usare una stampante PostScript.

Formato Photoshop EPS

Il formato EPS (Encapsulated PostScript) può contenere sia grafica vettoriale che immagini bitmap ed è supportato da quasi tutti i programmi di grafica, illustrazione e impaginazione. Questo formato è utile per trasferire grafica PostScript tra diverse applicazioni. Quando aprite un file EPS con grafica vettoriale, Photoshop rasterizza l’immagine e converte la grafica vettoriale in pixel.

Il formato EPS supporta i metodi di colore Lab, CMYK, RGB, Scala di colore, Due tonalità, Scala di grigio e Bitmap; non supporta i canali alfa, mentre supporta i tracciati di ritaglio. Il formato DCS (Desktop Color Separations), una versione di EPS standard, consente di salvare le selezioni colore di immagini CMYK. Usate il formato DCS 2.0 per esportare immagini contenenti canali di tinte piatte. Per stampare i file EPS occorre una stampante PostScript.

Photoshop usa i formati EPS TIFF ed EPS PICT per consentire l’apertura di immagini salvate in formati che creano un’anteprima ma che non sono supportati da Photoshop (ad esempio QuarkXPress). Potete modificare e usare un file di anteprima aperto come un qualsiasi altro file a bassa risoluzione. L’anteprima EPS PICT è disponibile solo in Mac OS.

Nota:

I formati EPS TIFF e EPS PICT servivano maggiormente nelle versioni precedenti di Photoshop. La versione attuale di Photoshop prevede funzioni di rasterizzazione per l’apertura di file con dati vettoriali.

Formato Dati raw di Photoshop

Dati raw di Photoshop è un formato di file flessibile per il trasferimento di immagini tra varie applicazioni e piattaforme. Supporta le immagini CMYK, RGB e in scala di grigio con canali alfa e immagini Lab multicanali senza canali alfa. I documenti salvati in formato Dati raw di Photoshop possono avere qualsiasi dimensione di file o pixel, ma non possono contenere livelli.

Il formato consiste in flussi di byte che descrivono le informazioni sui colori nell’immagine. Ogni pixel è descritto in formato binario, in cui 0 corrisponde al nero e 255 al bianco (per immagini con canali a 16 bit, il valore del bianco è 65.535). Photoshop indica il numero di canali necessario per descrivere l’immagine ed eventuali canali supplementari nel file. Potete specificare l’estensione del file (Windows), il tipo di file (Mac OS), il generatore del file (Mac OS) e l’intestazione.

In Mac OS, il tipo di file è generalmente identificato da un ID di quattro caratteri, ad esempio TEXT indica un file di testo ASCII. Anche il creatore del file è spesso un ID a quattro caratteri. La maggior parte delle applicazioni Mac OS ha un ID univoco per il generatore del file, registrato presso il gruppo Apple Computer Developer Services.

Il parametro di intestazione specifica il numero di byte di informazioni che appaiono nel file prima dei dati effettivi dell’immagine. Tale valore determina la quantità di zeri inseriti all’inizio del file come segnaposto. Per impostazione predefinita, non esiste intestazione (dimensione intestazione = 0). Potete immettere un’intestazione se aprite il file in formato raw. Oppure, potete salvare il file senza intestazione e usare un programma per la modifica dei file, quale HEdit (Windows) o Norton Utilities (Mac OS), per sostituire gli zeri con le informazioni d’intestazione.

L’immagine può essere salvata in formato interlacciato o non interlacciato. Con il primo, i valori dei colori (ad esempio rosso, verde e blu) vengono salvati in sequenza. La scelta dipende dai requisiti dell’applicazione in cui il file verrà aperto.

Nota:

Attenzione a non confondere il formato Dati raw di Photoshop con il formato raw per immagini da fotocamera digitale. Un file da fotocamera in formato raw utilizza un formato proprietario specifico della fotocamera, sostanzialmente un negativo digitale senza filtri, regolazione del bilanciamento del bianco e altre opzioni di elaborazione della fotocamera.

Formato Negativo digitale (DNG)

Negativo digitale (DNG) è un formato di file che contiene i dati da fotocamera in formato raw e i metadati che ne definiscono il significato. Il formato di archiviazione DNG di Adobe, pubblicamente disponibile per i file da fotocamera in formato raw, è stato concepito per garantire la compatibilità e contenere l’attuale proliferazione di formati. Il plug-in Camera Raw consente di salvare i dati raw da fotocamera in formato DNG. Per ulteriori informazioni sul formato Negativo digitale (DNG), visitate il sito www.adobe.it e cercate “Digital Negative”. Troverete informazioni esaurienti e il collegamento a un forum di utenti.

Formato BMP

BMP è il formato di immagine standard di Windows su computer compatibili con Windows. Supporta i metodi di colore RGB, Scala colore, Scala di grigio e Bitmap. Potete specificare il formato Windows o OS/2 e la profondità di 8 bit/canale. Per le immagini a 4 e 8 bit in formato Windows, potete anche specificare la compressione RLE.

In genere, le immagini BMP vengono composte dal basso verso l’alto; per invertire il senso, selezionate Inverti ordine righe. Potete anche selezionare un metodo di codifica alternativo facendo clic su Metodi avanzati. Inverti ordine righe e Metodi avanzati sono i metodi più utili per i programmatori di giochi e ad altri utenti che usano DirectX.

Formato Cineon

Sviluppato da Kodak, Cineon è un formato digitale a 10 bit per canale adatto per la composizione, la manipolazione e il ritocco elettronico. Con questo formato potete eseguire l’output su pellicola senza compromettere la qualità dell’immagine. È usato con il sistema per pellicola digitale Cineon, per il trasferimento di immagini da pellicole al formato Cineon e viceversa.

Formato DICOM

Il formato DICOM (Digital Imaging and Communications in Medicine) viene solitamente utilizzato per trasferire e memorizzare immagini ad uso medico, quali ecografie e scansioni. I file DICOM contengono sia i dati dell’immagine che le intestazioni, dove sono memorizzate le informazioni sul paziente e l’immagine medicale.

GIF

Il formato GIF (Graphics Interchange Format) è comunemente usato per visualizzare grafica e immagini in scala di colore nei documenti HTML. GIF è un formato compresso con la tecnica LZW che riduce al minimo la dimensione del file e il tempo di trasferimento. Inoltre, mantiene la trasparenza delle immagini in scala di colore, ma non supporta i canali alfa.

IFF

IFF (Interchange File Format) è un formato di archiviazione dati a uso generico, che può associare e memorizzare più tipi di dati. IFF è flessibile e ha estensioni che supportano immagini fisse, audio, musica, video e testo. Il formato include Maya IFF e IFF (in passato noto come Amiga IFF).

Formato JPEG

JPEG (Joint Photographic Experts Group) è comunemente usato per visualizzare foto e immagini a tono continuo nei documenti HTML. Supporta i metodi di colore CMYK, RGB e Scala di grigio, ma non la trasparenza. A differenza del formato GIF, JPEG conserva tutte le informazioni sui colori di un’immagine RGB ma comprime la dimensione del file eliminando dei dati in modo selettivo.

Un’immagine JPEG si decomprime automaticamente all’apertura. Maggiore è il livello di compressione, minore è la qualità dell’immagine e viceversa. Nella maggior parte dei casi, l’opzione di qualità Massima produce un risultato identico all’originale.

Formato documento grande (PSB)

Il Formato documento grande (PSB) supporta i documenti con un massimo di 300.000 pixel in altezza o larghezza. Tutte le caratteristiche di Photoshop (livelli, effetti e filtri) sono supportate. Alcuni filtri plug-in non sono disponibili per documenti di oltre 30.000 pixel in larghezza o altezza.

Potete salvare le immagini HDR a 32 bit per canale come file PSB.

Nota:

La maggior parte delle applicazioni e le versioni precedenti di Photoshop non supportano documenti di dimensioni superiori a 2 GB.

Formato OpenEXR

OpenEXR (EXR) è un formato di file usato nel campo degli effetti visivi per immagini HDR. Questo formato per pellicole assicura un’elevata fedeltà e un’ampia gamma dinamica ed è ideale per la produzione di film. Sviluppato da Industrial Light and Magic, OpenEXR supporta numerosi metodi di compressione senza perdita e con perdita di dati. Un file OpenEXR supporta la trasparenza e funziona solo con immagini a 32 bit/canale; il formato memorizza i valori in modalità 16 bit/canale a virgola mobile.

PDF

PDF (Portable Document Format) è un formato di file flessibile, multipiattaforma e multiapplicazione. Basati sul modello di imaging PostScript, i file PDF consentono una visualizzazione accurata rispettando i font, l’impaginazione e gli elementi di grafica vettoriale e bitmap. Inoltre i file PDF possono contenere funzioni di ricerca e di navigazione elettronica all’interno dei documenti, come i collegamenti. PDF supporta le immagini a 16 bit per canale. Adobe Acrobat offre inoltre la funzione Ritocco oggetto per apportare modifiche minime alle immagini di un file PDF. Per ulteriori informazioni sull’uso di immagini nei file PDF, consultate l’Aiuto di Acrobat.

Nota:

La funzione Ritocco oggetto è adatta per le revisioni dell’ultimo minuto di immagini e oggetti. È consigliabile modificare le immagini in Photoshop prima di salvarle in formato PDF.

Photoshop riconosce due tipi di file PDF:

File Photoshop PDF

Questi vengono creati con l’opzione Mantieni possibilità di modifica in Photoshop selezionata nella finestra di dialogo Salva Adobe PDF. I file Photoshop PDF possono contenere una sola immagine.

Il formato Photoshop PDF supporta tutti i metodi di colore (ad eccezione del metodo Multicanale) e le caratteristiche del formato Photoshop standard. Il formato Photoshop PDF supporta inoltre la compressione JPEG e ZIP, tranne per le immagini bitmap che usano la compressione CCITT Group 4.

File PDF Standard

Questi vengono creati con l’opzione Mantieni possibilità di modifica in Photoshop deselezionata nella finestra di dialogo Salva Adobe PDF oppure mediante l’utilizzo di un’altra applicazione come Adobe Acrobat o Illustrator. I file PDF standard possono contenere più pagine e immagini.

Quando aprite un file PDF standard, Photoshop rasterizza i contenuti vettoriali e di testo e mantiene i contenuti basati su pixel.

File PICT

Il formato PICT è usato dai programmi di grafica e impaginazione per Mac OS come formato di file intermedio per trasferire immagini tra diverse applicazioni. Supporta immagini RGB con un solo canale alfa e immagini in scala di colore, in scala di grigio e bitmap senza canali alfa.

Nota:

Sebbene Photoshop sia in grado di aprire file PICT raster, non è in grado di aprire i file PICT QuickDraw o di salvare in formato PICT.

Risorsa PICT

(Mac OS) Una risorsa PICT è un file PICT con nome e ID di risorsa. Il formato Risorsa PICT supporta immagini RGB con un solo canale alfa e immagini in scala di colore, in scala di grigio e bitmap senza canali alfa.

Per aprire una risorsa PICT potete usare il comando Importa o Apri. Tuttavia, Photoshop non può salvare in questo formato.

Formato Pixar

Il formato Pixar è specifico per applicazioni grafiche di fascia alta, come quelle usate per il rendering di immagini e animazioni tridimensionali. Supporta le immagini RGB e in scala di grigio con un solo canale alfa.

Formato PNG

Ideato come alternativa al GIF non soggetta a licenza, il formato PNG (Portable Network Graphics) viene usato per comprimere le immagini senza perdita di dati e per visualizzarle sul Web. A differenza del formato GIF, PNG supporta immagini a 24 bit e produce una trasparenza dello sfondo senza bordi scalettati; tuttavia, non è supportato da alcuni browser Web. Questo formato supporta le immagini RGB, in scala colore, in scala di grigio e bitmap senza canali alfa. Il formato PNG mantiene la trasparenza nelle immagini in scala di grigio e RGB.

Formato Portable Bit Map

Il formato Portable Bit Map (PBM), noto anche come Portable Bitmap Library e Portable Binary Map, supporta le immagini monocromatiche (1 bit per pixel). Può essere usato per il trasferimento di immagini senza perdita di dati, poiché è supportato da numerose applicazioni. Questi file possono essere modificati e creati anche con un semplice editor di testo.

Il formato Portable Bit Map funge da linguaggio comune per una grande famiglia di filtri di conversione bitmap, come Portable FloatMap (PFM), Portable Graymap (PGM), Portable Pixmap (PPM) e Portable Anymap (PNM). I file in formato PBM memorizzano le immagini monocromatiche; i file PGM supportano anche le bitmap in scala di grigio e i file PPM le bitmap a colori. Il formato PNM non è un formato a sé stante, ma può comprendere file PBM, PGM e PPM. PFM è un formato con immagini a virgola mobile, che può essere usato per file HDR a 32 bit.

Formato Radiance

Radiance (HDR) è un formato di file a 32 bit per canale, usato per immagini con HDR. È stato originariamente concepito per il sistema Radiance, uno strumento professionale per visualizzare l’illuminazione in ambienti virtuali. Memorizza infatti la quantità di luce di ogni pixel da visualizzare sullo schermo e non solo i colori. I livelli di luminosità gestiti dal formato Radiance sono nettamente superiori ai 256 livelli dei formati per immagini a 8 bit per canale. I file Radiance (HDR) sono solitamente utilizzati per la modellazione 3D.

Scitex CT

Il formato Scitex CT (Continuous Tone) viene usato per l’elaborazione professionale delle immagini con sistemi Scitex. Richiedete a Creo le utility necessarie per trasferire a un sistema Scitex i file salvati in formato Scitex CT. Questo formato supporta le immagini CMYK, RGB e in scala di grigio e non supporta i canali alfa.

Le immagini CMYK salvate in formato Scitex CT producono generalmente file di dimensioni elevate. Questi file vengono generati in input da uno scanner Scitex. I file Scitex CT possono essere stampati su pellicola con un’unità di rasterizzazione Scitex, che produce le selezioni mediante un sistema di retinatura brevettato Scitex. Si tratta di un sistema che raramente produce effetti moiré ed è spesso richiesto per lavori a colori professionali (ad esempio, pubblicità su riviste).

TIFF

Il formato TIFF o TIF (Tagged-Image File Format) viene usato per scambiare file fra diverse applicazioni e piattaforme. TIFF è un formato di immagine bitmap flessibile supportato da quasi tutte le applicazioni di grafica bitmap, elaborazione immagini e impaginazione. Inoltre, quasi tutti gli scanner desktop sono in grado di produrre immagini TIFF. I file TIFF possono avere una dimensione massima di 4 GB.

Il formato TIFF supporta i file CMYK, RGB, Lab, in scala di colore e in scala di grigio con canali alfa e Bitmap senza canali alfa. Photoshop può salvare i livelli in un file TIFF; tuttavia, se aprite il file in un’altra applicazione, l’immagine appare in un unico livello. Photoshop è inoltre in grado di salvare in formato TIFF note, trasparenze e dati relativi alle piramidi a risoluzione multipla.

In Photoshop, le immagini TIFF possono avere una profondità di 8, 16 o 32 bit per canale. Potete salvare le immagini HDR come file TIFF a 32 bit per canale.

Formato WBMP

Il formato WBMP è il formato standard di ottimizzazione delle immagini per i dispositivi mobili, quali i telefoni cellulari. Supporta il colore a 1 bit: le immagini WBMP contengono solo pixel in bianco e nero.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online